Il WIPO pensa ad un DMCA mondiale

Si parla di broadcasting ma anche di bloccare le tecnologie che consentono di lavorare sul segnale di trasmissione e a nuovi modi per imbavagliare Internet. La denuncia di IP Justice


Roma – Sono molteplici gli aspetti considerati decisamente inquietanti di una bozza di trattato internazionale sul quale stanno lavorando gli esperti del WIPO , l’Organizzazione mondiale della Proprietà intellettuale. Una bozza sulla quale è già piovuta la scomunica di IP Justice , il gruppo che si batte per le libertà digitali che in queste ore sta allertando mezzo mondo su quello che cuoce a Ginevra, sede del WIPO.

La prima bozza di trattato (disponibile qui in formato.doc) prevede alcune disposizioni che ricordano da vicino il contestatissimo DMCA americano, il Digital Millennium Copyright Act . Normative come il divieto di creare tecnologie capaci di bypassare le protezioni tecnologiche poste sulla trasmissione di segnali diffusi dalle emittenti.

“Una delle proposte – spiega IP Justice – mette fuorilegge qualsiasi device che possa consentire a qualcuno di decifrare un segnale cifrato senza permesso. Un divieto talmente ampio da mettere al bando anche personal computer e informazioni scientifiche sulle tecnologie di trasmissione”. “Inoltre – continua IP Justice – tutti i dispositivi media dovrebbero obbedire a restrizioni d’uso encodate nei segnali televisivi trasmessi dalle emittenti, riducendo così ulteriormente il fair use”.

Tutto qui? No. Il punto focale di quello che potrebbe diventare un trattato internazionale, infatti, intende estendere a 50 anni il copyright su quanto trasmesso, vale a dire molto più di quanto previsto dall’attuale Trattato di Roma , che consente ai paesi di decidere una protezione non superiore ai 20 anni.

Del trattato si è discusso negli ultimi tre giorni a Ginevra, in occasione della riunione dello Standing Committee on Copyrights and Related Rights del WIPO e IP Justice lo ha bollato come un tentativo di “aprire una backdoor per ampliare all’infinito le protezioni del copyright, consentendo alle società di diffondere materiale al pubblico e controllare l’uso della programmazione di pubblico dominio”.

L’idea del Trattato riguarda anche Internet in quanto mira a regolamentare il modo in cui vengono diffuse le trasmissioni, “equiparando – afferma IP Justice – il netizen che diffonde informazioni online ad emittenti professionali che commettono atti di pirateria”.

Un’analisi complessiva della bozza svolta da IP Justice è disponibile sul sito dedicato mentre a questo indirizzo si trovano le 10 migliori ragioni per bocciare la proposta del WIPO.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ho fatto un sopralluogo
    Non c'è una fibra ottica, c'è una caterva di cavi di tipo LOOSEtutti bruciati, non so come sia potuto accadere, quindi le linee di backup di sicuro c'erano ma passavano in quel punto vicino le primarie !!!:|:|
  • Anonimo scrive:
    studenti e lavoratori

    tutto quello che dite su ridondanza, risk
    analysis ecc... e' anche giusto. ma internet
    e' stata progettata per resistere ad una
    guerra nucleare. e va in palla per uno
    stronzo che taglia un cavo? scusate ma chi
    ha creato sta rete ha studiato alla scuola
    radio elettra?questo è un bellissimo esempio del tipo di formazione che dà la scuola italiana. è infatti il tipico dialogo tra uno studente in ingegneria e un ingegnere.a ingegneria ti insegnano un sacco di belle teorie su come fare le cose in modo ottimale, e ogni quattro-cinque lezione concludono "...tenendo ovviamente conto dei costi dell'operazione".questo non dà allo studente un'idea precisa della realtà dei fatti.la realtà dei fatti è che, a prescindere dal fatto che tutto dev'essere pronto "per ieri", deve anche essere fatto spendendo "non più di tot".mi piace sottolineare che è _giusto_ che gli studenti sappiano come le cose potrebbero essere fatte al meglio, ma è anche giusto che sappiano che domani, una volta ing. fatti e finiti, dovranno metterci del loro per fare le cose "nel miglior modo possibile compatibilmente con i tempi e il budget previsti".a fare le cose "bene" sono buoni tutti, un buon ingegnere è come un medico di Gino Strada, che fa IL MEGLIO POSSIBILE, al di là di quello che all'inizio pensava avrebbe potuto fare, e alla fine ha la consapevolezza di essere riuscito a trarre il massimo da quello che aveva a disposizione.non è una legge di mercato, è una legge della vita.saluti a tutti, giors
    • Anonimo scrive:
      Re: studenti e lavoratori
      - Scritto da: Anonimo
      questo è un bellissimo esempio del
      tipo di formazione che dà la scuola
      italiana. è infatti il tipico dialogo
      tra uno studente in ingegneria e un
      ingegnere.
      a ingegneria ti insegnano un sacco di belle
      teorie su come fare le cose in modo
      ottimale, e ogni quattro-cinque lezione
      concludono "...tenendo ovviamente conto dei
      costi dell'operazione".
      questo non dà allo studente un'idea
      precisa della realtà dei fatti.
      la realtà dei fatti è che, a
      prescindere dal fatto che tutto dev'essere
      pronto "per ieri", deve anche essere fatto
      spendendo "non più di tot".
      mi piace sottolineare che è _giusto_
      che gli studenti sappiano come le cose
      potrebbero essere fatte al meglio, ma
      è anche giusto che sappiano che
      domani, una volta ing. fatti e finiti,
      dovranno metterci del loro per fare le cose
      "nel miglior modo possibile compatibilmente
      con i tempi e il budget previsti".
      a fare le cose "bene" sono buoni tutti, un
      buon ingegnere è come un medico di
      Gino Strada, che fa IL MEGLIO POSSIBILE, al
      di là di quello che all'inizio
      pensava avrebbe potuto fare, e alla fine ha
      la consapevolezza di essere riuscito a
      trarre il massimo da quello che aveva a
      disposizione.
      non è una legge di mercato, è
      una legge della vita.

      saluti a tutti,

      giors
      alla WInd i soldi non mancano visto che spendono una caterva di denari per quelle stronzate di pubblicità, che investanto meglio le loro risorse a questo punto!
  • starless scrive:
    La linea di backup c'era, ma...
    Riporto da testimonianza che ritengo affidabile:http://groups.google.com/groups?hl=en&lr=&ie=UTF-8&safe=off&selm=tIWxc.101647%24Qc.3929177%40twister1.libero.it"La linea di backup c'era.... è stata tranciata anche essa.Sfiga ha voluto che quello fosse un punto di giunzione delle due linee (primaria e backup)"
  • Anonimo scrive:
    I ladri di rame si, ma...
    C'e' gente che parte dal pressupposto che la notizia sia falsa perche' hanno messo in mezzo fantomatici ladri di rame, quando invece (com'e' gia' stato detto) la notizia e' probabilmente falsa perche' un server di autenticazione, cosi' come il portale, non puo' essere "servito" da un singolo cavo. Per ragioni LOGICHE: se quella tratta si interrompe (come dicono che sia avvenuto) non funziona un caxxo, io non posso e non voglio credere che quelli di Wind siano cosi' stupidi.Tornando ai ladri di rame.. be' esistono, e quando ne sentii parlare per la prima volta anche a me venne da ridere: hanno rubato una intera tratta di kilometri di filo elettrico che avrebbe dovuto servire la locale ferrovia qui... che manco a dirlo adesso funziona ancora a gasolio. :)
  • Anonimo scrive:
    Strano ma vero ...
    ... i ladri di rame, anche quelli "spiccioli" esistono; ed e' un segno dei tempi.La mia azienda si occupa di elettrificazioni ferroviarie; in pratica mettiamo i pali e stendiamo il filo di contatto sotto cui passera' il treno, captando la corrente con il pantografo.Alla fine di ogni lavoro, il primo treno che passa e' un treno speciale delle ferrovie, con una attrezzatura che e' capace di fare delle misurazioni sulla efficenza dell'impianto. Questo treno per ovvi motivi di sicurezza viaggia decisamente piano (mi pare 40Km/h, o meno) perche' in pratica si sta "avventurando" su un percorso che potrebbe avere dei problemi.E' accaduto che *APPENA PASSATO IL TRENO* dei pazzi hanno tagliato il filo di contatto per rubarselo.Considerazioni tecniche:1. Su quel filo c'erano 25.000 volt2. Il filo e' teso a 1125Kg di tiro da due lati.Cosa e' successo: il filo aveva la sezione di un dito (rame pieno) ed era appena sbobinato. Cosa succede a voi se sbobinate un rocchetto di fil di ferro? che per un certo tempo il filo conserva la *memoria di forma* e funziona un po' come una molla.Moltiplicate l'effetto su un oggetto che pesa tonnellate, ed e' tirato "a tonnellate". Il filo e' partito come una molla, ha raggiunto e sorpassato il treno e ci si e' avvolto intorno, entrando in cabina, spaccando i finestrini.Per puro *miracolo* non si e' fatto male nessuno; e noi a distanza di anni ancora non possiamo credere che esista qualcuno di cosi' pazzo da arrampicarsi su un palo, e tagliare un filo sotto tensione appena passato un treno.Per noi il furto di rame nei cantieri e' cosa usuale.'Zalut
    • Anonimo scrive:
      Re: Strano ma vero ...
      - Scritto da: Ilruz
      ... i ladri di rame, anche quelli
      "spiccioli" esistono; ed e' un segno dei
      tempi.

      La mia azienda si occupa di elettrificazioni
      ferroviarie; in pratica mettiamo i pali e
      stendiamo il filo di contatto sotto cui
      passera' il treno, captando la corrente con
      il pantografo.

      Alla fine di ogni lavoro, il primo treno che
      passa e' un treno speciale delle ferrovie,
      con una attrezzatura che e' capace di fare
      delle misurazioni sulla efficenza
      dell'impianto. Questo treno per ovvi motivi
      di sicurezza viaggia decisamente piano (mi
      pare 40Km/h, o meno) perche' in pratica si
      sta "avventurando" su un percorso che
      potrebbe avere dei problemi.

      E' accaduto che *APPENA PASSATO IL TRENO*
      dei pazzi hanno tagliato il filo di contatto
      per rubarselo.

      Considerazioni tecniche:
      1. Su quel filo c'erano 25.000 volt
      2. Il filo e' teso a 1125Kg di tiro da due
      lati.

      Cosa e' successo: il filo aveva la sezione
      di un dito (rame pieno) ed era appena
      sbobinato. Cosa succede a voi se sbobinate
      un rocchetto di fil di ferro? che per un
      certo tempo il filo conserva la *memoria di
      forma* e funziona un po' come una molla.

      Moltiplicate l'effetto su un oggetto che
      pesa tonnellate, ed e' tirato "a
      tonnellate". Il filo e' partito come una
      molla, ha raggiunto e sorpassato il treno e
      ci si e' avvolto intorno, entrando in
      cabina, spaccando i finestrini.

      Per puro *miracolo* non si e' fatto male
      nessuno; e noi a distanza di anni ancora non
      possiamo credere che esista qualcuno di
      cosi' pazzo da arrampicarsi su un palo, e
      tagliare un filo sotto tensione appena
      passato un treno.


      Per noi il furto di rame nei cantieri e'
      cosa usuale.


      'Zalutconfermo. non c'è come lavorare nell' industria pesante per assistere a cose veramente pazzesche
    • Anonimo scrive:
      Re: Strano ma vero ...
      Anche dalle mie parti rubano il rame delle Ferrovie. Da noi è prassi consolidata. Se li acchiappano, però, li fanno neri.
    • Anonimo scrive:
      Re: Strano ma vero ...
      Pazzi pero' io sapevo che la linea di alimentazione dei treni e' da 3000 Volt e non 25.000 ... me lo ha detto un ferroviere e ho potuto constatare tutte le targhette sui pali che sostengono i fili nelle stazioni e anche sui locomotori che indicano 3000Volt ...Poi mi chiedo come sia possibile tagliare un filo sottoposto a tensioni cosi' alte senza morire all' istante anche con abbondanti isolamenti...non e' che quello che hai raccontato e' una bufala ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Strano ma vero ...
        - Scritto da: Anonimo
        Pazzi pero' io sapevo che la linea di
        alimentazione dei treni e' da 3000 Volt e
        non 25.000 ... me lo ha detto un ferroviere
        e ho potuto constatare tutte le targhette
        sui pali che sostengono i fili nelle
        stazioni e anche sui locomotori che indicano
        3000Volt ...
        Poi mi chiedo come sia possibile tagliare un
        filo sottoposto a tensioni cosi' alte senza
        morire all' istante anche con abbondanti
        isolamenti...
        non e' che quello che hai raccontato e' una
        bufala ?E' a 3000 quello delle linee a corrente continua tipicamente Italiane, le "nuove" linee transeuropee vanno ad alternata che appunto è alla tensione di 25000.Esistono in circolazione dei Pendolini e degli ETR500 che appunto sono policorrente, ossia funzionano a 3000 cc o a 25000 ca...Per non prendere la scossa basta non toccare l'altro capo o il neutro.....
        • Anonimo scrive:
          Re: Strano ma vero ...
          Ma hai un'idea di cosa vuol dire, tranciando un cavo, a riuscire a non toccare la fase?????? Questa è una bufala colossale. La realtà è che esiste una protezione ad "anello" ma i circuiti logici non erano stati progettati in questa modalità. E' anche una balla che entrambe le linee priamrie e secondarie passano nelo stesso punto, sarebbe un autogoal fantatstico.
  • Anonimo scrive:
    Facciamo un po' di chiarezza
    tanto per cominciare i ladri di rame esistono eccome. Il rame costa più di 2 euro al chilo e si fa presto a fare 1 chilo di rame.Detto questo si tratta di capire come cavolo si possa pensare di rubare il rame da cavi sotterranei.Prima di tutto il presunto furto sarebbe avvenuto a Milano in zona Porta Romana. Chi ci vive sa che non è propriamente una zona semidesertica, quindi mi chiedo come hanno fatto a non farsi notare da nessuno.Ma soprattutto nessun ladro penserà mai di poter rubare grosse quantità di rame sfilandolo da dei cavi. Basta provare a sfilare un normale cavo elettrico per rendersi conto che già per sfilare 1 solo metro di cavo si fa una fatica boia, figuriamoci un cavo di dimensioni industriali. Ma se anche fosse, quanto cavo puoi sfilare? Se non fai un altro scavo più in là, non sfili un bel niente.Il ladro di rame serio ruba le bobine di rame dai camion o dai depositi, non si mette certo a sfilare i cavi sotterranei.Quindi la storia del furto del rame è una palla colossale.Se anche l'internet di libero-wind-infostrada funziona alla ca**o come i cellulari wind, allora la cosa comincia a diventare più comprensibile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Facciamo un po' di chiarezza
      uhm...ieri mi hanno detto che anche alice adsl in certe zone non andava...oggi la rete garr dell'università ha subito rallentamente e blocchi...sarà il caldo?
      • Anonimo scrive:
        Re: Facciamo un po' di chiarezza
        - Scritto da: Anonimo
        uhm...

        ieri mi hanno detto che anche alice adsl
        in certe zone non andava...

        oggi la rete garr dell'università ha
        subito rallentamente e blocchi...

        sarà il caldo?Fosse il caldo allora l'anno scorso doveva saltare tutta la rete per 2/3 mesi.secondo me facendo dei lavori hanno tranciato i cavi. E' già successo però non capisco la necessità di inventarsi la storia dei ladri di rame. bah....
      • avvelenato scrive:
        Re: Facciamo un po' di chiarezza
        - Scritto da: Anonimo
        uhm...

        ieri mi hanno detto che anche alice adsl
        in certe zone non andava...

        oggi la rete garr dell'università ha
        subito rallentamente e blocchi...

        sarà il caldo?anche a me ieri l'adsl alice non andava.mi han detto che c'erano problemi al server di autentificazione (!)
    • Mohamed scrive:
      Re: Facciamo un po' di chiarezza
      Chi vuole del rame..???(troll)
      • Anonimo scrive:
        Re: Facciamo un po' di chiarezza
        Per esempio gli zingari. Li ho già beccati due tre volte rubarli da un sito per la telefonia mobile vicino a casa mia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Facciamo un po' di chiarezza
      - Scritto da: LordCasco.....
      di rame sfilandolo da dei cavi. Basta
      provare a sfilare un normale cavo elettrico
      per rendersi conto che già per
      sfilare 1 solo metro di cavo si fa una
      fatica boia, figuriamoci un cavo di
      dimensioni industriali. Ma se anche fosse,
      quanto cavo puoi sfilare? Se non fai un
      altro scavo più in là, non
      sfili un bel niente.E perchè lo devi sfilare ? Prendi il cavo inguainato, te lo porti a casa (o più facilmente in un bel campo zingari...) ne fai un bel mucchio, ci butti un po' di benzina, un cerino acceso, aspetti e hai il tuo bel rame....
  • Anonimo scrive:
    Ci crediamo :)
    E' naturale che al mondo quanti ladri di rame esistono?.Essu dai esser presi in giro non e' carino... -reload-
  • rbx scrive:
    Banda bassotti
    Non metto in dubbio l'esistenza dei "ladri di rame", ma mi sembra onestamente che possano operare senza problemi in una zona come quella di Porta Romana a Milano, senza che a nessuno venga in mente di chiedere cosa diavolo stanno facendo.Un cavo dell'alta tensione (credo sia un po' meno di alta, 240.000 Volt non sono bruscolini) non si trancia senza l'aiuto di una macchina scavatrice.Quindi questo simpatico gruppetto di persone mette su un piccolo cantiere, si mette con un escavatore a rompere un marciapiede di Milano (e magari un pezzo di strada), bloccando un po' di traffico (ma a Milano sono talmente poche le auto...), per poi scoprire, dopo aver ricevuto una bella scossa da 20.000 Volt dal cavo elettrico tranciato, che ha scavato nel posto sbagliato, e ha trovato "solamente" dei cavi in fibra ottica (materiale di scarto...).Per carità, tutto è possibile ....
    • cico scrive:
      Re: Banda bassotti
      Ma infatti...Tutta sta storia ha qualcosa di completamente surreale... ma quanto rame devono tirare su per guadagnarci?
    • Anonimo scrive:
      Re: Banda bassotti
      Porta Romana è piena di cantieri. La strada che va verso il centro è piena di scavi e i "contenitori" dei cavi in fibra sono li in bella vista...
  • Anonimo scrive:
    Incominciano le....
    minchiate estive
  • avvelenato scrive:
    c'è gente strana in giro
    a chi non crede sia possibile esistano dei ladri di rame...http://darwinawards.com/darwin/darwin1999-46.htmltroppo forte! avvelenato che sa dove trovare le notizie più assurde...
    • Anonimo scrive:
      Re: c'è gente strana in giro
      L'ho messo nei preferiti!!==================================Modificato dall'autore il 10/06/2004 14.22.23
    • Anonimo scrive:
      Re: c'è gente furba in giro
      - Scritto da: avvelenato
      a chi non crede sia possibile esistano dei
      ladri di rame...
      darwinawards.com/darwin/darwin1999-46.html

      troppo forte!

      avvelenato che sa dove trovare le notizie
      più assurde... mica poi così assurdo, il rame vale oggi 2274 euro a tonnellata. Non sarebbe la prima volta che lo rubano.
  • Anonimo scrive:
    Se penso che...
    ... internet e' nata perche' i militari USA volevano costruire un sistema di comunicazioni che potesse resistere ad una guerra atomica. E poi l'implementazione pratica permette ad un piccone di fare tali danni... O sbaglio?Cia'
    • Anonimo scrive:
      Re: Se penso che...
      - Scritto da: Anonimo
      ... internet e' nata perche' i militari USA
      volevano costruire un sistema di
      comunicazioni che potesse resistere ad una
      guerra atomica. E poi l'implementazione
      pratica permette ad un piccone di fare tali
      danni... O sbaglio?

      Cia'sbagli internet è progettata per resistere agli attacchi militari, infatti esiste un concetto che da noi fa paura alla sacca ($$$ costa ???) e alle ferrari, pellicce delle AFEFFEsi chiama RIDONDANZA
  • Anonimo scrive:
    UNA CA..ATA da manuale!
    Non sapevo che il portale di libero fosse raggiungibile SOLO attraverso il cavo che e' stato tranciato.....come dire che c'e' una linea dedicata per raggiungere il portale e basta!....bisogna rivedere il concetto di Internet fin dalle origini.....ahahhaha....basta minkiate vi prego!
    • Anonimo scrive:
      Re: UNA CA..ATA da manuale!
      Anche a te se ti tagliano il cavo del telefono te ne vai offline bello bello....
      • Anonimo scrive:
        Re: UNA CA..ATA da manuale!
        Vai a studiare la differenza tra architettura distribuita e ridondata e reti tradizionali (telefono, CDN,...)....secondo te internet l'hanno pensata per farti chattare la sera o per i siti porno...??? bello bello...
        • Anonimo scrive:
          Re: UNA CA..ATA da manuale!
          - Scritto da: Anonimo
          Vai a studiare la differenza tra
          architettura distribuita e ridondata e reti
          tradizionali (telefono, CDN,...)....secondo
          te internet l'hanno pensata per farti
          chattare la sera o per i siti porno...???
          bello bello...è arrivato il sapientone di turno che si riempie la bocca con parole intraducibile come telefono, CDN, ATM, Frame Relay, ISDN, VPN e robba varia :P
          • Anonimo scrive:
            Re: UNA CA..ATA da manuale!
            uh! devi aver fatto una bella ricerca per trovare tutti quei termini..vedi che internet serve anche ad altro? ciao bello bello...;)
          • Anonimo scrive:
            Re: UNA CA..ATA da manuale!
            - Scritto da: Anonimo
            uh! devi aver fatto una bella ricerca per
            trovare tutti quei termini..vedi che
            internet serve anche ad altro? ciao bello
            bello...;)ne so molti altri MAKE; CONFIGURE, CVS, GCC, LS, CAT, :P
  • Anonimo scrive:
    Ma davvero ce' gente...
    che per sbarcare il lunario e' costretta a scavare e rubare cavi di rame????A quanto puo' rivenderli ???Stiamo veramente arrivando a finire con le pezze al sedere :|
    • zaffo scrive:
      Re: Ma davvero ce' gente...
      - Scritto da: Anonimo
      che per sbarcare il lunario e' costretta a
      scavare e rubare cavi di rame????
      A quanto puo' rivenderli ???

      Stiamo veramente arrivando a finire con le
      pezze al sedere :|In Polonia e prassi comune rubare il rame per rivenderlo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma davvero ce' gente...
      - Scritto da: Anonimo
      che per sbarcare il lunario e' costretta a
      scavare e rubare cavi di rame????a me fa piu' impressione che esista gente che compra rame rubato :@
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma davvero ce' gente...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        che per sbarcare il lunario e'
        costretta a

        scavare e rubare cavi di rame????

        a me fa piu' impressione che esista gente
        che compra rame rubato :@ A volte mi chiedo in che mondo vivete. Tutto ciò che è rivendibile fa gola ai ladri. La mafia fa business e guerra pure sull'immondizia, sui rifiuti tossici e pensate che il rame mai come ora che ha un uso smepre maggiore sia immune?non dimenticare che una volta rubato e fuso il rame è tutto uguale e poi c'è chi non si pone il problema di dove arriva ma solo come guadagnare di +.
        • sigsegv scrive:
          Re: Ma davvero ce' gente...
          - Scritto da: Anonimo
          non dimenticare che una volta rubato e fuso
          il rame è tutto uguale e poi
          c'è chi non si pone il problema di
          dove arriva ma solo come guadagnare di +.Beh, le fonderie difficilmente chiedono lo scontrino dei rottami che comprano...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma davvero ce' gente...
      Qui a Torino , qualche tempo fa ho letto di una banda di rumeni che rubavano il rame qui per portarlo in Romania e rivenderlo. Evidentemente da quelle parti c'è carenza di materia prima...
    • sigsegv scrive:
      Re: Ma davvero ce' gente...
      - Scritto da: Anonimo
      A quanto puo' rivenderli ???Immagino 500-1000 euro la tonnellata... Non sono rari neppure i furti dei trucioli di ottone.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma davvero ce' gente...
        500 euro la... la TONNELLATAAAAAAAAAA????COMODO... adesso comincio a sfilare i cavi da casa mia... :)
  • Anonimo scrive:
    HHhahahahhahahahahahah !!!
    Ladri di rame???Non ci credo !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: HHhahahahhahahahahahah !!!
      - Scritto da: yogurt
      Ladri di rame???
      Non ci credo !!!beh, perchè no ? c'è chi ruba anche l'alluminio...
      • Anonimo scrive:
        Re: HHhahahahhahahahahahah !!!

        beh, perchè no ? c'è chi ruba anche l'alluminio...Pensa che c'è perfino gente che ruba oro...
        • Anonimo scrive:
          Re: HHhahahahhahahahahahah !!!
          o la marmellata....P.S.: passato oggi in Porta Romana.. effettivamente ci sono tutti i cavi all'aperto, se è una palla, almeno è pensata bene... :D
  • Akiro scrive:
    tutto il nord italia??? O_O
    io non mi sono accorto di nulla.. il mio pc, non s'è disconnesso un secondoboh
    • johndoe scrive:
      Re: tutto il nord italia??? O_O

      io non mi sono accorto di nulla.. il mio pc,
      non s'è disconnesso un secondoBeh, se è vero che era andato down il server di autenticazione, chi era già autenticato mica ne aveva bisogno, no?
    • Anonimo scrive:
      Re: tutto il nord italia??? O_O
      Per forza, tu eri già connesso perciò eri autenticato, io invece sono rimasto off line per tutta la mattina fino al primo pomeriggio
  • Anonimo scrive:
    Come la Ferrari e gli mp3
    Anche il cavo...Sempre gli stessi delinquenti;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Come la Ferrari e gli mp3
      Noooo! Non è possibile! Vorresti dirmi che c'è qualcuno che scarica copie illegali di rame coperto da copyright?! Maledetti! Spero che Urbani li trovi e li colpisca!- Scritto da: Anonimo
      Anche il cavo...

      Sempre gli stessi delinquenti;)
  • Anonimo scrive:
    Impossibile
    Se fosse vero, tutti gli utenti di Libero avrebbero visto il proprio computer muoversi (anche se di poco), quando i ladri tiravano il cavo per sfilarlo. Quindi, io non la bevo.
  • Anonimo scrive:
    ma la storia dei ladri
    è proprio assurda :D dai ma come si fa ma quanto rame avranno potuto rubare ? se le dorsali sono in fibra :|
    • avvelenato scrive:
      Re: ma la storia dei ladri
      - Scritto da: Anonimo
      è proprio assurda :D dai ma come si
      fa ma quanto rame avranno potuto rubare ? se
      le dorsali sono in fibra :|l'ho detto, c'è in giro gente molto stupida, leggi qua:http://darwinawards.com/darwin/darwin1999-46.htmlLOL :D
  • Anonimo scrive:
    che sia stata Al-Qaeda?
    Forse è stata la rete terroristica di Bin Laden a fare questo grave attentato alla rete Wind! Già mi immagino uomini con la barba incappucciati che vanno a tagliare i cavi a fibre ottiche di Wind per ricavare del rame... famosa arma di distruzione di massa! ahahah!
    • Anonimo scrive:
      Re: che sia stata Al-Qaeda?
      - Scritto da: Anonimo
      Forse è stata la rete terroristica di
      Bin Laden a fare questo grave attentato alla
      rete Wind! Già mi immagino uomini con
      la barba incappucciati che vanno a tagliare
      i cavi a fibre ottiche di Wind per ricavare
      del rame... famosa arma di distruzione di
      massa! ahahah!Non lo dire ad alta voce!! Altrimenti Berlusconi si mette a piangere e chiama zio Bush che viene in Italia e ci rade al suolo per combattere le cellule dei terroristi!
    • Anonimo scrive:
      Re: che sia stata Al-Qaeda?
      - Scritto da: Anonimo
      Forse è stata la rete terroristica di
      Bin Laden a fare questo grave attentato alla
      rete Wind! Già mi immagino uomini con
      la barba incappucciati che vanno a tagliare
      i cavi a fibre ottiche di Wind per ricavare
      del rame... famosa arma di distruzione di
      massa! ahahah!ma va.... sono stati sicurissimamente gli anarco-insurrezionalisti, ma non da soli. I veri mandanti sono certissimamente i satanisti.:D:D:D:D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Eppure netcraft..
    Nel 26 agosto del 2003 è stato down per 9 (9!!!!!) ore a causa di una interruzione di fibre orriche: http://news.netcraft.com/archives/2003/08/27/netcraft_outage_26th_august.htmlSe netcraft può stare down per 9 ore...
    • Anonimo scrive:
      Re: Eppure netcraft..
      ... non è la prima volta che per sbaglio durante dei lavori viene tranciato un cavo in fibra con tutte le conseguenze del caso, ma quella dei ladri di rame è assurda:-costo del rame-costo del recupero del rame dai cavi-quantità di rame nei cavi...
      • terepo scrive:
        Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A
        A prescindere se sia stata questa la causa o meno del black-out Wind...Il riciclo del rame è un attività piuttosto lucrosa, tant'è vero che nei pressi di casa mia c'è una piccola azienda che fonda il suo business sul riciclo del rame, dagli avvolgimenti dei motori elettrici a per l'appunto cavi in rame di disparata provenienza.(PS...) Scusate ho fatto pasticci con il titolo proveniente sa un altro thread del forum di PI :$Ciao!==================================Modificato dall'autore il 10/06/2004 16.38.58
  • Anonimo scrive:
    Il vero motivo
    Un utente non coperto da ADSL ormai esasperato ha tentato un allaccio abusivo!
  • Anonimo scrive:
    Tutto vero, c'erano anche...
    due marmotte, un opossum e vari castori che costruivano una diga.
  • Dark-Angel scrive:
    pure ora
    non sembra che se la passi bene... è mezz'ora che cerco di accedere al sito e non si apremi collego con alice adsl e dal sud.... mmmmm
    • Anonimo scrive:
      Re: pure ora
      a me funzia, stamattina non si connetteva invece
    • Anonimo scrive:
      Re: pure ora
      - Scritto da: Dark-Angel
      non sembra che se la passi bene... è
      mezz'ora che cerco di accedere al sito e non
      si apre

      mi collego con alice adsl e dal sud.... mmmmme allora e iportante cio che hai detto mi fai perdere tempo a leggere le tue banalita
  • Anonimo scrive:
    il server di autenticazione ???
    "Oltre al portale, infatti, era stato messo fuori linea anche il server di autenticazione che consente di accedere a quei servizi di rete."questa è la dimostrazione che è una presa per il c*lo.Non esiste 1 server di autenticazione per mezza italia, ce ne sono almeno un centinaio.
    • Anonimo scrive:
      Re: il server di autenticazione ???
      Se dicono cosi' ne avranno 1 solo....quindi una rete non ridondata fatta abbastanza da culo....
      • Anonimo scrive:
        Re: il server di autenticazione ???
        - Scritto da: Anonimo
        Se dicono cosi' ne avranno 1 solo....quindi
        una rete non ridondata fatta abbastanza da
        culo....Seee... capisco i costi per ridondare un percorso in fibra sotto Milano ma per ridondare un server proprio non esiste...non diciamo cazzate, figuriamoci se libero ha un solo server di autenticazione... se applicano una patch sbagliata e "lo mandano a massa" che fanno ? scrivono sul corriere della sera che si scusano del disagio causa reinstallazione del sistema operativo ? ma dai.....
    • Anonimo scrive:
      Re: il server di autenticazione ???
      hai detto una cazzata!1) perchè I server di auth saranno massimo una ventina2) perchè sono tutti a milano... qundi se cade la connettività di milano NON ti autentifichi in nessun modo
      • david74 scrive:
        Re: il server di autenticazione ???
        - Scritto da: Anonimo
        hai detto una cazzata!
        1) perchè I server di auth saranno
        massimo una ventinaPossono anche essere due soli server, se la rete è fatta a regola d'arte e sono ridondati per bene...
        2) perchè sono tutti a milano...
        qundi se cade la connettività di
        milano NON ti autentifichi in nessun modoBeh, mi rifiuto di pensare che i server di autenticazione siano serviti da UN SOLO CANALE IN FIBRA e non ne sia previsto uno di BACKUP!Scusa eh... ;)David
    • Anonimo scrive:
      Re: il server di autenticazione ???

      questa è la dimostrazione che
      è una presa per il c*lo.
      Non esiste 1 server di autenticazione per
      mezza italia, ce ne sono almeno un
      centinaio.Magari intendono semplicemente che è stato tagliato fuori il server Radius a cui vengono girate le richieste di autenticazione...Non conosco benissimo la tacnologia radius, ma se non sbaglio il database degli utenti alla fine è in un'unico punto.michele.
  • Anonimo scrive:
    la realtà
    la realtà è che nessuno e dico nessuno progetterebbe una rete di tale importanza senza almeno una linea di backup (anzi forse più di una con carico bilanciato)la realtà è altrove e non ce la racconteranno mai .... sigh
  • Anonimo scrive:
    sistemi di emergenza no?
    Chi è il genio che ha progettato la rete di Wind/Infostrada? Tagli un cavo e mandi a massa tutta la rete. Prevedere sistemi paralleli? Distribuire il traffico su più cavi?
    • Anonimo scrive:
      Re: sistemi di emergenza no?
      - Scritto da: Anonimo
      Chi è il genio che ha progettato la
      rete di Wind/Infostrada? Tagli un cavo e
      mandi a massa tutta la rete. Prevedere
      sistemi paralleli? Distribuire il traffico
      su più cavi? io, ho preso la CCNA e la MCSE :Dè c'ho pure la laurea al CEPU :D
      • Anonimo scrive:
        Re: sistemi di emergenza no?


        Chi è il genio che ha progettato la

        rete di Wind/Infostrada? Tagli un cavo e
        io, ho preso la CCNA e la MCSE :D
        è c'ho pure la laurea al CEPU :Deeeh, ma oggigiorno se non hai la ECDL non vai da nessuna parte ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: sistemi di emergenza no?
      1) Ma sai cosa vuol dire mettere a massa ???.2) Hai presente come è fatta una rete ???L'informatica differisce leggermente..dall'elettrotecnica !.OH.. mi mi...Signora Pautasso ... !.
    • Anonimo scrive:
      ma per favore
      La stessa cosa capitata per l'Enel quando abbiamo avuto il blackout. Siete tutti dei tecnici informatici super-specializzati eh? Del resto è giusto, in un paese in cui ci sentiamo tutti allenatori.
      • _akab_ scrive:
        Re: ma per favore
        - Scritto da: Anonimo
        La stessa cosa capitata per l'Enel quando
        abbiamo avuto il blackout. Siete tutti dei
        tecnici informatici super-specializzati eh?Mai sentito parlare di ridondanza, di linee di backup?
        • Anonimo scrive:
          Re: ma per favore
          - Scritto da: _akab_

          - Scritto da: Anonimo

          La stessa cosa capitata per l'Enel
          quando

          abbiamo avuto il blackout. Siete tutti
          dei

          tecnici informatici super-specializzati
          eh?

          Mai sentito parlare di ridondanza, di linee
          di backup?mai sentito parlare di costi benefici, quanto costa fare una cosa del genere se l'eventualità che capiti un disastro simile e pari a zero.sai cosa significa rendere ridondante ogni singolo cavo a fibra ottica credo proprio di no.ALMENO l'UMILTA DI TACERE IGNURANT
          • Anonimo scrive:
            Re: ma per favore


            Mai sentito parlare di ridondanza, di
            linee

            di backup?


            mai sentito parlare di costi benefici,
            quanto costa fare una cosa del genere se
            l'eventualità che capiti un disastro
            simile e pari a zero.Mai sentito parlare della matematica e delle probabilita'?Come puoi dire che "l'eventualità che capiti un disastro simile e pari a zero"? Ieri e' avvenuto!!!
            sai cosa significa rendere ridondante ogni
            singolo cavo a fibra ottica credo proprio di
            no.Ma chi ha detto che sia necessario rendere ridondante ogni singolo cavo? La cosa stupida e' far passare tutto il traffico attraverso un singolo punto!
            ALMENO l'UMILTA DI TACERE IGNURANTEh, in questo hai proprio ragione (senza offesa):-)
          • Anonimo scrive:
            Re: ma per favore

            Ma chi ha detto che sia necessario rendere
            ridondante ogni singolo cavo? La cosa
            stupida e' far passare tutto il traffico
            attraverso un singolo punto!Purtroppo è difficile eliminare tutti i "colli di bottiglia" presenti in una infrastruttura informatica.Magari non è vero che il traffico passa da un unico punto, e magari la linea di backup prevista era sufficientemente dimensionata per gestire solo il minimo indispensabile del traffico aziendale e non quello dei clienti...Si possono fare mille più uno ipotesi, ma la verità è che se non si conosce la rete di infostrada/libero ed il budget che hanno a disposizione è meglio non dare giudizi...michele.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma per favore
          Oltre a ridondanza & backup occorrerebbe che chi scrive si intenda anche di risk analysis, ossia della probabilità di un particolare evento e della conseguente valutazione economica del danno seguente...Ridondare (link, array di dischi, cluster di server...) costa _molto_. Il difficile sta nel scegliere cosa ridondare e cosa no (nessuno ha budget illimitati)michele.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma per favore
            - Scritto da: Anonimo
            Oltre a ridondanza & backup occorrerebbe che
            chi scrive si intenda anche di risk
            analysis, ossia della probabilità di
            un particolare evento e della conseguente
            valutazione economica del danno seguente...

            Ridondare (link, array di dischi, cluster di
            server...) costa _molto_. Il difficile sta
            nel scegliere cosa ridondare e cosa no
            (nessuno ha budget illimitati)

            michele.tutto quello che dite su ridondanza, risk analysis ecc... e' anche giusto. ma internet e' stata progettata per resistere ad una guerra nucleare. e va in palla per uno stronzo che taglia un cavo? scusate ma chi ha creato sta rete ha studiato alla scuola radio elettra?
          • Anonimo scrive:
            Re: ma per favore
            Tanto per dirla chiara: la rete è protetta in anello.Quindi abbiamo una seconda via di emergenza, il problema è se non crei i circuiti logici con la protezione ad anello...Ah nella fibra ottica non passano i segnali elettrici quindi è difficile mndarla a massa... Dipendente Infostrada
          • Anonimo scrive:
            Re: ma per favore
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo
            tutto quello che dite su ridondanza, risk
            analysis ecc... e' anche giusto. ma internet
            e' stata progettata per resistere ad una
            guerra nucleare. e va in palla per uno
            stronzo che taglia un cavo? scusate ma chi
            ha creato sta rete ha studiato alla scuola
            radio elettra?Io ero su Flat libero nel Nord italia e non ho avuto problemi, bastava non usare i DNS di libero; la rete e' in grado di reggere ad una guerra nucleare, ma chi l'ha progettata certo non pensava ad utonti che non fossero in grado di arrivare piu' in la' di cliccare su accesso remoto preconfigurato.Di solito internet si riesce ad usare senza prob se ne sai un minimo anche quando il 90 % dell'utonta utenza non riesca a collegarsi e sta a piagnucolare.
    • Anonimo scrive:
      Re: sistemi di emergenza no?
    • Anonimo scrive:
      Re: sistemi di emergenza no?
      - Scritto da: Anonimo
      Chi è il genio che ha progettato la
      rete di Wind/Infostrada? Tagli un cavo e
      mandi a massa tutta la rete. Prevedere
      sistemi paralleli? Distribuire il traffico
      su più cavi? Come si fa a mandare a massa una fibra ottica ?
      • johndoe scrive:
        Re: sistemi di emergenza no?

        Come si fa a mandare a massa una fibra
        ottica ?Da Milano? Le fai prendere l'A7per Genova, da lì la A12 per Livorno. Pochi chilometri dopo La Spezia è arrivata.
  • Anonimo scrive:
    mmmmm.................
    qui gatta ci cova.non ce la danno a bere!
    • avvelenato scrive:
      Re: mmmmm.................
      - Scritto da: Anonimo
      qui gatta ci cova.
      non ce la danno a bere!mah, io ci potrei credere, specie dopo aver letto di quello che per rubare del rame s'è guadagnato un bel premio darwin (ovviamente riscosso dagli ereditieri...) avvelenato che pensa ci sia gente idiota in giro.
      • Fred scrive:
        Re: mmmmm.................

        mah, io ci potrei credere, specie dopo aver
        letto di quello che per rubare del rame
        s'è guadagnato un bel premio darwin
        (ovviamente riscosso dagli ereditieri...)

        avvelenato che pensa ci sia gente idiota
        in giro. cmq c'e' da dire che se e' una scusa quelli di Libero di fantasia ne hanno da vendere
        • avvelenato scrive:
          Re: mmmmm.................
          - Scritto da: Fred


          mah, io ci potrei credere, specie dopo
          aver

          letto di quello che per rubare del rame

          s'è guadagnato un bel premio
          darwin

          (ovviamente riscosso dagli
          ereditieri...)



          avvelenato che pensa ci sia gente
          idiota

          in giro.

          cmq c'e' da dire che se e' una scusa quelli
          di Libero di fantasia ne hanno da vendereguarda poche settimane fa è stato arrestato uno che stava rubando dei binari del treno!
          • Anonimo scrive:
            Re: mmmmm.................
            Azz.. l'hanno detto in giro ... speravo proprio che nessuno lo venisse a sapere dopo l'arresto ... eppure mi sembrava proprio una buona idea ...8)
          • Anonimo scrive:
            Re: mmmmm.................
            non ci sarebbero stati problemi, loro hanno il backup
        • Anonimo scrive:
          Re: mmmmm.................

          cmq c'e' da dire che se e' una scusa quelli
          di Libero di fantasia ne hanno da vendereQusto te lo posso garantire ;) ti farei sentire quante me ne hanno raccontate per avere adsl con loro... 6 mesi di attese e prese in giro... :@ poi mi son stufato: bella raccomandata RR di diffida ad adempiere, trascorsi 15gg risolto il contratto e fatta Alice (in una decina di giorni :D ) a sentir loro ero un caso disperato... buffoni!!Cmq dei ladri con una bella ruspa in mezzo alla strada (la fibra passa sottoterra no?) imho non passano inosservati...
          • Anonimo scrive:
            Re: mmmmm.................
            La Telecom per attivare l'adsl per conto delle altre società ci mette una vita, intanto ti telefona per proporti Alice e se gli dici che ce l'hai già con altro operatore ti prende pure in giro dicendoti che paghi 2 operatori.A me chiamano continuamente, che stress.- Scritto da: Anonimo

            cmq c'e' da dire che se e' una scusa
            quelli

            di Libero di fantasia ne hanno da
            vendere

            Qusto te lo posso garantire ;) ti farei
            sentire quante me ne hanno raccontate per
            avere adsl con loro... 6 mesi di attese e
            prese in giro... :@ poi mi son stufato:
            bella raccomandata RR di diffida ad
            adempiere, trascorsi 15gg risolto il
            contratto e fatta Alice (in una decina di
            giorni :D ) a sentir loro ero un caso
            disperato... buffoni!!
            Cmq dei ladri con una bella ruspa in mezzo
            alla strada (la fibra passa sottoterra no?)
            imho non passano inosservati...
        • Anonimo scrive:
          Re: mmmmm.................
          - Scritto da: Fred


          mah, io ci potrei credere, specie dopo
          aver

          letto di quello che per rubare del rame

          s'è guadagnato un bel premio
          darwin

          (ovviamente riscosso dagli
          ereditieri...)



          avvelenato che pensa ci sia gente
          idiota

          in giro.

          cmq c'e' da dire che se e' una scusa quelli
          di Libero di fantasia ne hanno da vendere
      • Anonimo scrive:
        Re: mmmmm.................
    • Anonimo scrive:
      Re: mmmmm.................
      Ragazzi è tutto vero, io ci lavoro... All'inizio sembrava impossibile ma poi verificando in loco ci siamo accorti che il cavo era stato tranciato!!!Ce n'è di gente strana in giro... mah.
      • Anonimo scrive:
        Re: mmmmm.................
        - Scritto da: Anonimo
        Ragazzi è tutto vero, io ci lavoro...
        All'inizio sembrava impossibile ma poi
        verificando in loco ci siamo accorti che il
        cavo era stato tranciato!!!

        Ce n'è di gente strana in giro... mah.Certo, tutto vero, la rete in fibra ottica di Wind l'ha disegnata Paperino. Non esisteva un percorso alternativo?Ma smettila...
Chiudi i commenti