Imagine cup, edizione 2010

Dalla Federico II di Napoli il gruppo che parteciperà alla fase finale di Varsavia. Premiata la mobilità sostenibile, piazzati mercato del lavoro social e tavolini multitouch dietetici

Napoli – Si è chiusa ieri la finale italiana di Microsoft imagine Cup , la competizione sponsorizzata da Redmond e arrivata all’ottava edizione, che permette a programmatori di tutto il mondo di mettersi a confronto con le loro idee e le loro capacità al motto di “Immagina un mondo in cui la tecnologia permetta di risolvere i problemi più grandi”. Incoronato a rappresentare l’Italia nella finale mondiale che si svolgerà a Varsavia, dal 3 all’8 luglio 2010, il gruppo Error 404 dell’Università Federico II di Napoli .

Finisce con Napoli, e da Napoli era iniziata la finale per i partecipanti italiani: degli oltre 6mila universitari italiani che hanno partecipato al concorso, l’evento finale ospitato nelle sale dell’università campana ha visto scontrarsi 12 team provenienti da otto diverse università italiane.

“Il numero degli studenti che partecipa all’iniziativa cresce anno dopo anno” ha detto Mauro Minella, Academic Relations Lead di Microsoft Italia. E proprio per questo accanto alla categoria tradizionale “Software Design” quest’anno ne sono state aggiunte due nuove: “Game Design” e “Surface Interaction Design”, dedicata al dispositivo multitouch di Microsoft. Solo dalla prima, in ogni caso, è uscito il vincitore dell’edizione italiana che avrà l’onere di confrontarsi con gli altri partecipanti in Polonia.

L’argomento di quest’anno della competizione era l’attuazione degli otto Millennium Development Goal delle Nazioni Unite: macrotemi che intendono comprendere tutte le maggiori problematiche a livello globale e per le quali l’ONU si è ripromessa di individuare qualche forma di sollievo entro il 2015 (dalla povertà estrema e la fame, all’educazione primaria universale, passando per la lotta all’HIV, la malaria e altre malattie, e infine la sostenibilità ambientale).

Gli studenti Raffaele Galiero, Clemente Giorio, Giulio D’Angelo e Ivana Cipolletta della Facoltà di Informatica dell’Università Federico II di Napoli si sono quindi aggiudicati la possibilità di partecipare all’ambita finale grazie al progetto Lift4U , una piattaforma di mobility management che punta a ottimizzare gli spostamenti, diminuendo il consumo di energia e promuovendo la mobilità sostenibile.

Riprendendo le fila di un precedente progetto della stessa Università, presentato a un edizione passata di Imagine Cup, Lift4U vuole costruire un punto di riferimento gestionale per organizzare il car pooling e car sharing , nonché (offrendosi in questo modo come strumento per l’amministrazione comunale) per i mezzi pubblici: un servizio, in pratica, che integri tutte le possibilità di spostamento metropolitano. Tecnicamente il core del progetto è costituito da una serie di API integrabili su qualsiasi piattaforma e dispositivo mobile, e si sviluppa in un portale accessibile via Web e un client mobile per smartphone.

La piattaforma integra al suo interno elementi da social network (come schede degli utenti con dati relativi all’affidabilità alla guida, e alla “riduzione delle emissioni” finora registrate e percorsi effettuati nel caso del car pooling, nonché chat e forme di condivisione di foto e altri tipi di file) col lo scopo di allargare il bacino di utenza e infrangere la tradizione diffidenza nei confronti di guidatori estranei, coinvolgendo inoltre in maniera trasversale i partecipanti per sensibilizzarli sul problema ambientale.

Soddisfatti, i vincitori pensano ora a come prepararsi al meglio per Varsavia. “Ora inizia la parte più difficile – ha spiegato a Punto Informatico Giulio D’angelo – nelle prossime settimane dobbiamo lavorare per migliorare e completare il nostro software”. Sulla stessa linea Raffaele Galiero, che ha sottolineato lo sforzo fatto finora: la “fatica” delle ultime due settimana che ha permesso di sviluppare l’idea iniziale e come beneficio collaterale è stato partorito un video che ha garantito particolare visibilità al progetto. Ora, tuttavia, inizia l’ultima parte della scalata: “Non voglio pensare alla traduzione in inglese della presentazione, mi sa che dobbiamo chiedere un mano per questo” ci ha confessato tra il divertito e il preoccupato Galiero.

Gli elementi del social networking hanno un ruolo importante anche nel progetto arrivato secondo nella categoria “software design”, e lo stesso vale per il vincitore della selezione “Surface Interaction Design”. A fermarsi ad un passo dalla trasferta polacca è stato infatti “Flexy”, progetto di Davide Luzzu e Roberto Manca dell’Università degli Studi di Cagliari che, pur non affrontando direttamente il tema dei Millenium Goal , ha proposto una piattaforma che vuole servire ad ottimizzare il mercato del lavoro abbattendo il sommerso, snellendo la burocrazia, migliorando l’allocazione delle risorse e permettendo di reindirizzarle ad obiettivi altrimenti impossibili da perseguire: ad una prima occhiata sembra il prodotto più pronto, quasi direttamente trasferibile sul portale di un ipotetico Ufficio di collocamento.

Obiettivo è quello di far incontrare domanda e offerta di lavoro: permette al lavoratore di inserire le proprie abilità (con tag e valutazione su una scala numerica) e le proprie disponibilità, e al datore di lavoro di fare una semplice ricerca per skill e assumere il dipendente semplicemente con un click: avendo l’aspirazione di collegarsi con le istituzioni pubbliche, l’ufficializzazione del rapporto di lavoro, nonché il salario minimo da attribuire al lavoratore, saranno gestiti direttamente e istantaneamente da Flexy prendendo e inviando dati ai portali istituzionali. Ulteriori sue peculiarità sono il fatto di esser già pensato per un utilizzo touch, la compatibilità con Microsoft Outlook, XPS e anche gli altri principali formati, nonché l’integrazione con Facebook e Skype . Molto interessante la funzionalità di traduzione istantanea in 80 lingue nel caso di contatti tra persone di diversi paesi tramite i servizi VoIP (riconoscimento vocale e digitalizzazione automatica della traduzione in pochi secondi sullo schermo).

Il vincitore della Categoria “Surface Interaction Design”, il progetto “Fooding” degli studenti Laura Stefani, Gianvito Toscano, Luca Trinchero e Roberto Turla del Politecnico di Milano, ha sfruttato il tavolo touch di Microsoft e ha preso ispirazione dalle principali funzionalità del social network, per sviluppare un applicativo destinato a ristoranti e locali che devono gestire file e attese con l’obiettivo di sensibilizzare sul tema dell’alimentazione: ogni utente può personalizzare il proprio profilo con gusti e abitudini alimentari per farsi consigliare dal dispositivo, che provvederà anche a fornire intrattenimenti (giochi e informazioni per un’alimentazione sana) per colmare l’eventuale attesa di un tavolo.

Due dei vincitori, Galiero e Giorio, hanno tra l’altro presentato anche un altro progetto per la categoria “Game Design”, che è arrivato secondo: Somigox, un gioco strategico a turni pensato per Xbox, in cui ogni giocatore controlla un continente e utilizzando risorse, carte a sorpresa e varie strategie deve tentare di risolvere i Millenium Goal prima degli altri. A vincere per la categoria giochi è stato però il progetto “Bacteriovirus” del team NextSoft, formato da Claudio Musumeci, Stefano Musumeci, Dario Paraspola e Federico Fausto Santoro della Facoltà di Informatica dell’Università di Catania: progetto nato con l’obiettivo di sensibilizzare sul tema delle malattie con un gioco che vede protagonisti virus e anticorpi. Nel gruppo anche il più giovane partecipante all’edizione di quest’anno, uno studente che frequenta ancora il liceo .

Da ricordare anche il progetto ByBNet , realizzato dagli studenti della Facoltà di ingegneria Elettronica dell’Università di Genova, che fonde elementi di social network e un particolare sistema di pagamento per sviluppare un servizio Web destinato alle donazioni per le onlus (con un articolato algoritmo di intelligenza artificiale per tracciare l’efficacia delle loro attività), e il progetto Smart Sensor dei ragazzi dell’Università Bicocca di Milano, che applica sensori di movimento alla riabilitazione e al pronto intervento in caso di incidenti e disastri.

Idee, quelle giunte alla finale, tutte piuttosto concrete e appetibili: non è quindi un caso l’abbinamento avviato quest’anno tra questa iniziativa e un’altra, quella destinata alla selezione della “Startup dell’anno” secondo il giudizio di Microsoft Italia. Ha vinto in questo caso Genefinity, azienda che lavora ai film sottili per la diagnostica medica.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • huarts scrive:
    "il mangiare???"
    si dice "CIBO, ALIMENTI" non "il mangiare!!" SGABBIO!!!!! parli come mangi??
    • panda rossa scrive:
      Re: "il mangiare???"
      - Scritto da: huarts
      si dice "CIBO, ALIMENTI" non "il mangiare!!"
      SGABBIO!!!!! parli come
      mangi??mangia meglio di come quoti tu.
  • Eretico scrive:
    Re: aprire gli occhi
    Eh, ma alla Apple combattono il XXXXX... :D
  • Le illusioni scrive:
    L'immondizia si paga cara
    E' vero che pagando meglio la manodopera i costi aumentano. Ma forse non i nostri. Esempio: mi compero un cellulare, fatto in Europa costerebbe 500 euro e invece lo compero a 120. Dopo 6 mesi esce un prodotto piu' fico e lo cambio e dopo 6 mesi un'altro ...Alla fine spendo uguale o forse di piu' e in fondo ci ho aggiunto, al cellulare, solo qualche funzione bimbominkiata.Se avessi pagato di piu' me lo sarei fatto durare di piu'.La soluzione e' non pagare poco per l'immondizia ma comperare roba di qualita' dove chi la fa guadagna il giusto. Ma purtroppo a noi l'immondizia piace cosi' tanto da sguazzarci, votiamo pure per l'immondizia se ci lasciano "scegliere".
  • Mert scrive:
    NON COMPRARE MADE IN CINA
    punto
    • angros scrive:
      Re: NON COMPRARE MADE IN CINA
      E cosa compri, invece?
    • Ubunto scrive:
      Re: NON COMPRARE MADE IN CINA
      - Scritto da: Mert
      puntoI boicottaggi, quando è l'intero sistema ad essere marcio - non servono a niente.Anche prendendo per buono che tutti boicottino (cosa che comunque non avverrà), prima o poi dovrai cedere.Ad esempio: la benzina ed il petrolio.Se cerchi un po' in rete troverai che ogni compagnia petrolifera ha i suoi "casi" di omicidi, sfruttamento, squadrismo.Puoi anche decidere di non comprare la benzina, ma prima o poi dovrai farlo se ti vuoi spostare.Nel caso dell'informatica TUTTO viene prodotto in cina e anche ammesso che ci siano produzioni dislocate in altri luoghi: non vorrai mica credere che i pezzi prodotti che so... in india(?) abbiano un background diverso?La soluzione non può arrivare dall'economia, perché sarebbe una soluzione anti-economica. L'unica pezza la può mettere la politica, il problema però sta nel fatto che la politica è corrotta dall'economia stessa.
      • lellykelly scrive:
        Re: NON COMPRARE MADE IN CINA
        è sempre la stessa storia: il padrone cattivo e lo schiavo.però se si smettesse di stare al gioco e quindi non lavorare a paghe basse, non lavorare in nero, non lavorare senza adeguate precauzioni, si morirebbe di fame, ma almeno diminuirebbero gli episodi di sfruttamento.il mercaro richiede il sangue dall'operaio, ma sta all'operaio accettare o no. attualmente per molti lavori è così.
        • guast scrive:
          Re: NON COMPRARE MADE IN CINA
          Bello scaricare tutta la colpa sugli operai. Ma la tua logica non torna. Perchè il lavoro nero è diffuso soprattutto in quei paesi che non sono capaci di far rispettare le leggi ?
        • il solito bene informato scrive:
          Re: NON COMPRARE MADE IN CINA
          - Scritto da: lellykelly
          è sempre la stessa storia: il padrone cattivo e
          lo
          schiavo.
          però se si smettesse di stare al gioco e quindi
          non lavorare a paghe basse, non lavorare in nero,
          non lavorare senza adeguate precauzioni, si
          morirebbe di fame, ma almeno diminuirebbero gli
          episodi di
          sfruttamento.

          il mercaro richiede il sangue dall'operaio, ma
          sta all'operaio accettare o no. attualmente per
          molti lavori è
          così.secondo te un operaio che ha necessità di provvedere alla sua famiglia ha modo di pensare a certe questioni etiche? lo faranno i suoi figli, com'é sucXXXXX per gli afroamericani negli anni 50. Le grandi rivoluzioni si fanno con la pancia piena.
          • ciuffo scrive:
            Re: NON COMPRARE MADE IN CINA
            - Scritto da: il solito bene informato
            - Scritto da: lellykelly

            è sempre la stessa storia: il padrone cattivo e

            lo

            schiavo.

            però se si smettesse di stare al gioco e quindi

            non lavorare a paghe basse, non lavorare in
            nero,

            non lavorare senza adeguate precauzioni, si

            morirebbe di fame, ma almeno diminuirebbero gli

            episodi di

            sfruttamento.



            il mercaro richiede il sangue dall'operaio, ma

            sta all'operaio accettare o no. attualmente per

            molti lavori è

            così.

            secondo te un operaio che ha necessità di
            provvedere alla sua famiglia ha modo di pensare a
            certe questioni etiche? lo faranno i suoi figli,
            com'é sucXXXXX per gli afroamericani negli anni
            50. Le grandi rivoluzioni si fanno con la pancia
            piena.mmmmh...però anche i figli dovranno pensare alla loro famiglia quindi non è cosi' che si fanno le rivoluzioni :)
          • il solito bene informato scrive:
            Re: NON COMPRARE MADE IN CINA
            - Scritto da: ciuffo
            mmmmh...però anche i figli dovranno pensare alla
            loro famiglia quindi non è cosi' che si fanno le
            rivoluzioni
            :)I ragazzi afroamericani che rivoltarono come un calzino gli Stati Uniti negli anni 60 erano figli di onesti lavoratori che facevano di tutto perché i loro ragazzi non dovessero soffrire economicamente com'era sucXXXXX a loro e "di tutto" includeva accettare di non poter entrare nei locali dei bianchi, stare seduto in autobus solo nel retro e non poter neanche guardare una ragazza bianca. Quei ragazzi sono cresciuti senza i "paraocchi" del bisogno, vedendo così con altri occhi il modo in cui i genitori e i propri fratelli venivano trattati dai bianchi, e hanno deciso di rivoltarsi, creando la rivoluzione che tutti conosciamo.Ogni generazione avverte il proprio bisogno e si muove di conseguenza.
          • lellykelly scrive:
            Re: NON COMPRARE MADE IN CINA
            poi casualmente quei ragazzi li ritrovi dove? in prigione.si sono accorti che è troppo difficile lavorare (che nel loro caso vuol dire prenderlo nel didietro a vita, perchè trovandosi in uno stato dove c'è abbastanza meritocrazia e ancora molto razzismo, o si impegnano molto o trovano lavoro nei fastfood) e hanno trovato nello spaccio un reddito conforme alle loro aspettative.
          • il solito bene informato scrive:
            Re: NON COMPRARE MADE IN CINA
            - Scritto da: lellykelly
            poi casualmente quei ragazzi li ritrovi dove? in
            prigione.
            si sono accorti che è troppo difficile lavorare
            (che nel loro caso vuol dire prenderlo nel
            didietro a vita, perchè trovandosi in uno stato
            dove c'è abbastanza meritocrazia e ancora molto
            razzismo, o si impegnano molto o trovano lavoro
            nei fastfood) e hanno trovato nello spaccio un
            reddito conforme alle loro
            aspettative.io parlavo dei ragazzi degli anni '60, tu forse di quella generazione che ha subito la decentralizzazione della manodopera verso i paesi del terzo mondo, tanto per tornare IT.
    • il solito bene informato scrive:
      Re: NON COMPRARE MADE IN CINA
      - Scritto da: Mert
      puntoma perché deve sempre pensarci il comune cittadino? perchè le multinazionali fanno i loro porci comodi e io, che prendo mille euro al mese, devo farmi prendere dal rimorso? dovrebbero essere i governi a regolamentare certe situazioni per pensare al benessere dei loro concittadini. la beneficienza ed il boicottaggio non sono la soluzione ma solo un rattoppo... e molto spesso solo per la nostra commiserazione.
    • Redpill scrive:
      Re: NON COMPRARE MADE IN CINA
      - Scritto da: Mert
      puntoOrmai è impossibile fare concorrenza a chi produce in Cina. Anche i grandi marchi italiani fiutando il ricarico sul prezzo di produzione mandano i loro bei barconi a caricare in Asia.Nel mio settore sono ancora abbastanza salvo, vendo articoli tedeschi, italiani, spagnoli, giapponesi. Tutti di ottima qualità (ma prezzo più alto) però l'incombenza dell'utensile "usa e getta" è sempre più forte.
    • MeX scrive:
      Re: NON COMPRARE MADE IN CINA
      NON COMPRARE MADE IN CHINA FIXED!
  • Magnete scrive:
    Re: Il saggio indica la Luna ...
    L'hai detto, amico. Puoi dirlo forte ! Quoto al 100%
    Lì vedremo veramente fulmini e saette e solo
    allora ci renderemo conto chi è il vero padrone
    delle banche e delle aziende
    occidentali.
    • Giorgio scrive:
      Re: Il saggio indica la Luna ...
      Leggendo l'articolo citato alla fine e intitotato "Il piano di guerra cinese" ci sono rimasto male. Può essere anche esagerato, ma aiuta a capire come mai i cinesi sono così stupidi da incamerare un credito in dollari tanto grande quanto inesigibile. Praticamente a loro interessa la tecnologia, poi raggiunta la parità con l'Occidente e superatolo ci penseranno da sé ad affermarsi in un mondo in cui non ci può essere posto per tutti.http://www.salpan.org/ARTICOLI/Guerra%20cinese.htm
      • iRoby scrive:
        Re: Il saggio indica la Luna ...
        Un altro pazzo razzista, nazista...Anche l'USA ha i suoi, gente che a porte chiuse professa razzismo celtico, e necessità di ridurre la popolazione mondiale coi virus e i gas nervini...E noi abbiamo Borghezio (rotfl)[yt]aBYk5oqCNMo[/yt]
      • Tze Tze scrive:
        Re: Il saggio indica la Luna ...
        Qui per esempio scala cose assurde
        Può essere anche esagerato, ma aiuta a capire
        come mai i cinesi sono così stupidi da incamerare
        un credito in dollari tanto grande quanto
        inesigibile. Praticamente a loro interessa laIn realtà c'è una bella differenza tra qualcosa che è esagerato e qualcosa che è completamente inventato.Visto l'autore dell'articolo che conosco molto bene e verso il quale nutro particolare disapprezzamento, anche per i toni usati, penso che sia inutile e fuorviante leggerlo.Il signore in questione è un tizio che sguazza nell'informazione falsata e incompleta che ci viene propinata, prende una verità in linea col suo pensiero e la discute come la scoperta del secolo, vendendo tanti libri, prendendo ciò che c'è di buono nella controinformazione distorcendolo e rendendolo ridicolo ad uso e consumo dei poveri diavoli che cercano di informarsi in rete.Quindi onde evitare di confondere la m**da con la cioccolata, vediamo di capirci.La Cina non è un pericolo in quanto potenza militare ma è innanzitutto una potenza capitalisa alimentata dall'occidente che ha trasferito l'industria manifatturiera in massa in Asia e nei paesi dell'Europa orientale.Il risultato è che mentre il resto del mondo è in crisi perché stava in piedi sulla speculazione di un mercato inconsistente, la Cina si trova in crisi perché il resto del mondo non compra e sta paradossalmente acquistando titoli a manetta per tenere in piedi l'economia mondiale, visto che le sue casse sono piene di soldi. Occhio che tra l'altro, quei titoli però NON SONO TOSSICI, sono obbligazioni e azioni solidissime delle stesse aziende che vanno a produrre da quelle parti, quindi comunque la vogliamo vedere, stanno mettendo le loro mani sull'economia occidentale in modo molto ragionevole e coerente.I nostri imprenditori che per far fronte alla concorrenza asiatica, hanno decentrato la produzione, forti di un marchio e di avere sparso un po` di FUD , hanno fornito le tecnologie per lo sviluppo e ora che non è rimasto niente gli stanno pure dando il capitale. Questo era esattamente previsto nelle critiche al capitalismo di Carl Marx (inteso come economista), che asseriva che il sistema non poteva stare in piedi se le frontiere fossero state abolite e il mercato unificato e non va confuso coi regimi comunisti o con valutazioni di carattere politico nè come vorrebbe farci credere certa gente, con la cospirazione ebraica mondiale, le scie chimiche e il controllo della mente.
  • Magnete scrive:
    Re: aprire gli occhi
    Cos'e', vi ho toccato il mostro sacro, il nervo scoperto?Ogni critica a Apple è trolling? Le chiacchiere le stai facendo tu, con i tuoi concetti di macroeconomia da scritta sui cessi della stazione...Giusto per riportarti sui binari... ti riassumo il mio post: Non fa bene all'immagine di Apple il delegare la produzione a un'azienda che "frusta", gli impiegati fino a spingerli al suicidio. Adesso che la cosa è saltata fuori dovra' prendere dei provvedimenti, pena pesanti ricadute di immagine.
    • PAGHE CINESI PER TUTTI scrive:
      Re: aprire gli occhi
      Inoltre si va solo a vedere il PIL che è l'indice più sbagliato che esista, se un asteroide colpisse la terra saremo più felici, tutti i PIL aumenterebbero di Botto.(L'esempio è drastico, ma così funziona il PIL)
    • ullala scrive:
      Re: aprire gli occhi
      - Scritto da: Magnete
      Cos'e', vi ho toccato il mostro sacro, il nervo
      scoperto?a chi troll?Io non ho alcuna simpatia per apple!

      Ogni critica a Apple è trolling?

      Le chiacchiere le stai facendo tu, con i tuoi
      concetti di macroeconomia da scritta sui cessi
      della
      stazione...Guarda che l'articolo è di macroeconomia si parla di produzione globale.

      Giusto per riportarti sui binari... ti riassumo
      il mio post: Non fa bene all'immagine di Apple il
      delegare la produzione a un'azienda che "frusta",
      gli impiegati fino a spingerli al suicidio.In tutte quelle fabbriche è così apple o non apple
      Adesso che la cosa è saltata fuori dovra'
      prendere dei provvedimenti, pena pesanti ricadute
      di
      immagine.Come tutti gli altri....
  • Lord Kap scrive:
    Per la redazione
    'un'altrettanto veloce sonnellino.' non si può leggere, eh! ;) -- Saluti, Kap
  • MeX scrive:
    ipocrisia
    vi invito a leggere questo interessante articolo su cosa è la Cina, e perchè lavorare in fabbrica è il "sogno cinese"Ma voi non ve li ricordate i vostri nonni smaniosi di entrare in FIAT?http://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:6xWNaXS0NfQJ:www.scragged.com/articles/the-world-needs-more-sweatshops-not-fewer.aspx+What+the+worlds+most+impoverished+people+need+isnt+fewer+sweatshops&cd=1&hl=en&ct=clnk&gl=ie(ho messo il link a google cache perchè adesso l'articolo è accessibile solo con registrazione gratuita)
    • ullala scrive:
      Re: ipocrisia
      - Scritto da: MeX
      vi invito a leggere questo interessante articolo
      su cosa è la Cina, e perchè lavorare in fabbrica
      è il "sogno
      cinese"
      Ma voi non ve li ricordate i vostri nonni
      smaniosi di entrare in
      FIAT?

      http://webcache.googleusercontent.com/search?q=cac

      (ho messo il link a google cache perchè adesso
      l'articolo è accessibile solo con registrazione
      gratuita)È fondamentalmente vero.Ma nessuno al momento se lo vuole ricordare (non è di moda) vedremo quando passata la sbronza da consumo forzato (già è cominciata) ci si sveglierà col mal di testa e i postumi da sbronza!
    • Urukay scrive:
      Re: ipocrisia
      Allego questi link: osservateli tanto per avere un idea del sistema... e fatelo pure vedere ai vostri figli... chissà che loro riescano a cambiare quel che noi non riusciamo...http://www.youtube.com/watch?v=18a1GQUZ1eUhttp://www.youtube.com/watch?v=fRrpNgIG0jAhttp://www.youtube.com/watch?v=WwAgiNbcsIg
      • MeX scrive:
        Re: ipocrisia
        cerco la versione in inglese il doppiaggio mi manda fuori di testa "troppe couse" :D
      • MeX scrive:
        Re: ipocrisia
        carino però sinceramente è un po' mera propaganda.Tutto vero quello che dice, ma tutto scontato, molti sanno che il sistema non funziona, il problema è trovare l'alternativa, negli ultimi secondi fa un elenco di cose scritte in verde e finisce li proprio sul più bello :)
      • Excelsior scrive:
        Re: ipocrisia
        Parte bene, ma poi diventa fazioso. Ad esempio, la radiolina perché costa $ 4.99? La signora ignora totalmente il concetto di economia di scala e passa invece a conclusioni fallaci. Peccato. La cosa più triste sono i commenti su YT di quanti lo prendono come oro colato. Il male peggiore di questo mondo, insieme alla passività mentale, è l'incapacità di informarsi almeno sulle basi di qualcosa che ci interessa, perché chi non sa è manipolabile.
    • guast scrive:
      Re: ipocrisia
      Sarà anche vero. Ma mettere pressione sulle multinazionali a volte serve.Vedi cosa è sucXXXXX con la Nike e il lavoro minorile.Partire difendendo a priori la multinazionale americana solo per la fedeltà al marchio e l'adorazione del suo fondatore è molto peggio dell'ipocrisia
      • MeX scrive:
        Re: ipocrisia
        non sto difendendo la multinazionale, ti sto spiegando che in cina o lavori nelle risaie o tra l'immondizia sono loro i primi a voler lavorare più ore possibili in città e mettere da parte i soldi, dopo 5 anni che lavori in una fabbrica nelle campagne cinesi ti compri una casa secondo te quanti italiani lavorerebbero 5 anni come muli se alla fine si potrebbero comprare una casa?
        • ullala scrive:
          Re: ipocrisia
          - Scritto da: MeX
          non sto difendendo la multinazionale, ti sto
          spiegando che in cina o lavori nelle risaie o tra
          l'immondizia sono loro i primi a voler lavorare
          più ore possibili in città e mettere da parte i
          soldi, dopo 5 anni che lavori in una fabbrica
          nelle campagne cinesi ti compri una casa secondo
          te quanti italiani lavorerebbero 5 anni come muli
          se alla fine si potrebbero comprare una
          casa?Si potrebbero comprare una casa?Non è che volevi dire si potessero comprare una casa?Azzz!è l'aria di dublino? ;)
        • Redpill scrive:
          Re: ipocrisia
          - Scritto da: MeX
          non sto difendendo la multinazionale, ti sto
          spiegando che in cina o lavori nelle risaie o tra
          l'immondizia sono loro i primi a voler lavorare
          più ore possibili in città e mettere da parte i
          soldi, dopo 5 anni che lavori in una fabbrica
          nelle campagne cinesi ti compri una casa secondo
          te quanti italiani lavorerebbero 5 anni come muli
          se alla fine si potrebbero comprare una
          casa?Infatti. Io già lavoro come un mulo (ma nel rispetto dei contratti nazionali) e in 5 anni non riuscirei neanche a finanziarmi un'auto nuova. Al momento sto pagando in 4 anni un'auto di seconda mano.Effettivamente non ci ricordiamo dei nostri nonni, dovrebbero farlo i nostri genitori, ma temo che loro abbiano vissuto di rendita e ci abbiano lasciato solo il precariato come scelta.
  • Francesco_Holy87 scrive:
    Re: aprire gli occhi
    Non sfociamo nel ridicolo. Inutile nominare la Apple quando tutto è fatto in Cina compresa la tastiera da cui scrivi.
  • ruppolo scrive:
    Re: aprire gli occhi
    E allora ogni volta che qualcuno dice "ma quell'altro prodotto costa meno e fa le stesse cose" gli si risponde che è un XXXXXXXXXX.
    • ullala scrive:
      Re: aprire gli occhi
      - Scritto da: ruppolo
      E allora ogni volta che qualcuno dice "ma
      quell'altro prodotto costa meno e fa le stesse
      cose" gli si risponde che è un
      XXXXXXXXXX.E ancora di più se paga 2 volte tanto un prodotto che costa comunque poco!La differenza la intasca Apple non tu e non i cinesi!
  • malvyn scrive:
    Re: aprire gli occhi
    Ma perchè vi scagliate tutti contro Apple?In quella fabbrica producono TUTTI i big dell'informatica, Hp, Dell e compagnia bella.Nulla toglie alle critiche mosse nei confronti della fabbrica, ma nonnvedo perchè scaricare le colpe solo verso Apple, quando è tutto il sistema a essere malato.O pensate che i netbook da 199 euro vengano assemblati in uffici luminosi, con l'open bar e la radio che canta gli ultimi successi?
    • PAGHE CINESI PER TUTTI scrive:
      Re: aprire gli occhi
      Allora che cavolo vi lamentate quando chiuderete bottega, perchè marche top della moda come D&G, FENDI, ..ecc che vendono i loro prodotti a 2000% di guadagno danno lavoro a cinesi chiusi in scatoloni.Se Samsung, LG, vendono a prezzi ridicoli, so che fanno i loro prodotti in fabbriche XXXXX, ma un APPLE che fa lo stesso si può solo vergognare.La marca ha delle responsabilità si paga di più perchè anche ci dovrebbe essere un etica su chi vi dipende, ma se questa etica va a Puttane non è più accettabile, o Apple vende il suo ultimo ritrovato a prezzi uguali agli altri o porti le sue fabbriche sulproprio territorio e a condizioni umane.Se pago ALTO pretendo che anche la Paga di chi ci lavora sia alta.
  • Loris Batacchi scrive:
    ci sono anche in italia..
    ... i cinesi che lavorano cosi per fare borse e divani "made in italy".Volendo oltre alle parole qualche fatto si potrebbe anche fare
    • Redpill scrive:
      Re: ci sono anche in italia..
      - Scritto da: Loris Batacchi
      ... i cinesi che lavorano cosi per fare borse e
      divani "made in
      italy".
      Volendo oltre alle parole qualche fatto si
      potrebbe anche
      fareGiusto e in quel caso il "salario" rimane quello cinese, ma rapportato al costo della vita nostrano. E' brutto vedere l'esistenza dello schiavismo in Cina, dove essendo superpotenza economica poco possiamo fare, ma è veramente osceno vedere le stesse situazioni in Italia, dove possiamo far finire tutto e subito.
  • Simone Z. scrive:
    orrendo, ma...
    Non posso che condannare un sistema di sfruttamento del lavoro come questo, peró vorrei fare un appunto.Riportare che il salario sia 900 yuan, cioé circa 100 euro é del tutto fuorviante.É vero che questo é il cambio attuale, ma é anche vero che il costo della vita non é certo lo stesso qui in Europa e in Cina.Sicuramente quei lavoratori oltre che sfruttati sono anche sottopagati, peró dare il salario in Euro é un po' paragonarlo ai salari europei.
    • ruppolo scrive:
      Re: orrendo, ma...
      - Scritto da: Simone Z.
      Non posso che condannare un sistema di
      sfruttamento del lavoro come questo, peró vorrei
      fare un
      appunto.
      Riportare che il salario sia 900 yuan, cioé circa
      100 euro é del tutto
      fuorviante.
      É vero che questo é il cambio attuale, ma é anche
      vero che il costo della vita non é certo lo
      stesso qui in Europa e in
      Cina.
      Sicuramente quei lavoratori oltre che sfruttati
      sono anche sottopagati, peró dare il salario in
      Euro é un po' paragonarlo ai salari
      europei.Concordo, non ha alcun senso paragonare gli stipendi con quelli europei.In Cina un chilo di filetto di salmone costa 15 yuan, ad esempio (1 euro e 50 circa), ma altri generi alimentari costano ancora meno. Con un paio di euro esci dal negozio alimentare con una borsa strapiena di roba.
      • ullala scrive:
        Re: orrendo, ma...
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Simone Z.

        Non posso che condannare un sistema di

        sfruttamento del lavoro come questo, peró vorrei

        fare un

        appunto.

        Riportare che il salario sia 900 yuan, cioé
        circa

        100 euro é del tutto

        fuorviante.

        É vero che questo é il cambio attuale, ma é
        anche

        vero che il costo della vita non é certo lo

        stesso qui in Europa e in

        Cina.

        Sicuramente quei lavoratori oltre che sfruttati

        sono anche sottopagati, peró dare il salario in

        Euro é un po' paragonarlo ai salari

        europei.

        Concordo, non ha alcun senso paragonare gli
        stipendi con quelli
        europei.
        In Cina un chilo di filetto di salmone costa 15
        yuan, ad esempio (1 euro e 50 circa), ma altri
        generi alimentari costano ancora meno. Con un
        paio di euro esci dal negozio alimentare con una
        borsa strapiena di
        roba.La prima volta in vita tua che dici una cosa giusta!Stai bene? ;)
        • PAGHE CINESI PER TUTTI scrive:
          Re: orrendo, ma...
          No è un giro..... poi ti rigira la frittata dicendo che Apple è Buona e porta dell'ottimo lavoro all'estero, sfamando interi stati che senza loro sarebbero in balia di economie malsane.
          • Cesare scrive:
            Re: orrendo, ma...
            Ti prego, non cominciamo a fare le figure dei beceri. Apple, nomini solo Apple. Ma hai idea di quanti sono i brands che si servono della Foxconn per la produzione su larga scala?Non citare solo Apple solamente perchè è il nome che fa più clamore. Cita ANCHE HP, Philips, Sony, etc.
          • guast scrive:
            Re: orrendo, ma...
            Non so se quello che dici sia vero o no. Ma di sicuro il rapporto pubblicato viene dalla fabbrica dei prodotti Applehttp://gizmodo.com/5542527/undercover-report-from-foxconns-hell-factoryhttp://www.wired.com/gadgetlab/2009/10/rumor-major-taiwanese-manufacturer-foxconn-will-ship-apples-tablet/
      • guast scrive:
        Re: orrendo, ma...
        Il tuo post è altrettanto fuorviante. La vita costa meno in Cina, ma non così tanto di meno.Magari i generi alimentari costano sul serio un decimo di quelli europei. Ma la casa e tutto il resto no.La vita sicuramente per loro è più difficile di quella di un ipotetico operaio europeo che prende 1000 euro al mese
      • attonito scrive:
        Re: orrendo, ma...
        - Scritto da: ruppolo
        Concordo, non ha alcun senso paragonare gli
        stipendi con quelli
        europei.
        In Cina un chilo di filetto di salmone costa 15
        yuan, ad esempio (1 euro e 50 circa), ma altri
        generi alimentari costano ancora meno. Con un
        paio di euro esci dal negozio alimentare con una
        borsa strapiena di roba.pqeri per dare aria alla bocca o perche sei stato in Cina e hai visto di persona?
        • anonimo utente scrive:
          Re: orrendo, ma...
          io si... e confermo...se vai in cina e fai la vita da cinese, con 2,50E mangi fino a scoppiare.
          • panda rossa scrive:
            Re: orrendo, ma...
            - Scritto da: anonimo utente
            io si... e confermo...
            se vai in cina e fai la vita da cinese, con 2,50E
            mangi fino a
            scoppiare.Pure in italia, se vai in un qualunque ristorante cinese, con 5 euro ti portano tanta di quella roba che ti tocca avanzare pure!
      • Eretico scrive:
        Re: orrendo, ma...
        Si e le gambe rotte te rimottono a posto gratis in una clinica privata a tua scelta... ma fammi il piacere.Ma secondo te è solo una questione di 100 ? Sarà anche vero che con 100 al mese in Cina puoi tentare i campare, ripeto, tentare, ma a che prezzo ?!!Ma se a te dessero 100 al mese (con i quali puoi forse sopravvivere) e tante legnate sulle gambe ed essere costretto a lavorare 16 ore al giorno tutti i giorni sabati e domaniche/festivi compresi in piedi cosa ne penseresti ?
    • desyrio scrive:
      Re: orrendo, ma...
      Quoto, è una cosa che viene detta spessissimo: X milioni di persone vivono con meno di Y$ al giorno. Questo, senza contestualizzare rispetto al costo della vita, non ha alcun senso... Il risultato è che, almeno dal mio punto di vista, i numeri perdono totalmente significato, e non fanno nè caldo nè freddo. Mettendoli a confronto con un costo di un pasto o di un affitto, si avrebbe un'impatto molto maggiore, ma nessuno lo fa perchè è troppo faticoso :P
      • anonimo utente scrive:
        Re: orrendo, ma...
        infatti...come dicevo anche sopra, a Shangai l'affitto di un appartamento in zona centralissima (da noi sarebbe la famosa casa vista Colosseo) costa 400 euro al mese. E' ovvio che paragonato ai prezzi italiani la cifra sembra bassa, ma per i locali è un appartamento per un direttore di banca o un grande manager.Altro esempio al contrario: un'ora in taxi costa 9 yuan, cioè 90 centesimi, e un pasto completo al ristorante difficilmente supera i 2 euro. Se compri al supermarket o ti arrangi ai classici chioschetti, puoi sopravvivere anche con 1-2 euro al giorno (vivendo da cinese, ovviamente).
  • attonito scrive:
    e' il Capitalismo, bellezza!
    Non esistono pasti gratis: se qualcuno mangia troppo, qualcun'altro mangera' poco. Fine.
    • frank681 scrive:
      Re: e' il Capitalismo, bellezza!
      - Scritto da: attonito
      Non esistono pasti gratis: se qualcuno mangia
      troppo, qualcun'altro mangera' poco.
      Fine.Verissimo, l'unico problema è che se, per esempio, i pc venisserocostruiti qui in europa con i costi della manodopera locale, costerebberominimo tre volte tanto e saremmo tutti XXXXXXXti neri perchè sarebbero troppo cari. Così invece, abbiamo computer a prezzi stracciati, cinesisupersfruttati, operai europei sempre più senza lavoro e nuovi capitalisti ancora piu' ricchi....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 maggio 2010 23.48-----------------------------------------------------------
      • panda rossa scrive:
        Re: e' il Capitalismo, bellezza!
        - Scritto da: frank681
        - Scritto da: attonito

        Non esistono pasti gratis: se qualcuno mangia

        troppo, qualcun'altro mangera' poco.

        Fine.

        Verissimo, l'unico problema è che se, per
        esempio, i pc
        venissero
        costruiti qui in europa con i costi della
        manodopera locale,
        costerebbero
        minimo tre volte tanto e saremmo tutti XXXXXXXti
        neri perchè sarebbero

        troppo cari.Basterebbe venderli senza il preinstallato e non costerebbero piu' di 200 euro iva compresa.
        • Francesco_Holy87 scrive:
          Re: e' il Capitalismo, bellezza!
          Ma che boiate dici! Mi sono quasi sempre trovato d'accordo con quello che posti, ma quì rientriamo nel ridicolo... Per acquistare i pezzi di un computer assemblato mi è venuto a fare la bellezza di 370 e non è nemmeno chissà che potenza.
          • panda rossa scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            Ma che boiate dici! Mi sono quasi sempre trovato
            d'accordo con quello che posti, ma quì rientriamo
            nel ridicolo... Per acquistare i pezzi di un
            computer assemblato mi è venuto a fare la
            bellezza di 370 e non è nemmeno chissà che
            potenza.Qualche componente a caso:proXXXXXre: AMD Athlon II X2 245 2MB (2.9 GHz) 65W Regor Box 51,00 scheda madre: Asus M2N68-AM PLUS con la scheda video integrata 40,00 ram: KINGSTON ValueRAM DDR2 2GB 800MHz (KVR800D2N6/2G) 39,50 hard disk: Maxtor DiamondMax 22 160GB SATA2 8MB STM3160813AS 31,00 case: LC-POWER MIDI 648B 420W alimentatore inscluso 420 W 37,00 masterizzatore: LG GH22NS50 RBBB 22x SATA bulk Black 25,00 TOTALE 223,50Prezzi presi da qui:http://www.e-key.it/
          • PAGHE CINESI PER TUTTI scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            TOTALE 223,50 + Seven Home Basic 17$....
          • panda rossa scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            - Scritto da: PAGHE CINESI PER TUTTI
            TOTALE 223,50 + Seven Home Basic 17$....Seven home basic e' per caso la versione castrata o la versione pezzent?No, perche' io il computer, di solito, dopo averlo acceso, ho piacere anche di usarlo...
          • illegale o contrario scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            certo che cercare di aver ragione a tutti i costi...
          • Sgabbio scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            la home basic è una presa in giro...
          • panda rossa scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            - Scritto da: Sgabbio
            la home basic è una presa in giro...A certa gente piace pagare per farsi prendere in giro!
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            Un computer del genere sarebbe stato buono 3 anni fa.
          • gips scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            no, un pc del genere oggi consente di navigare, copiare, vedere video in hd e mandare mail... quello che fa il 95% degli utenti... il resto scrive su forum come questo....e se ci aggiungi qualche spicciolo migliora anche di molto la configurazione...
          • panda rossa scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            Un computer del genere sarebbe stato buono 3 anni
            fa.Io ne ho uno con un quarto di memoria, un quarto di proXXXXXre e un quarto di disco e fa tutto quello di cui ho bisogno (e non sono un utonto, io).Trovami una esigenza imprescindibile che abbia necessita' di tutte quelle risorse, per un uso domestico del computer.
          • Anonimo scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            Call of Duty 25
          • guest_ scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            non ci girano i giochi recenti ma manco del 2005 con quella scheda video integrata, e la ram è troppo poca e l'hard disk è troppo piccolo non c'entra niente dentro
          • gips scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            il concetto è che TU ed IO ci vorremmo far girare giochi recenti, ma le famiglie italiane ci vogliono navigare, copiare l'ultimo cd di "tony chitarra" e guardare youtube e facebook... basta!con la config sopra hanno anche la possibilità di vedere video in hd, audio 5.1, e molto altro... che gli serve di più?
          • guest_ scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            guarda che io un netbook con quelle caratteristiche lo trovo a 200 euro a euronics e poi però a altri negozi + economici un desktop senza casse nè lcd lo trovo a 400 anche meno. tutto iva inclusa.
          • guest_ scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            però quel pc da 400 euro ci girano bene giochi appena usciti
          • guest_ scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            No, i video hd senza scheda video buona non li vedi o li vedi a scatti
          • guest_ scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            conosco negozi online dove costa ancora meno l'hardware e te lo montano con pochi euro in più
          • PAGHE CINESI PER TUTTI scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            Windows XP Home OEM 9 ....Minkia Quanto Incide !
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            No io ho Windows 7 professional regalatomi dall'msdn :) Costo 0
          • albertobs88 scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            No io ho Windows 7 professional regalatomi
            dall'msdn :) Costo
            0Anche io! :p
          • Be&O scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            Io ho Windows 7 Ultimate, pagato Zero, grazie a BiosMOD (rotfl)
          • Polemik scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            Grande! :D p)
        • vistabuntu.wordpress.com scrive:
          Re: e' il Capitalismo, bellezza!
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: frank681

          - Scritto da: attonito


          Non esistono pasti gratis: se qualcuno mangia


          troppo, qualcun'altro mangera' poco.


          Fine.



          Verissimo, l'unico problema è che se, per

          esempio, i pc

          venissero

          costruiti qui in europa con i costi della

          manodopera locale,

          costerebbero

          minimo tre volte tanto e saremmo tutti XXXXXXXti

          neri perchè sarebbero



          troppo cari.

          Basterebbe venderli senza il preinstallato e non
          costerebbero piu' di 200 euro iva
          compresa.La caxxata delle 23.59
          • Lord Kap scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            - Scritto da: vistabuntu.wordpress.com
            - Scritto da: panda rossa

            Basterebbe venderli senza il preinstallato

            e non costerebbero piu' di 200 euro iva

            compresa.
            La caxxata delle 23.59Concordo.-- Saluti, Kap
          • iRoby scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            Non è una XXXXXXX. La produzione di elettronica è fortemente meccanizzata e all'uomo spetta solo il lavoro di assemblaggio e test.Quando i computer Olivetti erano fatti in Italia non avevano prezzi più alti di quelli del resto del mondo occidentale. Cioè i computer erano cari in senso assoluto, ma non quelli fatti in occidente rispetto agli altri prodotti in una qualsiasi altra parte del mondo.La Olivetti con il PC1 aveva un home computer che competeva nel segmento dell'Amiga.[img]http://digilander.libero.it/venturi1975/vgascart/Olivetti_PC1.gif[/img]
      • guast scrive:
        Re: e' il Capitalismo, bellezza!


        Verissimo, l'unico problema è che se, per
        esempio, i pc
        venissero
        costruiti qui in europa con i costi della
        manodopera locale,
        costerebbero
        minimo tre volte tanto e saremmo tutti XXXXXXXti
        neri perchè sarebbero
        troppo cari. Non si sta parlando di una fabbrica di PC a prezzo stracciato. Stiamo parlando di gadget abbastanza costosi, ma non vedo tanta gente inXXXXXXX.
        Così invece, abbiamo computer a
        prezzi stracciati,Hai controllato i prezzi della Apple ?
        cinesi
        supersfruttati, operai europei sempre più senza
        lavoro e nuovi

        capitalisti ancora piu' ricchi....Questo si. Anche perchè i pezzi che escono ada quella fabbrica probabilmente sono costati quanto i computer a prezzi stracciati di cui parlavi. Ma la differenza se la prende qualcun altro
        • MeX scrive:
          Re: e' il Capitalismo, bellezza!
          certo ma se permetti il prezzo non deriva solo dal costo della manodopera
          • ullala scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            - Scritto da: MeX
            certo ma se permetti il prezzo non deriva solo
            dal costo della
            manodoperaMa è l'unica cosa che fa la differenza! Perché i componenti hanno lo stesso costo per qualunque produttore! Quale che sia la produzione qualunque proXXXXX di trasformazione industriale produce ricchezza solo tramite il lavoro perché gli altri costi non subiscono alcuna modifica nel proXXXXX stesso! La ricchezza viene prodotta da una cosa sola LA QUANTITÀ DI LAVORO! È una legge base dell' economia! Per questo, di questo passo i paesi cosiddetti ricchi dove si produce sempre meno sono costretti a finanziare il consumo col debito e generare una massa sempre più imponente di finanza (carta) allo stato attuale (dati onu ) la massa finanziaria equivale a più di 14 volte il totale della produzione di ricchezza effettiva prodotta dall' intero mondo (in beni e servizi ).Questo è il meccanismo base che ha generato la crisi che stiamo vivendo. A questo aggiungi pure (come aggravante ) che i paesi produttori sostengono attivamente (vedi cina ) l'indebitamento (ormai mostruoso) dei paesi cosiddetti ricchi (dovremmo dire ex ricchi se si guardasse l'economia reale) a sostegno dei consumi. Il risultato è che quando il costo delle risorse in materiali e materie prime (limitate ) come il petrolio sale, la cina può permettersi di andare a comprarlo con una carriola di valuta che rappresenta il debito che ha finanziato! Il costo per loro non è mai troppo alto!Tanto lo pagano col credito che vantano nei confronti di usa ecc.Questo ha generato il circolo vizioso in cui ci siamo infognati e di luci in fondo al tunnel non se ne vedono ancora!
          • MeX scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            il tuo è un discorso più di macroeconomia.Io mi limito a dire che su una classe di prodotti che non sia la radiolina o il mouse da 12 ci sono una serie di costi che prescindono dal costo della manadopera, anzi, il prezzo verrà comunque artificiosamente alzato al massimo possibile per poter finanziare la "casa madre" che deve pagare fior di ingenieri, designers, creativi etc etc tutta gente che sta "dalla nostra" parte e non puoi certo pagarli 1$ all'ora
          • ullala scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            - Scritto da: MeX
            il tuo è un discorso più di macroeconomia.
            Io mi limito a dire che su una classe di prodotti
            che non sia la radiolina o il mouse da 12 ci
            sono una serie di costi che prescindono dal costo
            della manadopera, anzi, il prezzo verrà comunque
            artificiosamente alzato al massimo possibile per
            poter finanziare la "casa madre" che deve pagare
            fior di ingenieri, designers, creativi etc etc
            tutta gente che sta "dalla nostra" parte e non
            puoi certo pagarli 1$
            all'oraè lavoro pure quello!
          • PAGHE CINESI PER TUTTI scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            Si MEX.... Hai Ragione..... lo schermo lucido.... la mela sul retro....HAI RAGIONE !Avanti Ruppolo.... di anche la tua....AVE STEEVE AVE!!!
          • Be&O scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            Questo è un Sunto di Steeve ! (Ave Steeve!)http://www.onlineschools.org/blog/steve-jobs/
      • Cesare scrive:
        Re: e' il Capitalismo, bellezza!
        Niente da aggiungere. Hai centrato pienamente il nocciolo del discorso.
      • illegale o contrario scrive:
        Re: e' il Capitalismo, bellezza!
        costerebbero 3 volte tanto ma ci sarebbe molto più lavoro e di conseguenza stipendi molto più alti!
    • Nome e cognome scrive:
      Re: e' il Capitalismo, bellezza!
      - Scritto da: attonito
      Non esistono pasti gratis: se qualcuno mangia
      troppo, qualcun'altro mangera' poco.
      Fine....da sempre e ovunque! E il capitalismo centra poco o niente.
      • MeX scrive:
        Re: e' il Capitalismo, bellezza!
        il capitalismo centra eccome, perchè ci sono anche altri modelli, del tipo, mangiamo meno ma mangiamo tutti
        • Nome e cognome scrive:
          Re: e' il Capitalismo, bellezza!
          - Scritto da: MeX
          il capitalismo centra eccome, perchè ci sono
          anche altri modelli, del tipo, mangiamo meno ma
          mangiamo
          tuttiPerché mangiare di meno se possiamo mangiare di più, anche se poi sono gli altri a farne le spese?
          • ullala scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            - Scritto da: Nome e cognome
            - Scritto da: MeX

            il capitalismo centra eccome, perchè ci sono

            anche altri modelli, del tipo, mangiamo meno ma

            mangiamo

            tutti

            Perché mangiare di meno se possiamo mangiare di
            più, anche se poi sono gli altri a farne le
            spese?Perchè il fatto che tu creda che siano gli altri (non tu) a farne le pese è irrilevante dato che non è vero!
        • Piratonzo scrive:
          Re: e' il Capitalismo, bellezza!
          - Scritto da: MeX
          il capitalismo centra eccome, perchè ci sono
          anche altri modelli, del tipo, mangiamo meno ma
          mangiamo
          tuttiCol marxismo l'uguaglianza è ottenuta col livellamento verso il basso, mangiano meno tutti perché producono meno. Ma non ecologicamente, inquinando di più. E non c'è neppure l'uguaglianza, perché i membri del partito fanno la bella vita alle spalle del popolo.
          • Eretico scrive:
            Re: e' il Capitalismo, bellezza!
            - Scritto da: Nedanfor non loggato
            Hai letto il libro sbagliato... Può anche aver letto libro sbagliato, ma è quello che capita nella realtà.
  • abbello scrive:
    sfruttamento
    Un'economia basata sullo sfruttamento del prossimo. Poco da aggiungere.
  • Nobunga scrive:
    Buongiorno!
    Solo gli asini non sanno come la Cina riesce a produrre così tanta roba e a quei prezzi. Per carità, è giusto che sia sappia cosa sta succedendo, ma il vero problema è che l'economia non si può fermare, a meno che tutti noi non si rinunci a tutte le boiate che acquistiamo per motivi a dir poco futili.Una volta un televisore costava un patrimonio, e non parlo del ultimo ritrovato tecnologico, ma di uno normale. Oggi, pur costando molti soldi, possiamo acquistare una TV 3D!!!
    • frank681 scrive:
      Re: Buongiorno!
      - Scritto da: Nobunga
      Solo gli asini non sanno come la Cina riesce a
      produrre così tanta roba e a quei prezzi.

      Per carità, è giusto che sia sappia cosa sta
      succedendo, ma il vero problema è che l'economia
      non si può fermare, a meno che tutti noi non si
      rinunci a tutte le boiate che acquistiamo per
      motivi a dir poco
      futili.
      Una volta un televisore costava un patrimonio, e
      non parlo del ultimo ritrovato tecnologico, ma di
      uno normale. Oggi, pur costando molti soldi,
      possiamo acquistare una TV
      3D!!!Quoto al 100% e la cosa peggiorerà, perchè c'è una concorrenza bestiale che costringerà i poveri operai a turni di lavoro ancor piùmassacranti. D'altra parte basta vedere i prezzi dei notebook, tra un po'te li regalano....
      • albertobs88 scrive:
        Re: Buongiorno!
        - Scritto da: frank681D'altra parte basta vedere i prezzi
        dei notebook, tra un po'
        te li regalano....Magari...
      • gneugneu scrive:
        Re: Buongiorno!
        in realtà quello che è cambiato è che questi livelli di sfruttamento da rivoluzione industriale, prima relegati in "lontani" paesi sottosviluppati, stanno tornando anche da noi.. è la globalizzazione, bellezza!
    • Francesco scrive:
      Re: Buongiorno!
      Giusto ragionamento, ma una domanda... qual'è il prezzo che "il marchio" impone al produttore per la televisione 3D?Non certo quello che paghi tu; tra la Foxxcom del caso ed il tuo portafoglio nel mezzo c'è una selva di intermediari che fa lievitare il prezzo, oltre naturalmente il lauto margine del "marchio" che deve strizzare il più possibile il fornitore per mantenere la sua pachidermica struttura, foraggiare gli investimenti pubblicitari magari mantenendo qualche viziatissima star e pure trovare qualche spicciolo per la ricerca & sviluppo.Funziona così per tutti ed è immorale, per la Apple un po' di più perché ci vuol sempre far sapere quant'è meravigliosa e diversa.Carl Marx è stato un genio nell'analisi, un disastro nell'indicare la soluzione: siamo in un periodo di conclamata sovraccapacità produttiva, non sono all'orizzonte guerre degne di nota e quindi l'unica cosa che può contenere questo moderno schiavismo è l'etica, imposta dai politici e ancor più dai consumatori stessi.In quanto alle disparità tra nazioni, antro pochissimi decenni ci allineeremo tutti... i cinesi e gli indiani saranno un po' più ricchi, noi parecchio più poveri. Anche qui nulla di nuov sotto il sole: il libero commercio distribuisce la ricchezza in maniera uniforme tra le nazioni, lo diceva Adam Smith 200 anni fa.Quando i ns. amati politici hanno liberalizzato il comemrcio internazionale avrebebro dovuto pensare che giocavano una partita vincente sul breve termine, disastrosa sul lungo periodo.bye
      • Funz scrive:
        Re: Buongiorno!
        - Scritto da: Francesco
        In quanto alle disparità tra nazioni, antro
        pochissimi decenni ci allineeremo tutti... i
        cinesi e gli indiani saranno un po' più ricchi,
        noi parecchio più poveri. Anche qui nulla di nuov
        sotto il sole: il libero commercio distribuisce
        la ricchezza in maniera uniforme tra le nazioni,
        lo diceva Adam Smith 200 anni
        fa.

        Quando i ns. amati politici hanno liberalizzato
        il comemrcio internazionale avrebebro dovuto
        pensare che giocavano una partita vincente sul
        breve termine, disastrosa sul lungo
        periodo.
        Siamo in cima al picco del petrolio. Ci attende solo la discesa, tutto quello di cui stiamo discutendo finirà a breve.
  • Sgabbio scrive:
    Che bello!
    Se io fosse a capo di una delle aziende che si fa produrre la propria roba in quel posto li manderei a quale paese.... Ah dimenticavo... siamo nel capitalismo, non importa se le persone muoiono di fame o per altro per ingrassare pochi maiali obesi...
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Che bello!
      - Scritto da: Sgabbio
      Se io fosse a capo di una delle aziende che si fa
      produrre la propria roba in quel posto li
      manderei a quale paese.... Ah dimenticavo...
      siamo nel capitalismo, non importa se le persone
      muoiono di fame o per altro per ingrassare pochi
      maiali
      obesi... Scegli tu :Hai scritto tanto....detto niente.Una rafficata di frasi fatte degne da coda all'ufficio postale
      • Sgabbio scrive:
        Re: Che bello!
        - Scritto da: Nome e cognome
        Scegli tu :
        Hai scritto tanto....detto niente.
        Una rafficata di frasi fatte degne da coda
        all'ufficio
        postalenon c'è peggior cieco e sordo, di chi non vuole ne vedere, ne sentire.
        • PAGHE CINESI PER TUTTI scrive:
          Re: Che bello!
          E pensa che c'è una famosissima ditta che non si può nominare pena un aguerrito attacco dei soliti difensori senza termini che pagano 799 un prodotto che ne costa 150.SE TUTTI LAVORASSIMO COME IN CINA !!!
          • albertobs88 scrive:
            Re: Che bello!
            - Scritto da: PAGHE CINESI PER TUTTI
            E pensa che c'è una famosissima ditta che non si
            può nominare pena un aguerrito attacco dei soliti
            difensori senza termini che pagano 799 un
            prodotto che ne costa
            150.

            SE TUTTI LAVORASSIMO COME IN CINA !!!Stai per caso parlando della iAzienda?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 maggio 2010 14.50-----------------------------------------------------------
          • Be&O scrive:
            Re: Che bello!
            ...Penso intenda proprio quella iAzienda che ha la iReligione quella con tanti iAdepti ....iDianetics
          • Sky scrive:
            Re: Che bello!
            ... quella i cui utenti hanno iParaocchi.
          • Osvy scrive:
            Re: Che bello!
            - Scritto da: PAGHE CINESI PER TUTTI
            E pensa che c'è una famosissima ditta che non si
            può nominare pena un aguerrito attacco dei soliti
            difensori senza termini che pagano 799 un
            prodotto che ne costa 150.Te la scrivo come l'ho sentita a 2024 (trasmissione di tecnologia di radio 24 Il Sole). Secondo una azienda che fa "i conti" del costo dei prodotti di tecnologia, l'iPad da 560 dollari viene a costare sui 260.Il pezzo più costoso è il display, 95 dollari.Il tutto se ben ricordo, potrei sbagliare tra euro e dollari. ciao
          • Sgabbio scrive:
            Re: Che bello!
            Non ci sarebbero anche le tasse locali che lievitano i costi ?
        • Osvy scrive:
          Re: Che bello!
          - Scritto da: Sgabbio
          - Scritto da: Nome e cognome
          non c'è peggior cieco e sordo, di chi non vuole
          ne vedere, ne sentire.Il problema è che da quello che hai scritto non si capisce come la pensi.Almeno, io non l'ho capito. Chi e perché manderesti "a quale paese"?...
    • Ubunto scrive:
      Re: Che bello!
      - Scritto da: Sgabbio
      Se io fosse a capo di una delle aziende che si fa
      produrre la propria roba in quel posto li
      manderei a quale paese.... Ah dimenticavo...
      siamo nel capitalismo, non importa se le persone
      muoiono di fame o per altro per ingrassare pochi
      maiali obesi...Quanta saggezza in queste parole.
Chiudi i commenti