In arrivo i video-occhiali per il video-iPod

L'azienda newyorkese Icuiti presenta un nuovo paio di occhiali da abbinare all'iPod Video


Per Apple oramai sono presenti sul mercato tutti gli accessori che si riescano ad immaginare ma, nonostante questo, ogni giorno ne escono sempre di nuovi. Icuiti , azienda specializzata nella produzione di dispositivi video portatili, nel corso della kermesse dell’elettronica di Las Vegas, ha esibito DV920 , un video-occhiale dedicato all’iPod Video.

La teoria che sta dietro la costruzione di questi occhiali riguarda l’inadeguatezza dello schermo dell’iPod, considerato ancora troppo piccolo per poter visualizzare al meglio i filmati preferiti. Forte di questo slogan, l’azienda produttrice dell’ennesimo accessorio per il player della Mela, ha deciso di sviluppare degli occhiali che fornissero, al proprio interno, uno schermo virtuale da ben 42 pollici .

Il nuovo dispositivo di Icuiti è dotato di due schermini LCD, posizionati nella parte interna dedicata solitamente alle lenti, da 920.000 pixel ognuno, che permettono una risoluzione massima dell’immagine di 640 x 840 punti con un angolo di visuale di circa 26 gradi. L’immagine virtuale di circa 42 pollici, grazie ad un gioco di specchi, risulta visibile ad una distanza di poco più di 3 metri. La loro richiesta energetica risulta nella norma; consumano, infatti, due batterie stilo di tipo AA ogni 4 ore e mezza e pesano poco più di 70 grammi. Negli stessi occhiali vi sono anche due uscite stereo da 100 mW per godere anche il sonoro dei filmati che vengono proiettati.

I video-occhiali, oltre ad offrire una compatibilità certificata con il player di Apple, possono essere utilizzati anche con i lettori DVD ed altri apparecchi multimediali portatili.
Gli occhiali DV920 sono già disponibili nello store on-line di Icuiti ad un prezzo di circa 550 dollari .

Dario Panzeri

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nntelo dico scrive:
    gracias
    grazie della dritta...volevo collegarmi al wi-fi del vicino senza sapere il mac...grazie...
  • Anonimo scrive:
    ! NO TC !
  • Anonimo scrive:
    la legge italiana ....
    se non mi ricordo male, ritiene responsabile tanto chi entra in una rete, tanto chi lascia questa rete completamente sprotetta !e' un po' come lamentarsi che ti sono entrati i ladri in casa dopo che hai lasciato porte e finestre spalancate p) IMHOcya
    • Anonimo scrive:
      Re: la legge italiana ....
      Completamente d'accordo. Quando c'è da montare un nuovo impianto elettrico, è buona regola chiamare un elettricista. Se c'è gente che ama il "fai da te" corre i rischi che sa di correre, chi ha necessità di una rete ben protetta deve rivolgersi ai professionisti. Altrimenti a cosa servono lauree, diplomi e tecnici del settore?
      • Anonimo scrive:
        Re: la legge italiana ....
        Altrimenti a cosa
        servono lauree, diplomi e tecnici del settore?Non di certo per montare una rete wifi e metterci una protezione...
    • erix scrive:
      Re: la legge italiana ....
      come dire che i ladri fanno bene ad entrare in una casa con la porta aperta, giusto? :)
Chiudi i commenti