In arrivo la retromarcia di Urbani?

Se l'aspettano in tanti dopo l'approvazione della direttiva UE e per le divergenze che nascerebbero sul piano normativo tra le due diverse impostazioni della lotta alla pirateria. Alcuni commentano ma il Ministro tace


Roma – Nulla arriva in queste ore dal ministro Giuliano Urbani tirato in ballo nell’ultima settimana una infinità di volte dentro e fuori dalla rete. Un silenzio che su qualche forum è stato definito ostinato ma che, invece, va evidentemente legato alle difficoltà sorte attorno alla bozza di decreto preparata dal Ministro contro la pirateria sul cinema, una bozza che, come noto, ha sollevato enormi perplessità .

Ma se il ministro non parla, sono in molti in queste ore a prevedere ed augurarsi che Urbani effettui una retromarcia sul provvedimento, soprattutto dopo la votazione di due giorni fa con cui il Parlamento Europeo ha regalato all’Europa una normativa sulla proprietà intellettuale repressiva sì, ma ben diversa nei modi dal provvedimento immaginato dal ministro ai Beni culturali.

Alcuni critici hanno preso spunto dalle parole pronunciate ieri da un collega di Urbani, il ministro alle Comunicazioni Maurizio Gasparri che ha ribadito come internet sia “un sistema di libertà assoluta e totale: un dirigismo assoluto è inimmaginabile. Non dobbiamo criminalizzare la rete ma combattere l’illegalità”. Ma non è stato considerato che le dichiarazioni di Gasparri si riferivano ai provvedimenti da adottare per la tutela dei minori in rete, sebbene certo siano posizioni di base che sembrano ben diverse da quelle di Urbani.

Molti attaccano direttamente Urbani non solo e non tanto per il contenuto del suo decreto quanto perché prende binari diversi da quelli della Direttiva europea sulla proprietà intellettuale. L’accusa è che si tratti di una proposta di normativa che per distrazione o incompetenza non ha tenuto conto di quanto negli ultimi mesi è andato prendendo forma in Europa.

Secondo il senatore dei Verdi Fiorello Cortiana , in prima linea nel contrastare normative che incidono negativamente sulle libertà digitali, la direttiva europea ha come unico merito “quello di mettere in difficoltà il tentativo di Urbani di criminalizzare il peer-to-peer, visto che ormai esiste una legislazione comunitaria di riferimento”.

Stando a quanto emerso la scorsa settimana da fonti ministeriali, Urbani dovrebbe presentare il decreto legge domani al Consiglio dei ministri che dovrà decidere se dotare il paese di una normativa destinata ad entrare in conflitto con quella europea o se, invece, rimaneggiare grandemente il decreto stesso affinché si allinei sulle posizioni, pur severe e repressive, manifestate dal Parlamento di Strasburgo. Ma c’è chi scommette che Urbani avrebbe già deciso di congelare il decreto. Non resta che aspettare…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Ho partecipato alla prova di Istitut
    La cosa orripilante, non e' il fatto chesi siano confusi gli "1" con le "l", ma il fattoche per la prova scritta si sia ancora utilizzatoil PASCAL, un linguaggio obsoleto e ilpiu' inutile dell'universo, che non vieneutilizzato in nessuna applicazione pratica da almenodieci anni a questa parte.Capirei se fosse stato almeno il COBOL...
  • Anonimo scrive:
    Re: un pò vago....
    le olimpiadi di informatica sono tutto tranne che di informatica, dato che sono solo quiz di logica, matematica e cacchi vari, voglio vedere quanti di quelli che stanno la (giudici compresi) sannò cos'è e come funziona la paginazione, il task switching e altre cose
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo qua sicuramente non passava :

    Un po' come dire "ascolta un cretino" :) :)
    Dai su scherzo, cmq se la variabile "i"
    è intera, puoi benissimo scrivere x
    := i oppure x:=1
    Oppure scrivere due versione con una funzione di controllo IsNumeric(x) che controlla se la variabile è numerica o no.
  • Anonimo scrive:
    Questo qua sicuramente non passava :)
    - Scritto da: Anonimo
    scusami un attimo, ma se la variabile
    è intera per forza il valore
    dovrà essere numerico. Quindi bastava
    usare il cervello, credo.Un po' come dire "ascolta un cretino" :) :) Dai su scherzo, cmq se la variabile "i" è intera, puoi benissimo scrivere x := i oppure x:=1
  • Anonimo scrive:
    Re: un pò vago....
    sono 3 anni che partecipo e a scuola non arrivo mai meglio di metà classifica... perché?Perché non scopiazzo.Perché di informatica c'è poco o nulla.Tutti i quesiti sul codice li faccio giusti perfetti.Le domande su quanto ci metterà la carrucola a vela di Mario Rossi a trainare un vagone di yogurt su una salita al 45% di pendenza con la possiblità che ce ne sono 3 vere e 2 false.... quiz di logica vanno bene ma non esageriamo.L'ECDL da quel che ne so esiste anche con OpenOffice =)
  • TADsince1995 scrive:
    Re: un pò vago....

    L'ultima frase potevi evitarla, visto che
    l'ECDL la fanno anche su Linux+OO ... :)AH SI!?!??! E dove di grazia!??!!?:|:|:|:|:|:|:|:|:|TAD Che tutti i corsi ECDL che ha visto sono stati solo una vetrina per i prodotti Microsoft
  • Anonimo scrive:
    Re: un pò vago....
    non è così, una mia amica ha preso la famosa patente europea del computer e sa a malapena salvare un .doc sul desktop...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho partecipato alla prova di Istitut
    scusami un attimo, ma se la variabile è intera per forza il valore dovrà essere numerico. Quindi bastava usare il cervello, credo.
  • Anonimo scrive:
    Ho partecipato alla prova di Istituto...
    Lo scorso dicembre ho partecipato alla prova di selezione della mia scuola per le olimpiadi. Inizialmente sembrava fosse una cosa seria... poi col passare dei minuti mi sono reso conto di cosa stavamo facendo:tralasciando il solito 50% delle persone con il libro in mezzo alle gambe a copiazzare, mi sono accorto che sugli stampati che ci erano stati dati non si poteva distinguere il carattere "1" dal carattere "l" (e credetemi nemmeno gli insegnanti sapevano distinguerli....)Probabilmente il fatto era circoscritto al nostro istituto.. magari avevano stampato male le copie, ma capite benissimo che in ambito di pascal dare valore 1 o l a una variabile cambia molto le cose.... fatto sta che ho consegnato e me ne sono andato.... praticamente è passato chi è andato "di intuito" a interpretare gli "1" o le "l"...ho scritto anche una mail al responsabile che naturalmente non si è nemmeno degnato di rispondermi o di interessarsi...tutto questo per dire che secondo me è una buffonata e che quelli che sono li non sono i migliori!
  • Anonimo scrive:
    Re: un pò vago....
    - Scritto da: Anonimo

    Roba che non ha nulla a che vedere con la
    patente europea del Cepu e della M$.(troll)
  • Anonimo scrive:
    Re: un pò vago....
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo[cut]
    Boh. partendo dal link dell'articolo e
    gironzolando di sito in sito sono arrivato
    qui

    ioi.dsi.unimi.it/IOI2001.pdf

    Dove c'e' il testo e il commento
    dell'edizione di qualche anno fa.

    Sembra interessante visto che e' proprio
    roba per programmatori, che richiede la
    conoscenza di linguaggi quali C e Pascal, la
    conoscenza di algoritmi e la competenza
    necessaria.

    Roba che non ha nulla a che vedere con la
    patente europea del Cepu e della M$.L'ultima frase potevi evitarla, visto che l'ECDL la fanno anche su Linux+OO ... :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: un pò vago....
    - Scritto da: Anonimo
    "Le selezioni sono state effettuate in base
    alla capacità dei concorrenti di
    risolvere problemi al computer."
    un pò vaga come spiegazione.....di
    problemi al computere ce ne sono di 1000
    tipi in 1000 diversi contesti....
    1000 per essere ottimistiBoh. partendo dal link dell'articolo e gironzolando di sito in sito sono arrivato quihttp://ioi.dsi.unimi.it/IOI2001.pdfDove c'e' il testo e il commento dell'edizione di qualche anno fa.Sembra interessante visto che e' proprio roba per programmatori, che richiede la conoscenza di linguaggi quali C e Pascal, la conoscenza di algoritmi e la competenza necessaria.Roba che non ha nulla a che vedere con la patente europea del Cepu e della M$.
  • Anonimo scrive:
    Re: un pò vago....
    - Scritto da: Anonimo
    "Le selezioni sono state effettuate in base
    alla capacità dei concorrenti di
    risolvere problemi al computer."
    un pò vaga come spiegazione.....di
    problemi al computere ce ne sono di 1000
    tipi in 1000 diversi contesti....
    1000 per essere ottimistiSe vai sul sito indicato trovi tutti i riferimenti per chiedere ulteriori delucidazioni. Ovvio che i problemi possono essere tanti. Ne sono stat selezionati alcuni ritenuti emblematici ed importanti.
  • Anonimo scrive:
    un pò vago....
    "Le selezioni sono state effettuate in base alla capacità dei concorrenti di risolvere problemi al computer."un pò vaga come spiegazione.....di problemi al computere ce ne sono di 1000 tipi in 1000 diversi contesti....1000 per essere ottimisti
Chiudi i commenti