In bilico il destino di Blu

Anthill presenta la propria offerta formale di acquisto. Dalla sua ha le parole pronunciate dal commissario europeo Monti. Contro, quelle del ministro Gasparri


Roma – Blu finirà nelle mani di Anthill? Mai come in queste ore il destino dell’operatore mobile è apparso incerto dopoché il commissario europeo Mario Monti ha espresso forti riserve sull’ipotesi di acquisto in toto dell’azienda da parte di TIM e del successivo spezzatino . Il tutto mentre Anthill si è formalmente proposta per l’acquisto di Blu, ipotesi già bocciata a sua volta dal ministro delle TLC Maurizio Gasparri.

Nicola Picenna, presidente del consorzio Anthill, si è presentato agli azionisti di Blu consegnando una proposta di acquisto della quale si sa ancora ben poco. Un acquisto “in blocco” che almeno in apparenza potrebbe ridare fiato all’operatore mobile, sebbene sia in questa fase impossibile approfondire le ricadute sull’occupazione e sulla posizione di mercato qualora l’operazione andasse in porto.

A favore della mossa di Anthill c’è la presa di posizione di Monti, che ha spiegato come dopo l’acquisto di Telecom Italia da parte di Pirelli, la Edizioni Holding che ha quote in Telecom avrebbe dovuto cedere rapidamente le proprie quote in Blu. Da questo ne discendeva che prima di poter spezzare Blu la società avrebbe dovuto richiedere il parere di Bruxelles che non è mai stato chiesto.

Monti ha in pratica bloccato l’operazione spezzatino invitando i soci di Blu a valutare più approfonditamente le offerte provenienti dal mercato delle TLC, come quella di Tele2 e, appunto, di Anthill.

Sulla strada all’acquisto di Blu da parte di Anthill, però, c’è il “veto” preannunciato dal ministro delle TLC Maurizio Gasparri, secondo cui “non sarà data nessuna licenza a chi non ha i requisiti, su questo non ci sono dubbi”, con un esplicito riferimento proprio al Consorzio di Picenna o all’offerta di acquisto solo parziale di Tele2. Gasparri pare peraltro ritenere che in Italia più di tre operatori mobili sul mercato non possono trovare sufficiente spazio…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    auguri
    leggi sopra
  • Anonimo scrive:
    Telecom ADSL : tutti i retroscena
    Salve a tutti.Aprofittero di questo spazio virtuale per esporvi alcune assurdita a cui sono andato incontro in questi mesi con Telecom, per rendere chiaro cosa un utente medio debba aspettarsi da questa società. Ma partiamo con ordine : Essendo interessato al servizio BBB di Telecom, poiche considerato da molti un ottima soluzione alternativa alle varie flat ISDN, ho richiesto il servizio che mi e stato fornito per un periodo di prova di 2 mesi, alla fine dei quali sarebbe dovuta avvenire una comunicazione da parte di Telecom per la richiesta di sottoscrizione o disdetta dell'abbonamento stesso. Terminato il periodo di prova di 2 mesi, mi è stato disabilitato il servizio, senza peraltro che nessuna comunicazione o avviso di disabilitazione servizio mi giungesse da parte di telecom. Richieste spiegazioni e delucidazioni a Telecom 187, (per sottoscrivere il contratto, poichè vivamente interessato al servizio), mi veniva dato per tutta risposta un 2 periodo di prova, al termine del quale sarebbe stato inviato regolarmente un contratto da sottoscrivere via posta. Terminato il periodo di prova, mi sono ritrovato una seconda disabilitazione del servizio da parte di Telecom, a dispetto della parola prestata per la gestione della pratica. Contattato di nuovo il 187 per seconde delucidazioni e lamentele sul servizio (intanto i giorni di disconnessione pesavano sulla bolletta normale del telefono, poiche lavoro in partnership con un softwarehouse, e il trasferimento dati e programmi avviene tramite internet), sono stato avvistato che il mio servizio era stato disabilitato una seconda volta, ma non del tutto cessato (per Telecom, ero ancora un utente ADSL). Essendo dubbioso circa l'efficienza del servizio sottoscrizione online e per gestire di prima persona la sottoscrizione del contratto, mi e stato consigliato di rivolgermi presso il punto vendita Telecom della mia citta, con garanzia che il servizio (poiche solamente sospeso) sarebbe stato riattivato entro 48 ore. Rubato un pomeriggio al lavoro per giungere presso detto negozio, e parlato con il gestore del negozio, mi e stato annunciato che il mio servizio sarebbe stato attivato entro e non oltre 5 giorni: il gestore, promettendomi un colpo telefonico per avvisare della riuscita riattivazione, si faceva garante di tutta una serie di promesse. Passati 5 giorni, e non avendo ricevuto nessuna comunicazione, mi sono ripresentato al negozio. Il gestore, per nulla imbarazzato, mi ha fatto chiaro che la mia pratica era un problema di complessa entità burocratica , e che quindi altro tempo sarebbe stato necessario. Essendo chiaro che il tempo per me era un qualcosa di vincolante al lavoro, ho richiesto numero telefonico del responsabile ADSL presso la mia citta. Il gestore, dopo avermi proposto un contratto scritto, si e fatto di nuovo garante che la pratica sarebbe stata portata avanti nella massima celerita' e, dietro mia specifica richiesta, ha dato parola che entro e non oltre 3 giorni mi avrebbe dato tempistiche di realizzazione collegamento. Essendo ormai stufo di tale situazione, ed avendo piu di un tarlo nell'orecchio, ho telefonato al tecnico responsabile ADSL della mia citta. Egli, dopo un po di domande, mi ha fatto intuire dove il "problema tecnico" fosse : Telecom, avendo un tot di slot ADSL nella centrale PSTN, ed avendo una sovrarichiesta rispetto alla reale capacita operativa, aveva sacrificato un tot di numerazioni ADSL "in prova" della centrale, donando la banda ADSL di queste ultime a dei gestori commerciali, sacrificando cosi molti utenti "in prova". Per logica deduzione, il mio contratto ADSL che normalmente avrebbe dovuto essere spedito all' utente al termine del periodo di prova, per recuperare banda non fu mai inviato. Dopo 3 giorni canonici, senza attendere eventuali contatti da parte del gestore del punto shop telecom, mi sono ripresentato al negozio. Dopo brevi convenevoli, il gestore mi ha dato larghe probabilita che il servizio sarebbe stato riattivato entro un giorno, e nella remota possibilita che tale cosa non avvenisse, sarebbe passato un periodo abbastanza lungo di aspettativa. Ponendo fiducia nella Divina Provvidenza, ho atteso un giorno (oggi) prima di ricontattare io (per accordi il rivenditore si sarebbe dovuto fare vivo), venendo cosi a scoprire l'ultima nefandezza Telecom. il rivenditore, ricordando la mia pratica, e decidendo che la strada migliore per scaricare il problema fosse quella di fare la voce grossa, mi ha fatto intuire che il tempo necessario per la riattivazione sarebbe stato 2/3 settimane. Ora, mi domando : dopo mesi di attesa e dopo innumerevoli disservizi e mancate promesse, cosa dovrebbe fare un utente per avere un servizio ADSL Telecom?
    • Anonimo scrive:
      Re: Telecom ADSL : tutti i retroscena
      Ho io la soluzione x te! Il punto 187 brucialo con la benzina e poi aspetta il gestore e il respnsabile adsl con una mazza da baseball e gioca le world series con la loro capoccia! Almeno ti sfoghi come si deve!! Infine, se ancora non sei soddisfatto, legati in fronte una bandana di Libero e con un camion pieno di c4 schiantati contro la sede principale Telecom!!!!Dai, sto scherzando, posso capirti, ma che c'e' voi fa'?? Telecom rulez!!bye
  • Anonimo scrive:
    BB-B o Alice comunque un'araba fenice
    Gentile redazione,da sempre segue la vostra pubblicazione e voglio portare alla vostra attenzione le mie disavventure sull'ADSL.Il 7 febbraio 2002, dopo aver verificato che il mio numero era compatibile con la linea dati, decido di cambiare la mia connessione ad Internet da ISDN a ADSL BB-B.Le ragioni sono ovvie, maggiore velocità e fine della preoccupazione della bolletta.Contemporaneamente chiedo di trasformare la linea ISDN in linea RGT (cioè decido di passare da un canone per 2 linee ad un canone per 1 sola linea), questo perchè a conti fatti le 2 linee non mi servono più e considerando il costo della ADSL BB-B, l'aumento della quota fissa complessiva era accettabile.Inoltre l'operazione era tecnicamente più semplice perchè non c'era bisogno di aggiungere una linea ex novo.Contatto la TELECOM, invio il fax di richiesta è... fiducioso attendo.Dopo circa 20 giorni vengo contattato dalla TELECOM per la trasformazione dell'impianto telefonico da ISDN a RGT.Nel colloquio con il tecnico, vengo informato che la trasformazione non prevede il contestuale collegamento dell'ADSL, ad opera di altri tecnici nei giorni seguenti.Decidiamo di comune accordo di soprassedere alla trasformazione in attesa della comunicazione dell'attivazione dell'ADSL che dovrebbe arrivare entro 48 ore.Questo, anche perchè avendo io un modem ISDN non avrei potuto utilizzare il collegamento Internet se non con un altro modem tradizionale, che avrei dovuto farmi prestare o acquistare. Con tutti gli svantaggi di collegamento, d'uso dell'unica linea e di costi telefonici.E' qui cominciamo i miei guai.Dopo altri 7 giorni contatto la TIN al numero verde per conoscere lo stato "dell'arte" della mia richiesta, mi informano che la richiesta di ADSL è molto alta perciò c'è da aspettare.Effettuano il sollecito, ed io attendo, sempre fiducioso.Intanto, chiamo la TELECOM per conoscere lo stato "dell'arte" della mia richiesta di trasformazione, contattando direttamente il capo tecnico che "gentilmente " mi aveva lasciato il suo recapito telefonico.Scopro che la mia richiesta era stata annullata "dal cliente" e pertanto bisognava rinnovarla. Cosa che a denti stretti effettuo.Passano altri 15 giorni, siamo arrivati al 22 marzo ricontatto il tecnico per l'ADSL che effettua un nuovo sollecito, cosa che fa anche il tecnico TELECOM.Intanto in TV parte la pubblicità di ALICE, la nuova ADSL di TELECOM.Penso che la cosa non mi riguardi avendo io chiesto la BB-B (all'epoca così si chiamava).Scopro invece, che anche io avro ALICE (niente a vedere con la signorina della pubblicità), con un prezzo diverso, MAGGIORE della BB-B ed una serie di condizioni assai diverse.Rifaccio i miei conti. Comunque mi conviene, però decido di comprare un modem mio per risparmiare sul prezzo.Mi informo di questa possibilità e sulla necessità di doverlo comunicare.Mi rispondono "non c'è bisogno, basterà far trovare il modem al tecnico che installerà la linea".Bene, debbo solo attendere qualche altro giorno.Oggi è il 29 maggio 2002, sono passati oltre 3 mesi dalla mia richiesta è: - non ho ancora avuto la trasformazione della ISDN in RGT (ho deciso di farmi prestare un modem tradizionale, purchè si faccia il primo passo); - ho effettuato altri 2 solleciti; - ho ricevuto con data di invio 8 maggio, una garbata lettera della TELECOM che mi informa che ALICE è pronta e mi vengono inviate ACCOUNT e PASSW per la configurazione del collegamento ADSL.Intanto, attraverso il sito internet mi informo sulle condizioni contrattuali della mia ADSL forfait base e scopro che la TELECOM impone la presenza di uno dei modem da lei prescelti i cui prezzi sono comunque più bassi del mercato ma assai più alti di altri disponibili.Inoltre, per l'installazione della linea ADSL dovrò pagare, funzionerà o meno (forse anche a causa del mio modem non in elenco 81,00 Euro). Alla faccia.Questa la mia situazione che spero non prosegua per non dovermi sentire di dover rimandare il tutto o parte a settembre, perchè siamo vicini all'estate, che si sa, per la TELECOM non coincide con agosto ma esattamente il 21 giugno.Saluti
  • Anonimo scrive:
    SCRIVETE A STRISCIA E MI MANDA RAI3
    VEDETE COME SI ATTIVANO LE BESTIE! ALMENO AVRETE L'ORGOGLIO DI VEDERLI SPUTTANATI IN TV, SECONDO ME SI ATTIVEREBBERO I 2/3 DELLA POPOLAZIONE PER INSORGERE CONTRO QUESTI VIGLIACCHI SCIACALLI INCOMPETENTI DI "TELOINCUL" !
    :\
  • Anonimo scrive:
    MODEM ADSL per linee ISDN
    Salve! leggendo l'articolo mi è sorta una piccola domanda.. ma da voi in Italia non li vendono i modem ADSL per linee ISDN? quelli che forniscono con lo Splitter a Y ?? Qua in Svizzera se uno ha la linea isdn non gli fanno disdire o cambiare nulla, semplicemente gli forniscono questo tipo di modem. Un esempio? ZyXEL PRestige 642ME-I o il ZyXEL Prestige 630-I.. eppure mi sembrano cosi comodi per chi ha gia' ISDN. boh!Saluti
  • Anonimo scrive:
    Oramai di Telecom non ci si può fidare
    Anche io da mesi sto affrontando degli spiacevoli inconvenienti con Telecom Italia. Tre mesi fa mi è stata attivata una linea ADSL in prova e da quel momento il telefono di casa ha cominciato a non funzionare più bene. Ogni chiamata telefonica è disturbata da un grande frastuono che mi impedisce quasi di ascoltare il mio interlocutore.Dopo una serie infinita di chiamate al 187 e dopo il falso interessamento del primo tecnico di turno, il problema va ancora avanti. Ho anche inoltrato una lettera di protesta al responsabile del 187 della Toscana, senza avere una risposta.Dopo tre mesi non so più cosa fare, non è possibile che una società così grossa, abbia dei disservizi del genere, non credo che tutti i dirigenti Telecom siano degli incompetenti...Più passa il tempo e più mi rendo conto che le vittime di Telecom Italia aumentano. Credo che ci sia sotto qualcosa di grosso e mi meraviglio come i Media non si interessino ad un fatto così grave.
    • Anonimo scrive:
      Re: Oramai di Telecom non ci si può fidare
      - Scritto da: Nicola. A.
      Anche io da mesi sto affrontando degli
      spiacevoli inconvenienti con Telecom Italia.
      Tre mesi fa mi è stata attivata una linea
      ADSL in prova e da quel momento il telefono
      di casa ha cominciato a non funzionare più
      bene. Ogni chiamata telefonica è disturbata
      da un grande frastuono che mi impedisce
      quasi di ascoltare il mio interlocutore.
      Dopo una serie infinita di chiamate al 187 e
      dopo il falso interessamento del primo
      tecnico di turno, il problema va ancora
      avanti. Ho anche inoltrato una lettera di
      protesta al responsabile del 187 della
      Toscana, senza avere una risposta.
      Dopo tre mesi non so più cosa fare, non è
      possibile che una società così grossa, abbia
      dei disservizi del genere, non credo che
      tutti i dirigenti Telecom siano degli
      incompetenti...Allora, con la lettera di protesta ci fai ben poco... devi:1) sincerarti che la segnalazione del guasto sia stata aperta e in che data chiedendo al 187;2) se e' stata aperta devi chiedere se e' stata chiusa e con che esito, casomai aprine un'altra;3) se e' stata aperta ed e' ancora in piedi prendi carta, penna e calamaio e scrivi una bella raccomandata alla sede telecom di competenza per la tua zona in cui richiedi, secondo quanto disposto dal regolamento di servizio (che telecom e' tenuta a rispettare e che trovi in avantielenco) il rimborso di una mensilita' di canone per ogni due giorni lavorativi in piu' alle stabilite 48 ore che telecom ha per risolvere un guasto.Vedrai che:1) si attiveranno per risolverti il problema in tempi brevi;2) beccherai pure qualche lira per il fastidio.
      Più passa il tempo e più mi rendo conto che
      le vittime di Telecom Italia aumentano.
      Credo che ci sia sotto qualcosa di grosso e
      mi meraviglio come i Media non si
      interessino ad un fatto così grave.Interessati tu, non aspettare che siano i Media a farlo! Sveglia gente! I propri interessi bisogna curarseli da soli, altro che sindacati o Bertinotti difensore dei lavoratori... Quello difende solo i suoi 30 picchi al mese, dei lavoratori se ne strasbatte le cosiddette... :)))
  • Anonimo scrive:
    E il numero?
    A parte l'assurdità della vicenda, perchè non ci dici qual'è il numero della Task Force visto che sembra essere l'unica soluzione?
  • Anonimo scrive:
    Lascia perdere!
    Lascia perdere l'ADSL, tornatene al modem analogico. In Italia funziona quando va bene solo quello. Non credere alle promesse elettorali dei vecchi stronzi che si mettono la cipria per andare in tv. Quelli han promesso meno tasse, lavoro per tutti e la broad band. C'è qualcosa di tutto questo ? Io al tuo posto mi accontenterei del modem normale, meno problemi e lo gestisci tu.
    • Anonimo scrive:
      Re: Lascia perdere!
      sono perfettamente d'accordo con te, inutile incasinarsi la vita per niente. Soprattutto quando c'è di mezzo telecom italia meno ci si muove e meglio è
  • Anonimo scrive:
    INFOrmatevi sulla STRADA da percorrere
    ADSL da gennaio(Infostrada)80kb sec sui siti veloci sempreinstallazione in 15 giorni (in realtà l'installazione non esiste, lo fanno dalla centrale)modem installato (da me) in 5 minutifiltri acquistati (da me) a pochi eurosolo poche ore di stop dopo un temporaleZERO scatti su Telecom nelle ultime bollette.un'unica pecca: il canonee infatti lo aumentano
  • Anonimo scrive:
    unico numero....
    alla fine ti passano sempre la stessa persona di Firenze (che saluto, e' uno coi marroni!!!) che e' l'unico , RIPETO L'UNICO, che riesce a districarsi nei "casi non standard"comunque mi sà che gira gira son tutti casi non standard, pensate quanti sono nella cacca e non leggono/scrivono qui...
  • Anonimo scrive:
    Passate ad Infostrada o altro
    Ma perche' siete tutti fissati con Telecom???Ma non l'avete capito che vendono piu' di quanto possano gestire?Non vi basta l'esperienza di Tin con i primi abbonamenti gratuiti??Mi viene male solo a pensare di dovermi rivolgere a loro per problemi con linee o altro.In culo a alla balena gente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Passate ad Infostrada o altro
      - Scritto da: Justiz1
      Ma perche' siete tutti fissati con Telecom???
      Ma non l'avete capito che vendono piu' di
      quanto possano gestire?Non vi basta
      l'esperienza di Tin con i primi abbonamenti
      gratuiti??Io ho richiesto l'ADSL light a Libero a febbraio.Sono ancora qui che aspetto perchè la Telecom non si muove ad attivare la linea...
    • Anonimo scrive:
      Re: Passate ad Infostrada o altro
      Tano poi infostrada chiede di attivare a Telecom la linea....
  • Anonimo scrive:
    ma è vera ...
    ... o te la sei inventata?roba da commedia dell'arte ...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma è vera ...
      - Scritto da: max
      ... o te la sei inventata?

      roba da commedia dell'arte ...Può essere sicuramente vero, io per fare il trasloco del servizio adsl da una linea ad un'altra ci ho messo tre mesi, ho cambiato due providers e ci ho rimesso in fegato e gola.peccato non si possa citarli per danni
  • Anonimo scrive:
    no, non funzionerà...
    ...mai bene la tua linea ADSL, e lo sai perchè?Perchè conosco circa una decina di persone che lavora alla telecom con mansioni sia burocratiche che tecniche e NESSUNO di loro è competente in merito, perchè grazie AI SINDACATI il posto in telecom o sue branche è da tempo diventato EREDITARIO, come nel medioevo!Quindi nessuno viene assunto perchè sa fare qualcosa (ad esempio far funzionare l'ADSL), scordati ci trovare qualcuno competente (soprattutto più in alto ti rivolgi), è più facile che tu vinca al superenalotto!W la telecom, viva i sindacati, viva il progresso!
    • Anonimo scrive:
      Re: no, non funzionerà...
      Vero.
    • Anonimo scrive:
      Re: no, non funzionerà...

      ...il posto in telecom o sue branche
      è da tempo diventato EREDITARIO, come nel
      medioevo!
      Quindi nessuno viene assunto perchè sa fare
      qualcosa (ad esempio far funzionare l'ADSL),
      scordati ci trovare qualcuno competente
      (soprattutto più in alto ti rivolgi), è più
      facile che tu vinca al superenalotto!
      W la telecom, viva i sindacati, viva il
      progresso!E' tristissimo, ma è così :(((
    • Anonimo scrive:
      Re: no, non funzionerà...
      Spezzo una lancia in favore di Tiscali:sono utente ADSL tiscali da due mesi e già due volte ho avuto problemi perchè non si sa come la linea mi è scomparsa...La prima volta dopo 4 giorni di telefonate al call-center di Tiscali siamo arrivati alla conclusione che la colpa era (manco a dirlo!) di Telecom e non so in che modo ma sono riusciti (i tecnici Tiscali intendo) a convincere Telecom a riattivarla in 24 ore. Dopo due settimane la stessa storia, solo che stavolta al telefono abbiamo detto : "Manca la linea, è colpa di Telecom come l'altra volta, vedete di fargli sistemare tutto". Risultato, il giorno dopo tutto andava.La cosa che mi ha fatto piacere è la competenza dei ragazzi di Tiscali che almeno sapevano di che si parlava e le diverse tipologie di guasto...Unica pecca, per prendere la linea alle volte ci vogliono 30 - 40 minuti
  • Anonimo scrive:
    bha io non capisco.............................
    Io non capisco come mai tutta sta gente si lamenta dei disservizi di ADSL.Almeno voi un po' si un po' no la avete da noi in montagna va' bene se funzia ISDN.Per cui ZITTI E SOFFRITE IN SILENZIO COME NOI.
    • Anonimo scrive:
      Re: bha io non capisco.............................
      - Scritto da: fred
      Io non capisco come mai tutta sta gente si
      lamenta dei disservizi di ADSL.
      Almeno voi un po' si un po' no la avete da
      noi in montagna va' bene se funzia ISDN.
      Per cui
      ZITTI E SOFFRITE IN SILENZIO COME NOI.Siccome dovrei venire ad abitare in montagna fra un po'... ma il satellite non funziona?Scusa la domanda banale, ma non mi sono mai interessato di SAT & Co.Un saluto.
      • Anonimo scrive:
        Re: bha io non capisco.............................
        Il satellite funziona, ma non è ancora al suo meglio e, soprattutto, quello a due vie reali (DVB-RCS) non sarà disponibile per il consumer ancora a lungo (troppo costoso); per il momento puoi ricorrere a qualche soluzione tipo OpenSky, che ti dà download a larga banda o navigazione veloce sulla base di una cache di siti, ma non up load veloce (che, per ovvi motivi di antenna trasmittente e spazio sul satellite, avviene su normale PTSN con chiamata a un proxy server)
    • Anonimo scrive:
      Re: bha io non capisco.............................
      - Scritto da: fred
      Io non capisco come mai tutta sta gente si
      lamenta dei disservizi di ADSL.
      Almeno voi un po' si un po' no la avete da
      noi in montagna va' bene se funzia ISDN.
      Per cui
      ZITTI E SOFFRITE IN SILENZIO COME NOI.Forse non hai capito una cosa... ISDN e' piu' affidabile di ADSL. Questo e' poco ma sicuro. ISDN funziona nel 99% dei casi, ADSL funzionera' se va bene nel 50%!
    • Anonimo scrive:
      Re: bha io non capisco.............................
      - Scritto da: fred
      Io non capisco come mai tutta sta gente si
      lamenta dei disservizi di ADSL.
      Almeno voi un po' si un po' no la avete da
      noi in montagna va' bene se funzia ISDN.
      Per cui
      ZITTI E SOFFRITE IN SILENZIO COME NOI.Sì, bravo! Così un giorno, se magari arriveranno a coprirti la zona e ti tratteranno di schifo come il tizio dell'articolo non avrai nessun diritto di aprire bocca!Soffri e taci! E' già buono che ogni tanto funzioni, vero?
    • Anonimo scrive:
      Re: bha io non capisco.............................
      - Scritto da: fred
      Io non capisco come mai tutta sta gente si
      lamenta dei disservizi di ADSL.
      Almeno voi un po' si un po' no la avete da
      noi in montagna va' bene se funzia ISDN.
      Per cui
      ZITTI E SOFFRITE IN SILENZIO COME NOI.se mentre io soffro vuoi PAGARE tu per me, va benissimo.almeno ISDN prima ce l'aveva, no?e poi "noi in montagna" ce l'abbiamo pure noi.io sono circondato da montagne.
  • Anonimo scrive:
    hai un piccolo vantaggio
    non devi pagare tanti mesi di canone quanti sono stati i giorni di ritardo dalla richiesta, da quel che ho capito a vita, anche se ti auguro di vivere abbastanza da pagare tanti canoni.se ti basta questa magra consolazione........
    • Anonimo scrive:
      Re: hai un piccolo vantaggio
      e questa da dove viene fuori?sembra una leggenda metropolitana... una fonte più precisa?
      • Anonimo scrive:
        Re: hai un piccolo vantaggio
        - Scritto da: maikid
        e questa da dove viene fuori?
        sembra una leggenda metropolitana... una
        fonte più precisa?e infatti *silenzio*
      • Anonimo scrive:
        Re: hai un piccolo vantaggio
        - Scritto da: maikid
        e questa da dove viene fuori?
        sembra una leggenda metropolitana... una
        fonte più precisa?Tipo ad esempio l'Avantelenco di Telecom Italia, sezione Carta dei servizi, articolo 4 ultimo comma?Cito testualmente:"E' nostro impegno riparare i guasti segnalati ai nostri sportelli telefonici, entro il secondo giorno non festivo successivo a quello in cui è pervenuta la segnalazione, fatta eccezione per guasti di particolare complessità che verranno comunque tempestivamente riparati; in caso di ritardo vi verrà riconosciuto un indennizzo pari al 50% del canone mensile da voi corrisposto per ogni giorno lavorativo di ritardo."Se poi vuoi farti anche due risate leggiti gli altri articoli...
Chiudi i commenti