In Italia le carte di pagamento biometriche

Il Garante per la Privacy ha approvato l'uso sperimentale di carte bancarie contenenti dati biometrici ed equipaggiate di chip RFID. Permetteranno di identificare con precisione i clienti degli istituti di credito


Roma – Il Garante per la Privacy ha dato il via libera per la sperimentazione delle carte di pagamento biometriche , equipaggiate di chip RFID. Le nuove tessere conterranno le impronte digitali del portatore e serviranno per identificare il cliente dell’istituto di credito in qualsiasi momento: da quando entra in banca fino a quando accede via Internet al proprio conto corrente.

Attraverso i dispositivi biometrici, i correntisti dei 17 istituti di credito che partecipano alla sperimentazione potranno ottenere l’ identificazione istantanea attraverso un sistema d’autenticazione alternativo e complementare a quello basato su codici numerici. Le carte biometriche raccoglieranno “le impronte dattiloscopiche delle dita dell’interessato” e serviranno per garantire l’accesso allo sportello, oltre ad abilitare alle operazioni bancarie.

Nel testo approvato dal Garante si parla inoltre di “videocamere per l’identificazione biometrica”: un preludio all’introduzione di tecnologie per l’ identificazione facciale ? I chip sulle nuove carte conterranno infatti anche un’immagine digitalizzata del volto del possessore, progetto su cui già lavora tra gli altri Banca Mediolanum .

Il Garante ha voluto predisporre misure di tutela per evitare che i dati biometrici degli utenti possano essere violati, come ad esempio l’ obbligo di utilizzare tecniche crittografiche asimmetriche o a chiave pubblica. I dati saranno custoditi dai singoli istituti bancari e dagli utenti, così che venga evitata “la possibilità, anche solo tecnica, di decifrare le informazioni senza l’intervento” di terzi non autorizzati.

I clienti delle banche che hanno deciso d’abbracciare la biometria potranno comunque decidere di rimanere al “vecchio sistema” basato su carte magnetiche e codici pin.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • picdp scrive:
    Re: secondo me fanno entrambe schifo

    e secondo me tu hai perso l'occasione per non
    fare la classica figura del mi****one. informati
    su wiki prima di scrivernequesto vale per te. io ho la mia esperienza documentata.
  • Anonimo scrive:
    Re: la gente paventa il comunismo x ques
    - Scritto da: Anonimo
    quando la gente ha paura del comunismo e della
    condivisione di tutto ha paura di questo
    ovvero tutti hanno paura di soccombere, anche se
    ci sono alti ideali di mezzo... e se il motivo
    per cui ci si impoverisce è che tutti siano un
    po' più ricchi
    Lo sviluppo condiviso di risorse non materiali come il software o il sapere non ha niente a che fare con il comunismo economico. Infatti è molto diverso coltivare la campagna o scrivere un testo su un argomento qualsiasi usando il web. E' da quando hanno inventato la scrittura che i nuovi libri si scrivono cercando ispirazione nei vecchi libri, l'innovazione di wikipedia deriva dalle peculiarità dello strumento Internet, e sembra essere piuttosto un miglioramento del concetto tradizionale di sito web.
  • Anonimo scrive:
    Re: la gente paventa il comunismo x ques
    - Scritto da: picdp

    Giù a scazzottarsi pro o contro l'open source,
    la

    wikipedia, il copyright e il DRM... ma chi ci

    guadagna da queste liti e da questa voglia di

    screditare?

    i confronti di opinioni devono essere per forza
    definiti liti?
    ci deve essere per forza un tornaconto quando si
    esprimono le proprie opinioni?Quelli che nascono su questi temi, in questi forum, sono riconducibili spesso a liti e insulti. Non mi riferivo al post prima del mio in particolare, infatti nel mio testo tocco anche altri temi.Il tornaconto può esserci, in senso anche economico, quando le opinioni sono espresse in attacco a un servizio volontario, la cui adesione non è obbligatoria e che comunque non è in monopolio ma presenta varie alternative.E' come mettersi a spregiare da tifosi avversari il gioco di una squadra di calcio invece di tifare in favore della propria. Non migliora il gioco, non incentiva i migliori giocatori, non rasserena gli animi. Però la rissa piace a tanti, e così abbiamo messo in movimento tanti ingranaggi. No, grazie, io non ci sto!

    Eppure centinaia di migliaia di persone si sono

    mobilitate per sostenere questi progetti,

    mettendoci il proprio tempo e la propria fatica:

    possibile che siano liquidabili con una manciata

    d'insulti? :(

    le critiche documentate devono per forza essere
    definite insulti?

    e suvvia, rileggiti l'articolo 21 della
    costituzione.Su su :) , non metterti tra quelli che lanciano il sasso e nascondono il braccio: i post di critiche (e a volte quelli a favore) con uso di insulti sono presenti nel forum a bracciate. Le critiche sono "documentate" a parere di chi le formula: ho letto tra i link riportati anche note che definire "censurate" dal team wikipedia mi sembra ridicolo, nonchè incoerente con la denuncia del "controllo insufficiente" che in genere si attribuisce alle iniziative meno regolamentate (wikipedia, ma anche all'open source, per es.).La goduria alla critica facile è uno sgradevole effetto collaterale al diritto di espressione, e se diventa sterile attacco (e ribadisco che molti post p.i. su questi argomenti ricadono in quest'area, IMHO) non aggiunge un grammo al progresso sociale. Infatti ci troviamo spesso iniezioni pesanti di giudizi trinciati su presunti raffronti tra opinioni e partiti politici di appartenenza (e perchè mai?) e di insulti personali.La differenza tra un civile dibattito e una rissa in piazza spesso passa dalle piccole cose.
    • picdp scrive:
      Re: la gente paventa il comunismo x ques
      - Scritto da: Anonimo
      La differenza tra un civile dibattito e una rissa
      in piazza spesso passa dalle piccole cose.si, e spesso anche dalla sordità, da parte di chi si crede un padreterno, di critiche che hanno l'unico scopo di correggere gli errori di chi predica bene, ma razzola male.mi dispiace che ci sia tanta presunzione da parte dei gestori di wikipedia italia; a causa di questa presunzione credo che il progetto fallirà. e ciò mi dispiace.wikipedia italia è un'ottima idea ma è gestita malissimo, da gente che non sa neanche capire la differenza tra un contributo positivo e una vandalata, tra un consiglio e una demolizione.mi dispiace, ma è così.
  • Anonimo scrive:
    Nature pubblica!
    Un articolo titolato "Saving Italian science":http://search.nature.com/search/?sp-a=sp1001702d&sp-sfvl-field=subject|ujournal&sp-t=results&sp-q=saving%20italian&sp-p=phrase&sp-d=custom&sp-start-day=01&sp-end-day=31&sp-s=datePer chi non fosse registrato, si trova qui:http://snipurl.com/o8ra
  • picdp scrive:
    Re: secondo me fanno entrambe schifo
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    ecco la dimostrazione:





    http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Wikipedi



    Vedo che vuoi evitare l'argomento.

    Invece ha dimostrato quello che ha detto:

    Wikipedia si autodefinisce libera.

    -Dire che Wikipedia si autodefinisce libera è un
    fatto oggettivo.
    -Dire che Wikipedia è libera è un'opinione.

    Quando lui ha corretto la definizione stessa di
    Wikipedia aggiungendo l'oggettivo "che si
    autodefinisce" è stato censurato.

    Il che dimostra che non è libera.non solo censurato, anche accusato di vandalismo
  • Anonimo scrive:
    Re: secondo me fanno entrambe schifo
    - Scritto da: Anonimo

    ecco la dimostrazione:


    http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Wikipedi

    Vedo che vuoi evitare l'argomento.Invece ha dimostrato quello che ha detto:Wikipedia si autodefinisce libera.-Dire che Wikipedia si autodefinisce libera è un fatto oggettivo.-Dire che Wikipedia è libera è un'opinione.Quando lui ha corretto la definizione stessa di Wikipedia aggiungendo l'oggettivo "che si autodefinisce" è stato censurato.Il che dimostra che non è libera.
  • Anonimo scrive:
    é buona e in italiano
    Wikipedia è una buona Enciclopedia è gratuita e in italiano. E' vero ci sono alcuni articoli di parte (vedi politica ecc) ma il lavoro è buono ed è facilmente fruibile a tutti.Britannica è sicuramente più precisa ma è (credo non in italiano) e sopratutto non gratuita.Inoltre non è in rapida evoluzione come wikiun saluto
    • AnyFile scrive:
      Re: é buona e in italiano

      Britannica è sicuramente più precisa ma è (credo
      non in italiano) e sopratutto non gratuita.
      Inoltre non è in rapida evoluzione come wikie non basta schiacciare un paio di tasti su un qualsiasi computer in una qualsiasi (o quasi) parte del mondo per aver la pagina sullo schermoe poter adirittura copiare o riusare il contenuto. (queste due cose sono le cose che distinguono Wikipedia)
    • sylvaticus scrive:
      Re: é buona e in italiano
      ho visto il sito della britannica.. ma che prestigio e prestigio.. sembra il sito di un qualche programma per installarti gli sfondi sul pc o i giochi gratuiti.. un sacco di pubblicità del cazzo (es. sul "quoziente intellettivo"), numerose frasi col punto esclamativo e "free trial!" che poi si perdono nella pagina di registrazione del servizio (a pagamento)... ce n'è abbastanza per sorriderci sopra..
  • Anonimo scrive:
    Alcuni di voi...
    ... mi fanno cagare. Criticare, criticare, criticare. Fate pena. E fate cagare. Lavorate, producete, contribuite, se ne siete in grado. Ma non rompete le palle a chi si da da fare. E' meglio fare che non fare.
  • picdp scrive:
    Re: secondo me fanno entrambe schifo
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo




    fa


    schifo wikipedia perchè spesso chi ci scrive


    cerca di affermare se' stesso tramite un


    nickname.



    Non ci sono nickname su wikipedia, tutti gli

    articoli sono anonimi e aperti al contributo

    collettivo.

    Non proprio. Nonostante chiunque (per adesso)
    possa accedere ad una pagina e modificarla, gli
    utenti registrati lasciano una traccia nella
    cronologia della pagina, o nella discussione,
    spesso vantandosi di ciò che han scritto.

    Guarda tu stesso in una pagina QUALSIASI...

    http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_%28Internet%29

    :Dci sono modifiche che scompaiono per sempre.al termine del paragrafo:http://it.wikipedia.org/wiki/Discussione:Wikipedia#pi.C3.B9_pragmaticamenteovvero:Qui siamo OT, continuo nella pagina di discussione di 84.222.157.16 --Fede (msg) 23:34, 18 dic 2005 (CET)ma seguendo il linkhttp://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Discussioni_utente:84.222.157.16&action=editsi giunge a una pagina svuotata e senza tracce nella cronologia.
  • picdp scrive:
    Re: secondo me fanno entrambe schifo
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo




    Avanti, dimostra che "essere fieri del
    proprio



    lavoro"



    comporta "screditare contenuti validi".










    ecco la dimostrazione:





    http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Wikipedia



    Vedo che vuoi evitare l'argomento.

    se avessi voluto evitare l'argomento non ti avrei
    risposto,non ti pare?

    leggiti i paragrafi 9 e 9.1 delle discussioni che
    sono seguite a questa modifica che ho fatto allo
    scopo di migliorare l'articolo, secondo le regole
    del NPOV delle quai si vantano tanto e te ne
    accorgi.
    peggio dell'inquisizione!ps: ho dimenticato il loghin==================================Modificato dall'autore il 27/03/2006 10.10.51
  • Anonimo scrive:
    Re: secondo me fanno entrambe schifo
    - Scritto da: Anonimo


    Avanti, dimostra che "essere fieri del proprio


    lavoro"


    comporta "screditare contenuti validi".







    ecco la dimostrazione:


    http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Wikipedi

    Vedo che vuoi evitare l'argomento.se avessi voluto evitare l'argomento non ti avrei risposto,non ti pare?leggiti i paragrafi 9 e 9.1 delle discussioni che sono seguite a questa modifica che ho fatto allo scopo di migliorare l'articolo, secondo le regole del NPOV delle quai si vantano tanto e te ne accorgi.peggio dell'inquisizione!
  • Anonimo scrive:
    Re: secondo me fanno entrambe schifo
    - Scritto da: picdp

    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: picdp





    - Scritto da: Anonimo






    Un controsenso non trovi?



    E comunqune che c'e' di male nell'essere
    fieri



    del proprio lavoro, non scredita i contenuti



    validi.





    utopia. è il contrario e l'ipocrisia di chi


    afferma ciò (forse tu lo fai in buona fede

    perchè


    non conosci wikipedia italia l'ho provata
    sulla


    mia pelle



    Avanti, dimostra che "essere fieri del proprio

    lavoro"

    comporta "screditare contenuti validi".




    ecco la dimostrazione:
    http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=WikipediVedo che vuoi evitare l'argomento.
  • picdp scrive:
    Re: secondo me fanno entrambe schifo
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: picdp



    - Scritto da: Anonimo




    Un controsenso non trovi?


    E comunqune che c'e' di male nell'essere fieri


    del proprio lavoro, non scredita i contenuti


    validi.



    utopia. è il contrario e l'ipocrisia di chi

    afferma ciò (forse tu lo fai in buona fede
    perchè

    non conosci wikipedia italia l'ho provata sulla

    mia pelle

    Avanti, dimostra che "essere fieri del proprio
    lavoro"
    comporta "screditare contenuti validi".

    ecco la dimostrazione:http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Wikipedia&diff=prev&oldid=1738492
  • Anonimo scrive:
    Re: secondo me fanno entrambe schifo
    - Scritto da: picdp

    - Scritto da: gerry

    - Scritto da: Anonimo




    In genere quando lavori vieni pagato.
    non sempre, ma devo pur mangiare


    Tu ti fai schifo quando vieni pagato per il
    tuo


    lavoro?
    i soldi non sono il mio unico scopoNon hai risposto.


    E comunqune che c'e' di male nell'essere
    pagati


    per il proprio lavoro, non scredita i
    contenuti


    validi.

    Dipende chi ti paga...
    e anche da chi è pagato.In questo caso, l'editore della Enciclopedia Britannica.
  • Anonimo scrive:
    Re: secondo me fanno entrambe schifo
    - Scritto da: picdp

    - Scritto da: Anonimo


    Un controsenso non trovi?

    E comunqune che c'e' di male nell'essere fieri

    del proprio lavoro, non scredita i contenuti

    validi.

    utopia. è il contrario e l'ipocrisia di chi
    afferma ciò (forse tu lo fai in buona fede perchè
    non conosci wikipedia italia l'ho provata sulla
    mia pelleAvanti, dimostra che "essere fieri del proprio lavoro"comporta "screditare contenuti validi".
  • Anonimo scrive:
    Re: secondo me fanno entrambe schifo
    - Scritto da: gerry
    - Scritto da: Anonimo


    In genere quando lavori vieni pagato.

    Tu ti fai schifo quando vieni pagato per il tuo

    lavoro?

    E comunque che c'e' di male nell'essere pagati

    per il proprio lavoro, non scredita i contenuti

    validi.

    Dipende chi ti paga...Mettiamo che a pagarti sia la Encyclopædia Britannica, Inc. Cio' scredita a priori i contenuti che scrivi?In che modo?
  • picdp scrive:
    Re: secondo me fanno entrambe schifo
    - Scritto da: gerry
    - Scritto da: Anonimo


    In genere quando lavori vieni pagato.non sempre, ma devo pur mangiare

    Tu ti fai schifo quando vieni pagato per il tuo

    lavoro?i soldi non sono il mio unico scopo

    E comunqune che c'e' di male nell'essere pagati

    per il proprio lavoro, non scredita i contenuti

    validi.
    Dipende chi ti paga...e anche da chi è pagato.
  • picdp scrive:
    Re: secondo me fanno entrambe schifo
    - Scritto da: Anonimo
    Un controsenso non trovi?
    E comunqune che c'e' di male nell'essere fieri
    del proprio lavoro, non scredita i contenuti
    validi.utopia. è il contrario e l'ipocrisia di chi afferma ciò (forse tu lo fai in buona fede perchè non conosci wikipedia italia l'ho provata sulla mia pelle
  • gerry scrive:
    Re: secondo me fanno entrambe schifo
    - Scritto da: Anonimo
    In genere quando lavori vieni pagato.
    Tu ti fai schifo quando vieni pagato per il tuo
    lavoro?
    E comunqune che c'e' di male nell'essere pagati
    per il proprio lavoro, non scredita i contenuti
    validi.Dipende chi ti paga...
  • picdp scrive:
    Re: secondo me fanno entrambe schifo
    - Scritto da: Anonimo


    fa

    schifo wikipedia perchè spesso chi ci scrive

    cerca di affermare se' stesso tramite un

    nickname.

    Non ci sono nickname su wikipedia, tutti gli
    articoli sono anonimi e aperti al contributo
    collettivo.seeeee, l'ho visto proprio.su wikipodia hanno come obiettivo il punto di vista neutrale, ma se non coincide col punto di vista dei padroni vieni accusato di vandalismo.ma per favore....
  • mARCOs scrive:
    Articolo su Wikipedia
    L'ho trovato interessante e abbastanza equilibrato.http://magazine.enel.it/boiler/articolifocus/focusarticoli0142.asp
  • Anonimo scrive:
    Re: la gente paventa il comunismo x ques
    - Scritto da: Anonimo
    quando la gente ha paura del comunismo e della
    condivisione di tutto ha paura di questo

    anche di cultura
    anche di sapere
    anche di invenzioni
    anche di divertimentoSono due cose che divergono.O hai paura del comunismo, o hai paura della condivisione dei saperi.Come in Cina, ad esempio, dove i saperi sono così tanto condivisi che l'accesso alla tua cara wikipedia l'hanno vietato. O come a Cuba, dove l'accesso ad internet è una chimera, ed i giornalisti debbono fare lo sciopero della fame per farlo sapere al mondoO come in Corea del Nord, dove finora la "condivisione di cultura, sapere, invenzioni e divertimento" ha portato alla costruzione di utilissime e condivisissime bombe atomiche.Ora dirai che questi non sono veri regimi comunisti. Ma la cosa che mi fa arrabbiare quando parlo con i comunisti e con i cessi sociali, è che praticamente sostengono che nessun paese al mondo che si è definito comuinista sia mai stato un vero regime comunista "come vogliono loro". Laddove, invece, tutti coloro che divergono dal loro modello ideale sono miseramente fascisti; a cominciare - che so - dai liberali.Quindi facci il piacere di emigrare in qualcuno di questi paradisi per "condividere" un po' della tua conoscenza.
    • Anonimo scrive:
      Re: la gente paventa il comunismo x ques

      Ora dirai che questi non sono veri regimi
      comunisti. Ma la cosa che mi fa arrabbiare quando
      parlo con i comunisti e con i cessi sociali, è
      che praticamente sostengono che nessun paese al
      mondo che si è definito comuinista sia mai stato
      un vero regime comunista "come vogliono loro".
      Laddove, invece, tutti coloro che divergono dal
      loro modello ideale sono miseramente fascisti; a
      cominciare - che so - dai liberali.Credo sia chiaro che ci sono teorie ed applicazioni pratiche: non mi stupisce che governi che si definiscono comunisti non ne rispettino il modello teorico, così come esistono governi che si definiscono liberali e non si avvicinano nemmeno ai concetti base della teoria liberale.IMHO questo confronto con stati esistenti non è un buon metro per giudicare nessuno di questi modelli, ma semmai quanto facile ed efficace ne sia risultata la loro applicazione pratica.Tornando al soggetto, c'è differenza tra criticare un team di lavoro che (alcuni sostengono) taglia articoli contestati e un modello (la condivisione della conoscenza come bene comune, non da limitare a chi ha il denaro per comprarla).E' come contestare il concetto e la finalità delle biblioteche pubbliche solo perchè non vi si sono trovati in prestito i libri dell'autore preferito: è distorto e non aiuta.Perchè invece questo livore si materializza (soprattutto qui su P.I.) sempre su temi in cui si scontrano interessi economici e sociali?Giù a scazzottarsi pro o contro l'open source, la wikipedia, il copyright e il DRM... ma chi ci guadagna da queste liti e da questa voglia di screditare? Eppure centinaia di migliaia di persone si sono mobilitate per sostenere questi progetti, mettendoci il proprio tempo e la propria fatica: possibile che siano liquidabili con una manciata d'insulti? :(
      • picdp scrive:
        Re: la gente paventa il comunismo x ques

        Giù a scazzottarsi pro o contro l'open source, la
        wikipedia, il copyright e il DRM... ma chi ci
        guadagna da queste liti e da questa voglia di
        screditare? i confronti di opinioni devono essere per forza definiti liti?ci deve essere per forza un tornaconto quando si esprimono le proprie opinioni?
        Eppure centinaia di migliaia di persone si sono
        mobilitate per sostenere questi progetti,
        mettendoci il proprio tempo e la propria fatica:
        possibile che siano liquidabili con una manciata
        d'insulti? :(le critiche documentate devono per forza essere definite insulti?e suvvia, rileggiti l'articolo 21 della costituzione.
      • JxGtTuAp scrive:
        Re: la gente paventa il comunismo x ques
        http://generic-plavix.com#1778 generic plavix,
      • jNdhJLNfEbe ntzubI scrive:
        Re: la gente paventa il comunismo x ques
        http://alli-120.cf/#4873 alli,
    • Anonimo scrive:
      Re: la gente paventa il comunismo x ques

      Ora dirai che questi non sono veri regimi
      comunisti. Ma la cosa che mi fa arrabbiare quando
      parlo con i comunisti e con i cessi sociali, è
      che praticamente sostengono che nessun paese al
      mondo che si è definito comuinista sia mai stato
      un vero regime comunista "come vogliono loro".
      Laddove, invece, tutti coloro che divergono dal
      loro modello ideale sono miseramente fascisti; a
      cominciare - che so - dai liberali. quoto
    • uZEmECqmUIq nm scrive:
      Re: la gente paventa il comunismo x ques
      1, http://antiviral-drugs.com/#8735 aciclovir 800,
    • pMiFORiGMtC QCLkGip scrive:
      Re: la gente paventa il comunismo x ques
      0, http://bestonlinedatingnow.com/ interracal dating online free,
  • Anonimo scrive:
    Re: Quetso fa capire...
    - Scritto da: Anonimo

    Credo che non hai letto bene l'articolo.non preoccuparti, qui tutti criticano tutto, nascondendo la propria identità sotto l'anonimato......se possono criticano persino madre teresa di calcutta o loro madre......che cazzoni...shdx
  • Anonimo scrive:
    Re: Quetso fa capire...
    Credo che non hai letto bene l'articolo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quetso fa capire...

    Non mi aspettavo di vedere idioti che si
    permettono di criticare anche questo lavoro di
    utilita' pubblica.
    E' un enciclopedia, fatta da volontariQuindi e' ottima?
    in molti
    casi molto utileIn altri no, avanti dillo, che ti costa, ti cadono le unghie?
    e trovi i soliti fessi che
    criticano.E tu sei il solito noioso essere che critica chi critica, dimenticando che e' lecito avere una opinione diversa dalla tua.
    Siete piu' bravi?Io non devo essere piu' bravo del cuoco per dire che il pollo non e' buono. Primo perche' il cuoco puo' sbagliare secondo perche' i miei gusti e le mie esigenze contano nel ruolo che ho, IO mangio il pollo, per cui IO lo giudico.
    fatevela da soli o partecipate!Scommetto che adotti anche tu questo metodo. Quando la tua squadra perde, anzicche' criticare, ti infili i trettari e scendi in campo.Quando in un ufficio ti ritardano una pratica, scavalchi lo sportello e te la fai da te. Se fai cosi', allora accettiamo il rimprovero. Altrimenti no.
    Odiate il "volontariato" e la partecipazione
    collettiva ad un progetto comune? allora siete
    fessi.Odiare? Tua convinzione. Che esagerato e che poco onesto, fare le domande e rispondere per gli altri per poterli insultare.La partecipazione collettiva e' da intendersi buona nei propositi, ma poi vanno anche valutati i risultati. Ad esempio la partecipazione collettiva alle crociate ha portato alle guerre. Il volontariato e' lo stesso, dipende per cosa lo fai e contano anche i risultati. Se io faccio volontariato per una cattiva causa, sono nel giusto? Non basta mica la buona volonta' a giustificare la bonta' di tutto.Oltrettutto chi critica Wikipedia non critica il volontariato come sistema, ma il risultato ottenuto, non lo avevi ancora capito?
    Non vi piace? non usatela.Anche non usandola, uno rimane libero di muovere delle critiche, ti soprende? Io ad esempio non uso mine antiuomo pero' le critico.
    Non sono ne comunista, ne da centro sociale ne
    uno di wikipedia.Non sei neanche una persona educata. "Fesso", "idiota"... e meno male che non ti abbiamo offeso personalmente.
    Mi meraviglio poi che questa e' la stessa gente
    che si permette di criticare chi usa Linux.Affermazione balzana. Davvero e' la stessa? Li hai intervistati tutti?
    I problemi sono altri...Gia', detto questo, detto tutto. Attendiamo la prossima frase fatta.
    spero solo siate bambiniEccola! Che rapidita'!
    che non sapendo cosa far stanno davanti al loro
    bel PC e tra un giochino e l'altro, una
    scaccolata e l'altra, per passare il tempo
    vengono qui a scrivere cretinate.Abbiamo qui scoperto che nel tuo piccolo mondo fatto di livore e santa azione collettiva, chi critica una cosa che a te sta bene e' un fesso, idiota o un bambino scaccoloso che scrive cretinate.E meno male che ci dici che "I problemi sono altri",pensa se erano questi, cosa ci dicevi.
  • Anonimo scrive:
    Quetso fa capire...
    perche' in Italia le cose fatte bene (in tutti i settori) hanno sempre una fine disastrosa.Non mi aspettavo di vedere idioti che si permettono di criticare anche questo lavoro di utilita' pubblica.E' un enciclopedia, fatta da volontari, in molti casi molto utile, e trovi i soliti fessi che criticano.Siete piu' bravi? fatevela da soli o partecipate!Odiate il "volontariato" e la partecipazione collettiva ad un progetto comune? allora siete fessi.Non vi piace? non usatela.Non sono ne comunista, ne da centro sociale ne uno di wikipedia.Mi meraviglio poi che questa e' la stessa gente che si permette di criticare chi usa Linux.I problemi sono altri... spero solo siate bambini che non sapendo cosa far stanno davanti al loro bel PC e tra un giochino e l'altro, una scaccolata e l'altra, per passare il tempo vengono qui a scrivere cretinate.
  • Anonimo scrive:
    Re: secondo me fanno entrambe schifo
    - Scritto da: Anonimo


    fa

    schifo wikipedia perchè spesso chi ci scrive

    cerca di affermare se' stesso tramite un

    nickname.

    Non ci sono nickname su wikipedia, tutti gli
    articoli sono anonimi e aperti al contributo
    collettivo.Non proprio. Nonostante chiunque (per adesso) possa accedere ad una pagina e modificarla, gli utenti registrati lasciano una traccia nella cronologia della pagina, o nella discussione, spesso vantandosi di ciò che han scritto.Guarda tu stesso in una pagina QUALSIASI...http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_%28Internet%29:D
  • Anonimo scrive:
    Re: secondo me fanno entrambe schifo
    - Scritto da: Anonimo


    fa

    schifo wikipedia perchè spesso chi ci scrive

    cerca di affermare se' stesso tramite un

    nickname.

    Non ci sono nickname su wikipedia, tutti gli
    articoli sono anonimi e aperti al contributo
    collettivo.secondo me TU fai schifo
  • Anonimo scrive:
    la gente paventa il comunismo x questo
    quando la gente ha paura del comunismo e della condivisione di tutto ha paura di questoovvero tutti hanno paura di soccombere, anche se ci sono alti ideali di mezzo... e se il motivo per cui ci si impoverisce è che tutti siano un po' più ricchianche di culturaanche di sapereanche di invenzionianche di divertimentoio credo che sia possibilema ... non posso dimostrarlo da solo.Da solo morirei di fame, tutti insieme potremmo dimostrare che l'evoluzione della specie umana è ancora in atto.
  • picdp scrive:
    Re: Wikipedia
    - Scritto da: Anonimo
    ... la scrivono i linari compagni dei LUG, quindi
    è assolutamente la BIBBIA e nessuno può
    permettersi di contestarla!!!!!!non è vero: uso solo linux da oltre 8 anni, non è questo il problema.il problema è solo quello di un nonnismo diffuso, mi sorge il dubbio che sia gestita da gente frustrata e repressa.in 20 ore mi hanno fatto passare completamente la voglia di scriverci sopra.http://punto-informatico.it/forum/pols.asp?mid=1354239&tid=1352037&p=1&r=PI==================================Modificato dall'autore il 27/03/2006 0.23.12
  • Anonimo scrive:
    Wikipedia
    ... la scrivono i linari compagni dei LUG, quindi è assolutamente la BIBBIA e nessuno può permettersi di contestarla!!!!!!
  • picdp scrive:
    secondo me fanno entrambe schifo
    secondo me fa schifo la britannica, perchè chi ci scrive spesso lo fa solo perchè è pagato, fa schifo wikipedia perchè spesso chi ci scrive cerca di affermare se' stesso tramite un nickname.non esiste la verità universale; esiste solo la verità scientificamente accettata in quel certo periodo.casus galilei docet.
    • Anonimo scrive:
      Re: secondo me fanno entrambe schifo

      fa
      schifo wikipedia perchè spesso chi ci scrive
      cerca di affermare se' stesso tramite un
      nickname.Non ci sono nickname su wikipedia, tutti gli articoli sono anonimi e aperti al contributo collettivo.
    • Anonimo scrive:
      Re: secondo me fanno entrambe schifo
      - Scritto da: picdp
      secondo me fa schifo la britannica, perchè chi ci
      scrive spesso lo fa solo perchè è pagatoIn genere quando lavori vieni pagato.Tu ti fai schifo quando vieni pagato per il tuo lavoro?E comunqune che c'e' di male nell'essere pagati per il proprio lavoro, non scredita i contenuti validi.Quando tu lavor fa
      schifo wikipedia perchè spesso chi ci scrive
      cerca di affermare se' stesso tramite un
      nickname.Un controsenso non trovi?E comunqune che c'e' di male nell'essere fieri del proprio lavoro, non scredita i contenuti validi.
      non esiste la verità universale; esiste solo la
      verità scientificamente accettata in quel certo
      periodo.Poche idee confuse.
    • Anonimo scrive:
      Re: secondo me fanno entrambe schifo
      - Scritto da: picdp
      secondo me fa schifo la britannica, perchè chi ci
      scrive spesso lo fa solo perchè è pagato, fa
      schifo wikipedia perchè spesso chi ci scrive
      cerca di affermare se' stesso tramite un
      nickname.
      non esiste la verità universale; esiste solo la
      verità scientificamente accettata in quel certo
      periodo.

      casus galilei docet.e secondo me tu hai perso l'occasione per non fare la classica figura del minchione. informati su wiki prima di scriverne
Chiudi i commenti