In Oklahoma il wireless è per tutti

Le autorità di una cittadina sono pronte a dare il via a un network senza fili e senza confini, e senza costi per la popolazione. Si partirà dal controllo del traffico
Le autorità di una cittadina sono pronte a dare il via a un network senza fili e senza confini, e senza costi per la popolazione. Si partirà dal controllo del traffico

Entro un periodo di tempo relativamente breve, la totalità degli oltre 25mila abitanti di Ponca City , in Oklahoma, potranno fregiarsi di avere a disposizione gratuitamente, caso forse unico in tutti gli Stati Uniti, un network di connettività wireless esteso all’intera superficie della città. Della rete beneficeranno tutti, anche le autorità di polizia che avranno a disposizione uno strumento di controllo aggiuntivo dello stato della viabilità urbana grazie alle cam installate sui mezzi delle pattuglie.

Tali cam saranno utilizzate per trasmettere video in tempo reale dai veicoli direttamente ai distretti di polizia , i cui responsabili potranno così supervisionare l’attività di controllo delle strade ed eventualmente approntare misure aggiuntive se la situazione lo richiedesse.

Come detto, assieme ai poliziotti a beneficiare del network messo in piedi dalla società Honeywell saranno tutti i protagonisti della vita civile e sociale della cittadina: vigili del fuoco, stazioni di emergenza, ufficiali del consiglio comunale e via di questo passo.

“Il 75% dello staff cittadino svolge il proprio compito al di fuori di un ufficio. Quindi questo network è un importante strumento per la produttività dei nostri impiegati. E migliori comunicazioni significano migliore sicurezza e un miglior servizio per tutti i nostri residenti, e una riduzione di costi per la città”, ha sostenuto il sindaco di Ponca City Homer Nicholson.

Avviato dopo il successo di un primo progetto pilota, il “cablaggio” del network senza fili di Honeywell prevede al momento la copertura di 30 miglia quadrate della città con 490 gateway e nodi di accesso sviluppati da Tropos Networks , con la prospettiva dell’implementazione di una massiccia “fase due” con cui far arrivare Internet alle 430 miglia quadrate intorno al perimetro cittadino .

La rete è in grado di “auto-ripararsi”, nella misura in cui se un hot spot diventa improvvisamente irraggiungibile il traffico viene dirottato istantaneamente verso quello più vicino ancora funzionante , potendo così fornire un servizio di connettività in teoria “always-on” e a prova di guasto.

Tra i vantaggi del network di Ponca City ad ogni modo non c’è semplicemente un nuovo canale di controllo per la polizia o Internet gratis per tutti, quanto piuttosto una riduzione di costi concreta e sostanziale nella misura di un 10% in meno di fabbisogno energetico e un risparmio calcolato in 1,3 milioni di dollari all’anno.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 11 2008
Link copiato negli appunti