In Russia si sogna l'open source

Lo sostiene un articolo di Bruce Tober apparso su Newsforge, secondo cui da Vladimir Putin in giù l'open source in Russia viene osservato con sempre maggiore attenzione


Roma – Non dipendere da tecnologie occidentali, mettere al lavoro sviluppatori russi, godere di ampi livelli di sicurezza e affidabilità. C’è questo dietro la sempre maggiore attenzione di cui in Russia gode l’open source, almeno stando ad un articolo firmato da Bruce Tober su Newsforge.

In quella sede si elencano una serie di ragioni per la “crescita di Linux” (e dintorni) in Russia, a cominciare dal fatto che, secondo un esperto della IP-Tel Company, il presidente russo Vladimir Putin sta spingendo per ridurre il più possibile la dipendenza della Russia dalle importazioni di tecnologie e macchinari pesanti dall’Occidente. Le ragioni sono evidenti e tra queste la necessità di aumentare il più possibile le opportunità di mercato delle imprese russe, unico motore per la riduzione della cronica disoccupazione russa.

Stando alle testimonianze raccolte da Tober, uno degli effetti della sempre più diffusa applicazione della legge contro la pirateria sul software è negli sforzi delle imprese di “mettersi in regola”. Un’operazione che comporta anche l’affrontare nuovi costi relativi ai propri strumenti di lavoro, applicativi inclusi. E da qui discenderebbe un crescente interesse del mondo delle imprese per alternative più economiche delle tecnologie proprietarie.

In questo quadro in Russia si starebbero diffondendo server basati su Linux o FreeBSD e non solo nelle aziende ma anche a livello di Pubblica Amministrazione, dove la questione dei costi non è di minore impatto.

Tra le segnalazioni di maggiore interesse il fatto che il ministero della Difesa russo utilizzi una versione personalizzata di un software che secondo gli esperti offre maggiori garanzie di quelli Microsoft o Novell e che è basato sul kernel Linux 2.2. MSVS, questo il nome del sistema, ha già ottenuto l’approvazione anche del ministero degli Interni.

I portavoce di ASPLinux , una delle principali aziende russe dedicate all’open source, sostengono infine che un numero sempre maggiore di agenzie governative e di imprese adotta software libero, una evoluzione che viene vista come inevitabile sebbene possa richiedere ancora lungo tempo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    come e bello sognar
    sogno o son desto
  • Anonimo scrive:
    Linux vince come in Belgio
    Ricordo a tutti l'annuncio fatto qualche tempo fa dal ministro delle finanze del Belgio: "Linux in tutto il ministero".La scorsa settimana è venuto fuori un secondo annuncio: "Sapete cosa c'è di nuovo? Abbiamo cambiato idea. Mettiamo Windows 2000 e non Linux."
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux vince come in Belgio
      - Scritto da: ...
      Ricordo a tutti l'annuncio fatto qualche
      tempo fa dal ministro delle finanze del
      Belgio: "Linux in tutto il ministero".

      La scorsa settimana è venuto fuori un
      secondo annuncio: "Sapete cosa c'è di nuovo?
      Abbiamo cambiato idea. Mettiamo Windows 2000
      e non Linux."Scusa, mi daresti un link?Non è malafede, è che su Google non ho trovato nulla
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux vince come in Belgio
        Non so se c'è già un link. Lo ha annunciato MS ai suoi partner in uno degl i eventi in corso in questi giorni.Ma stai sicuro che arriverà una Press Pass a breve.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux vince come in Belgio
          - Scritto da: ...
          Non so se c'è già un link. Lo ha annunciato
          MS ai suoi partner in uno degl i eventi in
          corso in questi giorni.

          Ma stai sicuro che arriverà una Press Pass a
          breve.Speriamo :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux vince come in Belgio
          - Scritto da: ...
          Non so se c'è già un link. Lo ha annunciato
          MS ai suoi partner in uno degl i eventi in
          corso in questi giorni.fino ad allora (cioè fino al momento in cui il governo Belga potrà esser chiamato a rispondere su queste affermazioni), le tue affermazioni non sono sostenute in alcun modo
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux vince come in Belgio
      Che significa, se M$ è riuscita lì a convincere, in Francia ha perso, il gov. francese ha firmato per la fornitura nella PA con Mandrake, qui in Norvegia idem, e anche altrove ha perso parzialmente come in Germania.Senza contare che sono molti i governi che valutano l'ipotesi di passare all'open source e a Linux, che vedono l'open source prevalere sull'ipotesi closed.Poi, esiste l'open source anche sotto win; l'adozione di win non porta fuori open source.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux vince come in Belgio
        - Scritto da: BSD_like
        Che significa, se M$ è riuscita lì a
        convincere, in Francia ha perso, il gov.
        francese ha firmato per la fornitura nella
        PA con Mandrake,Info? Quantità in gioco? Fonte?
        qui in Norvegia idem, eIdem mica tanto. Al momento siamo solo a buone intenzioni (per altro gia' rimangiate, come si legge nell'articolo).
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux vince come in Belgio
          - Scritto da: Lol


          - Scritto da: BSD_like

          Che significa, se M$ è riuscita lì a

          convincere, in Francia ha perso, il gov.

          francese ha firmato per la fornitura nella

          PA con Mandrake,

          Info? Quantità in gioco? Fonte?http://www.mandrakesoft.com/company/press/pr?n=/pr/business/2247&lg=enEeeeeeeeeeeeeeeeMi dispiace, ma i francesi in questo non sono buzzurri che si fanno colonizzare come noi, e giustamente PIANTANO la Mandrake nella PA (e i tedeschi SuSE).A noi Madeinlinux ci fa schifo?Un saluto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux vince come in Belgio
      - Scritto da: ...
      Ricordo a tutti l'annuncio fatto qualche
      tempo fa dal ministro delle finanze del
      Belgio: "Linux in tutto il ministero".

      La scorsa settimana è venuto fuori un
      secondo annuncio: "Sapete cosa c'è di nuovo?
      Abbiamo cambiato idea. Mettiamo Windows 2000
      e non Linux."Mmmm... Io del Belgio, quando ci sono stato, mi sono fatto l'idea che come corruzione generale ci batte di diverse lunghezze...(e già noi non scherziamo)...e in effetti la cosa mi è stata pure confermata da persone del luogo....Se fai uno più uno.....
  • Anonimo scrive:
    Pubblico & privato
    Da due giorni sono il felice e inebetito possessore di un belliiiiissimo Titanium800, mi da gusto anche solo toccarlo, ha un effetto euforizzante sulla mia instabile psiche e perfino i polpastrelli godono sul titanio come api sul miele (qualcuno dirà mosche sulla merda...è uguale). Sono quindi "vittima" di un sistema proprietario e felice di esserlo eppure...non riesco a pensare a una P.A. in mano alla Apple o a M$ o qualunque altro fornitore di SW o HW chiusi. L'Open Source è, DEVE essere l'unica soluzione per un Paese, una federazione o un pianeta che vogliano assicurare i propri servizi a TUTTI i cittadini, nessuno escluso.Chi pensa o dice il contrario dovrebbe anche dimostrare di non avere interessi diretti in tutto questo.click.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pubblico & privato
      - Scritto da: Latte
      Chi pensa o dice il contrario dovrebbe anche
      dimostrare di non avere interessi diretti in
      tutto questo.Io ho un interesse, da privato cittadino, a far notare il miraggio di sistemi che sembrano gratuiti, che promettono il mondo e poi sono prodotti di secondo, se non terzo, piano. Non voglio che la PA, in nome di questo miraggio del risparmio facile, si svenda, come del resto sta gia' accadendo per scuola e sanita'.
      • Anonimo scrive:
        Re: Pubblico & privato
        - Scritto da: PrivatoCittadino


        - Scritto da: Latte


        Chi pensa o dice il contrario dovrebbe
        anche

        dimostrare di non avere interessi diretti
        in

        tutto questo.

        Io ho un interesse, da privato cittadino, a
        far notare il miraggio di sistemi che
        sembrano gratuiti, che promettono il mondo e
        poi sono prodotti di secondo, se non terzo,
        piano. Non voglio che la PA, in nome di
        questo miraggio del risparmio facile, si
        svenda, come del resto sta gia' accadendo
        per scuola e sanita'.Ancora l'equivoco tra gratis e libero?Un prodotto "free" non deve essere necessariamente gratuito e quello che paventi tu per scuola e sanità succederebbe nella P.A. se il processo di informatizzazione venisse affidato ad un privato come, appunto, M$ o Apple. Il governo devono semplicemente decidere se "acquistare" un prodotto chiuso e proprietario (quindi intrinsecamente pericolos) o un prodotto aperto e verificabile, anche magari allo stesso prezzo!click.
        • Anonimo scrive:
          Re: Pubblico & privato
          Ma porc... come si può affidare un futuro informatico della PA ad un gruppo di persone volontarie disponibili alla sera a portare avanti un progetto (linux)... senza garanzie. Se una persona si ammala ritarda fregandosene, se il gruppo decide ad un tratto di cambiare progetto, decide di abbandonare il progetto vecchio adottato dalle PA... ma vi dìrendete conto... è una storia che non stà in piedi... io credo che le varie PA trovino lucroso tutto questo, ovvio ho risparmiato qua e la, questo lo intasco io... quello te...Un cittadinoinformatico
          • Anonimo scrive:
            Re: Pubblico & privato
            - Scritto da: un cittadino informatico
            Ma porc... come si può affidare un futuro
            informatico della PA ad un gruppo di persone
            volontarie disponibili alla sera a portare
            avanti un progetto (linux)... senza
            garanzie. Se una persona si ammala ritarda
            fregandosene, se il gruppo decide ad un
            tratto di cambiare progetto, decide di
            abbandonare il progetto vecchio adottato
            dalle PA... ma vi dìrendete conto... è una
            storia che non stà in piedi... guarda che questo gruppo di volontari è formato da migliaia di persone lavorano "ufficialmente" a linux, più altre migliaia di hacker (quelli veri) che collaborano occasionalmente segnalando bachi e scrivendo moduli per periferiche varie non supportate dai produttori.tutte queste persone sono unite dalla passione per linux. è un po' difficile che tutte quante si ammalino o cambino idea...alcune persone sono pagate per lavorare su linux. un esempio su tutti è torvalds. e ricorda che non sei obbligato ad usare solo software libero su linux. le applicazioni di database, office, etc. possono benissimo essere closed.io personalmente non sono contrario a questa soluzione. la cosa che mi andare in bestia è che vengano spesi milioni di euro solo per pagare le "licenze" per la piattaforma windows, quando linux costa molto meno ed assolve egregiamenti gli stessi compiti (a meno che i dipendenti vogliano a tutti i costi giocare a flight simulator...).l'importante è non affidarsi completamente ad una sola azienda.
            le varie PA trovino lucroso tutto questo,
            ovvio ho risparmiato qua e la, questo lo
            intasco io... quello te...se sono disonesti, possono fare la cresta anche sulle licenze ms.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pubblico & privato
            - Scritto da: un cittadino strafatto
            guarda che questo gruppo di volontari è
            formato da migliaia di persone lavorano
            "ufficialmente" a linux,Stipendiate da chi? Con che ragione sociale? Italiani, spero.
            tutte queste persone sono unite dalla
            passione per linux. è un po' difficile che
            tutte quante si ammalino o cambino idea...Come e' un po' difficile che ti vengano a fare assistenza gratuita quando ne hai urgente bisogno.
            alcune persone sono pagate per lavorare su
            linux. un esempio su tutti è torvalds. ANTIBUFALA!!!! DOVE SEI???????Il buon Linus e' stipendiato da tale azienda che risponde al nome di Trasmeda. Non campa col pinguino, ma col "ferro".
            e ricorda che non sei obbligato ad usare
            solo software libero su linux.
            le applicazioni di database, office, etc.
            possono benissimo essere closed.Secondo i sogni dei pinguinari anche lo sciaquone del bagno deve essere sotto gpl.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pubblico & privato
            - Scritto da: Lol
            Stipendiate da chi? Con che ragione sociale?
            Italiani, spero.dalle ditte per cui lavorano
            Come e' un po' difficile che ti vengano a
            fare assistenza gratuita quando ne hai
            urgente bisogno.e perche' devono venire loro? Esistono tantissime societa' che offrono tale servizio, forse se ti serve assistenza su windows vengono i coder che hanno lavorato al kernel di win?
            ANTIBUFALA!!!! DOVE SEI???????
            Il buon Linus e' stipendiato da tale azienda
            che risponde al nome di Trasmeda. Non campa
            col pinguino, ma col "ferro".a parte che e' Transmeta e non Transmeda e comunque la Transmeta paga Torvalds anche per occuparsi del kernel di GNU/Linux, come da contratto stipulato. Altri esempio sono Cox stipendiato da RedHat oppure Arcangeli che lavora per suse, devo continuare?Per cortesia prima di postare verifica l'esattezza di quanto sostieni e non scrivere la prima cosa che hai sentito dire, piu' che altro perche' fai la figura del troll.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pubblico & privato
            - Scritto da: z2
            - Scritto da: Lol

            Stipendiate da chi? Con che ragione
            sociale?

            Italiani, spero.
            dalle ditte per cui lavoranoNomi? Numero dipendenti? Fatturati?Altrimenti ti posso parlare delle ditte marziane che sono le migliori.

            Come e' un po' difficile che ti vengano a

            fare assistenza gratuita quando ne hai

            urgente bisogno.
            e perche' devono venire loro? Esistono
            tantissime societa' che offrono tale
            servizio, forse se ti serve assistenza su
            windows vengono i coder che hanno lavorato
            al kernel di win?Ed allora quelli che sviluppano, come campano, se non fanno assistenza?

            ANTIBUFALA!!!! DOVE SEI???????

            Il buon Linus e' stipendiato da tale
            azienda

            che risponde al nome di Trasmeda. Non
            campa

            col pinguino, ma col "ferro".
            a parte che e' Transmeta e non Transmeda e
            comunque la Transmeta paga Torvalds anche
            per occuparsi del kernel di GNU/Linux,Si vede. Specialmente per il fatto che la maggior critica al buon Linus e' di non applicarsi a guardarsi le patch che gli sottopongono nel fine settimana.
            come
            da contratto stipulato. Altri esempio sono
            Cox stipendiato da RedHat oppure Arcangeli
            che lavora per suse, devo continuare?Ecco brava gente, che "guardacaso" sostiene le idee della propria azienda.
            Per cortesia prima di postare verifica
            l'esattezza di quanto sostieni e non
            scrivere la prima cosa che hai sentito dire,
            piu' che altro perche' fai la figura del
            troll.E tu non cambiare nick ogni 10 minuti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pubblico & privato
            - Scritto da: Lol
            Nomi? Numero dipendenti? Fatturati?
            Altrimenti ti posso parlare delle ditte
            marziane che sono le migliori.ma che ne so' apri un motore di ricerca e informati, mica sono sul mio libro paga
            Ed allora quelli che sviluppano, come
            campano, se non fanno assistenza?vengono pagati da diverse ditte che hanno interesse nello sviluppo di GNU/Linux



            ANTIBUFALA!!!! DOVE SEI???????


            Il buon Linus e' stipendiato da tale

            azienda


            che risponde al nome di Trasmeda. Non

            campa


            col pinguino, ma col "ferro".

            a parte che e' Transmeta e non Transmeda e

            comunque la Transmeta paga Torvalds anche

            per occuparsi del kernel di GNU/Linux,

            Si vede. Specialmente per il fatto che la
            maggior critica al buon Linus e' di non
            applicarsi a guardarsi le patch che gli
            sottopongono nel fine settimana.ma che c'entra? Tu hai detto che gli sviluppatori di Linux lavorano nel tempo libero e non sono pagati, io ti ho dimostrato il contrario con degli esempi e ora butti il discorso su una critica a Linus che non c'entra nulla col discorso? Vuoi avere ragione a tutti i costi o sei un troll?


            come

            da contratto stipulato. Altri esempio sono

            Cox stipendiato da RedHat oppure Arcangeli

            che lavora per suse, devo continuare?

            Ecco brava gente, che "guardacaso" sostiene
            le idee della propria azienda.questa non l'ho capita; tu sostenevi che chi sviluppa Linux non lo fa' per lavoro, che importa chi paghi gli sviluppatori, ai fini del nostro discorso, se comunque per loro e' un lavoro a tutti gli effetti?


            Per cortesia prima di postare verifica

            l'esattezza di quanto sostieni e non

            scrivere la prima cosa che hai sentito
            dire,

            piu' che altro perche' fai la figura del

            troll.

            E tu non cambiare nick ogni 10 minuti.
            ???? da quando posto su PI ho sempre usato questo nick, mi puoi dire perche' sostieni che ne avrei usato un altro?
          • Anonimo scrive:
            Re: Pubblico & privato
            lui non è me. :)- Scritto da: Lol


            - Scritto da: z2

            - Scritto da: Lol


            Stipendiate da chi? Con che ragione

            sociale?


            Italiani, spero.

            dalle ditte per cui lavorano

            Nomi? Numero dipendenti? Fatturati?
            Altrimenti ti posso parlare delle ditte
            marziane che sono le migliori.



            Come e' un po' difficile che ti
            vengano a


            fare assistenza gratuita quando ne hai


            urgente bisogno.

            e perche' devono venire loro? Esistono

            tantissime societa' che offrono tale

            servizio, forse se ti serve assistenza su

            windows vengono i coder che hanno lavorato

            al kernel di win?

            Ed allora quelli che sviluppano, come
            campano, se non fanno assistenza?



            ANTIBUFALA!!!! DOVE SEI???????


            Il buon Linus e' stipendiato da tale

            azienda


            che risponde al nome di Trasmeda. Non

            campa


            col pinguino, ma col "ferro".

            a parte che e' Transmeta e non Transmeda e

            comunque la Transmeta paga Torvalds anche

            per occuparsi del kernel di GNU/Linux,

            Si vede. Specialmente per il fatto che la
            maggior critica al buon Linus e' di non
            applicarsi a guardarsi le patch che gli
            sottopongono nel fine settimana.


            come

            da contratto stipulato. Altri esempio sono

            Cox stipendiato da RedHat oppure Arcangeli

            che lavora per suse, devo continuare?

            Ecco brava gente, che "guardacaso" sostiene
            le idee della propria azienda.


            Per cortesia prima di postare verifica

            l'esattezza di quanto sostieni e non

            scrivere la prima cosa che hai sentito
            dire,

            piu' che altro perche' fai la figura del

            troll.

            E tu non cambiare nick ogni 10 minuti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pubblico & privato

            Nomi? Numero dipendenti? Fatturati?
            Altrimenti ti posso parlare delle ditte
            marziane che sono le migliori.Tutti i maggiori produttori di distribuzioni Linux hanno filiali italiane con centinaia di dipendenti.Esistono centinaia di software house che abbracciano l'open source, senza per questo necessariamente "regalare" i propri prodotti: commetti il solito classico errore di confondere free con gratuito. (vedi "Errate interpretazioni di ``open source''" in http://www.gnu.org/philosophy/free-software-for-freedom.it.html)Cosa c'è di incompatibile tra *pagare* i tuoi dipendenti, far *pagare* i tuoi clienti e contemporaneamente *rilasciare* i sorgenti?Lo fanno RedHat, Caldera, SuSe, Mandrake, TurboLinux. E non mi sembra muoiano di fame...Un altro errore lo commetti quando circoscrivi il tuo discorso al solo codice: il dibattito su open/closed abbraccia anche il problema del formato dei dati, non solo del codice.Motorola, Nokia, Sony, Olivetti, Panasonic hanno pubblicato centinaia di protocolli aperti. Pensi sarebhbe stato meglio se le specifiche ISO9660 fossero state chiuse e proprietarie? Credi che aver aperto le ISO9660 abbia danneggiato il mercato?Tutte gli organismi di standardizzazione lavorano in maniera aperta (pensa alla ISO): o forse avresti preferito che si fossero comportati come Microsoft sul formato DOC?Aziende che fatturano e lavorano con l'opensource? Le prime 2 che mi vengono in menteNoze (http://www.noze.it/azienda/index_html)Apple, che ha pubblicato DarwinL'ultimo errore che commetti è pensare che scegliere open o close sia una scelta aut-aut: un'azienda può tranquillamente lavorare con prodotti, codici e formati proprietari ma avere interesse a *finanziare* l'open source. Un esempio? Sun, IBM, Olivetti. E si parla di centinaia di miliardi di finanziamenti.Solo un'analisi approssimativa può far concludere che l'open source sia sostenuto "da volontari" che niente hanno da perdere o da guadagnare; non è la "passione" per Linux che muove il mercato open source. IBM non sborsa miliardi per passione, lo fa' esclusivamente per un rientro economico: che evidentemente esiste.
            Ed allora quelli che sviluppano, come
            campano, se non fanno assistenza?Facedosi finanziare da altri, che hanno interesse che lo sviluppo continui a buoni ritmi. Lo so che può sembrarti fantascientifico, ma sono anni che questo meccanismo è stato avviato e funziona egregiamente: Cox viene pagato per scrivere codice non solo opensource, ma addirittura gratuito. Perchè? Perchè sul codice di Cox si regge l'economia e la competitività di migliaia di aziende, che hanno tutto l'interesse che Cox scriva buon codice, che sia gratuito per avere una massiccia penetrazione nel mercato e che permetta di creare lavoro. Che interesse ha SuSe a donare soldi a quelli di XFree86? Stesso motivo; ci guadagnano tutti: quelli di XFree, che non lavorano gratis o per la gloria; quelli di SuSe, che possono vendere un buon prodotto e far pagare le loro consulenze e la loro assistenza; gli utenti, che possono partecipare allo sviluppo (debugging principalmente), si trovano un prodotto ottimo, sicuro, gratuito e con una buona assistenza dietro.Sfatiamo il mito di prodotto free = niente assistenza; è forse difficile, pagando, trovare chi ti mette su un server Linux e ti garantisce l'assistenza? O forse il fatto che non hai pagato Postfix ti taglia completamente fuori dal mercato?Il segreto è che l'open source ha permesso di separare nettamente la figura dello sviluppatore da quello dell'azienda che offre assistenza; quest'ultima può eventualmente finanziare lo sviluppo, ma non è affatto obbligatorio che le due figure coincidano; nel mondo closed, la chiusura di formati e sorgenti non facilita la nascita di aziende per l'assistenza e lo sviluppatore si trova sempre enormemente avvantaggiato nel fornire assistenza rispetto agli altri. Da chi devi cheieder l'assistenza per Oracle se non da Oracle?
          • Anonimo scrive:
            Re: Pubblico & privato

            Come e' un po' difficile che ti vengano a
            fare assistenza gratuita quando ne hai
            urgente bisogno.quando hai bisogno viene la ms a farti assistenza? sai benissimo che non è così.l'assistenza non è compito degli sviluppatori, ma dei rivenditori (prima regola della Bibbia ms).
            ANTIBUFALA!!!! DOVE SEI???????
            Il buon Linus e' stipendiato da tale azienda
            che risponde al nome di Trasmeda. Non campa
            col pinguino, ma col "ferro".www.google.com
            Secondo i sogni dei pinguinari anche lo
            sciaquone del bagno deve essere sotto gpl.hai ignorato completamente il resto del mio discorso e ti sei limitato a rispondere con una battuta scontata (tipo windows=ctrl+alt+canc)... è un piacere parlare con te.
  • Anonimo scrive:
    Piano d'azione per l'e-Government - Italiano
    Perchè guardare in casa di altri peru, norgegia, basterà la ben piu lucrosa PA italiana ad azzera le perdite microsoft sulle altre PA di secondo piano.
  • Anonimo scrive:
    Re: Aggiornamento a briciole
    Bè, i soldi per il Perù sono reali e attuali (speriamo che il Perù non ne tenga conto, per poche briciole attuali vende una delle sue richezze di domani, e se non lo fà chi non è+ in condizioni economiche agiate ...); come i forti sconti per il Sudafrica di qualche mese fà; come la perdita di soldi per la fornitura nella PA francese (che toccherà M$ quando scadranno via via i contratti per questa fornitura alle varie PA francesi).Più le perdite parziali per ora in Germania (che potrebbe anche lì diventare tot.), etc.Vi sono già alcune perdite reali e tangibili per M$; daltronde nell'art. di ieri di PI Steve Ballmer citava proprio che l'anno in corso non è stato roseo per M$ (che per intenderci può anche significare perdite di contratti i cui effetti liquidi si avranno tra 2 - 3 anni).
  • Anonimo scrive:
    Re: Aggiornamento a briciole

    PS mi dai un link dove si vedono i 550
    milioni di euro per il peru'
    GrazieLo trovi su PI di ieri (o ieri l'altro) anchese la notizia e` di una settimana fa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Aggiornamento a briciole
      - Scritto da: morgan

      PS mi dai un link dove si vedono i 550

      milioni di euro per il peru'

      Grazie
      Lo trovi su PI di ieri (o ieri l'altro) anche
      se la notizia e` di una settimana fa.grassie...
      • Anonimo scrive:
        Re: Aggiornamento a briciole
        Ho cercato il links ma non vede un mancato rinnovo di un contratto per 550Ml $Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Aggiornamento a briciole

          Ho cercato il links ma non vede un mancato
          rinnovo di un contratto per 550Ml $
          CiaoE` un pelino peggio...In questo caso e` MS$ che paga il peru` perusare Windows+Office nella PA.Quindi forse il danno va calcolato cosi:550*2=1100 Milioni di Dollari.
          • Anonimo scrive:
            Re: Aggiornamento a briciole
            - Scritto da: morgan

            Ho cercato il links ma non vede un mancato

            rinnovo di un contratto per 550Ml $

            Ciao
            E` un pelino peggio...
            In questo caso e` MS$ che paga il peru` per
            usare Windows+Office nella PA.
            Quindi forse il danno va calcolato cosi:
            550*2=1100 Milioni di Dollari.La matematica questa sconosciuta...
          • Anonimo scrive:
            Re: Aggiornamento a briciole

            La matematica questa sconosciuta...Forse per te perche io ho fatto:Analisi 1, Analisi 2 e Analisi 3 (in quanto automatico)
          • Anonimo scrive:
            Re: Aggiornamento a briciole
            - Scritto da: morgan

            La matematica questa sconosciuta...
            Forse per te perche io ho fatto:
            Analisi 1, Analisi 2 e Analisi 3 (in quanto
            automatico)Wow ....Questo è la classica dimostrazione che sapendo fare i conti non sai cosa stai conteggiando...550 Milioni di $ di regalie di cui buona parte in software (quindi costo zero) Il peru' non aveva commesse per 550 milioni di Dollari quindi queste commesse non sono state perse...I tuoi 1100 milioni di $ diventano considerevolemente meno e sono tutti scaricabili essendo costi...Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Aggiornamento a briciole
            - Scritto da: Matteo


            - Scritto da: morgan


            La matematica questa sconosciuta...

            Forse per te perche io ho fatto:

            Analisi 1, Analisi 2 e Analisi 3 (in
            quanto

            automatico)

            Wow ....
            Questo è la classica dimostrazione che
            sapendo fare i conti non sai cosa stai
            conteggiando...

            550 Milioni di $ di regalie di cui buona
            parte in software (quindi costo zero) no, non è ZERO: sono entrate che ... non sono entrate, e quindi il conto è NEGATIVO
          • Anonimo scrive:
            Re: Aggiornamento a briciole
            - Scritto da: zap


            - Scritto da: Matteo





            - Scritto da: morgan



            La matematica questa sconosciuta...


            Forse per te perche io ho fatto:


            Analisi 1, Analisi 2 e Analisi 3 (in

            quanto


            automatico)



            Wow ....

            Questo è la classica dimostrazione che

            sapendo fare i conti non sai cosa stai

            conteggiando...



            550 Milioni di $ di regalie di cui buona

            parte in software (quindi costo zero)

            no, non è ZERO: sono entrate che ... non
            sono entrate, e quindi il conto è NEGATIVO
            Quindi mi stai dicendo che il Peru' garantiva 550 milioni di Euro all'anno a MS?
          • Anonimo scrive:
            Re: Aggiornamento a briciole e monopoli
            - Scritto da: Matteo


            - Scritto da: zap





            - Scritto da: Matteo








            - Scritto da: morgan




            La matematica questa
            sconosciuta...



            Forse per te perche io ho fatto:



            Analisi 1, Analisi 2 e Analisi 3 (in


            quanto



            automatico)





            Wow ....


            Questo è la classica dimostrazione che


            sapendo fare i conti non sai cosa stai


            conteggiando...





            550 Milioni di $ di regalie di cui
            buona


            parte in software (quindi costo zero)



            no, non è ZERO: sono entrate che ... non

            sono entrate, e quindi il conto è NEGATIVO



            Quindi mi stai dicendo che il Peru'
            garantiva 550 milioni di Euro all'anno a MS?ti sto dicendo che ms, pur di mantenere una posizione di monopolio, è disposta ad andare in PASSIVO e a regalare i propri prodotti facendo passare questa regaqlìa come una donazione di beneficenzaTra l'altro la posizione di colpevolezza *mondiale* del monopolio si sta aggravandpo: regalare i propri prodotti da parte di un monopolista è sempre un atto grave che porta alla distruzione di quel minimo di competitività che potrebbe essersi creata.microsoft è già stata condannata per atti simili di regalìa forzata (nel processo del caso Nestcape VS microsoft, ad esempio), e rischia di arrivare ad altri procedimenti giudiziari.
          • Anonimo scrive:
            Re: Aggiornamento a briciole e monopoli


            microsoft è già stata condannata per atti
            simili di regalìa forzata (nel processo del
            caso Nestcape VS microsoft, ad esempio), e
            rischia di arrivare ad altri procedimenti
            giudiziari.Stavamo discutendo di cifre o sbaglio?Le condanne attuali e future non centrano nulla con questo discorso.Certo che se l'unico argomento di discussione accettato è questo mi adeguerò sicuramente...
          • Anonimo scrive:
            Re: Aggiornamento a briciole e monopoli
            ma dai e ovvio che di quei 550milioni buona parte e software regalato che il peru non avrebbe comunque comprato... e per questo motivo spero che il peru se ne strafreghi...quello che fa notizia non e la cifra in se, che e gonfiata, ma il gesto di microsoft, che a me non piace, come fa a piacere a te? cosa ha fatto di cosi buono la microsoft per te per essere da te cosi difesa? cosa ha fatto di buono finora la microsoft per meritarsi la tua fiducia di consumatore e utente di servizi della pubblica amministrazione?
          • Anonimo scrive:
            Re: Aggiornamento a briciole e monopoli

            quello che fa notizia non e la cifra in se,
            che e gonfiata, ma il gesto di microsoft,
            che a me non piace, come fa a piacere a te?
            cosa ha fatto di cosi buono la microsoft per
            te per essere da te cosi difesa? cosa ha
            fatto di buono finora la microsoft per
            meritarsi la tua fiducia di consumatore e
            utente di servizi della pubblica
            amministrazione?No è questione di essere difesa da me che sono l'ultimo p@rla, è che a volte alcuni commenti sono veramente senza senso. A me l'idea del software libero piace molto ma penso che bisogna essere equilibrati.I post di alcuni fanatici mi fanno talmente innervosire che mi viene spontaneo cercare di portare un po' di equilibrio...Ciao
          • Anonimo scrive:
            ERA SOLO UN THREAD MATEMATICO...ora e` rovinato
            ...come al solito
          • Anonimo scrive:
            Re: ERA SOLO UN THREAD MATEMATICO...ora e` rovinato
            - Scritto da: morgan
            ...come al solitoA domanda solitamente si risponde; se non si è in grado si tace...Rispondere cambiando argomento è segno di pochezza degli argomenti...
          • Anonimo scrive:
            Re: Aggiornamento a briciole e monopoli
            - Scritto da: Matteo




            microsoft è già stata condannata per atti

            simili di regalìa forzata (nel processo
            del

            caso Nestcape VS microsoft, ad esempio), e

            rischia di arrivare ad altri procedimenti

            giudiziari.

            Stavamo discutendo di cifre o sbaglio?infatti: nella parte del mio commento da te recisa c'era scritto:
            non hai nulla da dire sulla condizione di passivo che microsoft è disposta a sobbarcarsi pur di mantenere una posizione formale ?Vuoi ancora farla apparire come un'operazione a costo zero ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Aggiornamento a briciole e monopoli
            quando la concorrenza è distrutta e hai già conquistato un mercato, te ne frega poco delle multe.ot: xbox non è forse "regalata" per lo stesso scopo? ogni resistenza è inutile, sarete assimilati. :(
            microsoft è già stata condannata per atti
            simili di regalìa forzata (nel processo del
            caso Nestcape VS microsoft, ad esempio), e
            rischia di arrivare ad altri procedimenti
            giudiziari.
  • Anonimo scrive:
    Re: Aggiornamento a briciole
    E' già Germania da quel che so io e non sono le uniche nazioni, anzi raddoppiano circa. Al di là dei progetti probabilmente si aggiungerà anche l'Italia (io credo: non rompetemi il cazzo è la mia opinione).
    • Anonimo scrive:
      Re: Aggiornamento a briciole
      - Scritto da: gsam
      E' già Germania da quel che so io e non sono
      le uniche nazioni, anzi raddoppiano circa.
      Al di là dei progetti probabilmente si
      aggiungerà anche l'Italia (io credo: non
      rompetemi il cazzo è la mia opinione). Senza che lo rompano anche a me, credo anch'io, e lo spero pure, che tocchera anche all'Italia il cambio di rotta che la portera' ad utilizzare software OpenSource e/o gratuito nella PA. Credo che piu' delle percentuali (opinabili pure quelle) e delle perdite economiche, che per qualcuno magari, e a ragione, non rappresentano un grave problema per la casa di Redmond, il problema vero da superare sia di chi si muovera' per primo. Quello che conta, come sempre quando avviene un cambiamento radicale, e' che alcuni abbiano il coraggio di provare, per poi esser seguiti a ruota da gli altri che nel frattempo sono rimasti a guardare. Ed e' questo secondo me', ovvero che qualcuno cominci a muoversi, quello che alla Microsoft arreca maggior danno.
  • Anonimo scrive:
    [OT] giornata magra...
    neache un baco di ie, opera o mozilla, software sun... solo 2 piccole notizie sull'open source.
  • Anonimo scrive:
    Briciole....
    Riporto da http://it.news.yahoo.com/020719/201/1w63j.htmlFatturato anno 2001 MS 28,37 Miliardi di dollariFatturato mancato 27,00 Milioni di EuroPerdita sul fatturato totale(ponendo cambio USD-ERU = 1) 0.095171%Si può capire che grave danno portarà a MS la perdita delle briciole norvegesi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Briciole....
      a parte che ci sono anche tantissime altre briciole possibili da sottrarre a microsoft, a parte che non e solo una questione di soldi, ma di immagine per microsoft, ecc..., quelle che tu chiami briciole potrebbero accelerare significativamente lo sviluppo di software open...
    • Anonimo scrive:
      Re: Briciole.... che bruciano !
      - Scritto da: Matteo

      Si può capire che grave danno portarà a MS
      la perdita delle briciole norvegesi...c'è da chiedersi alloa perchè mai microsoft continui a investire nel mercato norvegiese. A meno che non abbia a cuore anche le briciole.Forse che nelle tue considerazioni manchi di riportare il danno d'immagine dovuto al gran rifiuto di uno Stato occidentale al monopolio microsoft ?(uno Stato che, tra l'altro, contribuisce al finanziamento dei premi Nobel)
      • Anonimo scrive:
        Re: Briciole.... che bruciano !

        c'è da chiedersi alloa perchè mai microsoft
        continui a investire nel mercato norvegiese.
        A meno che non abbia a cuore anche le
        briciole.Investe perchè il mercato è ancora piccolo...
        Forse che nelle tue considerazioni manchi di
        riportare il danno d'immagine dovuto al gran
        rifiuto di uno Stato occidentale al
        monopolio microsoft ?E' solo un non rinnovo di un contratto...Se tu lo vuoi vedere come una mossa ideologica libero di farlo...
        • Anonimo scrive:
          Re: Briciole.... che bruciano !
          sei te che sei cecato e non ti rendi conto...se e davvero cosa di cosi poco conto, perche microsoft ci tiente tanto? esempio peru...
        • Anonimo scrive:
          Re: Briciole.... che bruciano !
          - Scritto da: Matteo


          c'è da chiedersi alloa perchè mai
          microsoft

          continui a investire nel mercato
          norvegese.

          A meno che non abbia a cuore anche le

          briciole.

          Investe perchè il mercato è ancora piccolo...E ti credo, con il regime di monopolio imposto dalla microsoft !Guarda che le parole delle autorità della pA norvegese sono chiare:"Non c'è dubbio - ha spiegato Norman - che tutti i monopolisti spingono i prezzi e fanno sì che i clienti comprino soluzioni più costose di quanto sarebbero se ci fosse un mercato vero"quindi se il mercato è piccolo è proprio perché la presenza di un monopolio "restringe" il mercato ai propri personali bisogni e non più, prosciugando le possibilità ai competitori (se ne rimangono, dopo le attività anticometitive che han fatto condannare il monopolio microsoft)

          Forse che nelle tue considerazioni manchi
          di

          riportare il danno d'immagine dovuto al
          gran

          rifiuto di uno Stato occidentale al

          monopolio microsoft ?

          E' solo un non rinnovo di un contratto..... e con l'unico monopolista sul mercato !E pensare che microsoft fa anche sconti per le PA: "fino al 20 per cento"
          Se tu lo vuoi vedere come una mossa
          ideologica libero di farlo...L'unica ideologia che mi guida è quella della libertà del mercato, condivisa dalle autorità norvegesi, come si legge da http://punto-informatico.it/p.asp?i=40994"il mancato rinnovo del contratto con Microsoft non significa che le agenzie governative non compreranno più programmi dell'azienda, e ha spiegato che non c'è alcun desiderio di andare contro la softwarehouse americana quanto la necessità di agevolare lo sviluppo di un mercato competitivo."se la mia è un'ideologia, allora è condivisa pienamente dalle autorità norvegesi: agevolare lo sviluppo di un mercato competitivo
          • Anonimo scrive:
            Re: Briciole.... che bruciano !


            se la mia è un'ideologia, allora è condivisa
            pienamente dalle autorità norvegesi:
            agevolare lo sviluppo di un mercato
            competitivo
            L'ideologia di molti qui è spazzare via microsoft portando Linux in tutti i campi anche se in alcuni è ancora acerbo...Questa è l'ideologia corrente qui...purtroppo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Briciole.... che bruciano !
            cosa non puo fare linux nella pubblica amministrazione che fa ora windows? dove e acerbo in questo?scusa se mi infervoro ma qua il sistema operativo maturo mi sta dando parecchi grattacapi, voglio installarlo su un disco con qualcosa di marcio nei primi mega, e lui si rifiuta, per convincerlo ho dovuto prendere un boot disk di linuzzo e creare una piccola partizione iniziale in un formato a lui ignoto, perche senno si ostinava a tentare di formattare tutto anche se io non volevo... e un esempio che non centra niente, pero parlando di maturita..
          • Anonimo scrive:
            Re: Briciole.... che bruciano !
            - Scritto da: qweasdzxc
            cosa non puo fare linux nella pubblica
            amministrazione che fa ora windows? dove e
            acerbo in questo?Il discorso è volutamente generico e non orientato alla discussione odierna.In alcuni campi Linux è ancora acerbo come si è dedotto ieri nella discussione sulle differenze tra GIMP e Photoshop.Non si può continuare a pensare che linux oggi vada bene per tutto; ha molti campi di applicazione (server ad esempio) ma in certi ambiti è ancora acerbo!Per quanto riguarda il lavoro delle AP anche un commodore 64 andrebbe bene!Ciao Matteo
          • Anonimo scrive:
            Re: Briciole.... che bruciano !
            - Scritto da: Matteo
            Il discorso è volutamente generico e non
            orientato alla discussione odierna.
            In alcuni campi Linux è ancora acerbo come
            si è dedotto ieri nella discussione sulle
            differenze tra GIMP e Photoshop.
            Non si può continuare a pensare che linux
            oggi vada bene per tutto; ha molti campi di
            applicazione (server ad esempio) ma in certi
            ambiti è ancora acerbo!Campi che evidentemente non interessano la PA Norvegese. L'esempio di GIMP e Photoshop è "volutamente generico e non orientato alla discussione odierna", dato che qui si parla di PA
            Per quanto riguarda il lavoro delle AP anche
            un commodore 64 andrebbe bene!Ecco il punto: nella pubblica amministrazione linux può soppiantare Win( mi permetterai di dire che se "un commodore 64 andrebbe bene" può andar bene pure linux:-)...quindi, perchè pagare una licenza per un prodotto, quando si possono fare le stesse cose con un altro che costa meno?
            Ciao Matteociaonom
          • Anonimo scrive:
            Re: Briciole.... che bruciano !
            - Scritto da: nom


            - Scritto da: Matteo


            Il discorso è volutamente generico e non

            orientato alla discussione odierna.

            In alcuni campi Linux è ancora acerbo come

            si è dedotto ieri nella discussione sulle

            differenze tra GIMP e Photoshop.

            Non si può continuare a pensare che linux

            oggi vada bene per tutto; ha molti campi
            di

            applicazione (server ad esempio) ma in
            certi

            ambiti è ancora acerbo!

            Campi che evidentemente non interessano la
            PA Norvegese. L'esempio di GIMP e Photoshop
            è "volutamente generico e non orientato alla
            discussione odierna", dato che qui si parla
            di PA


            Per quanto riguarda il lavoro delle AP
            anche

            un commodore 64 andrebbe bene!

            Ecco il punto: nella pubblica
            amministrazione linux può soppiantare Win(
            mi permetterai di dire che se "un commodore
            64 andrebbe bene" può andar bene pure
            linux:-)...quindi, perchè pagare una licenza
            per un prodotto, quando si possono fare le
            stesse cose con un altro che costa meno?


            Ciao Matteo

            ciao
            nomMi auguro che tu sappia che in molte realtà i costi delle licenze software sono marginali nell'ambito della spesa informatica complessiva.Ad oggi io non ho una prova concreta che la migrazione verso Linux mi faccia risparmiare soldi(per prova concreta intendo numeri reali). Aggiungo per onestà che, non ho neanche prova contraria.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Briciole.... che bruciano !
            - Scritto da: Matteo

            Mi auguro che tu sappia che in molte realtà
            i costi delle licenze software sono
            marginali nell'ambito della spesa
            informatica complessiva.
            Ad oggi io non ho una prova concreta che la
            migrazione verso Linux mi faccia risparmiare
            soldi(per prova concreta intendo numeri
            reali). Aggiungo per onestà che, non ho
            neanche prova contraria.

            CiaoBeh, il caso amazon dimostra quanto una grande società possa risparmiare adottando software libero (all'incirca 17 milioni di dollari).Ovviamente è solo un esempio e non può essere preso come caso valevole universalmente, ma penso renda bene l'idea.ciaonom
          • Anonimo scrive:
            Re: Briciole.... che bruciano !
            ok ma allora cerchiamo di essere precisi, GIMP e acerbo per la grafica professionale, non linux...ci sono anche altri campi in cui le uniche applicazioni esistenti per linux sono acerbe, questo non rende linux un sistema operativo acerbo... tanto per fare un esempio, tutti i macos prima dell'x sono celebri per la loro gestione non ottimale della memoria, che obbliga i programmatori a sporcarsi le mani e ad andare a gestire le cose a mano (non ho mai avuto un mac, ma questo e quello che ho letto, parole non scritte da idioti ma da gente come john carmack) quindi se ne deduce che in questo ambito i sistemi operativi mac erano molto piu acerbi di altri sistemi... cio non ha impedito loro di essere piattaforme tutt'altro che acerbe per la grafica professionale, giusto?comunque tralasciando queste inutili disquisizioni, il 90% dei pc del mondo non ha alcun bisogno di trattare grafica a livello professionale, quindi l'assenza di una applicazioe di grafica professionale non dovrebbe costituire un limite alla diffusione di sistemi operativi free in moltissimi ambiti
          • Anonimo scrive:
            Re: Briciole.... che bruciano !
            - Scritto da: Matteo



            se la mia è un'ideologia, allora è
            condivisa

            pienamente dalle autorità norvegesi:

            agevolare lo sviluppo di un mercato

            competitivo



            L'ideologia di molti qui è spazzare viarispondo solo delle mie personali opinioni.Gradirei discutere di ciò che è di mia responsabilità e non delle eventuali e ipotetiche "colpe della società" in generale.Tu mi hai tacciato di prendere la questione come ideologica, e io ho controbattuto con istanze di libertà di mercato evidentemente condivise dal governo Norvegese, come dalle dichiarazioni.Coerentemente dovresti tacciare di ideologismo l'intera amministrazione norvegese, ma hai preferito parlare genericamente delle ipotetiche idceologie di fantomatici "molti".Forse che gli argomenti sono finiti ?Se di ideologia si tratta, è la stessa "ideologia" che ha combattuto quella comunista in URSS: l'abbattimento dei monopoli per liberare il mercato da chi lo soffoca.E' questa l'ideologia che MI contesti ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Briciole....
      Bè, devi calcolarci anche la Francia il cui gov. attuale ha stretto accordi nella PA con Mandrake, e sono altri i gov. che stanno studiando l'ipotesi di portarsi via da win, come già parzialmente hanno cominciato a fare oltrettutto (es: Germania).Al mancato fatturato, devi anche sommarci le regalie fatte da Bill Gates nel tentativo di convincere i gov. vari a restare sotto il suo dominio, e gli sconti oltremisura (per la politica M$) fatti per lo stesso motivo (vedi SudAfrica).Quindi devi togliere al tot. di M$ molto di più dell'importo della sola PA norvegese.
      • Anonimo scrive:
        Re: Briciole....
        Perchè guardare in casa di altri peru, norgegia, basterà la ben piu lucrosa PA italiana ad azzera le perdite microsoft sulle altre PA di secondo piano.
  • Anonimo scrive:
    ADESSO BILL GLI DONERA 550 milioni di EURO
    Come ta topic
    • Anonimo scrive:
      Re: ADESSO BILL GLI DONERA 550 milioni di EURO
      - Scritto da: morgan

      Come ta topicNon vedo quale sia il problema.Il mondo del commercio è costruito sulle regalie ai clienti...
      • Anonimo scrive:
        Re: ADESSO BILL GLI DONERA 550 milioni di EURO
        - Scritto da: Matteo
        Non vedo quale sia il problema.
        Il mondo del commercio è costruito sulle
        regalie ai clienti...Oddio che ca%%ata mi sto rotolando a terra dalle risate
        • Anonimo scrive:
          Re: ADESSO BILL GLI DONERA 550 milioni di EURO

          Oddio che ca%%ata mi sto rotolando a terra
          dalle risateIl riso abbonda sul viso de......( e anche di chi non sà neanche di cosa stiamo parlando)
  • Anonimo scrive:
    Ja! Vi elsker dette landet!
    E questo non sarà né il primo, né l'ultimo paese che sceglie l'opensource...Oramai mi sembra che siano stufi un po' tutti della tirannia di Bill!E poi, scegliere open nella P.A. non è solamente una mossa antimicrosoft. Si tratta di spendere con più giudizio e saggezza i soldi pubblici.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ja! Vi elsker dette landet!
      - Scritto da: Atari 2600
      E questo non sarà né il primo, né l'ultimo
      paese che sceglie l'opensource...Sarà anche come dici, ma per il momento,da osservatore neutrale, non posso checonstatare che ci sono tanti buonipropositi e pochi fatti. Tanti bei proclami(dai nostrani Firenze e Lodi ai casiinternazionali) ma poi la cosa è semprerimandata al futuro e c'è sempre qualcheesponente, come in questo caso del restose leggete bene, che tira il freno a manosull'imminente cambiamento.Ciao, Luca
      • Anonimo scrive:
        Re: Ja! Vi elsker dette landet!
        Questi vivono di proclami e pochi fatti. Non togliamogli la gioia di vivere!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ja! Vi elsker dette landet!
          - Scritto da: Lol



          Questi vivono di proclami e pochi fatti. Non
          togliamogli la gioia di vivere!Sarà ma a me risulta che il comune di firenze sia effettivamente già passato a Linux sul lato server da un bel po di tempo,se ne era parlato addirittura su La Nazione ai tempi del virus Nimda
          • Anonimo scrive:
            Re: Ja! Vi elsker dette landet!
            - Scritto da: pikappa

            - Scritto da: Lol







            Questi vivono di proclami e pochi fatti.
            Non

            togliamogli la gioia di vivere!
            Sarà ma a me risulta che il comune di
            firenze sia effettivamente già passato a
            Linux sul lato server da un bel po di
            tempo,se ne era parlato addirittura su La
            Nazione ai tempi del virus NimdaDavvero? Non ne trovo conferma.
  • Anonimo scrive:
    "solo" il 30 percento...
    Secondo me gli brucia abbastanza e non lo ammettono, visto che perdere il 30 percento delle vendite è una bella botta... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: DOMANI L' ANNIVERSARIO DEL MASSACRO DI GENOVA
      - Scritto da: Turk182
      Secondo me gli brucia abbastanza e non lo
      ammettono, visto che perdere il 30 percento
      delle vendite è una bella botta... :)credo si tratti spur sempre di un mercato piccolo....
      • Anonimo scrive:
        Re: "solo" il 30 percento...
        - Scritto da: Ansia
        ma... Perchè diavolo mi ha messo come titolo il massacro di Genova??????????????????????????
        • Anonimo scrive:
          Re: "solo" il 30 percento...
          - Scritto da: Ansia


          - Scritto da: Ansia




          ma...

          Perchè diavolo mi ha messo come titolo il
          massacro di Genova??????????????????????????Usi Mozilla, vero ? :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: "solo" il 30 percento...
            - Scritto da: TeX
            Genova??????????????????????????

            Usi Mozilla, vero ? :-)Si.Sembra che mi prenda "titolo" per username.... O__O
          • Anonimo scrive:
            Re: "solo" il 30 percento...
            - Scritto da: Ansia


            - Scritto da: TeX


            Genova??????????????????????????



            Usi Mozilla, vero ? :-)

            Si.

            Sembra che mi prenda "titolo" per
            username.... O__OLo faceva anche a me.... Bisogna rimuovere le informazioni salvate e non farle più salvare...
          • Anonimo scrive:
            Re: "solo" il 30 percento...
            - Scritto da: TeX



            Sembra che mi prenda "titolo" per

            username.... O__O

            Lo faceva anche a me.... Bisogna rimuovere
            le informazioni salvate e non farle più
            salvare...Uff.... è che veniva comodo.Grazie, CMQ!
      • Anonimo scrive:
        Un cadavere non fa un massacro...
        cvd
        • Anonimo scrive:
          Re: Un cadavere non fa un massacro...
          - Scritto da: cvdehm.... leggere il post e i successivi, invece di fermarsi al titolo? ^__^
    • Anonimo scrive:
      Re: "solo" il 30 percento...
      - Scritto da: Turk182
      Secondo me gli brucia abbastanza e non lo
      ammettono, visto che perdere il 30 percento
      delle vendite è una bella botta... :)il 30 percento di che? dispetto a quando? su base mensile?, annuale?la fonte?il tuo qualunquismo è uguale al nulla
      • Anonimo scrive:
        Re: "solo" il 30 percento...
        - Scritto da: birillom
        - Scritto da: Turk182

        Secondo me gli brucia abbastanza e non lo

        ammettono, visto che perdere il 30
        percento

        delle vendite è una bella botta... :)

        il 30 percento di che? dispetto a quando? su
        base mensile?, annuale???????????Il 30% è il 30%. Al mese, all'anno, al giorno, al picosecondo, al miliardo di anni,..., sempre il 30% rimane.
        la fonte?Microsoft."La divisione locale di Microsoft per il momento ha reagito con tranquillità alle novità, tanto che il suo direttore generale Brynjar Skauvik si è limitato ad affermare che dal settore pubblico norvegese arriva "solo" circa il 30 per cento delle vendite complessive"http://punto-informatico.it/p.asp?i=40994Dando per scontato che PI non si inventi le notizie...
        • Anonimo scrive:
          Re: "solo" il 30 percento...
          Ma gli rispondi anche? Non vedi che non ha manco letto l'articolo...Cmq anche la domanda sul 30% al giorno, al mese con l'esilarante richiesta delle fonti lascia il tempo che trova anche se non ha letto l'articolo.
          • Anonimo scrive:
            Re: "solo" il 30 percento...
            - Scritto da: mahchemondo
            Ma gli rispondi anche? Non vedi che non ha
            manco letto l'articolo...

            Cmq anche la domanda sul 30% al giorno, al
            mese con l'esilarante richiesta delle fonti
            lascia il tempo che trova anche se non ha
            letto l'articolo. pure la tua presenza in questo forum lascia il tempo che trova, l'articolo, dovresti imparare a leggerlo tu, in quanto si diceva che microsoft aveva solo il 30% della pa norvegese e non che aveva perso il 30%
        • Anonimo scrive:
          Re: "solo" il 30 percento...
          grazie della precisazione, un conto è dire che dalla PA norvegese arriva il 30% delle vendite complessive, altro è dire (male) che microsoft ha perso il 30%
  • Anonimo scrive:
    Aspettavano solo...
    ...una versione stabile di Opera per Linux ^___^
  • Anonimo scrive:
    Che botta !
    Cito:La divisione locale di Microsoft per il momento ha reagito con tranquillità alle novità, tanto che il suo direttore generale Brynjar Skauvik si è limitato ad affermare che dal settore pubblico norvegese arriva "solo" circa il 30 per cento delle vendite complessive di software nel paese. "Noi - ha spiegato - siamo per la competizione. Non è certo un dramma".Ma come puo' rimanere impassibile davanti ad un calo del 30% delle vendita in un solo colpo ?Che Bill Gates abbia in programma un viaggio in Norvegia, con tanto di "scultura in vetro di un artista locale" ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Che botta !
      secondo me dopo aver detto un acosa come: "Noi - ha spiegato - siamo per la competizione. Non è certo un dramma", il signor Skauvik rischia seriamente il posto...:-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che botta !
      - Scritto da: Giambo

      Cito:

      La divisione locale di Microsoft per il
      momento ha reagito con tranquillità alle
      novità, tanto che il suo direttore generale
      Brynjar Skauvik si è limitato ad affermare
      che dal settore pubblico norvegese arriva
      "solo" circa il 30 per cento delle vendite
      complessive di software nel paese. "Noi - ha
      spiegato - siamo per la competizione. Non è
      certo un dramma".ma è un direttore della microsoft quello???per me era linus torvalds... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che botta !
      Perchè guardare in casa di altri peru, norgegia, basterà la ben piu lucrosa PA italiana ad azzera le perdite microsoft sulle altre PA di secondo piano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che botta !
      Ieri sono stati annunciati i risultati di MS. +21% di vendite in Europa nell'anno fiscale appena concluso.- Scritto da: Giambo

      Cito:

      La divisione locale di Microsoft per il
      momento ha reagito con tranquillità alle
      novità, tanto che il suo direttore generale
      Brynjar Skauvik si è limitato ad affermare
      che dal settore pubblico norvegese arriva
      "solo" circa il 30 per cento delle vendite
      complessive di software nel paese. "Noi - ha
      spiegato - siamo per la competizione. Non è
      certo un dramma".

      Ma come puo' rimanere impassibile davanti ad
      un calo del 30% delle vendita in un solo
      colpo ?
      Che Bill Gates abbia in programma un viaggio
      in Norvegia, con tanto di "scultura in vetro
      di un artista locale" ?
  • Anonimo scrive:
    Colpa Microsoft e dei venditori di fumo!
    Il sistema operativo Windows 2000 per la maggior parte delle esigenze non serve a nulla, eppure continuano a propagandare come Windows 2000 come uno strumento efficace e tutto fare.A parte che Windows 2000, a parità di macchina funziona più lentamente, non serve a nulla, tranne in sistemi a biprocessore o più, o nel caso che la RAM sia maggiore di 512 Mbyte.Bravo OpenSource!
    • Anonimo scrive:
      Re: Colpa Microsoft e dei venditori di fumo!
      Ma te sei fuori, hai un minimo di sapienza informatica? Persone come te che parlano a vanvera rovinano i prodotti, spero solo che un giorno non ti sentiro dire le stesse cose per linux, visto che di potenza e flessibilità si parla.Frozen
      • Anonimo scrive:
        Re: Colpa Microsoft e dei venditori di fumo!
        - Scritto da: Frozen
        Ma te sei fuori, hai un minimo di sapienza
        informatica? Persone come te che parlano a
        vanvera rovinano i prodotti, spero solo che
        un giorno non ti sentiro dire le stesse cose
        per linux, visto che di potenza e
        flessibilità si parla.

        Frozense c'e' un so che la microsoft ha fatto bene e' proprio win2k... in una wan aziendale e' veramente una perla, (certo con tutti i suoi difetti e s.pack) il problema e' semmai XP che in effetti e' solo propaganda, infatti dove lavoro adesso abbiamo win2k e sto passando i server piano piano a linux (3 in tutto gia :-)) , 1 slackware 8.1 e due redhat 7.3).Non e' che ci si deve incaponire ad attaccare sempre la m$ (che io odio abbastanza), hanno un sacco di difetti, ma non hanno solo quelli :-)i miei due piccoli centsciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Colpa Microsoft e dei venditori di fumo!
          Sono pienamente in accordo, W2K e' forse il sisitema migliore che M$ ha fatto (con tutti i suoi difetti ma chi non ne ha ?).Sparare sempre a zero sulla Microsoft denota semplicemente di valutare obiettivamente il mercato. Personalemnte lato server preferisco Linux, e' piu' stabile ed ha servizi di ottimo livello che su M$ dovrei pagare delle cifre stratosferiche, lato client W2K e' migliore di Linux per il fatto che c'e' da piu' tempo e ormai e stracollaudato (nonostante questo qualche scivolone lo fa ancora).
          • Anonimo scrive:
            Re: Colpa Microsoft e dei venditori di fumo!
            - Scritto da: MadGhigno
            Sono pienamente in accordo, W2K e' forse il
            sisitema migliore che M$ ha fatto (con tutti
            i suoi difetti ma chi non ne ha ?).Certo, sono d'accordo al 100%. Windows NT e meglio ancora Win2k sono i migliori sistemi operativi di MS. Infatti non sono Microsoft.A parte la provocazione, sappiano tutti che il kernel NT/2k/XP è stato scritto da fuoriusciti di Digital.Guardiamoci da quelli che danno addosso a Microsoft solo perchè è di moda. Ragionate col vostro cervello, conservate spirito critico!
    • Anonimo scrive:
      Re: Colpa Microsoft e dei venditori di fumo!
      - Scritto da: TheNinja
      Il sistema operativo Windows 2000 per la
      maggior parte delle esigenze non serve a
      nulla, eppure continuano a propagandare come
      Windows 2000 come uno strumento efficace e
      tutto fare.Scusa ma non posso essere d'accordo. Windows 2000 e Xp sono i PRIMI sistemi operativi decenti che ha lanciato microsoft da quando e' nata (questo giusto per rendere l'idea del letame che ci hanno venduto con i vari Windows 95-98-ME, assolutamente imparagonabili a Linux). Ancora una volta bisogna ringraziare Linux per aver ricreato un MINIMO di concorrenza che ormai Microsoft aveva ucciso e sotterrato da anni, propinandoci pura immondizia digitale come se fosse oro colato.Alberto
      • Anonimo scrive:
        Re: Colpa Microsoft e dei venditori di fumo!
        Un grosso cambiamento in Microsoft lo faranno con il prossimo OS... Longhorn sia per velocità, stabilità e servizi. Io ho potuto provare Windows .NET Enterprise Beta 3, è risultato incredibilmente veloce... veramente veloce.La vera rivoluzione sarà quello dopo Longhorn... il nuovo OS sarà integralmente riscritto basando le fondamenta su .NET, nuovo filesystem, gestione memoria...Linux ha dato una scossa veramente forte e ora Microsoft ha capito che deve competere per sopravvivere... il fatto è che MS è piena di soldi quindi non ci mette molto a comprare brevetti o addirittura parti già fatte o meglio prendere con se i migliori progettisti/programmatori linux/unix.Frozen
  • Anonimo scrive:
    DICIAMOCELO CHIARO E TONDO
    Ormai i DRAGA sta stufando tutti; se non lui le sue licenze capestro che "affittano" il nulla o poco più.Sempre più stanno scoprendo l' Open Source, presto l' effetto sarà a valanga.Consiglio alle Sh di impegnarsi a fondo a sviluppare o migliorare programmi Open Source xchè presto faranno parecchi ottimi affari.
    • Anonimo scrive:
      Re: DICIAMOCELO CHIARO E TONDO
      - Scritto da: Alien
      Ormai i DRAGA sta stufando tutti; se non lui
      le sue licenze capestro che "affittano" il
      nulla o poco più.
      Sempre più stanno scoprendo l' Open Source,
      presto l' effetto sarà a valanga.
      Consiglio alle Sh di impegnarsi a fondo a
      sviluppare o migliorare programmi Open
      Source xchè presto faranno parecchi ottimi
      affari.Buona giornata Alien.Gran paese la Norvegia.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: DICIAMOCELO CHIARO E TONDO
      voglio assumerti come consulente finanziario... ti fa di fare il mio pretoriano dragasaccocce per i miei clienti?
      Consiglio alle Sh di impegnarsi a fondo a
      sviluppare o migliorare programmi Open
      Source xchè presto faranno parecchi ottimi
      affari.
    • Anonimo scrive:
      Re: DICIAMOCELO CHIARO E TONDO
      .....o migliorare programmi Open
      Source xchè presto faranno parecchi ottimi
      affari.forse all'estero,Perchè guardare in casa di altri peru, norgegia, basterà la ben piu lucrosa PA italiana ad azzera le perdite microsoft sulle altre PA di secondo piano.
    • Anonimo scrive:
      Com'e` vero com'e` vero.
      Vero vero vero.E prima o poi finira`, deve finire.Deve finire.
  • Anonimo scrive:
    Grandi!
    ... mi sa che la Norv. non è messa male come il perù, eh gates?
    • Anonimo scrive:
      Re: Grandi!
      - Scritto da: aS
      ... mi sa che la Norv. non è messa male come
      il perù, eh gates? Ssssss... non dirlo neanche per scherzo. Guai. Altrimenti rovini le statistiche d'utilizzo attribuite a Linux del 5% e 6%. Ma tanto come ha detto qualcuno ieri; la Microsoft non prende schiaffi in faccia da nessuno, e qualche milione in meno di norvegesi tra i suo clienti, di certo non le cambiera la vita, cosi dicono sempre i ben informati s'intende. ;) Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Grandi!
        come sempre si blatera a vuoto... io sono pro linux però non vuole dire che se la PA non firma contratti MS gli utenti la seguono... sia chiaro.Casomai la rimanenza del denaro la intasca lo stato.Frozen
        • Anonimo scrive:
          Re: Grandi!
          Chissà perchè il Berlusca non usa Linux per ridurci le tasse...
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandi!
            perchè gli attuali contratti nella PA (settore desktop e workstation dove implementato) sono in vigore con M$ e controfirmati dai vari responsabili dell'allora gov. Prodi e poi Dalema (a cominciare, ovv. essendo 1° ministri) da loro stessi.L'attuale ministro Stanca dell'innovazione tecnologica ha inserito nel doc. di programmazione per la PA l'open source, esplicitando che le varie PA sono licenziate dal ministero a servirsi di tecnologie open source.Il resto è una legge quadro sull'introduzione dell'open source nella PA in discussione ora nel parlamento.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandi!
            [OT]e' forse l'unico settore dove questo governo di lupin 3 si difende bene :-)- Scritto da: BSD_like
            perchè gli attuali contratti nella PA
            (settore desktop e workstation dove
            implementato) sono in vigore con M$ e
            controfirmati dai vari responsabili
            dell'allora gov. Prodi e poi Dalema (a
            cominciare, ovv. essendo 1° ministri) da
            loro stessi.quando si dice la colpa della sinistra :-) (in questo caso e' colpa dell'ignoranza informaticache colpisce il 99% dei parlamentari/senatori)
            L'attuale ministro Stanca dell'innovazione
            tecnologica ha inserito nel doc. di
            programmazione per la PA l'open source,
            esplicitando che le varie PA sono licenziate
            dal ministero a servirsi di tecnologie open
            source.Stanca mi sembra l'unico ministro decente :-)
            Il resto è una legge quadro
            sull'introduzione dell'open source nella PA
            in discussione ora nel parlamento.gia.. speriamo bene, non tutto il male vieneper nuocere...saluti!
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandi!
            Al di là delle opinioni di parte, nessuno addebita alla SX (o centro SX) la colpa di aver stipulato contratti con M$. Sicuramente è colpa dell'ignoranza nel campo; però quello che è magari riprovevole è la scoperta dell'open source per dar fastidio all'attuale esecutivo, che è costretto ad utilizzare i sistemi closed M$ ricevuti in eredità dal gov. di centro SX. Per fortuna che Stanca ha driblato sulla questione (senza cercare lo scontro infruttuoso), ed ha posto l'argomento in modo serio evitando proloqui politici.Purtroppo l'ignoranza tecnico/scientifica nel parlamento regna sovrana.E qui si può criticare le parti, soprattutto il centro SX; quanti sono gli ingegneri in parlamento? Quanti i ricercatori scientifici?Nelle elezioni vinte dal centro SX, "Repubblica" si vantava del fatto che il centro SX avesse portato più laureati in parlamento del centro DX (al di là del fatto che quelli erano parlamentari votati, quindi magari era più corretto chiedersi quanti erano i laureati presentati dalle parti come candidati), a parte la differenza minima di una ventina di parlamentari ("Repubblica" è di parte, quindi è logico attendersi comportamenti enfatizzanti come questo); quello che mi ha colpito era che quasi tutti i laureati del centro SX erano di lauree in culture umaniste; anche il centro DX aveva un nutrito numero di umanisti, ma il numero di ingegneri era superiore percentualmente al centro SX.Se le forze politiche portano più umanisti in parlamento, non c'è da meravigliarsi della mancanza di cultura tecnica in sede parlamentare (e il centro SX con la centralità che dà alla cultura umanista, contribuisce leggermente più degli altri a questo modello).In definitiva, come disse allora Decrescenso al Costanzo Show, "mi piacerebbe sapere quanti sono gli ingegneri in parlamento!"; aggiungiamo anche i ricercatori.Scommettiamo che troviamo un numero esiguo?Scommettiamo che troviamo tra i laureati quasi tutti in filosofia, lettere, scienze politiche, etc.?Non è il parlamento cosi fatto, sbilanciato e oltrettutto retrogrado, vista l'importanza della cultura scientifico/tecnica che ha nel mondo attuale? Rimaniamo sempre e cmq con la ns visione umanista della cultura, la stessa che aveva Benedetto Croce; il quale però pur disprezzando la cultura scientifico/tecnica ed enfatizzando quella umanista, non era in grado di spiegarsi come riusciva a camminare e stare in piedi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandi!
            - Scritto da: BSD_like
            Non è il parlamento cosi fatto, sbilanciato
            e oltrettutto retrogrado, vista l'importanza
            della cultura scientifico/tecnica che ha nel
            mondo attuale? Rimaniamo sempre e cmq con la
            ns visione umanista della cultura, la stessa
            che aveva Benedetto Croce; il quale però pur
            disprezzando la cultura scientifico/tecnica
            ed enfatizzando quella umanista, non era in
            grado di spiegarsi come riusciva a camminare
            e stare in piedi.Basare la vita solo sulla cultura scientifica è come basarla solo su quella umanistica; con una metafora, è come voler camminare con una gamba sola: per camminare bene si ha bisogno di due gambe.Faccio una parentesi storica.Pietro Abelardo, vissuto intorno al 1100, è stato uno dei primi a diffondere in Europa la logica aristotelica mediante i testi e il bagaglio culturale che le civiltà orientali si portavano al seguito con le invasioni dalla Spagna. È stato il germe per il passaggio da una cultura dogmatica clericale a una cultura razionalista laica.Ebbene, Pietro Abelardo, clerico vagante capostipite dei goliardi, ora sulla cattedra a insegnare retorica ora come discepolo di altre dottrine, ha dato alla lingua francese quella struttura e quella forma di cui ancora oggi gode.Ma quel piccolo germoglio ha trovato terreno fertile in Europa in cui, proliferando in silenzio attraverso i secoli, è esploso più tardi nell'illuminismo e ancora nelle grandi scoperte scientifiche dell'800 e del primo '900.La cosa di cui preoccuparsi non è il tipo di cultura dei politici, ma la loro estesa ignoranza e accentuata miopia.E una laurea non fa una persona intelligente nè una persona di cultura, come tanti esempi storici insegnano.Tit.
      • Anonimo scrive:
        Re: Grandi!
        Facevi una figura migliore a leggere l'articolo prima.Ciao troll, oggi mi sa che non ho tempo per giocare, casomai nel pomeriggio.Per la cronaca, dato che come dici tu "non ho argomenti" se su 10 computer 10 hanno Windows (come tu stesso hai detto ieri) e 2 sono in dual boot e hanno Linux (oltre a Windows, sempre come hai detto tu ieri nel tuo post) la media è 10 / 12 = 0.8, nel tuo ufficio la mdia di utilizzo è quindi 0.8%, non so da dove hai tirato fuori quel 120% che dicevi.Matematica al CEPU eh ? Non preoccuparti: ti recupero io con un 100% BSD. Belli i numerini eh ?Saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: Grandi!
          E' ovviamente dell'1.6% :DDevo dare una ripassatina al megacorso della Scuola Radio Elettra
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandi!
            - Scritto da: gsam
            E' ovviamente dell'1.6% :D
            Devo dare una ripassatina al megacorso della
            Scuola Radio ElettraNo !!! Aspetta che mi sono perso ....Eravamo rimasti a 10/12=0.8... Il che utilizzando un'approssimazione grossolana mi può ancora stare bene (in realtà fa 0.83 con il 3 periodico...).Già avevo i miei buoni problemi a capire come 0.8 si trasformi in 0.8%...Ma adesso proprio non riesco a capire come spunta fuori l'1.6%....
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandi!
            Fa tu:Abbiamo 10 computer.Su questi 10 computer è installato Windows.2 di questi hanno oltre a Windows Linux in dual boot.Calcola le percentuali Linux e Windows.Io ho ignorato la faccenda del dualboot
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandi!
            - Scritto da: gsam
            Fa tu:
            Abbiamo 10 computer.
            Su questi 10 computer è installato Windows.
            2 di questi hanno oltre a Windows Linux in
            dual boot.
            Calcola le percentuali Linux e Windows.
            Io ho ignorato la faccenda del dualbootSe su 12 computer (o sistemi operativi installati, fai te), 10 sono Windows 10/12 = 0.83 quindi 83% windows, 20% linux. E l'1.6% da dove viene?
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandi!
            - Scritto da: stupito


            - Scritto da: gsam

            Fa tu:

            Abbiamo 10 computer.

            Su questi 10 computer è installato
            Windows.

            2 di questi hanno oltre a Windows Linux in

            dual boot.

            Calcola le percentuali Linux e Windows.

            Io ho ignorato la faccenda del dualboot

            Se su 12 computer (o sistemi operativi
            installati, fai te), 10 sono Windows 10/12 =
            0.83 quindi 83% windows, 20% linux. E l'1.6%
            da dove viene? Come fai ad avere 83% Windows e il 20% Linux? Scusa il 3% dove che ti avanza dove lo metti? No risposte scurrili, grazie ;) Il suo 1,6%(che poi dovrebbe essere con il 6 periodico) non viene fuori a caso, ma si e' semplicemente sbagliato dimenticando 'no 0 in fondo alla percentuale. Ha calcolato percentuali con l'1% anziche col 10%. Tutto qua. Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandi!
            - Scritto da: gsam
            E' ovviamente dell'1.6% :D Allora lo fai apposta? Cosi' sembra che io ce l'abbia con Te, e birbantone :) Ripassati i Tuoi calcoletti - 10/12 = 0.8 ovvero 1,6 %???Mi sa che al CEPU (Ma poi perche' ce l'hai con sto CEPU, mah?) i calcoli li fanno un po meglio di TE! il 0,8 a casa mia, e nel resto dell'universo conosciuto (anche alla CEPU credo, :) ) fa' in percentuale 8,3% di utilizzo! Moltiplicato per 2 (SO Linux installati un dual boot su Dieci PC) il 16,6%!Come vedi, siamo un po' lontanucci dal Tuo 5%/6%.
            Devo dare una ripassatina al megacorso della
            Scuola Radio Elettra Evito di infierire, senno poi t'incazzi. Sto scherzando dai, non te la prenderai mica per due percentuali? Una percentuale si puo' sbagliare benissimo senza essere dei Troll! Ciao, alle prossime.
        • Anonimo scrive:
          Re: Grandi!
          - Scritto da: gsam
          Facevi una figura migliore a leggere
          l'articolo prima. Come sempre risposte a caso, contento Te.
          Ciao troll, oggi mi sa che non ho tempo per
          giocare, casomai nel pomeriggio. Ciao caro "Amico", Io invece non credo Tu sia un Troll. Certo abbiamo opinioni differenti, questo si. Ma il denigrarti con appellativi vari, di certo, a me, non mi fa' sentire di aver opinioni migliori delle tue.
          Per la cronaca, dato che come dici tu "non
          ho argomenti" se su 10 computer 10 hanno
          Windows (come tu stesso hai detto ieri) e 2
          sono in dual boot e hanno Linux (oltre a
          Windows,
          sempre come hai detto tu ieri nel
          tuo post) la media è 10 / 12 = 0.8 Ma la media de che'? I PC rimangono sempre 10. Con un 20% di sistemi anche Linux. Stop.
          nel tuo
          ufficio Ho detto laboratorio, rileggiti bene il tread. Se avessi solo un ufficio, ovvero con un numero sempre uguale e costante di macchine, la mia statistica non avrebbe avuto senso! Non ti pare?
          la mdia di utilizzo è quindi 0.8%,
          non so da dove hai tirato fuori quel 120%
          che dicevi. Rileggiti il Post. La mia era una rispota stupida a una tua domanda non migliore.
          Matematica al CEPU eh ? Non preoccuparti: ti
          recupero io con un 100% BSD. E qui ci ritroviamo d'accordo.
          Belli i
          numerini eh ? Si l'importante e non darli a caso. ;)
          Saluti Contraccambio per educazione, ma anche per simpatia, oramai. Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Grandi!
            Ormai non c'entra più nulla e il post è senza senso, ma da dove hai tirato fuori 20 % ?Per dualboot si intende che sul computer sono presenti ENTRAMBI i sistemi operativi o sbaglio ?20% significa che su 10 macchine 2 hanno Linux, almeno dai calcoli che faccio io (e non ho fatto il CEPU ma la ben più conosciuta Radio Scuola Elettra).In ogni caso basta girare, mi sembra abbastanza ovvio che a una persona a cui non frega nulla di informatica al di la di interfacce et similia vuole utilizzare le sue periferiche, vuole avere procedure non semplici ma semplicissime nello svolgere i suoi compiti e non si fa il minimo problema a crackare un applicativo. Se poi il prezzo da pagare è non avere un sistema operativo ma un calderone di dll messe a caso pazienza, riformatta e riinizia.E' triste ma dalla mia esperienza è così.Nelle aziende è ovviamente diverso e le cose cambiano, ma IMO Linux viene utilizzato (quando appunto non sono altri Unix) come server.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Grandi!
            - Scritto da: gsam
            Ormai non c'entra più nulla e il post è
            senza senso Beh non proprio senza senso direi visto il topic.
            ma da dove hai tirato fuori 20
            % ?
            Per dualboot si intende che sul computer
            sono presenti ENTRAMBI i sistemi operativi o
            sbaglio ?
            20% significa che su 10 macchine 2 hanno
            Linux, almeno dai calcoli che faccio io (e
            non ho fatto il CEPU ma la ben più
            conosciuta Radio Scuola Elettra). Ascolta mettiamola cosi': E' innegabile che in una situazione ove due macchine su dieci hanno installato oltre a windows pure linux; Linux risulta essere installato sul 20% dei PC. Ecco da dove deriva il mio 20%. Anche se a dir il vero ho detto si 2 PC su 10 ma non ho tenuto conto, volutamente lo ammetto, dell'utenza privata. Cosi facendo probabilmente Linux risulta installato su qualcosina di appena superiore a 1 PC su 10, e praticamente sempre in dual boot con windows. In questo caso e' piu' corretto parlare del 10%, che di perse e' gia tanto, sempre riferito all'ambito privato. Non era mia intenzione mettermi a discutere di percentuali d'utilizzo. Ma piu' semplicemente volevo solo portare a conoscenza che le percentuali stanno salendo e non di poco. Sempre se rapportare all'utenza privata, o perlomeno sta salendo l'interesse per sto coso strano chiamato Linux.
            In ogni caso basta girare, mi sembra
            abbastanza ovvio che a una persona a cui non
            frega nulla di informatica al di la di
            interfacce et similia vuole utilizzare le
            sue periferiche, vuole avere procedure non
            semplici ma semplicissime nello svolgere i
            suoi compiti e non si fa il minimo problema
            a crackare un applicativo. Se poi il prezzo
            da pagare è non avere un sistema operativo
            ma un calderone di dll messe a caso
            pazienza, riformatta e riinizia. Mai parole furono + sagge! Concordo al 101%, tanto per restare in tema di percentuali. ;)
            E' triste ma dalla mia esperienza è così. E la mia, come probabilmente quella di qualsiasi altro lavoratore del settore, non differisce di certo dalla Tua. Se poi sia triste, beh questo non lo so' Probabilmente lo e' per chi ama l'informatica e deve constararlo ogni giorno che passa. Ma per la maggior parte delle persone, a torto o a ragione, il problema neanche non si pone.
            Nelle aziende è ovviamente diverso e le cose
            cambiano, ma IMO Linux viene utilizzato
            (quando appunto non sono altri Unix) come
            server. Anche qui nulla da obiettare, e' la realta e non e' confutabile. Comunque,paradossalmente ai miei post precedenti, una cosa in particolare che hai detto in precedenza, mi ha portato a riflette.Ed ho riflettuto sul fatto che tutto sommato a me non frega + di tanto di quanti utilizzino Linux (discorsi sulla liberta' di scelta e monopolistici a parte, ovviamente). Anzi in tutta onesta' e con franchezza devo ammettere che mi piace usare Linux per tutta una serie di motivi, ma tra questi lo ammetto, sotto sotto lo uso anche perche' ritrovo quel senso di appartenenza a un mondo a parte, che mi ricorda tanto il periodo prima del 90, quando chi aveva un PC a casa era considerato un po strano o perlomeno era visto dal resto della gente come un tipo stravagante.Boh, adesso basta divagazioni cazzeggiose. Auguro un buon fine settimana a te come agli altri, e ci si risente lunedi', o almeno speriamo. :) Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Grandi!
      - Scritto da: aS
      ... mi sa che la Norv. non è messa male come
      il perù, eh gates?Aprire gli occhiPerchè guardare in casa di altri peru, norgegia, basterà la ben piu lucrosa PA italiana ad azzera le perdite microsoft sulle altre PA di secondo piano.
  • Anonimo scrive:
    come una partita...
    GOOOOOOLLLL!!!! a quanto stiamo?
Chiudi i commenti