Incontri/ Mobile Force & Office 2007

Annuncio

Milano – “A un immaginario incontro di “Always On” Anonimi, si confessano coloro che non riescono a stare lontano dalla propria casella e-mail più di dieci minuti e coloro che non riescono a cenare romanticamente senza monitorare costantemente il telefonino – rigorosamente poggiato sul tavolo. Una realtà ormai inopinabile, con tutto ciò che ne consegue. Grazie allo sviluppo delle nuove tecnologie e alla promessa della banda larga, la parola d’ordine di questi tempi è mobilità. Una realtà che, per fortuna, non è solo email addiction”.

Si presenta così una deu giorni dedicata a questi temi, Mobile Force & Office 2007 , che si terrà a Milano il prossimo 22 e 23 maggio, e che sarà l’occasione per presentare anche i dati di alcune ricerche sul complesso e importante rapporto con le nuove tecnologie del lavoro.

“12-step program per i Net dipendenti? – continua la nota – Il dinamismo del mercato del lavoro ha, come sempre accade in questi casi, i suoi apocalittici e i suoi integrati. L’idea di Marsha Egan, Executive Coach, è ormai famosa: l’attaccamento morboso alla propria casella di posta elettronica va combattuto, perché deleterio per l’individuo e per la produttività dell’azienda. Come? La risposta in 12 semplici punti: dalla presa di coscienza della dipendenza all’impegno a tenere vuota la propria casella di posta in arrivo, dalla gestione immediata di email cui può essere data rapida risposta al tentativo di ridurre la mole di posta in entrata. Il risultato dovrebbe essere la celebrazione di un nuovo approccio alla posta elettronica”.

L’incontro, patrocinato dal Forum della NetEconomy, istituito da Comune, Provincia e Camera di Commercio di Milano, è giunto ormai alla sua V edizione e a detta dei promotori è “un momento esclusivo e unico del suo genere per un’analisi strutturata e un approccio concreto alle prospettive future. Si incontreranno Apocalittici e Integrati, Aziende Utilizzatrici e Utilizzatori, email addicted e programmi di sopravvivenza alla net dependency”.

Sul sito dedicato sono disponibili tutte le info sull’evento e la possibilità di registrarsi gratuitamente per parteciparvi (fino ad esaurimento posti).

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    vecchia !!
    La notizia è vecchia è già portato una compatibilità con Linux ed ora devono solo sviluppare la versione ad uso Home !!!La licenza Solaris è già stata cambiata e distribuita assieme al Linux, vedi DistroWatch.com !!! Ciao
  • Anonimo scrive:
    Nel futuro c'è FIWIX
    Fiwix è un sistema operativo libero e open source basato sul kernel linux ma ancora meglio, al momento verrà distribuito negli ambiti universitari scolastici e di ricerca, ma presto diventerà il nuovo sistema operativo del futuro rimpiazzando l'ormai buon vecchio linux... altro che Solaris!Ulteriori informazioni su Fiwixhttp://www.fiwix.org/(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Nel futuro c'è FIWIX
      Ma è solo un progetto didattico... Come fa ad essere il futuro se è ancora allo stato in cui era Linux nel 1993?Gli ci vorranno una decina d'anni forse...E poi è monolitico e compatibile con Linux, è solo un suo clone semplificato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Nel futuro c'è FIWIX
        - Scritto da:
        E poi è monolitico e compatibile con Linux, è
        solo un suo clone
        semplificato.Monolitico è "in", il resto è "out" (Nel senso "fuori", fuori dalla Finestra, fuori Vista, :) ...)
        • Anonimo scrive:
          Re: Nel futuro c'è FIWIX
          Si monolitico non intendevo che è un male, ma solo che non è diverso.Linux è abbastanza avanzato oggi, perché passare ad un suo clone ancora parecchio indietro?
  • Anonimo scrive:
    Perchè?
    Non capisco questa (maggiore) convergenza verso linux. Solaris non ha nulla da invidiare alle varie distro e anzi lo vedo migliore da molti punti di vista (i containers e il filesystem zfs per esempio).L'unico vero vantaggio sarebbe poter avere lo stesso supporto per le periferiche di linux che è molto maggiore di quello di solaris, per il resto linux non vedo quali vantaggi possa portare.Basterebbe migliorare il progetto opensolaris o cmq lo sviluppo di solaris verso una maggiore usabilità per poterlo diffondere come desktop.Ribadisco che non vedo alcun motivo se non quello dei driver per convergere verso linux anzi la vedo una cosa pessima.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè?
      - Scritto da:
      Non capisco questa (maggiore) convergenza verso
      linux. Solaris non ha nulla da invidiare alle
      varie distro e anzi lo vedo migliore da molti
      punti di vista (i containers e il filesystem zfs
      per
      esempio).
      L'unico vero vantaggio sarebbe poter avere lo
      stesso supporto per le periferiche di linux che è
      molto maggiore di quello di solaris, per il resto
      linux non vedo quali vantaggi possa
      portare.
      Basterebbe migliorare il progetto opensolaris o
      cmq lo sviluppo di solaris verso una maggiore
      usabilità per poterlo diffondere come
      desktop.
      Ribadisco che non vedo alcun motivo se non quello
      dei driver per convergere verso linux anzi la
      vedo una cosa
      pessima.Gia' risposto qui :http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1983338&id=1982641&r=PI
  • Anonimo scrive:
    Sun fuori di testa. Morte di Solaris....
    .. il vero Unix è Solaris, non Linux. E Sun cosa fa? Ammazza Solaris per metterci dentro più schifezze possibili di codice di Linux, un'accozzaglia spacciata per Unix.Dopo aver trasformato Java in opensource GPL con quest'altra perla la Sun decreta la sua inesorabile fine. E' una società allo sbando, fallirà più prima che poi.
    • Pejone scrive:
      Re: Sun fuori di testa. Morte di Solaris
      - Scritto da:
      .. il vero Unix è Solaris, non Linux. E Sun cosa
      fa? Ammazza Solaris per metterci dentro più
      schifezze possibili di codice di Linux,
      un'accozzaglia spacciata per
      Unix.

      Dopo aver trasformato Java in opensource GPL con
      quest'altra perla la Sun decreta la sua
      inesorabile fine. E' una società allo sbando,
      fallirà più prima che
      poi.Non mi sembra che Java abbia fatto una brutta fine..Lo troviamo dapertutto invece:Telefonini, web, software vario...
  • Anonimo scrive:
    Drogati di Linux
    Qualcuno finirà con l'affogare in tutta sta fuffa linux... solaris... freesoftware... stallman... open sourcePiù passa il tempo e più mi sembra un orda circoscritta di fanatici impazziti con i piedi sulla luna a ballare la danza del kernel.E io osservo divertito...
    • Anonimo scrive:
      Re: Drogati di Linux
      - Scritto da:
      Qualcuno finirà con l'affogare in tutta sta fuffa
      linux... solaris... freesoftware... stallman...
      open
      source

      Più passa il tempo e più mi sembra un orda
      circoscritta di fanatici impazziti con i piedi
      sulla luna a ballare la danza del
      kernel.

      E io osservo divertito...Beh io non sono un fanatico ma un appassionato che non vede una licenza come una religione da contrapporre un sistema tradizionale di proporre un prodotto.Credo che l'opensource sia un'opportunita' da inserire nei prodotti tradizionali perche' e' complementare rispetto al closed source ed in piu' lavora in favore degli utenti,di tutti.Sara' anche per questo che vedo nella GPL e nella politica della FSF piu' politica che liberta' vera.La liberta' e' un qualcosa che mette in piu',non che toglie.La GPL e' come una licenza commerciale pura: toglie,non aggiunge.
      • Anonimo scrive:
        Re: Drogati di Linux
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Qualcuno finirà con l'affogare in tutta sta
        fuffa

        linux... solaris... freesoftware... stallman...

        open

        source



        Più passa il tempo e più mi sembra un orda

        circoscritta di fanatici impazziti con i piedi

        sulla luna a ballare la danza del

        kernel.



        E io osservo divertito...

        Beh io non sono un fanatico ma un appassionato
        che non vede una licenza come una religione da
        contrapporre un sistema tradizionale di proporre
        un prodotto.Credo che l'opensource sia
        un'opportunita' da inserire nei prodotti
        tradizionali perche' e' complementare rispetto al
        closed source ed in piu' lavora in favore degli
        utenti,di tutti.Sara' anche per questo che vedo
        nella GPL e nella politica della FSF piu'
        politica che liberta' vera.La liberta' e' un
        qualcosa che mette in piu',non che toglie.La GPL
        e' come una licenza commerciale pura: toglie,non
        aggiunge.Toglie o aggiunge cosa ??Pere ? Patate ? Clausole ?Di che stai parlando, spiegati.
        • Anonimo scrive:
          Re: Drogati di Linux
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          - Scritto da:


          Qualcuno finirà con l'affogare in tutta sta

          fuffa


          linux... solaris... freesoftware...
          stallman...


          open


          source





          Più passa il tempo e più mi sembra un orda


          circoscritta di fanatici impazziti con i piedi


          sulla luna a ballare la danza del


          kernel.





          E io osservo divertito...



          Beh io non sono un fanatico ma un appassionato

          che non vede una licenza come una religione da

          contrapporre un sistema tradizionale di proporre

          un prodotto.Credo che l'opensource sia

          un'opportunita' da inserire nei prodotti

          tradizionali perche' e' complementare rispetto
          al

          closed source ed in piu' lavora in favore degli

          utenti,di tutti.Sara' anche per questo che vedo

          nella GPL e nella politica della FSF piu'

          politica che liberta' vera.La liberta' e' un

          qualcosa che mette in piu',non che toglie.La
          GPL


          e' come una licenza commerciale pura: toglie,non

          aggiunge.

          Toglie o aggiunge cosa ??
          Pere ? Patate ? Clausole ? -
          opportunita' quindi liberta' di fare e creare.
          Di che stai parlando, spiegati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Drogati di Linux
            - Scritto da:

            Toglie o aggiunge cosa ??
            opportunita' quindi liberta' di fare e
            creare.Uazzz, Evviva chi sa quotare bene !!!Ho dovuto leggere 3 volte per trovare la tua risposta !!!!Opportunita' di creare ???Ma se hai un intero sistema operativo sul quale creare applicazioni ???Di che parli ???
          • Anonimo scrive:
            Re: Drogati di Linux
            - Scritto da:
            - Scritto da:




            Toglie o aggiunge cosa ??


            opportunita' quindi liberta' di fare e

            creare.


            Uazzz, Evviva chi sa quotare bene !!!
            Ho dovuto leggere 3 volte per trovare la tua
            risposta
            !!!!

            Opportunita' di creare ???
            Ma se hai un intero sistema operativo sul quale
            creare applicazioni
            ???
            Di che parli ???Meglio che rileggi tutto invece di scaldarti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Drogati di Linux
        La GPL è una licenza commerciale? È vero?Ma mentre le licenze commerciali dicono "All rights reserved" la GPL dice: "Some rights reserved". Ed è la più grande genialata che la mente umana abbia potuto partorire.Perché se è vero che io sono il padrone di un'opera dell'ingegno e posso decidere cosa farne, e dove l'industria che si difende col copyright ha deciso di detenere tutti i diritti di copia, modifica e rivendita, chi usa la GPL ha deciso di dare questi diritti, mantenendo solo quello alla paternità e all'obbligo di ridistribuzione negli stessi termini.La GPL è solo una licenza come tante, e non puoi vietare a nessuno di non usarla.Semmai quello che rode ai suoi detrattori è il fatto che ci sia tanta e troppa roba buona diffusa in questa licenza sulla quale non si può lucrare in via esclusiva come si vorrebbe.
        • Anonimo scrive:
          Re: Drogati di Linux
          - Scritto da:
          La GPL è una licenza commerciale? È vero?

          Ma mentre le licenze commerciali dicono "All
          rights reserved" la GPL dice: "Some rights
          reserved".


          Ed è la più grande genialata che la mente umana
          abbia potuto
          partorire.

          Perché se è vero che io sono il padrone di
          un'opera dell'ingegno e posso decidere cosa
          farne,

          e dove l'industria che si difende col copyright
          ha deciso di detenere tutti i diritti di copia,
          modifica e rivendita, chi usa la GPL ha deciso di
          dare questi diritti, mantenendo solo quello alla
          paternità e all'obbligo di ridistribuzione negli
          stessi
          termini.

          La GPL è solo una licenza come tante, e non puoi
          vietare a nessuno di non
          usarla.

          Semmai quello che rode ai suoi detrattori è il
          fatto che ci sia tanta e troppa roba buona
          diffusa in questa licenza sulla quale non si può
          lucrare in via esclusiva come si
          vorrebbe.
          Ecco allora visto che la tua intelligenza e' "some rights reserved" ,il resto dallo ai maiali che sicuramente apprezzano.
          • Anonimo scrive:
            Re: Drogati di Linux
            - Scritto da:
            Ecco allora visto che la tua intelligenza e'
            "some rights reserved" ,il resto dallo ai maiali
            che sicuramente apprezzano.Molto meglio ai maiali che a gente come te...
    • Pejone scrive:
      Re: Drogati di Linux
      - Scritto da:
      Qualcuno finirà con l'affogare in tutta sta fuffa
      linux... solaris... freesoftware... stallman...
      open
      source

      Più passa il tempo e più mi sembra un orda
      circoscritta di fanatici impazziti con i piedi
      sulla luna a ballare la danza del
      kernel.

      E io osservo divertito...Non capisco tutto questo astio.Guarda che tutti hanno solo di che guadagnare dal movimento del software libero.Anche TU. Puoi prendere quello che ti va senza essere obbligato a dare niente in cambio.Se ti pare poco......
      • Anonimo scrive:
        Re: Drogati di Linux
        - Scritto da: Pejone

        - Scritto da:

        Qualcuno finirà con l'affogare in tutta sta
        fuffa

        linux... solaris... freesoftware... stallman...

        open

        source



        Più passa il tempo e più mi sembra un orda

        circoscritta di fanatici impazziti con i piedi

        sulla luna a ballare la danza del

        kernel.



        E io osservo divertito...
        Non capisco tutto questo astio.
        Guarda che tutti hanno solo di che guadagnare dal
        movimento del software
        libero.
        Anche TU. Puoi prendere quello che ti va senza
        essere obbligato a dare niente in
        cambio.
        Se ti pare poco......Astio? Tutto questo astio e' quando si cerca di prendere per i fondelli le persone parlando di liberta' e di diritti ed invece le cose ti vengono imposte.Questo almeno rimandendo nell'ambito GPL.Il vero OpenSource e liberta' se vogliamo essere precisi e' rappresentato dalla BSD che non fa' _assunzioni_ su nulla per nulla.
        • Anonimo scrive:
          Re: Drogati di Linux
          - Scritto da:
          Astio? Tutto questo astio e' quando si cerca di
          prendere per i fondelli le persone parlando di
          liberta' e di diritti ed invece le cose ti
          vengono imposte.Pure io mi sono ritrovato la GPL preinstallata sul notebook 8)
          Il vero OpenSource e liberta' se vogliamo essere
          precisi e' rappresentato dalla BSD che non fa'
          _assunzioni_ su nulla per
          nulla.Prendo atto della tua opinione :)
  • Anonimo scrive:
    L'amore per un figlio
    Capisco Sun, la capisco come capirei un inventore che ama il frutto del proprio lavoro, o una madre e l'amore per il figlio.Che Sun ami Solaris e non voglia vederlo morire, che non sia solo una fonte di reddito, ma una creatura che i loro inventori e programmatori vogliono tenere in vita a tutti i costi.A parte una certa pesantezza a me Solaris è piaciuto. Ma c'è poco da fare Linux è stata una rivoluzione filosofica prima ancora che tecnica o commerciale. Anzi col commercio ha poco a che fare dato che non si vende e non si compra...Quello che succede con Linux e la simpatia che prende l'utente verso questo sistema quando lo conosce meglio, è qualcosa di inspiegabile.Quando lo installi e ti funziona, quando scrivi la prima mail in un forum e trovi chi ti risponde per darti una mano senza chiedere nulla in cambio.Quando contatti il LUG della tua zona e lo inizi a frequentare davanti ad una pizza ed una birra. È un qualcosa che nessun prodotto commerciale ormai riesce più a creare.Ci potranno essere i club degli amanti delle ferrari, delle Harley-Davidson, dell'aeromodellismo. Ma non esiste il club degli amanti dei telefonini Nokia o delle scarpe Nike, e gli stessi forum e club dedicati a Windows non hanno lo stesso fermento e la stessa passione al loro interno proprio perché tutti quelli sono prodotti commerciali, che seguono mode e tendenze e che vanno consumati e risputati per passare a cosa c'è di nuovo... Non hai il tempo di affezionarti, non lo consideri frutto di amore e passione, ma solo una semplice merce.Linux è diverso perché è anche nostro...
    • Anonimo scrive:
      Re: L'amore per un figlio
      - Scritto da:
      Linux è diverso perché è anche nostro...Post un po' esagerato (stiamo parlando di SO, non di figli!), ma tutto sommato mi trova d'accordo.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'amore per un figlio
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Linux è diverso perché è anche nostro...

        Post un po' esagerato (stiamo parlando di SO, non
        di figli!), ma tutto sommato mi trova
        d'accordo.la brama di avere, il peggio della natura umana raggiunge il suo massimo splendore nella follia del freesoftwareil freesoftware, linux e tutto il resto fanno leva esclusivamente sul bisogno di "avere"... poter quindi dire che "è nostro" "è mio" anche se riflettendoci un po' non se ne capisce il motivo
        • Anonimo scrive:
          Re: L'amore per un figlio
          - Scritto da:
          il freesoftware, linux e tutto il resto fanno
          leva esclusivamente sul bisogno di "avere"...Tu si che hai capito che cos'è il software libero (rotfl) !!
    • Anonimo scrive:
      Re: L'amore per un figlio

      Linux è diverso perché è anche nostro...Esatto ed e' quello che pensa pure la comunita' opensolaris nei confronti del codice sorgente di Solaris.Il punto e' cominciare a fare chiarezza sui ruoli.E' quantomai deleterio che Sun si metta davanti alla sua comunita' per due motivi:1) E' una corporation che ha appena rilasciato un sistema proveniente dal mondo commerciale.2) Esiste una comunita' che desidera indipendenza.E' il riferimento primo in ambito open di Solaris.Non e' una semplice succursale di Sun Microsystem,ma pretende nei suoi limiti di mantenere l'iniziativa nel mondo open e come tale deve essere rispettata senza troppe ingerenze che ne svuotino l'autorita'.E' una questione molto delicata ed importante ne va della credibilita' della comunita' stessa.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'amore per un figlio
        Dato che oggi si parla di Amiga tra le news, il paragone con l'Amiga ci azzecca.Amiga ebbe un tale successo che creò comunità di amatori e utenti entusiasti che chiedevano con fermento nuove macchine e che le macchine avessero determinate caratteristiche.Amiga non è morto a causa della sua comunità, fosse dipeso dalla comunità oggi avremmo un computer ed un sistema operativo fantastico, evoluto ed universale per ogni utilizzo.Quando gli interessi sono solo economici, gli effetti delle decisioni possono essere anche distruttivi.Quando una tecnologia frutto di passione e attività creativa muore, è quasi come l'estinzione di una creatura vivente. Mentre invece quando ci forma una comunità di appassionati è come se l'atto creativo ricevesse energia vitale dalla passione di tutti coloro che amano quella creatura.Adesso sto scadendo troppo nel newage e nella spiritualità, ma se Amiga era imperfetto a causa della sua natura commerciale e delle decisioni di chi ne deteneva il copyright e i brevetti, con Linux è totalmente diverso perché non ha componenti sotto brevetto o copyright di un'azienda corruttibile.Vedasi Microsoft che non riesce in alcun modo a distruggerlo ed affossarlo. Ma può solo affiancarsi e cercare di speculare su questo (vedi accordi con Novell e Dell e le fantomatiche protezioni dalle violazioni di brevetti).
        • Anonimo scrive:
          Re: L'amore per un figlio
          - Scritto da:
          L'opensource esiste solo perchè fa comodo ad
          alcune multinazionali che esista.Mi domando come abbia fatto a esistere prima che le multinazionali si interessassero ... Magia :) ?
          L'opensource, Linux... sono tutte megatruffe
          commerciali, armi per abbattere gli avversari.Opensource una truffa ? Spiegati meglio !
          Hanno creato caos nel mondo Unix facendo fallire
          grandi produttori a vantaggio di altri, Vediamo: SUN vuole far fallire il suo Solaris (Ti ricordo che SUN è la maggior fornitrice di codice per Linux) e IBM odia AIX ... C'è qualcosa che mi sfugge :) ?Ah, per favore, quota in maniera decente, grazie ;) ...
        • Anonimo scrive:
          Re: L'amore per un figlio
          Guarda trovo più credibili i complottisti dell'11/9 e degli alieni rettiliani che avrebbero il controllo delle menti dei potenti della terra, che le tue affermazioni su Linux.L'opensource e i primi sistemi Unix BSD sono antecedenti alle multinazionali del software come le conosciamo oggi.Perché fino a metà anni '80 il sistema operativo era parte integrante dell'hardware e non era segreto, i sorgenti venivano consegnati con i minicomputer su nastro o qualche volta anche su libroni di tabulati.Il giovane e ignorante in informatica mi sembri tu...
          • Anonimo scrive:
            Re: L'amore per un figlio
            - Scritto da:
            Guarda trovo più credibili i complottisti
            dell'11/9 e degli alieni rettiliani che avrebbero
            il controllo delle menti dei potenti della terra,
            che le tue affermazioni su
            Linux.

            L'opensource e i primi sistemi Unix BSD sono
            antecedenti alle multinazionali del software come
            le conosciamo
            oggi.
            Perché fino a metà anni '80 il sistema operativo
            era parte integrante dell'hardware e non era
            segreto, i sorgenti venivano consegnati con i
            minicomputer su nastro o qualche volta anche su
            libroni di
            tabulati.

            Il giovane e ignorante in informatica mi sembri
            tu...Hai mischiato su ogni cosa volendo fare a tutti i costi l'erudito. Il fenomeno opensource è nato praticamente con Linux. BSD è un progetto universitario finanziato da multinazionali del calibro di IBM ed altre. Tanto è che non c'entra nulla con GNU/GPL e simili,nati dalla speculazione opensource ideologizzata. Mischiare i fatti storici per darti ragione non porta a nulla, fai solo confusione inutilmente.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'amore per un figlio
            - Scritto da:
            BSD è un progetto universitario finanziato da
            multinazionali del calibro di IBM ed altre.Non mi risulta, dove l'hai letto ?
          • Anonimo scrive:
            Re: L'amore per un figlio
            Da nessuna parte si dice che IBM ha finanziato BSD, rileggi meglio prima di postare :D !!
    • Anonimo scrive:
      Re: L'amore per un figlio
      - Scritto da:
      A parte una certa pesantezza a me Solaris è
      piaciuto. Ma c'è poco da fare Linux è stata una
      rivoluzione filosofica prima ancora che tecnica o
      commerciale. Anzi col commercio ha poco a che
      fare dato che non si vende e non si
      compra...ecco perchè linux farà la fine tipo grande fratello di canale 5... passata l'euforia e la moda iniziali, la gente non saprà più che farsene di un sistema a kernel monolitico nel 2007
      • Anonimo scrive:
        Re: L'amore per un figlio
        - Scritto da:
        la gente non saprà più che farsene
        di un sistema a kernel monolitico nel
        2007Come no, la casalinga di Voghera l'ha detto chiaro e tondo che è stufa dell'UAC di Vista e che con un kernel monolitico proprio non può lavorare.Sta valutando OpenSolaris o un Mac :D
      • Anonimo scrive:
        Re: L'amore per un figlio
        Sinceramente è dal '98 che sento dire che Linux è solo una moda passeggera.Intanto cresce, cresce, cresce...
        • Anonimo scrive:
          Re: L'amore per un figlio
          - Scritto da:
          Sinceramente è dal '98 che sento dire che Linux è
          solo una moda
          passeggera.
          Intanto cresce, cresce, cresce...Ma cresce di che ? Dove sarebbe cresciuto ? Gli mancano i driver come quando è uscito, gli manca il software come quando è uscito. Ed ora peggio dell'inizio ha migliaia di diverse distribuzioni che generano un caos assurdo e nessuno standard.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'amore per un figlio
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Sinceramente è dal '98 che sento dire che Linux
            è

            solo una moda

            passeggera.

            Intanto cresce, cresce, cresce...

            Ma cresce di che ? Dove sarebbe cresciuto ?
            Gli mancano i driver come quando è uscito, gli
            manca il software come quando è uscito. Ed ora
            peggio dell'inizio ha migliaia di diverse
            distribuzioni che generano un caos assurdo e
            nessuno
            standard.Il caos c'è solo nella tua testa, in quanto ai driver ci sono per quasi tutte le periferiche, mentre per il software trovi praticamente di tutto. E senza bisogno di piratarlo...
          • Anonimo scrive:
            Re: L'amore per un figlio
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Sinceramente è dal '98 che sento dire che
            Linux

            è


            solo una moda


            passeggera.


            Intanto cresce, cresce, cresce...



            Ma cresce di che ? Dove sarebbe cresciuto ?

            Gli mancano i driver come quando è uscito, gli

            manca il software come quando è uscito. Ed ora

            peggio dell'inizio ha migliaia di diverse

            distribuzioni che generano un caos assurdo e

            nessuno

            standard.

            Il caos c'è solo nella tua testa, in quanto ai
            driver ci sono per quasi tutte le periferiche,
            mentre per il software trovi praticamente di
            tutto. E senza bisogno di
            piratarlo...Sì, come no.. certo.. i driver per tutto.. funzionanti come quelli sotto Windows.. ma per favore ! Questa favoletta che vi raccontate e raccontate in giro voi fanatici di Linux fa ridere i polli. A furia di dirlo non diventa vero, sai... Qualsiasi software ? Certo, sicuro. Infatti sotto Linux trovi Photoshop,Autocad,WinDVD,PowerDVD,Videostudio,Premiere,Theatertek,DVDLabPro,ChemOffice e tantissimi altri..eh? E non venire a raccontare che la robaccia opensource è migliore, che fai ridere. Gli unici opensource funzionanti come Apache sono tali esclusivamente perchè le multinazionali hanno interessi a farli funzionare e li scrivono loro, non gente nel tempo libero.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'amore per un figlio
            - Scritto da:
            Qualsiasi software ? Certo, sicuro. Infatti sotto
            Linux trovi
            Photoshop,Autocad,WinDVD,PowerDVD,Videostudio,
            Premiere,Theatertek,DVDLabPro,ChemOffice e
            tantissimi altri..eh?Simili, si, li trovi
            E non venire a raccontare che la robaccia
            opensource è migliore, che fai ridere.Spesso è migliore.
            Gli unici opensource funzionanti come Apache sono
            tali esclusivamente perchè le multinazionali
            hanno interessi a farli funzionare e li scrivono
            loro,Questa è una bugia bella e buona :)
          • Anonimo scrive:
            Re: L'amore per un figlio
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Qualsiasi software ? Certo, sicuro. Infatti
            sotto

            Linux trovi

            Photoshop,Autocad,WinDVD,PowerDVD,Videostudio,

            Premiere,Theatertek,DVDLabPro,ChemOffice e

            tantissimi altri..eh?

            Simili, si, li troviSimili vuol dire tutto e nulla.La gente,chi i soldi li tira fuori,non si accontenta del "esiste un prodotto simile".Vuole un prodotto almeno a livello di quello che lascia.Mi limito ad Autocad: non esiste alternativa.Intorno al 2000 Bentley aveva provato con Microstation ma poi non se ne fece piu' nulla.Ad oggi un CAD 2D valido non esiste.Questo e' la realta'.


            E non venire a raccontare che la robaccia

            opensource è migliore, che fai ridere.

            Spesso è migliore.spesso vuol dire tutto e nulla.Servono una buona organizzazione di progetto,denaro e persone capaci.Da questo punto di vista non esiste differenza fra le due realta'.Anzi forse l'opensource ha qualcosa in meno se deve fare uso di tecnologie non libere.Per quanto riguarda correzione bachi e sicurezza in generale l'opensource ha dimostrato quanto sia rapido e valido.Nulla da dire.


            Gli unici opensource funzionanti come Apache
            sono

            tali esclusivamente perchè le multinazionali

            hanno interessi a farli funzionare e li scrivono

            loro,

            Questa è una bugia bella e buona :)Semmai e' vero proprio il contrario.Non si vive di gloria e si deve mangiare senno' si muore.Qundi come grosso progetto stragico e di successo riceve un sacco di soldi per campare.Firefox e' un altro esempio.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'amore per un figlio
            - Scritto da:


            Photoshop,Autocad,WinDVD,PowerDVD,Videostudio,


            Premiere,Theatertek,DVDLabPro,ChemOffice e


            tantissimi altri..eh?



            Simili, si, li trovi

            Simili vuol dire tutto e nulla.La gente,chi i
            soldi li tira fuori,non si accontenta del "esiste
            un prodotto simile".Se i soldi li ha già tirati fuori, potrebbe o rimanere al suo suo sistema attuale o provare con Wine.Se invece parliamo del solito piratone che usa Photoshop per fare due o tre cazzatine, allora GIMP basta e avanza.Lo stesso discorso vale per i programmi di DVD-Authoring.
            Mi limito ad
            Autocad: non esiste alternativa.Chissà perchè quando si parla di software per Linux, qui tutti hanno comperato e usano Photoshop o Autocad :D !!


            Gli unici opensource funzionanti come Apache

            sono


            tali esclusivamente perchè le multinazionali


            hanno interessi a farli funzionare e li
            scrivono


            loro,



            Questa è una bugia bella e buona :)

            Semmai e' vero proprio il contrario.Vorrei sapere quale multinazionale ha scritto i software del progetto Apache ;)E magari anche KDE. O Gnome. O ...
            Firefox e' un altro
            esempio.Quale multinazionale ha scritto FireFox ?
          • Anonimo scrive:
            Re: L'amore per un figlio
            - Scritto da:

            - Scritto da:





            Photoshop,Autocad,WinDVD,PowerDVD,Videostudio,



            Premiere,Theatertek,DVDLabPro,ChemOffice e



            tantissimi altri..eh?





            Simili, si, li trovi



            Simili vuol dire tutto e nulla.La gente,chi i

            soldi li tira fuori,non si accontenta del
            "esiste

            un prodotto simile".

            Se i soldi li ha già tirati fuori, potrebbe o
            rimanere al suo suo sistema attuale o provare con
            Wine.mmmmm no,non capitera' mai a me ed ai miei clienti perche' prima si parte dall'applicazione e poi si arriva fino all'hw.Non parto dal sistema operativo e men che meno linux quando servono applicazioni che (purtroppo?) esistono solo su windows.Non c'e' possibilita' di sbagliare specie quando i soldi non sono i tuoi quindi gli esperimenti su vasta scala partendo da linux non esisteranno mai.
            Se invece parliamo del solito piratone che usa
            Photoshop per fare due o tre cazzatine, allora
            GIMP basta e
            avanza.
            Lo stesso discorso vale per i programmi di
            DVD-Authoring.Certo e' vero non esiste il senso della misura o forse si e' costretti da formati proprietari a volte.Ecco una battaglia giusta per aprire il mercato.Mettere al bando il formato esclusivo dei files come strumento per controllare il mercato.Se pero' il programma opensource non viene scelto perche' e' meno valido di programmi commerciali cosa possibilissima ma stranamente non prevista da certe persone,pazienza basta lavorare per migliorarsi.L'opesource non e' valido a priori.


            Mi limito ad

            Autocad: non esiste alternativa.

            Chissà perchè quando si parla di software per
            Linux, qui tutti hanno comperato e usano
            Photoshop o Autocad :D
            !!
            Forse per altri sara' un buon punto di partenza per mettervi in difficolta' a me non interessa.Se ci fossero,tanto meglio,avrei una soluzione in piu' da proporre.punto.Il problema e' che un sistema per essere popolare ovunque deve anche avere una notevole quantita' di differenti tipi di software e non una quantita' di software spropositata solo di un certo tipo.Questa e' la realta'.Autocad e Photoshop coprono enormi quote di mercato in differenti settori produttivi.Volete qualcosa del genere? Dovrete trattare ottenendo qualcosa e concendendo altro.Di sicuro sacrificherete la tanto amata GPL.



            Gli unici opensource funzionanti come Apache


            sono



            tali esclusivamente perchè le multinazionali



            hanno interessi a farli funzionare e li

            scrivono



            loro,





            Questa è una bugia bella e buona :)



            Semmai e' vero proprio il contrario.

            Vorrei sapere quale multinazionale ha scritto i
            software del progetto Apache
            ;)
            E magari anche KDE. O Gnome. O ...


            Firefox e' un altro

            esempio.

            Quale multinazionale ha scritto FireFox ?Le multinazionali (Sun,IBM,HP,Google,ecc..) FINANZIANO i progetti di fondazioni come Mozilla o Apache perche' sono fondamentali e strategici.Come credi che campino altrimenti?A sua volta pero' queste ultime possono anche finanziare progetti minori ma non meno importanti come OpenSSH da parte di Mozilla stessa.Quelli invece che non fanno il salto di qualita' e' perche' spesso non interessano abbastanza.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'amore per un figlio
            Guarda che per Unix e Linux ci sono software di CAD parecchio più potenti (e costosi) di AutoCAD.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'amore per un figlio
            - Scritto da:
            Guarda che per Unix e Linux ci sono software di
            CAD parecchio più potenti (e costosi) di
            AutoCAD.Secondo te non lo so? Non li ho citati perche' i CAD/CAE/CAM sono per altri usi specie nel 3D cosa diversa da AutoCAD ed il 2D tradizionale.Quindi non mi _riferisco_ a software come MSC Patran,PTC Wildfire (ProE),IBM Catia ecc.
  • Anonimo scrive:
    veramente ridicolo
    chiamare un sistema Solinux dove non c'è Linux ma soltanto la parte GNU.Poi il progetto esiste già ed è una derivata di Debian che utilizza Solaris come kernel:http://www.gnusolaris.org/gswiki
  • Anonimo scrive:
    Ci vuole CHIAREZZA!!
    Insomma se si capisce qualche cosa si capisce molto poco.Insomma a che cosa serve OpenSolaris? Per vendere di piu'? ok ecco il primo punto fermo.Han voluto fare la comunita' OpenSolaris di tasca loro con ogni probabilita' per incrementare la diffusione e migliorare Solaris.ottimo,secondo punto fermo.Oggi forse un poco insoddisfatti annunciano l'ennesimo avvicinamento a linux (per voce dell'incolpevole Ian) sia come approccio sia come licenza.Domanda,se fa' tutto Sun e decide tutto quanto,qualcuno mi spiega a che c***o serve la comunita' OpenSolaris?? Insomma si decidano: il sistema e' una base ottima,la licenza pure nonvedo perche' rincorrere la GPL e l'usabilita' di Linux,quando per fare tendenza basterebbe un sacco di concretezza in piu' cosa che che linux non ha mai avuto e mai avra'.Vogliono che la si usi nei desktop? Ok driver e molte applicazioni grafiche,la gente e' disposta a pagare se la cosa funziona bene ed e' una valida alternativa,senza muovere idee di opensource molto personali.Posso capire,alla Sun ci lavorano molti talenti di Unix forse i migliori sul campo per competenza qundi e' ovvio che l'approccio allo sviluppo del sistema sia a livelli massimi e finalizzati.Niente improvvisazione dell'ultim'ora e tanti,tanti test perche' ogni cosa deve funzionare a dovere.Pensate la ksh93 che sostituira' la ksh88 non e' ancora subentrata perche' non ha passato tutti i controlli di compatibilita' e retrocompatibilita'.Tuttavia le comunita' opensource sono altra cosa,non sono industrie di software superorganizzate ma nelle loro capacita' un poco artigianali,un poco anarchiche vanno ad integrare e a legittimare un prodotto nel mercato ma soprattuto mantengono quello spirito d'iniziativa e quell'indipendenza che OpenSolaris Project non ha mai raggiunto.Ripeto non siamo degli specchietti per le allodole,siamo persone che crediamo fortemente nel progetto e che vogliamo mettere del nostro a regole condivise .Perche' non si mai realizzata una grande fondazione che garantisse indipendenza e che potesse intercettare tutti gli interessi che routano intorno a Unix e non solo al mercato Sun Microsystem?? Immagino,la situazione non e' facile e qualcuno pretende dei ritorni subito,ma la comunita' non e' una cosa che si realizza semplicente demandando metodi e regole,si fa' con la passione,la costanza e l'amicizia. Al diavolo quindi approcci del tipo Sun decide...,Sun fa'.....insomma che decida una volta per tutte o se ne occupa lei mettendoci la sua firma oppure se ne sta' dietro le quinte e mette davanti il frutto di passate decisioni prese : l'opensource con OpenSolaris e CDDL.La comunita' si era espressa nella difficolta' di mantenere un dual licensing con due licenze incompatibili e relative modifiche.Una cosa da pazzi.Si potrebbe magari pretendere che una volta per tutte FSF la smetta con questo atteggiamento idiota e si metta a condividere veramente con chi opensource lo fa': ha la LGPL e non esiste il motivo per non usarla poiche' mantiene protetto in GPL il codice gia' scritto,solo che e' virale localmente e non globalmente.Esattamente e' come una CDDL.Eppure stanno creando dei casini immani perche' non esiste modo di condividere una sola linea di codice (zero reciprocita' quindi) e che non mi vengano a raccontare la storia della BSD e del furto di codice,perche' quando uno il suo codice poi lo pubblica il resto e' solo una grossa scusa.Cari Ian non serve Linux non serve la GPLv3,serve una roadmap precisa in direzione del desktop.Il resto viene da se' fidati.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci vuole CHIAREZZA!!
      - Scritto da:
      Insomma se si capisce qualche cosa si capisce
      molto poco.Insomma a che cosa serve
      OpenSolaris?A niente: ha avuto poco successo, non e' riuscita a coinvolgere gli sviluppatori, l'ultima versione di solaris e' rimasta tecnicamente molto indietro rispetto agli ultimi *nix.
      Per vendere di piu'? ok ecco il primo punto
      fermo.No: secondo me vogliono avere un sistema di cui abbiano il controllo compatibile con il resto del mondo posix.
      Han voluto fare la comunita' OpenSolaris di
      tasca loro con ogni probabilita' per
      incrementare la diffusione e migliorare
      Solaris.E non ci sono riusciti...
      ottimo, secondo punto fermo.Il punto fermo e' che non ci sono riusciti...
      Oggi forse un poco insoddisfatti annunciano
      l'ennesimo avvicinamento a linux (per voce
      dell'incolpevole Ian) sia come approccio sia
      come licenza. Domanda, se fa' tutto Sun e
      decide tutto quanto,qualcuno mi spiega a che
      c***o serve la comunita' OpenSolaris?? A niente: son 4 gatti che si son fatti spedire i CD aggratis...
      Insomma si decidano:Bhe, mi sembra che si siano decisi.
      il sistema e' una base ottima,la licenza pure
      non vedo perche' rincorrere la GPL e
      l'usabilita' di Linux, quando per fare
      tendenza basterebbe un sacco di concretezza Sai che gli frega a Sun di fare tendenza... Loro sono in cerca di miglioramenti tecnici: confronta il boot di una sun e quella di un Ubuntu o di un Mac, la prima ci sta dentro solo perche' ha un bios compessissimo che fa un sacco di cose ed il cui sviluppo costa moltissimo. Da questo punto di vista e' rimasta molto indietro.
      Vogliono che la si usi nei desktop? Ok driver
      e molte applicazioni grafiche, la gente e'
      disposta a pagare se la cosa funziona bene
      ed e' una valida alternativa, senza muovere
      idee di opensource molto personali.E anche sotto questo punto di vista Sun e' messa malino: i driver scarseggiano moltissimo e sono essenzialmente relativi all'hw di sun.
      Posso capire,alla Sun ci lavorano molti
      talenti di Unix forse i migliori sul campo
      per competenza qundi e' ovvio che l'approccio
      allo sviluppo del sistema sia a livelli
      massimi e finalizzati. Niente improvvisazione
      dell'ultim'ora e tanti,tanti test perche' ogni
      cosa deve funzionare a dovere. Pensate la
      ksh93 che sostituira' la ksh88 non e' ancora
      subentrata perche' non ha passato tutti i
      controlli di compatibilita' e
      retrocompatibilita'.Una figata: un contributo di Sun potrebbe portare a qualcosa di simile ad una Debian Stabile.
      Tuttavia le comunita' opensource sono altra
      cosa, non sono industrie di software
      superorganizzate ma nelle loro capacita' un
      poco artigianali, un poco anarchiche vanno ad
      integrare e a legittimare un prodotto nel
      mercato ma soprattuto mantengono quello
      spirito d'iniziativa e quell'indipendenza che
      OpenSolaris Project non ha mai raggiunto. Quindi e' una figata, si spera che si uniscano i vantaggi dei 2 mondi.
      Ripeto non siamo degli specchietti per le
      allodole, siamo persone che crediamo
      fortemente nel progetto e che vogliamo
      mettere del nostro a regole condivise . Scusa ma chi intendi con "Siamo" ???
      Perche' non si mai realizzata una grande
      fondazione che garantisse indipendenza e che
      potesse intercettare tutti gli interessi che
      ruotano intorno a Unix e non solo al mercato
      Sun Microsystem?? Non succede perche' Unix non e' "di qualcuno" ma sono varie ditte private e in concorrenza tra loro; quindi nessuno ha interesse a realizzare una fondazione, l'unica cosa di cui ci si interessa in questi mondi e' di rispettare lo strato di compatibilita'.
      Immagino, la situazione non e' facile e
      qualcuno pretende dei ritorni subito, ma la
      comunita' non e' una cosa che si realizza
      semplicente demandando metodi e regole, si
      fa' con la passione,la costanza e l'amicizia. Quindi le comunita' si formino spontamente e lasciamo il Posix al Posix.
      Al diavolo quindi approcci del tipo Sun
      decide..., Sun fa'... insomma che decida una
      volta per tutte o se ne occupa lei mettendoci
      la sua firma oppure se ne sta' dietro le
      quinte e mette davanti il frutto di passate
      decisioni prese : l'opensource con
      OpenSolaris e CDDL.Ma non hai capito ??Ha preso le sue decisioni: buttare nel cesso opensolaris e avvicinarsi a linux, magare portandosi dietro un po' di bagaglio.
      La comunita' si era espressa nella difficolta'
      di mantenere un dual licensing con due licenze
      incompatibili e relative modifiche. Ottimo, quindi ora si passa a una sola licenza, la GNU e siamo tutti daccordo, del resto sembra piacere anche alla Sun.
      Una cosa da pazzi. Si potrebbe magari
      pretendere che una volta per tutte FSF la
      smetta con questo atteggiamento idiota e si
      metta a condividere veramente con chi
      opensource lo fa': Visto che chi opensource lo fa non sembra minimamente infastidito dalla GPL non c'e' problema.
      ha la LGPL e non esiste il motivo per non
      usarla poiche' mantiene protetto in GPL il
      codice gia' scritto, solo che e' virale
      localmente e non globalmente.
      Esattamente e' come una CDDL. Eppure stanno
      creando dei casini immani perche' non esiste
      modo di condividere una sola linea di codice
      (zero reciprocita' quindi) e che non mi
      vengano a raccontare la storia della BSD e
      del furto di codice,perche' quando uno il suo
      codice poi lo pubblica il resto e' solo una
      grossa scusa.
      Cari Ian non serve Linux non serve la
      GPLv3,serve una roadmap precisa in direzione
      del desktop. Il resto viene da se' fidati. Bhe, se hai la soluzione applicala: e' tutto free...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci vuole CHIAREZZA!!
      Mai letti tanti luoghi comuni sparati insieme più veder mischiate tante cose insieme che non c'entrano niente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci vuole CHIAREZZA!!
        - Scritto da:
        Mai letti tanti luoghi comuni sparati insieme più
        veder mischiate tante cose insieme che non
        c'entrano
        niente.L'importante e' crederci ma soprattutto esserci attivamente nelle cose di cui si sta' aprlando.Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci vuole CHIAREZZA!!
      Rispondo a me stesso per dare una risposta comune ad entrambe le repliche: fareste bene ad interrogarvi sul perche' di certe affermazioni anziche' darsi velocemente a delle conclusioni non sapendo esattamente come girano le cose in OpenSolaris Project.La mia era una critica costruttiva rivolta ai personaggi della mia comunita' ed alla Sun perche' si *decidano*.Cosa che ovviamente non solo non avete colto ma avete deciso di interpretare arrogantemente.Vi suggerisco se la vostra volonta' e' quella di esserci,di registrarsi e/o quantomeno di fare della corretta informazione a chi vi legge.Mi dovete per esempio ancora una spiegazione sul perche' nonostante la FSF abbia sia la GPL che la meno problematica LGPL continui ad spingere solo la GPL nonostante la quantita' di problemi che genera ovunque a cominciare da chi scrive e rilascia il sorgente non avendo "la fortuna" di utilizzarla....Credete che questo modo di fare danneggi di piu' le miliardarie corporation che possono riscriversi il codice in pochissimo tempo oppure il singolo sviluppatore che non ne ha le possibilita' e forse le capacita'?
  • Anonimo scrive:
    system V
    non mi sembrano molto diversi, non sono entrambi system V? e la shell non è la classica sh oppure la bash?
    • Anonimo scrive:
      Re: system V
      - Scritto da:
      non mi sembrano molto diversi, non sono entrambi
      system V? e la shell non è la classica sh oppure
      la
      bash?No linux in realta' non e' ne un SystemV ne un BSD.Nonostante abbia importato del codice di quest'ultimo molti anni fa' condivide praticamente nulla con questi due rami,nonstante SCO sostenga il contrario.Linux e' clone che vuole assomigliare molto a SYSVR4 ma se ne distacca per tanti aspetti.
      • Anonimo scrive:
        Re: system V
        Direi che sono le distribuzioni che fanno la differenza.Soprattutto nel sistema di Init. La Slack è più BSD, RedHat, Debian e sue derivate rispecchiano maggiormente SysV.Poi c'è una strana voce fuori dal coro che si chiama SOL Linux di un'azienda austriaca la Antitachion che ha provato una rivoluzione creando un sistema di init e scripting in /etc interamente in XML.
        • Anonimo scrive:
          Re: system V
          - Scritto da:
          Direi che sono le distribuzioni che fanno la
          differenza.
          Soprattutto nel sistema di Init. La Slack è più
          BSD, RedHat, Debian e sue derivate rispecchiano
          maggiormente
          SysV.

          Poi c'è una strana voce fuori dal coro che si
          chiama SOL Linux di un'azienda austriaca la
          Antitachion che ha provato una rivoluzione
          creando un sistema di init e scripting in /etc
          interamente in
          XML.No,io parlavo di codice.
    • PinguinoMannaro scrive:
      Re: system V
      - Scritto da:
      non mi sembrano molto diversi, non sono entrambi
      system V? e la shell non è la classica sh oppure
      la
      bash?Mi sembra che Linux sia sempre più indipendente dai vecchi modelli Unix. Se provi ad usare Linux e Solaris la differenza si vede eccome.
Chiudi i commenti