Indagati 15 uomini di Telecom Italia

A quanto pare chiamavano in tutto il mondo al solo costo di uno scatto. L'accusa è di truffa aggravata. Accadeva a Trieste
A quanto pare chiamavano in tutto il mondo al solo costo di uno scatto. L'accusa è di truffa aggravata. Accadeva a Trieste


Roma – Arriva da Trieste la notizia che quindici dipendenti del più importante operatore telefonico italiano, Telecom Italia, sono ufficialmente accusati di truffa aggravata per aver realizzato e utilizzato un sistema di deviazione delle chiamate che consentiva loro di telefonare al costo di un solo scatto.

Da quel poco che finora è stato reso pubblico dalla Procura della Repubblica di Trieste che sta indagando sulla vicenda, i 15 avrebbero utilizzato tra il 1999 e il 2000 l’apparato “deviomat” per mettersi in condizione di telefonare col cellulare pagando il solo scatto alla risposta, indipendentemente dalla tipologia di telefonata effettuata.

L’indagine, coordinata dal sostituto Procuratore Federico Frezza, aveva coinvolto in un primissimo tempo alcune decine di dipendenti ma dopo lo svolgimento delle indagini preliminari il pubblico ministero ha chiesto al GIP l’archiviazione delle posizioni di molti di loro.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 09 2002
Link copiato negli appunti