India: accesso anche se cifrato

Twitter e Facebook nel mirino del governo indiano, che vorrebbe l'accesso a tutte le comunicazioni nel nome della sicurezza nazionale: una questione tutta da decifrare

Roma – Il ministro delle comunicazioni indiano ha ricevuto il compito dal ministro degli interni di monitorare i social network per impedire le infiltrazioni terroristiche.

La paura del governo indiano sembra essere che Twitter e Facebook siano impiegati per coordinare le cellule terroristiche e organizzare gli attacchi.

I fornitori di servizi di telecomunicazioni indiani già devono per legge mettere a disposizione strumenti per consentire alle autorità le intercettazioni e il monitoraggio della rete previsto nell’ambito della legge. Legge che già oggi arriva fino al punto di permettere alle autorità di pretendere in seguito all’ordine di un giudice la password di accesso di specifici account.

Ora tuttavia sembra che le intenzioni siano di estendere queste previsioni per legge che hanno lo scopo di preservare la “sicurezza nazionale”.

In particolare, il ministro con competenze sulle comunicazioni punterebbe ora ad avere accesso anche a quei dati che vengono trasmessi sotto forma cifrata .

La stessa questione ha portato nel mirino del Governo indiano i dispositivi RIM che impiegano canali cifrati gestiti da server posizionati fuori dal paese che escludono così le possibilità di intercettazioni: dal momento che BlackBerry non ha ottemperato alle richieste del governo, peraltro, ora gli smartphone RIM rischiano di essere bloccati a meno che non stabiliscano un server nel paese dando le chiavi al governo per decifrare le comunicazioni che vi passeranno.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • attonito scrive:
    ovvia conclusione
    quando, per una determinata classe di problemi, una GPU mediamente "pompa" dalle 3 alle 20 volte rispetto ad una CPU e costando tra la meta' ed i 3/4, la conclusione e' chiara: i supercomputer "a base CPU" hanno i giorni contati. Cosi cpme la valvola e' stata sostituita dal transistore, i calcoli massivi saranno sempre piu' affidati alle GPU a scapito delle CPU. Si chiama evoluzione.
    • zupermario scrive:
      Re: ovvia conclusione
      - Scritto da: attonito
      quando, per una determinata classe di problemi,
      una GPU mediamente "pompa" dalle 3 alle 20 volte
      rispetto ad una CPU e costando tra la meta' ed i
      3/4, la conclusione e' chiara: i supercomputer "a
      base CPU" hanno i giorni contati. Cosi cpme la
      valvola e' stata sostituita dal transistore, i
      calcoli massivi saranno sempre piu' affidati alle
      GPU a scapito delle CPU. Si chiama
      evoluzione.Che la chiami GPU o CPU non e' che cambia molto, sempre un chip e', se non riesci a potenziare una CPU non riesci a potenziare nemmeno una GPU.
      • iome scrive:
        Re: ovvia conclusione

        Che la chiami GPU o CPU non e' che cambia molto,
        sempre un chip e', se non riesci a potenziare una
        CPU non riesci a potenziare nemmeno una
        GPU.le GPU hanno dentinaia/migliaia di unita' di calcolo massicciamente parallele, le cpu no, ecco perche' le gpu sono enne volte piu' prestanti delle cpu.
        • zupermario scrive:
          Re: ovvia conclusione

          le GPU hanno dentinaia/migliaia di unita' di
          calcolo massicciamente parallele, le cpu no, ecco
          perche' le gpu sono enne volte piu' prestanti
          delle
          cpu.E allora? In una CPU non puoi inserire "dentinaia/migliaia di unita' di calcolo massicciamente parallele" perche' si chiama CPU piuttosto che GPU?Le due risposte possibili:1) SI', e allora non si capisce il senso del commento, i computer li fai con CPU dense di componenti come le GPU e il problema sarebbe risolto;2) NO, perche' dentro una CPU "all-purpose" non servirebbero a niente "dentinaia/migliaia di unita' di calcolo massicciamente parallele" che diversamente sono utili nel settore grafico in quanto la grafica richiede gli stessi calcoli moltiplicati un certo numero di pixel e di vettori, e allora non si capisce lo stesso il senso del commento perche' un supercomputer "a base GPU" piuttosto che "a base CPU" mostrerebbe i muscoli solo in operazioni sulla grafica e assimilabili.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 agosto 2011 20.32-----------------------------------------------------------
          • iome scrive:
            Re: ovvia conclusione
            - Scritto da: zupermario

            le GPU hanno dentinaia/migliaia di unita' di

            calcolo massicciamente parallele, le cpu no,
            ecco

            perche' le gpu sono enne volte piu' prestanti

            delle

            cpu.

            E allora? In una CPU non puoi inserire
            "dentinaia/migliaia di unita' di calcolo
            massicciamente parallele" perche' si chiama CPU
            piuttosto che GPU?
            Le due risposte possibili:
            1) SI', e allora non si capisce il senso del
            commento, i computer li fai con CPU dense di
            componenti come le GPU e il problema sarebbe
            risolto;CPU e GPU hanno una natura interna profondamente diversa, sono nate per fare cose distinte.
            2) NO, perche' dentro una CPU "all-purpose" non
            servirebbero a niente "dentinaia/migliaia di
            unita' di calcolo massicciamente parallele" che
            diversamente sono utili nel settore grafico in
            quanto la grafica richiede gli stessi calcoli
            moltiplicati un certo numero di pixel e di
            vettori, e allora non si capisce lo stesso il
            senso del commento perche' un supercomputer "a
            base GPU" piuttosto che "a base CPU" mostrerebbe
            i muscoli solo in operazioni sulla grafica e
            assimilabili.
            --------------------------------------------------
            Modificato dall' autore il 09 agosto 2011 20.32
            --------------------------------------------------LE GPU nascono per la grafca, e' vero, ma le loro unita' ei calcolo perssono essere impiegate per altri tipi di elaborazione numerica.cerca "CUDA" in google...la CPU e' serve a "caricare" la GPU di input di dati che la GPU elabora parallelamente, restituedo poi i risultati alla CPU. LA GPU ha tante unita elaborative lente, la cpu ha tante unita elabvorative veloci, ma a conti fatti, la GPU e' piu veloce e fa da "coproXXXXXre matematico" per la cpu.
          • zupermario scrive:
            Re: ovvia conclusione
            Conclusione?
          • iome scrive:
            Re: ovvia conclusione
            - Scritto da: zupermario
            Conclusione?conclusione, avremo sempre piu' supercomputer ibridi CPU/GPU con preponderanza GPU.
          • zupermario scrive:
            Re: ovvia conclusione
            - Scritto da: iome
            - Scritto da: zupermario

            Conclusione?
            conclusione, avremo sempre piu' supercomputer
            ibridi CPU/GPU con preponderanza
            GPU.Che non saranno GPU in quanto un computer non fa solo grafica, ma GPU modificate, e quindi semplicemente CPU evolute come e' normale che tutto si evolga....
          • iome scrive:
            Re: ovvia conclusione
            - Scritto da: zupermario
            - Scritto da: iome

            - Scritto da: zupermario


            Conclusione?

            conclusione, avremo sempre piu' supercomputer

            ibridi CPU/GPU con preponderanza

            GPU.

            Che non saranno GPU in quanto un computer non fa
            solo grafica, con questa frase confermi che non hai capito una ceppa... beh ,affari tuoi, ciao.
            ma GPU modificate, e quindi
            semplicemente CPU evolute come e' normale che
            tutto si evolga....certo certo tutto quello che vuoi.hai ragione hai vinto tu sei il migliore.
          • zupermario scrive:
            Re: ovvia conclusione
            Fin dal primo messaggio, ma con chi e' di coccio...
          • mcguolo scrive:
            Re: ovvia conclusione
            - Scritto da: iome
            certo certo tutto quello che vuoi.
            hai ragione hai vinto tu sei il migliore.Mille volte più di te, tiè tiè tiè! -.-Ma quanto gusto per le discussioni modello "bar sport" su p-i.
          • AMEN scrive:
            Re: ovvia conclusione
            - Scritto da: zupermario
            Che non saranno GPU in quanto un computer non fa
            solo grafica, ma GPU modificate, Assolutamente no. Già ora è possibile utilizzare le normali schede video che usi anche per i videogiochi per il calcolo scientifico.http://boinc.berkeley.edu/
          • zupermario scrive:
            Re: ovvia conclusione


            Che non saranno GPU in quanto un computer
            non
            fa

            solo grafica, ma GPU modificate,

            Assolutamente no. Già ora è possibile utilizzare
            le normali schede video che usi anche per i
            videogiochi per il calcolo
            scientifico.Infatti ho gia' scritto "operazioni grafiche E ASSIMILABILI". "calcolo scientifico" non rientra certo tra le operazioni comuni e congeniali di un computer all-purpose come quello che abbiamo in casa, e infatti non e' una novita' che si tenda a fare in parallelo su array di computer e addirittura su "reti di volontari" collegati tramite internet. Trattasi di operazioni altamente parallelizzabili. Usa il task manager sul tuo pc e vediamo quanti processi parallelizzabili che usano pesantemente la CPU hai.
          • Francesco scrive:
            Re: ovvia conclusione
            Infatti... i supercomputer non sono quello che uno può pensare, dei computer velocissimi. Se caricassi un ipotetico Word per supercomputer, ad aprirsi ci metterebbe quanto ci mette sul tuo computer.I supercomputer sono dei computer che eseguono programmi spesso idioti, che simulano esempio l'evaporazione di acqua su un metro quadrato di terreno di tipo sabbioso o argilloso o roccioso in base all'irraggiamento solare, alla temperatura ed al vento.In pratica un programam che il tuo computer di casa potrebbe eseguire in meno di un millisecondo. Solo che questo programma è ripetuto per migliaia o milioni di celle in modo da simulare il territorio di una regione o di una nazione, e poi riesegito nuovamente per simulare un avanzamento temporare, e poi rieseguito.... alla fine abbiamo un programma semplice ripetuto però 10eTANTE volte.Da qui il sucXXXXX delle GPU: nascono già con una architettura paralleta composta di tante piccole stupide unità di calcolo progettate per rielaborare sempre i soliti dati alla solita maniera, mentre un Pentium o un PowerPC sono composti da pochissime unità di calcolo molto complesse dove è più importante il trasferimento di memoria o il salto condizionale che la singola operazione aritmetica.Se a questo ragionamento uniamo la considerazione che PowerPC è una architettura di nicchia utilizzata solo sui server di fascia molto alta mentre sulle GPU c'è in atto una guerra termonucleare tra i principlai competitors con in ballo volumi altissimi e quindi ricerca continua e spasmodica... insomma.. progetto nato male.
          • collione scrive:
            Re: ovvia conclusione
            il punto è che sia cpu che gpu sono unità di calcolo e nulla piùla differenza sta nell'implementazione di tali unità che favorisce le cpu per calcoli non parallelizzabili e/o non numerici e le gpu per calcoli totalmente parallelizzabili non è ovviamente necessario modificare una gpu per farle fare il gpgpu e non è possibile usare le gpu senza una cpu general purpose come "cervello" del computerperò non sono d'accordo sul fatto che su un normale pc non ci siano algoritmi parallelizzabilise si pensa che le nostre cpu sprecano un mare di tempo a decodificare video, flussi audio, comporre scene 3d e affidiamo queste attività alle gpu, otteniamo un incremento prestazionale notevoledel resto il gpgpu è nato proprio perchè si è capito questo
          • iome scrive:
            Re: ovvia conclusione

            LE GPU nascono per la grafca, e' vero, ma le loro
            unita' ei calcolo perssono essere impiegate per
            altri tipi di elaborazione
            numerica.
            cerca "CUDA" in google...

            la CPU e' serve a "caricare" la GPU di input di
            dati che la GPU elabora parallelamente,
            restituedo poi i risultati alla CPU. LA GPU ha
            tante unita elaborative lente, la cpu ha <b
            POCHE </b

            unita elabvorative veloci, ma a conti fatti, la
            GPU e' piu veloce e fa da "coproXXXXXre
            matematico" per la
            cpu.scusate l'errore
          • AMEN scrive:
            Re: ovvia conclusione
            - Scritto da: iome
            LE GPU nascono per la grafca, e' vero, ma le loro
            unita' ei calcolo perssono essere impiegate per
            altri tipi di elaborazione numerica.
            cerca "CUDA" in google...O anche OpenCLE' anche ovvio che NON tutto quello che si riesce a "fare" con una cpu si ottiene anche con una gpu...
      • AMEN scrive:
        Re: ovvia conclusione
        - Scritto da: zupermario

        Che la chiami GPU o CPU non e' che cambia molto,E' una battuta, vero?
    • collione scrive:
      Re: ovvia conclusione
      il motivo per cui amd si è buttata totalmente sulle apu
  • Fetente scrive:
    che figura di m...
    Cioè, la tecnologia dei videogiochi corre più veloce di IBM?Come direbbe Emilio Fido: che figura di m...
Chiudi i commenti