Indirettamente, la democrazia diretta

Il partito australiano Senator On-Line promette di agire in parlamento come un neutrale ambasciatore degli iscritti al suo sito: difenderà in Senato le opinioni della maggioranza di coloro che si sono espressi attraverso sondaggi online

Sydney – Lo si potrebbe chiamare “il partito dei sondaggi non rappresentativi”, lo si potrebbe definire un esperimento di democrazia indirettamente diretta. L’ha concepito un estroso australiano , spiega The Age , e l’ Australian Electoral Commission l’ha approvato in vista delle prossime elezioni: Senator On-Line , il simbolo con il quale correranno; agire in Senato come mercenari rappresentanti dei netizen il loro unico programma elettorale.

Il Senato australiano è incapace di rappresentare i cittadini, irrigidito nelle dinamiche di partito? I rappresentanti di Senator On-Line, punta di diamante, un sindaco fan sfegatato di Elvis, intendono delegare ogni loro scelta ai cittadini, agendo come intermediari amorfi, difendendo in Senato le proposte emerse dai sondaggi condotti attraverso il loro sito web .

Smembreranno e decostruiranno le proposte che passeranno per la camera alta, ne sviscereranno ogni aspetto con l’aiuto di esperti, tenteranno di tradurre il legalese in un linguaggio accessibile a chiunque. Offriranno online uno spazio di discussione e chiederanno agli iscritti al sito di votare e ancora votare, per plasmare la posizione che i Senator On-Line dovranno assumere nel corso del dibattito parlamentare.

Fulcro del meccanismo, il loro website ancora in costruzione che, promettono, garantirà la privacy dei suoi utenti – sia per quanto riguarda i dati personali, sia per quanto riguarda le posizioni assunte dai votanti – e avrà la priorità di impedire che i sondaggi vengono falsati. Unico dettaglio svelato finora: per assicurare che il cittadino voti una volta sola si confronteranno indirizzo IP, dati personali, numero di tessera elettorale.

Non un esperimento di superdemocrazia , di democrazia diretta a mezzo internet,
non una trovata come l’improbabile e godereccio Partito di Internet che in Italia ha fatto discutere negli anni scorsi, ma piuttosto una proposta simile a quella di Internetcrazia , volta a introdurre nel sistema politico degli strumenti di democrazia diretta, sfruttando le opportunità di coordinamento offerte dalla rete.

Se non mancano commentatori incuriositi ed entusiasti, sono però in molti a diffidare dall’iniziativa di Senator On-Line. Gli strumenti di democrazia diretta possono funzionare solo qualora cultura civica e politica siano fortemente radicate, e la democrazia rappresentativa sembra essere un adeguato strumento politico proprio per la sua capacità di alleggerire i cittadini da incombenze alle quali non saprebbero fare fronte, sostengono numerosi utenti di Slashdot , convinti che l’esperimento di democrazia diretta a mezzo neutrali mediatori sia uno stratagemma architettato dagli aspiranti Senator per accaparrarsi uno scranno in parlamento.

Interviene a riguardo anche Gizmodo Australia : quale netizen affiderebbe il proprio voto a un partito che appesantisce l'” online ” di un vetusto trattino?

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Marcello Mazzilli scrive:
    Avevamo votato....
    Per la privatizzazione della Rai.. Ma non se n'è fatto nulla... E allora? Quando la smetteranno di chiamare CANONE quella che è una tassa ???? Agli amici di PI, dell' ADUC etc... consiglio di cominciare a chiamarla così.. forse la gente capirà... Con il digitale terrestre possono fare in modo di oscurare la Rai a chi non ha la schedina.. Lo facciano. La verità è che è solo una tassa.www.libertari.org
  • Pierino scrive:
    Io guardo Mediaset.
    Io guardo solo Mediaset
    • prss scrive:
      Re: Io guardo Mediaset.
      Siete un po' duri di comprendonio! PAGANDO IL CANONE RAI, NON PAGHI PER VEDERE I PROGRAMMI SULLA RAI, MA STAI PAGANDO UNA TASSA DI POSSESSO SUL TELEVISOREEEEE!! ANCHE SE CI TIRI UNA MAZZATA E LA SPACCHI IN DUE, SOLO IL FATTO DI POSSEDERLA TI OBBLIGA A PAGARE LA TASSA DI POSSESSO!
      • Sailor scrive:
        Re: Io guardo Mediaset.
        - Scritto da: prss
        Siete un po' duri di comprendonio! PAGANDO IL
        CANONE RAI, NON PAGHI PER VEDERE I PROGRAMMI
        SULLA RAI, MA STAI PAGANDO UNA TASSA DI POSSESSO
        SUL TELEVISOREEEEE!!E che cambia? Quello è solo un artificio legislativo.Il canone si paga per la rai, non per la tv che si ha in casa.I soldi del canone vanno alla rai. Puoi pure dire che il canone rai è per il colapasta che abbiamo in casa, ma sempre alla rai vanno i denari.
        • prss scrive:
          Re: Io guardo Mediaset.
          - Scritto da: Sailor
          - Scritto da: prss

          Siete un po' duri di comprendonio! PAGANDO IL

          CANONE RAI, NON PAGHI PER VEDERE I PROGRAMMI

          SULLA RAI, MA STAI PAGANDO UNA TASSA DI POSSESSO

          SUL TELEVISOREEEEE!!
          E che cambia? Quello è solo un artificio
          legislativo.
          Il canone si paga per la rai, non per la tv che
          si ha in
          casa.
          I soldi del canone vanno alla rai. Puoi pure dire
          che il canone rai è per il colapasta che abbiamo
          in casa, ma sempre alla rai vanno i
          denari.E quindi che informazione vorresti darmi??
          • Sailor scrive:
            Re: Io guardo Mediaset.
            - Scritto da: prss
            - Scritto da: Sailor

            - Scritto da: prss


            Siete un po' duri di comprendonio! PAGANDO IL


            CANONE RAI, NON PAGHI PER VEDERE I PROGRAMMI


            SULLA RAI, MA STAI PAGANDO UNA TASSA DI


            POSSESSO


            SUL TELEVISOREEEEE!!

            E che cambia? Quello è solo un artificio

            legislativo.
            E quindi che informazione vorresti darmi??Il tuo sottolineare che è una tassa di possesso e non una tassa per vedere la rai è inutile.La mia non era un'informazione da darti, ma una presa di posizione sul tuo appunto.Cambia nulla la specificazione del perché si paga. L'obiettivo è pagare la rai. Che poi i soldi vengano presi se si ha lo scolapasta, l'adsl o il computer non cambia.
          • prss scrive:
            Re: Io guardo Mediaset.
            Se non l'hai capito, la rai è lo STATO. E lo STATO ti sta imponendo una tassa come può essere la tassa marca da bollo o la tassa sul possesso di un automobile. Perciò fin quando non verrà abolita (purtroppo) dovrà essere pagata. Se poi si tratta di definirla una tassa stupida, allora credo di non essere in disaccordo con te.
    • paolo p scrive:
      Re: Io guardo Mediaset.
      è una tassa di posseso sul bene (la tv); si chiama canone Rai ma in teoria se lo stato fa una gara(e non escludete che lo faccia,. prima o poi...) per la diffuzione di trasmissioni di servizio pubblico.. ecco che il canone potrebbe essere canone mediaset o canone la 7
      • prss scrive:
        Re: Io guardo Mediaset.
        - Scritto da: paolo p
        è una tassa di posseso sul bene (la tv); si
        chiama canone Rai ma in teoria se lo stato fa una
        gara(e non escludete che lo faccia,. prima o
        poi...) per la diffuzione di trasmissioni di
        servizio pubblico.. ecco che il canone potrebbe
        essere canone mediaset o canone la
        7 ;)
  • Marcuccio scrive:
    La soluzione ci sarebbe...
    Lo switch. Benedetto switch.Quell'appuntamento apocalittico in cui il Digitale Terrestre soppianterà l'analogico.A partire dal quel giorno non ci sono più storie: non hai il decoder digitale terrestre? Bene, non hai nessuna possibilità di ricevere i canali televisivi, indi niente canone.Dite che i programmi televisivi sono disponibili su internet? Bene, fateli pagare. Perchè un cinese può collegarsi su raiclick e guardare gratuitamente un programma pagato anche con i miei soldi.Facciamo un piccolo passo verso la razionalità, suvvia!
    • prss scrive:
      Re: La soluzione ci sarebbe...
      Siete un po' duri di comprendonio! PAGANDO IL CANONE RAI, NON PAGHI PER VEDERE I PROGRAMMI SULLA RAI, MA STAI PAGANDO UNA TASSA DI POSSESSO SUL TELEVISOREEEEE!! ANCHE SE CI TIRI UNA MAZZATA E LA SPACCHI IN DUE, SOLO IL FATTO DI POSSEDERLA TI OBBLIGA A PAGARE LA TASSA DI POSSESSO!
  • john scrive:
    Tassa
    Ragazzi, qui si continua a fraintendere la natura del canone radiotelevisivo. Il canone RAI sebbene comunemente venga così chiamato in realtà non è una tassa che paghiamo alla RAI, bensì una tassa che paghiamo allo stesso per il fatto di avere un apparecchio atto od adattabile ecc ecc.Volendo fare un paragone è come se la FIAT fosse stata incaricata di far pagare il bollo auto agli automobilisti italiani. Non lo si paga perchè abbiamo o meno una FIAT ma per il semplice fatto di avere un'auto.Con questo non voglio difendere la RAI perchè anche secondo me le modalità con cui quest'ultima informa i cittadini e pretende il pagamento della tassa sono molto discutibili ma penso che dovremmo prendercela più che con la RAI con la legge dello stato che impone questo balzello praticamente a chiunque. Secondo me se si chiarisse una volta per tutte che il canone va pagato SOLO da chi possiede una TV (TV e basta) sarebbero tutti più contenti.
  • Carolus scrive:
    Rai: Servizio partitocratico
    D'accordo cara URAR, siamo disposti a pagare il canone anche per le lavatrici e gli scaldabagni però:1 - Si cancellino dalla RAI tutte le interferenze politiche e la si renda una public company 2 - Divenga veramente un servizio pubblico a disposizione e utile per tutti e non solo per i partiti, le lobby e gli amici degli amici magari anche con la tonaca.3 - Si abolisca la pubblicità o la si riduca ai livelli degli anni '70.
    • Digitale Terrestre per più pluralismo scrive:
      Re: Rai: Servizio partitocratico
      - Scritto da: Carolus
      D'accordo cara URAR, siamo disposti a pagare il
      canone anche per le lavatrici e gli scaldabagni
      però:
      1 - Si cancellino dalla RAI tutte le interferenze
      politiche e la si renda una public company
      Public company?E chi la dovrebbe comprare?
  • Guybrush scrive:
    Non ci scordiamo
    Dei registratori di cassa computerizzati:sono dei PC basati su win, dotati di lettore ottico e di software, tutti atti o adattabili a ricevere segnali radiotelevisivi.Ci sono 10.000.000 esercizi commerciali, ognuno col suo registratore di cassa...GT
    • Wotan scrive:
      Re: Non ci scordiamo
      C'è anche un paese di merda.L'italia (con la i minuscola, non merita altro).Spero presto non esista più.
      • ergo proxy scrive:
        Re: Non ci scordiamo
        - Scritto da: Wotan
        C'è anche un paese di merda.
        L'italia (con la i minuscola, non merita altro).
        Spero presto non esista più.già fatto! l'italia non esiste
      • Appelina scrive:
        Re: Non ci scordiamo
        - Scritto da: Wotan
        C'è anche un paese di merda.
        L'italia (con la i minuscola, non merita altro).
        Spero presto non esista più.Io spero che tu e tutta la tua stirpe vi estinguiate presto... prima dell'Italia.Divertiti e tante care cose.
  • Pippo Pluto scrive:
    e la pubblica amministrazione?
    ed allora gli uffici regionali, gli uffici comunali, le anagrafi, perfino Camera e Senato hanno i computers ed i televisori. Loro lo pagano il canone?
  • tamahck scrive:
    e' una schifezza...
    Ma scusate...ora quando compro un pc portatile praticamente sono costretto a comprarmi una licenza di Microsoft Window Svista (il sistema operativo peggiore del mondo!)..e magia delle magie.. oltre al danno anche la beffa..mi devo mettere in preventivo di pagare il canone Rai anche se ritengo che la TV italiana sia la piu spazzatura che esista?ma vaffanculo! se il segnale Rai è in chiaro non dovrebbe essere a pagamento! vogliono il canone?che oscurino il segnale Rai, e che mandino una qualche sorta di schedina da inserire nella tv (o nel decoder, che ne so?!) per vedere la rai!costruiamo un apparecchio simile alla TV, mettiamoci una qualche componente capace di oscurare i programmi Rai e chiamiamola DV (DigiVisione) e brevettiamola! facciamola wireless con la possibilità di utilizzare Joost, youtube e roba del genere, forniamola di un decoder, di un hard disk e forniamola di un telecomando completo ma semplice e intuitivo.voglio sentirmi libero di poter non guardare la rai e di non pagarne il canone!
    • amedeo scrive:
      Re: e' una schifezza...
      Il canone non e' sulle trasmissioni rai, ma sul possesso dell'apparecchiatura atta a visualizzare il segnale, sia esso in chiaro o criptato. Per questo pretendono che sia pagato anche per i PC.
      • Wotan scrive:
        Re: e' una schifezza...
        E' la dimostrazione che questo paese ridicolo è allo stesso livello delle dittature centrafricane.Rai, Napolitano, Prodi, Berlusconi, Veltroni, Fini, Rutelli, Casini, Bertinotti, Marini, Senatori a vita, Magistratura....ecc ecc.VAFFANCULO!!!!!!
    • pegasus2000 scrive:
      Re: e' una schifezza...
      E' una schifezza in primis il canone come tassa di possesso, poi sono una schifezza anche le trasmissioni TV.Di programmi seri, come dico io, se ne salvano ben pochi, purtroppo...
    • Gabriele scrive:
      Re: e' una schifezza...
      ti quoto in pieno, con il digitale terrestre sarà possibile, ma pensi che lo permetteranno?Vero che la tassa è di possesso sull'apparecchio ma è anche vero che i soldi se li becca la RAI o sbaglio?
      • prss scrive:
        Re: e' una schifezza...
        - Scritto da: Gabriele
        ti quoto in pieno, con il digitale terrestre sarà
        possibile, ma pensi che lo
        permetteranno?
        Vero che la tassa è di possesso sull'apparecchio
        ma è anche vero che i soldi se li becca la RAI o
        sbaglio?La rai è dello stato o sbaglio?
  • black arrow scrive:
    e già
    perchè le banche no!?! e gli uffici? quanti computer ci sono nei ministeri, parlamento e senato, loro lo pagano il canone?Vaffanculo rai ovunque sei, ovunque vai. :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@
    • Appelina scrive:
      Re: e già
      Ma non c'è stata una recente polemica del tipo: chiunque abbia un videofonino deve pagare il canone, anche se si tratta del turista tetesco che viene qui in ferie 10 giorni?Per me sarebbe da abolire (il canone non il tetesco :P) una volta x tutte e via... altro che far la lista di chi deve pagare...
  • Urik scrive:
    e gli aeroporti e le stazioni?
    Sono pieni di televisori, anche belli grandi al plasma!!
  • lalla63 scrive:
    Le Poste Italiane son di Berlusconi
    E vi stupite che evadano i contributi ??Sai la novità !!!Certo che se il canone fosse finito a Mediaset .....Poi li avete visti i nuovi uffici postali ?? Sono fatti con lo stesso criterio dei supermercati Esselunga, con gli scaffali pieni di roba che con le Poste non c'entrano nulla (preservativi, profumi, rasoi ...... giocattoli).La prima volta che ci son entrato credevo di essermi sbagliato e che fossi finito alla COOP ......Poi 4 sportelli aperti ed una massa enorme di gente stipata nel poco spazio che rimane libero dalle bancarelle che adesso occupano lo spazio dove una volta c'erano le sedie per far sedere almeno gli anziani in fila.Non oso pensare cosa succederebbe se il nano rilevasse la privatizzazione di qualche grande ospedale: ci ritroveremmo le bancarelle in sala operatoria ed al posto dei letti per i pazienti.Gira e rigira l'unica cosa che sa fare è il venditore di pentole.
    • Pistola scrive:
      Re: Le Poste Italiane son di Berlusconi
      Ma quanto sei ignorante?Le poste italiane sono una spa in mano al ministero dell'economia per il 65%, l'altro 35% è in mano alla CDP (cassa depositi e prestiti). E la CDP è per il 70% in mano al ministero dell'economia e per il 30% alle Fondazioni.Al momento quindi la quasi totalità di Poste Italiane è controllata da Tommaso Padoa Schioppa.Che poi esistano accordi fra le Poste e molti altri soggetti pubblici e privati, tra cui Mediolanum (in cui Berlusconi ha una quota, non la proprietà) e altri è un altro discorso. Quelli sono accordi commerciali, non implicano uno scambio di proprietà.A te la scelta:o sei un completo ignorante in materiao non sei ignorante e il tuo odio profondo per Berlusconi di porta a raccontare falsità pur di screditarlo.In entrambi i casi non ci fai bella figura.
      • Loris Batacchi scrive:
        Re: Le Poste Italiane son di Berlusconi
        - Scritto da: Pistola
        In entrambi i casi non ci fai bella figura.Mi sembra di averla gia' sentita :P
      • mi consenta scrive:
        Re: Le Poste Italiane son di Berlusconi
        - Scritto da: Pistola
        Ma quanto sei ignorante?sicuro ???http://www.disinformazione.it/postespa.htmhttp://digilander.libero.it/LeoDaga/Shevek/LaBancadiBerlusca.htmhttp://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/07_Luglio/28/stella.shtmlhttp://beppegrillo.meetup.com/31/messages/boards/view/viewthread?thread=1490308Non leggere solo La Padania e non ascoltare solo Fede.C'è sempre qualcosa che non sai.
        • cazzo spari scrive:
          Re: Le Poste Italiane son di Berlusconi
          hahahaha (rotfl)tu invece leggi tante cose diverse,ma purtroppo non capisci una mazza...gh'è scritto che alcuni uffici postali effettuerannoanche operazioni bancarie sui conti mediolanum...da questo affermi che berlusconi controlla le poste.certo che siete proprio tutti uguali
        • Pistola scrive:
          Re: Le Poste Italiane son di Berlusconi
          - Scritto da: mi consenta
          - Scritto da: Pistola

          Ma quanto sei ignorante?


          sicuro ???
          http://www.disinformazione.it/Mai pensato che quel sito fa esattamente quel che dice di fare?Disinformazione.Mediolanum (che non è proprietà privata di Berlusconi...) ha un accordo commerciale con le Poste Italiane. Le Poste offrono un servizio di Mediolanum. Chi usa il bancomat Mediolanum non paga quando preleva dagli atm delle Poste e poco più.Da qui a dire che Berlusconi controlla le Poste ce ne vuole proprio.Le Poste sono controllate dallo Stato in parte per via diretta con la partecipazione del governo e in parte per via indiretta attraverso la cassa depositi e prestiti.Sai a che servono i soldi provenienti dal risparmio delle Poste? Soldi che poi sono uno dei business centrali? Tutti quei soldi, se davver Berlusconi controllasse le Poste, dovrebbero essere usati per finanziare le sue imprese. Altrimenti che se ne farebbe delle Poste? Invece no. Quei soldi sono usati per finanziare le opere infrastrutturali degli enti locali.O Berlusconi è stupido e non sa di controllare le Poste e di controllare tutti i soldi derivanti dalla gestione del risparmio postale oppure non è lui il proprietario.Il proprietario è lo Stato, tant'è che l'enorme quantità di denaro che le Poste incassano serve proprio a finanziare lo Stato.Accendi il cervello invece di leggere il grillo e gli altri che di economia non capiscono una cippa.
      • Appelina scrive:
        Re: Le Poste Italiane son di Berlusconi
        Grande Pistola (...mmm... come suona strano!!)!Tra l'altro la critica degli uffici postali piccoli e pieni di bancarelle è degno di un ottantenne sclerotico... Non so dove vivi, ma io pur essendo in una città piuttosto piccola su 10 uffici postali ne ho almeno la metà enorme, spaziosa e ben organizzata. Ah certo che le poste di certi quartieri, periferie, paesi, sono piccoline, ma che pretese! Stessa cosa vale per farmacie, supermercati e chi più ne ha più ne metta...Che discorsi del caspio...
    • superciuk scrive:
      Re: Le Poste Italiane son di Berlusconi
      - Scritto da: lalla63
      E vi stupite che evadano i contributi ??
      Sai la novità !!!
      Certo che se il canone fosse finito a Mediaset
      .....
      Poi li avete visti i nuovi uffici postali ??
      Sono fatti con lo stesso criterio dei
      supermercati Esselunga, con gli scaffali pieni di
      roba che con le Poste non c'entrano nulla
      (preservativi, profumi, rasoi ......
      giocattoli).
      La prima volta che ci son entrato credevo di
      essermi sbagliato e che fossi finito alla COOP
      ......
      Poi 4 sportelli aperti ed una massa enorme di
      gente stipata nel poco spazio che rimane libero
      dalle bancarelle che adesso occupano lo spazio
      dove una volta c'erano le sedie per far sedere
      almeno gli anziani in
      fila.
      Non oso pensare cosa succederebbe se il nano
      rilevasse la privatizzazione di qualche grande
      ospedale: ci ritroveremmo le bancarelle in sala
      operatoria ed al posto dei letti per i
      pazienti.
      Gira e rigira l'unica cosa che sa fare è il
      venditore di
      pentole.almeno ora qualcuno lavora, prima da buoni statali erano tutti in pausa e sempre, vogliamo davvero prenderci in giro ancora con sta storia di berrusconi, il male assoluto e omnipresente (stamattina mi è caduto un bicchiere, chiaramente colpa di berrusconi, gli farò causa)
    • G&G scrive:
      Re: Le Poste Italiane son di Berlusconi
      Come detto in altri post che cosa a che fare Berlusca con le poste? Al max preditela con Passera l'ex amministratore delegato che ha dato in gestione tutto a società controllate dalla moglie.E poi ti ricordo che il nano, come dici tu, l'ospedale c'è l'ha e come! Ed è pure grosso è famoso! Ti dice nulla questo nome "San Raffaele" di MilanoPrima di parlare informati
      • nardo scrive:
        Re: Le Poste Italiane son di Berlusconi
        ahahah....però ogni sportello postamat è anche uno sportello mediolanum....come direbbe mauro sandreani su pes6: mossa furbissima del governo berlusconi II....ciao!!!
        • Appelina scrive:
          Re: Le Poste Italiane son di Berlusconi
          - Scritto da: nardo
          ahahah....però ogni sportello postamat è anche
          uno sportello mediolanum....come direbbe mauro
          sandreani su pes6: mossa furbissima del governo
          berlusconi
          II....ciao!!!E quindi? Che male c'è? Sai che chi ha il conto Mediolanum non paga le commissioni quando fa bancomat? Ovunque e non solo in Posta?E' un buon servizio. Ha successo. Tutto il resto è invidia... e fuffa...IMHO
        • Rubamazzett o scrive:
          Re: Le Poste Italiane son di Berlusconi
          - Scritto da: nardo
          ahahah....però ogni sportello postamat è anche
          uno sportello mediolanum....come direbbe mauro
          sandreani su pes6: mossa furbissima del governo
          berlusconi
          II....ciao!!!Se è per questo chi ha il bancomat con Mediolanum non paga il prelievo su NESSUNO sportello automatico di NESSUNA BANCA. Non è una cosa che Mediolanum ha fatto con le Poste e basta. E' un accordo fatto con tutte le banche italiane e che porta solo vantaggi al cliente. Lo trovi sbagliato?Ora, in un Paese normale questo vorrebbe dire che la gente si fa due conti, vede che il conto Mediolanum costa meno e si butta su quel conto, in modo da spingere chi fa pagare 3-4 euro a botta a ridurre i prezzi.Invece no. Il tipico italiano non si lamenta di chi ha i prezzi alti...SI LAMENTA DI BERLUSCONI CHE NON GLI FA PAGARE L'uso del Bancomat!E il problema non è più l'alto costo del bancomat. Il problema diventa chi fa accordi vantaggiosi per non ridurre i costi ai clienti!Ma siamo proprio dei coggggllll...non uso la parola, ma il significato è chiaro.
      • mi consenta scrive:
        Re: Le Poste Italiane son di Berlusconi
        -
        E poi ti ricordo che il nano, come dici tu,
        l'ospedale c'è l'ha e come! Ed è pure grosso è
        famoso! Ti dice nulla questo nome "San Raffaele"
        di Milano

        Prima di parlare informatiCerto.E difatti gli amici padani del nano propongono di mandare i finanziamenti della Montalcini al San Raffaele, così se li spupazzano loro.http://www.repubblica.it/2007/10/sezioni/politica/napolitano-tre/catselli-montalcini/catselli-montalcini.html
    • Wotan scrive:
      Re: Le Poste Italiane son di Berlusconi
      Oh madonna!!!Sei sotto l'effetto di una overdose veltroniana?Non è che il continuo spot al Calderone PseudoDemocratico propinato su tutti i media ti ha danneggiato la materia grigia?Vedi Berlusconi dappertutto?Fai causa al lombricone!!!!
    • Wotan scrive:
      Re: Le Poste Italiane son di Berlusconi
      Oh madonna!!!Sei sotto l'effetto di una overdose veltroniana?Non è che il continuo spot al Calderone PseudoDemocratico propinato su tutti i media ti ha danneggiato la materia grigia?Vedi Berlusconi dappertutto?Fai causa al lombricone!!!!
    • Torog scrive:
      Re: Le Poste Italiane son di Berlusconi
      - Scritto da: lalla63
      E vi stupite che evadano i contributi ??
      Sai la novità !!!
      Certo che se il canone fosse finito a Mediaset
      .....
      Poi li avete visti i nuovi uffici postali ??
      Sono fatti con lo stesso criterio dei
      supermercati Esselunga, con gli scaffali pieni di
      roba che con le Poste non c'entrano nulla
      (preservativi, profumi, rasoi ......
      giocattoli).
      La prima volta che ci son entrato credevo di
      essermi sbagliato e che fossi finito alla COOP
      ......
      Poi 4 sportelli aperti ed una massa enorme di
      gente stipata nel poco spazio che rimane libero
      dalle bancarelle che adesso occupano lo spazio
      dove una volta c'erano le sedie per far sedere
      almeno gli anziani in
      fila.
      Non oso pensare cosa succederebbe se il nano
      rilevasse la privatizzazione di qualche grande
      ospedale: ci ritroveremmo le bancarelle in sala
      operatoria ed al posto dei letti per i
      pazienti.
      Gira e rigira l'unica cosa che sa fare è il
      venditore di
      pentole.Indipendentemente da chi sia il proprietario delle Poste, ma davvero non ti sei minimamente reso conto del senso del post ?
  • aghost scrive:
    ci sono anche i monitor
    negli uffici postali di trento ci sono anche dei graziosi monitor pubblici, cioè rivolti verso il pubblico. Ora mostrano l'interno dell'uffico ma sono strumenti perfettamente adatti alla ricezione...http://www.aghost.wordpress.com/
    • Prisco Mazzi scrive:
      Re: ci sono anche i monitor
      - Scritto da: aghost
      negli uffici postali di trento ci sono anche dei
      graziosi monitor pubblici, cioè rivolti verso il
      pubblico. Ora mostrano l'interno dell'uffico ma
      sono strumenti perfettamente adatti alla
      ricezione...Non solo: devono pagare anche quelli "adattabili".Esempio: prendo uno scatolone di cartone, gli inserisco l'opportuna elettronica, un display OLED, ed ecco costruito un apparecchio che riceve il segnale tv. Non è un'operazione difficile. Morale: chi ha uno scatolone di cartone deve pagare il canone.
    • Bill Gates scrive:
      Re: ci sono anche i monitor
      - Scritto da: aghost
      negli uffici postali di trento ci sono anche dei
      graziosi monitor pubblici, cioè rivolti verso il
      pubblico. Ora mostrano l'interno dell'uffico ma
      sono strumenti perfettamente adatti alla
      ricezione...

      http://www.aghost.wordpress.com/Beh, se sono rivolti verso il pubblico, qui entra in gioco anche la SIAE: si deve pagare l'imposta sugli spettacoli (e non scherzo).
  • Michele scrive:
    Dubbio...
    Ma io devo pagare il canone o no? Vi spiego, io non ho la tv, ne un videocitofono e neppure un pc. Ma pago comunque il canone perchè mi è arrivata l'intimidazione a farlo in quanto dispongo di una connessione ADSL che uso per connettermi a internet col portatile della ditta.Che faccio, continuo a pagare o no? -_-
    • PeterThos scrive:
      Re: Dubbio...
      E tu stai pagando solo perchè hai ricevuto l'intimidazione?Guarda che quella viene inviata a tutti.Tra l'altro non dalla rai direttamente,ma da una società di riscossione crediti.Mi sa che hai fatto una *azzata.Perchè se non hai la tv ma solo il portatile, io credo che sia davvero ingiusto pagare il canone.Vabbè io lo trovo ingiusto a prescindere visto il livello della rai.
      • Pistola scrive:
        Re: Dubbio...
        - Scritto da: PeterThos
        E tu stai pagando solo perchè hai ricevuto
        l'intimidazione?Dicesi troll.Ma quanti pensi che non abbiano una tv in casa?E se non hanno la tv hanno monitor+pc+router+adsl e guardano la tv attraverso internet.Sempre il canone devono pagare.Dovrebbero fare una legge chiara per i privati.Hai internet+pc o monitor+decoder o tv? Paghi il canone.
        • picchio9999 scrive:
          Re: Dubbio...
          - Scritto da: Pistola
          Ma quanti pensi che non abbiano una tv in casa?salve, eccomi qua!
          E se non hanno la tv hanno monitor+pc+router+adsl
          e guardano la tv attraverso
          internet.sbagliato, non guardo la tv attraverso internet.
          Sempre il canone devono pagare.anche se fosse, il canone non è per chi guardala tv, ma per chi possiede un apparecchio chericeve trasmissioni televisive.peccato manchi la definizione di cosa si intendaper trasmissione televisiva.
          Dovrebbero fare una legge chiara per i privati.
          Hai internet+pc o monitor+decoder o tv? Paghi il
          canone.e se il pc, perché vecchio oppure nuovo, ma"custom", non fosse in grado di ricevere e/oelaborare trasmissioni televisive?-- saluti
          • Gabriele scrive:
            Re: Dubbio...
            E qui ti rispondo io! La legge dice: Qualsiasi apparecchio in grado di ricevere una trasmissione televisiva, ma dice anche qualsiasi apparecchio adattabile... Come tostapane, forno... Cmq io sarei per non pagare, e poi provate ad entrarmi in casa e vediamo come ragioniamo!!
          • Lucio scrive:
            Re: Dubbio...
            - Scritto da: Gabriele
            E qui ti rispondo io!
            La legge dice: Qualsiasi apparecchio in grado di
            ricevere una trasmissione televisiva, ma dice
            anche qualsiasi apparecchio adattabile... Come
            tostapane, forno...Tostapane e forno non sono mica adattabili.
          • memedesimo scrive:
            Re: Dubbio...
            - Scritto da: Lucio
            - Scritto da: Gabriele

            E qui ti rispondo io!

            La legge dice: Qualsiasi apparecchio in grado di

            ricevere una trasmissione televisiva, ma dice

            anche qualsiasi apparecchio adattabile... Come

            tostapane, forno...
            Tostapane e forno non sono mica adattabili.e chi te lha detto? mica specificano *quanto* adattabili
          • Digitale Terrestre per più pluralismo scrive:
            Re: Dubbio...


            Tostapane e forno non sono mica adattabili.
            e chi te lha detto? mica specificano *quanto*
            adattabiliNo, ma qualunque persona sana di mente capirebbe che il quanto non è tale da snaturare completamente l'oggetto in questione.Oppure tu ritieni il contrario? E se ritieni il contrario paghi il canone, giusto?La legge va interpretata. Questo sempre e comunque.Un computer da solo non permette di vedere a tv.Uno con adsl lo permette eccome.Un monitor da solo non permette di vedere la tv, ma se lo colleghi ad un videoregistratore o ad un decoder, la tv si vede.Adattabile non vuol dire che prendi i componenti e saldi, dissaldi, colleghi circuiti e vedi la tv.Adattabile nel senso che collegando a qualcosa lui funziona e ti fa vedere la tv. Sia essa tv su internet o tv via sat o dtt.
          • ... scrive:
            Re: Dubbio...
            Prendi una tv, un tostapane metallico, tagli il cavo della corrente della tv e lo saldi sul tostapane, all'altro lato saldi un altro pezzo di filo che va alla presa.Aldilà della porcata tecnologia, anche il tostapane è dimostrato che può essere parte dell'acrocco per vedere la tv quindi tassabile...
          • Vodafone: portafogli vuoto garantito scrive:
            Re: Dubbio...

            Prendi una tv, un tostapane metallico, tagli il
            cavo della corrente della tv e lo saldi sul
            tostapane, all'altro lato saldi un altro pezzo di
            filo che va alla
            presa.
            Aldilà della porcata tecnologia, anche il
            tostapane è dimostrato che può essere parte
            dell'acrocco per vedere la tv quindi
            tassabile...Non è il tostapane ad essere tassabile, ma la tv...ma tu tutto fuori sei?
          • Gabriele scrive:
            Re: Dubbio...
            E qui ti rispondo io! La legge dice: Qualsiasi apparecchio in grado di ricevere una trasmissione televisiva, ma dice anche qualsiasi apparecchio adattabile... Come tostapane, forno... Cmq io sarei per non pagare, e poi provate ad entrarmi in casa e vediamo come ragioniamo!!
        • soulista scrive:
          Re: Dubbio...
          - Scritto da: Pistola
          - Scritto da: PeterThos

          E tu stai pagando solo perchè hai ricevuto

          l'intimidazione?
          Dicesi troll.
          Ma quanti pensi che non abbiano una tv in casa?
          E se non hanno la tv hanno monitor+pc+router+adsl
          e guardano la tv attraverso
          internet.
          Sempre il canone devono pagare.

          Dovrebbero fare una legge chiara per i privati.
          Hai internet+pc o monitor+decoder o tv? Paghi il
          canone.oppure, più semplicemente: "esisti? hai un tetto? paghi il canone!"
          • Lucio scrive:
            Re: Dubbio...

            oppure, più semplicemente: "esisti? hai un tetto?
            paghi il
            canone!"Avrebbe molto senso.Sei cittadino italiano, paghi il canone rai perché la rai ti garantisce pluralismo informativo e libertà di informazione.Articolo 21 della costituzione.
          • Appelina scrive:
            Re: Dubbio...
            Ma il canone in realtà te lo fanno pagare anche se non vuoi ricevere la RAI. Hai una tv che riceve solo mediaset e la7? Paghi lo stesso.PS: non serve scomodare la costituzione... soprattutto per la RAI....
          • Digitale Terrestre per più pluralismo scrive:
            Re: Dubbio...
            - Scritto da: Appelina
            Ma il canone in realtà te lo fanno pagare anche
            se non vuoi ricevere la RAI.Tu non paghi per ricevere la rai, ma per la possibilità di avere libertà di informazione e pluralismo che la tv di stato ha l'obbligo di garantire.Non paghi per sorbirti Floris e i suoi programmi falsi o report e i suoi reportage truccati in modo da colpire Berlusconi. Non paghi per vedere Mazza che taglia le notizie sul PD o Vespa che sostiene la destra. E di certo non paghi perché vedi l'Isola degli affamati.Paghi solo per la possibilità di avere informazione, pluralità di voci. La rai ha questa missione.....................................Almeno dovrebbe avere questa missione...
    • ClaudioB scrive:
      Re: Dubbio...
      Il portatile è un computer.Il canone lo devono pagare coloro che sono in possesso di un apparecchio atto o adattabile a ricevere le trasmissioni.Per esempio se hai un televisore degli anni 50 rotto, che tieni per soprammobile, devi pagare!
      • Pignolone scrive:
        Re: Dubbio...
        - Scritto da: ClaudioB
        Il canone lo devono pagare coloro che sono in
        possesso di un apparecchio atto o adattabile a
        ricevere le trasmissioni.Precisazione tratta dal sito della RAI:...chiunque possiede e/o detiene un apparecchio atto o adattabile a ricevere le trasmissioni radiotelevisive.
    • Lassamo perde scrive:
      Re: Dubbio...
      Se non hai mai pagato, non pagare.
    • PincoPallin o scrive:
      Re: Dubbio...
      Senza offese, a me sembri semo...Ti arriva una lettera a casa di richiesta pagamento e tu paghi senza batter ciglio?
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Dubbio...
        - Scritto da: PincoPallin o
        Senza offese, a me sembri semo...
        Ti arriva una lettera a casa di richiesta
        pagamento e tu paghi senza batter
        ciglio?quoto al 100%, finchè c' è gente così hai voglia che ci toglieremo dalle palle questo canone-truffa
    • pegasus2000 scrive:
      Re: Dubbio...
      Quella di pagare perché si possiede un... VIDEOCITOFONO è proprio clamorosa!!! :@Dal sito http://www.abbonamenti.rai.it/Ordinari/canone.asp"Chiunque detenga uno o più APPARECCHI atti o adattabili alla ricezione dei programmi televisivi deve per legge R.D.L.21/02/1938 n.246 pagare il canone di abbonamento TV. Trattandosi di un'imposta sul possesso o sulla detenzione dell'apparecchio, il canone deve essere pagato indipendentemente dall'uso del televisore o dalla scelta delle emittenti televisive."Ora si tratta solo di definire se un collegamento ADSL può essere definito "apparecchio".Dal sito http://www.demauroparavia.it/7322"ap|pa|réc|chios.m.1 LE insieme dei preparativi, preparazione: fra Cristoforo vide quella., ... e provò un leggier turbamento (Manzoni); apparato: a. bellico2 FO dispositivo, macchinario destinato a uno scopo: a. telefonico, radiofonico | spec., telefono: resti alla., a. a gettoni3 CO aeroplano4 TS med., dispositivo capace di correggere una deformazione, immobilizzare unarticolazione, ecc.: a. protesico | spec., dispositivo per correggere una posizione anomala dei denti: da bambina portavo la.5 TS arch., edil., composizione e disposizione dei conci per la costruzione di muri, archi, rivestimenti, ecc.6 TS tess. ⇒apparecchiatura7 TS pitt. ⇒apparecchiatura"come vediamo la voce "apparecchio" richiama anche "dispositivo" e "macchinario""di|spo|si|tì|voagg., s.m.1 agg. CO che dispone a un determinato fine | TS dir., che contiene disposizioni o clausole: la parte dispositiva di un contratto, di una sentenza2 s.m. CO congegno che, applicato a un apparecchio, a un impianto e sim., svolge una determinata funzione: d. dallarme, elettronico, d. automatico, inserire il d., d. daccensione; d. di controllo: complesso di elementi conduttori che stabiliscono o interrompono la continuità di un circuito3 s.m. TS dir., parte di un atto giurisdizionale in cui è contenuta la decisione del giudice4 s.m. TS milit., disposizione di un reparto o di un complesso di forze per far fronte ad un attacco | grafico della formazione di marcia che deve essere assunta da un reparto di navi da guerra""mac|chi|nà|rios.m.CO insieme delle macchine utensili e degli attrezzi necessari a una produzione industriale: rinnovare i macchinari, un nuovo m. | estens., organizzazione elefantiaca e scarsamente funzionante: il m. della burocrazia"Dal sito http://it.wikipedia.org/wiki/Adsl"La TECNOLOGIA ADSL (acronimo dell'inglese Asymmetric Digital Subscriber Line), facente parte della famiglia di tecnologie denominata DSL, permette l'accesso ad Internet ad alta velocità (si parla di banda larga o broadband)."Quindi secondo me, (secondo me eh :p) l'ADSL NON può essere definita un "apparecchio".Se non hai mai pagato, straccia la lettera; se hai già pagato sono c@zzi tuoi, perché dovrai continuare a pagare!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 ottobre 2007 12.52-----------------------------------------------------------
  • ... scrive:
    Come dicono a Colorado...
    Tu mi dici quello che devo fare...Paga!Fidati...
Chiudi i commenti