Infostrada, quella pubblicità è ingannevole

Lo stabilisce l'Autorità garante della concorrenza e del mercato che se la prende con le recenti pubblicità di SpazioZero, l'opzione che la compagnia telefonica offre per chiamare sempre al costo delle urbane. Un'altra decisione inutile?

Roma – Una nuova bacchettata arriva ad Infostrada dall’Autorità garante per il mercato e la concorrenza. L’Autorità ha infatti deciso che la pubblicità dell’offerta SpazioZero è ingannevole.

Come noto, SpazioZero è un’opzione telefonica che consente di chiamare con Infostrada al prezzo praticato dalla compagnia sulle urbane anche se si chiama in interurbana, al costo di 10mila lire di canone al mese.

La pubblicità di questa opzione, apparsa su alcune riviste tra cui Il Mondo, presentava una tabella ragionata delle offerte telefoniche di più gestori, una pubblicità considerata ingannevole perché “si osserva che il messaggio oggetto del presente provvedimento riporta le tariffe applicate dall’operatore pubblicitario agli utenti del servizio “Infostrada Spaziozero”. Tuttavia, le modalità di prospettazione di tali tariffe sono tali da alterare in misura significativa la percezione della convenienza dell’offerta da parte dei consumatori”.

Come già in passato, anche in questa occasione ha pesato il fatto che i prezzi venissero presentati Iva esclusa. L’Autorità ha infatti precisato: “Deve osservarsi che, con riferimento anche agli importi di spesa mensile indicati nella tabella comparativa, la necessità di trasparenza e di correttezza della comunicazione d’impresa esige che, quando nei messaggi pubblicitari si fa menzione del prezzo di un bene o di un servizio, detto prezzo sia comprensivo di ogni ulteriore onere economico gravante sul consumatore”.

Il problema che si pone sempre più chiaramente per questo genere di decisioni da parte dell’Antitrust è la loro effettiva efficacia nello spingere le aziende a comportarsi in modo più trasparente nella presentazione dei propri servizi. Difficilmente, infatti, decisioni come queste finiscono per pesare realmente sull’immagine o sul budget dell’azienda coinvolta che non viene quindi “stimolata” a migliorare a vantaggio dei consumatori.

Nel caso di Infostrada, l’Autorità chiede che la pubblicità non venga ulteriormente diffusa perché, in caso contrario, è prevista una reclusione fino a tre mesi e multa fino a cinque milioni. E non c’è dubbio che Infostrada cambierà quella pubblicità, dopo che questa ha girato dove doveva girare…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Se fosse stato posto un altra cosa in NAPSTER
    Gente..vogliono far pagare NAPSTER...ok, ma se al posto di farlo pagare non facessero un qualcosa tipo Go!Zilla? un bel banner pubblicitario a favore delle case discografiche..almeno i soldi che dovremo sborsare noi sarebbero già pagati dalla pubblicità. Un ultima cosa..Napster non era conosciuto fino a prima del boom dei mp3 gratis, se ora lo mettono a pagamento molta, ma molta gente se ne andrà..e che accadrà? Napster chiuderà per fallimento....quindi ditemi..se al posto di dare tanti soldi a quei porci di cantanti che cantano e pigliano miliardi quando invece potrebbero cavarsela anche con meno soldi in tasca..e vogliono bachettare la pirateria..diciamo..ora come ora la pirateria mp3 non è nient'altro che un Robin Hood della rete..evita che troppi soldi finiscano nelle tasche di quegli ingordi e resti di più nelle nostre..anche perchè con quei politici ladri che abbiamo mica possiamo tanto elargire denaro per niente, basti pensare a tutti i soldi che anche in altri beni si pagano solo per il marchio.
  • Anonimo scrive:
    3 SOLI POST, ed lo avete MESSO IN PRIMA PAGINA !!
    NON LO AVETE CAPITO CHE DI NAPSTER NON GLIENE FREGA PIU' UN CA**O PIU' A NESSUNO?QUESTI SONO GLI UTENTI DELL'MP3,GUARDANO SOLO I PROPRI INTERESSIE INNEGGIANO AL FILE-SHARINGPERCHE' NON VOGLIONO SPENDERE I SOLDI PER COMPRARSI I CD.NAPSTERALTRO NON E' CHE UN SISTEMA DI PIRATERIA MUSICALE.LA R.I.A.A. lo ha capito ed il giudice gli ha dato pure ragione.PASSO E CHIUDO con lo Sniaps (Napster)
    • Anonimo scrive:
      Re: 3 SOLI POST, ed lo avete MESSO IN PRIMA PAGINA !!
      - Scritto da: MAX
      NON LO AVETE CAPITO CHE DI NAPSTER NON
      GLIENE FREGA PIU' UN CA**O PIU' A NESSUNO?

      QUESTI SONO GLI UTENTI DELL'MP3,
      GUARDANO SOLO I PROPRI INTERESSI
      E INNEGGIANO AL FILE-SHARING
      PERCHE' NON VOGLIONO SPENDERE I SOLDI PER
      COMPRARSI I CD.

      NAPSTER
      ALTRO NON E' CHE UN SISTEMA DI PIRATERIA
      MUSICALE.

      LA R.I.A.A. lo ha capito ed il giudice gli
      ha dato pure ragione.

      PASSO E CHIUDO con lo Sniaps (Napster)PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
    • Anonimo scrive:
      Re: 3 SOLI POST, ed lo avete MESSO IN PRIMA PAGINA !!
      - Scritto da: MAX
      NON LO AVETE CAPITO CHE DI NAPSTER NON
      GLIENE FREGA PIU' UN CA**O PIU' A NESSUNO? In effetti hai ragione,molta gente si é stufata di parlare di Napster...
      QUESTI SONO GLI UTENTI DELL'MP3,
      GUARDANO SOLO I PROPRI INTERESSI Non sono d'accordo,non si puo' e non si DEVE MAI sparare nel mucchio..chi spara nel mucchio é perché non vuole sentire le opinioni degli altri..un OPPRESSORE,insomma
      E INNEGGIANO AL FILE-SHARING
      PERCHE' NON VOGLIONO SPENDERE I SOLDI PER
      COMPRARSI I CD.Vedi sopra
      NAPSTER
      ALTRO NON E' CHE UN SISTEMA DI PIRATERIA
      MUSICALE. Dovresti provare a inviare una lettera al Sign. Shawn Fanning,visto che sei sicuro delle tue idee..occhio alla magistratura,pero' :-)
      LA R.I.A.A. lo ha capito ed il giudice gli
      ha dato pure ragione.La R.I.I.A.A é un'associazione a DELINQUERE,non ho nessuna paura di scriverlo...inoltre,se tu avessi studiato un po' di storia americana,sapresti benissimo (anche i bambini lo sanno) che la magistratura U.S.A.,quando é costretta a esprimere una sentenza importante (come nel caso Napster,ma questo é solo un esempio,prova a pensare al caso Rockfeller, oppure alle famosissime sentenze giurisprudenziali della Corte Suprema riguardante le FUSIONI INDUSTRIALI o le FUSIONI TRA MAJOR),pochissime volte si é dimostrata in grado di capire la reale situazione sociale,politica,ed economica che doveva considerare durante le sentenze...in poche parole,in tutti i libri di storia contemporanea del mondo,la magistratura U.S.A.,in particolare la Corte Suprema viene considerata non molto affidabile,dal punto di vista storico (vedi anche il caso Kennedy)...se volete bannarmi,fate pure,ma come potete bannare centinaia di libri di storia americana????? arrivederci.
      PASSO E CHIUDO con lo Sniaps (Napster)
  • Anonimo scrive:
    dovremmo esportare la tecnica del netstrike
    ...ontro il Congresso statunitense, in questo caso. da tutto il mondo..... voglio vedere se vanno a rintracciare tutti gli utenti che hanno fatto un reload delle loro pagine.qualche idea? qualche organizzazione?
  • Anonimo scrive:
    Ah --
    Ah, quindi il file sharing sarebbe legittimo solo in quanto porta profitti a qualcuno che ha già grossi profitti...Bene, quindi se io volessi scambiare i miei file (file miei miei, prodotti da me...) dovrei sempre essere pronto a dimostrarne la legittimità a chiunque ponga eccezione??
  • Anonimo scrive:
    winmx!
    recensito anche su PIuscita nuova versione *FIGATA*ve lo stramega consigliowww.winmx.comspero di non beccarmi una x rossa... mica lo faccio io!
Chiudi i commenti