Inganna la SWAT: in galera

Finisce in carcere il phreaker cieco che ha craccato il 911. Per lui 11 anni al fresco

Condannato a 11 anni l’hacker telefonico, phreaker , che aveva mobilitato una squadra SWAT fingendo un’emergenza.

Matthew Weigman, un ragazzo cieco di 19 anni conosciuto come “Little Hacker”, faceva parte di un gruppo di hacker collegati a più di 60 finte chiamate al 911: craccavano la rete telefonica facendo in modo che le forze dell’ordine irrompessero in casa delle loro vittime (capi ufficio, padroni di casa, familiari e amici) fucili spianati e massima allerta, terrorizzandoli. Oltretutto ogni singola uscita delle forze speciali può costare decine di migliaia di dollari, per non parlare degli evidenti rischi derivanti dal mettere civili impauriti di fronte alla squadra in assetto da guerra.

Il gruppo, inoltre, secondo quanto riportato dal Dipartimento di Giustizia, avrebbe tagliato numerose linee telefoniche, spiato conversazioni e scambiato con altri cracker telefonici password e informazioni estorte ad ignari utenti o impiegati delle telco.

La maggior parte dei membri del gruppo era già stata condannata , ma Wigman ha avuto la pena maggiore: arrestato nel maggio 2008, aveva anche minacciato l’investigatore che stava imbastendo il caso contro di lui, presentandosi a casa sua con il fratello ed un altro phreaker. ( C.T. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fabio C. scrive:
    Anche da noi...
    Anche da noi in Italia, al politecnico di Milano, ci stanno lavorando. Buona lettura: http://airwiki.elet.polimi.it/mediawiki/index.php/LURCH_-_The_autonomous_wheelchair
  • All Your Base Are Belong To Us scrive:
    Un dubbio
    Dal momento che la realtà percepita attraverso i sensi e la realtà rappresentata seguono i medesimi percorsi neurali all'interno del cervello, che cosa succede alla sedia a rotelle se l'utente sovrappensiero immagina di spostarsi o, se addormentato, sogna di farla andare avanti?
    • franz1789 scrive:
      Re: Un dubbio
      Immagino ci sia un modo di disabilitarne un comando, non è un'integrazione... Inoltre non credo che una persona dorma su una sedia a rotelle, i disabili dormono sul letto come tutti...
  • MaurySeven4 scrive:
    superiorità tecnologica...
    Certo che Giappone e oriente in generale credono davvero nel futuro. Spendono soldi ed energie per la ricerca, ed effettivamente la ricerca li ripaga davvero bene. Gli europei al massimo fanno motori a pistoni, come quelli dei motori a vapore del 1800... Al posto che incentivare l'acquisto di auto per salvare la FIAT & Co. non potrebbero incentivare FIat & Co. a cambiare un pò le cose ?? Del tipo una divisione Fiat che costruisce auto e la rimanenza delle risorse convertita in qualcosa di più tecnologico che delle auto ??E in Italia non investiamo né nella ricerca ma nemmeno nell'istruzione !!Lungimiranza....
  • NeRON scrive:
    perché la guancia?
    perché proprio gonfiare la guancia?cavolo se la sedia sta andando verso un'ostacolo e la persona sopra va in panico quello nel migliore dei casi si schianta, nel peggiore finisce dentro ad un burrone... hanno fatto avanti, sx, dx.. non potevano fare "indietro?"
    • Quello Li scrive:
      Re: perché la guancia?
      - Scritto da: NeRON
      perché proprio gonfiare la guancia?Perchè è una cosa che il 99% dei paraplegici può muovere. Il sistema è fatto per gente che non muove neppure le dita, altrimenti sarebbe bastato un joystick
      • NeRON scrive:
        Re: perché la guancia?
        - Scritto da: Quello Li
        - Scritto da: NeRON

        perché proprio gonfiare la guancia?


        Perchè è una cosa che il 99% dei paraplegici può
        muovere. Il sistema è fatto per gente che non
        muove neppure le dita, altrimenti sarebbe bastato
        un
        joystickappunto... gonfiare la guancia potrebbe essere una difficoltá, soprattutto se in panico per paura di finire contro un muro.
        • du.demon scrive:
          Re: perché la guancia?
          Probabilmente per fermarsi hanno scelto uno stimolo fisico e non elettroencefalico per avere la quasi cetezza che il sistema si fermi e non interpreti male il segnale.du.demon
          • mal93 scrive:
            Re: perché la guancia?
            - Scritto da: du.demon
            Probabilmente per fermarsi hanno scelto uno
            stimolo fisico e non elettroencefalico per avere
            la quasi cetezza che il sistema si fermi e non
            interpreti male il
            segnale.

            du.demon
          • Aresio scrive:
            Re: perché la guancia?
            - Scritto da: du.demon
            Probabilmente per fermarsi hanno scelto uno
            stimolo fisico e non elettroencefalico per avere
            la quasi cetezza che il sistema si fermi e non
            interpreti male il
            segnale.

            du.demonè palese che la ragione sia questa: deve essere un segnale inequivocabile di emergenza, istantaneo e non fraintendibile. non ci sono altri movimenti adeguati che una persona in quelle condizioni possa fare.cmq Toyota
            *
          • pluto scrive:
            Re: perché la guancia?
            perchè l'erezione non sempre arriva su comando
          • nome cogniome scrive:
            Re: perché la guancia?
            - Scritto da: pluto
            perchè l'erezione non sempre arriva su comando(rotfl) Anch'io l'avevo pensata.Comunque so che ci sono già da tempo sedie di questo tipo controllate dalla lingua, tramite una pallina simile a quelle dei mouse.Certo che è strana quella cosa della guancia, io pensavo che in una situazione di pericolo fosse automatico aprire la bocca, ad esempio per urlare, e in questo modo sarebbe difficile gonfiare la guancia...
  • Carlo scrive:
    125 millesimi
    C'è un errore nell'articolo, si tratta di 125ms,ossia 125 millesimi di secondo, non milionesimi.
    • Ale scrive:
      Re: 125 millesimi
      Anche perchè mi sembra assurdo un ritardo di soli 125us... soprattutto inutile visto che a quella velocità si percorrerà qualche micrometro :-)
    • nr nr nr nr scrive:
      Re: 125 millesimi
      - Scritto da: Carlo
      C'è un errore nell'articolo, si tratta di 125ms,
      ossia 125 millesimi di secondo, non milionesimi.In effetti la pagina della toyota riporta 125 ms.
      • attonito scrive:
        Re: 125 millesimi
        - Scritto da: nr nr nr nr
        - Scritto da: Carlo

        C'è un errore nell'articolo, si tratta di 125ms,

        ossia 125 millesimi di secondo, non milionesimi.

        In effetti la pagina della toyota riporta 125 ms.uff che balle! ok, si tratta di un errore di fattore mille: perfattamente allineato alla tolleranza della qualita' di PI :D
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: 125 millesimi
      Grazie della segnalazione, sistemato! :)L
Chiudi i commenti