Inq Mobile, i nuovi telefonini di 3

Hutchison Whampoa prevede a breve termine il lancio di telefoni cellulari con un proprio brand

Roma – Hutchison Whampoa ha deciso di scendere in campo. Il gruppo di Hong Kong che controlla gli operatori mobili legati al brand 3 (tra cui c’è 3 Italia ) vuole estendere il proprio business al ramo dei cellulari ed è pronta a presentare i propri modelli contraddistinti dal marchio Inq Mobile .

uno dei nuovi dispositivi In preparazione al periodo natalizio, l’azienda partirà con un lancio commerciale in Gran Bretagna e Australia del suo primo modello Inq1 , che sarà distribuito attraverso la rete commerciale di 3 e, successivamente, proposto ad altri operatori di telefonia mobile.

La promessa dell’azienda è l’offerta di videocellulari e smartphone di alto livello, user-friendly e di prezzo abbordabile. In preparazione, ha rivelato l’AD di Inq Frank Meehan, ci sono altri quattro nuovi apparecchi.

Il prezzo previsto non supererà i 200 dollari e, secondo Meehan, aggiunto alla possibilità di navigare velocemente in Internet per l’utilizzo dei sempre più utilizzati servizi di social networking, “porterà i prodotti Inq Mobile al successo”. Engadget pubblica alcune foto come quella in questa pagina e racconta come sull’Inq1 siano presenti applicazioni per sfruttare in mobilità Facebook, Skype e Windows Live Messenger. Il tutto su un apparecchio che in Gran Bretagna dovrebbe costare, secondo le previsioni, 99 sterline (poco più di 120 euro) senza contratto telefonico.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Emoticon e video scrive:
    Alternativa assente
    Linux è troppo complesso da usare poichè implica la conoscenza e l'utilizzo della shell. Non puoi fare niente di più di quel che c'è presente nel sistema o che si installa senza problemi. Vista è una ciofeca, troppi problemi di compatibilità, infonde gia da subito ostilità nei confronti dell'utente.Non ci sono vere innovazioni. Tutto fermo, in pratica chi usa linux resta dov'è e chi vorrebbe fortemente migrare da windows a linux non può senza aver imparato tutti i comandi di quella noiosissima shell. Si resta a XP.Fine del comunicato.
    • lllll scrive:
      Re: Alternativa assente
      grazie per la sua riflessione.perchè non inventa lei qualcosa di innoativo?
      • Emoticon e video scrive:
        Re: Alternativa assente
        Basterebbe fornire di un semplice installer con tutti i suoi comandi batch, per l'installazione di drivers e quant'altro. Ma sembra che fare questo su linux sia impossibile ed è tutto lasciato alla mercè dell'utente che il più delle volte non sa da che parte cominciare. Questo è il vero neo di linux, ed è un vero peccato che ancora nessuno si sia preso la briga di risolverlo. Problema sul quale naufragano la maggior parte degli utenti che vorrebbero sostituire windows con linux.Saluti.
    • Stefano scrive:
      Re: Alternativa assente
      Penso che prima di utilizzare qualsiasi oggetto (che non sia talmente semplice e intuitivo) ha la necessità di leggere un po' le istruzioni. Con un bel libro riuscirai anche tu ad usare Linux ;) P.S. anche per usare Win sarebbe bene prima impararlo un po', ma evidentemente la gente pensa che gli elaboratori siano dei giocattoli...
  • dti scrive:
    Chi ha detto che su Linux....
    Chi ha detto che su Linux non ci siano giochi? Linux è una piattaforma con migliaia di giochi incorporati. Ecco un elenco di alcuni dei titoli preferiti:* Lettura estrema di manuali (i linuxiani più allenati riescono a leggere 20 pagine di manuale al minuto). * Scrittura estrema di riga di comando (i linuxiani più allenati riescono a scrivere 5 righe di comando al secondo). * Rinominare le icone e cambiare in continuazione sfondo!(i linuxiani più allenati riescono a cambiare sfondo ad una frequenza di 60 frame al secondo). * Cercare il driver per il modem su Internet (senza l'uso del modem). * Cercare il driver per il processore su Internet (senza l'uso del processore). * Ricompilare il kernel per vedere quanto ci mette il tuo processore, poi dimezzare il tempo e dirlo al tuo amico nerd per vederlo diventare verde (il tuo amico nerd farà la stessa cosa con un altro suo amico). * Ping localhost (ripetere il comando per 10.000 volte). * Far girare il cubo di Compiz-Fusion il più veloce possibile (i linuxiani più allenati riescono a far girare il cubo 39340290^012930 volte al secondo). * Installare i driver wireless di windows con ndiswrapper. * Stare un'ora a cercare di installare X-Plane con wine. Come potete vedere, i giochi per Windows sono nettamente inferiori.
  • dti scrive:
    Vista fa schifo, ma linux è peggio
    Scrivo questo documento in OpenOffice su Kubuntu blah blah blah questo Linux è un sistema operativo serio perché se fai una cazzata ti tocca formattare tutto e ricominciare blah blah blah Vista invece fa cagare e non funziona neanche il modem blah blah blah Linux invece è fighissimo guarda sto video blah Blah BlahBlah Blah BlahBlah Blah BlahBlah Blah BlahBlah Blah BlahBlah Blah BlahP.S. EsseEmme voleva mandare degli screenshot, ma l'upgrader di Kubuntu non ha funzionato e ha danneggiato il kernel. Dovrà reinstallare tutto e nel frattempo ha perso tutti i dati salvati
  • Alvaro Vitali scrive:
    2.6.27 + nVidia 177.80 = apoteosi!
    Non so cosa abbiano combinato i cantinari che lavorano al kernel e ai driver nVidia; sta di fatto che ho ricompilato il 2.6.27 e ho aggiornato i driver nVidia alla 177.80 e adesso il PC, che già era velocissimo, è diventato un missile!Sembra impossibile migliorare un capolavoro, ma nel mondo Linux succede spesso!
    • Bill Gateso e Linusso Torvaldo scrive:
      Re: 2.6.27 + nVidia 177.80 = apoteosi!
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Non so cosa abbiano combinato i cantinari che
      lavorano al kernel e ai driver nVidia; sta di
      fatto che ho ricompilato il 2.6.27 e ho
      aggiornato i driver nVidia alla 177.80 e adesso
      il PC, che già era velocissimo, è diventato un
      missile!Significa semplicemente che prima il tutto era scritto malissimo.
  • kattle87 scrive:
    Mi ricorda molto le protezioni dei CD
    che bruciavano i lettori!!!! Però quelle non erano RC :D (rotfl)
  • ilcaroleader scrive:
    Un gran prodotto
    Linux non si smentisce, è proprio un gran prodotto, altro che quella porcheria di M$. Immagino la felicità di quegli utenti illuminati, che dopo aver convissuto per anni nel peccato con Winzozz, hanno scoperto che la loro SSD era sputtanata dall'amabile pinguino. A me successe qualche anno fa con il drive Dvd, grazie a un bug dell'allora Mandrake che distruggeva il firmware del lettore. Gran prodotto, non c'è dubbio.P.S. Sì, ok sono un troll. Contenti ora, linari?
    • luca scrive:
      Re: Un gran prodotto

      SSD era sputtanataguarda che era la scheda di rete
    • trollauto detected scrive:
      Re: Un gran prodotto
      - Scritto da: ilcaroleader
      P.S. Sì, ok sono un troll. Ok, potevi fare ameno di postare allora. Ops, no, scusa dimenticavo: è qui che vi radunate solitamente :-D
    • Darshan scrive:
      Re: Un gran prodotto

      P.S. Sì, ok sono un troll. Contenti ora, linari?wow. niente da dire allora
    • pabloski scrive:
      Re: Un gran prodotto
      ma va?e come mai lo sai solo tu questo fatto degli SSD?comunque ti sei sbagliato, era Vista quello sotto accusa perchè scrive continuamente sul disco e riduce la vita di un SSD a 6-8 mesima almeno trollate bene se proprio dovete trollate
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: Un gran prodotto
      Che figura di m...
    • Fai il login o Registrati scrive:
      Re: Un gran prodotto
      Non ho parole !!!!!!!!!!!!!!!!Ho appena abbandonato Windows e scopro che stavo meglio quando c'era lui !!!!!!!!!!!!Adesso dovro' installare di nuovo tutto... sob.- Scritto da: ilcaroleader
      Linux non si smentisce, è proprio un gran
      prodotto, altro che quella porcheria di M$.

      Immagino la felicità di quegli utenti illuminati,
      che dopo aver convissuto per anni nel peccato con
      Winzozz, hanno scoperto che la loro SSD era
      sputtanata dall'amabile pinguino. A me successe
      qualche anno fa con il drive Dvd, grazie a un bug
      dell'allora Mandrake che distruggeva il firmware
      del lettore. Gran prodotto, non c'è
      dubbio.

      P.S. Sì, ok sono un troll. Contenti ora, linari?
      • Fai il login o Registrati scrive:
        Re: Un gran prodotto
        falso allarme, non avevo capito che si parla di versione test, adesso è stabile, problemi 0. Ciao ciao Windows...
  • dti unimi scrive:
    Dovella al tappeto.
    Niente supporto Windows, per il nuovo filesystem UBIFS.
  • ALJ scrive:
    Finalmente.
    Sul nuovo portatile, era impossibile installare qualsiasi distro linux, finalmente con questo nuovo kernel, posso avere UBUNTU anche io, ho installato la versione 8.10 beta, installazione semplice e perfetta, appena finito di installare, è uscita un icona che mi proponeva di installare driver con restrizioni, per la scheda video e il wireless, ho subito provveduto, tutto ok.
    • pabloski scrive:
      Re: Finalmente.
      già è una bella fregatura che mancasse il supporto per i centrino 2 usciti ad agosto
      • ALJ scrive:
        Re: Finalmente.
        come hai fatto ad indovinare che il mio è un centrino 2?
        • claudio scrive:
          Re: Finalmente.
          Sono gli unici diffusi ma non supportati:P
        • pabloski scrive:
          Re: Finalmente.
          - Scritto da: ALJ
          come hai fatto ad indovinare che il mio è un
          centrino
          2?perchè ho comprato un Toshiba Satellite A300-1IH ( centrino 2 ) ad Agosto e Ubuntu 8.04 non ha voluto saperne di fare il boot :Dfinalmente potrà levare sVista e installare un OS serio adesso
          • ALJ scrive:
            Re: Finalmente.
            Ma è telepatia? il portatile in questione è Toshiba Satellite A300-1IH, che non mi dava la possibilità di installare alcuna distro linux, adesso con il nuovo kernel ho potuto tranquillamente installare ubuntu 8.10 beta e funziona tutto alla perfezione.
          • pabloski scrive:
            Re: Finalmente.
            non pensoho notato su ePrice, per esempio, che l'hanno messo in bella mostra....ne stanno praticamente vendendo a vagonate, del resto è un ottimo notebook sia come prezzo che qualitàil fatto che Ubuntu funziona alla perfezione non deve meravigliare, Toshiba ha lavorato negli ultimi 3 anni a rendere i suoi computer linux-compatibili, stando in silenzio e senza grandi proclami pubblicitariormai i produttori di PC e notebook non compatibili con Linux si contano sulle dita di una manoe il merito maggiore va ad Intel che sta imponendo i propri standard per quanto riguarda chipset, audio e interfacce di I/O
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Finalmente.
      Sarann in molti come te ad esclamare finalmente.Questo nuova versione del Kernel Linux, oltre che ampliare notevolmente la compatibilità hardware, mette a fine ad alcuni bug riscontrati per esempio nei lettori cd/dvd che a volte non permettevano l'installazione di distro Linux, inclusa Ubuntu.
  • attonito scrive:
    LINUX AL TAPPETO!
    beh, qui ci vuole, no? :Demulo_del_troll
  • bracco scrive:
    software malevolo
    Non solo la scheda di rete ma qualsiasi cosa abbia un firmware riprogrammabile direttamente dalla macchina ( masterizzatore, BIOS, etc) . E` il rovescio della medaglia della possibilita` di effettuare upgrade senza smontare l' hardware. Pero` la cosa non e` cosi banale da farsi, qualche controllino in giro c'e`!
  • Pino scrive:
    Software malevoli
    Scusate la domanda... ma quindi un qualsiasi software malevolo può "uccidere" la scheda di rete?COmplimenti, Intel.
    • viralex scrive:
      Re: Software malevoli
      no soltanto quelli che hanno accesso alle interfacce con interrupt di sistema. ovvero, il sistema operativo.In teoria il sistema operativo blocca qualsiasi tipo di azione dannosa ;)
      • foo scrive:
        Re: Software malevoli
        - Scritto da: viralex
        no soltanto quelli che hanno accesso alle
        interfacce con interrupt di sistema. ovvero, il
        sistema
        operativo.
        In teoria il sistema operativo blocca qualsiasi
        tipo di azione dannosa
        ;)Su linux se del malware arriva a privilegi root puo' installare un modulo del kernel che compromette la scheda, o sbaglio?
        • BlueSky scrive:
          Re: Software malevoli
          - Scritto da: foo
          Su linux se del malware arriva a privilegi root
          puo' installare un modulo del kernel che
          compromette la scheda, o
          sbaglio?Si. Come su Windows o un qualunque altro sistema operativo che offra la possibilità di installare driver.
        • asd scrive:
          Re: Software malevoli
          la puoi fare anche con windows
        • pabloski scrive:
          Re: Software malevoli
          - Scritto da: foo
          Su linux se del malware arriva a privilegi root
          puo' installare un modulo del kernel che
          compromette la scheda, o
          sbaglio?se arrivi ad avere privilegi root puoi fare qualsiasi cosa su qualunque sistema operativose tu avessi accesso root al DDN del Pentagono potresti lanciare le testate nucleariil punto è che WinXP usa di default l'utente root, Vista usa un utente del gruppo Admin il che rende molto più semplice la privilege escalationLinux è quello meno vulnerabile a questo tipo di attacchi....e in fondo se proprio devi creare un malware tanto vale creare uno spyware che ruba i dati dai PC Windows.....evitati tanti mal di testa e ci guadagni un bel pò di soldoni
    • Antonio Macchi scrive:
      Re: Software malevoli
      Bella questa.considerando che il software sotto windows puo' fare -tutto-, e' probabile che il bug di linux possa diventare un ottimo virus per windows.
      • ... scrive:
        Re: Software malevoli
        si ma chi lo farebbe? se lo scopo è diffondere il virus per creare una rete di zombie, di certo non blocchi una scheda di rete
    • Shu scrive:
      Re: Software malevoli
      - Scritto da: Pino
      Scusate la domanda... ma quindi un qualsiasi
      software malevolo può "uccidere" la scheda di
      rete?Qualsiasi hardware che permetta di aggiornarne il firmware via software e` a rischio, compresi anche i processori (in Linux c'e` un software che aggiorna il set di istruzioni del mio Core2Duo ad ogni boot), i lettori/masterizzatori, le schede di rete, ecc. Senza contare il BIOS.
      COmplimenti, Intel.Non solo lei. Praticamente tutti i produttori lo fanno, perche` e` piu` semplice mettere un file da scaricare sul sito che un firmware su zoccolo e poi mandare il nuovo chip ad ogni acquirente.Bye.
  • r1348 scrive:
    UBIFS NON è per i dischi SSD!
    Come si legge anche nel sio Kernel Newbies, persino linkato nell'articolo:It's important to understand that UBIFS is very different to any traditional filesystem: UBIFS does not work with block based devices, but pure flash based devices, handled by the MTD subsystem in Linux. Hence, UBIFS does not work with what many people considers flash devices like flash-based hard drives, SD cards, USB sticks, etc; because those devices use a block device emulation layer called FTL (Flash Translation Layer) that make they look like traditional block-based storage devices to the outside world. UBIFS instead is designed to work with flash devices that do not have a block device emulation layer and that are handled by the MTD subsystem and present themselves to userspace as MTD devices.Quindi è u filesystem principalmente per sistemi embedded (non a caso è sviluppato da Nokia), e non funziona sugli attuali SSD che hanno la simulazione dei blocchi come in un hard-disk tradizionale.In generale, articolo molto generico e raffazzonato, risibile la marketta su Mandriva (TUTTE le versioni test attuali di ogni distro sono basate sul kernel 2.6.27, da Fedora a Ubuntu a Debian).Insomma, sarebbe il caso che PI controllasse un filo meglio le proprie fonti, e che facesse scrivere articoli su Linux da gente un attimo più competente.
    • r1348 scrive:
      Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!
      Ciò detto, è ovvio che ora l'articolo risulta sballato fin dal titolo, sarebbe il caso che autore e/o redazione provvedessero...
    • acno scrive:
      Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!
      - Scritto da: r1348
      Quindi è u filesystem principalmente per sistemi
      embedded (non a caso è sviluppato da Nokia), e
      non funziona sugli attuali SSD che hanno la
      simulazione dei blocchi come in un hard-disk
      tradizionale.Esattamente, permette di usare le flash che non hanno il controller a bordo, implementando in software cio' che altrimenti andrebbe svolto in hardware e che per un sistema embedded vuole dire minor ingombro, consumo e costo (a spese del carico di cpu, che ormai non e' un grande problema) e una maggiore flessibilita' nella gestione degli algoritmi di gestione delle celle come il wear leveling.
    • egrep scrive:
      Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!
      - Scritto da: r1348
      risibile la marketta su Mandriva
      (TUTTE le versioni test attuali di ogni distro
      sono basate sul kernel 2.6.27, da Fedora a Ubuntu
      a
      Debian).Peccato che ci sia una bella differenza tra le versioni di test e quelle ufficiali.Mandriva 2009 non è in fase di test, ma è stata rilasciata come "official", e non è notizia di oggi. L'articolo infatti fa questa distinzione non per partito preso, ma per onore di verità. Dove sta la marchetta?Riepiloghiamo: Mandriva 2009 è uscita in versione stabile, e "monta" un kernel 2.6.27 in "release candidate". All'epoca infatti la versione stable del kernel non era stata ancora rilasciata.Ti do un'altra drittaData "l'ufficialità" della versione 2009, gli sviluppatori hanno patchato i driver legacy di nVidia (sia la versione 78.xx che le 96.xx), in modo da poterli utilizzare col kernel 2.6.27. Diversamente, non s'installano. Queste patch (perché sono 2, una non bastava) hanno permesso anche a me di fare altrettanto, dopo averle estratte dai source rpm di Mandriva 2009.Questo che c'entra dirai tu?C'entra, perché per il rilascio di una versione ufficiale di una distro, gli sviluppatori non potevano certo aspettare driver ufficiali da Nvidia compatibili col nuovo kernel: ogni quanto escono? 3-4-6 mesi?

      Insomma, sarebbe il caso che PI controllasse un
      filo meglio le proprie fonti, e che facesse
      scrivere articoli su Linux da gente un attimo più
      competente.Anche tu dovresti fare altrettanto. Senza offesa, mi raccomando.
      • il signor rossi scrive:
        Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!
        - Scritto da: egrep
        Riepiloghiamo: Mandriva 2009 è uscita in versione
        stabile, e "monta" un kernel 2.6.27 in "release
        candidate". All'epoca infatti la versione stable
        del kernel non era stata ancora
        rilasciata.se tu sei sicuro che questa sia una cosa buona... io penso che le distribuzioni non dovrebbero fare la gara a chi rilascia prima qualcosa, e non è solo mandriva (pensiamo a ubuntu rilasciata con la beta di firefox 3).Peraltro rilasciare la release candidate di un kernel mi pare quantomeno azzardato (vista ad esempio l'entità del bug descritto nell'articolo...)
        • egrep scrive:
          Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!
          - Scritto da: il signor rossi
          - Scritto da: egrep
          se tu sei sicuro che questa sia una cosa buona...
          io penso che le distribuzioni non dovrebbero fare
          la gara a chi rilascia prima qualcosa, e non è
          solo mandriva (pensiamo a ubuntu rilasciata con
          la beta di firefox
          3).
          Peraltro rilasciare la release candidate di un
          kernel mi pare quantomeno azzardato (vista ad
          esempio l'entità del bug descritto
          nell'articolo...)Cerchiamo di rimanere in tema se vogliamo discutere.Primo:io non ho parlato e non sto parlando di cosa è buono e giusto. E non m'interessa.Rispondevo a chi parlava di marchette.Marchette non ce ne sono, perché Mandriva 2009 non è in versione prerelease, ma è stata rilasciata come official.Secondo:il kernel 2.6.27-rc8 "a bordo" di Mandriva 2009, non contiene il bug che hai descritto tu. Quindi non è bacato. Se ti leggi i changelog del kernel 2.6.27 ufficiale e lo confronti con l'ultima release candidate, noterai che è stato corretto praticamente nulla, e tantomeno il bug di cui hai parlato.
      • xxxxxxxxxx scrive:
        Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!


        Insomma, sarebbe il caso che PI controllasse un

        filo meglio le proprie fonti, e che facesse

        scrivere articoli su Linux da gente un attimo

        più competente.

        Anche tu dovresti fare altrettanto. Senza offesa,
        mi raccomando.Beh'...ma il suo non e' un articolo, e' solo un postnei messaggi e comunque almeno ha fatto notarel'aspetto che sembra sia sfuggito a tanti lettorie cioe' che non e' un filesystem per i block device.
        • xxxxxxxxxx scrive:
          Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!

          E chi ha parlato di filesystem per il block
          device?
          Io?
          Perché mi quoti allora?Volevo solo sottolineare che il post originale,quando l'ho letto era il piu' utile di tutti gli altri.
          L'amico in quanto a rilascio di versioni stabili
          di distribuzioni Linux non è informato, perché
          accomuna Mandriva 2009 a versioni di altre distro
          ancora in fase di test, quando la prima è una
          release ufficiale, data dunque per stabile.Grazie per la precisazione.
          Questo ho detto. Quindi prima di parlare e
          criticare sul punto, ha il dovere anche lui
          d'informarsi: come tutti d'altronde."Il dovere" e' una parolona, forse "sarebbe meglio che s'informasse" ma ripeto, qui il suo commento, anchese impreciso nella parte meno in-topic, era sicuramenteil piu' informato riguardo alla parte in-topice sicuramente piu' utile ai lettori della tua precisazionestrafottente.
    • attonito scrive:
      Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!

      In generale, articolo molto generico e
      raffazzonato, risibile la marketta su MandrivaBeh, gli articolisti informati non militano certo tra le fila di PI, ormai queto e' assodato.
      (TUTTE le versioni test attuali di ogni distro
      sono basate sul kernel 2.6.27, da Fedora a Ubuntu
      a Debian).ahm... no. Debian testing e stable usano i kernel pari, non dispari: quindi 2.6.22, 24, 26 etc.Solo la unstable usa gli ultimi linux disponibili, indipendentemente dalla numerazione. No so cosa tu intendessi con "test" per cui ho solo chiarito meglio.
      Insomma, sarebbe il caso che PI controllasse un
      filo meglio le proprie fonti, e che facesse
      scrivere articoli su Linux da gente un attimo più
      competente.Sono giornalisti che hanno una qyualche infarinatura informatica, no si puo' pretendere siano ultracompetento in tutto. Il pezzo va pubblicato, chissenefrega sulla qualita'. "E' la Stampa Bellezza, la Stampa!"
      • Abbio scrive:
        Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!
        Anche Debian Sid è ferma al 2.6.26-1.....
      • Shu scrive:
        Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!
        - Scritto da: attonito
        ahm... no. Debian testing e stable usano i kernel
        pari, non dispari: quindi 2.6.22, 24, 26
        etc.
        Solo la unstable usa gli ultimi linux
        disponibili, indipendentemente dalla numerazione.Non e` vero.Fino a qualche settimana fa c'era il kernel 2.6.25 in testing.Non so se il .27 fara` in tempo ad entrare, visto che testing e` in freeze e il .26 sembra abbastanza stabile, ma sarebbe molto interessante, viste le modifiche all'ibernazione, molto utili per i notebook.Bye.
    • gin_phreaks scrive:
      Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!
      "UBIFS does not work with block based devices, but pure flash based devices"Io traduco "UBIFS non lavora su dispositivi a blocchi (leggesi hard disk) ma esclusivamente su dispositivi flash (leggesi SSD)"Non vedo l'errore nell'articolo. Hai postato un commento inutile nonchè idiota che denota la tua totale assenza di competenze (in inglese soprattutto). In ogni caso, torno a ripetere, evitate di scrivere cagate simili!
      • davide scrive:
        Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!
        Forse non hai capito! Gli attuali SSD sono visti a livello software come dei comuni hd, cioe' sono unita' a blocchi!!! Questo significa che il lavoro fatto da UBIFS e' fatto (in parte) a livello hw.per dirla in modo che tutti lo capiscano UBIFS viene utilizzato solo su flash memory non su hard disk con dentro delle flash!
        • ipocrisia scrive:
          Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!
          - Scritto da: davide
          Forse non hai capito! Gli attuali SSD sono visti
          a livello software come dei comuni hd, cioe' sono
          unita' a blocchi!!!

          Questo significa che il lavoro fatto da UBIFS e'
          fatto (in parte) a livello
          hw.
          per dirla in modo che tutti lo capiscano UBIFS
          viene utilizzato solo su flash memory non su hard
          disk con dentro delle
          flash!Si ma l'autore dell'articolo scrive che "Il nuovo kernel strizza poi l'occhio alle piattaforme embedded, e lo fa introducendo il nuovo filesystem UBIFS" .Piattaforme embedded dunque.Perciò non capisco l'uscita dell'amico che ha iniziato il topic. Secondo me è lui che non ha capito una maxxa di quello che ha letto e ha fatto la sparata della giornata.
        • gin_phreaks scrive:
          Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!
          allora davide ascolta: non hanno fatto nulla a livello hardware ma semplicemente hanno scritto un filesystem che non vede un ssd come un hard disk ma che, appunto, lo vede come ssd. Nulla di più naturale! (non per microsoft a quanto pare...) Comunque del tutto fuori luogo il tipo che ha iniziato sta discussione... quoto ipocrisia per quanto scritto.
      • r1348 scrive:
        Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!
        Ok, as I'm a total incompetent regarding the English language, I'll answer you using it.First of all, avoid posting offensive comments to people you don't know, for first instance as your rants might turn out to be blatantly wrong, and then as this behaviour that many adopt on the internet is really annoying: feeling safe only behind a keyboard (I'm quite sure you don't behave like that in real life) is just a sign of plain weakness, nobody is asking you to agree with me, still if you've some arguments against my stance you're pleased to expose them in a civil way.That said, about using UBIFS on normal commercial SSD hardware, my only suggestion is: try it! Try to format your EeePC with UBIFS and let's laugh about the results (hint: none).
        • gin_phreaks scrive:
          Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!
          madò che ridicolata... sei da applausi! comunque già fatto e ti dico che va bene (non so se tu hai provato e/o se sei in grado di farlo...). In ogni caso non risponderò più a questo commento...
      • NeXuS scrive:
        Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!
        Cito dal sito di UBIFS-----------------------------------Big red noteOne thing people have to understand when dealing with UBIFS is that UBIFS is very different to any traditional file system - it does not work on top of block devices (like hard drives, MMC/SD cards, USB flash drives, SSDs, etc). UBIFS was designed to work on top of raw flash, which has nothing to do with block devices.-----------------------------------Ecco chiarito il mistero ed ecco che r1348 aveva perfettamente ragione. gin_phreaks, sarei davvero curioso di sapere come hai fatto ad formattare un SSD con UBIFS.
    • aldoTheCat scrive:
      Re: UBIFS NON è per i dischi SSD!
      ...finirà nei box sat e nei router
  • Emanuele scrive:
    ehm...
    Sì, credo si parli in realtà del 2.6.27...
  • vac scrive:
    UBIFS: Domanda
    Cosa dovrei fare con questo nuovo file system?Posso formattare la mia penna USB con questo nuovo F.S.?I sistemi Winsoz quanto tarderanno a supportare questo F.S.?
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: UBIFS: Domanda
      Nell'articolo c'è un link al progetto ufficiale UBIFShttp://www.linux-mtd.infradead.org/doc/ubifs.html
    • 0verture scrive:
      Re: UBIFS: Domanda
      Dipende tutto dalla licenza. Quello che è certo è che se windows non lo supporterà, allora sarà un altro inquilino del grande condominio dei formati di nicchia.Certo che avere in futuro il journaling sugli ssd scadenti degli eeepc sarebbe una gran bella cosa...
      • pabloski scrive:
        Re: UBIFS: Domanda
        non direi, considerando che un FS diretto ai sistemi come smartphone, netbook, ecc.... dove windows non ha il monopolio
        • 0verture scrive:
          Re: UBIFS: Domanda
          Però in genere tutti questi dispositivi cercano di collegarsi ai pc per ragioni di marketing e solo in casi molto particolari prediligono l'intermediazione di programmi particolari. Io sono già il tipo che preferisco di gran lunga un dispositivo che venga visto come disco esterno che non come memoria accessibile sotto particolari limitazioni.
          • pabloski scrive:
            Re: UBIFS: Domanda
            stanno semplicemente facendo lo stesso gioco di MSsanno di avere il potere nel settore mobile e vogliono creare formati e software proprietarile ragioni di marketing si sono ribaltate...oggi è il sistema operativo a fare una magra figura se non legge l'iPhone, non il contrarioMS ormai è sotto attacco da più parti, è una grande coalizione antiMS che copre vari settori e mira ad annientare non tanto Windows quanto i formati chiusi che si porta dietro
    • Fabrizio scrive:
      Re: UBIFS: Domanda
      - Scritto da: vac
      Cosa dovrei fare con questo nuovo file system?
      Posso formattare la mia penna USB con questo
      nuovo
      F.S.?
      I sistemi Winsoz quanto tarderanno a supportare
      questo
      F.S.?il filesystem non è per le chiavette ma per i dischi a stato solido (ben diverso) dove si può sostituire ext2 (ext3 fa lavorare troppo il disco che a quanto si dice non ha ancora lo stesso ciclo vitale di un disco normale) avendo quindi un journaling risparmiando però il disco
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: UBIFS: Domanda
        - Scritto da: Fabrizio
        il filesystem non è per le chiavette ma per i
        dischi a stato solido (ben diverso) dove si può
        sostituire ext2 (ext3 fa lavorare troppo il disco
        che a quanto si dice non ha ancora lo stesso
        ciclo vitale di un disco normale) avendo quindi
        un journaling risparmiando però il discoPenso che proverò ad usarlo sulla scheda SD su cui ho installato QT Extended per il mio Freerunner. Ora c'è la ext2 proprio per evitare di ridurre la vita della scheda.EDIT: Ed invece no. UBIFS pare non sia adatto a tali periferiche a blocchi. Poco male, potrò fare le mie prove sulla memoria flash interna del Freerunner.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 ottobre 2008 12.09-----------------------------------------------------------
    • pabloski scrive:
      Re: UBIFS: Domanda
      se aspetti microsoft maiprobabilmente tra un anno o più ci sarà un'implementazione opensource anche per windows
  • Fisico scrive:
    2.6.37
    come da oggetto
  • LaTrippa scrive:
    2.6.27
    e non 2.6.17Per favore, certi grossolani errori generano confusione.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: 2.6.27
      Quotone cribbio...Una svista macroscopica e grossolana?- Scritto da: LaTrippa
      e non 2.6.17
      Per favore, certi grossolani errori generano
      confusione.
      • DrLapsus scrive:
        Re: 2.6.27
        - Scritto da: Nome e cognome
        Quotone cribbio...
        Una svista macroscopica e grossolana?

        - Scritto da: LaTrippa

        e non 2.6.17

        Per favore, certi grossolani errori generano

        confusione.certi gravi errori sono sintomo di sckizzofrenia.
    • J.M. scrive:
      Re: 2.6.27
      Stavo per dirlo io...http://www.oneopensource.it/10/10/2008/il-kernel-linux-giunge-alla-versione-2627/
  • Gold Partner scrive:
    Domanda
    "corregge un bug che poteva letteralmente uccidere un modello di scheda di rete prodotta da Intel" Ma come? Linux non era mica perfetto? (newbie)
    • Sgabbio scrive:
      Re: Domanda
      Il problema era stato trovato nelle varie RC del nuovo kernel :D
    • anonimo scrive:
      Re: Domanda
      - Scritto da: Gold Partner
      "corregge un bug che poteva letteralmente
      uccidere un modello di scheda di rete prodotta da
      Intel"

      Ma come? Linux non era mica perfetto? (newbie)No, non lo era. Ma adesso che è stato sistemato il baco lo è.
      • chojin scrive:
        Re: Domanda
        - Scritto da: anonimo
        - Scritto da: Gold Partner

        "corregge un bug che poteva letteralmente

        uccidere un modello di scheda di rete prodotta
        da

        Intel"



        Ma come? Linux non era mica perfetto? (newbie)

        No, non lo era. Ma adesso che è stato sistemato
        il baco lo
        è.Sì, come no. Finchè qualcuno non rende pubblici i danni che del codice scritto con il rinomato modello open-source è in grado di causare.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Domanda
          Quale perte di "versione ancora in via di sviluppo" non ti è chiara ?
        • 0x00 scrive:
          Re: Domanda
          - Scritto da: chojin
          Sì, come no. Finchè qualcuno non rende pubblici i
          danni che del codice scritto con il rinomato
          modello open-source è in grado di
          causare.Intanto conosciamo tutti quelli provocati dal vecchio modello closed-source :P-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 ottobre 2008 00.47-----------------------------------------------------------
        • pabloski scrive:
          Re: Domanda
          potresti farlo tu :Dse sei così competente sarà un gioco da ragazzi dimostrare al mondo quanto linux sia farcollo, giusto !?!per parte mia, lo uso da 3 anni e il mio hardware è ancora perfettamente funzionanteviceversa windows non leggeva i sensori di temperature di un portatile con procio AMD e mi mandò a donnine la scheda madre e il procio
          • Number 6 scrive:
            Re: Domanda
            - Scritto da: pabloski
            viceversa windows non leggeva i sensori di
            temperature di un portatile con procio AMD e mi
            mandò a donnine la scheda madre e il
            procioUlisse, sei tu?
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Domanda
            chi il delfino della pubblicità?
      • Er Cocommerar o scrive:
        Re: Domanda
        LOL :D
    • Linux user scrive:
      Re: Domanda
      in versione rc, nella stable è stato, ovviamente, risolto.
      • vistabuntu. wordpress. com scrive:
        Re: Domanda
        - Scritto da: Linux user
        in versione rc, nella stable è stato, ovviamente,
        risolto.Non facciamo disinformazione, il problema non e' stato risolto, e' stato solo disabilitato il modulo corrispondente, di conseguenza quella scheda di rete e' attualmente inutilizzabile. Aggiungo che per quanto RC, e' IMPENSABILE che un componente software distrugga un hardware.
        • lroby scrive:
          Re: Domanda
          - Scritto da: vistabuntu. wordpress. com
          Aggiungo che per quanto RC, e' IMPENSABILE che un
          componente software distrugga un
          hardware.è possibile nel momento in cui un sw con bug và a modificare quindi corrompere la eeprom di una scheda lan.LROBY
        • r1348 scrive:
          Re: Domanda
          Assolutamente no, il driver e1000e è abilitato ed il problema è stato risolto, le schede ethernet Intel funzionano egregiamente. Altrimenti col cavolo che Torvalds avrebbe mandato la release in stable...
        • pabloski scrive:
          Re: Domanda
          - Scritto da: vistabuntu. wordpress. com
          Non facciamo disinformazione, il problema non e'
          stato risolto, e' stato solo disabilitato il
          modulo corrispondente, di conseguenza quella
          scheda di rete e' attualmente inutilizzabile.no Intel ha fornito un fix temporaneo, disabilitando l'accesso alla NVRAM della scheda
          Aggiungo che per quanto RC, e' IMPENSABILE che un
          componente software distrugga un
          hardware.ma non distrugge un bel niente, modifica i dati nella NVRAM, solo che in questo caso scriveva dati sbagliati
        • Linux user scrive:
          Re: Domanda
          se non sai le cose, per favore, taci.appena scoperto il problema il modulo incrimonato è stato disabilitato (nelle versioni in sviluppo di distribuzioni quali mandriva suse e ubuntu, sia chiaro.non siamo noi a rilasciare come stable software difettoso).ora il problema è RISOLTO!
        • logicaMente scrive:
          Re: Domanda
          - Scritto da: vistabuntu. wordpress. com[cut ]
          e' IMPENSABILE che un
          componente software distrugga un
          hardware.??? tutti espertoni stamani: mai sentito parlare del virus W95.ICH (detto anche Chernobyl)?Copie e incollo da un sito a caso: " All'atto dell'attivazione, il virus corrompe il chip di memoria flash del bios, scrivendo un solo byte che però ha un effetto devastante: rende inutilizzabile il pc a meno di non riprogrammare la memoria flash stessa o addirittura sostituire la scheda madre. "Quello era (è) un software malevolo, questo era un errore di programmazione che - nel limite della scheda di rete a cui si riferiva - creava un problema simile.
    • GoldenBoy scrive:
      Re: Domanda
      Io mi terrei il sarcasmo in casa propria...
    • vavava scrive:
      Re: Domanda
      - Scritto da: Gold Partner
      "corregge un bug che poteva letteralmente
      uccidere un modello di scheda di rete prodotta da
      Intel"

      Ma come? Linux non era mica perfetto? (newbie)Certo, era un driver test, infatti è risolto, MA i costruttori di virus, che come ben sappiamo possono spadroneggiare su Windows adesso hanno un sistema in più per danneggiare il PC ! @^Sappiate che i driver su Linux sono in livello kernel e abbisogna dei diritti d'amministratore per accedere al contrario di Windows !!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)Tremate utilizzatori di windows con quella scheda !(anonimo)
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: Domanda
      RC = Release Candidate!Sono versioni di test destinate ai beta tester e non all'utilizzo quotidiano.Inoltre, anche Intel collabora allo sviluppo del kernel e si occupa, tra l'altro, del driver e1000e; infatti, nel changelog del 2.6.27 si nota, ad esempio:commit 6f92a6a7ddba5ae7ca0f0255d46410465dcf2ba6Author: Jesse Brandeburg Date: Thu Oct 2 16:33:45 2008 -0700 e1000e: update version from k4 to k6 Signed-off-by: Jesse Brandeburg Oppure:commit 717d438d1fde94decef874b9808379d1f4523453Author: Thomas Gleixner Date: Thu Oct 2 16:33:40 2008 -0700 e1000e: debug contention on NVM SWFLAG This patch adds a mutex to the e1000e driver that would help catch any collisions of two e1000e threads accessing hardware at the same time. description and patch updated by Jesse Signed-off-by: Jesse Brandeburg Prima di parlare a vanvera sarebbe meglio documentarsi ...
    • Il Signor Rossi scrive:
      Re: Domanda
      - Scritto da: Gold Partner
      Ma come? Linux non era mica perfetto? (newbie)Le versioni del kernel con numero dispari sono versioni di testing che non vengono rilasciate nelle distribuzioni ma usate dai tester allo scopo di individuarne i bug e ottenere un rilascio stabile.Quando questo kernel uscirà fuori si chiamerà 2.6.28 e, non a caso, il bug in questione sarà stato già corretto.Linux è ben lontano dall'essere perfetto e non lo sarà mai dato che un sistema operativo perfetto non esiste, ma il tuo commento merita un velo pietoso: quando non si sanno certe cose sarebbe meglio non parlare.
      • g.failli scrive:
        Re: Domanda
        Ehm, scusa, ma non era il secondo numero della tripletta che se dispari indicava una versione in sviluppo? Cioè, quando ancora c'era il 2.4, il 2.5 era la versione in sviluppo. E quando fu rilasciato il kernel 2.6, venne aperto il ramo di sviluppo 2.7.. e' cambiato qualcosa?Comunque, Mandriva 2009 ha il 2.6.27 in versione RC8 + patch per il bug.
        • Stephan scrive:
          Re: Domanda
          Starting with the Linux 2.6.x series, there is no significance to even or odd numbers, with new feature development going on in the same kernel series. Linus Torvalds has stated that this will be the model for the foreseeable future.Fonte: http://en.wikipedia.org/wiki/Linux_(kernel)#Version_numbering
      • r1348 scrive:
        Re: Domanda
        Ma fammi il piacere! :D :D :DLa versione 2.6.27 è stabile ora, le versioni instabili sono quelle 2.6.27-rcX e via dicendo...
    • Federico scrive:
      Re: Domanda
      E' incredibile.1) (rivolto a te) Chi sostiene che un qualsiasi programma è perfetto è un ultras, e con gli ultras non puoi criticare la sua squadra del cuore. Tra persone obiettive, invece, si dice: GNU/Linux è pieno di bug, esattamente come tutti gli altri programmi, ma il suo modello di sviluppo consente di CONOSCERLI (cosa già di per sè preziosissima, sai quanto devi pagare di assistenza per conoscere i bug di Windows?), cercare in rete dei modi per aggirarli senza spendere un euro, correggerli se ne hai le competenze, vederli risolti in tempi decenti, etc. In altre parole: come tutti i programmi è pieno di imperfezioni, ma queste imperfezioni non si pagano care. Con il software proprietario invece si.2) (rivolto a quelli che ti hanno risposto) Non capisco come possiate sminuire un bug gravissimo. Questo bug è dannoso per i tester: io voglio contribuire allo sviluppo di GNU/Linux, e il team di sviluppo per ringraziarmi mi sputtana la scheda di rete. O vi è sfuggito questo dettaglio oppure la scheda di rete ve la paga papà, io purtroppo non ho questa fortuna e quindi lo considero il bug più grave della storia di GNU/Linux. E mi domando quanti tester hanno perso per colpa di questa superficialità infantile. Spero tanti, così la prossima versione la testeranno meglio PRIMA di rilasciare una RC, sputtanando la LORO scheda di rete e non quella degli altri.Un sostenitore di GNU/Linux
      • xxxxxxxxxx scrive:
        Re: Domanda

        E' incredibile.No, e' solo un troll, andrebbe sottolineato solo questoe poi andrebbe ignorato, invece...
      • BlueSky scrive:
        Re: Domanda

        2) (rivolto a quelli che ti hanno risposto) Non
        capisco come possiate sminuire un bug gravissimo.
        Questo bug è dannoso per i tester:Non si sminuisce, si precisa. Chi prende il kernel in beta o in rc sa che potrebbe avere problemi, o almeno dovrebbe. Anche fosse stabile, comunque, non ci sarebbe nessuno che si prende la responsabilità oggettiva del danno. Questo accade con qualunque software, mica solo con Linux. Spero che trovino un sistema per ripristinare le schede di rete senza troppi grattacapi, ma testare approfonditamente il kernel per ogni hardware disponibile sul mercato prima di rilasciarlo in beta è impossibile. Proprio per questo servono i beta tester.
    • Real_Enneci scrive:
      Re: Domanda
      Abbiamo capito che hai la certificazione M$, se sei pentito, fattene una ragione...Tanto si sà... winzoz 2003 non lo vuole più nessuno!
      • pabloski scrive:
        Re: Domanda
        il guaio per MS è che dopo uno scatto di euforia iniziale è Windows 2008 a non volerlo più nessunoi sistemi MS hanno tutti questa caratteristica, all'inizio incuriosiscono per poi finire ben presto nel dimenticatoio....io non ho ancora conosciuto un solo utente Windows che non odiasse quell'OS, eppure lo usano
    • pabloski scrive:
      Re: Domanda
      meglio di winzoc che brucia i proci :Dcerto che sei duro di comprendonio....la terminologia beta, RC, non ti dice niente???hai presente quante porcate fanno le beta di windows?e poi il bug era nel driver e1000 rilasciato da intel mica nel kernel
      • dti unimi scrive:
        Re: Domanda
        Linux: Oltre ad essere il più vetusto dei sistemi operativi, si basa ancora su un kernel monolito e un'interfaccia a caratteri su cui poi si fa emulare un motore grafico lentissimo e superbacato.Se non fosse che è gratis e che attorno a lui si è sviluppato il fanatismo dei nerds nostalgici squattrinati, a quest'ora torvalds farebbe ancora l'operaio in quella ditta di processori...Troppo fumo per uno 0,9% di utilizzatori, di cui il 90% in dual boot con windows con la lingua fuori
        • dti unimi scrive:
          Re: Domanda
          Vista: oltre che essere il pensante dei sistemi operativi, si basa sulla sempre vecchia architettura dei sistemi Windows, che non garantisce sicurezza, infatti viene d'obbligo l'uso di firewall, antivirus, antispyware.Se non fosse preinstallato, non lo userebbe nessuno.Troppo entusiasmo per sistema preinstallato.
        • pabloski scrive:
          Re: Domanda
          ma che fai il copia-incolla?è la quarta volta in una settimana che posti sempre la stessa cosae peraltro continui a scrivere monolito al posto di monoliticocapisco che MS vi paga per postare sui forum, però se si accorgono che posti sempre la stessa cosa e per giunta piena di errori, ti cacciano dal programma "Troll for food" :D
    • attonito scrive:
      Re: Domanda
      - Scritto da: Gold Partner

      "corregge un bug che poteva letteralmente

      uccidere un modello di scheda di rete prodotta da

      Intel"


      Ma come? Linux non era mica perfetto? (newbie)No.Non esiste un software perfetto, a meno di non parlare di software banale.Esiste invece un modello di sviluppo piu' o meno valido: io credo che il modello open source sia migliore del modello closed source pernche permette manutenzione e aggiornamenti.Qualcuno ricorda il millennium bug? molte aziende (es: banche) si trovarono costrette a cambiare in toto il software gentionale solo perche non avevano piu' il suporto del fornitore perche fallito/cessata attivita'.Con i sorgenti puoi correggere il problema o pagare qualcuno che lo faccia per te... con i soli eseguibili, non vai da nessuna parte.
    • asd scrive:
      Re: Domanda
      ma come vista non era perfetto?almeno quelle erano classificate come BETA e non stable come fa credere windows vista che poi e' la beta di windows 7
    • Shiba scrive:
      Re: Domanda
      - Scritto da: Gold Partner
      Ma come? Linux non era mica perfetto? (newbie)Certo, a differenza di altri finti os infatti i bug di questo tipo vengono messi a posto prima del rilascio.
  • Valerio Bigiani scrive:
    Versione errata
    sed -es/17/27/g nel titolo e nel testo :)
  • Lettorevelo ce scrive:
    Errore
    2.6.27 non 2.6.17
Chiudi i commenti