Intel cova l'ultraportatile da 500 dollari

Insieme a diversi produttori di device mobili, Intel ha costituito un'allenza che svilupperà PC ultraportatili dal costo non superiore a 500 dollari. Supporto anche a Linux
Insieme a diversi produttori di device mobili, Intel ha costituito un'allenza che svilupperà PC ultraportatili dal costo non superiore a 500 dollari. Supporto anche a Linux

In occasione dell’Intel Developer Forum, il chipmaker di Santa Clara ha annunciato una partnership con altre aziende del settore per la costituzione di Mobile Internet Device Innovation Alliance (MIDIA), un’organizzazione che si occuperà soprattutto dello sviluppo di computer ultraportatili per Internet a basso costo, intorno ai 500 dollari.

Questa nuova generazione di dispositivi si baserà sui nuovi chip Silverthorne e Poulsbo : il primo sarà un processore a basso consumo con circuiteria a 45 nanometri, il secondo un system-on-chip con funzionalità wireless integrate.

Intel ha spiegato che i Mobile Internet Device saranno in grado di connettersi ad Internet via WiFi o WiMax garantendo diverse ore di autonomia in funzionamento. Sotto il profilo software supporteranno Windows Vista o Linux e, grazie alla piattaforma Apollo di Adobe , saranno in grado di far girare applicazioni web anche in modalità offline.

I Mobile Internet Device verranno lanciati dapprima in Cina e nei paesi ad economia emergente, ma non è escluso che facciano capolino anche sui mercati più ricchi.

Oltre ad Intel, fanno parte di MIDIA Asustek, BenQ, Compal Electronics, High Tech Computer, Quanta Computer ed Elektrobit.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 04 2007
Link copiato negli appunti