Intel dichiara guerra ai watt

Quasi pronta una tecnologia per il risparmio energetico che debutterà in concomitanza con il primo Pentium M dual-core e che promette di estendere sensibilmente l'autonomia delle batterie dei notebook


Roma – Entro la fine di marzo Intel presenterà una nuova tecnologia per la gestione dei consumi che farà il suo debutto a bordo di Yonah , il primo chip dual-core per notebook.

Chiamata Dynamic Power Coordination (DPC), la nuova tecnologia consente di regolare automaticamente le prestazioni e il consumo di energia tra i due core di elaborazione in base al carico di lavoro: quando questo è leggero, la circuiteria DCP si preoccupa di rallentare un core o metterlo in stand-by. L’obiettivo del chipmaker è quello di portare l’autonomia dei PC portatili a 8 ore consecutive di funzionamento.

“Con la nuova tecnologia di powersaving ogni core viene gestito in modo totalmente indipendente dall’altro”, ha spiegato Mooly Eden, vice-president del Mobility Group di Intel, che ha poi spiegato come DCP potrà variare dinamicamente, per ciascun core, sia il clock che il voltaggio.

Intel dimostrerà il funzionamento della tecnologia DCP durante l’imminente Developer Forum, un evento che aprirà i battenti il prossimo 7 aprile. E svelerà ulteriori dettagli su Yonah, Pentium M dual-core che dovrebbe arrivare sul mercato a cavallo tra questo e il prossimo anno.

DCP sarà accompagnata dall’Advanced Thermal Manager, una tecnologia per il monitoraggio termico della CPU che promette di migliorare l’accuratezza dei dati rilevati attraverso i sensori di temperatura e ridurre i tempi con cui il sistema intraprende azioni di emergenza, come lo spegnimento del processore in caso di improvviso surriscaldamento.

I chip dual-core forniranno una potenza di calcolo paragonabile a quella delle soluzioni multiprocessore tradizionali, ricucendo però sensibilmente il consumo energetico e la dissipazione di calore. Come noto, infatti, ciò che sta spingendo un po’ tutti i chipmaker verso i chip multi-core è proprio la necessità di frenare la corsa ai megahertz e, con essa, l’ormai incontrollabile impennata dei watt consumati.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E intanto... apre ourmedia...
    ...e mentre iTunes e le Major saranno prossimamente impegnate nel cercare di impedire ai propri utenti il fair-use... un nuovo mezzo di comunicazione diretta libero fra artista e utente si fa strada su Internet.Si chiama Ourmedia.Guardate per esempio questo video ("You Are Here") fatto da un certo Sam Bisbeehttp://ourmedia.org/node/683Il video è carino, la musica pure... e niente DRM.Bye, LucaP.S.: Il sito è un po' lento perché al momento è "slashdottato"
    • Anonimo scrive:
      Re: E intanto... apre ourmedia...
      - Scritto da: Segfault
      ...e mentre iTunes e le Major saranno
      prossimamente impegnate nel cercare di impedire
      ai propri utenti il fair-use... un nuovo mezzo di
      comunicazione diretta libero fra artista e utente
      si fa strada su Internet.
      Si chiama Ourmedia.
      Guardate per esempio questo video ("You Are
      Here") fatto da un certo Sam Bisbee
      http://ourmedia.org/node/683
      Il video è carino, la musica pure... e niente DRM.

      Bye,
      Luca

      P.S.: Il sito è un po' lento perché al momento è
      "slashdottato"eccerto.. e tu credi che major e artisti "big" accetteranno le stesse condizioni? senza DRM?bah
  • Anonimo scrive:
    Anche il sony PSP è stato crackato!
    Altro che iPod, adesso è possibile bypassare la protezione della psp e farci girare tutti i film e gli anime scaricati da internet: http://www.pspvideo9.com/pspcasting.html Il PSP Casting supererà come moda il PodCasting secondo me... pensate solo a tutti i ragazzi che porteranno a scuola e in classe i loro anime preferiti per mostrarli agli amici!
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche il sony PSP è stato crackato!
      - Scritto da: Anonimo
      Altro che iPod, adesso è possibile bypassare
      la protezione della psp e farci girare tutti
      i film e gli anime scaricati da internet:Cioè guardare un film scaricato da Internet su una cosa che sta in tasca ?Si può già fare con qualsiasi telefonino Symbian, compresi quelli che 3 praticamente regala, ci sono decine di programmi di conversione, non c'è bisogno di spendere quello che costa la PSP, per fare questo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Anche il sony PSP è stato crackato!

        Scritto da: Anonimo
        Si può già fare con qualsiasi telefonino Symbian,
        compresi quelli che 3 praticamente regala Forse non hai guardato bene lo schermo 16/9 della PSP... altro che display del telefonino.http://www.gamespot.com/news/2004/05/11/screens_6097116.html?page=9 Riprova e controlla...;)
  • Anonimo scrive:
    Una guerra contro il vento...
    E' ovvio che non riusciranno mai a rendere incopiabile nulla di rilevante. Gli hacker la fuori sono troppo bravi. Ma Apple potrebbe essere stata cosi' furba da aver capito che quello che conta è vendere + iPod. E magari, sotto sotto, lascia trapelare informazioni sugli schemi di protezione, senza che le major lo sappiano...
  • Anonimo scrive:
    Ma è sicuro?
    Se lo scarico e lo uso con il mio account corro dei rischi?Hanno modo loro di verificare se accedo con Itunes o con questo programma?Riescono a vedere se scrico la conzone e poi ci aggiungo le chiavi DRM?
  • Anonimo scrive:
    Ma era proprio necessario?
    Scusate...con iTunes uno si puo` comprare musica a 0,99 centesimi a brano, lo puo` ascoltare su 4 computer contemporaneamente, si puo` fare quanti cd vuole, il tutto legalmente. Se iTunes non gira, uno si puo` fare il cd audio e ascoltarlo anche col famoso sistema operativo di vent`anni fa.A me 0,99 centesimi sembra un prezzo onesto, per cui sono contento di pagarlo sapendo che io ho la musica che voglio (e non devo per forza comprarmi i cd che magari hanno dei brani che non mi piacciono), e che l`autore della musica, o il gruppo, ricevera` il suo compenso.Ho apprezzato il DeCSS perche` non e` giusto che un dvd sia leggibile solo su win e mac, e perche` i dvd hanno troppe restrizioni d`uso, ma non mi sembra il caso di minare cosi` il lavoro di apple, che ci ha dato un modo nuovo e, a mio avviso, piu` giusto, per poter comprare ed ascoltare musica.Questa e` la mia opinione, arrivederci.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma era proprio necessario?
      - Scritto da: Anonimo
      i dvd hanno troppe restrizioni d`uso, ma non mi
      sembra il caso di minare cosi` il lavoro di
      apple, che ci ha dato un modo nuovo e, a mio
      avviso, piu` giusto, per poter comprare ed
      ascoltare musica.

      Questa e` la mia opinione, arrivederci.
      La Apple e' una multinazionale.Quindi nulla ci garantisce dal fatto che domani i suoi prezzi non diventino piu' esosi, che le liberta' che ci da fino ad oggi non diminuiscano ulteriormente, e che non diventi ingorda, truffaldina e monopolista.Se da un lato c'e' l'anima di Steve Jobs, un ex-hacker della vecchia scuola, quell'individuo ha comunque in passato dimostrato brevi ma sagaci passaggi al "lato oscuro" della "forza". :-)Quindi ben venga il PyTunes che ricorda che ci sono hacker che vigilano e non amano costrizioni e limitazioni di qualsivoglia genere.Daltronde il programma permette di acquistare comunque i file, anche se poi non li protegge e quindi li rende condivisibili, non e' detto che per 0.99cent anche tutti gli altri utenti preferiscono copiarlo da p2p invece che pagarlo e averlo di provenienza e qualita' certa e senza sbattersi a tenere acceso il PC in attesa che vengano scaricati i file, e menate varie.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma era proprio necessario?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        i dvd hanno troppe restrizioni d`uso, ma non mi

        sembra il caso di minare cosi` il lavoro di

        apple, che ci ha dato un modo nuovo e, a mio

        avviso, piu` giusto, per poter comprare ed

        ascoltare musica.



        Questa e` la mia opinione, arrivederci.



        La Apple e' una multinazionale.e quindi dove è il problema?
        Quindi nulla ci garantisce dal fatto che domani i
        suoi prezzi non diventino piu' esosi, che le
        liberta' che ci da fino ad oggi non diminuiscano
        ulteriormente, e che non diventi ingorda,
        truffaldina e monopolista.
        ma che palle con queste solité banalità trite di stupidaggini pseudo economico-finanziarie.i prezzi aumenteranno se riterranno il caso di farlo x aumentare i benefici (e non si deve essere una multinazionale per ragionare in questi termini) oppure se a monte vi saranno le major a fare pressione per un aumento dei prezzi sotto la minaccia di chiudere l'autorizzazione alla rivendita musicale.se ancora non te ne sei reso conto, preso dalla tua stupida lotta alle multinazionali, sono le major a porre questi ostacoli....solo che hai sempre la libertà di non comperare se non sei d'accordo.
        Se da un lato c'e' l'anima di Steve Jobs, un
        ex-hacker della vecchia scuola, quell'individuo
        ha comunque in passato dimostrato brevi ma sagaci
        passaggi al "lato oscuro" della "forza". :-)
        mentre tu nell'oscurità intelletuale ci sei nato e rimasto visto quante cose prive di senso (soprattutto se ti azzardi a parlare di economia) scrivi
        Quindi ben venga il PyTunes che ricorda che ci
        sono hacker che vigilano e non amano costrizioni
        e limitazioni di qualsivoglia genere.
        scopo di late propaganda?
        Daltronde il programma permette di acquistare
        comunque i file, anche se poi non li protegge e
        quindi li rende condivisibili, non e' detto che
        per 0.99cent anche tutti gli altri utenti
        preferiscono copiarlo da p2p invece che pagarlo e
        averlo di provenienza e qualita' certa e senza
        sbattersi a tenere acceso il PC in attesa che
        vengano scaricati i file, e menate varie.
        bla bla bla....forse ti sfugge che anche se compri via itunes e poi masterizzi e rippi da cd le protezioni non le hai +...e lascia perdere il discorso della perdita di qualità..che il 90% della gente non ha orecchio fino per accorgersenemah...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma era proprio necessario?


          La Apple e' una multinazionale.

          e quindi dove è il problema?nessun problema
          ma che palle con queste solité banalità trite di
          stupidaggini pseudo economico-finanziarie.

          i prezzi aumenteranno se riterranno il caso di
          farlo x aumentare i benefici (e non si deve
          essere una multinazionale per ragionare in questi
          termini) oppure se a monte vi saranno le major a
          fare pressione per un aumento dei prezzi sotto la
          minaccia di chiudere l'autorizzazione alla
          rivendita musicale.i prezzi aumenteano se steve o le multinazionali vorranno guadagnare di più. piantiamola con queste giustificazioni secondo cui le multinazionali aumentano i prezzi per offrire un prodotto migliore. aumentano i prezzi pr avere più margini di guadano , stop.nulla di male, ma non traformiamoli in benefattori.
          se ancora non te ne sei reso conto, preso dalla
          tua stupida lotta alle multinazionali, sono le
          major a porre questi ostacoli....solo che hai
          sempre la libertà di non comperare se non sei
          d'accordo.infatti non ho mai comprato contenuti digitali . mi piacerebbe farlo se non comprendessero la presa in giro del drm

          Se da un lato c'e' l'anima di Steve Jobs, un

          ex-hacker della vecchia scuola, quell'individuo

          ha comunque in passato dimostrato brevi ma
          sagaci

          passaggi al "lato oscuro" della "forza". :-)



          mentre tu nell'oscurità intelletuale ci sei nato
          e rimasto visto quante cose prive di senso
          (soprattutto se ti azzardi a parlare di economia)
          scriviconsiderando che il programma non è teso a non pagare il download , non vedo che problema ci sia. la criptatura lato client comporta un bell'assorbimento di memoria e potenza di calcolo (prova a criptare con aes256 o simili un file da 3-4 MB..)quindi usando una tua risorsa , che hai pagato (ovvero cpu, memoria ram ed il resto) risparmiano sull'acqusto di server più potenti. tutto questo senza avvisarti .in questo modo invecea) se vuoi puoi comunque comprarti l'ipod (che è tanto di moda) quindi la apple prende i suoi soldib) per scaricare la canzoni devi comprarle comunque (quindi apple e le multinazionali i solo soldi li prendono)c) l'utente anzichè sprecare tempo a masterizzare e rippare il cd si ritrova i file già sprotetti. è l'automatizzazione di un'operazione che comunque faresti , ed i programmi per per calcolatori elettronici sono nati per questo scopo (facilitare la vita all'essere umano , sollevandolo da attività semplici e ripetitive)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma era proprio necessario?

            bell'assorbimento di memoria e potenza di calcolo
            (prova a criptare con aes256 o simili un file da
            3-4 MB..)AES non ottimizzato, in C standard, 40MB/secRC4 ottimizzato in assembly 200MB/secquesto per l'"immane uso di cpu per crittare un file di 3-4MB"per la memoria, entrambi girano anche su smartcard, fai un po i tuoi conti (in teoria all'RC4 bastano 256Byte, + un po di memoria per il frittomisto delle variabili usate nell'implementazione, stando essenziali meno di 300Byte + - ), una versione in console per win/lin/osx gira in meno di 1Mb di ram, di cui la stragrande maggioranza per la console stessa...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma era proprio necessario?
            - Scritto da: Anonimo

            bell'assorbimento di memoria e potenza di
            calcolo

            (prova a criptare con aes256 o simili un file da

            3-4 MB..)

            AES non ottimizzato, in C standard, 40MB/sec
            RC4 ottimizzato in assembly 200MB/sec
            questo per l'"immane uso di cpu per crittare un
            file di 3-4MB"
            è comuqnue una risorsa del tuo pc che apple usa per i suoi comodi e di cui non sei informato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma era proprio necessario?

            è comuqnue una risorsa del tuo pc che apple usa
            per i suoi comodi e di cui non sei informato.Certo, anche la corrente elettrica che usi, il cibo e l'acqua in più che dovrai assimilare per l'ansia di stare quei 0,5 sec in più ad aspettare il contenuto ecc...ma avere una idea reale delle dimesioni del problema può aiutare ad essere obiettivi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma era proprio necessario?

            Certo, anche la corrente elettrica che usi, il
            cibo e l'acqua in più che dovrai assimilare per
            l'ansia di stare quei 0,5 sec in più ad aspettare
            il contenuto ecc...
            ma avere una idea reale delle dimesioni del
            problema può aiutare ad essere obiettivi.ok, analizziamo le dimensioni del problemaun programma che serve per l'acquisto di contenuti musicali digitali protegge i file che hai comprato (non affittato, comprato. quindi sei autorizzato ad usufruirne senza limiti di tempo). per proteggerli usa risorse del suo pc( senza avvisarti ) e ti permette di fare copie non protette dei file musicali masterizzando un cd audio ( che potrai in seguito rippare).considerando che il cd masterizzato rappresenta una copia di backup (atto del tutto normale secondo la corrente legislazione in materia di diritto d'autore) e che su diretta iniziativa di apple è possibile aggirare la gestione dei diritti digitali mastrezzando tale cd , e che su iniziativa di apple tale cd audio non è sottoposto a drm (nulla avrebbe impedito di inserire quella schifezza anche nella masterizzazione dei cd) ed è quindi comodamente rippabile, il soft ware in questione altro non fa che automatizzare, su iniziativa del detentore legittimo di un contenuto digitale, un processo ( scrittura cd, rippatura cd e codifica) ritenuto legittimo se non apèertamente incoraggiato da chi distribuisce i contenuti digitali.quindi il problema non ha dimensione, poichè non esiste.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma era proprio necessario?
            - Scritto da: Anonimo



            La Apple e' una multinazionale.



            e quindi dove è il problema?

            nessun problema
            e allora xke citi le multinazionali x dare le tue spiegazioni poco coerenti?


            ma che palle con queste solité banalità trite di

            stupidaggini pseudo economico-finanziarie.



            i prezzi aumenteranno se riterranno il caso di

            farlo x aumentare i benefici (e non si deve

            essere una multinazionale per ragionare in
            questi

            termini) oppure se a monte vi saranno le major a

            fare pressione per un aumento dei prezzi sotto
            la

            minaccia di chiudere l'autorizzazione alla

            rivendita musicale.

            i prezzi aumenteano se steve o le multinazionali
            vorranno guadagnare di più.ma quale parte di "itms non fa utili...e se li fa sono minimi, ma serve solo per vendere + ipod" ti è difficile comprendere?è stato scritto e riscritto in tutte le salse in rete...inoltre il margine di guadagno di apple su ogni brano x coprire i costi dello store è talmente minimo...la finalità di quello store è vendere hw...spiegami come faranno a sparare prezzi sopra il dollaro x brano.....nessuno + se li comprerà...preferiscono puntare sulle quantità + che sul prezzo piantiamola con
            queste giustificazioni secondo cui le
            multinazionali aumentano i prezzi per offrire un
            prodotto migliore. aumentano i prezzi pr avere
            più margini di guadano , stop.nulla di male, ma
            non traformiamoli in benefattori.
            ma non mescoalre burro e ferrovia.....ha ragione sul discorso teorico sul monopolio...ma nella fattispece sono panzane che scrivi....dato che il prodotto è di ottima fattura e che i margini di guadagno sono quelli e che puntano sulle quantità e non su un + grande margine di guadagno.inoltre quando vi sarà + concorrenza tra gli stores di musica online, come la logica economica vuole (a te sconosciuta pare) i margini di guadagno diminuiranno xke si faranno la lotta per avere i prezzi + bassi.

            se ancora non te ne sei reso conto, preso dalla

            tua stupida lotta alle multinazionali, sono le

            major a porre questi ostacoli....solo che hai

            sempre la libertà di non comperare se non sei

            d'accordo.

            infatti non ho mai comprato contenuti digitali .
            mi piacerebbe farlo se non comprendessero la
            presa in giro del drm
            bla bla bla....ma se è una falsa limitazione visto che lascia ampio spazio di manovra e di utilizzo e visto che via masterizzazione sul cd questi drm spariscono..finiscila di fare sterile polemica per nulla...


            Se da un lato c'e' l'anima di Steve Jobs, un


            ex-hacker della vecchia scuola,
            quell'individuo


            ha comunque in passato dimostrato brevi ma

            sagaci


            passaggi al "lato oscuro" della "forza". :-)






            mentre tu nell'oscurità intelletuale ci sei nato

            e rimasto visto quante cose prive di senso

            (soprattutto se ti azzardi a parlare di
            economia)

            scrivi


            considerando che il programma non è teso a non
            pagare il download , non vedo che problema ci
            sia.infatti non ce ne sono di problemi....sei tu a sollevarli col la storiella della multinazionale, dei margini di guadagno, del drm e bla bla... la criptatura lato client comporta un
            bell'assorbimento di memoria e potenza di calcolo
            (prova a criptare con aes256 o simili un file da
            3-4 MB..)quindi usando una tua risorsa , che hai
            pagato (ovvero cpu, memoria ram ed il resto)
            risparmiano sull'acqusto di server più potenti.
            tutto questo senza avvisarti .
            in questo modo invece
            bla bla bla.....pur di fare polemica saresti capace di trovare scusa anche quando è cristallino che non ve ne possano essere.vedila cosi se ti riesce...se non vi sono drm (anche minimi) le major non darebbero autorizzazioni per vendere legalmente la musica in rete....dato che ora la situazione è quella...niente drm niente musica legale da acquistare.se poi la colpa di ciò la vuoi per forza di cose attribuire alle multinazionali che garantiscono il servizio e non alle major che impongono la loro logica...fai pure...ma è misconoscere il fondamento del problema in essere.
            a) se vuoi puoi comunque comprarti l'ipod (che è
            tanto di moda) quindi la apple prende i suoi
            soldi
            b) per scaricare la canzoni devi comprarle
            comunque (quindi apple e le multinazionali i solo
            soldi li prendono)
            c) l'utente anzichè sprecare tempo a masterizzare
            e rippare il cd si ritrova i file già sprotetti.come detto sopra...perche le major permettano la vendita online di musica, vogliono dei drm (anche non restrittivi)....condizione sine qua non niente ventida di musica legale.se non vuoi capoire dove sta il problema....fai pure...ma trovo stolto insistere a dare la colpa a chi fornisce il servizio di vendita online, indipendentemente dal nome che tale ditta porti
            è l'automatizzazione di un'operazione che
            comunque faresti , ed i programmi per per
            calcolatori elettronici sono nati per questo
            scopo (facilitare la vita all'essere umano ,
            sollevandolo da attività semplici e ripetitive)


            bla bla bla....quando si insite a non voler capire la problematica che condiziona la vendita online legale di musica....si continueranno a leggere le solite frasi a se stantimah
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma era proprio necessario?
            guarda non quello con cui stavi discutendo, mapassando e leggendo così un pò di corsa mivien da dire ciò che sto facendo:condizione sine qua non perché io acquistiuna canzone (online o no) è che abbia la stessaflessibilità che ho oggi: completa senza drmdi sortaaltrimenti non la prendo e vado avanti con imiei bei 100 vinili e 200 CD che di musica neho da sentire finché campoah dimenticavo! sono un pò noioso io ed avreianche un'altra condizione sine qua non:riprendere la produzione di musica decenteperché se ne vede veramente poca e laradio (satellitare e non) è un ottimo deterrenteal collezionare album originali di scarsissimaqualitàcon buona pace delle proiezioni di venditadei signori delle multinazionali
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma era proprio necessario?
            - Scritto da: Anonimo
            bla bla bla....quando si insite a non voler
            capire la problematica che condiziona la vendita
            online legale di musica....si continueranno a
            leggere le solite frasi a se stanti

            mahVabbè hai rotto, abbiamo capito che ti piace tanto apple, adesso prenditi il tuo bravo ipod e vatti a fare una passeggiata, che ti fa bene.Ah, a proposito, ti riesce difficile iniziare le frasi con la maiuscola e finirle con qualche segno di punteggiatura? Sai com'è, ti spertichi tanto a difendere apple, ma vedo che la lingua italiana la puoi stuprare allegramente senza patemi d'animo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma era proprio necessario?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            bla bla bla....quando si insite a non voler

            capire la problematica che condiziona la vendita

            online legale di musica....si continueranno a

            leggere le solite frasi a se stanti



            mah


            Vabbè hai rotto, abbiamo capito che ti piace
            tanto apple, adesso prenditi il tuo bravo ipod e
            vatti a fare una passeggiata, che ti fa bene.vedi che sei un pirl8 che viene solo a fare becera propaganda....cavolo c'entra apple....potrebbe essere chiunque....ma tu devi propinarci la tua solita fuffa e passare "à coté" dei veri problemi...bravo
            Ah, a proposito, ti riesce difficile iniziare le
            frasi con la maiuscola e finirle con qualche
            segno di punteggiatura? non si inizia con ah....e dubito che il tuo cervellino non riesca a capire che si tratti di un inizio di frase solo perché manca la maiuscola....se queste sono le tue sterili argomentazioni pur di fare caciara.....Sai com'è, ti spertichi
            tanto a difendere apple, ma vedo che la lingua
            italiana la puoi stuprare allegramente senza
            patemi d'animo.sai com'è dopo che tu stupri le problematiche banalizzandole con stupide affermazioni....non vedo proprio che danni possa fare non usando una maiuscola...ma se per te questo è un problema forse dovresti leggerti un'enciclopedia e non un forum informatico....grazi per la tua pochezza argomentativa....ne terrò conto...ora torna alla tua battaglia per i diritti dei files senza protezione....
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma era proprio necessario?
            - Scritto da: Anonimo
            Vabbè hai rotto, abbiamo capito che ti piace
            tanto apple, adesso prenditi il tuo bravo ipod e
            vatti a fare una passeggiata, che ti fa bene.Apple, si scrive con la prima lettera maiuscola.Ragazzo, rilassati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma era proprio necessario?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Vabbè hai rotto, abbiamo capito che ti piace

            tanto apple, adesso prenditi il tuo bravo ipod e

            vatti a fare una passeggiata, che ti fa bene.

            Apple, si scrive con la prima lettera maiuscola.

            Ragazzo, rilassati.
            e iPod con la seconda maiuscola....ma ormai che ci vuoi fare gli altri stuprano la lingua mentre lui è l'imperatore dell'enciclopedia Treccani....ma che vada a letto
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma era proprio necessario?
      - Scritto da: Anonimo
      Scusate...con iTunes uno si puo` comprare musica
      a 0,99 centesimi a brano, lo puo` ascoltare su 4
      computer contemporaneamente, si puo` fare quanti
      cd vuole, il tutto legalmente. Se iTunes non
      gira, uno si puo` fare il cd audio e ascoltarlo
      anche col famoso sistema operativo di vent`anni
      fa.

      A me 0,99 centesimi sembra un prezzo onesto, per
      cui sono contento di pagarlo sapendo che io ho la
      musica che voglio (e non devo per forza
      comprarmi i cd che magari hanno dei brani che non
      mi piacciono), e che l`autore della musica, o il
      gruppo, ricevera` il suo compenso.

      Ho apprezzato il DeCSS perche` non e` giusto che
      un dvd sia leggibile solo su win e mac, e perche`
      i dvd hanno troppe restrizioni d`uso, ma non mi
      sembra il caso di minare cosi` il lavoro di
      apple, che ci ha dato un modo nuovo e, a mio
      avviso, piu` giusto, per poter comprare ed
      ascoltare musica.

      Questa e` la mia opinione, arrivederci.
      prezzo onesto?bahopinioni
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma era proprio necessario?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Scusate...con iTunes uno si puo` comprare musica

        a 0,99 centesimi a brano, lo puo` ascoltare su 4

        computer contemporaneamente, si puo` fare quanti

        cd vuole, il tutto legalmente. Se iTunes non

        gira, uno si puo` fare il cd audio e ascoltarlo

        anche col famoso sistema operativo di vent`anni

        fa.



        A me 0,99 centesimi sembra un prezzo onesto, per

        cui sono contento di pagarlo sapendo che io ho
        la

        musica che voglio (e non devo per forza

        comprarmi i cd che magari hanno dei brani che
        non

        mi piacciono), e che l`autore della musica, o il

        gruppo, ricevera` il suo compenso.



        Ho apprezzato il DeCSS perche` non e` giusto che

        un dvd sia leggibile solo su win e mac, e
        perche`

        i dvd hanno troppe restrizioni d`uso, ma non mi

        sembra il caso di minare cosi` il lavoro di

        apple, che ci ha dato un modo nuovo e, a mio

        avviso, piu` giusto, per poter comprare ed

        ascoltare musica.



        Questa e` la mia opinione, arrivederci.



        prezzo onesto?
        bah
        opinioniQuale sarebbe il prezzo onesto, secondo la tua opinione?Personalmente preferisco spendere 9.99 euro per un CD personalizzato (scegliendomi i brani come voglio) che andare in un negozio fisico e spenderne almeno 20 di euro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma era proprio necessario?
      - Scritto da: Anonimo
      Ho apprezzato il DeCSS perche` non e` giusto che
      un dvd sia leggibile solo su win e mac, e perche`
      i dvd hanno troppe restrizioni d`uso,E qui è la stessa cosa. Puoi usare iTunes su Linux? No. Puoi ascoltare il suo formato? (non lo so, ma non credo)Allora se sono utente Linux come faccio ad usare iTunes? Non posso.E anche se avessi un PC o un Mac con cui ascoltare le canzoni... perché farmi perdere tempo a masterizzare il tutto per poi riconvertirlo in un formato libero? Datemelo subito libero... perché volete farmi fare tutto questo lavoro? Se i file costassero 0.1 a canzone potrei anche dirmi "vabbé, il prezzo è tanto basso che forse coviene farsi anche la faticata di riconvertire il tutto"... ma a 1 euro a canzone pretendo che me la diano già subito libera... e SOPRATTUTTO che possa usare il loro servizio (e le canzoni naturalmente) direttamente da Linux senza dover passare per altra macchina.Quello che fa il programma di DVD Jon è questo, permettere anche agli altri di accedere al contenuto (e fornire il sorgente in caso si vogliano creare software simili per altre piattaforme). Non sta rubando nulla a nessuno.Bye, Luca
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma era proprio necessario?
        - Scritto da: Segfault
        - Scritto da: Anonimo

        Ho apprezzato il DeCSS perche` non e` giusto che

        un dvd sia leggibile solo su win e mac, e
        perche`

        i dvd hanno troppe restrizioni d`uso,

        E qui è la stessa cosa. Puoi usare iTunes su
        Linux? No. Puoi ascoltare il suo formato? (non lo
        so, ma non credo)
        Allora se sono utente Linux come faccio ad usare
        iTunes? Non posso.
        E anche se avessi un PC o un Mac con cui
        ascoltare le canzoni... perché farmi perdere
        tempo a masterizzare il tutto per poi
        riconvertirlo in un formato libero? Datemelo
        subito libero... perché volete farmi fare tutto
        questo lavoro?bla bla bla....soliti fiumi di parole....xke libero da DRM non possono venderlo visti gli accordi ragiunti con le major per poter vendere la musica online....non è complicato no? Se i file costassero 0.1 a canzone
        potrei anche dirmi "vabbé, il prezzo è tanto
        basso che forse coviene farsi anche la faticata
        di riconvertire il tutto"... ma a 1 euro a
        canzone pretendo che me la diano già subito
        libera... e SOPRATTUTTO che possa usare il loro
        servizio (e le canzoni naturalmente) direttamente
        da Linux senza dover passare per altra macchina.
        opinioni tue, soggettive e quindi opinabili...se ritieni 99 centesimi troppo caro hai la facoltà e la libertà di non acquistare....
        Quello che fa il programma di DVD Jon è questo,
        permettere anche agli altri di accedere al
        contenuto (e fornire il sorgente in caso si
        vogliano creare software simili per altre
        piattaforme). Non sta rubando nulla a nessuno.
        sta solo bypassando i drm che sono obbligatori perce itms possa vendere musica....e chissà mai chi è che ha posto questa condizione? chi offre il servizio o il proprietario dei diritti musicali?
        Bye,
        Lucaciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma era proprio necessario?
          - Scritto da: Anonimo
          bla bla bla....soliti fiumi di parole....Imbecille.
          xke libero da DRM non possono venderlo visti gli
          accordi ragiunti con le major per poter vendere
          la musica online....non è complicato no?E io non te la compro. Semplice no?
          opinioni tue, soggettive e quindi opinabili...se
          ritieni 99 centesimi troppo caro hai la facoltà e
          la libertà di non acquistare....Infatti quella schifezza non l'acquisto.
          sta solo bypassando i drm che sono obbligatori
          perce itms possa vendere musica....e chissà mai
          chi è che ha posto questa condizione? chi offre
          il servizio o il proprietario dei diritti
          musicali?E un bel chissenefrega circa chi ha posto tali condizioni non ce lo vogliamo mettere?Ci sono le limitazioni? Non ti compro il bene. Oppure se te lo compro tolgo le limitazioni. E che vengano a dirmi qualcosa. Se ho acquistato un oggetto posso farci quello che mi pare, incluso rimuovere schifezze che non mi servono e non mi interessano. Quello che vogliono loro non mi interessa per nulla. Quello che pensano che io possa fare o meno nemmeno. Sono IO l'utente. Sono IO che decido.Bye, Luca
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma era proprio necessario?
          - Scritto da: Anonimo[CUT]Per tua comodità ti riporto il link al post che avevo fatto:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=935985&tid=935985&p=1Bye, Luca
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma era proprio necessario?
          - Scritto da: Anonimo
          bla bla bla....soliti fiumi di parole....

          xke libero da DRM non possono venderlo visti gli
          accordi ragiunti con le major per poter vendere
          la musica online....non è complicato no?Mi sa che per te è complicato comprendere che non ci frega una fava dei DRM, caro il mio bel lecca-major. E non hai risposto sulla questione linux, signor lecca-major. Io uso il programma di dvdjon su linux alla faccia di apple e di tutti coloro che vogliono impedire l'uso di un servizio sul suddetto sistema operativo, non è complicato no? Se smetti di leccare un attimino le major te ne accorgi persino tu, fai un sforzo, dai che ce la fai!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma era proprio necessario?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            bla bla bla....soliti fiumi di parole....



            xke libero da DRM non possono venderlo visti gli

            accordi ragiunti con le major per poter vendere

            la musica online....non è complicato no?

            Mi sa che per te è complicato comprendere che non
            ci frega una fava dei DRM, caro il mio bel
            lecca-major.mentre per te è inconfutabilmente impossibile scendere dal mirtillo e renderti conto che de facto ad oggi se si vuole vendere musica (online o no) bisogna chiedere autorizzazioni..Ora che per itms se sia trovata una soluzione di drm leggera rispetto ad altri store....invece di essere contenti...no sei qua a frantumarci le OO con questi stupidi apriori.non ti vanno i drm? non comprare nulla, ma non rompere l'anima se ad altri stanno bene pur di poter comprare musica online....saranno tutti imbecilli quelli che comprano e se solo tu il sommo detentore della verità?permettimi di dubitare fortemente... E non hai risposto sulla questione
            linux, signor lecca-major.ciccio.....ma non rompermi l'anima...che sei banale e confutabile... Io uso il programma di
            dvdjon su linux alla faccia di apple e di tutti
            coloro che vogliono impedire l'uso di un servizio
            sul suddetto sistema operativo, non è complicato
            no?pirl8.....come mai chi usa mac non può accedere ad altri stores online? e questo indipendentemente dal fatto che poi vi siano drm sui files acquistabili?mi sembra che stai facendo confusione tra drm sui files e possibilità di accesso ad un servizio....visto che poi il sw in questione esiste anche per win...la problematica è ben diversa dalla tua impossibilità d'accesso.genio....usando un os che non è preponderante si devono tenere in conto certe cose.....infatti molti servizi online ecommerce o ebankin o altro non sono disponibili al di fuori di win.vedi di essere più in chiaro su cosa vuoi portare avanti come argomento...sei confusionario... Se smetti di leccare un attimino le major te
            ne accorgi persino tu, fai un sforzo, dai che ce
            la fai!smetti di scrivere panzane e cerca di non confondere burro e ferrovia...anche mio cuginetto farebbe meglio di te
  • Anonimo scrive:
    SE NON CI FOSSERO I DRM...
    ... sarei ben felice di acquistare online decine, centinaia di file (divx/mpeg4), tipo documentari di storia, vecchi film introvabili, spettacoli teatrali, eccetera. In particolare serie complete di documentari. Ovviamente a prezzi contenuti, considerato il fatto che una notevole fetta della spesa me la accollo io (abbonamento adsl, supporti, energia elettrica). Vorrei però, in cambio dei miei soldi, dei file "puliti" e creati con formati standard e "aperti", soprattutto per essere certo di poterli riprodurre comecavolomipare - suchehardwarevoglioio - conilsistemaoperativopreferito - anchetravent'anni - eccetera.Ma all'industria dei contenuti&estorsioni questo non va bene perchè li costringerebbe a lavorare (e che, scherziamo!) per rendere disponibile tutto questo materiale - conversioni, digitalizzazioni, compressioni... - mentre preferiscono vederci addomesticati ed obbedienti, pronti ad acquistare in massa solo le poche cose che loro, a tavolino, decidono di elevare al rango di successi commerciali: lavorano di meno, stampano in milioni di copie sempre le solite cose, riempiono il mondo di spazzatura.Quindi ben venga il pitupì e i geni come DVD Jon, e grazie agli appassionati che si sforzano di condividere dalle loro cantine dei file solo perchè sono convinti che siano importanti, che è bene che si diffondano, perchè la conoscenza, l'informazione, ci rende più liberi, ci fa sapere le cose che altrimenti verrebbero dimenticate, o censurate.Va beh poi ci sono quelli che scaricano Britni spirs o Vacanze A Vattelapesca, ma insomma, non me ne importa proprio un €4770.ciao a tutti.
  • Anonimo scrive:
    Crittografia lato client
    Se le canzoni vengono crittografate dal client anche chi usa iTunes potrebbe far girare un programma che intercetta i pacchetti trasmessi sulla rete, estrae le canzoni e le salva in chiaro. Il principio è lo stesso usato da programmi di monitoraggio rete come ad esempio Ethereal.Mi sa che presto avremo delle versioni di iTunes con crittografia lato server.
    • beka scrive:
      Re: Crittografia lato client
      - Scritto da: Anonimo
      Se le canzoni vengono crittografate dal client
      anche chi usa iTunes potrebbe far girare un
      programma che intercetta i pacchetti trasmessi
      sulla rete, estrae le canzoni e le salva in
      chiaro. Il principio è lo stesso usato da
      programmi di monitoraggio rete come ad esempio
      Ethereal.
      Mi sa che presto avremo delle versioni di iTunes
      con crittografia lato server.Yes sir, quando ci saranno dei calcolatori che riusciranno a implementare la crittografia che c'è nel DRM di Apple in temo reale, Apple 2 piccioni con una fava:-drm anch'io così le aziende dei contenuti sono tranquille-drm lato client così non mi devo dannare per fare tutto lato serverIo non oso immaginare cosa possa servire per crittografare/DRMizzare lato server in tempo reale con la quantità di canzoni che scaricano da iTunes
      • Anonimo scrive:
        Re: Crittografia lato client
        - Scritto da: beka
        Io non oso immaginare cosa possa servire per
        crittografare/DRMizzare lato server in tempo
        reale con la quantità di canzoni che scaricano da
        iTunesgià, chissà perchè quelli che continuano a dire "Apple ingenua", non gli viene in mente che iTunes vende più di 1 milione di canzoni al giorno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Crittografia lato client
        - Scritto da: beka

        Io non oso immaginare cosa possa servire per
        crittografare/DRMizzare lato server in tempo
        reale con la quantità di canzoni che scaricano da
        iTunesun grande server, o tanti grandi server... il problema si risolve con la "forza bruta": si aumenta il numero e la qualità dei serveril problema è un altro: è conveniente? il beneficio è superiore al costo? secondo me no:1) gli stessi brani sul Music Store si trovano già anche in formato mp3 su qualunque circuito p2p2) i brani si devono cmq sempre acquistarealla fine quella dei DRM è solo una mossa per tenere buone le major e riuscire a vendere brani online...
  • pikappa scrive:
    intanto
    Io avevo intenzione di provare l'iTMS, e sicuramente lo farò con questo programmino :-D dato che mi permette di acquistare musica senza dover rebootare il pc
    • Anonimo scrive:
      Re: intanto
      - Scritto da: pikappa
      Io avevo intenzione di provare l'iTMS, e
      sicuramente lo farò con questo programmino :-D
      dato che mi permette di acquistare musica senza
      dover rebootare il pc??? scusa, ma che problemi ha il tuo PC, fa un reboot ogni volta che acquisti un brano ?
      • Anonimo scrive:
        Re: intanto
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: pikappa


        Io avevo intenzione di provare l'iTMS, e

        sicuramente lo farò con questo programmino :-D

        dato che mi permette di acquistare musica senza

        dover rebootare il pc

        ??? scusa, ma che problemi ha il tuo PC, fa un
        reboot ogni volta che acquisti un brano ?ITunes è pesantissimo
        • Anonimo scrive:
          Re: intanto
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: pikappa




          Io avevo intenzione di provare l'iTMS, e


          sicuramente lo farò con questo programmino :-D


          dato che mi permette di acquistare musica
          senza


          dover rebootare il pc



          ??? scusa, ma che problemi ha il tuo PC, fa un

          reboot ogni volta che acquisti un brano ?

          ITunes è pesantissimosi certo...poi manca ancora da dire che quicktime fa schifo e poi cosa devi ancora dire?ho usato itunes su xp e di pesante ho visto ben peggio....contala giusta fino in fondo...su che computer hai provato ad usarlo?
        • Anonimo scrive:
          Re: intanto
          - Scritto da: Anonimo
          ITunes è pesantissimoSi certo, forse in Windows, ma in OSX funziona perfettamente....
        • Anonimo scrive:
          Re: intanto
          - Scritto da: Anonimo
          ITunes è pesantissimoSolo quello per Windows. Quello per Mac non dà nessun problema, ed è una scheggia mostruosa a rippare un CD. Ci avranno messo un ciclo di rallentamento, qualcosa tipo:if ( OS != "OSX" ) { for ( int i = 0; i
        • Anonimo scrive:
          Re: intanto
          - Scritto da: Anonimo
          ??? scusa, ma che problemi ha il tuo PC, fa un
          reboot ogni volta che acquisti un brano ?Certo che hai succhiato latte di volpe tu... :-DSe sono un utente Linux ma voglio comprare dal negozio iTMS come faccio dato che i produttori se ne sbattono di fare client e player anche per il pinguino?
          • Anonimo scrive:
            Re: intanto
            - Scritto da: Anonimo
            Se sono un utente Linux ma voglio comprare dal
            negozio iTMS come faccio dato che i produttori se
            ne sbattono di fare client e player anche per il
            pinguino?Beh, io sono un utente Mac, e non posso comprare dal sito di Rossoalice, nè da Napster, nè da MSN Music, ad esempio.Qualche volta va meglio agli altri...purtroppo, quando si parla di DRM, gli utenti Linux sono sempre penalizzati. Ma secondo me è anche colpa di Red Hat, Suse, IBM, Novell, tutte le grosse aziende che dicono di "supportare" Linux, ma in realtà gli interessa solo la parte server, anche se a parole dicono che "è pronto per il desktop".Perchè gli utenti Linux non si organizzano e fanno una bella petizione verso queste case, chiedendo che usino la *loro* influenza con le major, e parte un bel negozio tipo iTunes fatto apposta per Linux.Perchè l'IBM, che ha fior di programmatori e di centri ricerca, non promuove un suo DRM a standard industriale, una cosa del tipo SSL, che possa andare bene a tutti ?
            • Anonimo scrive:
              Re: intanto
              - Scritto da: Anonimo

              - Scritto da: Anonimo


              Se sono un utente Linux ma voglio comprare dal

              negozio iTMS come faccio dato che i produttori
              se

              ne sbattono di fare client e player anche per il

              pinguino?

              Beh, io sono un utente Mac, e non posso comprare
              dal sito di Rossoalice, nè da Napster, nè da MSN
              Music, ad esempio.E ti pare una sfortuna? Voi utenti mac siete sempre fortunati su queste cose ahahah. Rosso alice, ma cosa ci devi comprare, un merdoso film in streaming a 120x100 pixel? Vai al cinema che è meglio va...
            • Anonimo scrive:
              Re: intanto
              - Scritto da: Anonimo

              - Scritto da: Anonimo



              - Scritto da: Anonimo




              Se sono un utente Linux ma voglio comprare dal


              negozio iTMS come faccio dato che i produttori

              se


              ne sbattono di fare client e player anche per
              il


              pinguino?



              Beh, io sono un utente Mac, e non posso comprare

              dal sito di Rossoalice, nè da Napster, nè da
              MSN

              Music, ad esempio.

              E ti pare una sfortuna? Voi utenti mac siete
              sempre fortunati su queste cose ahahah. Rosso
              alice, ma cosa ci devi comprare, un merdoso film
              in streaming a 120x100 pixel? Vai al cinema che è
              meglio va...sapessi dove dovresti andare tu invece....qualcosa di intelligente riesci a scriverlo...o hai dato il tuo massimo?vai a letto troll
        • Anonimo scrive:
          Tutto inutile
          DRM e quant'altroLa gente che non è disposta a pagare non la convinci mettendo cancelli e porte blindate.In ultima istanza si registreranno i brani in analogico con la vecchia audiocassetta :-)
        • Anonimo scrive:
          cantinaro nullatenente ...
          ;)ovviamente scherzo, chissa' se qualcuno si muovera' nuovamente per insultare anche questo che altro non e' che un hacker in cerca di conoscenza...
          • Anonimo scrive:
            Re: cantinaro nullatenente ...
            - Scritto da: Anonimo
            ;)
            ovviamente scherzo, chissa' se qualcuno si
            muovera' nuovamente per insultare anche questo
            che altro non e' che un hacker in cerca di
            conoscenza...Non ho nulla contro la mentalita' hacker, anzi, senza di loro oggi molte cose non ci sarebbero, quello che non capisco e' come mai questo non perde occasione per attirare su di se gli strali delle major, gia' una volta gli ha detto bene, io non rischierei una seconda.Se apple ha deciso di vendere la musica in un certo mdo, probabilmente avra' le sue ragioni, essendo una usa company, deve sottostare al dmca che dice pure che e' illegale AGGIRARE" le protezioni, ergo dvd jhon sta nell'illegalita' perche' cosi' facendo ha aggirato le protezioni anche se queste sono alquanto ridicole stante a cio che c'e' scritto nell'articolo, quanto tempo ci vorra' perche' gli arrivi un'altra denuncia?
            • Anonimo scrive:
              Re: cantinaro nullatenente ...
              - Scritto da: Anonimo
              Non ho nulla contro la mentalita' hacker, anzi,
              senza di loro oggi molte cose non ci sarebbero,
              quello che non capisco e' come mai questo non
              perde occasione per attirare su di se gli strali
              delle major, gia' una volta gli ha detto bene, io
              non rischierei una seconda.
              Se apple ha deciso di vendere la musica in un
              certo mdo, probabilmente avra' le sue ragioni,
              essendo una usa company, deve sottostare al dmca
              che dice pure che e' illegale AGGIRARE" le
              protezioni, ergo dvd jhon sta nell'illegalita'
              perche' cosi' facendo ha aggirato le protezioni
              anche se queste sono alquanto ridicole stante a
              cio che c'e' scritto nell'articolo, quanto tempo
              ci vorra' perche' gli arrivi un'altra denuncia? Guarda che lo fa per difendere ANCHE i tuoi diritti. Sta solo e semplicemente facendo questo.Sta dando la possibilità a chi non usa Windows e Mac di accedere ai contenuti di iTunes (mica di rubarli) ed inoltre permette di ottenere un file PULITO da schifezze come i DRM.Ci fosse più gente come lui probabilmente ora le Major sceglierebbero strade meno stupide per proteggere i loro contenuti... come ad esempio ABBASSARE IL PREZZO.Quello che poi dice la DMCA o la EUCD non mi interessa, si agisce nella legalità quando questa non va contro i cittadini. Nel caso di DMCA e EUCD si tratta proprio di leggi fatte APPOSITAMENTE per proteggere monopoli e chi soldi ne ha già a quintalate, e si fa questo annientando i diritti degli utenti.Ben venga quindi DVD Jon e la sua utility.Bye, Luca
              • DuDe scrive:
                Re: cantinaro nullatenente ...
                - Scritto da: Segfault
                Guarda che lo fa per difendere ANCHE i tuoi
                diritti. Sta solo e semplicemente facendo questo.
                Sta dando la possibilità a chi non usa Windows e
                Mac di accedere ai contenuti di iTunes (mica di
                rubarli) ed inoltre permette di ottenere un file
                PULITO da schifezze come i DRM.
                Ci fosse più gente come lui probabilmente ora le
                Major sceglierebbero strade meno stupide per
                proteggere i loro contenuti... come ad esempio
                ABBASSARE IL PREZZO.
                Quello che poi dice la DMCA o la EUCD non mi
                interessa, si agisce nella legalità quando questa
                non va contro i cittadini. Nel caso di DMCA e
                EUCD si tratta proprio di leggi fatte
                APPOSITAMENTE per proteggere monopoli e chi soldi
                ne ha già a quintalate, e si fa questo
                annientando i diritti degli utenti.
                Ben venga quindi DVD Jon e la sua utility.

                Bye,
                LucaCiao Luca, mi firmo poiche' prima non l'ho fatto, io non ho nulla contro il ragazzo che sta giustamente tentando di sentirsi la sua musica sul suo sistema preferito, su questo non discuto, anzi e' da ammirare per la sua bravura ( anche con la complicita' di apple) , quello su cui discuto con serenita' e' sulle eventuali conseguenze che tale atto possono portargli, gia' una volta l'ha scampata, ma ora? Concordo con te che le major siano gia' potenti e ricche, ma e' proprio su questo che dovremmo ragionare, chi le ha rese ricche? a parte i governi con leggi ad hoc , ma anche noi che acquistiamo i loro prodotti, basterebbe non acquistare piu' nulla e nemmeno scaricare piu' nulla, cosi' a finiranno di dire che lo sharing e' la loro rovina,con la ,ogica conseguenza che o abbassano i prezzi, o soccombono ( le vedo dure entrambe) Tornando ai diritti, ma tu o altri avete mai sentito dalla loro voce il parere degli artisti? io no, sara' per mia ignoranza, sara' che non ho cercato, ma di opinioni firmate dagli artisti , non ne ho sentite, a parte un manifesto di una casa discografica, ma quello lo considero alla stregua della carta igienica per gli artisti, i quali raggiunta una posizione invidiabile hanno paura di dover lavorare per mantenere il loro alto tenore di vita.Io ho un mio amico che incide CD e la sua opinione coincide con la mia, ossia il sistema dei diritti in italia e' marcio fino al midollo, infatti non vive di diritti, ma con la sua scuola di musica ed i suoi concerti, secondariamente ha inciso 2 CD che ha publicato tramita una piccola casa discografica, ma non e' che e' ricco! Ciao! DuDe
                • Anonimo scrive:
                  Re: cantinaro nullatenente ...
                  - Scritto da: DuDe
                  Ciao Luca, mi firmo poiche' prima non l'ho fatto,
                  io non ho nulla contro il ragazzo che sta
                  giustamente tentando di sentirsi la sua musica
                  sul suo sistema preferito, su questo non discuto,
                  anzi e' da ammirare per la sua bravura ( anche
                  con la complicita' di apple) , quello su cui
                  discuto con serenita' e' sulle eventuali
                  conseguenze che tale atto possono portargli, gia'
                  una volta l'ha scampata, ma ora? Bé, ognuno di noi è responsabile per quello che fa nella vita. Lui ha deciso di rischiare, credo sappia bene quello che può succedere, ma ha deciso comunque di andare avanti. Questo gli fa onore, indipendentemente da come vada a finire.Mi auguro che le sue idee abbiano il sopravvento sui soldi delle Major, mi auguro che trovi un giudice che gli dia ragione un'altra volta. Dopotutto lui non sta rubando nulla a nessuno, sta solo rendendo disponibile un contenuto regolarmente pagato anche a chi fino ad ora non poteva usufruirne (quindi in realtà stà persino facendo un piacere ad Apple).Purtroppo la Apple, così come la M$, ha perso di vista le sue umili origini, ha perso di vista il tempo in cui dei ragazzi, quasi ragazzini, nel garage di casa loro fabbricavano quelle scatolette in legno con dentro qualche integrato messo in croce che hanno poi cambiato il mondo. Purtroppo si sono entrambe trasformate in società avide di soldi il cui unico obiettivo è quello di incrementare il già sostanzioso fatturato a fine anno. Ha fatto bene quel fondatore di Apple (di cui non ricordo mai il nome) a lasciare l'azienda ad un certo punto, lui si è reso conto che quella società che ha contribuito a fondare era cambiata... non era più un gruppo di Hacker dedito alla loro passione, un gruppo di ragazzi con la passione per l'elettronica e l'informatica, ma era divenuta una cosa diversa, una cosa in cui lui non si riconosceva più. È stato forse l'unico fra i fondatori a non aver tradito Apple e i suoi principi iniziali. [Comunque ti invito a guardarti il film "I Pirati di Silicon Valley" per maggiori dettagli riguardo a questo]
                  Concordo con te che le major siano gia' potenti e
                  ricche, ma e' proprio su questo che dovremmo
                  ragionare, chi le ha rese ricche? a parte i
                  governi con leggi ad hoc , ma anche noi che
                  acquistiamo i loro prodotti, basterebbe non
                  acquistare piu' nulla e nemmeno scaricare piu'
                  nulla, cosi' a finiranno di dire che lo sharing
                  e' la loro rovina,con la ,ogica conseguenza che o
                  abbassano i prezzi, o soccombono ( le vedo dure
                  entrambe) Purtroppo questo non avverrà mai. Non c'è modo di convincere la gente che questa sarebbe la miglior cosa da fare. Guarda con i brevetti software... anche fra i professionisti del settore, anche fra gli studenti di informatica... quanti credi abbiano compreso il problema e agito di conseguenza? Solo una minima parte. Una frazione di una frazione del popolo Italiano ed Europeo. La gente non è più abituata a queste cose, meglio mettersi il cuore in pace. La gente oramai accetta tutto passivamente, stiamo diventando gli Eloi (http://en.wikipedia.org/wiki/Eloi) ignari ed innocenti bimbi che accettano tutto e non si oppongono a nulla, e come gli Eloi, siamo il pasto preferito dai Morlocks (http://en.wikipedia.org/wiki/Morlocks) che ci danno quello che vogliamo per tenerci buoni e ignoranti, il loro gregge, la loro riserva di caccia.
                  Tornando ai diritti, ma tu o altri avete mai
                  sentito dalla loro voce il parere degli artisti?
                  io no, sara' per mia ignoranza, sara' che non ho
                  cercato, ma di opinioni firmate dagli artisti ,
                  non ne ho sentite, a parte un manifesto di una
                  casa discografica, ma quello lo considero alla
                  stregua della carta igienica per gli artisti, i
                  quali raggiunta una posizione invidiabile hanno
                  paura di dover lavorare per mantenere il loro
                  alto tenore di vita.
                  Io ho un mio amico che incide CD e la sua
                  opinione coincide con la mia, ossia il sistema
                  dei diritti in italia e' marcio fino al midollo,
                  infatti non vive di diritti, ma con la sua scuola
                  di musica ed i suoi concerti, secondariamente ha
                  inciso 2 CD che ha publicato tramita una piccola
                  casa discografica, ma non e' che e' ricco! Ci sono artisti che comprendono il problema, che per esempio non condannano il P2P ma lo vedono come un efficace modo di promozione, e altri artisti che invece vedono nel P2P il male e la fine di ogni cosa. Artisti che pensano che condividere la propria arte sia un bene, e altri che se potessero deciderebbero anche quante volte in un giorno possiamo ascoltare le loro canzonette.Quando si è abituati a fare le cose in un certo modo è difficile cambiare, anche se questo cambiamento sarebbe un bene. C'è un detto delle mie parti: "chi lascia la via vecchia per la nuova sa quello che lascia, ma non sa quello che trova", quindi molti preferiscono continuare a battere le vecchie strade, conosciute e sicure... che essere i primi a tracciare un nuovo sentiero. È così ovunque. Inoltre la gente non vede il problema... molti pensano che il DRM sia addirittura una cosa buona per loro perché così gli è spacciata da chi gli vende il contenuto.Gli Eloi vestiti di bianco, che giocano e ridono al sole, e i Morlocks creature nere degli abissi che di notte escono dalle loro tane per saziarsi delle loro prede. È questo che siamo oramai.Bye, Luca
                • DuDe scrive:
                  Re: cantinaro nullatenente ...
                  - Scritto da: SegfaultIl tizio si chiama steeve Wozniak e lasciata la apple, ha continuato a lavorare nell'informatica finanziando computer alle scuole piu' disagiate, cosi' da far apprendere l'informatica anche a chi non aveva i mezzi,Il film l'ho visto e rivisto e a mio modestissimo parere e' un racconto quasi vero di come sono andate le cose, dovrebbe essere proiettato nei corsi di informatica universitari e superiori, cosi' da far vedere chi erano e come sono cresciuti sti tizi che volente o nolente hanno contribuito a fare l'informatica come la conosciamo oggi.Gia' dal film si vede che wozniak ( non so come si scrive esattamente) era un hacker puro mentre jobs pensava alla pecunia, Bill invece e' dipinto come un'approfittatore
                • Anonimo scrive:
                  Re: cantinaro nullatenente ...
                  - Scritto da: Anonimo
                  sua è stata la scommessa di portare un pc su ogni
                  scrivaniafalso: quello era il primo sogno di jobs
                  sua è stata la scommessa sui primi home computer
                  msx likemsx like, appunto... lisa è nata prima
                  sua è stata la scommessa di credere nei pc quando
                  la ibm era tesa verso i grandi calcolatorifalso: riguardati il film (e il colloquio di wozniak con quelli di HP)la cazzata l'ha fatta l'ex manager della pepsi, quando ha dato a Gates la possibilità di usare le finestre
          • Anonimo scrive:
            Re: cantinaro nullatenente ...
            ...gran rollatore di canne, passa le sue giornate e ricompilare kernel su kernel, e nei moementi di pausa tra una spippacchiata e l'altra si da all'alcool con i suoi amici del centro sociale....
            • Anonimo scrive:
              Re: cantinaro nullatenente ...
              - Scritto da: Anonimo
              ...gran rollatore di canne, passa le sue giornate
              e ricompilare kernel su kernel, e nei moementi di
              pausa tra una spippacchiata e l'altra si da
              all'alcool con i suoi amici del centro sociale
              ....Brrrrr, che vita squallida...
              • Anonimo scrive:
                Re: scusate
                - Scritto da: Anonimo
                hahaha, vendero' questa nuova arma ai topocaniI comunisti hanno già creato l'arma Kobalto, il generatore automatico di insulti. I topocani verranno sterminati
                • Anonimo scrive:
                  Re: cantinaro nullatenente ...
                  - Scritto da: Anonimo
                  Davvero.... Vuoi mettere con una vita tutta
                  casa-TV e ufficio, senza nemmeno degli amici con
                  cui bere un bicchiere.Non conosco questa vita, mi spiace...Da parte mia, preferisco concentrarmi sulla mia famiglia, gli amici e ovviamente il mio lavoro.
        • UMM scrive:
          48 ore al max
          ... e tutto si risolve... fossi in DVD co-Jon .. non mi metterei contro Apple .. ultimamente ha fatto le spalle grosse, potrebbe essere tutta un'altra storia.già son stati sguinzagliati gli avvocati
          • jokanaan scrive:
            Re: 48 ore al max
            - Scritto da: UMM
            ... e tutto si risolve... fossi in DVD co-Jon ..
            non mi metterei contro Apple .. ultimamente ha
            fatto le spalle grosse, potrebbe essere tutta
            un'altra storia.

            già son stati sguinzagliati gli avvocatidvd jon c'è abituato
          • Anonimo scrive:
            Re: 48 ore al max
            Sì, come il deCSS.Se in 48 ore tu pensi che si risolva tutto bè, allora entro le 24 il softwareino avrà fatto il giro del mondo.Anzi, lo scarico subito (anche se non lo userò).BrUtE AiD
          • Anonimo scrive:
            Re: 48 ore al max
            - Scritto da: UMM
            ... e tutto si risolve... fossi in DVD co-Jon ..
            non mi metterei contro Apple .. ultimamente ha
            fatto le spalle grosse, potrebbe essere tutta
            un'altra storia.

            già son stati sguinzagliati gli avvocatisiccome non è la prima volta che dvd john scrive programmi che danno fastidio a multnazionali varie , probabilmente lascerà il backup su server remoti in vari paesi.inoltre non è tipo da lasciarsi intimidire...
            • Anonimo scrive:
              Re: 48 ore al max
              - Scritto da: Anonimo

              - Scritto da: UMM

              ... e tutto si risolve... fossi in DVD co-Jon ..

              non mi metterei contro Apple .. ultimamente ha

              fatto le spalle grosse, potrebbe essere tutta

              un'altra storia.



              già son stati sguinzagliati gli avvocati


              siccome non è la prima volta che dvd john scrive
              programmi che danno fastidio a multnazionali
              varie , probabilmente lascerà il backup su server
              remoti in vari paesi.

              inoltre non è tipo da lasciarsi intimidire...bla bla bla....non si sa neppure la posizione ufficiale apple e major in merito e qui già si vaneggia su presunti avvocati sguinzagliati e su backup in server remoti....per la serie "no panic"ma pensa te...
              • Anonimo scrive:
                Re: 48 ore al max

                bla bla bla....non si sa neppure la posizione
                ufficiale apple e major in meritoa guarda di sicuro gli faranno i complimenti, gli offriranno una viaggio gratuito in america nella migliore suite del paese e gli daranno come premio l'oscar degli Hacker ......
                e qui già si
                vaneggia su presunti avvocati sguinzagliatigli avvocati vengono mossi per molto meno, figuriamoci su un programma che aggira clamorosamente un sistema DRM costato milioni di $ (cracckato da un ventenne .... hihihihihihi)
                e su
                backup in server remoti....per la serie "no
                panic"lol, tu saresti uno di quelli che dopo avere fatto qualcosa di illegale si porta le prove a casa ...... un volpone .....
                ma pensa te...proprio ..... ma pensa te
        • Anonimo scrive:
          i brani di iTunes...
          ..potevano essere copiati anche prima, bastava masterizzarli e poi riversarli dal CD sprotetti, certo, ci voleva un po' piu' di tempo ma si poteva fare ugualmente. La novita' di quel programma sta nel fatto che rende fruibile il servizio iTunes anche a chi utilizza Linux e non i soliti Win-Mac: in teoria questo potrebbe allargare il potenziae bacino di utenti di iTunes, anche se li si scarica sprotetti i brani vanno comunque comperati... se questi businessmen non fossero cosi' fissati con il DRM...
          • Anonimo scrive:
            Re: i brani di iTunes...
            In effetti i brani vanno cmq comprati. Direi che i-tunes non avrebbe da lamentarsi di ciò, anzi potrebbe incrementare ulteriormente le vendite, visto che l'utente più si sente libero più si avvicina al prodotto.Presumo però che sia illegale a livello contrattuale, visto che se nel contratto è scritto che ci si può interfacciare ad i-tunes solo con il client ufficiale. Non viola le clausole del drm, ma quelle di fornitura del servizio.Chiaramente apple le ha poste per pararsi le spalle dalle major che le vendono le licenze.Il timore presumo sia per il passagio dei file sulle reti p2p direttamente "senza passare dal via".Tuttavia il p2p non si batte con il DRM sui file venduti online. Le fonti alternative (tipo cd-ripping) non mancano.Inoltre il DRM apple è già piuttosto blando rispetto ad altri (e forse questa una delle cause del successo).
            • Anonimo scrive:
              Re: i brani di iTunes...

              Presumo però che sia illegale a livello
              contrattuale, visto che se nel contratto è
              scritto che ci si può interfacciare ad i-tunes
              solo con il client ufficiale. Non viola le
              clausole del drm, ma quelle di fornitura del
              servizio.Si pero' se io scarico il programma e lo avvio, sicuramente non mi viene mostrato il contratto che mostra iTunes. Quindi l'utente finale non viola nessun contratto. L'unico attaccabile legalmente è il creatore del programma.
              • FDG scrive:
                Re: i brani di iTunes...
                - Scritto da: Anonimo
                Si pero' se io scarico il programma e lo avvio,
                sicuramente non mi viene mostrato il contratto
                che mostra iTunes.Il contratto lo accetti all'atto della registrazione presso il servizio, non quando avvii iTunes.Bisognerebbe andare a verificare sul contratto, ma immagino che l'utilizzo di strumenti diversi da iTunes comportino la disattivazione del servizio.
                • Anonimo scrive:
                  Re: i brani di iTunes...
                  - Scritto da: FDG
                  Bisognerebbe andare a verificare sul contratto,
                  ma immagino che l'utilizzo di strumenti diversi
                  da iTunes comportino la disattivazione del
                  servizio.Si ma se PyMusique si fa beffa del sistema iTunes spacciandosi per il client omologo, la vedo dura, dato che anche non c'e' alcun controllo da parte del server su di cosa se ne faccia il client del file.
                • Anonimo scrive:
                  Re: i brani di iTunes...
                  - Scritto da: Anonimo

                  - Scritto da: FDG


                  Bisognerebbe andare a verificare sul contratto,

                  ma immagino che l'utilizzo di strumenti diversi

                  da iTunes comportino la disattivazione del

                  servizio.

                  Si ma se PyMusique si fa beffa del sistema iTunes
                  spacciandosi per il client omologo, la vedo dura,
                  dato che anche non c'e' alcun controllo da parte
                  del server su di cosa se ne faccia il client del
                  file.
                  uuuhh che problemone visto che per chi vende l'importante è che paghi per scaricare il brano...e quindi sia che tu possa scaricare senza DRM o sia che tu scarichi con DRM e poi passi via masterizzatore CD per eliminarli...il risultato è lo stesso...mah
          • Anonimo scrive:
            Re: i brani di iTunes...
            sono le case discografiche ad essere fissate col DRM.Cmq il sistema di rimuoverlo si troverà sempre.Quello che non capisco è l'utilità.Voglio dire, se non masterizzi il disco "completo", ossia usando tutte le tracce (e forse è sufficiente non usare la tracklist in ordine) è possibile masterizzare infinte volte con iTunes. Puoi sentire i file su svariati computer (5 compresi iPods se non erro).Se uno volesse "condividere" con il resto del mondo quello che ha scaricato suppongo che non gli costi nulla ricorrere al trucco della masterizzazione-rip.o no?
            • gerry scrive:
              Re: i brani di iTunes...
              - Scritto da: Anonimo
              Se uno volesse "condividere" con il resto del
              mondo quello che ha scaricato suppongo che non
              gli costi nulla ricorrere al trucco della
              masterizzazione-rip.Ricomprimere un file già compresso però ti fa perdere parecchia qualità.Non so cosa ne esca, certo che con la banda oggi disponibile puoi anche permetterti di usare FLAC.
            • Anonimo scrive:
              Re: i brani di iTunes...

              Quello che non capisco è l'utilità.Salti un passaggio di ricodifica. Quindi il file suona uguale all'originale.La procedura normale sarebbe:AAC+DRM-
              CD audio-
              RIP-
              MP3 ( o AAC )sprotettol'ultimo passaggio è una ricodifica di un CD audio derivato da un file che era stato già compresso una volta.Con questo programma, ti trovi direttamente l'AAC sprotetto. Ovvio che, se ti serve per forza un MP3, perchè il tuo lettore portatile o da macchina non legge AAC, la ricodifica la devi fare *COMUNQUE*, e in questo caso, il programmino di DVD Jon non serve a niente.
            • Anonimo scrive:
              Re: i brani di iTunes...
              - Scritto da: Anonimo
              sono le case discografiche ad essere fissate col
              DRM.
              Cmq il sistema di rimuoverlo si troverà sempre.quello che vi ostinate a capire è che alle case discografiche non interessa . loro contano sul fatto che su 100 utenti che comprano il cd, o il file , a 90 basti la sola presenza del drm per non tentare neanche di copiarlo. la fetta rimanente del 10 % di smanettoni che copierà o sproteggerà i contenuti è una quota tollerabile.
        • Anonimo scrive:
          E' una barzelletta!!!!

          Ciò è possibile perché il compito di aggiungere il DRM ai
          file acquistati non è del server, bensì del client: se
          quest'ultimo "dimentica" di applicare tale passo, la musica
          viene salvata senza alcuna restrizione d'uso.E' questa sarebbe "sicurezza"???La Apple sperava che nessuno se ne sarebbe accorto????
          • Anonimo scrive:
            Re: E' una barzelletta!!!!
            - Scritto da: Anonimo
            E' questa sarebbe "sicurezza"???
            La Apple sperava che nessuno se ne sarebbe
            accorto????E' comunque una soluzione che rispetta di più la privacy dell'utente. Mi sembra meno invasivo un sistema dove il *mio* computer applica protezioni che funzionano collegate a miei dati, in locale, piuttosto che la cosa avvenga su un server remoto.E' meno sicura, certamente. E allora vogliamo *accusare* la Apple di aver scelto una soluzione meno da "grande fratello", dando fiducia agli utenti ?
            • Anonimo scrive:
              Re: E' una barzelletta!!!!

              E' meno sicura, certamente. E allora vogliamo
              *accusare* la Apple di aver scelto una soluzione
              meno da "grande fratello", dando fiducia agli
              utenti ?Nope, casomai di aver usato un concetto sbagliato alla base: security through obscurity.Non puoi affidarti ad una porta segreta senza chiave, sperando che nessuno la trovi.
              • Anonimo scrive:
                Re: E' una barzelletta!!!!
                - Scritto da: Anonimo


                E' meno sicura, certamente. E allora vogliamo

                *accusare* la Apple di aver scelto una soluzione

                meno da "grande fratello", dando fiducia agli

                utenti ?

                Nope, casomai di aver usato un concetto sbagliato
                alla base: security through obscurity.

                Non puoi affidarti ad una porta segreta senza
                chiave, sperando che nessuno la trovi. Micro$oft docet
          • Anonimo scrive:
            Re: E' una barzelletta!!!!
            Probabilmente far criptare i brani ai server, vista la mole considerevole di brani acquistati sarebbe un lavoro troppo impegnativo e necessiterebbe di troppe risorse che inciderebbero sul prezzo dei brani (se la cifratura e' di tipo strong-encryption necessita di parecchi calcoli).
          • Anonimo scrive:
            Re: E' una barzelletta!!!!
            - Scritto da: Anonimo

            Ciò è possibile perché il compito di aggiungere
            il DRM ai

            file acquistati non è del server, bensì del
            client: se

            quest'ultimo "dimentica" di applicare tale
            passo, la musica

            viene salvata senza alcuna restrizione d'uso.Sono dei miti. È un po' come il virus albanese che chiedeva all'utente se per favore poteva redistribuirlo ai suoi amici e formattare il PC.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: E' una barzelletta!!!!


            Ciò è possibile perché il compito di aggiungere
            il DRM ai

            file acquistati non è del server, bensì del
            client: se

            quest'ultimo "dimentica" di applicare tale
            passo, la musica

            viene salvata senza alcuna restrizione d'uso.


            E' questa sarebbe "sicurezza"???
            La Apple sperava che nessuno se ne sarebbe
            accorto????
            Allora si potrebbe creare un altro programmino, qualcosa che analizzi il flusso dei dati mentre si scarica il brano da ITunes. E salvarlo non criptato. In questo modo non si violerebbe nessun contratto....o no?
            • Anonimo scrive:
              Re: E' una barzelletta!!!!
              questione interessante... non credo che lo sniffing sia reato (se te lo fai in casa tua o sei persona legalmente incaricata da un'azienda), però potrebbero esserci violazioni di privacyl'altra cosa interessante da vedere è come si pone dal punto di vista legislativo la manipolazione dei dati "sniffati"...
        • Anonimo scrive:
          Quel tipo è un genio
          niente da dire... in pochi anni è diventato l'incubo delle major! Ha tutta la mia stima!
          • Anonimo scrive:
            Re: Quel tipo è un genio
            - Scritto da: Anonimo
            niente da dire... in pochi anni è diventato
            l'incubo delle major! Ha tutta la mia stima!Purchè non ne diventi l'inconsapevole strumento. Non è detto che tutte le major, o meglio, tutti i dirigenti delle major, siano completamente a favore dell'evoluzione del mercato musicale verso l'online. Hanno dovuto accettare la lezione di Steve Jobs di malavoglia, e c'è il rischio che qualcuno cominci a tirare fuori discorsi tipo "avete visto ? il DRM non serve, l'online è insicuro di per se", e quindi spinga ancora di più per ottenere legislazioni sempre più restrittive, filtri ai contenuti, pene sempre più severe contro il file-sharing, censure, in aggiunta a goffi tentativi di restaurazione dell' "anciéme regime", cioè il ritorno a supportare solo il modello tradizionale di vendita, e ritiro progressivo dal mercato del digitale legale.
            • jokanaan scrive:
              Re: Quel tipo è un genio
              - Scritto da: Anonimo

              - Scritto da: Anonimo


              niente da dire... in pochi anni è diventato

              l'incubo delle major! Ha tutta la mia stima!

              Purchè non ne diventi l'inconsapevole strumento.

              Non è detto che tutte le major, o meglio, tutti i
              dirigenti delle major, siano completamente a
              favore dell'evoluzione del mercato musicale verso
              l'online. Hanno dovuto accettare la lezione di
              Steve Jobs di malavoglia, e c'è il rischio che
              qualcuno cominci a tirare fuori discorsi tipo
              "avete visto ? il DRM non serve, l'online è
              insicuro di per se", e quindi spinga ancora di
              più per ottenere legislazioni sempre più
              restrittive, filtri ai contenuti, pene sempre più
              severe contro il file-sharing, censure, in
              aggiunta a goffi tentativi di restaurazione dell'
              "anciéme regime", cioè il ritorno a supportare
              solo il modello tradizionale di vendita, e ritiro
              progressivo dal mercato del digitale legale.
              impossibile. dovranno inventarsi un nuovo supporto non leggibile da pc. In effetti il superaudiocd è già non del tutto leggibile (magari la parte cd lo è, quella superaudio non credo), e in effetti afaik non se lo filano in molti.inoltre i produttori di hw audio ci metterebbero poco a finanziare l'underground pur di mantenere vivo il sistema online quanto basta per ottenere la resa delle majors (o la possibilità di contrattare direttamente le band più popolari). Sarebbe una rivoluzione...
              • Anonimo scrive:
                Re: Quel tipo è un genio
                - Scritto da: jokanaan
                impossibile. dovranno inventarsi un nuovo
                supporto non leggibile da pc. In effetti il
                superaudiocd è già non del tutto leggibile
                (magari la parte cd lo è, quella superaudio non
                credo), e in effetti afaik non se lo filano in
                molti.Il SACD, assieme al DVD audio, infatti, non sono copiabili per la parte ad alta risoluzione. Attenzione, non sono copiabili, ma NON HANNO DRM!! E' una cosa ben diversa.Ma a parte questo, il motivo del fatto che non hanno avuto successo, non è perchè siano incopiabili, ma perchè la loro novità è l'alta risoluzione, cioè il fatto che suonano *meglio* di un CD. L'enorme successo di iTunes, ha dimostrato che gli utenti vogliono facilità d'uso, facilità di acquisto, e gli sta bene anche un DRM, purchè non sia troppo pesante, e quello di Apple è il più liberale di tutti, ed è anche disposto ad avere un supporto che suona *peggio* di un CD, cioè tutto il contrario del concetto del SACD o DVD Audio. E' alla gente che frega poco dell'alta risoluzione, il problema. Gli appassionati di hi-fi sono troppo pochi per fare i grandi numeri.Io sono un appassionato dei supporti alta risoluzione, posseggo un lettore Pioneer che legge sia SACD che DVD-A, ma per essere appassionati di questi supporti, ci vuole una bella dedizione: sono introvabili nei negozi normali, vanno tutti ordinati su Internet, c'è poca scelta, le uscite sono rare, e bisogna stare attenti ai prezzi, che variano molto da posto a posto, oppure alle edizioni, ad esempio mi è capitato di prendere il SACD di TOTO IV, era uscito all'inizio solo in Stereo, poi lo hanno rifatto in multicanale...acc...ora dovrei comprare il disco per la terza volta, visto che avevo già il CD, e il SACD Stereo ???In pratica: è normale che non abbiamo incontrato i favori del pubblico, ma NON perchè siano incopiabili! Tra l'altro, l'incopiabilità è insita nel formato, cioè è dovuta al fatto che non esistono lettori di SACD per PC, non è ottenuta con trucchi come sui CD audio protetti, che li rendono incompatibili con molti lettori per PC e da macchina. Quindi, non c'è neanche l'argomentazione che non hanno avuto successo perchè la protezione "dava fastidio". Non crea nessun problema, e non ha nessun DRM, nel senso che se posseggo 3 lettori SACD, posso leggere il disco dove mi pare, posso prestarlo o anche rivenderlo usato, e non ci sono problemi di licenze perse.
                • Anonimo scrive:
                  Re: Quel tipo è un genio
                  - Scritto da: Anonimo
                  In pratica: è normale che non abbiamo incontrato
                  i favori del pubblico, ma NON perchè siano
                  incopiabili! Tra l'altro, l'incopiabilità è
                  insita nel formato, cioè è dovuta al fatto che
                  non esistono lettori di SACD per PC, non è
                  ottenuta con trucchi come sui CD audio protetti,
                  che li rendono incompatibili con molti lettori
                  per PC e da macchina. Quindi, non c'è neanche
                  l'argomentazione che non hanno avuto successo
                  perchè la protezione "dava fastidio". Non crea
                  nessun problema, e non ha nessun DRM, nel senso
                  che se posseggo 3 lettori SACD, posso leggere il
                  disco dove mi pare, posso prestarlo o anche
                  rivenderlo usato, e non ci sono problemi di
                  licenze perse.Embe' ma la questione e' proprio questa, non sono oggetti diffusi e del desiderio delle masse.Se lo diventassero ci sarebbe tanta gente che li desidera, i loro prezzi salirebbero, non tutti riuscirebbero a permetterseli ma acquisterebbero volentieri un loro masterizzatore, le aziende di elettronica produrrebbe questi masterizzatori ed inizierebbero le copie.Si incazzerebbero coloro che hanno basato il loro lucro sulla produzione e vendita a prezzi spropositati di questi supporti che a loro volta l'avrebbero con chi produce i masterizzatori ma anche con chi copia e con chi vende pirata.Insomma inizierebbe lo stesso bordello a cui stiamo assistendo adesso.
            • Anonimo scrive:
              Re: Quel tipo è un genio
              - Scritto da: Anonimo
              Purchè non ne diventi l'inconsapevole strumento.

              Non è detto che tutte le major, o meglio, tutti i
              dirigenti delle major, siano completamente a
              favore dell'evoluzione del mercato musicale verso
              l'online. Hanno dovuto accettare la lezione di
              Steve Jobs di malavoglia, e c'è il rischio che
              qualcuno cominci a tirare fuori discorsi tipo
              "avete visto ? il DRM non serve, l'online è
              insicuro di per se", e quindi spinga ancora di
              più per ottenere legislazioni sempre più
              restrittive, filtri ai contenuti, pene sempre più
              severe contro il file-sharing, censure, in
              aggiunta a goffi tentativi di restaurazione dell'
              "anciéme regime", cioè il ritorno a supportare
              solo il modello tradizionale di vendita, e ritiro
              progressivo dal mercato del digitale legale.
              Eccolo qua il fatalista moderato.Vi prego non insultateli, non fateli arrabbiare, senno' ci tolgono quella poca liberta' che ci e' consentita.Per l'amor del cielo, non copiate i loro splendidi prodotti. Anzi facciamo come dicono, compriamo cosa vogliono loro al prezzo che dicono loro, cosi' come promesso ci ridurranno i prezzi ed avremo tanti prodotti nuovi ed innovativi.Individui come te non hanno mai fatto rivoluzioni, non faranno mai parte della storia e non meritano alcuna considerazione.
              • Anonimo scrive:
                Re: Quel tipo è un genio
                - Scritto da: Anonimo

                - Scritto da: Anonimo


                Purchè non ne diventi l'inconsapevole
                strumento.



                Non è detto che tutte le major, o meglio, tutti
                i

                dirigenti delle major, siano completamente a

                favore dell'evoluzione del mercato musicale
                verso

                l'online. Hanno dovuto accettare la lezione di

                Steve Jobs di malavoglia, e c'è il rischio che

                qualcuno cominci a tirare fuori discorsi tipo

                "avete visto ? il DRM non serve, l'online è

                insicuro di per se", e quindi spinga ancora di

                più per ottenere legislazioni sempre più

                restrittive, filtri ai contenuti, pene sempre
                più

                severe contro il file-sharing, censure, in

                aggiunta a goffi tentativi di restaurazione
                dell'

                "anciéme regime", cioè il ritorno a supportare

                solo il modello tradizionale di vendita, e
                ritiro

                progressivo dal mercato del digitale legale.



                Eccolo qua il fatalista moderato.

                Vi prego non insultateli, non fateli arrabbiare,
                senno' ci tolgono quella poca liberta' che ci e'
                consentita.

                Per l'amor del cielo, non copiate i loro
                splendidi prodotti. Anzi facciamo come dicono,
                compriamo cosa vogliono loro al prezzo che dicono
                loro, cosi' come promesso ci ridurranno i prezzi
                ed avremo tanti prodotti nuovi ed innovativi.

                Individui come te non hanno mai fatto
                rivoluzioni, non faranno mai parte della storia e
                non meritano alcuna considerazione.
                in confronto quelli che raccontano tavanate come fai tu di strada ne faranno molta...e soprattutto verranno ricordati...nelle barzellette.
              • cla scrive:
                Re: Quel tipo è un genio
                Senza entrare nel merito del tuo intervento vorrei solo farti notare che le rivoluzioni le ha fatte chi ha creato dei punti di rottura non chi si è uniformato ...SalutiClaudio
                • Anonimo scrive:
                  Re: Quel tipo è un genio
                  - Scritto da: cla
                  Senza entrare nel merito del tuo intervento
                  vorrei solo farti notare che le rivoluzioni le ha
                  fatte chi ha creato dei punti di rottura non chi
                  si è uniformato ...

                  Saluti
                  Claudiodopodiché non vorrai farmi credere che tutte le rivoluzioni sono state positive....suvvia...non addentriamoci in discorsi a doppio taglio.
              • Anonimo scrive:
                Re: Quel tipo è un genio
                - Scritto da: Anonimo
                Individui come te non hanno mai fatto
                rivoluzioni, non faranno mai parte della storia e
                non meritano alcuna considerazione.pat, pat, scusa se ti batto sulla spalla ma...è vero che il personaggio del giovane hacker in lotta contro il mondo è importante per far dimenticare alla gente la loro grigia esistenza, mentre digitano il prossimo mms a 0.50 euro a invio, e quindi è automaticamente da appoggiare "di default" ma...Sei *sicuro*, ma proprio *sicuro* *sicuro*, che certe vulnerabilità non siano state già messe in conto ed accettate come parte del gioco, con la contromisura già pronta, oppure non vengano utilizzare per peggiorare ulteriormente il sistema a vantaggio delle major ?Abbiamo un esempio proprio in casa nostra, con Sky, è incredibile come non tu non riesca a vedere il parallelo *evidente*.I pirati, gli hacker, quelli che tolgono i DRM, chiamali come vuoi, sono stati *strumentalizzati* ad uso e consumo di Sky, e grazie alla loro esistenza, hanno potuto trovare una scusa per fare una manovra monopolistica illegale della peggior specie, derubando gli utenti di una tecnologia che funzionava e imponendo la loro, ottenendo tra l'altro il vero scopo, che non è, ovviamente, la lotta contro la pirateria, ma l'evitare che possa esserci anche la remota possibilità che in Italia nasca un loro concorrente, impensabile visto che il controllo di decoder e tecnologia per il DRM è completamente in mano loro e non usa standard industriali.Per cui, con tutta la simpatia che posso avere per DVD Jon, speriamo non diventi uno strumento, e sottolineo CONTRO la sua volontà, utilizzato dall'industria per avere un mostro da sbattere in copertina, e giustificare qualsiasi altro provvedimento restrittivo ai danni del digitale, dai filtri dei contenuti, fino ai proxy di stato, e non metterci la mano sul fuoco che questo NON possa succedere. I provider, anche italiani, già ne stanno parlando, anche quelli che fino a ieri hanno tacitamente basato il loro modello di business sul file-sharing.E, giusto per chiarire sulle rivoluzioni e la tua confusa allusione ad una mancanza di aspirazione di liberta. La "rivoluzione" non la fai copiando quello che vorrebbero venderti, perchè significa che, con tutta la tua libertà, non sei neanche capace di rinunciare alla loro modica quantità. Anche con una copia in mano, sei sempre un utilizzatore dei loro prodotti.La tua libertà la eserciti, in maniera moralmente molto più forte, NON COMPRANDO e NON COPIANDO, cioè facendo semplicemente a meno. Molto semplice.Ho semplicemente disdetto Sky, ad esempio, posso farne tranquillamente a meno delle loro imposizioni...
            • Lucrezia scrive:
              Re: Quel tipo è un genio
              Ma nessuno ha chiesto alle major di mettere la musica online....
              • Anonimo scrive:
                Re: Quel tipo è un genio
                - Scritto da: Lucrezia
                Ma nessuno ha chiesto alle major di mettere la
                musica online....infatti sono altre ditte che hanno "messo su" questi servizi online....ma sempre dalle major devi passare se vuoi le autorizzazioni di vendita....
          • Anonimo scrive:
            Re: Quel tipo è un genio
            - Scritto da: Anonimo
            niente da dire... in pochi anni è diventato
            l'incubo delle major! Ha tutta la mia stima!Ultimamente sta diventando anche l'incubo della Apple!!! E questo me lo rende ancora più simpatico!!!! p-)
            • Anonimo scrive:
              Re: Quel tipo è un genio
              - Scritto da: Anonimo

              - Scritto da: Anonimo

              niente da dire... in pochi anni è diventato

              l'incubo delle major! Ha tutta la mia stima!

              Ultimamente sta diventando anche l'incubo della
              Apple!!! E questo me lo rende ancora più
              simpatico!!!! p-)buahaha incubo di cosa....visto che già puoi sproteggerli i brani comprati dall'itms.....ma ridimensiona certe uscite simpatiche certo...ma grottesche
            • Anonimo scrive:
              Re: Quel tipo è un genio
              - Scritto da: Anonimo
              Ultimamente sta diventando anche l'incubo della
              Apple!!! E questo me lo rende ancora più
              simpatico!!!! p-)Cos'è che volevate ? itunes per Linux ?Certo, come no, ma chi se lo fila linux?Praticamente tutte le software/hardware house lo snobbano, ci sarà un motivo !!!!
              • Anonimo scrive:
                Re: Quel tipo è un genio
                Hahahahahahate ne esci come i cavoli a merenda! Ma che c'entra questo discorso? Scusa ma non capisco!:-(- Scritto da: Anonimo

                - Scritto da: Anonimo


                Ultimamente sta diventando anche l'incubo della

                Apple!!! E questo me lo rende ancora più

                simpatico!!!! p-)

                Cos'è che volevate ? itunes per Linux ?
                Certo, come no, ma chi se lo fila linux?

                Praticamente tutte le software/hardware house lo
                snobbano, ci sarà un motivo !!!!




                • Anonimo scrive:
                  Re: Quel tipo è un genio
                  - Scritto da: Anonimo
                  Hahahahahaha
                  te ne esci come i cavoli a merenda! Ma che
                  c'entra questo discorso? Scusa ma non capisco!
                  :-(Pensi che l'atteggiamento di personaggi come DVDJon & simili, possano invogliare le aziende ad investire risorse per lo sviluppo dei loro prodotti HW e SW per GNU/Linux ?Semplicemtente, NO.Con queste furbate, non fate altro che rendere GNU/Linux un sistema operativo con utenti fastidiosi/scrocconi agli occhi delle aziende HW/SW.
                • francescor82 scrive:
                  Re: Quel tipo è un genio

                  Pensi che l'atteggiamento di personaggi come
                  DVDJon & simili, possano invogliare le aziende ad
                  investire risorse per lo sviluppo dei loro
                  prodotti HW e SW per GNU/Linux ?
                  Semplicemtente, NO.
                  Con queste furbate, non fate altro che rendere
                  GNU/Linux un sistema operativo con utenti
                  fastidiosi/scrocconi agli occhi delle aziende
                  HW/SW.ma perchè tirare in ballo GNU/Linux ora??? una volta deprotetto la canzone comprata, puoi ascoltarla anche su WMP.(comunque grazie per averlo scritto correttamente, e non solo Linux)
                • Anonimo scrive:
                  Re: Quel tipo è un genio
                  - Scritto da: francescor82
                  ma perchè tirare in ballo GNU/Linux ora??? una
                  volta deprotetto la canzone comprata, puoi
                  ascoltarla anche su WMP.Se non sbaglio, qualcuno lamentava il fatto che iTunes non esiste per GNU/Linux.Ecco, perchè ho tirato in ballo questo sistema.
                  (comunque grazie per averlo scritto
                  correttamente, e non solo Linux)Semplicemente, perchè anche se ho scelto di utilizzare OSX, rispetto chi lavora con altri sistemi.Ciao.
                • jokanaan scrive:
                  Re: Quel tipo è un genio
                  - Scritto da: Anonimo

                  - Scritto da: Anonimo

                  Hahahahahaha

                  te ne esci come i cavoli a merenda! Ma che

                  c'entra questo discorso? Scusa ma non capisco!

                  :-(

                  Pensi che l'atteggiamento di personaggi come
                  DVDJon & simili, possano invogliare le aziende ad
                  investire risorse per lo sviluppo dei loro
                  prodotti HW e SW per GNU/Linux ?
                  Semplicemtente, NO.
                  Con queste furbate, non fate altro che rendere
                  GNU/Linux un sistema operativo con utenti
                  fastidiosi/scrocconi agli occhi delle aziende
                  HW/SW.
                  cioé tu giudichi da "scroccone" acquistare un brano col sistema di dvd-jon in modo da poterlo riprodurre su qualsiasi hw che supporta gli aac non protetti e transcodare con facilità per poterlo convertire in altri formati più diffusi?hai un'idea distorta della scrocconaggine.
        • Anonimo scrive:
          Che mito
          Inturgidente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che mito
            - Scritto da: Anonimo
            Inturgidente.http://www.demauroparavia.it/cerca.php?submit=submit&stringa=Inturgidente
            • Anonimo scrive:
              Re: Che mito
              - Scritto da: Anonimo

              - Scritto da: Anonimo

              Inturgidente.

              http://www.demauroparavia.it/cerca.php?submit=subme daje, che poraccio
            • Anonimo scrive:
              Re: Che mito


              Inturgidente.
              http://www.demauroparavia.it/cerca.php?submit=submhttp://www.demauroparavia.it/59206e quindi... comunque, quello e' un dizionario on-line, non il dio dell'italiano.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che mito
            - Scritto da: Bacone
            Inturgidente.Dvd Jon, grazie di esistere!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Che mito
            - Scritto da: Anonimo
            Inturgidente.Ma in che senso Inturgidente? Te lo fa dicentare turgido?(newbie)
            • Anonimo scrive:
              Re: Che mito
              - Scritto da: Anonimo

              - Scritto da: Anonimo

              Inturgidente.

              Ma in che senso Inturgidente? Te lo fa dicentare
              turgido?(newbie)mai vista la pubblicita' del 892424....
            • Anonimo scrive:
              Re: Che mito
              - Scritto da: Anonimo
              Ma in che senso Inturgidente? Te lo fa dicentare
              turgido?(newbie)Esatto. Turgido. Tumido. Rigido. Dov'e' quello che controlla ogni vocabolo col dizionario gratis ?
Chiudi i commenti