Intel e AMD cercano l'amicizia di Linux

Nessuno può più ignorare Linux? Sembrano dirlo Intel e AMD, che cercano dal Pinguino il via libera per le architetture a 64 bit
Nessuno può più ignorare Linux? Sembrano dirlo Intel e AMD, che cercano dal Pinguino il via libera per le architetture a 64 bit


Web – Pare che il mondo dei chip abbia ormai sempre più a cuore l'”amicizia” con Linux, questo soprattutto perché il Pinguino sembra riuscire a rispondere in modo molto più dinamico, rispetto ai sistemi commerciali, alle novità che si alternano con sempre più frequenza nel campo dei processori.

Un esempio lampante è il supporto verso i 64 bit di Intel Itanium ed i 64 bit della futura famiglia di processori Hammer di AMD: entrambi questi chip hanno potuto contare sul pronto supporto da parte della comunità open source, mentre Microsoft sembra avere politiche molto più conservatrici e tempi di adeguamento più lunghi.

Come fa notare CNet in un articolo sull’argomento, Linux gira ormai da anni su processori a 64 bit – come Alpha, MIPS e UltraSparc – mentre Microsoft ha varcato la porta dei 64 bit soltanto questa settimana con il rilascio di una versione limitata di Windows Advanced Server “modellato” su Itanium.

Nathan Brookwood, un analista di Insight 64, sostiene che se Microsoft ha mostrato interesse verso la famiglia di chip Hammer di AMD è soltanto perché teme che Linux possa, alla lunga, trarne un pericoloso vantaggio. Da tempo, infatti, AMD ha incoraggiato l’iniziativa della comunità open source attraverso il sito x86-64.org , uno spazio dove vengono portati avanti progetti relativi al porting di Linux e di altri software open source (inclusi Free/Open BSD) verso la sua architettura a 64 bit x86-64.

Il supporto da parte di Linux dell’architettura IA-64 sta parecchio a cuore anche a Intel, un colosso che non soltanto ha seguito da vicino i lavori di porting del kernel del Pinguino, ma che la scorsa settimana ha altresì annunciato l’imminente rilascio di compilatori Linux ottimizzati per Itanium.

Intel si sta preoccupando anche che le maggiori distribuzioni di Linux possano supportare, al momento del suo lancio sul mercato, la tecnologia hyperthreading annunciata di recente presso l’Intel Developer Forum.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 09 2001
Link copiato negli appunti