Intel forgia i rivali di Radeon e GeForce

Secondo diverse fonti taiwanesi, Intel sta per lanciare il guanto di sfida a Nvidia e AMD sotto forma di una linea di GPU in grado di rivaleggiare con i modelli desktop di Radeon e GeForce. Terremoto nel 3D?

Taipei (Taiwan) – Presto Nvidia e AMD/ATI potrebbero non essere più le uniche a spartirsi il lucroso mercato delle schede grafiche per PC. Secondo il sito taiwanese DigiTimes.com , infatti, Intel si preparerebbe ad entrare con tutto il proprio peso nel settore dei chip grafici discreti , ossia delle GPU che equipaggiano le schede video per PC.

Secondo l’autorevole giornale taiwanese, che cita come fonti (rimaste anonime) diversi vendor di schede grafiche, i nuovi prodotti di Intel si posizioneranno come diretti concorrenti della serie di schede grafiche ATI Radeon e Nvidia GeForce . Inizialmente, tuttavia, pare che il chipamker californiano si concentrerà sulle soluzioni di fascia media , con prezzo intorno ai 300 dollari.

Per essere competitivo con gli attuali prodotti di AMD e Nvidia, Intel dovrà forgiare GPU compatibili con la tecnologia DirectX 10, ed eventualmente basate su un’architettura a shader unificati.

Da sottolineare che oggi Intel possiede già oltre il 50% del mercato dei chipset con grafica integrata . Gli osservatori fanno però notare che il settore della grafica integrata è molto differente, sia per tecnologia che per marketing, da quello della grafica discreta: dominare nel primo non significa necessariamente riuscire a penetrare nel secondo. Certo è che le risorse economiche e tecniche di Intel sono enormi, questo anche se confrontate con quelle di Nvidia e AMD messe insieme.

Se tutto filerà liscio, le prime GPU di Intel dovrebbero arrivare sul mercato intorno al secondo trimestre del 2008 .

I vendor di schede grafiche sembrano aver accolto la notizia con un certo entusiasmo : secondo alcuni portavoce dell’industria, l’ingresso di Intel nel settore dei chip grafici discreti non può che accrescere la competizione e, di conseguenza, accelerare l’evoluzione tecnologica riducendo nel contempo i prezzi delle schede video. Par già di sentire l’urrà dei consumatori.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • unochenonca pisce scrive:
    vende linux e acquista sistemi operativi
    1) "Attraverso questo accordo LGE potrà utilizzare i brevetti di Microsoft nei propri prodotti, inclusi i dispositivi embedded Linux-based"...2) Microsoft, dal suo canto, acquisterà da LGE e da MicroConnect Group (che gestisce diversi brevetti dell'azienda coreana) le licenze d'uso per tecnologie "relative ai sistemi operativi e ai computer".1)ma può vendere license per i dispositivi linux-based?..credo che nella GPL (forse la vers. 2.0) si dica che si può utilizzare (modificare e distribuire) codice opensource a patto che si elenchi la storia di quel prodotto2)Fatemi capire: Ma LG compra le license di linux per sistemi embedded da Microsoft? e Microsoft compra le license per i sistemi operativi e i computer da LG?ma non dovrebbe essere il contrario?... credo di non aver capito
  • pippo75 scrive:
    ha ragione MS bello o brutto che sia
    MS detiene i brevetti di queste cose, quindi ha diritto a chiedere che vengano pagati.Ma secondo voi le altre ditte hanno pagato subito oppure vranno controllato?Se a voi arriva una fattura oppure una multa, la pagate e fate silenzio oppure prima vi informate.
    • ... scrive:
      Re: ha ragione MS bello o brutto che sia
      - Scritto da: pippo75
      MS detiene i brevetti di queste cose, quindi ha
      diritto a chiedere che vengano
      pagati.

      Ma secondo voi le altre ditte hanno pagato subito
      oppure vranno
      controllato?

      Se a voi arriva una fattura oppure una multa, la
      pagate e fate silenzio oppure prima vi
      informate.Bravo. Ora che hai dimostrato la tua ignoranza in materia puoi tranquillamente andare a fare una ricerca su internet per capire qualche cosa di più sulla questione.
  • Johnny scrive:
    Nessuna novità
    Da quando è nata la Microsoft lucra sulle idee altrui, non c'è di che meravigliarsi. Sono bravi nel saper confezionare punto e basta.
  • occhei sono io scrive:
    risp
    il computer del futuro.. come il sistema operativo del futuro.. vista.. come ilfile system del futuro.. che peraltro doveva uscire con vista.. ma vabbè.. come il desktop del futuro.. aero.. beh.. se il futuro di microsoft assomiglia a questi linux avrà vita piuttosto lunga :)
  • Kirisuto scrive:
    Mio Dio, come sono caduti in basso!
    Le ultime "geniali" iniziative MS nel campo della "patent litigation" (o promessa astensione da essa) possono benissimo essere interpretate così:"OK, ci arrendiamo a Linux, non ci resta che abbassarci a mezzucci meschini da mezze calzette tipo SCO, sperando che ci vada meglio, e attaccarci come zecche al pinguino" :s :@Qualcuno ha impropriamente paragonato MS a IBM, ma il paragone è totalmente sballato: IBM ha un enorme numero di brevetti "veri", per fare pochi esempi, su diodi laser blu, litografia, hard disk (usati su licenza da praticamente tutti i produttori di hd, drive ottici, circuiti integrati), microscopia elettronica, nanotecnologie e chi più ne ha più ne metta, pubblica i suoi studi e scoperte e le aziende con laboratori meno formidabili vanno da IBM e chiedono le licenze per le tecnologie che gli servono.MS invece sta facendo minacce mafiose a destra e a manca riguardo suoi non meglio identificati brevetti (se sono tutti come il doppio click o la barra delle applicazioni, copiata da Motif o Dashboard di HP, o i "ribbon" e le finestre di tool "flottanti" di Office, che c'erano molto prima su Smartsuite e WPOffice ,o il desktop multiplo, con la richiesta di brevetto illustrata con schermate di Gnome, alla faccia dell'originalità) e passa a batter cassa, a riscuotere il PIZZO in cambio di "protezione" da rappresaglie legali.se vogliono cascare ancora più in basso dovranno iniziare, pardon, continuare a scavare.
    • Pino Lalavatrice scrive:
      Re: Mio Dio, come sono caduti in basso!
      mamma come rosichi linaro..qbasic,windows,console xbox e infuturo Surface il pc del futuro..la verita e che Microsoft sforna ottimi prodotti..e quando compreremo Yahoo nessuno potra contrastarciarrenditi anche tu alla Gates-volonta!!ps..ti ricordo che il primo os e stato commissionato a Gates and c. proprio dalla tuaammiratissima ibmquindi non fanno skifo come dici te...rosiki iki iki iki
      • kjro scrive:
        Re: Mio Dio, come sono caduti in basso!
        Ma credo ti stia sbagliando, in realtà IBM nn ha commissionato nulla, Gates ha tentato di vendere il suo (sic) DOS e IBM nn ha accettato ...
    • ulisside scrive:
      Re: Mio Dio, come sono caduti in basso!
      Non so se il nostro rosica, ma credo che nella sostanza abbia ragione.Non è in discussione la bontà di alcuni prodotti di casa Microsoft, alcuni sono davvero ottimi, altri lasciamo perdere...Il punto è che sta cercando di usare i brevetti per contrastare un avversario. Questa è una cosa che ha davvero poco senso ed è un chiaro segno di debolezza. Prima di tutto perchè i brevetti sul sw valgono solo negli usa e di conseguenza anche gli accordi poi perchè chi detiene dei reali brevetti li usa in modo corretto come fa IBM, senza lasciar trasparire una possibile ripicca/minaccia.Tutta questa vicenda mi fa capire che l'europa deve stare lontana dai brevetti sw e che forse BigM per la prima volta nella sua storia inizia a giocare in difesa....
    • Kirisuto scrive:
      Re: Mio Dio, come sono caduti in basso!
      Primo, e chi rosica?Secondo, i fatti parlano chiaro, MS sta diventando una zecca (in senso zoologico, non numismatico :p) e ha paura di linux :o :| O)Terzo, IBM ha sbagliato e sbaglia come tutti, nessuno lo nega, però il DOS commissionato a MS fu uno sciagurato ripiego (sfacciatamente fortunato dal punto di vista MS) dopo che non erano riusciti ad accordarsi con DR Inc. (la svista di Gary Kildall o di sua moglie è probabilmente la più colossale nella storia dell'imprenditoria privata). Quarto: 'sta cosa di non poter accodare la risposta al messaggio a cui rispondo mi sta facendo SCLERARE!!! Quinto: provocazione semiastuta, ma ti ho sgamato, sei più linaro di me :D ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 giugno 2007 15.10-----------------------------------------------------------
    • TigerMan scrive:
      Re: Mio Dio, come sono caduti in basso!
      E' un pò triste vedere la Microsoft che si fa "padrona" in casa d'altri....davvero triste
  • bufalo scrive:
    Vende che?
    Oddio quante menzogne!Non mi pare proprio che microsoft venda tecnologie linux.Se microsoft vende diritti sui brevetti, vuol dire appunto che quelle tecnologie sono sue e non certo di 4 cantinari.Se poi tutto questo è vero oppure è falso, c'entra poco con il titolo della notizia, paurosamente mistificatore.
    • Andrea Gardini scrive:
      Re: Vende che?
      Quoto
    • ... scrive:
      Re: Vende che?
      Ma poi quali sarebbero queste tecnologie dei linari e della loro comunità ?La base di linux è un clone di unix, la stragrande maggioranza dei concetti sulle quali sono basate le sue interfacce grafiche sono copiate di peso da tutti i sistemi operativi con Gui esistenti (in kde neanche lo sforzo di invertire di posizione menu K e orologio).Una volta Digital fu costretta dagli avvocati di Apple a castrare in tutto il suo GEM (perfino le due finestre bloccate sullo schermo) perchè assomigliava troppo, adesso siamo ai veri e propri cloni dove da una parte loro, i linari, hanno diritto di copiare da ogni dove (diffondono la cultura dicono loro...) ma guai a fare il contrario perchè si è dei ladri.Mi sa che un giorno questa pacchia finirà...
    • Sgabbio scrive:
      Re: Vende che?
      un topic FUD...stupendo LOL
    • pikappa scrive:
      Re: Vende che?
      - Scritto da: bufalo
      Oddio quante menzogne!

      Non mi pare proprio che microsoft venda
      tecnologie
      linux.

      Se microsoft vende diritti sui brevetti, vuol
      dire appunto che quelle tecnologie sono sue e non
      certo di 4
      cantinari.Ok, allora che dica quali sono queste tecnologie
    • bufalo scrive:
      Re: Vende che?

      Ok, allora che dica quali sono queste tecnologiebeh, forse sarebbe meglio chiedere prima a PI quali sono queste tecnologie linux che microsoft commercializzerebbe.Finora si è parlato solo di diritti sui brevetti, diritti che ovviamente vengono inclusi negli accordi privati fra i vari partner (novell, lg, ecc..), non mi pare si tratti di clausole necessariamente pubbliche
    • bufalo scrive:
      Re: Vende che?

      un topic FUD...stupendo LOLogni qual volta si scrive qualcosa in disaccordo con la morale open source... ecco subito spuntare gli accusatori di FUD, tanto di modama dove lo vedi il FUD in quel mio messaggio?Credi a me... troppo linux ti ha dato alla testa ;)
    • Sgabbio scrive:
      Re: Vende che?
      Stai semplicemente dicendo che quelli dell Open source copiano e basta...se non è fud questo, scusami
    • uno qualunque scrive:
      Re: Vende che?
      - Scritto da: bufalo
      Se microsoft vende diritti sui brevetti, vuol
      dire appunto che quelle tecnologie sono sue e non
      certo di 4
      cantinari.Non esiste nessuna tecnologia targata Microsoft.Informati imbecille.
  • pikappa scrive:
    protezione mafiosa
    Non dicono quali sono sti brevetti, però ti dicono di pagare per poterli usare e stare tranquilli
    • Kirisuto scrive:
      Re: protezione mafiosa
      - Scritto da: pikappa
      Non dicono quali sono sti brevetti, però ti
      dicono di pagare per poterli usare e stare
      tranquilliConcordo, sono proprio i picciotti dell'informatica.
  • Censura su punto informatico scrive:
    Censura su punto infoprmatico...
    Volevo seglalare che il post seguente è sparito:Guardate che vi hanno copiato:http://www.lastampa.it/_web/CMSTP/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=2&ID_articolo=556&ID_sezione=3&sezione=http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2017028Sulla stampa sono stati più completi: Folena ha poi criticato il recente accordo tra governo e Microsoft. Ho già parlato con il ministro Mussi ha concluso per proporgli di prendere in considerazione la controproposta dellassociazione italiana del software libero insieme ad alcune università ed aziende grandi e piccole per dotare lItalia di centri di ricerca e sviluppo sul software libero come sta accadendo in molti paesi, sia quelli con economie emergenti che alcuni nostri partner europei. Ottimo esempio di regime... peccato...
  • nome e cognome scrive:
    gpl3
    no ma dico...invece di graziare novell nella gpl3 potevano radiarla? e poi ci aggiungerei clausole esplicitamente anti microsoft che rendano impossibile per loro usare prodotti gpl3e che cazzo ..buoni si ma fessi no...
  • Wakko Warner scrive:
    Però! Che azienda innovativa!
    E pensare che c'è gente che si scervella tutto il giorno su come fare per guadagnare soldi sul lavoro altrui.Quindi Microsoft ora, grazie a Novell, riesce a guadagnare anche su quello che ALTRI (gli sviluppatori opensource) hanno prodotto... e il bello è che lo fanno senza bisogno di migliorare nulla, senza bisogno di scrivere una linea di codice.Un po' come gli amici della RIAA che guadagnano sul lavoro altri (gli artisti) vivendo solo di litigi legali, denunce, FUD, ecc.Microsoft, come vuoi farti derubare oggi?
    • Alias scrive:
      Re: Però! Che azienda innovativa!
      Io sono letteralmente schifato del loro comportamento (anche se sono sicuro che qualcuno sarebbe capace di difenderlo). Il problema è che se questa tecnica prende piede sono guai seri. M$ sta cercando di creare una frattura tra le varie distro, da una parte quelle 'legali' e dall'altra quelle 'non legali', a quel punto che fine potrebbe fare ad esempio Debian ?
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: Però! Che azienda innovativa!
      - Scritto da: Wakko Warner

      Microsoft, come vuoi farti derubare oggi?Piu' che altro sembra che per M$ trovare polli paganti non sia un problema... Nel caso le suddette cominciassero ad usare brevetti (quelli non spazzatura, se ce ne sono..) M$ per le loro modifiche o altro, non vedo l' ora che tale contratto scadi per vedere:- quanto vorrà M$ per rinnovarlo- o quanto vorrà in tribunale per ogni brevetto usato.Microsoft, chi vuoi derubare domani?
    • Andrea Gardini scrive:
      Re: Però! Che azienda innovativa!
      Ma se ogni 2 giorni qualcuno si divertiva a fare causa a microsoft per spillare grana, unione europea inclusa...tò che strano ora che microsoft si para il fondoschiena viene criticata! che bella visione oggettiva che hai, dovresti fare il critico!
    • Sgabbio scrive:
      Re: Però! Che azienda innovativa!
      Bhe c'erto..... La microsoft è quella che nei notebook d'impone la sua licenza OEM che fa di tutto per azzoppare chi ci prova a mettere un sistema operativi diverso è questa mossa è apparta proio quando Dell sta mettendo ubuntu nei suoi pc....
    • Atarilover scrive:
      Re: Però! Che azienda innovativa!
      La cosa divertente è che ora Microsoft non può più mostrare i brevetti incriminati... Anche SE li avesse (cosa della quale dubito), se essi fossero annullati per prior art voglio vederli a pagari i danni a Suse, Xandros e LG...Non puoi vendere una cosa che non ti appartiene...
  • gianlucaccio scrive:
    voi comprate ...
    licenze linux .... :( a microsoft .... e io non comprero' + da voi .... questa e' la mia politica .... un cliente in meno ... cosi' imparate a pigliarci per il ....
    • Anonimo scrive:
      Re: voi comprate ...
      - Scritto da: gianlucaccio
      licenze linux .... :( a microsoft .... e io non
      comprero' + da voi .... questa e' la mia
      politica ....
      Bevuto di prima mattina? Tutto da dimostrare fra l'altro, al momento non si versa un euro.
      un cliente in meno ... cosi' imparate a
      pigliarci per il
      ....Cliente???? La mia distribuzione, unita a centinaia di altre non ha nessun cliente... Ti confondi forse con M$, a parlare di soldi
  • uguccione500 scrive:
    Bella minchiata...
    Così tra minacce di presunti brevetti messi al sicuro dallo zio Cancelli, ecco che microzozz compra ciò che non riesce a fare bene e lo rivende come suo! Bravi, proprio bravi (come commercianti intendo, come programmi fanno e faranno sempre cacare!)...
    • Franco G scrive:
      Re: Bella minchiata...
      Soprattutto mi meraviglio di quanto siano boccaloni i manager di queste aziende. Ma il caso SCO non ha insegnato proprio niente?
  • Anonimo scrive:
    Vi hanno copiati
    Vi hanno copiati:http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2017028http://www.lastampa.it/_web/CMSTP/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=2&ID_articolo=556&ID_sezione=3&sezioneperò sono stati più completi: Folena ha poi criticato il recente accordo tra governo e Microsoft. Ho già parlato con il ministro Mussi ha concluso per proporgli di prendere in considerazione la controproposta dellassociazione italiana del software libero insieme ad alcune università ed aziende grandi e piccole per dotare lItalia di centri di ricerca e sviluppo sul software libero come sta accadendo in molti paesi, sia quelli con economie emergenti che alcuni nostri partner europei. Questa parte sul vostro articolo manca. eppure mi sembrava abbastanza rilevante...venduti... quanto vi paga microsoft?
    • Anonimo scrive:
      Re: Vi hanno copiati
      Correzione... avete copiato tutti da qui:http://www.pietrofolena.net/(però la censura di P.I rimane...)
    • gianlucaccio scrive:
      Re: Vi hanno copiati
      he he he ... il billy paga bene !!!! e poi in italia siamo (quasi) tutti conigli ,... un altra (ennesima) occasione buona persa ,.... stasera ... :)
  • uno qualunque scrive:
    in altre parole...
    in un giorno qualsiasi dell'anno 2011 troveremo scritto sul cd di una qualsiasi distro (W)inux:Copyright (C) 2010-2011, Microsoft Corporation Inc.ole'
    • Darkamex scrive:
      Re: in altre parole...
      No... si chiamerà lindows... chi si ricorda questo? Correva il giorno 05/11/2006 (tre giorni dopo il patto microsoft, novell) e qualcuno scriveva...http://www.bloggers.it/darkamex/index.cfm?blogaction=permalink&id=B7C4F420-0813-64DE-4B668E09C001FC7E#more
    • bufalo scrive:
      Re: in altre parole...
      - Scritto da: uno qualunque
      in un giorno qualsiasi dell'anno 2011 troveremo
      scritto sul cd di una qualsiasi distro
      (W)inux:

      Copyright (C) 2010-2011, Microsoft Corporation
      Inc.

      ole'dubito che ms possa un giorno vendere linux, è come se la ferrari decidesse di chiudere il reparto del cavallino e mettersi a vendere citroen solo perchè vanno di moda (ammesso che vadano di moda)la notizia è mostruosamente alterata, serve solo ad attirare ragazzini linux-esaltatise microsoft vende i suoi brevetti, allora vuol dire che quelle tecnologie sono sue e non di linux, fino a prova contrariama accendetelo sto cervello anzichè pensare sempre agli alluci di stallman
      • ... scrive:
        Re: in altre parole...
        - Scritto da: bufalo
        - Scritto da: uno qualunque

        in un giorno qualsiasi dell'anno 2011 troveremo

        scritto sul cd di una qualsiasi distro

        (W)inux:



        Copyright (C) 2010-2011, Microsoft Corporation

        Inc.



        ole'

        dubito che ms possa un giorno vendere linux, è
        come se la ferrari decidesse di chiudere il
        reparto del cavallino e mettersi a vendere
        citroen solo perchè vanno di moda (ammesso che
        vadano di
        moda)

        la notizia è mostruosamente alterata, serve solo
        ad attirare ragazzini
        linux-esaltati

        se microsoft vende i suoi brevetti, allora vuol
        dire che quelle tecnologie sono sue e non di
        linux, fino a prova
        contrariaE no bello. Non è così che funziona: se Microsoft ritiene che Linux violi dei suoi brevetti deve essere lei a tirar fuori le prove. Se si limita a chiedere soldi con la minaccia di una causa allora compie un'estorsione e nessuno è obbligato a pagare 'fino a prova contraria'. Guarda caso Microsoft si è sempre rifiutata di tirar fuori il benchè minimo straccio di prova... Curioso poi che la vicenda è scoppiata proprio nel momento in cui è diventato scontto l'epilogo del caso SCO... guarda te... i casi della vita...
        ma accendetelo sto cervello anzichè pensare
        sempre agli alluci di
        stallmanMi sa che è il cervello in stand-by sotto gli alluci di Ballmer è proprio il tuo...P.S. Microsoft può vendere Linux quando vuole, basta che ne rispetti i termini della licenza... mi sa che non ne hai detta una giusta neppure per sbaglio...
    • Luigi Meis scrive:
      Re: in altre parole...

      se microsoft vende i suoi brevetti, allora vuol dire che
      quelle tecnologie sono sue e non di linux, fino a prova
      contrariaI linari saranno degli esaltati. Ma voi winari non brillate certo per grande senso critico, eh?!Qui a Roma, nel dopoguerra, c'era chi vendeva il Colosseo a incauti turisti...
  • Pino La Lavatrice scrive:
    Sta storia DEVE finire.
    Non va affatto bene, e non vedo come possa stare bene alla comunità Open Source, che una multinazionale, dalla dubbia moralità, che non ha mai contribuito ne in termini economici, ne in termini di codice, faccia soldi col lavoro altrui, avallando come patetica motivazione il fatto che SECONDO LORO, Linux violi ALCUNI loro brevetti, sulla base SOLO delle LORO parole e NULLA PIÙ! Dalle mie parti la chiamano truffa aggravata finalizzata all'estorsione (un po' come quella praticata dalla RIAA).
    • Simius scrive:
      Re: Sta storia DEVE finire.
      Microsoft non e' un ente benefico e come tutte le altre aziende dove vede opportunita' di guadagno ci si infila e non ci vedo nulla di male anche se un domani produrra' una sua distro linux per certi settori di mercato (linux e' pinguino che si e' concesso a tutti e per tutti deve essere, almeno fino a quando non si cambieranno le carte in tavola e si dira' che linux e' free solo per coloro che non sviluppano sistemi operativi alternativi. Nello specifico poi e' molto probabile che la violazione dei brevetti sia effettivamente in essere ed il fatto che non sono stati ancora elencati e' solo un dettaglio, (non sono degli sprovveduti), tra l'altro si giustificazione ufficiale punta il dito su problemi amministrativi (boh?). Non pensate che le aziende che stanno acquistando le licenze lo facciano ad occhi chiusi. E poi perche stanno comprando le licenze da Microsoft? molto semplice, piu' che il "proteggersi" e' il fare ancora piu' soldi che le smuove (sono anche queste aziende). Difatto il business di Novell con linux grazie all'accordo con Microsoft e' aumentato di un 600% circa, un bel colpo. Quindi LG si sara' fatta anche lei due conti ed ha fatto il suo investimento. E' prevedibile che altri grossi player si affretteranno presto a fare questo lucroso accordo. peace
    • gianlucaccio scrive:
      Re: Sta storia DEVE finire.
      ma pensa a te .... sti yeenkyyyes , noi collaboriamo ... e loro si fanno i soldi ... non hanno proprio vergogna , stupid white man !!!!
    • Pino La Lavatrice scrive:
      Re: Sta storia DEVE finire.
      @SminusLinux (GNU/Linux) è di tutti perché è libero non perché è gratis, ed è libero, perché puoi vedere, modificare, migliorare, compendiare, studiare, il lavoro degli altri, non perché puoi fare lavorare gli altri per guadagnarci tu, direttamente sul codice. Al limite, così come fanno altri, vendi servizi legati a quel codice (assistenza, customizzazione, corsi, formazione). Qui invece vende quel codice, e l'unico servizio che vi aggiunge è: "non ti denunciamo". Alla domanda, "perché dovreste denunciarci", hanno risposto in maniera del tutto sguiata, e tutt'altro che credibile "perché Linux viola nostri brevetti", e quando gli è stato chiesto "quali brevetti" hanno detto "200 e rotti, ma non ce la facciamo a dirveli tutti, non abbiamo le risorse".Ora, se la gente (e i manager di certe società) e disposta a credere a questo, allora può credere a tutto, perché invece più verosimilmente la situazione è che Microsoft, ha si dei brevetti di cui è possibile trovare traccia in altri prodotti, tra cui Linux, ma a parte forse una decina, sono brevetti talmente generici che portati in tribunale, davanti ad un giudice, verrebbero prontamente invalidati, facendo perdere a Microsoft quel deterrente, che appunto (mia personalissima opinione) fa scattare quella forma estorsiva tipica delle associazioni a delinquere. Per non parlare del fatto che si vedrebbe piovere addosso, denunce a destra e manca per violazione di brevetti, da parte di quei "partner" come Sun e IBM che di brevetti ne hanno ben più di lei, da far valere in tribunale, e non semplice aria fritta per incantare qualche pollo.Infine, per quanto riguarda quella decina (a voler essere ottimisti)di brevetti che non verrebbero invalidati, la comunità ha già dato la massima disponibilità ad apportare le dovute modifiche la dove necessaire.Microsoft non contribuisce in termini economici, non contribuisce con codice, non contribuisce donando brevetti, non contribuisce in alcun modo, anzi ha sempre ostacolato Linux, quando ne ha avuto la possibilità, ma pretende di farci soldi lo stesso.Giusto. Microsoft non è un ente benefico e cerca di far soldi, ma le leggi (e l'Antitrust) dovrebbero (nel senso che se lo faccio io lo fanno, se lo fa Microsoft o chiunque altro con abbastanza dindini, hanno una certa inerzia a farlo) punire comportamenti come questi, che ripeto, sono più assimilabili alla truffa finalizzata all'estorsione, che ad una reale pratica commerciale, limpida, legale e alla luce del sole.Tanto per non restare nel campo delle "opinioni personali", perché quanto detto fin'ora, ovviamente è solo una mia personale opinione, SCO ha fatto causa ad IBM, grosso modo con le stesse motivazioni portate da Microsoft (IBM viola dei miei brevetti), e per altro foraggiata economicamente, direttamente da Microsoft, ha praticato la stessa strategia intimidatoria come sta facendo adesso Microsoft, e adesso è con due piedi e mezzo nella fossa.Microsoft ha le spalle più solide di SCO (economicamente), ma ciò non toglie, che come dicevo nel mio primo messaggio la GPL3 deve prevenire comportamenti di questo tipo, altrimenti ieri era SCO, oggi è Microsoft, domani potrebbe essere qualcun altro.Non mi frega niente di chi distribuisce Linux, se lo fa RedHat, Novell, IBM, Microsoft, o pincoPallinoSoft. Quello non va bene è il come. Redhat, Novell, IBM, etc. etc., contribuiscono con sviluppatori, codice, documenti, brevetti e infine anche con donazioni, Microsoft contribuisce solo terrorismo verso la comunità.NON VA BENE!
    • il mio scrive:
      Re: Sta storia DEVE finire.
      Se LG (non un'aziendina) ha pagato ci sarà ben qualcosa di vero.Non penso che LG abbia pagato senza sapere quanti e quali brevetti fossero stati utilizzati.
Chiudi i commenti