Intel: Itanium è fatto per l'alta quota

Il chipmaker ha candidamente ammesso il fallimento di Itanium sulla fascia dei server mid-range, affermando di essere focalizzata nello spingere la propria CPU su big iron e mainframe. Xeon se la ride sotto i baffi
Il chipmaker ha candidamente ammesso il fallimento di Itanium sulla fascia dei server mid-range, affermando di essere focalizzata nello spingere la propria CPU su big iron e mainframe. Xeon se la ride sotto i baffi


Santa Clara (USA) – I tentativi di posizionare Itanium su fasce di mercato a maggiori volumi di vendita non sono andati a buon fine. Ad affermarlo è stato lo stesso presidente di Intel , Paul Otellini, che ha di fatto ammesso ciò che era già sotto gli occhi di tutti: e cioè che Itanium, al momento, trova la sua nicchia nella fascia più alta del mercato.

“Itanium sta andando bene nella fascia alta, ma non in quella media”, ha detto Otellini, che dal prossimo anno acquisirà la carica di CEO di Intel. “Semplicemente non funziona per le caratteristiche economiche del settore di fascia medio-bassa”.

Otellini ha detto che Intel ha intenzione di riposizionare Itanium 2 nel settore dei server di fascia alta e dei mainframe, che è poi lo stesso ambito dove oggi le CPU co-sviluppate da Intel e HP stanno conoscendo un discreto successo.

Proprio HP, alla fine di settembre, ha deciso di abbandonare la propria linea di workstation basate su Itanium 2 per focalizzarsi, in questa fascia di mercato, sui sistemi x86-64.

La bandiera bianca innalzata da Itanium sui mercati mainstream spiana la strada agli Xeon, una famiglia di processori che, grazie alla tecnologia a 64 bit EM64T, può ora ambire a segmenti di mercato più elevati. Il successo di processori come gli Xeon EM64T e gli Opteron su fasce di mercato prima occupate esclusivamente dalle CPU RISC è determinata soprattutto dall’avvento dei cluster di server a basso costo, sistemi capaci di rimpiazzare i ben più costosi mainframe in diversi settori del computing ad alte prestazioni.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 11 2004
Link copiato negli appunti