Intel mette la sicurezza in un chip di rete

Il chipmaker ha presentato un processore di rete che integra diverse funzionalità per la sicurezza delle reti. E implementa i più diffusi standard di crittografia a velocità fino a 10 Gbps


Assago (Milano) – Intel ha presentato un nuovo processore di rete, IXP2850, che riunisce in un solo chip funzionalità di elaborazione dei pacchetti e funzionalità di sicurezza. Un binomio che, secondo Intel, può contribuire a ridurre i costi, semplificare lo sviluppo di dispositivi per le comunicazioni e migliorare la sicurezza delle informazioni trasferite sulla rete.

Il processore può essere utilizzato per applicazioni quali VPN (Virtual Private Network), servizi Web e SAN (Storage Area Network). Il nuovo chip è basato sull’architettura dei processori di rete programmabili IXP2800 ed è in grado di accelerare servizi quale il bilanciamento del carico tra diversi server Web. Intel afferma inoltre che i meccanismi hardware all’interno del chip consentono l’implementazione dei più diffusi standard di crittografia e integrità dei dati, quali 3DES, AES e SHA-1 a velocità fino a 10 Gbps.

L’architettura della famiglia di prodotti IXP2800 permette, secondo Intel, la condivisione di informazioni e dati tra le applicazioni, riducendo i requisiti di memoria e alimentazione, nonché lo spazio complessivo utilizzato dalla scheda. L’implementazione di queste funzionalità in precedenza richiedeva più processori specializzati, con un aumento dei costi e delle dimensioni dei dispositivi, nonché maggiore consumo di energia.

“I service provider e i fornitori di apparecchiature per le comunicazioni richiedono soluzioni che vanno oltre la semplice gestione del traffico di rete, per offrire anche servizi a valore aggiunto basati sul contenuto di questo traffico” ha spiegato Doug Davis, General Manager della Network Processor Division di Intel. “Questi contenuti devono essere trasmessi in ambienti sempre più sicuri per supportare applicazioni come l’e-commerce”.

Per consentire ai clienti di sviluppare rapidamente prodotti basati sul nuovo processore di rete, Intel ha annunciato dei miglioramenti apportati alla propria suite di tool di sviluppo hardware e software, oltre a nuovi servizi professionali di progettazione. Il processore IXP2850 può essere configurato come prodotto sostitutivo “drop-in” compatibile a livello di pin all’interno dell’attuale piattaforma di sviluppo hardware IXDP2800: in questo modo, secondo il big di Santa Clara, è possibile “preservare gli investimenti” dei clienti consentendo il riutilizzo dei precedenti design delle schede.

Le routine di compilazione, le librerie e il software compilatore attualmente disponibili nell’Intel Internet Exchange Architecture (IXA) Software Development Kit 3.0 sono stati aggiornati per supportare le nuove funzioni di sicurezza.

Intel offre inoltre servizi completi di assistenza e software di riferimento, che vanno dagli elementi di base per la crittografia per standard di sicurezza quali IPsec e TCP/SSL fino all’assistenza sul software, che comprende la progettazione di codice, l’integrazione dei moduli e l’ottimizzazione delle prestazioni.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Tecnologia ??? Ma se e` un semplice file !!!!
    Paroloni, paroloni !!!Si tratta di un file che descrive il contenuto del CD !Magari e` pure in XML !E hanno anche il coraggio di brevettare una cacchiata del genere !Sarebbe un po` come brevettare le playlist degli mp3 (m3u) !!!Come al solito alla micro$oft si puo` solo dire...... BUFFONI !!!!A laura` barbun !
  • Anonimo scrive:
    Non capisco.........
    "L'obiettivo di Microsoft e Panasonic è quello di creare un nuovo formato standard di registrazione su CD ......."Perchè? Le specifiche ISO non bastano?Fanno schifo?Non servono più?Sono superate?Cosa?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non capisco.........
      No, è che non ci sono brevetti su cui lucrare ed avere il controllo del mercato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non capisco.........
      - Scritto da: Giudice
      Perchè? Le specifiche ISO non bastano?
      Fanno schifo?
      Non servono più?
      Sono superate?

      Cosa?La mia idea (pessimista) e' che questo "file indice", oltre a specificare dove sono archiviate le informazioni, rendera' molto piu' semplice proteggere le stesse, magari "informando" il dispositivo dell'eventuale copyright sul contenuto e impedendo l'accesso in determinati casi.Esempio: "Questo CD contiene un catalogo di foto di proprieta' di xyz. Se possiedi l'autorizzazione allora ti permetto di vederle, altrimenti puoi sempre acquistarla (come aggiornamento del firmware o simili) al sito www.etc.etc...".Insomma, ci provano sempre... :-(bye, Andrea
      • Anonimo scrive:
        Re: Non capisco.........
        - Scritto da: Kappei
        - Scritto da: Giudice

        Perchè? Le specifiche ISO non bastano?

        Fanno schifo?

        Non servono più?

        Sono superate?



        Cosa?

        La mia idea (pessimista) e' che questo "file
        indice", oltre a specificare dove sono
        archiviate le informazioni, rendera' molto
        piu' semplice proteggere le stesse, magari
        "informando" il dispositivo dell'eventuale
        copyright sul contenuto e impedendo
        l'accesso in determinati casi.
        Esempio: "Questo CD contiene un catalogo di
        foto di proprieta' di xyz. Se possiedi
        l'autorizzazione allora ti permetto di
        vederle, altrimenti puoi sempre acquistarla
        (come aggiornamento del firmware o simili)
        al sito www.etc.etc...".

        Insomma, ci provano sempre... :-(

        bye, AndreaMa quanto dici, in realta' e' gia' possibile con la tecnologia di oggi?Non so quanti anni tu possa avere, ma ricordo bene che circa 6/7 anni fa (allora andavano di moda i 486) uscironi nelle edicole un paio di CD contenenti vario materiale (ma principalmente font per DTP e utylity grafiche) che potevano esesere installate ed dseguite solo previo acquisto (per telefono) del relativo "codicillo" da fornire in pasto al programma di installazione.Comunque, se ben ricordo, nonostante il boom iniziale dovuto alla novita', il metodo non ebbe grande successo sul medio e lungo periodo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non capisco.........
          - Scritto da: luckyboy
          Non so quanti anni tu possa avere, ma
          ricordo bene che circa 6/7 anni fa (allora
          andavano di moda i 486) uscironi nelle
          edicole un paio di CD contenenti vario
          materiale (ma principalmente font per DTP e
          utylity grafiche) che potevano esesere
          installate ed dseguite solo previo acquisto
          (per telefono) del relativo "codicillo" da
          fornire in pasto al programma di
          installazione.Non stavo parlando di questo. L'idea di una protezione tramite password e' vecchissima e "facilmente" superabile (illegalmente, chiaro).L'autorizzazione di cui parlo io e' una cosa tra il CD e il dispositivo (che non e' necessariamente un PC...), piu' in stile "Palladium" anche se infinitamente meno invasivo (probabilmente M$ sta cercando di operare un passaggio "graduale").Se un lettore di foto "da tavolo" viene progettato per usare questo file indice per sapere dove sono le foto, e questo prima di dirglielo vuole sapere se l'apparecchio possiede l'autorizzazione (tramite firmware, rom, schede esterne... non mi importa COME), e' evidente che la cosa diventa piu' complicata da superare.bye, Andrea
  • Anonimo scrive:
    nuovo formato o naming convention?
    come da subject...
  • Anonimo scrive:
    Storia già vista....
    Ogni tanto (mooolto raramente) mi chiedo perchè odio M$.....Puntuale arriva la risposta....P.S. Mi raccomando Win-Maniacs: tutti pronti ad aggiornare !!!
  • Anonimo scrive:
    compatibilita' firmata microsoft...
    certo... sono loro i campioni di compatibilita'...
    • Anonimo scrive:
      Re: compatibilita' firmata microsoft...
      - Scritto da: munehiro
      certo... sono loro i campioni di
      compatibilita'...No? E chi sarebbero secondo te?
      • Anonimo scrive:
        Re: compatibilita' firmata microsoft...
        a mo avresti il coraggio di dire che la M$ si e' sempre fatta paladina del interoperabilita'????hai veramente la accia come il culo, sei senza ritegno!
      • Anonimo scrive:
        Re: compatibilita' firmata microsoft...
        - Scritto da: Alberto
        - Scritto da: munehiro

        certo... sono loro i campioni di

        compatibilita'...
        No? E chi sarebbero secondo te?da che microsoft è microsoft non ha fatto altro che modificare i linguaggi standard in modo che solo windows riuscisse a codificarle bene, a discapito dei suoi concorrenti... basta pensare a linguaggi come il Java infatti più volte la microsoft è stata processata per aver modificato il linguaggio multipiattaforma della SUN, ecco perchè esistono javascript mal fatti che creano problemi nelle altre piattaforme e negli altri browser... e parliamo della stessa microsoft che si mette a modificare i codici html... gli actionscript di flash... e tanto tanto ancora... solo per il gusto di danneggiare piattaforme come quella di apple o piattaforme Linux-like... e danneggiare browser come mozzilla, netscape, opera, etc...etc...bha... alla microsoft la parola "compatibilità" e "multipiattaforma" non sanno manco che significa...
      • Anonimo scrive:
        ... UNA MANICA DI FARABUTTI !!!
        - Scritto da: Alberto


        - Scritto da: munehiro

        certo... sono loro i campioni di

        compatibilita'...

        No? E chi sarebbero secondo te?Un branco di ladri e delinquenti che cercano in tutti i modi di spremere i poveri utenti ignari dei loschi affari che portano avanti per conquistare il monopolio su tutte le piattaforme dove centra la parola "digitale" rubando utenti alla concorrenza regalando i propri prodotti concorrenti e qualitativamente pessimi grazie ai monopoli gia` acquisiti...hanf hanf hanf !
    • Anonimo scrive:
      Re: compatibilita' firmata microsoft...
      un nome una garanzia.- Scritto da: munehiro
      certo... sono loro i campioni di
      compatibilita'...
Chiudi i commenti