Intel: PC aggiornati ma sempre compatibili

Il big di Santa Clara vara un nuovo programma con cui si impegna a semplificare la vita alle aziende dando loro la garanzia che le sue tecnologie si manterranno pienamente compatibili fra loro
Il big di Santa Clara vara un nuovo programma con cui si impegna a semplificare la vita alle aziende dando loro la garanzia che le sue tecnologie si manterranno pienamente compatibili fra loro


Santa Clara (USA) – Per ridurre i grattacapi di tutte quelle aziende che hanno la necessità di aggiornare con una certa frequenza il proprio parco di PC, e che devono spesso risolvere le incompatibilità fra nuovi e vecchi sistemi, Intel ha varato un nuovo programma denominato Stable Image Platform Program (SIPP), anche noto con il nome in codice di Granite Peak.

Con SIPP, Intel tenta di ridurre i costi aziendali rendendo più semplice le attività di test, installazione e gestione dell’infrastruttura IT. A tale scopo il chipmaker si impegna a limitare, per un periodo di 12 mesi, le modifiche significative apportate alla propria architettura di computing in seguito all’introduzione sul mercato di nuovi chipset.

“SIPP rappresenta un impegno da parte di Intel nel migliorare l’omogeneità delle configurazioni della piattaforma PC”, ha spiegato Intel. “In questo modo i responsabili IT saranno in grado di testare una sola volta la configurazione dei computer e quindi di implementarla in tutti i nuovi PC per l’anno successivo. In precedenza, quando un produttore di PC o componenti apportava una modifica, i reparti IT dovevano in genere effettuare nuovi test su software e hardware per verificarne la compatibilità, e questa procedura poteva essere molto dispendiosa anche in termini di tempo”.

Intel afferma che con l’introduzione di SIPP i responsabili IT saranno in grado di standardizzare le piattaforme di computer a livello aziendale semplificando la gestione del parco macchine e riducendo i costi complessivi di gestione (TCO). Il programma interessa i sistemi equipaggiati con la tecnologia Centrino o i processori Pentium 4 con Hyper-Threading.

“Le aziende cercano una configurazione dei computer che offra prestazioni elevate oltre a stabilità, per ridurre la complessità e tenere sotto controllo i costi”, ha affermato Jeff McCrea, vice president del Desktop Platforms Group di Intel. “Il programma Intel SIPP fornisce un impegno di 12 mesi per offrire la possibilità di ottenere questi vantaggi”.

Nell’ambito del programma SIPP, Intel integrerà nei PC desktop e portatili la tecnologia Stable Image, una caratteristica hardware integrata nei chipset progettati per SIPP che dovrebbe garantire la compatibilità delle piccole modifiche apportate alla tecnologia con le precedenti configurazioni della piattaforma PC. Inoltre, Intel sostiene di voler aiutare i responsabili IT a effettuare pianificazioni più accurate per gli acquisti futuri, fornendo anticipazioni sulle innovazioni previste per la piattaforma Intel e sulle future transizioni della tecnologia.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 06 2003
Link copiato negli appunti