Intel ricama Centrino su Linux

Dopo molte promesse, e sotto la costante pressione della comunità open source, il chipmaker ha rilasciato un driver open source che porta su Linux il supporto ufficiale a Centrino. Si tratta però ancora di una beta


Santa Clara (USA) – Tenendo fede ad una promessa fatta quasi un anno fa, negli scorsi giorni Intel ha rilasciato una versione preliminare di un driver per Linux di Centrino.

Il driver, basato su codice GPL, permetterà finalmente agli utenti di Linux di sfruttare alcune delle funzionalità dell’adattatore di rete 802.11b, il PRO/Wireless 2100, integrato nella piattaforma wireless Centrino. Il modulo, scaricabile da qui , è compatibile con le ultime versioni dei kernel 2.4 e 2.6 e, per funzionare, richiede l’installazione di un piccolo firmware proprietario contenente il codice di Intel protetto da copyright.

Fino ad oggi l’unica possibilità per utilizzare le funzionalità wireless di Centrino con Linux era data dall’uso di DriverLoader, un software “wrapper” sviluppato da Linuxant per consentire a Linux di pilotare la scheda wireless di Centrino utilizzando i driver scritti per Windows. Questo modulo, disponibile per tutte le principali distribuzioni di Linux, porta tuttavia con sé un certo numero di limitazioni, sia funzionali che di performance.

Con il rilascio della prima versione di test dei driver per Linux, Intel ha varato un progetto open source , ospitato sul noto network SourceForge.net, attraverso cui spera di dar vita ad una comunità di sviluppo in grado di migliorare e soprattutto accelerare lo sviluppo di una versione definitiva del software. La versione attuale, infatti, viene definita ancora “sperimentale” e manca di numerose caratteristiche, fra cui il supporto al protocollo WEP, alle funzionalità per il risparmio energetico e alle connessioni punto-a-punto fra due computer (dette “ad hoc”).

Per il futuro, Intel, insieme ad altri sviluppatori open source, conta di aggiungere al proprio driver open source il supporto alle versioni 802.11a e g di Centrino.

A partire dalla fine del 2004, Intel si è impegnata a rilasciare i driver di Centrino per Linux contemporaneamente a quelli di Windows.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: linux fails
    - Scritto da: Anonimo
    punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=557258

    Vehicle 20 ? Team TerraMax ? Got to mile
    1.2. Vehicle then started backing up and
    after .5 miles, the vehicle was disabled.

    www.grandchallenge.org/gallery/news/BotUpdateha fallito il programma non il sistema operativo.Capisci la differenza?
  • Anonimo scrive:
    linux fails
    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=557258 Vehicle 20 ? Team TerraMax ? Got to mile 1.2. Vehicle then started backing up and after .5 miles, the vehicle was disabled. http://www.grandchallenge.org/gallery/news/BotUpdate.doc
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....

    scusa, zeross non sapeva che fra un acagata
    e l'altra fai i confronti di codice degli
    appliocativi...???? :|
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....
    - Scritto da: Anonimo
    ci sei o ci fai? Son la stessa cosa, caro
    mio, è che a M$ hanno deciso di
    appioppare a 1.2 l'etichetta di 2.0 (forse
    perchè fa più marketing), ma
    è la stessa identica roba.

    Roba, comunque, che uscira nel 2005.

    Ri- baaaaaaaaahh....scusa, zeross non sapeva che fra un acagata e l'altra fai i confronti di codice degli appliocativi...
  • zirgo scrive:
    Re: Animali....
    che bello..non vedevo un thread così interessante da molto tempo!!!Me lo sono proprio gustato....come si fa con la pizza!Grazie a chi ha postatozirgo
  • Anonimo scrive:
    Re: Passo falso...

    La odio perchè
    è l'azienda più
    spaventosamente sopravvalutata della storia
    dell'umanità.Sottoscrivo in pieno. Come penso pure molti altri.
  • Anonimo scrive:
    Re: Passo falso...
    - Scritto da: TADsince1995

    TAD

    Che tradirebbe linux solo per il nuovo
    Amiga!allora lo vedi che saresti traditore(linux)
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Passo falso...


    Che, lo ammette, ma ha sempre amato il

    Visual C++, anche se ora è
    passato ad

    Anjuta..... ;)


    non vogliamo traditori

    (linux)Ehm... Ti ricordo che Anjuta è un IDE per Gnome... In ogni caso non sono un traditore, il mio odio per Microsoft non è "per partito preso", quelle poche cose buone che ha fatto in 20 anni io le riconosco, il mio odio per Microsoft è dettato da ragioni concrete: perchè i suoi prodotti sono osceni ma vengono usati per "forza di cose", per la sua politica commerciale, perchè è riuscita a far credere alla gente profondamente ignorante (penso un buon 70% di chi ha un PC) che informatica/PC=Windows=Microsoft, perchè l'ECDL ben si sposa con la precedente equazione. La odio perchè è l'azienda più spaventosamente sopravvalutata della storia dell'umanità.TAD Che tradirebbe linux solo per il nuovo Amiga!
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....
    Ok, leggendo quello che scrivi non sei un troll ma quanto alla storia della 1.2 rinominata in 2.0 "per puro marketing" sbagli di grosso... lì si che stai trollando nel senso che per pura antipatia verso il prodotto (che può piacere o meno) spari una notizia senza fondamento.
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....

    Solita domandina pragmatica: conosci
    qualcuno che usa Rotor? Che sta sviluppando
    su Rotor? Che l'abbia anche solo scaricato?
    bah! Secondo i dati ufficiali, Rotor ha avuto 1.500.000 di download...
    Tiger, sarà anche una beta, ma
    è già installato sulla mia
    macchina e ci lavoro per progetti futuri.
    Inoltre e topdownload sul sito Sun.

    Noi coi generics ci giochiamo già, e
    voi? ;)
    Io gioco con i generics da un anno, visto che sono alpha tester di Whidbey... Ma vresi potuto iniziare anche prima, visto che Gyro (l'estensione di Rotor per il supporto ai generics) era disponibile a settembre 2002 :-D

    quali "classi" ti mancano per svolgere i

    "compiti fondamentali" che invece trovi
    in

    una JVM "vanilla"?

    tipiche inclusioni standard che facevo fino
    ad un annetto fa:
    log4net (questa la faccio ancora)
    NUnit
    e continuerai a farle: per parola di Kent Beck, NUnit è una ottima implementazione. Potendo usare gli attributi in luogo delle classi base per definire i test, migliora moltissimo l'implenentazione e la leggibilità del codice di test. Per non parlare di come è più facile adattarlo alle modifiche del codice applicativo introdotte dalle fasi di Refactoring...
    poi mi dicevo... Cristo ma non hanno un
    ca**o di meccanismo standard per la cache, e
    le eccezioni? Mi scrissi un po' di classi
    mie.
    Tadaaa... e un giorno mi ritrovo gli
    Application Block, che a tutt'oggi includo
    in ogni progetto.
    Gli application block sono stati disponibili dopo pochi mesi dal rilascio del framework: nulla a che vedere con i primi tempi di Java.
    Poi ce ne sarebbero da dire... java.util mi
    sembra sia dotata di un po' più di
    collection rispetto a System.Collections o
    mi sbaglio?
    Troppo complicato copiare anche la
    LinkedHashMap quella volta? Sarà, ma
    per le LRU mi è sempre stata utile.
    A me sembra che per essere una v1.1 il framework sia una libreria _molto_ nutrita: più di 9000 classi! Tu ricordi la JVM 1.0? Io si... Ti sembra possibile fare confronti?
    Mettiamo che tu voglia aprire un socketSSL,
    cosa che capita almeno una volta nella vita
    no? In java vai su java.net è
    c'è in .NET bestemmi un po'
    perchè ti sembra impossibile che non
    ci sia e trovi post sui newsgroup come
    questo:

    tinyurl.com/27xpg

    e bestemmi in aramaico antico. Non capita
    spesso, ma quando capita rompe le balle alla
    grande.
    io invece non bestemmio in aramaico, uso questo:http://www.mentalis.org/soft/projects/ssocket/e non mi pongo il problema.
    e cosi via, ad libitum
    appunto :-)

    Diamine! openSMTP è
    stra-conosciuta!

    Come hai fatto a impiegare 2 gg per

    trovarla?

    Quando mi serviva non lo conosceva nessuno
    ed era fuori da poco tempo (giorni).
    strano: io la trovai sul sito che ti ho citato almeno 2 anni addietro... Tieni conto che openSMTP è stato rilasciato per la prima volta a marzo 2001
    Ed è vero che è una copia!!!Saresti così gentile da motivare _tecnicamente_ la tua affermazione?
    Fatta bene, migliorata finchè vuoi.
    Stupendi i delegate e gli attribute, ma il
    resto è copia.
    Guarda che, oltre a delegate ed attributi, hai: type system single rooted, codice unsafe e puntatori), i tipi enumerativi (che Gosling vedeva come il "male" ma ora implementerà per "scimmiottare" C#)...
    Cioè Gosling e compagni son partiti
    da zero è hanno messo su tutta quella
    gerarchia di tipi, GC, macchina virtuale. Si
    son inventati un macello di pattern.Quale "Macello di pattern"? Inoltre, guarda che l'idea di avere una VM è vecchia come il cucco: mai provato Smalltalk? (Solo per dirne uno)
    Microsoft ha preso il javadoc, e s'è
    detta, ok si copia, ma meglio. IMHO
    Come dire che Sun ha copiato AmigaDoc, che risale al 1983. Sai cos'era, vero?
    Conosco, conosco.
    e ti sembrano community scadenti?
    Wow. Di Java, invece, si tengono solo corsi
    ordinari.
    Non ho detto questo. Ho detto che nelle community sopra citate (che tu definisci "scadenti") partecipano anche docenti universitari. Tutto qui.
    www.ugidotnet.org/articles/articles_read.aspx

    sappia di cosa parla...

    Chi Gunnerson? Cacchio, se non lo sa lui di
    cosa parla...Veramente parlavo dell'autore dell'articolo, che ha scaricato il sorgente del CLR e lo ha messo sotto debugging, per fare trace del Garbage Collector...

    Guarda: quando io devo gestire una base

    dati, definisco delle classi
    implementando i

    pattern CRUD + Value Object e
    preferisco di

    gran lunga questa soluzione rispetto ad
    un

    ORM

    Tipico pattern consigliato da Microsoft,
    vero?
    No: pattern di Martin Fowler, tratti dal classico PEAA.
    Mi stai prendendo in giro?
    Guarda che quello lì è un tool
    per generare codice mica un O/R mapper :s
    Inoltre supporta solo SQL server!!!!!!
    Ed infatti è un "tappabuchi" momentaneo: l'ORM "vero" per .NET (visto che NHibernate è fermo) sarà Objectspaces
    Mai visto mapper come hibernate all'opera di
    la verità! ;)
    Scrivo i miei oggetti database-agnostici,
    creo l'xml di mapping, creao una sessione di
    hibernate e gli dico update (2 righe di
    codice).
    Ampia scelta di 15 database ready to use
    combiando due righe nell'xml.
    come Objectspaces, che però non sarà una libreria esterna bensì una parte del framework 2.0In ogni caso, io continuo a non amare gli ORM, quindi per me non è un grande problema :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....

    Ossia della VM. Tiger lo implementa a
    livello VM per l'appunto.
    appunto Copiando a man bassa da .NET
    Anche in .NET è così. In
    pratica c'è C# e VB.NET.
    Il primo è molto bello (e molto
    copiato) Da chi? Da Java, magari? Ma fammi il piacere! Hanno in comune solo le parentesi grafe e il punto e virgola! In C# hai: type system single-rooted, attributi, delegate, tipi enumerativi, codice unsafe (e quindi puoi usare i puntatori), ...
    il secondo è lo specchietto
    per le allodole costruito per attirare i
    vecchi VB, convinti che sia solo una nuova
    versione di VB.
    Non mi sembra proprio: anzi, basta fare un salto su Usenet èer vedere che i VBisti stanno spesso ignorando VB .NET
    Poi che si sbandierino 20 linguaggi
    implementati... chissenefrega. Conosci
    qualcuno che sviluppa in COBOL.NET? In
    Python.NET? In F#?
    Ebbene si: due aziende che stanno "portando" applicazioni COBOL a .NET Una è composta da 3.500.000 righe di codice (è la più diffusa applicazione di gestione paghe in Italia), l'altra di "sole" 700.000
    Che importanza ha avere 800 linguaggi che
    implementano peculiarità diverse
    dello stesso IL? Se oggi scrivessi un
    linguaggio in COBOL.NET chi me lo
    manterrebbe se crepo?
    vedi sopra.
    Grazie per iil link
    prego :-)
    Tanto per capirci sarebbe come se a
    Microsoft dicessero al mondo, "ok, eccovi i
    sorgenti della VM, eccovi i sorgenti del
    framework, per il processo di rilascio
    eseguiamo questa trafila xy e poi chi vuole
    partecipa." Alla linux, insomma.
    Non puoi partecipare al progetto centrale, per il resto ecco qui:http://www.sscli.net/servlets/ProjectList
    Sinceramente tra un framework .NET bello
    fico e standardizzato, ma che ancora non ha
    penetrato il mercato e un Java open
    sviluppato secondo metodologie open,
    già inserito in sistemi produttivi,
    preferisco il secondo.
    nei settori telco e finance .NET ha già una discreta penetrazione, nonostante sia disponibile da soli 2 anni. Non ci si accorge della penetrazione del framework perchè non esistono (ancora) applicazioni client di larga diffusione
    Infine il fatto che lo standard Java sia
    industriale non ha influenzato nessuno,
    tant'è vero che esistono molte JVM
    sia commerciali che open. In .NET invece
    c'è solo quella Microsoft e quella di
    Mono, peraltro non ancora completa.c'è anche DotGNU, della FSF
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....

    Anche Rotor compila già i generics.Solita domandina pragmatica: conosci qualcuno che usa Rotor? Che sta sviluppando su Rotor? Che l'abbia anche solo scaricato?Tiger, sarà anche una beta, ma è già installato sulla mia macchina e ci lavoro per progetti futuri.Inoltre e topdownload sul sito Sun.Noi coi generics ci giochiamo già, e voi? ;)
    quali "classi" ti mancano per svolgere i
    "compiti fondamentali" che invece trovi in
    una JVM "vanilla"?tipiche inclusioni standard che facevo fino ad un annetto fa:log4net (questa la faccio ancora)NUnitpoi mi dicevo... Cristo ma non hanno un ca**o di meccanismo standard per la cache, e le eccezioni? Mi scrissi un po' di classi mie.Tadaaa... e un giorno mi ritrovo gli Application Block, che a tutt'oggi includo in ogni progetto.Poi ce ne sarebbero da dire... java.util mi sembra sia dotata di un po' più di collection rispetto a System.Collections o mi sbaglio?Troppo complicato copiare anche la LinkedHashMap quella volta? Sarà, ma per le LRU mi è sempre stata utile.Mettiamo che tu voglia aprire un socketSSL, cosa che capita almeno una volta nella vita no? In java vai su java.net è c'è in .NET bestemmi un po' perchè ti sembra impossibile che non ci sia e trovi post sui newsgroup come questo:http://tinyurl.com/27xpge bestemmi in aramaico antico. Non capita spesso, ma quando capita rompe le balle alla grande.e cosi via, ad libitum
    Diamine! openSMTP è stra-conosciuta!
    Come hai fatto a impiegare 2 gg per
    trovarla?Quando mi serviva non lo conosceva nessuno ed era fuori da poco tempo (giorni).

    M'è toccato

    ritoccarne i sorgenti: evidentemente
    chi ne

    fece il porting da java non sapeva che
    tutti

    i metodi sono di default virtuali e si

    dimenticò le dihiarazioni
    override in

    C#. Patetico.


    questa è una lacuna del
    programmatore, non della tecnologia.
    Purtroppo, ci sono in giro un sacco di
    "polli" che si sono "bevuti" la "storiella"
    che "C# è la copia di Java", ed
    infatti scrivono codice a vanvera.Ed è vero che è una copia!!! Fatta bene, migliorata finchè vuoi. Stupendi i delegate e gli attribute, ma il resto è copia.Cioè Gosling e compagni son partiti da zero è hanno messo su tutta quella gerarchia di tipi, GC, macchina virtuale. Si son inventati un macello di pattern. Microsoft ha preso il javadoc, e s'è detta, ok si copia, ma meglio. IMHO

    E qui entriamo nell'altro grande
    problema.

    Community scadenti, non come
    organizzazione,

    ma come livello di cultura informatica

    media. Se in java trovi gente che
    proveniva

    da C++, laureati, gente "con le palle",

    nelle community .NET generalmente ti
    trovi

    davanti a ex di VisualBasic, per
    definizione

    l'insulto all'OOP.


    bah! Solo per rimanere in Italia, mi sembra
    che realtà quali:Conosco, conosco.
    www.devleap.com /
    www.ugidotnet.org (io openSMTP l'avevo
    trovato qui nella sezione "Goodies")All'epoca non c'era il link.
    dimostrino tutt'altro: c'è gente che
    tiene seminari alle università, ed
    anche qualcuno che ha fatto il docente ai
    Master del Politecnico di Milano...Wow. Di Java, invece, si tengono solo corsi ordinari.
    Boh: a me sembra che questo qui:
    www.ugidotnet.org/articles/articles_read.aspx
    sappia di cosa parla...Chi Gunnerson? Cacchio, se non lo sa lui di cosa parla...
    Guarda: quando io devo gestire una base
    dati, definisco delle classi implementando i
    pattern CRUD + Value Object e preferisco di
    gran lunga questa soluzione rispetto ad un
    ORMTipico pattern consigliato da Microsoft, vero?

    Mi dicono che in .NET 2 ci sarà
    la

    soluzione....ah però, nel 2005,

    sempre tempestivi!!!


    Si, si chiama Objectspaces ma, come ti ho
    già dett, non amo gli ORM
    Se non vuoi aspettare, puoi sempre
    utilizzare Olymars, un ORM per .NET
    realizzato da Microsoft France. Oltretutto,
    è anche gratis.Mi stai prendendo in giro?Guarda che quello lì è un tool per generare codice mica un O/R mapper :sInoltre supporta solo SQL server!!!!!!Metti che io voglia usare Oracle, mi sparo?Mai visto mapper come hibernate all'opera di la verità! ;)Scrivo i miei oggetti database-agnostici, creo l'xml di mapping, creao una sessione di hibernate e gli dico update (2 righe di codice).Ampia scelta di 15 database ready to use combiando due righe nell'xml.

    Auguri anche a te
    io ho le maniche _costantemente_ rimbocacte:
    nel settore IT non si è mai
    "arrivati" :)Già
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....
    - Scritto da: Anonimo

    Una cosa è il linguaggio,
    un'altra il

    framework.

    Il secondo non hanno ancora terminato di

    copiarlo.


    davvero? Guarda che l'autoboxing non
    è una caratteristica del linguaggio,
    bensì del runtime.Ossia della VM. Tiger lo implementa a livello VM per l'appunto.
    Anche
    perchè con .ENT parlare di linguaggio
    ha poco senso, poichè il CLR è
    language-agnosticSi ok, anche il bytecode java lo è, ma di fatto nessuno ha mai implementato altri linguaggi.Anche in .NET è così. In pratica c'è C# e VB.NET.Il primo è molto bello (e molto copiato) il secondo è lo specchietto per le allodole costruito per attirare i vecchi VB, convinti che sia solo una nuova versione di VB.Poi che si sbandierino 20 linguaggi implementati... chissenefrega. Conosci qualcuno che sviluppa in COBOL.NET? In Python.NET? In F#?Che importanza ha avere 800 linguaggi che implementano peculiarità diverse dello stesso IL? Se oggi scrivessi un linguaggio in COBOL.NET chi me lo manterrebbe se crepo?
    vedi a non essere informati?
    www.iso.org/iso/en/CatalogueDetailPage.Catalo

    Per inciso, C# (il linguaggio) è lo
    standard ISO 23270Grazie per iil link

    Java sta progressivamente essendo resa
    open

    da Sun, J2EE a parte. Do più
    valore a

    questo che ad una ISO, considerando che

    è già penetrata a fondo
    nel

    mercato.
    Sun ha già fatto una volta lo
    scherzetto "lo apro, non lo apro"...
    Fase 1 - Le promesse:
    www.wired.com/news/technology/0,1282,19563,00

    Fase 2 - La realtà:
    news.com.com/2100-1001-234061.html?legacy=cneNon confondere standardizzazione con opensourcing. I tuoi link si riferiscono al fatto che le specifiche fondamentali, attualmente industriali, vengano depositate presso un organismo neutrale.Quello che mi riferivo io, è il tentativo attualmente in corso tra ibm e sun di dare il via ad un processo di sviluppo totalmente open della VM e del framework Java. Son due cose totalmente diverse.Tanto per capirci sarebbe come se a Microsoft dicessero al mondo, "ok, eccovi i sorgenti della VM, eccovi i sorgenti del framework, per il processo di rilascio eseguiamo questa trafila xy e poi chi vuole partecipa." Alla linux, insomma.Sinceramente tra un framework .NET bello fico e standardizzato, ma che ancora non ha penetrato il mercato e un Java open sviluppato secondo metodologie open, già inserito in sistemi produttivi, preferisco il secondo.Oltretutto questo causerebbe una notevoe accelerazione nei tempi di implementazione delle novità.Infine il fatto che lo standard Java sia industriale non ha influenzato nessuno, tant'è vero che esistono molte JVM sia commerciali che open. In .NET invece c'è solo quella Microsoft e quella di Mono, peraltro non ancora completa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....

    .NET batte Java dal punto di vista del
    bytecode e della macchina virtuale.
    Senzadubbio, sono d'accordo.
    (Nota: i generics su Tiger beta1 li trovi
    già, su .NET non ci sono ancora
    virtual machine beta che li supportino,
    eccetto Mono)
    Anche Rotor compila già i generics.
    Il problema sono le librerie disponibili
    (pardòn... gli assembly) e le
    community.
    In java esistono jar per fare qualsiasi
    cosa, esistono framework immensi, sia closed
    che open (ad es. jboss, tomcat, jxta,
    firebird, ...)
    Che ci faccio di una potentissima virtual
    machine se non ho classi per svolgere i
    compiti fondamentali????
    quali "classi" ti mancano per svolgere i "compiti fondamentali" che invece trovi in una JVM "vanilla"?
    Ti faccio un esempio,un cliente mi ha
    chiesto una applicazione stand-alone che
    generasse un PDF lievemente complicato e lo
    spedisse via mail a qualcuno. Cosa semplice
    mi son detto: proviamola in .NET. Sono
    letteralmente diventato deficiente per
    trovare delle librerie open che m
    aiutassero.

    Ho impiegato due giorni per trovare un
    assembly in grado di spedire una cacchio di
    mail da una installazione .NET su Win98 in
    quanto l'oggettistica per fare suddetto
    lavoro (System.Web.Mail) in 1.1 si appoggia
    sui servizi NT. Tanto per la cronaca il
    componente si chiama openSmtp.
    Diamine! openSMTP è stra-conosciuta! Come hai fatto a impiegare 2 gg per trovarla?
    Per il PDF altri casini infernali. NFop
    andava in profonda crisi mistica, PDFReport
    non ne parliamo, sicchè mi son
    buttato su iTextSharp che sembrava farcela
    (tutti assembly che trovi su sourceforge).
    In alcuni punti però assumeva
    comportamenti assurdi. su PDFReport e iTextSharp concordo, ma NFOP (pur arretrato rispetto alla ver Java) fa il suo lavoro. Noi lo usiamo anche per reportistica complessa, e non abbiamo (grandi) problemi...
    M'è toccato
    ritoccarne i sorgenti: evidentemente chi ne
    fece il porting da java non sapeva che tutti
    i metodi sono di default virtuali e si
    dimenticò le dihiarazioni override in
    C#. Patetico.
    questa è una lacuna del programmatore, non della tecnologia. Purtroppo, ci sono in giro un sacco di "polli" che si sono "bevuti" la "storiella" che "C# è la copia di Java", ed infatti scrivono codice a vanvera.
    E qui entriamo nell'altro grande problema.
    Community scadenti, non come organizzazione,
    ma come livello di cultura informatica
    media. Se in java trovi gente che proveniva
    da C++, laureati, gente "con le palle",
    nelle community .NET generalmente ti trovi
    davanti a ex di VisualBasic, per definizione
    l'insulto all'OOP.
    bah! Solo per rimanere in Italia, mi sembra che realtà quali:http://www.devleap.com/http://www.ugidotnet.org (io openSMTP l'avevo trovato qui nella sezione "Goodies")dimostrino tutt'altro: c'è gente che tiene seminari alle università, ed anche qualcuno che ha fatto il docente ai Master del Politecnico di Milano...In generale, poi, hai siti quali:http://www.codeproject.comhttp://www.dotnetjunkies.comche sono delle "miniere" di risorse...
    C'è la cultura del tizio che si fa il
    programmone top-down con ottocento variabili
    temporanee e che ancora trova intelligente
    definire classi come collezioni di metodi
    statici, e che non conosce il multithreading
    nel modo più assoluto. "lock? a che
    serve?"
    Boh: a me sembra che questo qui:http://www.ugidotnet.org/articles/articles_read.aspx?ID=53sappia di cosa parla...
    Per tacer dell'interfacciamento con basi di
    dati. Quando uso Java, se ho una base dati
    su cui riflettere il mio modello ad oggetti
    mi attacco a qualche JDO, o più
    recentemente a Hibernate e ho un mapping
    automatico e performante sul database.
    Guarda: quando io devo gestire una base dati, definisco delle classi implementando i pattern CRUD + Value Object e preferisco di gran lunga questa soluzione rispetto ad un ORM
    In .NET dopo anni ancora non riesco a
    deglutire quello schifo di ADO.NET. Non
    riesco a capire quale geniaccio dentro a
    Microsoft abbia pensato di dare una
    rappresentazione ad oggetti alle struttura
    di un db relazionale (leggi Dataset,
    dataadapter,...) anzichè non
    concepire oggetti che facciano il rovescio,
    cioè che mappino degli oggetti in un
    db. Se modello il codice ad oggetti devo
    essere libero di rappresentare il mio mondo
    e poi sincronizzarlo sulla fonte di dati, e
    non voglio assolutamente infilare il mio
    mondo in un oggetto che modella un database.
    Che bevono a Seattle la mattina? Ketchup?
    vedi sopra... In ogni caso, il dataset non è propriamente "relazionale", bensì un ibrido relazionale/gerarchico, il che può avere molto senso per una _primitiva_ di accesso ai dati
    Mi dicono che in .NET 2 ci sarà la
    soluzione....ah però, nel 2005,
    sempre tempestivi!!!
    Si, si chiama Objectspaces ma, come ti ho già dett, non amo gli ORMSe non vuoi aspettare, puoi sempre utilizzare Olymars, un ORM per .NET realizzato da Microsoft France. Oltretutto, è anche gratis.
    Auguri anche a teio ho le maniche _costantemente_ rimbocacte: nel settore IT non si è mai "arrivati" :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....
    - Scritto da: Anonimo


    Perche' ci speravi ?



    Un pochino sì :$
    chiariamo una cosa: .NET è
    _già_ avanti, e Java (con Tiger)
    rincorre. Vedasi: autoboxing, metadata,
    enum, ... Alla "facciazza" di chi dice che
    è C# ad aver copiato da Java.Una cosa è il linguaggio, un'altra il framework.Il secondo non hanno ancora terminato di copiarlo.

    cross-platform cosa che

    NET non


    sara' mai



    appunto 8)
    .NET implementa uno standard ISO, cheah sì? E' già ISO? Ero rimasto fermo a quando era ECMA. Pensa un po'!
    può essere portato per _qualunque_
    piattaforma senza dover chiedere
    licenze/permessi/autorizzazioni. Mica come
    in Java, dove "mamma Sun" fa il bello e il
    cattivo tempo. Qualcuno ricorda quando Sun
    sottopose Java e la JVM ad ECMA, salvo poi
    ritirare la richiesta per mantenere il
    controllo sulla tecnologia mediante il
    "fantoccio" JCP?Java sta progressivamente essendo resa open da Sun, J2EE a parte. Do più valore a questo che ad una ISO, considerando che è già penetrata a fondo nel mercato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Animali....

      Una cosa è il linguaggio, un'altra il
      framework.
      Il secondo non hanno ancora terminato di
      copiarlo.
      davvero? Guarda che l'autoboxing non è una caratteristica del linguaggio, bensì del runtime. Anche perchè con .ENT parlare di linguaggio ha poco senso, poichè il CLR è language-agnostic
      ah sì? E' già ISO? Ero rimasto
      fermo a quando era ECMA. Pensa un po'!
      vedi a non essere informati? http://www.iso.org/iso/en/CatalogueDetailPage.CatalogueDetail?CSNUMBER=36769&ICS1=35&ICS2=60&ICS3=Per inciso, C# (il linguaggio) è lo standard ISO 23270
      Java sta progressivamente essendo resa open
      da Sun, J2EE a parte. Do più valore a
      questo che ad una ISO, considerando che
      è già penetrata a fondo nel
      mercato.Sun ha già fatto una volta lo scherzetto "lo apro, non lo apro"... Fase 1 - Le promesse:http://www.wired.com/news/technology/0,1282,19563,00.htmlFase 2 - La realtà:http://news.com.com/2100-1001-234061.html?legacy=cnet
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....
    - Scritto da: Anonimo

    Diciamo solamente che lavoro con .NET
    quasi

    ogni giorno, sin dalla versione beta1, e

    ritengo senza modestia di conoscerlo
    molto

    bene e molto approfonditamente.

    Gli articoli? Li leggo e ne scrivo.


    purtroppo, le tue affermazioni sono
    incompatibili: non puoi affermare quanto
    sopra e conteporaneamente dire "Java
    è meglio". Tiger (la JVM 1.5)
    è ancora in beta, e il grosso delle
    nuove caratteristiche sono "roba" presente
    in .NET dalla v1.0 (autoboxing, enum, ...) o
    quantomeno in Rotor, come i generics.
    L'implementazione di questi ultimi in Java,
    poi, è quantomeno discutibile: ne
    parla anche Bruce Eckel nell'ultimo post sul
    suo blog..NET batte Java dal punto di vista del bytecode e della macchina virtuale. Senzadubbio, sono d'accordo.(Nota: i generics su Tiger beta1 li trovi già, su .NET non ci sono ancora virtual machine beta che li supportino, eccetto Mono)Il problema sono le librerie disponibili (pardòn... gli assembly) e le community.In java esistono jar per fare qualsiasi cosa, esistono framework immensi, sia closed che open (ad es. jboss, tomcat, jxta, firebird, ...)Che ci faccio di una potentissima virtual machine se non ho classi per svolgere i compiti fondamentali????Ti faccio un esempio,un cliente mi ha chiesto una applicazione stand-alone che generasse un PDF lievemente complicato e lo spedisse via mail a qualcuno. Cosa semplice mi son detto: proviamola in .NET. Sono letteralmente diventato deficiente per trovare delle librerie open che m aiutassero.Ho impiegato due giorni per trovare un assembly in grado di spedire una cacchio di mail da una installazione .NET su Win98 in quanto l'oggettistica per fare suddetto lavoro (System.Web.Mail) in 1.1 si appoggia sui servizi NT. Tanto per la cronaca il componente si chiama openSmtp.Per il PDF altri casini infernali. NFop andava in profonda crisi mistica, PDFReport non ne parliamo, sicchè mi son buttato su iTextSharp che sembrava farcela (tutti assembly che trovi su sourceforge). In alcuni punti però assumeva comportamenti assurdi. M'è toccato ritoccarne i sorgenti: evidentemente chi ne fece il porting da java non sapeva che tutti i metodi sono di default virtuali e si dimenticò le dihiarazioni override in C#. Patetico.E qui entriamo nell'altro grande problema. Community scadenti, non come organizzazione, ma come livello di cultura informatica media. Se in java trovi gente che proveniva da C++, laureati, gente "con le palle", nelle community .NET generalmente ti trovi davanti a ex di VisualBasic, per definizione l'insulto all'OOP.C'è la cultura del tizio che si fa il programmone top-down con ottocento variabili temporanee e che ancora trova intelligente definire classi come collezioni di metodi statici, e che non conosce il multithreading nel modo più assoluto. "lock? a che serve?"Per tacer dell'interfacciamento con basi di dati. Quando uso Java, se ho una base dati su cui riflettere il mio modello ad oggetti mi attacco a qualche JDO, o più recentemente a Hibernate e ho un mapping automatico e performante sul database.In .NET dopo anni ancora non riesco a deglutire quello schifo di ADO.NET. Non riesco a capire quale geniaccio dentro a Microsoft abbia pensato di dare una rappresentazione ad oggetti alle struttura di un db relazionale (leggi Dataset, dataadapter,...) anzichè non concepire oggetti che facciano il rovescio, cioè che mappino degli oggetti in un db. Se modello il codice ad oggetti devo essere libero di rappresentare il mio mondo e poi sincronizzarlo sulla fonte di dati, e non voglio assolutamente infilare il mio mondo in un oggetto che modella un database.Che bevono a Seattle la mattina? Ketchup?Mi dicono che in .NET 2 ci sarà la soluzione....ah però, nel 2005, sempre tempestivi!!!


    Non aggiungo altro, ma mi sa che il
    trollone

    tra i due sei tu. ;)
    Io non sono la persona che ti ha dato del
    trollone, ma se il livello di conoscenza di
    .NET raggiunto in 3 anni (dalla beta 1)
    è quello che dimostri, IMHO dovresti
    rimboccarti le maniche...
    senza rancoreAuguri anche a te
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....


    Perche' ci speravi ?

    Un pochino sì :$chiariamo una cosa: .NET è _già_ avanti, e Java (con Tiger) rincorre. Vedasi: autoboxing, metadata, enum, ... Alla "facciazza" di chi dice che è C# ad aver copiato da Java.
    cross-platform cosa che
    NET non

    sara' mai

    appunto 8).NET implementa uno standard ISO, che può essere portato per _qualunque_ piattaforma senza dover chiedere licenze/permessi/autorizzazioni. Mica come in Java, dove "mamma Sun" fa il bello e il cattivo tempo. Qualcuno ricorda quando Sun sottopose Java e la JVM ad ECMA, salvo poi ritirare la richiesta per mantenere il controllo sulla tecnologia mediante il "fantoccio" JCP?
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....

    Diciamo solamente che lavoro con .NET quasi
    ogni giorno, sin dalla versione beta1, e
    ritengo senza modestia di conoscerlo molto
    bene e molto approfonditamente.
    Gli articoli? Li leggo e ne scrivo.
    purtroppo, le tue affermazioni sono incompatibili: non puoi affermare quanto sopra e conteporaneamente dire "Java è meglio". Tiger (la JVM 1.5) è ancora in beta, e il grosso delle nuove caratteristiche sono "roba" presente in .NET dalla v1.0 (autoboxing, enum, ...) o quantomeno in Rotor, come i generics. L'implementazione di questi ultimi in Java, poi, è quantomeno discutibile: ne parla anche Bruce Eckel nell'ultimo post sul suo blog.
    Non aggiungo altro, ma mi sa che il trollone
    tra i due sei tu. ;)Io non sono la persona che ti ha dato del trollone, ma se il livello di conoscenza di .NET raggiunto in 3 anni (dalla beta 1) è quello che dimostri, IMHO dovresti rimboccarti le maniche...senza rancore
  • Zeross scrive:
    Re: Animali....
    - Scritto da: Anonimo

    ci sei o ci fai? Son la stessa cosa, caro
    mio, è che a M$ hanno deciso di
    appioppare a 1.2 l'etichetta di 2.0 (forse
    perchè fa più marketing), ma
    è la stessa identica roba.Se ne sei convinto... mah... le informazioni che ho io non dicono questo... cmq il mondo è bello perchè vario... tanti saluti...Zeross
  • Zeross scrive:
    Re: Animali....
    - Scritto da: Anonimo
    Tengo a precisare che nel momento in cui
    scrivo Whidbey non è in Beta1 ma
    ancora in fase Alpha. Il prossimo shipment
    dovrebbe essere in aprile con una pre-beta1.

    -- Andrea Gelati
    Protocube TeamSì giusto... era sbagliato il tempo del verbo... volevo scrivere "includerà". ;)Zeross
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....
    - Scritto da: Anonimo
    Tengo a precisare che nel momento in cui
    scrivo Whidbey non è in Beta1 ma
    ancora in fase Alpha. Il prossimo shipment
    dovrebbe essere in aprile con una pre-beta1.se era una risposta al mio post, sappi che stavo parlando della beta1 del framework .NET... capisci? Quello che poi è diventato beta2, poi .NET 1.0 e infine .NET 1.1In termini temporali due-tre anni fa o giù di lì.
    -- Andrea Gelati
    Protocube Teamdai na sistematina alla home che non si trova l'immaginina... e facci cliccare qualcosa, cribbio!!! :s
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....
    Tengo a precisare che nel momento in cui scrivo Whidbey non è in Beta1 ma ancora in fase Alpha. Il prossimo shipment dovrebbe essere in aprile con una pre-beta1.-- Andrea GelatiProtocube Team
  • Anonimo scrive:
    Re: Va bene cosi'
    - Scritto da: Anonimo
    ...
    Le aziende più importanti o
    più ardite invece usano già
    .NET e da un pezzo ormai.questa e' davvero buona, mi hai strappato un sorriso
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....
    - Scritto da: Anonimo
    Senza stare qui a ricordare che il
    cross-plaform è una cosa nel 99%
    fattibile solo in teoria o ramificando tanto
    il codice che varrebbe la pena farne n
    versioni specifiche per platform.

    Che noia...Veramente il codice in java e' assolutamente portabile senza nessuna modifica.Scriviamo, rilasciamo e usiamo il nostro software tranquillamente sia su Linux che su Solaris senza toccarlo minimamente.(pare che funzioni anche su windows... ma lo testiamo solo per "curiosita'", non l'abbiamo mai usato in produzione)
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....

    Tu invece ti fai vero? Ma dove le hai lette
    'ste panzane? Sai almeno vagamente di cosa
    stai parlando? Ma provato a leggere qualche
    articolo sulle evoluzioni del framework? Non
    dirmi di si e che ci lavori perchè
    non è vero... Nessuno ti obbliga a
    usare quello che non vuoi ma trollare per il
    gusto di farlo.Diciamo solamente che lavoro con .NET quasi ogni giorno, sin dalla versione beta1, e ritengo senza modestia di conoscerlo molto bene e molto approfonditamente.Gli articoli? Li leggo e ne scrivo.Non aggiungo altro, ma mi sa che il trollone tra i due sei tu. ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Va bene cosi'

    Vedremo ma intanto il framework e' gia'
    presente da parecchi anni e l'interesse
    sucscitato e' bassissimo Palle !Sono le piccole realtà a ignorare .NET perchè non hanno soldi da investire per passare a VS.NET o a BEA.Le aziende più importanti o più ardite invece usano già .NET e da un pezzo ormai.Aggiornati.
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo

    ...cioè dobbiamo aspettare ancora

    più di un'anno per la versione
    1.2 di

    .NET????



    E io, che a chi mi diceva su Java ci son

    più librerie rispondevo: vedrai
    che

    con la 1.2 vanno in pari. Tsk

    Perche' ci speravi ?Un pochino sì :$

    A sto punto tanto vale consigliare Java,

    anche considerando che verrà resa

    progressivamente open.

    Vorrei vedere e' superiore sotto goni punto
    di vista. Senza contare che ci sono milioni
    di librerie gia' pronte ma soprattutto
    collaudate e cross-platform cosa che NET non
    sara' maiappunto 8)
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....
    Senza stare qui a ricordare che il cross-plaform è una cosa nel 99% fattibile solo in teoria o ramificando tanto il codice che varrebbe la pena farne n versioni specifiche per platform.Che noia...
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....
    - Scritto da: Anonimo
    ...cioè dobbiamo aspettare ancora
    più di un'anno per la versione 1.2 di
    .NET????

    E io, che a chi mi diceva su Java ci son
    più librerie rispondevo: vedrai che
    con la 1.2 vanno in pari. TskPerche' ci speravi ?
    A sto punto tanto vale consigliare Java,
    anche considerando che verrà resa
    progressivamente open.Vorrei vedere e' superiore sotto goni punto di vista. Senza contare che ci sono milioni di librerie gia' pronte ma soprattutto collaudate e cross-platform cosa che NET non sara' mai
  • Anonimo scrive:
    Va bene cosi'
    Se MS davvero vuole dare l'assalto in fascia alta non puo' che far bene a rallentare e testare. Basta seguire il framework per rendersi conto del lavoro allucinante che stanno facendo.Vediamo cosa ne verra'a noi developers
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....
    - Scritto da: Anonimo

    Veramente Whidbey, già nella
    beta 1

    include .NET Framework 2.0.



    .NET Framework 1.2 era incluso nella
    beta di

    Yukon dello scorso ottobre, ma anche qui

    sarà sostituito dalla versione
    2.0.

    ci sei o ci fai? Son la stessa cosa, caro
    mio, è che a M$ hanno deciso di
    appioppare a 1.2 l'etichetta di 2.0 (forse
    perchè fa più marketing), ma
    è la stessa identica roba.

    Roba, comunque, che uscira nel 2005.

    Ri- baaaaaaaaahh....Tu invece ti fai vero? Ma dove le hai lette 'ste panzane? Sai almeno vagamente di cosa stai parlando? Ma provato a leggere qualche articolo sulle evoluzioni del framework? Non dirmi di si e che ci lavori perchè non è vero... Nessuno ti obbliga a usare quello che non vuoi ma trollare per il gusto di farlo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Animali....

    Veramente Whidbey, già nella beta 1
    include .NET Framework 2.0.

    .NET Framework 1.2 era incluso nella beta di
    Yukon dello scorso ottobre, ma anche qui
    sarà sostituito dalla versione 2.0.ci sei o ci fai? Son la stessa cosa, caro mio, è che a M$ hanno deciso di appioppare a 1.2 l'etichetta di 2.0 (forse perchè fa più marketing), ma è la stessa identica roba.Roba, comunque, che uscira nel 2005.Ri- baaaaaaaaahh....
  • Zeross scrive:
    Re: Animali....
    - Scritto da: Anonimo
    ...cioè dobbiamo aspettare ancora
    più di un'anno per la versione 1.2 di
    .NET????

    E io, che a chi mi diceva su Java ci son
    più librerie rispondevo: vedrai che
    con la 1.2 vanno in pari. Tsk

    A sto punto tanto vale consigliare Java,
    anche considerando che verrà resa
    progressivamente open.

    Baaaaahhhhh.... :@Veramente Whidbey, già nella beta 1 include .NET Framework 2.0..NET Framework 1.2 era incluso nella beta di Yukon dello scorso ottobre, ma anche qui sarà sostituito dalla versione 2.0.Zeross
  • Anonimo scrive:
    Animali....
    ...cioè dobbiamo aspettare ancora più di un'anno per la versione 1.2 di .NET????E io, che a chi mi diceva su Java ci son più librerie rispondevo: vedrai che con la 1.2 vanno in pari. TskA sto punto tanto vale consigliare Java, anche considerando che verrà resa progressivamente open.Baaaaahhhhh.... :@
Chiudi i commenti