Intel ricomincia da tre

Per quest'anno Intel introdurrà tre nuove famiglie di processori mandando definitivamente in pensione la "gloriosa architettura P6" inaugurata con il Pentium Pro


Roma – In attesa del Developer Forum che si terrà a Palm Springs il 15 febbraio, Intel ed alcune fonti vicine all’azienda hanno cominciato a rivelare qualche dettaglio in più sulla roadmpad di quest’anno.

Intanto è stato confermato che le famiglie di processori che Intel introdurrà sul mercato durante il 2000 saranno tre: Willamette, che funzionerà a frequenze superiori al GHz e verrà dedicato al mercato dei PC desktop hi-end; Timna, che deriverà dagli attuali Celeron ed incorporerà una sezione grafica; Itanium, nome commerciale di Merced, che rappresenterà la prima CPU a 64 bit di Intel destinata a rimpiazzare nel medio periodo gli Xeon sul mercato aziendale hi-end.

Secondo il piano dei rilasci prospettato da Intel, Itanium dovrebbe uscire prima di Willamette e Timna, ma sarà anche la CPU che, per il momento, attirerà meno l’attenzione del mercato, visto che le tecnologie a 64 bit ancora per qualche hanno non interesseranno il mercato di massa.

Molta attenzione verrà riservata invece a Willamette, la settima generazione di CPU Intel che manderà in pensione l’ormai vetusto core P6, inaugurato da Intel al’epoca del Pentium Pro. Con la fine del 2001 i Pentium III saranno messi definitivamente fuori mercato, ma prima che questo accada toccheranno il fatidico GHz. I primi modelli di Willamette potrebbero fare la loro comparsa sul mercato con una frequenza di clock di 1,4 GHz, adotteranno il nuovo bus a 200 MHz e supporteranno le memorie Rambus o le più popolari DDR DRAM.


Per quanto riguarda Timna, debutterà nella seconda metà di quest’anno e partirà da una frequenza di 600 MHz. Sarà un processore economico, quindi destinato alla fascia di mercato attualmente coperta dai Celeron, di cui rappresenta un’evoluzione, ed integrerà un chipset grafico ed un controller per la gestione della memoria. Ma l’integrazione della parte grafica con la CPU potrebbe non rivelarsi molto azzeccata per il mercato consumer e potrebbe relegare queste CPU unicamente al mercato aziendale di fascia bassa: è noto infatti come i videogiochi necessitino di sottosezioni grafiche sempre più performanti e scalabili, l’esatto contrario di quello che può offrire una soluzione integrata come Timna.

Per finire, nel terzo trimestre di quest’anno sono attesi i nuovi chipset Solano II, il cui nome commerciale sarà 815e, e Camino II, 820e. La data di rilascio del Pentium III a 933 MHz verrà porbabilmente spostata di un mese, da maggio a giugno, mentre il modello a 866 MHz dovrebbe uscire verso la fine di questo trimestre.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti