Intel rilascia i compilatori per Prescott

Il big di Santa Clara lancia una versione dei propri compilatori ottimizzata per le nuove generazioni di chip, fra cui l'imminente Prescott
Il big di Santa Clara lancia una versione dei propri compilatori ottimizzata per le nuove generazioni di chip, fra cui l'imminente Prescott


Santa Clara (USA) – Intel ha annunciato la versione 8.0 della suite di compilatori e tool di sviluppo dedicati alla creazione di applicazioni per server, PC desktop e sistemi mobili quali laptop, telefoni cellulari e PDA.

Gli sviluppatori di software utilizzano i compilatori per convertire un linguaggio di programmazione, ad esempio C++ o Fortran, nel linguaggio macchina riconosciuto dal processore. Un compilatore più efficiente comporta in genere prestazioni più elevate per le applicazioni.

“L’ampia gamma di piattaforme di destinazione disponibili presenta nuove problematiche e nuove opportunità per gli attuali sviluppatori di software”, ha spiegato Jon Khazam, general manager della Software Products Division di Intel. “Per trarre vantaggio da queste opportunità è necessario disporre di tool di sviluppo software adeguati. Sia che cerchino di migliorare il numero di transazioni al secondo, progettare l’analisi sui server o favorire interazioni più veloci e fluide sui dispositivi informatici mobili, wireless e handheld, con i compilatori Intel gli sviluppatori possono realizzare il software per il sistema completo, sia sul lato server che sui telefonini”.

I nuovi prodotti comprendono i compilatori C++ e Fortran per Windows e Linux, oltre ai compilatori C++ per Windows CE.NET. I compilatori supportano tutta la gamma di processori per computer e dispositivi mobili di Intel, fra cui Prescott , nome in codice della CPU che, a partire dal prossimo anno, succederà al Pentium 4.

Intel ha spiegato che Prescott includerà nuove istruzioni destinate a migliorare le prestazioni grafiche e video e supporterà maggiormente le applicazioni ad elaborazione intensiva. Il nuovo chip integrerà anche la nuova tecnologia MMX per PC portatili , che promette di accelerare le applicazioni multimediali e grafiche anche sui telefoni cellulari e PDA.

I nuovi compilatori di Intel supportano inoltre la tecnologia Hyper-Threading e lo standard OpenMP 2.0, una specifica di settore per l’uso di direttive di alto livello nel threading delle applicazioni.

I nuovi tool offerti nei compilatori comprendono il Code Coverage e il Test Prioritization che, se utilizzati insieme, promettono di velocizzare lo sviluppo di applicazioni e aumentare la qualità migliorando la modalità di esecuzione del testing del software di prerelease.

Quando le applicazioni vengono testate, il tool Code Coverage presenta un’immagine completa sulla quantità di logica eseguita e sulla posizione della logica nel codice sorgente dell’applicazione. Se le applicazioni vengono modificate o se un dato test non esegue la parte dell’applicazione che interessa allo sviluppatore, il tool Test Prioritization consente di confermare se è stato eseguito il codice corretto.

Intel ha poi svelato il suo compilatore Visual Fortran per Windows, descritto come il primo a portare il supporto al linguaggio Compaq Visual Fortran (CVF)sui sistemi basati su processori Intel a 32 bit e su processori Itanium con Windows e Linux. Una versione evoluta del compilatore Visual Fortran Professional Edition per Windows sarà disponibile all’inizio del 2004 e comprenderà la IMSL Fortran 5.0 Library sviluppata da Visual Numerics.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

10 12 2003
Link copiato negli appunti