Intel sdoppia il cuore di P4 e Xeon

Intel cancella lo sviluppo dei successori di Pentium 4 e Xeon per migrare verso chip dual core basati su un'archittetura parzialmente rinnovata. In attesa di spostare tutto sulla tecnologia del Pentium M


Santa Clara (USA) – Intel ha deciso di fermare lo sviluppo del Pentium 4 per focalizzare la propria attenzione sui chip a doppio core e sul Pentium M. Le vittime sacrificali della nuova roadmap sono Tejas e Jayhawk , nomi in codice di quelli che avrebbero dovuto essere i rispettivi successori del P4 e dello Xeon.

L’annuncio non desta particolare sorpresa visto che lo scorso marzo il gigante dei chip confermò l’intenzione di abbandonare l’architettura NetBurst , alla base delle sue attuali CPU x86 server e desktop, per focalizzarsi, al suo posto, sull’architettura Banias del Pentium M e su altre soluzioni tecnologiche mirate ad incrementare le prestazioni dei suoi chip senza spingere oltre la frequenza di clock .

La stessa Intel ha ammesso di essere delusa dalla nuova generazione di P4 Prescott, chip che ereditano, in qualche caso esacerbandoli, quelli che secondo gli esperti sono i maggiori difetti dell’architettura NetBurst: elevati consumi energetici (che nei modelli più recenti hanno superato i 100 watt ), scarsa scalabilità ed efficienza. Per contro, l’architettura Banias è ottimizzata per fornire prestazioni paragonabili a quelle di un P4 utilizzando frequenze di clock e consumi nettamente inferiori.

In attesa di migrare le proprie CPU desktop verso la tecnologia alla base del Pentium M, Intel rimpiazzerà i chip a singolo core Tejas e Jayhawk con due rispettive versioni a doppio core che, stando alle indiscrezioni, dovrebbero essere basate su di una versione migliorata dell’attuale architettura NetBurst. Questi due processori, il cui nome in codice non è ancora noto, saranno l’ ultimo canto del cigno per NetBurst : con la tecnologia dual-core, che consente di integrare due chip in un solo die di silicio, Intel intende infatti estendere la vita della sua vecchia architettura quel tanto che basta per completare, entro la fine del 2007, la migrazione di tutti i suoi chip x86 verso il core a basso consumo del Pentium M.

“Velocità di clock più elevate non sono più la risposta alle necessità degli utenti”, ha affermato Kevin Krewell, editor in chief della pubblicazione Microprocessor Report . “Tejas non aveva più molto senso ormai”.

La transizione da NetBurst a Banias si accompagnerà, come si è visto nel caso di P4 e Xeon, alla migrazione dagli attuali processori a singolo core verso quelli multicore. Inizialmente il chipmaker aveva programmato l’arrivo dei primi chip dual-core durante il 2006, mentre ora ha fatto sapere di voler lanciare i sostituti di Tejas e Jayhawk già nel corso del 2005. In questo stesso anno, o quello successivo, Intel ha anche pianificato il debutto delle prime versioni a doppio core del Pentium M e Itanium .

La tecnologia dual-core, già impiegata da IBM nei processori Power e abbracciata di recente anche dai progettisti di CPU embedded ARM e NEC, consente di incrementare le prestazioni dei processori senza la necessità di portare ai limiti estremi le attuali tecnologie di produzione basate sul silicio. AMD ha già annunciato l’intenzione di percorrere questa strada con il rilascio, nel 2005, del primo Opteron dotato di due core .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: esagerazioni pilotate
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: ishitawa

    Fossi un amministratore con pieni poteri

    metteri Linux (mica per altro, am

    perchè un utente *nix è

    più controllabile)

    Se hai 2000 macchine metti Windows 2000E se ne hai 98 cosa ci metti?
  • miss_nik_dyom scrive:
    Re: Errore di fondo (2)
    - Scritto da: Anonimo
    Ci dovrebbe essere una legge contro i
    fanatici integralisti, invece.Giusto, purchè sia contro i fanatici integralisti da entrambe le parti...E anche l'obbligo di un corso di informatica di base per certi personaggi assurdi (manager compresi) che non conoscono concetti di base come la differenza tra internet e un browser:'(Non lavoro nel campo dell'informatica, però mi è capitato di dover spiegare ai miei capi cose tipo: cos'è internet? cos'è un motore di ricerca e come si usa? uno sosteneva che per cercare dei siti si dovesse inserire nella barra dell'url: "www.parolericercate.it" -o .com!- dove "parolericercate" erano le parole che avrebbe dovuto inserire in un motore, poi mi chiamava disperato chiedendomi perchè non funzionasse :'( l'altro non capiva perchè gli consigliassi di comprare e istallare un buon antivirus dato che windows è una facile vittima (ma come? windows lo usano tutti! se lo usano tutti vuol dire che va bene così com'è, no?)...non sapevo se ridere o piangere....==================================Modificato dall'autore il 13/05/2004 17.12.29
  • miss_nik_dyom scrive:
    link ad articolo
    http://www.apogeonline.com/webzine/2004/05/05/01/200405050101 uno spunto di riflessione......[..]Oggi come allora, la patch che consente di evitare l'infezione è già disponibile da tempo. Così Microsoft può scaricare la colpa sugli utenti: "Ehi, noi la patch l'abbiamo pubblicata, se poi gli utenti non la installano, non possiamo farci niente."Troppo comodo. E' vero che gli utenti hanno una parte di responsabilità[..] ma rifilare la colpa agli utenti distrae dal vero problema. In realtà il principale colpevole è il meccanismo di produzione del software, troppo adagiato sulla facile scappatoia delle patch. Perché prendersi la briga di scrivere codice robusto? Tanto c'è sempre la patch che risolve tutto. [..] Peccato che casi come Blaster e Sasser dimostrano che in realtà le patch facilitano il lavoro dei vandali.[..]Certo, anche Windows è "blindabile" come i suoi concorrenti, ma la differenza è che per blindarlo occorre lo sforzo attivo dell'utente, che spesso non è all'altezza del compito, mentre Linux e Mac sono già blindati in partenza. Per difendersi dai futuri attacchi come quello di Sasser ancor prima che sia resa disponibile la relativa patch, un utente Windows deve installare un buon firewall o attivare quello integrato nel sistema operativo Microsoft, che astutamente è fornito disattivato; un utente Linux o Mac ce l'ha già attivo di default.==================================Modificato dall'autore il 13/05/2004 16.29.54
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    - Scritto da: Anonimo
    Non mi risulta: qualunque antivirus che se
    ne stia in RAM è capace
    immediatamente di accorgersi dell'ingresso
    del codice malevolo.Gli antivirus normali non possono bloccare comandi datisfruttando le vulnerabilità come Sasser e/o RPC like.Lo possono solo quelli che ispezionano i pacchetti di rete.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma la gente onesta non merita niente

    e' piu' probabile che la ditta fallisca
    perche' totalmente abbandonata dai suoi
    clienti ... lo stesso non succede alla
    microsoft e non capisco il perche'..Forse perché l'offerta applicativa è di gran lunga migliore e più ben fornita?
    forse
    ci troviamo davanti a pecoroni talmente
    abituati a camminare in fila, a capo chino
    e a prendere bastonate che ormai non ci
    fanno piu' caso..Se sostenere un prodotto che ti da più possibilità applicative ed un migliore supporto nel tempo vuol dire essere pecoroni...
    io sono a posto con la
    coscienza perche' ho cambiato, l'unico
    rimpianto e' non averlo fatto prima Coscienza? Siamo arrivati fino al punto di scomodare la coscienza?Bill non è Satana... o forse qualcuno si è dimenticato di dirmelo?Adesso vado a confessarmi... e faccio un esorcismo al mio pc...MA DAI!!!Comunque se tu ti limiti a scrivere qualche lettera, a fare 2 disegni e a navigare in internet allora ok...
  • Anonimo scrive:
    Re: finalmente qualcosa di vero!!!

    Le lacune esistono e sono spesso davvero
    grossolane; soprattutto per un software
    pagato.Ma hai mai scritto un software che vada oltre il migliaio di righe tu? A quanto sembra no... studia un po' di ingegneria del software e provaci... dopo di sicuro cambi idea...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?

    Infatti l'attacco RPC Sasser non viene
    individuato e bloccato da nessun antivirus
    dato che non è compito loro.
    Al limite gli antivirus possono togliere gli
    effetti di Sasser.Non mi risulta: qualunque antivirus che se ne stia in RAM è capace immediatamente di accorgersi dell'ingresso del codice malevolo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bastano 18 anni ed un pc...
    - Scritto da: Anonimo

    Veramenta basta altrettanto poco per
    mandare

    in crisi qualsiasi Unix/Linux con un

    Apache. Pensa tu che il 50%

    degli Apache su Internet sono
    vulnerabili ad

    un exploit

    che permette a chiunque di diventare
    root.
    aspetta aspetta cos'abbiamo qui nel cappello
    magico?

    un bel 87,3%! Dove la infiliamo questa
    percentuale? Estraiamo anche la frase dal
    cappello dai!!
    "L'87,3% di quello che dici è una
    boiata".Prendi uno scanner per le vulnerabilitàdi Apache e PHP. Inizia a sondare subnet a caso.Poi ridimmi. Siamo vicini al 50% di tutte le LinuxBox.
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    -
    Comunque, il sasser non ce lo siamo presi:
    abbiamo un ottimo antivirus centralizzato. Infatti l'attacco RPC Sasser non viene individuato e bloccato da nessun antivirus dato che non è compito loro.Al limite gli antivirus possono togliere gli effetti di Sasser.
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?

    Te lo meriti tutto SASSER.Mi dispiace per te ma non me lo sono preso, visto che invece di scontrarmi con una Direzione imbecille ho dovuto per forza usare altre strade che non siano l'upgrade del server NT o il passare le mie quotidiane 8 ore lavorative a patchare a mano 200 client.Tra l'altro, non sono nuovo a situazioni come questa, il venire insultato a causa delle decisioni dei miei superiori. Abbiate pietà, purtroppo in Italia il sysadmin in molte aziende è considerato solo un impiegato che svloge lavoro non intellettuale, che esegue meramente gli ordini, anche informatici, di superiori che credono di sapere tutto di PC perché a casa hanno WinME con ZoneAlarm.-- Stefano
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?

    Mai avuto problemi. E ne ho migrati tanti.
    Inoltre puoi fare una migrazione a step che
    ti permette di provare e tornare indietro se
    non ti piace.Lo so benissimo e l'ho fatto almeno 15 volte senza problemi. Ma vaglielo a spiegare. Come sentono la parola "migrazione" fuggono come passeri.-- Stefano
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?

    200 licenze di windows 2000 pro e non hanno
    i soldi per windows 2000 server?!

    Buh!I PC hanno Win2000 Pro o XP Pro preinstallati, li hanno comprati già così.-- Stefano
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?


    Il commerciale certificato non significa
    nulla (io ho sia certificazioni commerciali
    e tecniche di altri produttori). Per
    definizione un commerciale è una
    putt... e venderebbe sua madre. Se ha
    percepito il fatto che la direzione voleva
    sentirsi dire che non serve aggiornare ha
    sicuramente proposto una soluzione che
    andava bene a tutti. Magari sul firewall ci
    guadagnava pure di più.È proprio quello che è successo. E come me ne conosco altri: WinNT server, tanti client 2000/XP (i PC nuovi ce l'hanno preinstallato) e una Direzione di dementi.Mi pare quindi che la situazione sia abbastanza comune e per questo non mi stupisco se tante aziende si sono presi il sasser.

    P.S.: un banale Windows Update schedulato
    dal client non potrebbe almeno attenuare il
    problema?
    I problemi sono due:1) Solo pochissime macchine sono abilitate alla navigazione, che è comunque sotto proxy.2) Gran parte dei PC lavora anche di notte e non si può fermare, e inoltre è loggato come user, quindi il Windows Update non fa installare.Comunque, il sasser non ce lo siamo presi: abbiamo un ottimo antivirus centralizzato. -- Stefano
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    - Scritto da: Anonimo




    Microsoft SUS non costa niente.



    Windows 2000 server o Windows server 2003
    invece costano.
    E anche tanto. Microsoft vuole far risolvere
    i problemi facendo l'upgrade costoso dei
    sistemi operativi. Oltretutto, una
    migrazione di dominio non è sempre
    una cosa pulita pulita, non so se mi
    spiego....Te lo meriti tutto SASSER.
  • Granvisir scrive:
    Una rete che non c?è più..
    ..un mondo che non c'è più! Chi di noi ha avuto l'onore e il privilegio di assistere all'avvento di internet, certo non può fare a meno di rimpiangere in qualche misura quel sentore di "rivoluzione in corso" che pervase non pochi agli albori della nuova era. Illuministi d'altri tempi che immaginavano anche solo in parte le reali potenzialità di uno strumento destinato a ribaltare gli equilibri precostituiti ed ampliare immensamente coscienze e conoscenze. Come spesso in assoluta buona fede ci siamo lasciati travolgere dall?entusiasmo per il nuovo e luminoso futuro trascurando in parte l?altra faccia della medaglia: limiti e punti deboli del sistema. Ci pensarono altrettanto entusiasti ?artisti? della rete che con i loro impietosi virtuosismi contribuirono non poco a rafforzarlo il sistema, evidenziando soprattutto la sua natura di ?sistema dei sistemi?, e pure di unica reale infrastruttura planetaria, libera dalle frontiere degli stati, delle culture, dei pensieri e delle leggi. Oramai però la rivoluzione è in gran parte compiuta. La rete, quando anche non la utilizzino, tutti la conoscono, tutti sono coscienti di quanto ad essa sia stata affidata grande parte della nostra quotidianità. E? per questo, a mio avviso, che si è fatta strada la nuova percezione di ?untore? e di ?maligno?. Che la rete abbia le sue vulnerabilità è ormai noto, come anche che difficilmente smetterà di averne in futuro. Rivendicare la propria genialità a scapito di enormità di persone non ha nulla di eroico, se non criminale, è quantomeno stupido e si merita quindi il disprezzo delle vittime. Esercizio di fantasia.. Lanciato dalla solita megazienda il nuovo solito megasistemaoperativo megastudiato, sperimentato, implementato, collaudato dal solito megateam di soliti megaingegneri con solito unico megaincubo: quindici / vent?anni, un pc, una connessione chissà dove sul globo e un qualsiasi ?perché?. Il megaincubo scopre l?inevitabile megabuco del megasistema e con pochi miniKb si spalanca i video di milioni di pc. ?Carissimo utente megazienda, credo farti cosa gradita avvisandoti che il megasistema che hai comprato purtroppo non è abbastanza mega; chiunque come ho fatto io potrebbe sfruttare questa sua falla per danneggiarti. Ti consiglio rivolgerti al più presto a megazienda il cui megateam di megaingegneri sarà indaffarato a preparare una megatoppa. In cambio di questo servizio mi limito a chiederti qualche secondo della tua attenzione per questo mio ?perché?.? Probabilmente il nostro amico immaginario finirebbe lo stesso dietro le sbarre, ma chi avrebbe il coraggio di mettere taglie sulla testa di tanta ?nobiltà?? Chi si sentirebbe mai di condannare moralmente costui?Perciò onore al merito all?ennesimo artista del bit senza però che manchi il biasimo per l?inutilità e la pochezza che di questa sua genialità ha voluto fare.
  • Anonimo scrive:
    Re: La cultura...
    - Scritto da: Anonimo
    l'haking (quello vero) non creava problemi,
    li risolveva. Grazie a persone come queste
    invece è diventato sinonimo di pirata
    e danni.Sono d'accordo.E' solo un problema di cultura e di educazione.Forse se qualcuno (i genitori?? mah..) avessero spiegato ai ragazzi autori dei virus, PRIMA di mettergli in mano un computer, cosa e' male e cosa e' bene, forse ora l'autore di Sasser non sarebbe nei guai.E un po'come spiegare che sfregiare le carrozzerie delle macchine parcheggiate con un chiodo o una chiave e' MALE...
  • Anonimo scrive:
    Re: Meno male che esistono persone così
    - Scritto da: Gallone
    è grazie a loro se la rete e i
    sistemi operativi sono arrivati a questo
    grado di innovatività, non
    dimentichiamolo.
    Se non ci fossero loro secondo me al giorno
    d'oggi saremmo ancora ai tempi in cui da una
    shell bastava scrivere password: pippo ed
    ottenere privilegi di root!!

    Ho esagerato ma pensate se non è un
    po' VERO!Credi davvero?La scorsa settimana sono entrato (diciamo per caso) in un sistema usando nome utente "pippo" e password "password"...E non stiamo parlando di un poveraccio qualsiasi, ma di una azienda informatica.Ergo: non c'e' peggior sordo di chi non vuol sentire.
  • Anonimo scrive:
    Re: dargli un lavoro!?!?!?
    Concordo, dare a lui un lavoro socialmente utile, e darlo anche a tanti admin che han "dimenticato" di applicare una patch in 17 giorni.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ragazzini stupidi esibizionisti medi


    Pero' prendersela sempre e solo con l'*untore* mi pare un po troppo per tutti...Concordo, direi.
    Meriterebbe invece un buon posto di lavoro
    chi ha scovato e segnalato la
    vulnerabilità.Che quasi sicuramente l'e' un miglior security-man di chi la patch disponibile non l'ha applicata per tempo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Sven
    - Scritto da: Anonimo
    Certo,

    poteva esser peggio, ma di sicuro i
    danni

    economici li ha creati, e ciò
    dal mio

    punto di vista è vandalismo
    E gli uffici pubblici, le banche etc. etc.,
    che non eliminano dai loro sistemi falle,
    oltretutto note, non fanno vandalismo nei
    miei confronti???No, sono incoscienti. Il vandalo è chi commette l'atto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Integralismi...


    Economia E' società... e

    società E' economia...

    Non è così. Attenzione,
    soprattutto se ci tieni ad essere un
    liberista ortodosso, come pare: quello che
    dici è puro comunismo.Mah, ho qualche dubbio...Comunque non si può negare il carattere capitalista della nostra società...

    E, scusate la volgarità, dico:
    per

    piacere, non sputiamo nel piatto nel
    quale

    mangiamo...

    Se è il mio piatto ci posso sputare
    anche dentro, si chiama libertà.Hai ragione... ma bisogna farlo con consapevolezza e spirito critico... non abbandonarsi a facili invettive contro i "padroni" di turno... e soprattutto non usare toni rivoluzionari che fanno sempre più danni che portare benefici...
    Anche se in un ottica aziendalistica posso
    sputare solo dopo aver pagato le dovute
    royaltiesNon ti sembra di esagerare?
    Nessuno dà il diritto al ragazzo di
    fare danni, ma io devo chiedere alle aziende
    di non farsi fregare dal primo virus writer
    che passa. Nessuno dà il diritto alle
    aziende di essere ignoranti e impreparate di
    fronte a cose del genere. Anche
    perché essere pronti era facile.Si... ma con questo non si nega che il ragazzo sia un criminale che sapeva quello che faceva... e lo faceva in malafede...
    Non ho chiamato genio questo ragazzino. Non
    ho neanche detto che Linux sia una botte di
    ferro. Però non mi costringe, allo
    stato attuale, a riempirmi di antivirus e a
    passare il tempo a patchare.Beh... il sofware non è MAI esente da falle... lo sapete forse meglio di me... soprattutto per la complessità che un OS richiede... e miliardi di righe di codice da scrivere...
    Forse le aziende non sono disposte a
    spendere per pagare amministratori. Forse
    non hanno abbastanza personale, e forse non
    è abbastanza preparato. Questa
    è una responsablità delle
    aziende, non del virus writer. Il pericolo
    esisteva prima che arrivasse lui. Si, ma ripeto: lui resta pur sempre un criminale... non ha NESSUN sconto... poi se qualcuno vuole chiamare in giudizio le aziende lo facciano... molte hanno chiamato in giudizio MS con più o meno successo...Ricordo che siamo in un paese democratico...
    Anche a me piace la linea di comando.
    Intanto perché da linea di comando
    ordino al sistema di fare delle cose, mentre
    da GUI devo farmele da me. In un certo
    senso.
    Poi, per tantissimi server avere una GUI
    non solo è inutile e spreca risorse,
    ma anche dannoso, perché introduce
    vulnerabilità senza aggiungere
    funzionalitàSi per un server hai ragione...Per quasi tutti gli altri applicativi la GUI è necessaria...
    Mah, va bene anche a casa mia, e andrebbe
    bene anche nel mio ufficio, come in quello
    di tanti altriBeh... per scrivere una lettera anche si... per fare 2 operazioni con un foglio di calcolo pure... per navigare in internet anche...Per il resto Linux è enormemente carente...
    Idealmente. Nella realtà il manager
    sbaglia e il tecnico viene sostituito. Se il
    prodotto non funziona, se ne compra uno
    peggiore.Beh... l'azienda così avrà molte perdite ed avanzeranno quelle che avranno fatto le migliori scelte... il tempo e l'economia da ragione... vedremo...
    Non so: se io sprecassi tante risorse per
    mantenere quella che dici essere una quota
    irrisoria, forse farei qualcosa di sbagliato
    per l'economia capitalistica.Beh... anche le scelte sbagliate (che durano poco) fanno avanzare l'economia... in un certo senso si può parlare di competizione...
    Di fatto MS mi obbliga, in modi che potrei
    considerare poco puliti. In uno dei posti in
    cui lavoro, abbiamo dovuto sostituire dei
    Mac con dei PC, per motivi che non mi
    piacciono e che trovo molto discutibili.Non so le loro motivazioni...Però azzardo: perché probabilmente il pc offriva più compatibilità con il sistema precedente, mentre Linux no...
    Se tutti i PC fossero equipaggiati con l'OS
    preferito dall'utente (e non con quello
    imposto dal rivenditore), la cultura
    informatica avrebbe da guadagnarci.
    Così come stanno le cose oggi,
    è come se le librerie vendessero
    tutte lo stesso libro, alla faccia della
    cultura.Si, ma non si può pretendere da uno che non sa niente di pc ad usare linux da linea di comando... pretendere che sappia dove cercare e come configurare alla perfezione tutti i driver...La sua vita non deve essere rivolta a configurare un pc, ma ad usarlo come un utensile qualsiasi... facile e veloce...Anche se non vi piacerà per il momento MS risulta la miglior soluzione per alfabetizzare le persone riguardo all'informatica!

    Prego... a me piace parlare con quelli
    come

    te...


    Sempre che "quelli come te" non sia un
    insulto, devo dire che il dibattito fa bene
    alla saluteNon preoccuparti, non è un insulto...Sono pienamente daccordo...

    Non l'ho mai detto e per adesso non lo

    dico... vedremo in futuro...


    Io spero che non ci sia mai niente di
    perfetto. Sarebbe la fine, soprattutto per
    chi perfetto non è, cioé la
    gente.Mi piacciono questi ragionamenti...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: non mi piacciono nè Bill Gates nè W.
    - Scritto da: Anonimo
    ma considerando che ho penato 3 giorni per
    togliere Sasser dal mio computer, spero che
    l'autore del medesimo resti in galera quel
    tanto che basta da dissuadere altri idioti
    come lui.
    Non sono un forcaiolo ed ho preso il virus
    per una mia disattenzione, ma ormai passo
    più tempo ad aggiornare anti-virus ed
    anti spyware, malware etc. etc. che a
    navigare.....

    è troppo chiedere di essere lasciato
    in pace???non è troppo, sappi che usando windows 95 non avresti preso nulla... l'innovazione che bontà


    Magobaol
  • Anonimo scrive:
    Re: Bastano 18 anni ed un pc...

    Veramenta basta altrettanto poco per mandare
    in crisi qualsiasi Unix/Linux con un
    Apache. Pensa tu che il 50%
    degli Apache su Internet sono vulnerabili ad
    un exploit
    che permette a chiunque di diventare root.aspetta aspetta cos'abbiamo qui nel cappello magico?un bel 87,3%! Dove la infiliamo questa percentuale? Estraiamo anche la frase dal cappello dai!! "L'87,3% di quello che dici è una boiata".mhh, i tuoi metodi funzionano! Grazie :)

    Però accoppare Windows è
    più fico che accoppare una Unix/Linux
    Box.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bastano 18 anni ed un pc...
    No. Ti garantisco che non è più figo...Solo più facile.
  • Anonimo scrive:
    Re: Meno male che esistono persone così
    sono d'accordo. niente di piu' vero... il problema che M$ non l'ha ancora capito... per questo continua ad arrabbiarsi...
  • Anonimo scrive:
    Re: Sicurezza? Solo pubblicità ingannevole..
    ... eggia'.... :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Integralismi...

    Daccordo su tutto.
    Del resto purtroppo il 90% di chi si spaccia
    per esperto di informatica non ha la minima
    idea di cosa voglia dire creare software.
    Per questo non sa quanto sia difficile
    realizzare un sistema operativo senza
    vulnerabilità alcuna, né
    quanto sia facile realizzare certi tipi di
    virus.
    Vedi il mio intervento "ragazzini stupidi
    esibizionisti mediocri"OK!E per finire consiglio agli appassionati del pinguino a scrivere applicativi in più (seri e completi) per Linux che ne è molto carente...
  • Anonimo scrive:
    Re: Integralismi...

    Forse non ti è completamente chiaro
    il senso dell'articolo. Ti farò un
    esempio.
    Metti che una ditta costruisca un palazzo
    con le porte a combinazione, ma che la
    combinazione sia piuttosto facile. La ditta
    continua a costruire palazzi con la
    combinazione facile, e tutt'al più
    avverte i nuovi abitanti di cambiare
    gratuitamente le serrature, se hanno tempo e
    voglia.
    A un certo punto un tizio trova la
    combinazione e frega un po' di posate qua e
    là, giusto per non recare troppo
    danno ma almeno per dare abbastanza fastidio
    da far attirare l'attenzione sulla poca
    serietà della ditta.Guarda... per me era già chiaro... ma così lo è ancora di più...
    Che cosa fanno i media? Additano il tizio
    come criminale schifoso e nulla dicono sulla
    ditta, che addirittura mette una taglia sul
    tizio.Mettere taglie, se non sbaglio, non è illegale ed il tizio resta pur sempre un criminale... neghiamo sempre che abbia fatto danni?
    L'articolo pone giustamente l'accento sui
    media che hanno confuso le acque, non
    dà del martire al tizio, che se da
    una parte è un potenziale buon
    impiegato per ditte di serrature, ha
    comunque rubacchiato qualche posata e recato
    parecchio fastidio.Beh... la ditta... pensate che tutte queste ditte siano talmente ricche da non subire seri contraccolpi per causa di un ragazzino immaturo?
    Ma da qui a farlo
    passare come unico untore e criminale, e la
    ditta come povera vittima, ce ne passa
    davvero.E' un problema dei media... non della giurisprudenza: lui è un criminale fra tanti e giudicato secondo le procedure del caso!Non è l'unico, ma allora solo perché non si riescono a scovarli tutti questo deve restare impunito?
    In realtà l'unica vittima di questa
    faccenda è la sicurezza dei nostri
    dati personali...Dati personali: un'altra questione interessante e molto annebbiata...Alla prossima...Davide.
  • Anonimo scrive:
    finalmente qualcosa di vero!!!
    Ho letto con piacere l'articolo e volevo innanzitutto fare i compliementi all'autore per la bellissima analisi.Il fatto è che spesso si viene condizionati a porre l'accento solo sul "cattivone" di turno che sfrutta un exploit di windows e non ci si sofferma a chiedersi perchè windows risulta essere cosi' vulnerabile a tanti attacchi; solo perchè il piu' usato? personalmente penso di no. Le lacune esistono e sono spesso davvero grossolane; soprattutto per un software pagato.grazie zio Bill.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ragazzini stupidi esibizionisti mediocri

    Meriterebbe invece un buon posto di lavoro
    chi ha scovato e segnalato la
    vulnerabilità.Per carità d'accordo su tutto, ma a volte mi piacerebbe che i problemi dell'informatica si applicassero anche al mondo "reale"...Nel senso: immagina che si scopra che a tutte le fiat stilo se gli vai a meno di un metro e urli "BU!" esploda.Immagina che la Fiat lo sappia e richiami i possessori di stilo per sistemare il problema, e che solo il 10% segua i consigli del produttore.Poi arriva il pirla di turno, si piazza in un parcheggio armato di walkie talkie e fa saltare una reazione a catena, con tutte le stilo (il 90%) che saltano per aria una dietro l'altra....Per carità, il tizio è un pirla... e su questo non ci piove... e neanche sul fatto che sia un atto vandalico bello e buono...Però sarebbe decisamente il casi di iniziare a riversare un po' di colpe a quel 90% che se ne è sbattuto le pelotas... O alla Fiat se effettivamente si ritiene che la comunicazione non sia stata abbastanza capillare e tempestiva.Però prendersela sempre e *solo* con l'"untore" mi pare un po' troppo comodo per tutti...Tutto IMHO....
  • Anonimo scrive:
    Re: Bastano 18 anni ed un pc...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Veramenta basta altrettanto poco per
    mandare

    in crisi qualsiasi Unix/Linux con un

    Apache. Pensa tu che il 50%

    degli Apache su Internet sono
    vulnerabili ad

    un exploit

    che permette a chiunque di diventare
    root.

    La differenza è che un attacco di
    questo tipo non si può autoreplicare,
    e non è una differenza da nulla: un
    hacker in un giorno può disfare 100
    server, un worm 18 milioni.Se posso diventare root posso installare uno script di replica senza problemi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    - Scritto da: Anonimo
    Oltretutto, una
    migrazione di dominio non è sempre
    una cosa pulita pulita, non so se mi
    spiego....Mai avuto problemi. E ne ho migrati tanti. Inoltre puoi fare una migrazione a step che ti permette di provare e tornare indietro se non ti piace.
  • Anonimo scrive:
    Re: esagerazioni pilotate
    - Scritto da: ishitawa
    Fossi un amministratore con pieni poteri
    metteri Linux (mica per altro, am
    perchè un utente *nix è
    più controllabile) Se hai 2000 macchine metti Windows 2000/2003 sui server, XP Pro o 2000 Pro sui desktop, impedisci alla gente di accedere al desktop come amministratore, utilizzi le Group Policy e SUS per l'aggiornamento dei diritti e dei patch e hai risolto i tuoi problemi. Anzi... hai una rete molto più facile da gestire.Provare per credere!
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    Non mi sembra che oggi MS spari tante cazzate sul lato sicurezza, anzi... loro ti dicono di fare tante belle cose per proteggerti che però pochi fanno. Il commerciale certificato non significa nulla (io ho sia certificazioni commerciali e tecniche di altri produttori). Per definizione un commerciale è una putt... e venderebbe sua madre. Se ha percepito il fatto che la direzione voleva sentirsi dire che non serve aggiornare ha sicuramente proposto una soluzione che andava bene a tutti. Magari sul firewall ci guadagnava pure di più.A proposito di venditori di prodotti MS una considerazione. La mia azienda (consulenza e integrazione - non vendita - nel settore informatico) sta cominciando a occuparsi seriamente anche di sistemi Windows e .NET (oltre a Java, UNIX, Linux e IBM) perchè ritiene che gli ultimi prodotti siano tecnicamente buoni. All'inizio ci aspettavamo una certa concorrenza ma questa praticamente non esiste! La maggior parte di quelli che vendono MS che abbiamo incontrato erano degli emeriti ignoranti. Le scemenze che dicono sono incredibili. Tecnicamente parlando sono alla preistoria. Nelle ultime 4 settimane mi sono trovato a difendere Windows 2000 e 2003 da bufale enormi dette da personale di aziende certificate e business partner Microsoft (ironico per uno che ha UNIX nel DNA). E questo personale era anche convinto di ciò che diceva. Senza contare la mancanza di visione sugli stessi prodotti che vendono.Ultima cosa. Non è che mettendo Linux risolvi il tuo problema: devi sempre aggiornare 200 macchine.P.S.: un banale Windows Update schedulato dal client non potrebbe almeno attenuare il problema?
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?

    Windows 2000 server o Windows server 2003
    invece costano.
    E anche tanto. Microsoft vuole far risolvere200 licenze di windows 2000 pro e non hanno i soldi per windows 2000 server?!Buh!
    i problemi facendo l'upgrade costoso dei
    sistemi operativi. Oltretutto, una
    migrazione di dominio non è sempre
    una cosa pulita pulita, non so se mi
    spiego....
  • Anonimo scrive:
    Non sono d'accordo...
    Se mi entra in casa uno zingarello, poverino, allora dovremmo forse dare anche a lui un premio, visto che con la sua astuzia è riuscito a bypassare il portoncino di "cartone" che ha installato quel fetentone del costruttore?
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Di al tuo capo se costa di più

    qualche ora di fermo della rete

    o una licenza Windows 2000 con la quale

    potete usare le Group Policy.



    L'ho fatto e tutta la direzione mi ha riso
    in faccia. Hai presente 7 deficienti in
    giacca e cravatta che ti considerano un
    hackerino pieno di paranoie che vuole fargli
    spendere dei soldi solo per "tutte quelle
    pasquine che legge su Internet"? La cosa
    divertente è che hanno risolto i
    problemi di sicurezza pagando una
    costosissima ditta esterna il cui
    commerciale, certificato Microsoft, ha detto
    loro "ma sì, potete tenervi l'NT e
    non patchare sempre i PC!" e gli ha venduto
    un firewall hardware (bellissima la
    riunione: un dirigente gli ha chiesto se non
    era meglio usare ZoneAlarm! ROTFL!!!)
    E la mia situazione è tremendamente
    simile a quella di tantissime altre aziende:
    M$ spara cazzate e fa sistemi di cacca, i
    media riprendono le parole di M$
    infarcendole di ulteriori cazzate, i
    dirigenti delle aziende riprendono i media e
    sono convinti di saperne di più
    dell'impiegatuccio hackeruccio che vorrebbe
    tutto su Linux. L'impiegatuccio da parte sua
    usa tutto il suo tempo, compresi sabati e
    domeniche, ad aggiornare i client invece di
    usare il proprio tempo per cose magari un
    po' più produttive per l'azienda che
    lo paga..! E poi se ci prendiamo il sasser
    è pura colpa dell'mpiegatuccio...
    :((( Povera Italia...

    --
    StefanoSe fate gli stipendi in casa, fai presente alla direzione che al prossimo virus o worm durante il periodo di elaborazione stipendi, non garantirai il pagamento dello stipendio in primis all' A.D. e poi ai dipendenti e che avvertirai per primi i dipendenti....in genere funziona e si ottiene il minimo necessario!!
  • Di-Gi scrive:
    Re: Ragazzini stupidi esibizionisti mediocri
    Concordo pienamente.Al momento della diffusione del worm, la vulnerabilità era già stata segnalata e patchata da quasi 2 settimane.Inoltre, esisteva già un exploit...L'autore del worm ha semplicemente riarrangiato il codice già esistente dell'exploit, creando un "auto-exploiter" che si potesse diffondere autonomamente a macchia d'olio.Si tratta di un programma che qualsiasi programmatore riuscirebbe a realizzare, il ragazzino autore del worm non ha nulla di speciale, è stato semplicemente il primo tra i tanti script-kiddie ad aver pensato di creare una cosa del genere.(Tra l'altro stando alle analisi delle prime varianti di sasser, emergono anche degli errori di programmazione!!)Meriterebbe invece un buon posto di lavoro chi ha scovato e segnalato la vulnerabilità.==================================Modificato dall'autore il 10/05/2004 17.46.51
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?


    Vai su google e scrivi Microsoft SUS
    Non sono deficiente, lo conosco benissimo ma non gira su Win2000 Pro e su WinNT server, come ho scritto nel thread iniziale.-- Stefano
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?


    Microsoft SUS non costa niente.
    Windows 2000 server o Windows server 2003 invece costano.E anche tanto. Microsoft vuole far risolvere i problemi facendo l'upgrade costoso dei sistemi operativi. Oltretutto, una migrazione di dominio non è sempre una cosa pulita pulita, non so se mi spiego....
  • Anonimo scrive:
    Re: Integralismi...
    Daccordo su tutto.Del resto purtroppo il 90% di chi si spaccia per esperto di informatica non ha la minima idea di cosa voglia dire creare software. Per questo non sa quanto sia difficile realizzare un sistema operativo senza vulnerabilità alcuna, né quanto sia facile realizzare certi tipi di virus.Vedi il mio intervento "ragazzini stupidi esibizionisti mediocri"
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Sven
    - Scritto da: Anonimo

    cut

    Bravo, poi ti trovi uffici pubblici non
    utilizzabili per una giornata, banche idem,
    transazioni che non vanno a buon fine per
    via di questi reboot, etc etc. Questi non
    sono danni economici, secondo te? Certo,
    poteva esser peggio, ma di sicuro i danni
    economici li ha creati, e ciò dal mio
    punto di vista è vandalismoE gli uffici pubblici, le banche etc. etc., che non eliminano dai loro sistemi falle, oltretutto note, non fanno vandalismo nei miei confronti???
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    Prima di offendere leggi le altre risposte, grazie.-- Stefano
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    - Scritto da: Anonimo
    Di al tuo capo se costa di più
    qualche ora di fermo della rete
    o una licenza Windows 2000 con la quale
    potete usare le Group Policy.
    L'ho fatto e tutta la direzione mi ha riso in faccia. Hai presente 7 deficienti in giacca e cravatta che ti considerano un hackerino pieno di paranoie che vuole fargli spendere dei soldi solo per "tutte quelle pasquine che legge su Internet"? La cosa divertente è che hanno risolto i problemi di sicurezza pagando una costosissima ditta esterna il cui commerciale, certificato Microsoft, ha detto loro "ma sì, potete tenervi l'NT e non patchare sempre i PC!" e gli ha venduto un firewall hardware (bellissima la riunione: un dirigente gli ha chiesto se non era meglio usare ZoneAlarm! ROTFL!!!)E la mia situazione è tremendamente simile a quella di tantissime altre aziende: M$ spara cazzate e fa sistemi di cacca, i media riprendono le parole di M$ infarcendole di ulteriori cazzate, i dirigenti delle aziende riprendono i media e sono convinti di saperne di più dell'impiegatuccio hackeruccio che vorrebbe tutto su Linux. L'impiegatuccio da parte sua usa tutto il suo tempo, compresi sabati e domeniche, ad aggiornare i client invece di usare il proprio tempo per cose magari un po' più produttive per l'azienda che lo paga..! E poi se ci prendiamo il sasser è pura colpa dell'mpiegatuccio... :-((( Povera Italia...-- Stefano
  • Anonimo scrive:
    Re: Integralismi...
    perfettamente daccordo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bastano 18 anni ed un pc...
    - Scritto da: Anonimo
    Veramenta basta altrettanto poco per mandare
    in crisi qualsiasi Unix/Linux con un
    Apache. Pensa tu che il 50%
    degli Apache su Internet sono vulnerabili ad
    un exploit
    che permette a chiunque di diventare root.La differenza è che un attacco di questo tipo non si può autoreplicare, e non è una differenza da nulla: un hacker in un giorno può disfare 100 server, un worm 18 milioni.Avrei anche da ridire sulle precentuali e sulla veridicità dell'exploit, ma mi aspengo.
    Però accoppare Windows è
    più fico che accoppare una Unix/Linux
    Box.No, è semplicemente alla portata di sbarbati che sanno solo mettere su dei kit trovati in rete.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bella stronzata
    - Scritto da: Anonimo[cut]
    (se non si fanno gli upgrade e
    non s'installano le patch non è colpa
    della Microsoft... nessun sistema senza
    upgrade è minimamente sicuro, manco
    OpenBSD) [cut]Questa è una falsità: FreeBSD, BSD, MacOS, MacOS X, Linux, OS/2, AS400 sicuramente avranno dei buchi in cui in hacker (o meglio cracker) può entrare, ma NON esiste la possibilità di fare exploit che si autoreplicano!La vera vulnerabiltà di Windows è l'elefantesca mole e l'impossibilità, ormai, anche da parte di MS di sapere esattamente come lavora. Altrimenti non avrebbero una unit dedicata a tappare le falle!inoltre sistemi basati su BSD non hanno mai avuto bufferoverflow, come, invece, capita sempre più spesso a Windows. Vorrei ricordare che un b.o. è un errore di progettazione del codice, non un male necessario.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bastano 18 anni ed un pc...
    - Scritto da: Anonimo
    Ecco il segreto di windows, quello che lo fa
    preferire ad altri:
    l'ACCESSIBILITA' !
    Bastano 18 anni e un pc per mandare in crisi
    Microsoft Windows, il re dei sistemi
    operativi.Veramenta basta altrettanto poco per mandare in crisi qualsiasi Unix/Linux con un Apache. Pensa tu che il 50%degli Apache su Internet sono vulnerabili ad un exploitche permette a chiunque di diventare root.Però accoppare Windows è più fico che accoppare una Unix/Linux Box.
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    Di al tuo capo se costa di più qualche ora di fermo della reteo una licenza Windows 2000 con la quale potete usare le Group Policy.
  • Anonimo scrive:
    Bella stronzata
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    - Scritto da: munehiro

    - Scritto da: Anonimo

    Il vero responsabile non è
    sasser,

    non è il 18enne, ma è M$
    che

    non ha ancora fornito noi
    amministratori di

    un sistema centralizzato per l'update di

    client loggati come user!

    probabilmente esiste, ma devi upgradare, e
    soprattutto pagare.Microsoft SUS non costa niente.
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    - Scritto da: Anonimo
    Sì, ne sono sicuro, anche
    perché il call center della M$ mi
    conosce bene :)
    Vogliono vendermi soluzioni, Server 2003
    eccetera, ma la Direzione non scuce un
    soldo.
    Comunque, se qualcuno ha qualche trucco,
    è ben accetto!Vai su google e scrivi Microsoft SUS
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    Ma vergognati. Dici di essere un amministratore di 200 sistemi e non sai manco che quello che cerchi esiste e si chiama SUS.Sasser può far danni perchè esistono admin incapaci come te. E con gente come te sarebbe indifferente usare Linux o Windows.
  • Anonimo scrive:
    NT è vecchio!
    Hai ragione! SUS richiede almeno Windows 2000 Server. I client devono essere Windows 2000 o XP o 2003.Però dire che è colpa di M$ perchè non supporta NT mi pare esagerato. Vorrei far notare che NT 4 dovrebbe essere del 1996 cioè è un sistema di 8 anni fa! Il tuo capo dovrebbe capire che un sistema troppo vecchio è un problema di costi e sicurezza. Se fossimo in una diversa congiuntura ti suggerirei di cambiare capo. ;-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    - Scritto da: Anonimo
    non so se sei un troll o che...
    ma io da tempo uso SUS (che adesso è
    diventato WUS)
    Per far funzionare SUS ci vuole Windows server 2003 o Windows 2000 server, e il capo non li vuole comprare.Qui invece abbiamo solo macchine NT server, NT workstation e 2000 pro.
    PS: invece di chiamare il call center, dove
    è probabile che risponda una ragazza
    che non sa nemmeno cosa sia il tasto destro,
    fatti un giro sul sito microsoft, su technet
    e tieniti aggiornato navigando qualche sito
    tipo iisfaq o winnetmag.Il mio capo, che è il sysadmin (io sono solo un impiegato del CED, dovrei occuparmi solo di manutenzione hardware dei PC) mi impedisce persino di navigare in Internet in orario di ufficio: oggi sono a casa ed è per questo che posso scrivere e navigare. Tenermi aggiornato durante l'ora di mensa non mi sembra il massimo.
  • Anonimo scrive:
    Ragazzini stupidi esibizionisti mediocri
    1) Non esite alcuna inversione di tendenza.Il caso del "genio" che scrive virus e viene assuntodalle aziende di sicurezza appartiene alla mitologiainformatica; è successo, sì, ma in altri tempi molto diversie comunque è qualcosa di raro ed eccezionale.La normalità è sempre stata, come è oggi, cercare epunire chi fa danni o ruba informazioni.Semplicemente adesso il fenomeno assume dimensionisempre più elevate quindi in tutta la questione sicurezzac'é più attenzione e lavoro da fare.2) Le capacità tecniche e le conoscenze necessarieper creare un virus del genere non sono affatto fenomenali,visto che sfrutta vulnerabilità note, come la maggioranzadei virus oggi creati.3) Il modo corretto per far migliorare la tecnologia è,se si scopre una vulnerabilità, segnalarla.Non è invece scrivere un virus e fare danni nel mondo.Questi ragazzini vogliono solo far colpo, dimostrare chesono fighi; sono solo stupidi esibizionisti mediocri.E' molto più difficile creare un software utile e sicuropiuttosto che scrivere un virus che sfrutti una vulnerabilità nota.Alla Microsoft lavorano migliaia di persone; non sono tutti dei geni, ma non sono certo nemmeno tutti idioti. E quasi tutti i creatori di virus di oggi non sarebbero in grado di creare molte delle funzioni di un' applicazione Microsoft. In generale, molto spesso è più difficile costruire che distruggere.Se si vuole dimostrare del genio, lo si faccia costruendo software innovativo e funzionale, non creando stupidi virus che fanno solo danni.
  • Anonimo scrive:
    Re: Integralismi...
    Forse non ti è completamente chiaro il senso dell'articolo. Ti farò un esempio.Metti che una ditta costruisca un palazzo con le porte a combinazione, ma che la combinazione sia piuttosto facile. La ditta continua a costruire palazzi con la combinazione facile, e tutt'al più avverte i nuovi abitanti di cambiare gratuitamente le serrature, se hanno tempo e voglia.A un certo punto un tizio trova la combinazione e frega un po' di posate qua e là, giusto per non recare troppo danno ma almeno per dare abbastanza fastidio da far attirare l'attenzione sulla poca serietà della ditta.Che cosa fanno i media? Additano il tizio come criminale schifoso e nulla dicono sulla ditta, che addirittura mette una taglia sul tizio.L'articolo pone giustamente l'accento sui media che hanno confuso le acque, non dà del martire al tizio, che se da una parte è un potenziale buon impiegato per ditte di serrature, ha comunque rubacchiato qualche posata e recato parecchio fastidio. Ma da qui a farlo passare come unico untore e criminale, e la ditta come povera vittima, ce ne passa davvero.In realtà l'unica vittima di questa faccenda è la sicurezza dei nostri dati personali...Senbee
  • Tony Sarnano scrive:
    Re: Grazie
    Carbonio, il fatto è che essere paranoici o lassisti nella gestione del nostro computer privato influisce relativamente poco sulla sicurezza dei nostri dati.Il problema è proprio quello che hai individuato tu: non abbiamo alcun controllo su come vengono custoditi i dati sensibili che ci appartengono (o che direttamente o indirettamente ci riguardano) da parte della pubblica amministrazione, delle forze dell'ordine, del sistema bancario, dei partner e interlocutori (privati o aziende) con cui interagiamo sul lavoro. Possiamo soltanto sperare nell'altrui senso di responsabilità.SalutiTony- Scritto da: carbonio
    Io come molti utenti, non ho dati di terze
    persone in custodia
    o sistemi critici da gestire, quindi posso
    "rischiare" di usare
    windows anche per lavoro.
    Ma da aziende di un cero livello non accetto
    che si basi la scelta solo per moda o per
    pigrizia, sono aziende che hanno in custodia
    i nostri dati, soldi e servizi; dovrebbero
    essere
    obbligate a tenerne conto
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Sven
    - Scritto da: Anonimo
    Ma perchè.. per quattro reboot (per
    altro le mie reti sono state sistemate il 17
    aprile)...
    W sasser, la vera vaccinazione di massa.Bravo, poi ti trovi uffici pubblici non utilizzabili per una giornata, banche idem, transazioni che non vanno a buon fine per via di questi reboot, etc etc. Questi non sono danni economici, secondo te? Certo, poteva esser peggio, ma di sicuro i danni economici li ha creati, e ciò dal mio punto di vista è vandalismo
  • Anonimo scrive:
    Re: o di sani opportunisti...
    - Scritto da: Anonimo
    con che logica ti vaccini quando sei in
    fasce? Quelli sono virus veri, non fanno i furbi, è nella loro natura. Ti vaccini per evitare rischi.
    Sarò un pragmatico opportunista
    romantico, ma in queste sere io dico sempre
    una prece per il povero Sven. E lo ringrazio
    di essere arrivato per primo con il suo
    claudicante vermetto...Ma che primo e primo. Non ha scoperto nessuna falla. E' un vandalo che ha sfruttato un difetto conosciuto da mesi. Non serve essere dei geni per fare quello che ha fatto lui. Dei vandali si, però
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è qualcosa che non va

    E qui colgo l'occasione per dire che le
    vicende recenti in fatto di sicurezza
    mostrano la debolezza del paradigma tipico
    dei linuxari per cui la vera sicurezza
    è la trasparenza. Come no! Appena le
    vulnerabilità finiscono sotto gli
    occhi di tutti, dagli un mese di tempo e
    arriva il vermetto confezionato a dovere!!!Meglio non sapere che c' è un baco nel mio sistema operativo...certo...contento e coglionato...Ma se poi una persona qualsiasi lo scopre e lo sfrutta per arrecare danno alla mia macchina o a decine di macchine?Chi scriverà la patch? Chi mi dirà che devo installarla?Chi mi ripagherà dei danni che nel frattempo il tizio suddetto avrà creato?
  • Anonimo scrive:
    Re: [SONDAGGIO] il worm + bastardo fin'o
    La riservatezza era morta insieme ad Outlook...Ma d' altronde...c' è vera riservatezza in un sistema Windows?Aggiornamenti automatici, sincronizzazione dell' orologio(!), assistenza remota, segnalazione errori ( e sto usando i termini di Windows 2k/XP )...Ma io biasimo chi si lamenta di prendere worms, dato che la responsabilità della sua macchina è, appunto, solamente sua.La maggior parte dei worms usa Outlook e la sua policy "allegrotta" per infettare un sistema e per replicarsi.Bene, installate le patch, e se non sono uscite, cambiate client.D' altronde Outlook è un client orrendo per l' email (non mai osato provare ad usarlo per le news).Passate ad Eudora...non vi piace perchè hanno scoperto un (1) bug dopo anni e diverse releases? Le alternative sono infinite e tutto, dico tutto, è meglio di Outlook...
  • Anonimo scrive:
    Ma vaff...
    Vado in posta, computer bloccati, vado all'agenzia di viaggi, computer bloccato...Ok, questi sono incapaci, ma almeno lavorano.Lo darei anch'io un lavoro al tizio che ha scritto il worm, non e' giusto che rimanga senza e dobbiamo mantenerlo noi.IN MINIERA.
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    Anche io uso SUS in azienda, l'unica cosa è che non sono riuscito a trovare note sulla compatibilità con NT (come distribuition server), cmq, senza scomodare il SUS:"If you're one the many companies who can't afford more management or systems automation software, use a free utility like psexec.exe to distribute patches manually onto machines you have admin rights to (requires a TCP 139 connection). For example:psexec \machinename -c -f Windows2000-KB828035-x86-ENU.exe /u /q /zOr you can do this automatically to multiple machines such as your production servers:for /f %i in (servers.txt) do psexec \%i -c -f Windows2000-KB828035-x86-ENU.exe /u /q /z"Il tutto alla pagina: http://winpatch.homeip.net/faq.htmlSe questi sono i "sistemisti" che girano non mi meraviglio... (è chissà quanto prende al mese).Ciao.- Scritto da: Anonimo
    non so se sei un troll o che...
    ma io da tempo uso SUS (che adesso è
    diventato WUS)
  • Anonimo scrive:
    Sicurezza? Solo pubblicità ingannevole..
    di M$ (come volevasi dimostrare) pertanto pachate gente, pachate.:D
  • Anonimo scrive:
    Re: La cultura...
    l'haking (quello vero) non creava problemi, li risolveva. Grazie a persone come queste invece è diventato sinonimo di pirata e danni.
  • Anonimo scrive:
    Finalmete si cambia atteggiamento
    Era ora che si cambiasse atteggiamento su questi "geni del computer" (!).Questo idiota per il suo divertimento ha fatto un sacco di danni, altro che eroe...
  • Anonimo scrive:
    Re: non mi piacciono nè Bill Gates nè W.Bush
    3 giorni? ammazza che mago...:-)8)
  • Anonimo scrive:
    E mentre noi parliamo...
    Ecco il prossimo virus:http://secunia.com/advisories/11572/
  • Anonimo scrive:
    non mi piacciono nè Bill Gates nè W.Bush
    ma considerando che ho penato 3 giorni per togliere Sasser dal mio computer, spero che l'autore del medesimo resti in galera quel tanto che basta da dissuadere altri idioti come lui.Non sono un forcaiolo ed ho preso il virus per una mia disattenzione, ma ormai passo più tempo ad aggiornare anti-virus ed anti spyware, malware etc. etc. che a navigare.....è troppo chiedere di essere lasciato in pace???Magobaol
  • Anonimo scrive:
    Bastano 18 anni ed un pc...
    Ecco il segreto di windows, quello che lo fa preferire ad altri: l'ACCESSIBILITA' !Bastano 18 anni e un pc per mandare in crisi Microsoft Windows, il re dei sistemi operativi.Chiunque può creare danni al mondo creato da Bill Gates, che non a caso è divenuto l'uomo più ricco del mondo, smentendo il vecchio detto americano:"Puoi fregare una sola persona tutte le volte, oppure fregare tutte le persone una volta sola, ma non puoi fregare tutte le persone tutte le volte"Certo non è proprio riuscito a venderlo a tutti, ma ci manca poco (5%?).(troll)
  • Anonimo scrive:
    Re: dargli un lavoro!?!?!?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: napodano

    ma esattamente quale

    lavoro dovremmo far fare ad un tizio
    simile?

    Un lavoro socialmente utile in modo che
    impari valori come correttezza,
    onestà, solidarietà, rispetto
    e altre cose simili.bah, io con gli script-kiddiez ci ho a che fare giornalmente e credimi si fa prima a buttarli in un cassonetto dell'immondizia che a fargli capire anche l'ultimo dei valori, sono teppisti al pari di chi svaligia una banca solo che hanno facolta' cognitive molto piu' limitate my 2c
  • Anonimo scrive:
    Re: Internet e' degli Hackers
    - Scritto da: Anonimo
    Questa e' la mia modesta opinione. Ritengo
    loro i veri custodi di Internet. Ritengo che
    si sia una schiera di persone, di hacker, i
    veri hacker...
    In attesa di critiche e commenti...come ex-hacker ho sempre visto con un certo disprezzo i virus e worm writer, personalmente non li farei rientrare nella categoria, accetterei un worm-writer solo se creasse qualcosa di realmente innovativo ma i worm che girano sfruttano vulnerabilita' ed exploit scritti da altri, inoltre il codice e' molto semplice (persino basic) e spesso scritto male, in genere ci sono piu' buffer overflow e bug nei worm che nelle vulnerabilita' che si cercano di sfruttare. Non voglio tirar fuori il discorso trito e ritrito di cosa e' e cosa non e' un hacker, semplicemente l'unico creatore di worm che stimo e' Morris , dopo il primo e leggendario worm dell'88 il mondo non e' piu' stato lo stesso .. di ragazzini brufolosi con gli script invece ce ne sono a vagonate e sinceramente non credo che nessuno sentira' la loro mancanza se ne tolgono di mezzo un po'
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    non so se sei un troll o che...ma io da tempo uso SUS (che adesso è diventato WUS)fa un po' te....http://www.microsoft.com/windowsserversystem/sus/default.mspxPS: invece di chiamare il call center, dove è probabile che risponda una ragazza che non sa nemmeno cosa sia il tasto destro, fatti un giro sul sito microsoft, su technet e tieniti aggiornato navigando qualche sito tipo iisfaq o winnetmag.saluti e mi auguro che il tuo capo non ti riconosca in questa tua emailaugurirofl- Scritto da: Anonimo
    Sono amministratore, l'azienda ha circa 200
    client su Win2000 Pro (e un NT server come
    file e domain server). Gli utenti sono tutti
    user, nessun power user. Lo so che fa schifo
    come soluzione ma non l'ho decisa io.
    Non abbiamo preso Sasser semplicemente
    perché abbiamo un antivirus che
    aggiorna tutte le macchine e perché
    siamo dietro router e proxy Linux per
    Internet.
    Ma ciò non toglie che presto un virus
    o un exploit che utilizzi una falla di Win
    si propaghi per tutta la rete. Facile dire
    "basta fare Windows Update". Ma avete idea
    di che cosa significhi andare su ognuno dei
    200 PC, mandare fuori l'impiegato, accedere
    come amministratore, abilitare ad Internet
    quel PC attraverso lo Squid, scaricare le
    ultime patch, installarle e riavviare?
    Praticamente ci metterei un mese ogni volta,
    e ogni volta serebbe di nuovo tutto da
    ricominciare dopo un mese, all'uscita di una
    nuova patch.
    Il vero responsabile non è sasser,
    non è il 18enne, ma è M$ che
    non ha ancora fornito noi amministratori di
    un sistema centralizzato per l'update di
    client loggati come user!

    --
    Stefano (molto arrabbiato)
  • Anonimo scrive:
    Re: esagerazioni pilotate
    Se sei un amministratore di sistema in un'azienda di sicurezza informatica allora hai detto bene. Ma in tutti gli altri casi... mamma mia! Hai presente la quantità di porn dialer che il medio utente di windows/IE/OE scarica quotidianamente? Prova a fare mente locale alla quantità di risorse/tempo/incazzature che provoca il medio utente windows/IE/OE e capirai perchè win NON sia un sistema adatto agli uffici. E, sia pur lentamente, qualcuno se ne sta rendendo conto, nelle aziende e nella PA.CiaoFB
  • Anonimo scrive:
    Re: Integralismi...

    Ciao,
    secondo me sbagli.
    Il Full Disclosure e' un modo legittimo di
    intendere la sicurezza informatica. Solo
    microzozz non e' daccordo e il motivo non e'
    difficile da capire
    E poi se dico che gli asini volano, ma non
    te lo faccio vedere tu ci credi?Da programmatore esperto sono daccordo con il fatto che MS dovrebbe rendere pubbliche alcune parti di codice...Però sono in disaccordo sulla completa apertura... sarebbe bello se in futuro facessero tutti così (sono convinto che la cultura non può pretendere dei diritti economici) ma al momento (con questo genere di mercato semi-capitalistico) creerebbe molti danni economici e sociali...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    - Scritto da: Anonimo
    Sono amministratore, l'azienda ha circa 200
    client su Win2000 Pro (e un NT server come
    file e domain server). Gli utenti sono tutti
    user, nessun power user. Lo so che fa schifo
    come soluzione ma non l'ho decisa io.
    Non abbiamo preso Sasser semplicemente
    perché abbiamo un antivirus che
    aggiorna tutte le macchine e perché
    siamo dietro router e proxy Linux per
    Internet.
    Ma ciò non toglie che presto un virus
    o un exploit che utilizzi una falla di Win
    si propaghi per tutta la rete. Facile dire
    "basta fare Windows Update". Ma avete idea
    di che cosa significhi andare su ognuno dei
    200 PC, mandare fuori l'impiegato, accedere
    come amministratore, abilitare ad Internet
    quel PC attraverso lo Squid, scaricare le
    ultime patch, installarle e riavviare?
    Praticamente ci metterei un mese ogni volta,
    e ogni volta serebbe di nuovo tutto da
    ricominciare dopo un mese, all'uscita di una
    nuova patch.
    Il vero responsabile non è sasser,
    non è il 18enne, ma è M$ che
    non ha ancora fornito noi amministratori di
    un sistema centralizzato per l'update di
    client loggati come user!

    --
    Stefano (molto arrabbiato)Scaricati SUS
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma la gente onesta non merita niente???
    - Scritto da: Anonimo
    Se una ditta sbaglia a produrre serrature e
    ne sforna una partita difettosa non è
    un buon pretesto per andare in giro ad
    aprire le porte altrui!

    Ok, ma intanto l'azienda dovrebbe come
    minimo affrontare un processo per questo.
    Mentre a MS questo non succedera', anche se
    non capisco bene il perche'..e' piu' probabile che la ditta fallisca perche' totalmente abbandonata dai suoi clienti ... lo stesso non succede alla microsoft e non capisco il perche'.. forse ci troviamo davanti a pecoroni talmente abituati a camminare in fila, a capo chino e a prendere bastonate che ormai non ci fanno piu' caso.. io sono a posto con la coscienza perche' ho cambiato, l'unico rimpianto e' non averlo fatto prima (apple)
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    - Scritto da: Anonimo
    Ma avete idea
    di che cosa significhi andare su ognuno dei
    200 PC, mandare fuori l'impiegato, accedere
    come amministratore, abilitare ad Internet
    quel PC attraverso lo Squid, scaricare le
    ultime patch, installarle e riavviare?Acqua calda, caro mio, acqua calda.Noi lo facciamo di notte oppure la domenica...Se posso suggerirti, ho creato un utente update, con priviliegi di amministratore, il quale quando si logga, accede ad un disco di rete e lancia una procedura in automatico.Quindi per fare questo schifo di operazioni io preparo la procedura sul disco di rete, la testo con un PC di test e poi quando tutto funziona, la notte faccio il giro delle macchine e mi loggo su ciascuna con update/password e riesco a minimizzare il numero di click...
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?

    Sono amministratore, l'azienda ha circa 200[...]
    Ma avete idea di che cosa significhi andare su
    ognuno dei 200 PC, mandare fuori l'impiegato,
    accedere come amministratore, abilitare ad
    Internet quel PC attraverso lo Squid, scaricare le
    ultime patch, installarle e riavviare?Se per "amministratore" intendi sysadmin, la risposta è e può essere una sola: cicci, il tuo lavoro è proprio *questo*, amministrare i sistemi.Siano essi Windows, Linux, Solaris o BeOS, il tuo lavoro è amministrarli e tenerli patchati e in sicurezza.Altrimenti non ti avrebbero assunto.Veramente, al di la di qualsiasi polemica sul SO utilizzato o sulle convinzioni personali su quale SO è meglio, questi aspetti sono di pertinenza del sysadmin, e solo suoi.E se su una piattaforma il meccanismo di upgrade è macchinoso il tutto è ininfluente, responsabilità del sysadmin è proprio tenere tutto in ordine.
    Praticamente ci metterei un mese ogni volta,
    e ogni volta serebbe di nuovo tutto da
    ricominciare dopo un mese, all'uscita di una
    nuova patch.Se non ti piace, cambia lavoro.Oppure, se reputi la piattaforma inadeguata, inizia a fare tutte le pressioni del caso per cambiarla.
    Il vero responsabile non è sasser, non è il 18enne,
    ma è M$ che non ha ancora fornito noi
    amministratori di un sistema centralizzato per
    l'update di client loggati come user!No, il responsabile è *comunque* il sistemista che non aggiorna i sistemi di sua pertinenza, nel caso che il worm sfrutti una vulnerabilità nota e per la quale sia già uscita la patch, *indipendentemente* dalla piattaforma usata.Se poi uno si becca uno 0day, quella è sfiga.
    Stefano (molto arrabbiato)Villo, che amministra sistemi Linux, Windows e Solaris, e che è basito da tanta leggerezza in ambito professionale.
  • Anonimo scrive:
    Re: Integralismi...
    Ciao,secondo me sbagli.Il Full Disclosure e' un modo legittimo di intendere la sicurezza informatica. Solo microzozz non e' daccordo e il motivo non e' difficile da capireE poi se dico che gli asini volano, ma non te lo faccio vedere tu ci credi?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma la gente onesta non merita niente???
    Se una ditta sbaglia a produrre serrature e ne sforna una partita difettosa non è un buon pretesto per andare in giro ad aprire le porte altrui!Ok, ma intanto l'azienda dovrebbe come minimo affrontare un processo per questo.Mentre a MS questo non succedera', anche se non capisco bene il perche'..
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    Sono nella tua stessa situazione ed hai perfettamente ragione.. e pensare che quando ho proposto di cambiare sistema operativo e mettere GNU/Linux sulla rete il mio general manager ha emesso un suono che ha espresso eloquentemente tutta la sua disapprovazione, ma anche la sua ignoranza, ottusita' e i suoi limiti.La realta' e' una sola MS ha un sitema sul quale lavorano molti lameri (anche solo perche' e' l'OS piu' diffuso) e molti ricercatori in ambito di sicurezza, al fine di trovare falle. Se poi a questi ci uniamo tutto l'odio che si porta dietro MS (e giustamente direi) anche solo per il fatto di non poter quasi acquistare un pc senza sto maledetto sistema (e pagarlo quindi).Io credo che comunque vista la frequenza e la lentezza con la quale MS distribuisce le sue patch, questi virus writer non facciano poi cosi' male.. almeno alla "efficienza" aziendale della societa' di bill gayz.
  • Anonimo scrive:
    Re: Integralismi...
    Sono d'accordo su certi punti, ma:- Scritto da: Anonimon (Davide)
    Non
    può danneggiare aziende private o
    pubbliche per migliaia di miliardi con il
    suo codice... E' UN REATO!!! Perché?Vero che non può farlo, e che è un reato, però il danno va dimostrato: non basta una campagna giornalistica a tappeto che afferma che ci sono stati "miliardi di danni", o che enti ed aziende lamentino miliardi di danni. E bisogna fare attenzione, perché enti ed aziende hanno responsabilità di controllo e vigilanza sui dati e sistemi. Se, come in questo caso, era possibile evitare il danno se solo chi doveva fare il proprio lavoro l'avesse fatto sul serio, allora non paga penalmente solo l'autore del virus. Sempre che danno ci sia stato, e che la sua rilevanza sia quella che viene affermata: anche lamentare danni inesistenti è reato.
    5) l'azienda A come unico ripiego è
    costretta a rivedere assunzioni,
    licenziamenti, buste paga dei dipendenti o
    semplici revisioni di bilancio (e quindi
    meno finanziamenti per ricerca, sviluppo o
    migliaia di altre cose);Una scusa come un'altra è buona per rivedere le buste paga dei dipendenti, l'autore del virus ha fatto un grosso favore al management.

    Sbaglio? Secondo voi dovrebbe invece essere
    assunto o lodato per il suo ingegno e per il
    suo modo di fare criminale?
    Non credo proprio che debba essere lodato, anche perché fare un worm sarà pure segno di ingegno, ma creare driver decenti, ad esempio, lo è di più, ed è utile a tutti.
    Secondo voi ci sarà un motivo
    perché quasi tutte le aziende
    scelgono un certo software/OS a pagamento
    piuttosto che uno open source "gratuito"?I motivi possono essere tanti, non necessariamente accordi sottobanco. Però non è detto che le scelte delle aziende siano sempre le migliori e le più intelligenti. Sono sensibili alla pubblicità e alle mode proprio come le persone fisiche, e comprano spesso cose inutili o inadeguate proprio come fa la gente.
    Pensate veramente che il software
    open source "gratuito" sia veramente tale?In effetti nessuno mi ha chiesto ancora soldi per il software open source che installo ed uso
    Pensate veramente che alcune tipologie di
    software siano invulnerabili? Forse non sono invulnerabili, ma sono meno attaccate.
    Pensate davvero che il mondo
    del software sia monopolizzato da MS nella
    convinzione che esistono solo sistemi
    operativi ed applicazioni di tipo Office?La quasi totalità dei sistemi operativi per utenza puramente domestica e SOHO è monopolio MS.
    Ma soprattutto: avete mai creato del
    software seriamente? E per seriamente
    intendo con miglioni di righe di codice.
    Avete mai lavorato in una azienda
    informatica?
    Mai, solo per gioco. Se è per questo non l'ho neppure mai usato seriamente.
  • Anonimo scrive:
    Re: Integralismi...
    Ehm, errore, vedi sotto==================================Modificato dall'autore il 10/05/2004 11.50.31
  • Anonimo scrive:
    Re: esagerazioni pilotate

    Non c'è solo il problema di aver
    scelto male gli amministratori, ma anche il
    fatto che non venga data agli utenti
    (impiegati eccetera) responsabilità
    sulle macchine e possibilità di
    intervento.
    Non è da ieri che il computer sta
    negli uffici: forse sarebbe il caso di
    cominciare a pretendere che chi li usa
    sappia farlo senza fare danni, come sa usare
    una penna senza cavarsi un occhio.
    Oppure, appunto, le aziende hanno esagerato
    la gravità dei danni.Amministro una rete, in una piccola banca, e al solo pensiero di lasciare diritti maggiori del domain-user ad un utente mi si rizzano i capelli che ho in testa! Questi diritti li puoi dare a 10-20% del personale che ha un po' testa ... ma gli altri ... :(Quelli che non sanno usare un PC se non per scrivere un fax in un modello gia precompilato rischi che ti cancellano senza problemi file di sistema, magari dicendoti, "ma quei file non erano miei", anzi rifaccio la frase: "ma quei COSI non erano miei"! Mentre chi ha un idea un po' piu ampia dell'utilizzo di un PC, vuole installarsi uno delle classiche porcherie tra desktop-manager, photoslide, puntatori strani, programmini freeware-shareware ecc ... intasandoti la macchina per benino, e visto che ultimamente i finanziamenti sono un po' scarsi, le macchine gia non sono performanti per conto loro figurati pieni di schifezze!Cmq é un discorso ampio e delicato!Per il discorso gravità dei danni ... sicuramente sono gonfiati, ci sarà sicuramente chi ci mangia sopra!Ciaooo
  • Anlan scrive:
    Re: Il Sasser
    - Scritto da: Anonimo
    Il tuo è solo un discorso difensivo,
    probabilmente sei tu stesso un utonto.Ti piace insultare gratis eh ? ... frustrazioni di qualche tipo ?Scusa dal mio post hai letto "preferenze" di qualche tipo ?
    Uso winxp, in rete, 24h su 24 da più
    di 3 anni e non ho mai avuto problemi di
    virus, worm o trojan.
    Forse perchè so come usarlo?
    Forse perchè non sono un utonto?Ho detto che ho preso qualche virus ?
    E non sparare troiate su Linux & Co. Non sparo troiate ... caso mai sei tu che sei il solito integralista bieco. Ho detto, credo con cortesia e correttezza che il problema coinvolge tutti.
    solo un utonto che usa un OS opensource
    può beccarsi un "problema", chi sa
    usare veramente linux ne modifica granparte
    per adattarlo ai propri interessi.
    Dal kernel ai drv niente resta di default, e
    questo ne rende impossibile l'attacco da
    parte di altri software in quando dovrebbero
    scriverci un codici ad hoc per quelle
    caratteristiche.Non credo allora che Linux avrà mai la diffusione che merita. Servono skill troppo elevate. Glielo spieghi tu alla casalinga o all'avvocato come personalizzare un driver per le proprie esigenze ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    Sì, ne sono sicuro, anche perché il call center della M$ mi conosce bene :-)Vogliono vendermi soluzioni, Server 2003 eccetera, ma la Direzione non scuce un soldo.Comunque, se qualcuno ha qualche trucco, è ben accetto!-- Stefano
  • Anonimo scrive:
    Re: Integralismi...
    -
    Ma soprattutto: avete mai creato del
    software seriamente? E per seriamente
    intendo con miglioni di righe di codice.
    Avete mai lavorato in una azienda
    informatica?...
    Forse sbaglio e vorrei che qualcuno mi
    correggesse......Milioni....Per il resto più o meno d'accordo.Firmato: "uno che quando il mio capo e i dirigenti avranno in tasca un palmare connesso in umts in tempo reale darà le dimissioni e aprirà un ristorante di cucina tradizionale lombarda"
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    - Scritto da: Anonimo
    Il vero responsabile non è sasser,
    non è il 18enne, ma è M$ che
    non ha ancora fornito noi amministratori di
    un sistema centralizzato per l'update di
    client loggati come user!probabilmente esiste, ma devi upgradare, e soprattutto pagare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchare 200 macchine?!?!?
    Ne sei sicuro?:-)
  • Anonimo scrive:
    Integralismi...
    Mi chiamo Davide, ho 24 anni, studio ingegneria informatica e sono quasi all'arrivo del mio corso di studi... per hobby studio filosofia classica... e spero di entrare come ufficiale dell'Arma dei Carabinieri (sto facendo il concorso)... Per educazione ho fatto questa breve presentazione...Mi mette un profondo sconforto vedere come alcune persone si credono all'apice della sapienza solo perché usano Linux o Windows e dichiarano la assoluta imprescindibilità di aspetti dei diversi OS.Siamo di fronte a degli integralismi "informatici" che, rispetto a quello religioso, hanno di differente solo l'argomento e non il modo di pensare: è pur sempre un integralismo ed una profonda miopia culturale, frutto di ignoranza, scarsità di vedute, rifiuto a priori di alcune istituzioni...Un "hacker" (si può definirlo tale?) che sviluppa un codice e scopre la vulnerabilità di un software, in un paese DEMOCRATICO (e se volete ne discutiamo a lungo su questo e cito ragionamenti illustri) è tenuto o ad informare la casa software oppure, se non ne ha voglia o non è d'accordo con la politica di quella casa, non fare niente (si intenda: può comunque mettere in giro la voce riguardo a quella vulnerabiltà). Non può danneggiare aziende private o pubbliche per migliaia di miliardi con il suo codice... E' UN REATO!!! Perché? Non semplicemente perché lo dice la legge, anche se dovrebbe essere un motivo più che valido in un paese democratico (se non ne siete convinti leggete la vita e le opere di alcuni filosofi classici)... Mi stupisce che voi, che abitate in un paese democratico, vi ponete queste domande... Farò ordine:1) l'azienda A compra software B (vulnerabile);2) il soggetto C scopre la vulnerabilità e crea il codice per sfruttarla (questo è più che lecito);3) il soggetto C, preso da delirio di onnipotenza o semplicemente è un menefreghista oppure è troppo immaturo, comincia a far divulgare l'opera del suo falso "ingegno" informatico;4) l'azienda A, siccome è ignorante e non ha comprato software D apparentemente senza vulnerabilità, perde miliardi (per sua mancanza forse);5) l'azienda A come unico ripiego è costretta a rivedere assunzioni, licenziamenti, buste paga dei dipendenti o semplici revisioni di bilancio (e quindi meno finanziamenti per ricerca, sviluppo o migliaia di altre cose);6) il soggetto C è DIRETTAMENTE responsabile dei danni subiti dall'azienda e dai suoi dipendenti e quindi perseguibile per legge secondo modalità ed i termini dovuti.Sbaglio? Secondo voi dovrebbe invece essere assunto o lodato per il suo ingegno e per il suo modo di fare criminale?Secondo voi ci sarà un motivo perché quasi tutte le aziende scelgono un certo software/OS a pagamento piuttosto che uno open source "gratuito"? Pensate che ci siano SEMPRE accordi sotto banco per metterglielo (scusate la volgarità) nel culo all'utilizzatore finale? Pensate veramente che il software open source "gratuito" sia veramente tale? Pensate veramente che alcune tipologie di software siano invulnerabili? Pensate veramente che la vulnerabilità di un sistema sia dovuta quasi esclusivamente al suo creatore piuttosto che al suo utilizzatore? Pensate davvero che il mondo del software sia monopolizzato da MS nella convinzione che esistono solo sistemi operativi ed applicazioni di tipo Office?Ma soprattutto: avete mai creato del software seriamente? E per seriamente intendo con miglioni di righe di codice. Avete mai lavorato in una azienda informatica?Beh... a me sembra che qui si facciano facili demagogismi e ragionamenti che di critico e di costruttivo hanno molto poco...Forse sbaglio e vorrei che qualcuno mi correggesse...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma la gente onesta non merita niente???
    Lode e riconoscenza eterna ai globuli bianchi.Opportunistico grazie ad una vaccinazione.
  • Anonimo scrive:
    Patchare 200 macchine?!?!?
    Sono amministratore, l'azienda ha circa 200 client su Win2000 Pro (e un NT server come file e domain server). Gli utenti sono tutti user, nessun power user. Lo so che fa schifo come soluzione ma non l'ho decisa io.Non abbiamo preso Sasser semplicemente perché abbiamo un antivirus che aggiorna tutte le macchine e perché siamo dietro router e proxy Linux per Internet.Ma ciò non toglie che presto un virus o un exploit che utilizzi una falla di Win si propaghi per tutta la rete. Facile dire "basta fare Windows Update". Ma avete idea di che cosa significhi andare su ognuno dei 200 PC, mandare fuori l'impiegato, accedere come amministratore, abilitare ad Internet quel PC attraverso lo Squid, scaricare le ultime patch, installarle e riavviare? Praticamente ci metterei un mese ogni volta, e ogni volta serebbe di nuovo tutto da ricominciare dopo un mese, all'uscita di una nuova patch.Il vero responsabile non è sasser, non è il 18enne, ma è M$ che non ha ancora fornito noi amministratori di un sistema centralizzato per l'update di client loggati come user!-- Stefano (molto arrabbiato)
  • Anonimo scrive:
    Ma la gente onesta non merita niente???
    Ma la vogliamo smettere una volta per tutte di lodare le gesta di chi comunque si rende responsabile di reati? Sull'innocuità dei worm avrei qualche mia riserva visto che sono in grado, come già successo di bloccare l'attività di (SASSER non è stato da meno!!!) intere aziende ed istituzioni pubbliche. Non sono danni economici questi? In un mondo che prima o poi migrerà sul digitale è molto importante dare un chiaro e preciso segnale che le leggi vanno rispettate. Il concetto deve valere per tutti! Se una ditta sbaglia a produrre serrature e ne sforna una partita difettosa non è un buon pretesto per andare in giro ad aprire le porte altrui! La vulnerabilità su cui ha agito Sasser era stata resa nota da tempo è non è stato certo il suo l'autore a contribuire a migliorare la sicurezza informatica. Certo i sistemi Windows non saranno la perfezione della invulnerabilità ma comunque hanno contribuito a diffondere l'uso dell'informatica tra le masse e di questo bisogna rendergli merito. Anche il tanto osannato Linux ha dovuto cominciare ad assomigliare a Windows (richiesta sempre crescente di risorse hardware compresa) per veder crescere la propria popolarità. Concludo con una osservazione e un desiderio. Si parla da anni di dare lavoro ai tossicodipendenti, alle prostitute, ai clandestini, di sanare la situazione di datori di lavoro senza scrupoli che hanno per decenni sfruttato dei poveri bisognosi, di riempire ancor più le tasche di speculatori che continuano a costruire palazzi ovunque, anche nei giardinetti sotto casa in previsione del prossimo condono edilizio. Ora vogliamo metterci in mezzo anche chi scrive due righe di codice per rompere le p... al prossimo! Tanto di cappello a quelli meno fortunati di noi a cui va tutta la mia comprensione ma, una volta tanto, qualcuno si ricorderà anche di chi ha sempre vissuto nell'onestà, lavorando senza troppe pretese e nel rispetto della propria e dell'altrui persona chiedendo anche per questi dei diritti che nessuno vede oggi riconoscergli???SysOp
  • Anonimo scrive:
    Re: w sasser
    ma che sei allucinato che vedi "linux" scritto dappertutto?forse sei ossessionato da esso...o da winzoz....boh
  • Anonimo scrive:
    Re: w sasser
    Si si.. Linux, la parola magica, come PACE di questi tempi..Mettiamo fuori la bandiera di Linux in tutti i balconi!Peccato che settimana scorsa ho visto prendere possesso di macchine linux tramite un browser e la porta 80.. senza sfruttare alcuna vulnerabilità. Svegliamoci e smettiamola di fare del qualunquismo e occupiamoci di sicurezza con una bella dose di scetticismo nei confronti du *tutta* la catena del sistema informativo, dal palmare al firewall...
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è qualcosa che non va

    se per paura del
    carcere i giovani geni dell'informatica
    dovessero smettere di scrivere virus, allora
    i sistemi operativi, con il tempo, si
    riempirebbero di falle non scoperte. Alcune
    falle forse sarebbero delle backdoors
    lasciate lì di proposito. E allora io
    mi sentirei molto più vulnerabile...
    perchè ad entrare nel mio PC non
    sarebbero più i virus dei ragazzini,
    ma, piuttosto i software spia di M$ o di
    chissà chi.
    Preferisco che i ragazzini maghi del
    computer scoprano le falle, in modo da
    costringere M$ a chiuderle!
    In ogni caso, dovrò trovare il tempo
    per studiare Linux, prima o poi.Ancora questa storia? Ma lo volete capire che i virus peggiori degli ultimi tempi sono scritti da lamerozzi del cavolo che sfruttano vulnerabilità già note e rivelate dalla stessa Microsoft? Io sinceramente faccio volentieri a meno del contributo che questi soggetti danno alla società!E qui colgo l'occasione per dire che le vicende recenti in fatto di sicurezza mostrano la debolezza del paradigma tipico dei linuxari per cui la vera sicurezza è la trasparenza. Come no! Appena le vulnerabilità finiscono sotto gli occhi di tutti, dagli un mese di tempo e arriva il vermetto confezionato a dovere!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Grazie Sven
    Ma perchè.. per quattro reboot (per altro le mie reti sono state sistemate il 17 aprile)...W sasser, la vera vaccinazione di massa.
  • Anonimo scrive:
    Re: w sasser
    tu rifiuti la naturale evoluzione della razza umana.
  • Anonimo scrive:
    o di sani opportunisti...
    con che logica ti vaccini quando sei in fasce? Sarò un pragmatico opportunista romantico, ma in queste sere io dico sempre una prece per il povero Sven. E lo ringrazio di essere arrivato per primo con il suo claudicante vermetto...Paradosso fin che vuoi ma se ci pensi..;)
  • Anonimo scrive:
    Re: esagerazioni pilotate
    - Scritto da: Anonimo
    Se l'hanno avuto è colpa degli
    amministratori incompetenti (razza purtroppo
    molto diffusa anche dal lato "buono" della
    forza - potrei raccontare storie orripilanti
    su Linux e incompetenza).Ho paura che il problema più grosso non stia nell'incompetenza degli amministratori, ma proprio nel modo in cui le aziende, o almeno quelle aziende che lamentano danni, sono organizzate.Dove lavoro io non c'è stato bisogno, negli uffici, di nessun amministratore. Semplicemente qualche utente informato ha fatto pulizie ed aggiornamenti quando e dove gli pareva il caso di farli, e tutto è andato magicamente a posto.Non occorrevano capacità e conoscenze incredibili: incredibile è che in molte aziende questo non sia accaduto.Non c'è solo il problema di aver scelto male gli amministratori, ma anche il fatto che non venga data agli utenti (impiegati eccetera) responsabilità sulle macchine e possibilità di intervento.Non è da ieri che il computer sta negli uffici: forse sarebbe il caso di cominciare a pretendere che chi li usa sappia farlo senza fare danni, come sa usare una penna senza cavarsi un occhio.Oppure, appunto, le aziende hanno esagerato la gravità dei danni.==================================Modificato dall'autore il 10/05/2004 10.36.00
  • Anonimo scrive:
    Re: coerenza
    - Scritto da: Anonimo
    Se compro un elettrodomestico e scopro che
    ha un vizio di fabbrica, il produttore e'
    responsabile.
    Windows ne e' pieno, ma secondo alcuni MS
    non ha nessuna responsabilita'.Non è che il software di altri produttori/gruppi sia tanto esente da difetti. Tralasciando MS, in generale il software di qualità si può fare: basta pagare molto di più. Peccato che pochi clienti siano disposti a farlo. Quindi, quando un cliente non vuole spendere, bilanci tra usabilità/qualità e costi.Cosi è...
  • napodano scrive:
    Re: Grazie Sven
    - Scritto da: Anonimo
    Hai vaccinato il mondo e adesso sei dietro
    le spalle. dietro le TUE spalle, forse.. :)
    Ma forse è giusto così. de gustibus
  • jclark scrive:
    Re: Il Sasser

    bravo quando c'era LUI i pacchetti TCP
    arrivavano in orario!carina come battuta :) me la segno e la usero' alla bisogna
  • napodano scrive:
    Re: coerenza
    Così com'è, il frigorifero non rilascia il freon e ti uccide per le esalazioni.In condizioni normali d'utilizzo, Windows all'incirca funzionerebbe, nel senso che la vulnerabilità su cui si basa Sasser non si manifesta in condizioni normali d'utilizzo (e difatti non si era mai verificata prima che qualcuno si prendesse la briga di scoprirla).Rimane il fatto, e lo ribadisco, che dare un lavoro a chi ha scritto un virus basato su di una vulnerabilità già nota è un'idea che eufemisticamente definirò "balzana"
  • Anonimo scrive:
    Grazie Sven
    ... Pensa che amaro destino. Hai fatto più tu con Sasser per la sicurezza dei sistemi informativi di tutto il mondo che symantec in una vita. Eppure finisci in galera. Hai vogli a spiegare che se qualcuno avesse utilizzato quella vulnerabilità per fare danni *veri* la situazione sarebbe stata molto peggiore. Hai vaccinato il mondo e adesso sei dietro le spalle. Ma forse è giusto così.
  • Anonimo scrive:
    Re: dargli un lavoro!?!?!?
    - Scritto da: napodano
    ma esattamente quale
    lavoro dovremmo far fare ad un tizio simile?Un lavoro socialmente utile in modo che impari valori come correttezza, onestà, solidarietà, rispetto e altre cose simili.
    Mah..Convengo!
  • Anonimo scrive:
    coerenza
    Se compro un elettrodomestico e scopro che ha un vizio di fabbrica, il produttore e' responsabile.Windows ne e' pieno, ma secondo alcuni MS non ha nessuna responsabilita'.
  • Anonimo scrive:
    Re: Trustworth computing ???
    E se parlassi come magnassi?
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è qualcosa che non va
    - Scritto da: Anonimo
    - ragazzini in galera per aver scritto un
    virus;Magari in galera no ma un po' di servizi sociali...
    - carcere per chi scarica file via p2p (e
    che ne so io se un file e' tutelato da
    questa o quella legge, mica ho il database
    SIAE in testa);Non si può fare di tutta un'erba un fascio. In generale sono d'accordo ma molti lo sanno che copiano. La musica costa troppo: non compratela, non copiatela, cercate delle alternative musicali. SIAE comunque è da eliminare.
    - aziende di software che mettono taglie...
    D'accordo, non sono "buone azioni", ma credo
    che le cose, nel campo dell'informatica, non
    dovrebbero funzionare grazie alla polizia e
    ai carabinieri. Esempio: se per paura del
    carcere i giovani geni dell'informatica
    dovessero smettere di scrivere virus, allora
    i sistemi operativi, con il tempo, si
    riempirebbero di falle non scoperte. Il problema che non serve essere giovani geni. Scrivere virus è alla portata di tutti quelli che hanno un minimo di preparazione tecnica e l'accesso alle risorse della rete. Questi sono vandali e basta. Quelli veramente bravi fanno altro. L'idea del "giovane genio" è un mito. L'idea che un produttore di sistema operativo come Microsoft abbia bisogno di un backdoor di questo tipo per accedere al sistema che scrive mi pare ingenua. Quanto a LINUX molti suoi moduli hanno avuto problemi analoghi.
    In ogni caso, dovrò trovare il tempo
    per studiare Linux, prima o poi.Sicuramente male non fa. Magari anche studiare Windows un po' meglio può essere una buona idea.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il Sasser
    - Scritto da: jclark


    Piu' andiamo avanti e piu' mi convinco che
    la liberta' informatica e' pericolosa quanto
    una granata nelle mani di un bambino.
    IMHO ovviamente.bravo quando c'era LUI i pacchetti TCP arrivavano in orario!
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è qualcosa che non va
    - Scritto da: Anonimo
    C'è qualcosa che non va in tutto
    questo, in come si stanno evolvendo le cose:

    - ragazzini in galera per aver scritto un
    virus;
    - carcere per chi scarica file via p2p (e
    che ne so io se un file e' tutelato da
    questa o quella legge, mica ho il database
    SIAE in testa);
    - aziende di software che mettono taglie...
    D'accordo, non sono "buone azioni", ma credo
    che le cose, nel campo dell'informatica, non
    dovrebbero funzionare grazie alla polizia e
    ai carabinieri. Esempio: se per paura del
    carcere i giovani geni dell'informatica
    dovessero smettere di scrivere virus, allora
    i sistemi operativi, con il tempo, si
    riempirebbero di falle non scoperte. Alcune
    falle forse sarebbero delle backdoors
    lasciate lì di proposito. E allora io
    mi sentirei molto più vulnerabile...
    perchè ad entrare nel mio PC non
    sarebbero più i virus dei ragazzini,
    ma, piuttosto i software spia di M$ o di
    chissà chi.
    Preferisco che i ragazzini maghi del
    computer scoprano le falle, in modo da
    costringere M$ a chiuderle!
    In ogni caso, dovrò trovare il tempo
    per studiare Linux, prima o poi.

    CdrdMa è lampante non vogliono che si metta il naso nei loro prodotti.. se no tutta la pubblicità che fanno a cosa serve se poi basta un ragazzino di 18 anni per far vedere quanto sia ridicolo quel sistema operativo....Inoltre le backdoor devono essere lasciate stare per qualche polizia o servizio segreto che potrebbe giudicare utile venire a frugare il naso nei tuoi affari. Poi e' interessante notare come questi worm colpiscano i prodotti di una singola società ma vengano deliberatamente associati come una minaccia ad Internet ... che è ben altro ...Questo significa una cosa sola che la società a cui vengono perpetrati quesi attacchi cerca in tutti i modi di trarre vantaggio da questo status per appropriarsi lentamente ma inesorabilmente di molte delle caratteristiche e possibilità che offre ad oggi e in futuro la connettività.Questa famosa libertà digitale che fa paura a chi non riesce ancora ad imbrigliare completamente gli utenti nella rete del marketing e della politica di chi oggi detiene e amministra questi poteri.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non Capisco
    - Scritto da: Anonimo
    Bene ne prendo atto. Ma cosa
    centro io con queste beghe tra questi Zorros
    e Microsoft.
    Che se la prendano e facciano danni a lei e
    lascino lavorare in pace me.Il problema è che non c'è una battaglia tra virus writer e MS, ma tra il virus writer e te. Come dire: se qualcuno ti lancia un sasso da un cavalcavia, non è perché odia la FIAT che guidi.Non è che Zorro vuole far fuori il governatore Bill: il governatore vuole i tuoi soldi, Zorro invece si diverte a farti gli scherzetti, e tu come me e tutti sei nel mezzo.Ma del resto, come pensi che si possano fare danni a MS? Molto più facile farli agli utenti.
  • Anonimo scrive:
    IL PAESE DEI FURBI...
    Questi atteggiamenti di tolleranza verso chi, palesemente, va contro la legge sono tipici di un paese dove non contà l'onesta ma l'essere "furbi"..."Ma si...è una bravata, senza di lui oggi avremo OS meno sicuri...""Se lasci la macchina aperta sei tu lo scemo, il furbo è chi te la ruba..."Poi però ci lamentiamo quando i politici rubano, la delinquenza aumenta, non c'è sicurezza, e votiamo il Cavaliere no?Tipico degli italiani, difetti duri a morire...
  • Anonimo scrive:
    Ma fatemi il piacere......
    Cito:"Si chiama Sven ed è un ragazzo sfortunato."Per dirla alla Cocciante: "Povero diavoloooo... Che pena mi faaaa!" ma sì, cantiamo tutti in coro per questo poveretto, in fondo non ha scritto un virus poi così dannoso, e i tentativi che ha fatto per scriverne varianti scritte meglio e più efficienti erano solo il tentativo di poter metter nel proprio curriculum vitae la creazione di un software perfettamente funzionante. "Avesse diffuso in rete il suo codice qualche anno fa ne avrebbe forse ricevuto come contropartita l'assunzione da parte di una società di sicurezza software" Ma che stupidaggine!!! Fosse stato lui a scoprire la vulnerabilità capirei il senso di questa affermazione, ma 'sto ragazzotto non ha fatto altro che creare un grimaldello per sfruttarla e provocare danni. Qui stiamo veramente nel mondo di Pinocchio, dove il giudice condanna il burattino per aver dato i soldi, sia pure per dabbenaggine e ingenuità, al Gatto e alla Volpe invece di condannare questi ultimi per il furto. Vuol dire che quando beccheranno il ladro che ha rubato in casa dei miei, gli daremo un premio per aver rivelato la vulnerabilità delle misure di sicurezza domestiche, e ne chiederemo la grazia a Ciampi. Caro Mantellini, il tuo paradosso si è spinto davvero troppo oltre..
  • Anonimo scrive:
    Internet e' degli Hackers
    Questa e' la mia modesta opinione. Ritengo loro i veri custodi di Internet. Ritengo che si sia una schiera di persone, di hacker, i veri hacker...che non concordano con certe azioni repressive verso certi individui. Anziche' individuarli silenziosamente, ammonirli di quello che hanno fatto e magari offrendo loro un lavoro, senza far notizia sulla stampa o in TV, li trasformano in criminali, quasi degli stupratori di computer.Hanno chiuso Napster...bene, sono nati N cloni di napster, sempre migliori. Hanno messo in galera un VirusWriter, bene...sono convinto che ne verranno fuori altri e ancora di piu'.Internet ha un suo equilibrio, e se vogliamo un suo naturale stato di caos nel quale e' compreso P2P, Virus, Programmi sprotetti...Tutto cio' fa' parte di un equilibrio. Tentare di alterare questo equilibrio comporta degli scompensi a quest'ultimo. Mettere in galera quel 18enne creera' altri 18enni se non anche piu' giovani che proseguiranno la via dell'autore di Sasser. Voler elimiare P2P e altro ancora dalla rete non si puo' a mio avviso...ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria.Ma cosa succederebbe se persone arrabbiate e incazzate per come si e' agito contro il giovane tedesco raccogliessero il codice di Sasser e lo trasformassero in qualcosa di terribile? Allora si che Internet andrebbe in ginocchio perche' i computer anziche' spegnersi e riavviarsi, si spengerebbero e basta...magari senza riavviarsi piu..Io non giustifico l'azione del ragazzo tedesco, ma la ritengo una reazione "normale" per cui giovani talenti vogliono dimostrare alle grandi softwarehouse che in pompamagna si fanno grandi dei loro prodotti, che un piccolo sassolino puo' inceppare tutto, che un piccolo colpo al primo mattoncino del domino crea una reazione a catena.Anziche' mettere alla forca e al rogo un ragazzo di 18anni, cerchiamo di entrare nella sua psicologia. Spesso sono ribellioni psicologiche quelle degli hacker e intendiamoci che uso il termine hacker nel senso originale del termine, non nel senso cracker o lamer.Io lo sostengo da sempre: gli hacker vanno fatti nostri alleati, assumerli, chiedere loro consigli e pareri. Invece i massmedia li denigrano, li trasformano in criminali...E allora loro dalla loro piccola stanza, davanti al loro computer, fanno sentire la loro voce.In attesa di critiche e commenti...
  • Anonimo scrive:
    Re: acquista?

    microsoft _vende_
    il software che produce, invece di
    regalarlo.. (!?!)ufficio stampaaaa??!?!?!??
  • Anonimo scrive:
    Re: esagerazioni pilotate
    Io ritengo che tutta questa mala informazione sia pilotata da giornalisti prezzolati o incompetenti (più i secondi, direi). In ogni caso gli autori dei virus devono essere individuati e perseguiti. Se uno vi brucia la cabina telefonica sotto casa è giusto che sia punito! Anche se la cabina è di una nota azienda nazionale che sicuramente non è simpatica.Riguardo a MS, se quelle aziende utilizzano i sistemi come dichiarano (Windows 2003, Group Policy e SUS o SMS, Windows 2000 o XP sui client, ecc.) sicuramente il problema non l'hanno avuto (vedi la rete dell'azienda in cui lavoro). Se l'hanno avuto è colpa degli amministratori incompetenti (razza purtroppo molto diffusa anche dal lato "buono" della forza - potrei raccontare storie orripilanti su Linux e incompetenza).
  • jclark scrive:
    Re: Errore di fondo (2)

    Ci dovrebbe essere una legge contro i
    fanatici integralisti, invece.
    Mi associo
  • Anonimo scrive:
    w sasser
    e tutti gli ammenicoli che rallentano la tecnologia avvicinandola ai ritmi umani..
  • carbonio scrive:
    Grazie
    Complimenti, ho letto con piacere questo articoloche pone una bella analisi dell'informatica in italiasenza cadere nelle solite banalità.E' giusto che abbiano arrestato il Writer?Penso di si, in fondo a causato diversi danni,e non si farà poi tutta quella galera che oggisi paventa.E' giusto che licenzino gli amministratori delleaziende che non sono state attente?Penso di si, ma non succederà e al prossimo Wormsaremo a punto e a capo.Quando sento che Banche o aziende di livello internazionalesono rimaste vittime, mi viene da chiedermi qualesia il criterio per la scelta del personale e del software, e addirittura del sistema operativo.Io come molti utenti, non ho dati di terze persone in custodiao sistemi critici da gestire, quindi posso "rischiare" di usarewindows anche per lavoro.Ma da aziende di un cero livello non accetto che si basi la scelta solo per moda o per pigrizia, sono aziende che hanno in custodia i nostri dati, soldi e servizi; dovrebbero essereobbligate a tenerne contoCarbonio
  • napodano scrive:
    dargli un lavoro!?!?!?
    stavolta il Mantellini a mio avviso ha preso una cantonata enorme... dare un lavoro ad un tizio che ha sfruttato una vulnerabilità nota... ma.. ti sei svegliato strano stamattina?Al massimo, e dico al massimo.. il lavoro dovrebbero darlo a chi ha scoperto la vulnerabilità, ma penso che ce l'abbia già..Se dovessimo dare un lavoro a tutti quelli che scrivono worm su vulnerabilità già note, avremmo risolto il problema della disoccupazione, ma esattamente quale lavoro dovremmo far fare ad un tizio simile?Mah..
  • Anonimo scrive:
    Re: Errore di fondo (2)
    - Scritto da: Anonimo
    P.S. = io non contribuisco alla piu' grossa
    truffa mai apparsa sul pianeta: uso altro e
    non mi è mai sparita l'icona di
    Exploder. Io invece uso Linux e Windows da un bel pezzo. E utilizzo pure Internet Explorer. Non mi è mai sparita l'icona e non sono neppure mai stato colpito da virus. E il mio pc è collegato sempre.
    Ci dovrebbe essere una legge che preveda la
    schedatura dei personaggi "Certificati
    Microsoft" come individui nocivi,
    "delinquenti professionali, abituali o per
    tendenza".Ci dovrebbe essere una legge contro i fanatici integralisti, invece.
  • Anonimo scrive:
    Re: La cultura...
    ciao gallo :) ben dettocome stai ? LaZi0
  • Gallone scrive:
    Re: premio gironalismo
    - Scritto da: Anonimo
    Allora vuol dire che sapeva quello che stava
    combinando, e aveva idea dei danni che
    avrebbe provocato.

    Non ci vedo l'etica hacker dietro a questo
    modo di fare.
    Ci vedo un comportamento irresponsabile che
    come tale va censurato.Hai ragione, ma ogni volta che succedono questi fatti, la cosa che mi piacerebbe che tutti notassero di più, non è il fatto del ragazzino, del pirla che ha fatto la bravata ecc... come fanno i media, ma bensì il fatto secondo me molto più di rilievo, che un codicillo piccolo piccolo al giorno d'oggi riesce a mettere in ginocchio mezzo mondo.e questo grazie sia a Mirco$oft ma grazie anche ai tantissimi che (in questo caso) le patch non se le cagano manco di striscio...
  • samu scrive:
    un po' romantico
    in realta' il ragazzino di sasser manco qualche anno fa sarebbe stato assunto da una ditta di sicurezza informatica.Un ragazzo che scrive virus non ha nulla da offrire al mercato del lavoro, diversamente sarebbe stato se avesse bucato 3 4 reti aziendali e le avesse usate per DDOS o avesse pubblicato informazioni segrete di queste aziende per il mondo ...Detto questo in linea teorica, vorrei ora sapere quanti di quelli arrestati per questo tipo di crimini e' stato poi assunto da queste famigerate ditte di sicurezza informatica.C'e' una visione un po' troppo romantica di questi piccoli delinquenti/truffatori/vandali .
  • Anonimo scrive:
    Re: esagerazioni pilotate
    - Scritto da: ishitawa
    In questa storia c'è qualcosa che non
    convince
    - Sasser non sembra molto pericoloso anche
    se il metodo di invasione è diverso
    dallao strausato mail, tanto che anche i
    guru della sicurezza non lo considerano
    pericoloso
    - stavolta la Microsoft è dalla parte
    della ragione, il patch c'era, e Bill ne
    approfitta mettendo subito una taglia
    sull'"untore"
    - i giornali e telegiornali ne parlano
    ampiamente, facendolo apparire come una
    delle minacce a internet più letali
    di sempre
    - ed ecco che l'untore viene prontamente
    preso, ed corrisponde proprio
    all'iconografia classica: 18 anni, genio dei
    computer (!!)
    E la notizia riporta che hanno partecipato
    FBI e addirittura servizi segreti !Mi pare giusto parlare di esagerazione. I resoconti giornalistici che parlano di ospedali bloccati con pazienti che muoiono in sala operatoria, aziende che perdono miliardi di dollari o euro, praticamente intere nazioni in ginocchio, sono veramente esagerati. Non conosco nessuno direttamente che abbia subito veri danni a causa di sasser, e per quanto riguarda il posto in cui lavoro, tutta l'emergenza si è ridotta a pulire e patchare due macchine che ancora non erano aggiornate. Non vedo come sasser abbia potuto mandare in crisi intere aziende. Posso solo supporre che per motivi di assicurazione o altro, le aziende abbiano una certa tendenza ad esagerare la portata dei danni dovuti alle azioni di altri (e a minimizzare le proprie responsabilità).E comunque MS aveva rilasciato l'aggiornamento già da un pezzo: sarebbe bello chiedere a chi dichiara di essere stato messo in crisi dal worm come mai le sue macchine non erano aggiornate. E dirò di più: sarei proprio curioso di vedere, tra quelle aziende che lamentano danni miliardari, se ce n'è qualcuna che magari nella pubblicità Microsoft dichiara, con tanto di grafici a barre, di risparmiare tantissimi soldi rispetto a quando usava Linux, perché allora la presa in giro sarebbe palese.Azzardo un'ipotesi: forse aziende ed enti varie nascondono le proprie incompetenze ed inefficenze pilotando campagne che esagerano la gravità dei problemi: come dire che non sono io che sono stato incapace di proteggere i miei sistemi, sono questi ragazzacci brufolosi che sono dei veri terroristi pericolosissimi, infatti servono addirittura i servizi segreti per stanarli! Ed i giornalisti contenti, perché con fatti minimi fanno notizie gigantesche.==================================Modificato dall'autore il 10/05/2004 9.44.13
  • Gallone scrive:
    Re: Vacci tu ...
    - Scritto da: Anonimo
    ..... ma con molta calma e serenità.

    Sei x caso fascistoide?

    Integralista?

    Utonto (win) ??????

    Morirò nel dubbio.....Della terza sono quasi sicuro :D
  • zobia scrive:
    Re: Bravo Massimo
    Mi associo.zb
  • Gallone scrive:
    Meno male che esistono persone così
    è grazie a loro se la rete e i sistemi operativi sono arrivati a questo grado di innovatività, non dimentichiamolo.Se non ci fossero loro secondo me al giorno d'oggi saremmo ancora ai tempi in cui da una shell bastava scrivere password: pippo ed ottenere privilegi di root!!Ho esagerato ma pensate se non è un po' VERO!
  • jclark scrive:
    Re: [SONDAGGIO] il worm + bastardo fin'o
    Mi ha dato molto fastidio
    leggere quella roba, inizialmente pensavo
    fosse uno scherzo ma poi ho realizzato...
    la cosa agghiacciante e che si poteva
    probabilmente risalire agli autori originaliqualcosa di simile e' successo anche a me e condivido assolutamente l'uso dell'aggettivo agghiacciante, mi sono brutalmente reso conto che la riservatezza era morta, ridicolo forse ma ho ripreso a usare la posta cartacea per certi argomenti.
  • Anonimo scrive:
    [SONDAGGIO] il worm + bastardo fin'ora?
    qual'e' il worm che avete preso (direttamente o indirettamente) che si e' rivelato piu' bastardo? Aneddoti? Io voto per KLEZ, quel worm che prendeva email a caso e le rispediva ai 4 venti , a me arrivo' una volta una email PRIVATISSIMA in cui una ragazza mollava il suo "ragazzo" perche' aveva 50 anni di piu' ed era sposato, con figli piu' grandi della ragazza in questione! Mi ha dato molto fastidio leggere quella roba, inizialmente pensavo fosse uno scherzo ma poi ho realizzato... la cosa agghiacciante e che si poteva probabilmente risalire agli autori originali
  • Gallone scrive:
    La cultura...
    e la consapevolezza dell'hacking non è mai stata patrimonio dei molti, ma bensì vista con ribrezzo, soprattutto dai media e dai potenti
  • jclark scrive:
    Re: Il Sasser
    - Scritto da: Anonimo
    Se nel mondo non vi fossero VAGONATE di
    UTONTI che hanno preso in leasing i sistemi
    winzoze, al mondo non esistono (per fortuna) solo gli esperti informatici, e tanti "utonti" usanoun pc perche' fa figo o perche' "costretti" da uno stile di vita che non lascia alternative.tanti "giovani" non si sarebbero
    rovinati giocherellando con i virus maker.tanti "giovani" potrebbero "provare" a costuire invece che a distruggere, senza per altro nessun valido motivo.
    Purtroppo basta un giocattolo ormai x
    mettere in ginocchio il mondo degli UTONTI.
    Cazzi loro. 8)No sono anche cazzi nostri, specie se fai il Sysadmin e qualcuno ti arriva in rete con un portatile infetto facendo un macello a tutti i tuoi client che obbligatoriamente usano sistemi operativi attaccabili, nonostante il server antivirus si aggiorni ogni 6 ore. Piu' andiamo avanti e piu' mi convinco che la liberta' informatica e' pericolosa quanto una granata nelle mani di un bambino.IMHO ovviamente.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il Sasser
    - Scritto da: Anonimo
    Il tuo è solo un discorso difensivo,
    probabilmente sei tu stesso un utonto.

    Uso winxp, in rete, 24h su 24 da più
    di 3 anni e non ho mai avuto problemi di
    virus, worm o trojan.
    Forse perchè so come usarlo?
    Forse perchè non sono un utonto?non fare lo sbruffone, e' un po' come vantarsi di portare la macchina da 10y e non aver mai fatto incidente.. prima o poi puo' capitare (anzi capita) lo stesso vale con OS difettosi e scritti male come quelli microsoft, ho gia' raccontato varie volte qui come un mio amico esperto di sicurezza si e' ritrovato una backdoor installata che nessun antivirus riconosceva, se ne e' accorto solo sniffando e analizzando il traffico di rete per alcuni mesi (apple)
  • Anonimo scrive:
    sasser - commenti da bar ???
    Tra le cose che mi preoccupano più dell'articolo c'è l'indicazione di come internet è entrata nella quotidianità con il fatto che di sasser si parli al bar...io credo sopratutto che di sasser se ne parli solamente perchè i giornali l'hanno sparata grossa, come sempre, definendolo un virus terribile. Bisogna evitare di connettersi ad internet per intere giornate per non essere contaggiati, ....Mi sembrano le solite notizie superficiali ma fornite con talmente tanto clamore che la gente si identifica, ne parla, vuole sentire come andrà a finire. In pratica è tutto un caso giornalistico.Io abito in valle d'Aosta ed ho visto (leggi caso delitto di Cogne) il clamore sollevato, mentre in altri casi del genere solitamente appare un solo trafiletto su un anonimo giornale di provincia. Il problema è che ogni tanto la stampa ha bisogno del caso spettacolare, che distolga dai soliti problemi (ormai la guerra non sensibilizza più nessuno :( )In fondo ricevo ogni giorno mail bloccate dal mio antivirus (ed il numero è in costante aumento) ma questo non lo dice nessuno, mentre per un virus che ha colpito tanto, ma non così tanto, ma che si presta alla spettacolarizzazione eccoci arrivati fino alle taglie.Volevo concludere che questo modo di gestire le notizie non è solo Italiano, ma mondiale (leggi anche qui globalizzazione) per cui non è un'accusa ai nostri ma alla stampa mondiale
  • Anonimo scrive:
    Re: Il Sasser
    Il tuo è solo un discorso difensivo, probabilmente sei tu stesso un utonto.Uso winxp, in rete, 24h su 24 da più di 3 anni e non ho mai avuto problemi di virus, worm o trojan. Forse perchè so come usarlo?Forse perchè non sono un utonto?E non sparare troiate su Linux & Co. solo un utonto che usa un OS opensource può beccarsi un "problema", chi sa usare veramente linux ne modifica granparte per adattarlo ai propri interessi.Dal kernel ai drv niente resta di default, e questo ne rende impossibile l'attacco da parte di altri software in quando dovrebbero scriverci un codici ad hoc per quelle caratteristiche.
  • Anonimo scrive:
    Non Capisco
    Non capisco tutte queste cose che trovo scritto nell'articolo ed in molti commenti.Bill Gates è un malfattore. Bene ne prendo atto.Bill Gates è come Bush e Berlusconi. Bene ne prendo atto.Windows fa schifo, è mal scritto e bucato. Bene ne prendo atto.Microsoft è l'origine dei mali dell'informatica. Bene ne prendo atto.Domanda: Perchè io devo perdere tempo, spendere soldi per gli antivirus, etc... per evitare che qualcuno che ha deciso di essere Zorro e combattere il Governatore (B.Gates) venga a casa mia a rompermi le scatole.Forse dovevo scegliere un sistema operativo diverso, forse non dovevo dare i soldi alla Microsoft. Bene ne prendo atto. Ma cosa centro io con queste beghe tra questi Zorros e Microsoft. Che se la prendano e facciano danni a lei e lascino lavorare in pace me.
  • Anonimo scrive:
    C'è qualcosa che non va
    C'è qualcosa che non va in tutto questo, in come si stanno evolvendo le cose: - ragazzini in galera per aver scritto un virus;- carcere per chi scarica file via p2p (e che ne so io se un file e' tutelato da questa o quella legge, mica ho il database SIAE in testa);- aziende di software che mettono taglie...D'accordo, non sono "buone azioni", ma credo che le cose, nel campo dell'informatica, non dovrebbero funzionare grazie alla polizia e ai carabinieri. Esempio: se per paura del carcere i giovani geni dell'informatica dovessero smettere di scrivere virus, allora i sistemi operativi, con il tempo, si riempirebbero di falle non scoperte. Alcune falle forse sarebbero delle backdoors lasciate lì di proposito. E allora io mi sentirei molto più vulnerabile... perchè ad entrare nel mio PC non sarebbero più i virus dei ragazzini, ma, piuttosto i software spia di M$ o di chissà chi.Preferisco che i ragazzini maghi del computer scoprano le falle, in modo da costringere M$ a chiuderle!In ogni caso, dovrò trovare il tempo per studiare Linux, prima o poi.Cdrd
  • Anonimo scrive:
    Re: Errore di fondo (2)
    - Scritto da: Anonimo
    Si confonde Internet con Windows, anche in
    questo articolo.Ehm... l'unica cosa che emerge dalla barzelletta è che hai confuso l'utonto con l'utente. Ed hai cominciato a capire come fa M$ a continuare a spremere $oldi a milioni di esseri sfortunati. Ne discende che c'è una sensibile fetta di umanità che lucra alle spalle di questi esseri.Ne conseguirebbe che bill è un benefattore che ha creato 'milioni di posti di lavoro'.Resta dunque da chiedersi se questo sia intelligente e utile, in ultima analisi. Tu che ne pensi?? Cui prodest?Ciao.P.S. = io non contribuisco alla piu' grossa truffa mai apparsa sul pianeta: uso altro e non mi è mai sparita l'icona di Exploder. Ci dovrebbe essere una legge che preveda la schedatura dei personaggi "Certificati Microsoft" come individui nocivi, "delinquenti professionali, abituali o per tendenza".
  • Anonimo scrive:
    Re: acquista?
    - Scritto da: Anonimo
    se poi non ci piace la politica di microsoft
    o
    i suoi prodotti non li consideriamo di
    qualità,
    possiamo sempre decidere di non usarli.
    non capisco cosa c'entri il fatto che
    microsoft _vende_
    il software che produce, invece di
    regalarlo.. (!?!)Tu hai capito tutto...Mantellini sottolinea semplicemente che di grulli ce n'è a milioni. I piu' bravi, oltre che agli scioglipancia (ugualmente in vendita, Wanna Marchi lo dimostra) credono davvero che Windows funzioni e ne sono talmente convinti che sono disposti a rischiare l'azienda COMPRANDOLI. Cominci a capire??In altre parole: se almeno fosse gratis..... potrebbero bestemmiare di meno ;-))))))))))))Fuochino, fuochino......
  • Anonimo scrive:
    Vacci tu ...
    ..... ma con molta calma e serenità.Sei x caso fascistoide?Integralista?Utonto (win) ??????Morirò nel dubbio.....
  • Anonimo scrive:
    Re: Bravo Massimo (due)
    Ciao.Mi associo, per queste e per altre considerazioni!!Proposta (semiseria): Mantellini ministro per l'innovazione. Stanca mi stanca.Tiz, UD.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bin Gates Autore di Window$
    - Scritto da: MrFaber
    Il paragone mi sembra un po' azzardato...Sembra a te.D'accordo che Laden non c'entra (nel senso che se anche c'entrasse mai, certo non lo ha "digitato"m ma al massimo "fatto digitare") Ma io rilancio: secondo te, bill gates è l'autore di Win?Un aiutino = no. Mezzo comprato, mezzo rubato (riga per riga) dove lavorava.E non lo dico io, ma la Storia (informatevi) e un paio di processi a gates (i primi di una serie infinita), allungati e vinti 8soffocando il colpito, o pagando) col monte di $oldi che nel frattempo stava cominciando a accumulare grazie a generazioni di utonti.Bei tempi.Oggi, invece, coi soldi succhiati alla propria utenza utonta, diventi presidente della confederazione. O del Consiglio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Errore di fondo
    eh eh è proprio vero..."è sparito internet" è una delle mie preferite... :)
  • Anonimo scrive:
    Re: premio gironalismo
    ...quindi tutti in strada a chiedere ed urlare per la liberazione del tedesco??- Se era capace di mettere assieme 4 righe di codice scritte male per creare un virus- Se si è tolto lo sfizio di perfezionare il codice una volta capito che non performava a dovere- Se prima di Sasser aveva messo le mani nel codice di NetSkyAllora vuol dire che sapeva quello che stava combinando, e aveva idea dei danni che avrebbe provocato.Non ci vedo l'etica hacker dietro a questo modo di fare.Ci vedo un comportamento irresponsabile che come tale va censurato.Se, per fare un parallelo, invece che tenere un comportamento del genere con il suo pc/compilatore lo avesse fatto con un'auto, si fosse schiantato il mezzo al traffico ignorando le regole del codice della strada, danneggiato le proprietà altrui etc. come verrebbe presentata la cosa?Non penso saremmo qui a dare la colpa al codice o ai freni delle auto...-M-
  • Anonimo scrive:
    Re: Il Sasser
    Peccato che in questo caso ho comprato un petto nuovo che mi hanno venduto per supersicuro..Ora, non dico che l'autore del Sasser meriti una medaglia, ma che l'azienda piu' grossa del mondo che insegue la chimera del Trustworth computing, che spinge sul palladium, che sproloquia di sicurezza, che per sua scelta propone le patch a distanza di un mese, che non vuole che si parli dei bug del suo OS, metta una taglia e coivolga (a sentire i giornali) FBI Interpol etc etc.. mi sembra francamente eccessivo.
  • Anonimo scrive:
    Re: VADA ALL'INFERNO!!!
    - Scritto da: Anonimo
    Un moccioso che scarica due pornazzi da
    internet rischia l'ergastolo, e magari
    questo scemotto del sasser che ha messo in
    ginocchio milioni di macchine deve essere
    lasciato stare? Questo almeno si evince dai
    commenti dei più.
    Bene, allora il giorno che qualcuno vi ruba
    la macchina o vi brucia la casa, mi
    raccomando siate altrettanto ipocritamente
    buonisti e pseudo-perbenisti del cavolo.Be', lui ha comiunque commesso un reato. Ma se tu parcheggi la macchina in un a via malfamata e non la chiudi a chiave e te la rubano e l'assicurazione lo viene a sapere, col fischio che ti risarciscono il furto!Se tu lasci casa tua aperta quando te ne vai e poi la trovi svaligiata dai ladri, loro sono ladri ma la gente dice "se l'e' meritato, la prossima volta stia piu' attento".Pensiamo nello stesso modo anche per i PC!Saluti.....................Enrico (linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: acquista?
    - Scritto da: Anonimo
    se poi non ci piace la politica di microsoft
    o
    i suoi prodotti non li consideriamo di
    qualità,
    possiamo sempre decidere di non usarli.quel sempre stona, stona con la "battaglia" che da più di un decennio si combatte per poter "sempre" usare un altro prodotto..
  • Anonimo scrive:
    acquista?
    "[...] dal vero centro della questione, cioèl'esistenza di buchi e debolezze varie neisoftware che tutto il mondo acquista edutilizza. Sottolineando "acquista""il software è un prodotto ed è fatto da esseri umani,quindi è soggetto a difetti.il fatto che lo si sia pagato non vuol dire nulla.se poi non ci piace la politica di microsoft oi suoi prodotti non li consideriamo di qualità,possiamo sempre decidere di non usarli.non capisco cosa c'entri il fatto che microsoft _vende_il software che produce, invece di regalarlo.. (!?!)
  • Anonimo scrive:
    VADA ALL'INFERNO!!!
    Un moccioso che scarica due pornazzi da internet rischia l'ergastolo, e magari questo scemotto del sasser che ha messo in ginocchio milioni di macchine deve essere lasciato stare? Questo almeno si evince dai commenti dei più. Bene, allora il giorno che qualcuno vi ruba la macchina o vi brucia la casa, mi raccomando siate altrettanto ipocritamente buonisti e pseudo-perbenisti del cavolo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il Sasser
    - Scritto da: Anonimo
    Se nel mondo non vi fossero VAGONATE di
    UTONTI che hanno preso in leasing i sistemi
    winzoze, tanti "giovani" non si sarebbero
    rovinati giocherellando con i virus maker.
    Purtroppo basta un giocattolo ormai x
    mettere in ginocchio il mondo degli UTONTI.
    Cazzi loro. 8)Quindi se qualcuno ti pianta un coltello nel petto, non è colpa del tuo assassino, ma è colpa del tuo corpo che è stato progettato a ca##o da madre natura?Bravo, il mondo ha bisogno di gente che ragiona come te...
  • Anonimo scrive:
    esagerazioni pilotate
    In questa storia c'è qualcosa che non convince- Sasser non sembra molto pericoloso anche se il metodo di invasione è diverso dallao strausato mail, tanto che anche i guru della sicurezza non lo considerano pericoloso- stavolta la Microsoft è dalla parte della ragione, il patch c'era, e Bill ne approfitta mettendo subito una taglia sull'"untore"- i giornali e telegiornali ne parlano ampiamente, facendolo apparire come una delle minacce a internet più letali di sempre- ed ecco che l'untore viene prontamente preso, ed corrisponde proprio all'iconografia classica: 18 anni, genio dei computer (!!)E la notizia riporta che hanno partecipato FBI e addirittura servizi segreti !
  • Anonimo scrive:
    Re: Bin Laden Autore di Sasser
    - Scritto da: MrFaber
    Il paragone mi sembra un po' azzardato...Era per fare il paragone con la taglia... certamente è azzardato, sasser non ha ucciso ancora nessuno e questo ragazzo non ha messo su una rete di virus writers... però la taglia c'è per entrambi, credo fosse questo che voleva sottolineare, questo parallelismo terrorismo reale - terrorismo virtuale
  • Anlan scrive:
    Re: Il Sasser
    - Scritto da: Anonimo
    Se nel mondo non vi fossero VAGONATE di
    UTONTI che hanno preso in leasing i sistemi
    winzoze, tanti "giovani" non si sarebbero
    rovinati giocherellando con i virus maker.
    Purtroppo basta un giocattolo ormai x
    mettere in ginocchio il mondo degli UTONTI.
    Cazzi loro. 8)Purtroppo sono anche cazzi un po' tuoi. Ti spiego : tu con il tuo bel Linux non sei il web. Sei un pezzo (molto piccolo) del web insieme a milioni di altri nodi formati da Windows, Linux, FreeBsd, Bsd, Unix, Osx, etc etc etc.Partendo dal presupposto che non penso tu interagisca solo ed esclusivamente con gente che dispone di Linux (oppure se sei utente Unix con Unix oppure ecc ecc) se qualcosa non funziona sul pc del tuo interlocutore magari al tuo pc non interessa una cippa ma tu potresti essere in attesa di informazioni importanti proprio da quell' "utonto". Purtroppo per te (e per tutti) non esisterà mai un software 100% virus free o bug free quindi ... ;)
  • Anonimo scrive:
    Bravo Massimo
    Bravo. Ottimo articolo, argomentazioni ben esposte e articolate. Conclusione difficilmente contestabile e comunque molto interessante e stimolante. Non trovo affatto fuori luogo l'accostamento Gates-Bush, anzi, mi sembra quanto mai azzeccato.Finalmente un quotidiano che nel dare la notizia dell'arresto dell'autore (?) di Sasser non si limita a ripetere bovinamente i comunicati Ansa.Olmo
  • Anonimo scrive:
    Errore di fondo
    Si confonde Internet con Windows, anche in questo articolo.Esempio di tutti i giorni: viene un cliente e mi faLUI: "Internet non funziona più"IO: "In che senso Internet non funziona più ?"LUI: "La figura con Internet è scomparsa"IO: "Porti il pc che gli rimetto Internet":'(
  • MrFaber scrive:
    Bin Laden Autore di Sasser
    Il paragone mi sembra un po' azzardato...
  • Anonimo scrive:
    Il Sasser
    Se nel mondo non vi fossero VAGONATE di UTONTI che hanno preso in leasing i sistemi winzoze, tanti "giovani" non si sarebbero rovinati giocherellando con i virus maker.Purtroppo basta un giocattolo ormai x mettere in ginocchio il mondo degli UTONTI.Cazzi loro. 8)
  • Anonimo scrive:
    premio gironalismo
    questo articolo e tipo pulitzer quindi ;)
Chiudi i commenti