Intel svela chip a 45 nanometri

Il gigante dei processori ha costruito il primo chip con circuiteria a 45 nanometri, e si è detta pronta ad applicare la nuova tecnologia già a partire dal prossimo anno
Il gigante dei processori ha costruito il primo chip con circuiteria a 45 nanometri, e si è detta pronta ad applicare la nuova tecnologia già a partire dal prossimo anno

Santa Clara (USA) – Trent’anni fa i processori di Intel giravano all’inebriante velocità di 5 megahertz, contenevano poche migliaia di transistor ed erano fabbricati con una tecnologia a 3 micron (3.000 nanometri). In questi giorni il gigante californiano ha svelato un chip che apre la strada all’arrivo, il prossimo anno, di processori con frequenza a 10 GHz, miliardi di transistor e tecnologia a 45 nanometri.

Come piccolo anticipo sul futuro prossimo, Intel ha svelato quello che sostiene essere il primo chip SRAM (Static Random Access Memory) a 45 nm pienamente funzionante. L’azienda conta di avviare la produzione in volumi dei primi processori a 45 nm a partire dalla seconda metà del 2007, quando dovrebbero fare la loro comparsa alcune nuove evoluzioni di Pentium M e Pentium D. Questi chip verranno costruiti principalmente nella Fab 32 dell’Arizona e nella Fab 28 di Israele. Quest’ultima, ancora in fase di edificazione , dovrebbe essere completata entro la fine del 2007 e produrre chip a 45 nm su wafer da 300 mm.

Intel sostiene che la tecnologia a 45 nm le permetterà di costruire processori che, rispetto a quelli attuali da 65 nm, avranno una densità di transistor doppia e consumeranno cinque volte meno.

Quella verso i 45 nanometri è una transizione a cui si stanno preparando un po’ tutti i più grandi chipmaker, inclusi AMD, IBM e NEC, tuttavia Intel sostiene di avere maturato un sensibile vantaggio rispetto alla concorrenza. L’obiettivo del colosso di Santa Clara è soprattutto quello di mettere sotto pressione la sua più diretta rivale, AMD, ancora ferma ad una tecnologia a 90 nm. Va detto che proprio di recente AMD ha rinnovato la propria collaborazione tecnologica con Big Blue per lo sviluppo di processi produttivi da 32 e 22 nm.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

26 01 2006
Link copiato negli appunti