Intel taglia i consumi dei transistor

Il chipmaker ha svelato un nuovo materiale che nel prossimo futuro utilizzerà per dimezzare il consumo dei chip pur incrementandone i megahertz


Santa Clara (USA) – Intel afferma di aver sviluppato un nuovo materiale per la costruzione dei chip che gli consentirà, nei prossimi anni, di continuare la corsa alla miniaturizzazione dei transistor e di ridurre il consumo di energia dei propri processori.

Quando nel 2007 passerà alla nuova tecnologia di processo a 45 nanometri, il big di Santa Clara sostituirà uno dei materiali utilizzato da decenni per isolare i transistor, il biossido di silicio, con un materiale più sottile, chiamato “isolante high-k” , che permette di minimizzare le perdite di energia.

Dato che il nuovo materiale isolante non è compatibile con l’esistente elettrodo a base di silicio che viene impiegato negli attuali transistor, Intel si avvarrà di elettrodi con gate in metallo .

Il colosso non ha rivelato le proprietà o l’identità del nuovo materiale ma ha affermato che questo è circa 100 volte più isolante del biossido di silicio, una caratteristica in grado di incrementare la capacitanza del transistor di oltre il 60%: in soldoni, il risultato sarà la possibilità di costruire transistor sensibilmente più veloci e di minimizzare i consumi di corrente.

Anche AMD all’inizio dell’anno rivelò un nuovo materiale per la costruzione dei gate dei transistor, il nickel silicide, che dovrebbe utilizzare in congiunzione con una sua prossima generazione di processori.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E' proprio ora di passare a Debian
    Ero affezionata a RH e solo per questo resistevo a non installare Debian che, tra l'altro, mi incuriosisce molto. Delusa da questa scelta commerciale di RH, ora non avro' piu' esitazioni: si passa a Debian!!!
    • TeX scrive:
      Re: E' proprio ora di passare a Debian
      - Scritto da: phoebe
      Ero affezionata a RH e solo per questo
      resistevo a non installare Debian che, tra
      l'altro, mi incuriosisce molto. Delusa da
      questa scelta commerciale di RH, ora non
      avro' piu' esitazioni: si passa a Debian!!!Beh.... per quanto il progetto Fedora mi sembra interessante, ti posso assicurare che non ti pentirai di Debian..... e non ti preoccupare del termine 'unstable'.... se non devi configurare un server installa pure la Sid, che è molto più stabile di tante altre distribuzioni....
    • Anonimo scrive:
      Re: E' proprio ora di passare a Debian
      - Scritto da: phoebe
      Ero affezionata a RH e solo per questo
      resistevo a non installare Debian che, tra
      l'altro, mi incuriosisce molto. Delusa da
      questa scelta commerciale di RH, ora non
      avro' piu' esitazioni: si passa a Debian!!!Libera di farlo, ma ti consiglio prima di provare Fedora. Inizialmente sono rimasto molto amareggiato dalla scelta di RedHat (ben prima dell'articolo di P.I. : in realtà la notizia e' di settembre) ed ho provato un moto di irritazione nei confronti di quella che sembrava una soluzione di ripiego. Poi pero' ho scaricato e provato Fedora Core 1 e mi sono ricreduto. A parte il fatto che e' praticamente la RH 10, e' veramente una bella distribuzione. Migra pure, ma prima prova, credimi.SalutiProspero
  • Anonimo scrive:
    A proposito di fatti
    Signori, il presente post solo per comunicare che il sottoscritto ha da poco installato Fedora e lo sta appunto usando in questo istante. Il mio giudizio - giocoforza superficiale - e' pero' molto positivo. Vi posso assicurare che in tutto e per tutto Fedora Core sembra e si comporta come uno si immaginerebbe si sarebbe dovuta sembrare e comportare una Red Hat Linux 10 (e infatti Fedora si basa sulla RedHat 9). Anzi, a dire la verita' mi sembra pure migliore della Redhat 9, almeno per alcune cose. Si presenta davvero molto bene. Una valutazione piu' approfondita richiede un po' di tempo, ma per ora il pollice e' verso l'alto.Suggerirei quindi agli interessati di provarlo e a chi grida a gran voce di una "distribuzione Linux che scompare" di tacere.SalutiProspero
    • Anonimo scrive:
      Re: A proposito di fatti
      - Scritto da: Anonimo
      Signori, il presente post solo per
      comunicare che il sottoscritto ha da poco
      installato Fedora e lo sta appunto usando in
      questo istante. Il mio giudizio - giocoforza
      superficiale - e' pero' molto positivo. Vi
      posso assicurare che in tutto e per tutto
      Fedora Core sembra e si comporta come uno si
      immaginerebbe si sarebbe dovuta sembrare e
      comportare una Red Hat Linux 10 (e infatti
      Fedora si basa sulla RedHat 9). Anzi, a dire
      la verita' mi sembra pure migliore della
      Redhat 9, almeno per alcune cose. Si
      presenta davvero molto bene. Una valutazione
      piu' approfondita richiede un po' di tempo,
      ma per ora il pollice e' verso l'alto.
      Suggerirei quindi agli interessati di
      provarlo e a chi grida a gran voce di una
      "distribuzione Linux che scompare" di
      tacere.
      Saluti
      ProsperoCerto Certo... Appena finiscono i soldi che RH gli ha dato tanto per salvare la faccia vedrai che bella distribuzione ti ritrovi!
      • opazz scrive:
        Re: A proposito di fatti
        In paragone, sempre meglio del sito che sponsorizzi..
      • opazz scrive:
        Re: A proposito di fatti

        1) IO almeno un sito ce l'ho. TU no e non
        sei neanche in grado di farlo.Bene il tuo sito, con banner con poppe di fuori, non è un gran bel fregiarsi per un sedicente "consulente informatico".
        2) Ho esperienza di vita sufficiente per
        capire come andranno le cose con Fedora...Non hai alcuna esperienza in merito. Hai lavorato in qualche multinazionale? Il tuo "risentimento" è basato sul fatto che abbandonata la distro end-user, red hat si dedichera anima e corpo al mercato enterprise, rodendo moltissimo al mercato microsoft (come altri produttore tipo novell-suse-ibm faranno)
        3) I Buffoni sono solo i Linuxiani che
        parlano..parlano....I linuxiani e i buffoni, hanno un punto di vista alternativo al tuo. Se linux fosse così poco di buono come tu lo dipingi, che problemi avrebbe microsoft.. ?
        4) I banner porno sono un modo come un'altro
        per avere delle entrate in soldi... Voi
        grandi navigatori cliccate solo quelli... E
        comunque se la tua è una considerazione
        morale io non sono cattolico...Un consulente informatico *SERIO* NON HA BISOGNO DI BANNER PORNO. Sa farsi valere e non millanta cose a casaccio..
      • Anonimo scrive:
        Re: A proposito di fatti
        - Scritto da: Anonimo

        2) Ho esperienza di vita sufficiente per

        capire come andranno le cose con Fedora...

        Esperienza di vita? Sufficiente? Ecco, vedi,
        chi parla così e' chiaramente un
        adolescente.Senza contare il fatto che non dispone neanche di un po di "storia" dato che fedora è appena nata.Quindi a maggior ragione ha detto una cazzata...mah... che gente!roba da matti...
  • Anonimo scrive:
    Abbandono redhat
    Per forza che e' stata costretta a lasciare, con la campagna che stava facendo contro chi usava il cappello rosso o il nome redhat, buona parte dei suoi sviluppatori la stavano abbandonando. Quindi per tentare di fermare i buoi che scappavano ha inventato la carta Fedora.
    • Anonimo scrive:
      Re: Abbandono redhat
      - Scritto da: Anonimo
      Per forza che e' stata costretta a lasciare,
      con la campagna che stava facendo contro chi
      usava il cappello rosso o il nome redhat,
      buona parte dei suoi sviluppatori la
      stavano abbandonando. Quindi per tentare di
      fermare i buoi che scappavano ha inventato
      la carta Fedora.Vorrei dire alcune cose da utente RH 8.0 (ho anche un CD RH 9 ma non l'ho installato).(1) Ho letto i post qui in giro, ho riflettuto un po', e mi sono confermato in quel che pensavo, e che ho scritto un paio di notti fa. Questa mossa significa che RH e M$ non si fronteggeranno più, e che polemiche a parte, ciascuna non pesterà i piedi all'altra. Un po' come il Polo e l'Ulivo :-). Anche altri, argomentando molto meglio di me, hanno sostenuto qui intorno la stessa cosa, e l'interpretazione mi pare ragionevole.(2) Fermo restando che Linux è sempre Linux, e che chi ha provato dice che Fedora Linux sembra funzionare bene, il fatto che RH abbia dismesso la denominazione Red Hat Linux per il suo prodotto user ha un impatto psicologico molto forte, che si muove lungo la linea di quanto ho scritto nel paragrafo qui sopra. RH ha deciso di non mettersi o di non stare più sulla strada di M$. Comunque, impatto psicologico a parte, la situazione che si viene a creare ricalca quella di OpenOffice.org in relazone a StarOffice 6. Come nel caso della suite da ufficio, il prodotto di base è lo stesso ed il secondo (RH Enterprise Linux 3) è basato sul primo (Fedora Linux). Fedora è liberamente distribuibile (almeno a leggere cosa scrivono su http://fedora.redhat.com), mentre RHEL3 dovrebbe rimanere liberamente copiabile, a meno che non creino ISOs contenenti anche prodotti non liberi al fianco del Free Software.(3) Questa storia della difesa del marchio mi sembra una sciocchezza. Se volevano difendere il marchio, avrebbero potuto probabilmente farlo molto meglio non mescolando i due concetti di Linux come OS distribuito e RH come azienda distributrice e fornitrice di servizi. Come? Semplice. Stampando libri di documentazione non GPLed da vendere, e distribuendo CD con il logo non riproducibile dell'omino col cappello rosso. Se voglio copiarmi RH lo faccio, ma non posso mettere il logo sul CD, e non posso fotocopiare o distribuire i manuali con il logo. Insomma: Linux è libero, i servizi di supporto te li vendo. Così il marchio sarebbe ugualmente stato difeso, senza ricadute sullo status di distribuibilità del contenuto del CD. Invece loro hanno incorporato il loro logo in file grafici nelle ISO, specificando che comunque il prodotto rimaneva copiabile purché non per lucro. Visto che il materiale libero e quello coperto da copyright così convive fianco a fianco nelle ISO, la GPL non viene violata. Red Hat così facendo si è mossa in modo assolutamente legale, anche se si è spinta quasi al limite dell'elusione dello spirito della GPL (IMHO, almeno: io non sono un legale).(4) Quando dovro' aggiornatre il mio desktop, forse userò Fedora, forse passero a Debian o aSlackware o a un qualcheBSD, non so. Comunque RH mi ha deluso. E poi Szulik che consiglia di passare a quell'altro sistema operativo si aggiudica moralmente un GIGANTESCO TAPIRO D'ORO.
      • Anonimo scrive:
        Re: Abbandono redhat

        (2) Fermo restando che Linux è sempre Linux,
        e che chi ha provato dice che Fedora Linux
        sembra funzionare bene, il fatto che RH
        abbia dismesso la denominazione Red Hat
        Linux per il suo prodotto user ha un impatto
        psicologico molto forte, che si muove lungo
        la linea di quanto ho scritto nel paragrafo
        qui sopra. RH ha deciso di non mettersi o di
        non stare più sulla strada di M$. Comunque,
        impatto psicologico a parte, la situazione
        che si viene a creare ricalca quella di
        OpenOffice.org in relazone a StarOffice 6.
        Come nel caso della suite da ufficio, il
        prodotto di base è lo stesso ed il secondo
        (RH Enterprise Linux 3) è basato sul primo
        (Fedora Linux). Fedora è liberamente
        distribuibile (almeno a leggere cosa
        scrivono su http://fedora.redhat.com),
        mentre RHEL3 dovrebbe rimanere liberamente
        copiabile, a meno che non creino ISOs
        contenenti anche prodotti non liberi al
        fianco del Free Software.
        (4) Quando dovro' aggiornatre il mio
        desktop, forse userò Fedora, forse passero a
        Debian o aSlackware o a un qualcheBSD, non
        so. Comunque RH mi ha deluso. E poi Szulik
        che consiglia di passare a quell'altro
        sistema operativo si aggiudica moralmente un
        GIGANTESCO TAPIRO D'ORO.fortunatamente l'intelligenza qualcuno la usa ancora. BRAVO.il miglior post fino adesso....
      • opazz scrive:
        Re: Abbandono redhat

        (1) Ho letto i post qui in giro, ho
        riflettuto un po', e mi sono confermato in
        quel che pensavo, e che ho scritto un paio
        di notti fa. Questa mossa significa che RH e
        M$ non si fronteggeranno più, e che
        polemiche a parte, ciascuna non pesterà i
        piedi all'altra.Secondo me qui si sbaglia. RH non fugge da nessuna parte. Si allontana dal mercato desktop, ma punta in maniera decisa e determinante nel mercato enterprise. Mercato che fa gola a tantissimi produttori di sw. Appunto per questo ci sono state le grandi manovre ultimamente, non ultimo il mix novell-suse-ibm.
        (2) Fermo restando che Linux è sempre Linux,
        e che chi ha provato dice che Fedora Linux
        sembra funzionare bene, il fatto che RH
        abbia dismesso la denominazione Red Hat
        Linux per il suo prodotto user ha un impatto
        psicologico molto forte, che si muove lungo
        la linea di quanto ho scritto nel paragrafo
        qui sopra. Uno user che usa linux, e imho uno user in genre, non dovrebbe farsi "ingannare" dal nome, ma dalla qualità del prodotto. Fedora è pur sempre un progetto in cui in un qualche verso c'entra rh, e non è completamente fuori.
        RH ha deciso di non mettersi o di
        non stare più sulla strada di M$. Comunque,
        impatto psicologico a parte, la situazione
        che si viene a creare ricalca quella di
        OpenOffice.org in relazone a StarOffice 6.
        Come nel caso della suite da ufficio, il
        prodotto di base è lo stesso ed il secondo
        (RH Enterprise Linux 3) è basato sul primo
        (Fedora Linux). Fedora è liberamente
        distribuibile (almeno a leggere cosa
        scrivono su http://fedora.redhat.com),
        mentre RHEL3 dovrebbe rimanere liberamente
        copiabile, a meno che non creino ISOs
        contenenti anche prodotti non liberi al
        fianco del Free Software.Gira e rigira lo sviluppo di Fedora, o di quella che "era" la distro linux end user, serve per "foraggiare" la versione enterprise.. Cosa è cambiato... Nulla..
        (3) Questa storia della difesa del marchio
        mi sembra una sciocchezza. Se volevano
        difendere il marchio, avrebbero potuto
        probabilmente farlo molto meglio non
        mescolando i due concetti di Linux come OS
        distribuito e RH come azienda distributrice
        e fornitrice di servizi.Non che difenda la loro scelta, anzi ma sarà una sciocchezza per te, ma non per loro.. Prova ad usare impropriamente o senza autorizzazione i loghi microsoft e poi se ne riparla. RH ha fatto del suo "cappello rosso" un marchio a fuoco che distingue la sua distro, e conseguentemente ha difeso i suoi diritti.
        (4) Quando dovro' aggiornatre il mio
        desktop, forse userò Fedora, forse passero a
        Debian o aSlackware o a un qualcheBSD, non
        so. Comunque RH mi ha deluso.Scelte operative, che grosse distro han dovuto fare. Non mi sconvolgerei se presto suse non facesse lo stesso.
        E poi Szulik
        che consiglia di passare a quell'altro
        sistema operativo si aggiudica moralmente un
        GIGANTESCO TAPIRO D'ORO.Beh è stato in linea su quanto afferma Torvalds..
      • Anonimo scrive:
        Re: Abbandono redhat
        - Scritto da: Anonimo
        [cut]
        Vorrei dire alcune cose da utente RH 8.0 (ho
        anche un CD RH 9 ma non l'ho installato).

        (1) Ho letto i post qui in giro, ho
        riflettuto un po', e mi sono confermato in
        quel che pensavo, e che ho scritto un paio
        di notti fa. Questa mossa significa che RH e
        M$ non si fronteggeranno più, e che
        polemiche a parte, ciascuna non pesterà i
        piedi all'altra. Un po' come il Polo e
        l'Ulivo :-). Anche altri, argomentando molto
        meglio di me, hanno sostenuto qui intorno la
        stessa cosa, e l'interpretazione mi pare
        ragionevole.C'e' del vero - IMHO - in questa argomentazione, che infatti ho utilizzato anch'io nel post "Cosi' e' se vi pare". Questo giustifica le argomentazioni utilizzate da Szulik, che appaiono quindi un po' squallide.
        (2) Fermo restando che Linux è sempre Linux,
        e che chi ha provato dice che Fedora Linux
        sembra funzionare bene, il fatto che RH
        abbia dismesso la denominazione Red Hat
        Linux per il suo prodotto user ha un impatto
        psicologico molto forte, che si muove lungo
        la linea di quanto ho scritto nel paragrafo
        qui sopra.[cut]C'e' un'altra questione che credo vada valutata. RedHat si muove nel mercato USA e non e' certo una societa' nata ieri. Io credo che la nascita di Fedora, con la corrispondente "dismissione" del Red Hat Linux "base" abbia a che fare con due ordini di problemi:1 - RedHat fattura nel mercato server; in questo campo le aziende vogliono sistemi "stabili" nel tempo, nel senso di sistemi che durano e vengono supportati per degli anni, con aggiornamenti garantiti per *quel* determinato sistema, ecc. Questo cozzava un po' con la RedHat Linux che usciva mediamente ogni sei mesi (anche se questa non era la versione che RedHat proponeva alle aziende).2 - Negli USA sta imperversando il ciclone dei brevetti (e del copyright, as usual) e l'informatica sembrano farla piu' gli avvocati che i programmatori. RedHat, che ha il naso fino, ha capito la pericolosita' della situazione (basta una causa per mandare in fallimento una qualsiasi societa' non ricchissima di risorse finanziare). A questo aggiungi che una parte dell'establishment informatico USA ha una voglia matta di fare la pelle a Linux. Questo spiega decisioni impopolari come quella di non includere il supporto mp3 e per le partizioni ntfs nella RedHat. Eppure si tratta di piccoli pacchetti che si possono scaricare e installare a parte in cinque minuti. Ricordate che una causa contro una societa' che distribuisce commercialmente del software puo' risolversi con una *grande* richiesta di denaro, mentre la cosa e' ben diversa se si fa causa ad una comunita' di sviluppatori che distribuisce del software via internet in maniera assolutamente non commerciale. In questo caso una richiesta di indennizzo avrebbe una natura ben diversa.Una qualsiasi $societa'-fantoccio-teleguidata-da-MS potrebbe, con un magistrato compiacente, chiedere ex abrupto 50.000.000 di dollari ad una azienda che distribuisce *commercialmente* Linux (non ha importanza che poi le iso siano disponibili gratuitamente) scavillando per qualche copyright (per es. lo status del software mp3 non è chiarissimo). Lo stesso non potrebbe accadere nel caso di un gruppo di liberi sviluppatori che rendono solo disponibile il software via rete. Credo che RedHat si sia resa conto che RH Linux veniva schiacciato da questa situazione ed ha deciso di separare il prodotto "general purpose" da quello commerciale per i server aziendali. E' ovvio che nessuna azienda si lamentera' mai se RHEL non supporta nativamente gli mp3! Del resto Fedora è giuridicamente separata da RedHat e pertanto - in prospettiva - potra' prendersi molte liberta' senza il timore di rappresaglie giurisdizionali.Sia chiaro che non ho gradito come RH ha gestito tutta la cosa, ma ritengo giusto aspettare prima di dare della "traditrice" a RedHat. RH sta solo cercando di costruirsi una "gabbia anti-squali". Non diamo a lei le colpe che hanno gli "squali".Detto tra parentesi - come ho gia' scritto - ho da poco installato Fedora e mi sembra molto buona. Mi permetto di suggerire a tuti quelli che - come me - sono rimasti amareggiati ed irritati dalla mossa di RH - di provarla.SalutiProspero
  • Anonimo scrive:
    Debian
    E' l'unica distro 100% GPL.
  • Anonimo scrive:
    Poi si da contro a WIndows...
    E' assurdo. Prima si dice "Linux è meglio, Linux è qui, Linux è là...", poi (alcuni) degli stessi che sostengono tali ideologie fanno pagare un prodotto BEN DI PIU' di una "semplice" licenza Windows.Inoltre l'esempio del novantenne che va ad acquistare un pc con inux proprio non regge...Se lo stesso vecchietto comprerebbe un pc con Windows XP da installare non credo che abbia la vita più facile (e badate bene che non parlo dei semplici "blocchi" che ha Windows).xtreme
    • gian_d scrive:
      Re: Poi si da contro a WIndows...
      - Scritto da: Anonimo
      E' assurdo. Prima si dice "Linux è meglio,
      Linux è qui, Linux è là...", poi (alcuni)
      degli stessi che sostengono tali ideologie
      fanno pagare un prodotto BEN DI PIU' di una
      "semplice" licenza Windows.linux non è red hat e red hat è solo una faccia di linux. linux non è gratis anche ma hai anche la possibilità di averlo *legalmente* gratis. linux è qualcosa di ben più complesso e ampio della realtà che vorresti mettere a confronto con windows.Red Hat è una società con fini di lucro, non l'ha mai nascosto perciò non ha mai ingannato nessuno. Ha scelto una fetta di mercato punto. Io avevo acquistato una licenza red hat e l'avevo pagata un terzo di quello che avevo pagato per una licenza windows 2000 pro. Il prodotto che secondo te fanno pagare ben più di una semplice licenza windows è un qualcosa che forse con windows ha poco a che fare perciò il tuo paragone non regge. punto
      Inoltre l'esempio del novantenne che va ad
      acquistare un pc con inux proprio non
      regge...
      Se lo stesso vecchietto comprerebbe un pc
      con Windows XP da installare non credo che
      abbia la vita più facile (e badate bene che
      non parlo dei semplici "blocchi" che ha
      Windows).

      xtremeti assicuro che se mio nonno fosse ancora vivo e gli venisse in mente di provare ad usare un pc gli metterei un account su un linux invece di correre il rischio che vada a explorare in c:windowssystem
      • Anonimo scrive:
        Re: Poi si da contro a WIndows...
        - Scritto da: gian_d

        - Scritto da: Anonimo

        E' assurdo. Prima si dice "Linux è meglio,

        Linux è qui, Linux è là...", poi (alcuni)

        degli stessi che sostengono tali ideologie

        fanno pagare un prodotto BEN DI PIU' di
        una

        "semplice" licenza Windows.

        linux non è red hat e red hat è solo una
        faccia di linux. linux non è gratis anche ma
        hai anche la possibilità di averlo
        *legalmente* gratis. linux è qualcosa di ben
        più complesso e ampio della realtà che
        vorresti mettere a confronto con windows.
        Red Hat è una società con fini di lucro, non
        l'ha mai nascosto perciò non ha mai
        ingannato nessuno. Ha scelto una fetta di
        mercato punto. Io avevo acquistato una
        licenza red hat e l'avevo pagata un terzo di
        quello che avevo pagato per una licenza
        windows 2000 pro. Il prodotto che secondo te
        fanno pagare ben più di una semplice licenza
        windows è un qualcosa che forse con windows
        ha poco a che fare perciò il tuo paragone
        non regge. puntoGiusto.

        Inoltre l'esempio del novantenne che va ad

        acquistare un pc con inux proprio non

        regge...

        Se lo stesso vecchietto comprerebbe un pc

        con Windows XP da installare non credo che

        abbia la vita più facile (e badate bene
        che

        non parlo dei semplici "blocchi" che ha

        Windows).



        xtreme

        ti assicuro che se mio nonno fosse ancora
        vivo e gli venisse in mente di provare ad
        usare un pc gli metterei un account su un
        linux invece di correre il rischio che vada
        a explorare in c:windowssystemGiusto anche questo. A chiaccherare sono bravi tutti ed e' facile mettersi al riparo della comoda mole del pregiudizio. Se pero' si prova - ed io l'ho fatto - a far usare il PC a persone *completamente* digiune, si può constatare che esse imparano Linux (con la GUI, ovviamente) esattamente come imparano ad usare Windows. Quella dell'installazione e della configurazione e' solo una favola, che si perpetua appunto con il pregiudizio:1 - il "delta" di facilita' di installazione/configurazione tra Windows e Linux è attualmente molto ridotto. Prima di blaterare si *provi* una SuSE, una mandrake o un RedHat/Fedora.2 - il classico neo-utente che nulla sa di PC non riesce ad installare/configurare neanche Windows.3 - Basta con la ca@@ata della ricompilazione! Quella di compilare il kernel o i programmi e' una *opzione* avanzata. Io uso Linux in maniera stabile da diversi anni e non ho *mai* dovuto ricompilare il kernel (l'ho fatto una volta nel 1999 con la SuSE 6.1 solo per vedere come si faceva)Gli unici punti realmente a vantaggio di Windows sono il piu' esteso supporto hardware ed una GUI piu' responsiva rispetto a XFree, per motivi strutturali. Ovviamente anche la maggiore disponibilita' di software professionale in certi campi (grafica/publishing).Il resto e' la solita acidula minestrina riscaldata fatta di pregiudizi/ignoranza/FUD.SalutiProspero
    • Anonimo scrive:
      Re: Poi si da contro a WIndows...
      Non reputo opportuno replicare al solito troll che nega l'evidenza. E l'evidenza la si legge qui:www.redhat.comwww.gnu.orgProspero
    • Anonimo scrive:
      Re: Poi si da contro a WIndows...
      Io sono della modesta idea che la differenza tra linux e windows la fa sempre la persona che ci sta dietro e che sa o meno come configurarli al meglio. Non sono l'uno nè migliore nè peggiore dell'altro. Nessuno di noi installa il SO e poi lo molla lì e decide quale dei due va meglio. C'è sempre un lavoro di configurazione che migliora le caratteristiche dell'uno e dell'altro. Ho visto per esempio SO windows server configurati molto bene e praticamente invulnerabili dall'esterno. Quello di cui invece dobbiamo renderci conto è che man mano che linux tende ad avvicinarsi al mercato desktop e rende sempre più "semplici" le sue distribuzioni, si vengono a ricreare gli stessi problemi che windows si porta dietro da quando è nato.
  • Anonimo scrive:
    Qualcuno è così generoso da...
    endersi cura della redhad di mio cuggino ???...emh posso pure darvi i sorgenti, così voi mantenete tutto bello aggiornato e... naturalmente... "aggratisssss" !ahaha ahahah aahhaahahahahahahhahaa ahahahah aahahah
  • Anonimo scrive:
    Cosi' e' ... se vi pare
    A quanto pare la voglia di fraintendere e mentire e' contagiosa. Più che commentare le notizie, esprimendo le proprie idee, si prendono brandelli di notizia deformandole a volontà con vecchie bugie e pregiudizi.La scelta di RedHat non mi è piaciuta e credo che potra' anche risultare controproducente, anche se spero di no. In ogni caso, suggerisco di guardare ai fatti:1- qui non si parla ne' di fallimenti ne' di tradimenti: RedHat ha un gran bel business e un notevole fatturato nel mercato server ed ha semplicemente deciso di concentrarsi su di esso. Per motivi essenzialmente di immagine e di marchi ha deciso di cambiare nome e rotta alla versione, chiamiamola cosi', "base". Nessun annuncio improvviso. Se gli stolti non sanno leggere e sparano giudizi a casaccio non posso farci niente. E' da piu' di un anno che RedHat ha ufficialmente comunicato e divulgato la durata del supporto per le diverse versioni di RedHat Linux. Piu' recente invece la decisione di non far uscire nessuna RedHat 10, ma attenzione che le persone un gocciolino informate lo sapevano da piu' di un mese (ed era nell'aria da luglio). Io sono rimasto comunque deluso e - ripeto - temo che sia una mossa infelice, almeno fatta in questi termini.2- nessun tradimento: il volta-faccia sul desktop e' ben poco elegante e sicuramente di circostanza. Dovrebbe però essere letto per quello che e': un tentativo di aderire a quella sorta di "accordo" non scritto già in vigore da molti anni tra IBM e Microsoft. Il senso è semplice: OK, ti riconosco il dominio sul desktop; tu in cambio tieni i cani alla catena nel settore server ed in quello mi lasci la libertà di concorrere, senza eccedere nei tuoi sporchi trucchi, fornendomi, se del caso, il supporto e le condizioni che dai alle altre aziende per ottenere la compatibilità e l'interopreabilità con i client Windows.La forma è piuttosto grossolana e i piu' esperti mi vorranno perdonare, ma il senso dell'abbandono dello sviluppo attivo di OS/2 da parte di IBM e' tutto qui. Questo spiega come mai IBM stia spingendo in maniera massiccia Linux ma non stia facendo praticamente niente in ambito desktop. Non perche', come sostengono i soliti prevenuti, Linux non sia utilizzabile come client (manca solo un piu' esteso supporto hardware), ma perche' cio' infrangerebbe la vecchia e santa alleanza. Provate a pensare se IBM facesse uscire (e potrebbe farlo fra tre giorni senza sforzo alcuno) un perfetto client access (per es. per AS/400) per Linux. Sapete in quante aziende i 9/10 delle macchine vengono utilizzate quasi esclusivamente per l'accesso ai software di contabilita' su AS?Le dichiarazioni di RedHat devono semplicemente essere lette in questa ottica. Micrososft e' una azienda che negli USA fa *paura*. Puo' comprare societa' concorrenti con la non chalance con cui io e voi ci prendiamo un caffe' la mattina. Può permettiersi di comprare GeCAD solo per lo sfizio di rompere le scatole a Linux togliendogli il piu' diffuso software antivirus per mail server. Ha un fortissimo accordo con il governo USA, cosa che le garantisce la pressoche' totale impunita'. Ha un potere *finanziario* ben superiore a quello di IBM, Oracle, HP/Compaq messe insieme (sapete cosa vuol dire il rapporto tra disponibilità finanziaria, faatturato e immobilizzazioni?) e per di piu' ora si sta arrabbiando. RedHat sta solo cercando di consolidare il proprio business e di allontanarsi un poco dall'occhio del ciclone. Non lodiamola, ma non mettiamola neanche troppo alla berlina.Poi chiariamoci: se vuoi affermarti nel settore server devi fornire versioni di SO "stabilizzate"per *anni*. E' inopportuno quindi usare lo stesso marchio per un sistema che deve durare magari per due o tre anni e per uno che esce ogni sei mesi. No troll, please. Tantissime aziende usano ancora Windows NT per molte funzioni di notevole importanza.3 - Parlare di distribuzioni che spariscono e falliscono e' fuori luogo. Qui non e' fallito nessuno. Io sto usando (anche) RedHat 9 e potro' usarlo finche' voglio. Gli aggiornamenti ci sono stati fino ad oggi, ci saranno fino ad aprile 2004 e dopo ci saranno tramite Fedora Project. RedHat 10? Peccato che non ci sarà ... io ci sono rimasto male. prima di parlare, però, vediamo come e' Fedora, la qual e*non* è una nuova, strana e traballante bestia ma con tutta probabilità sara' ... RedHat 10 con un altro nome.Non per niente Fedora si basa pari pari sulla beta del versione successiva della RH9 (Severn). Il fatto che non ci sia piu' il supporto ufficiale RedHat e' un vero peccato, ma tenete conto che dietro Fedora c'e' in gran parte proprio RedHat ... gli aggiornamenti ci saranno comunque tramite Fedora (ma anche Freshrpms.net e altri). Per chi non lo sapesse, RedHat e' e restera' open source, almeno al 99%, e gli stessi aggiornamenti "in giacca e cravatta" per RHEL usciranno il giorno dopo "in scarpe da tennis" per Fedora.C'e' poi il fatto che IMHO le modalità di questa svolta siano in parte errate ma questo e' un altro discorso ed il messaggio e' gia' troppo lungo.SalutiProspero
    • debianaro scrive:
      Re: Cosi' e' ... se vi pare
      - Scritto da: Anonimo
      La scelta di RedHat non mi è piaciuta e
      credo che potra' anche risultare
      controproducente, anche se spero di no. In
      ogni caso, suggerisco di guardare ai fatti:è vero bisogna ammetterlo io stesso che bene o maleutilizzo sia debian che redhat faccio fatica ad essere obbiettivo ma guando un dirigente CEO per giuntadella redhat se ne esce con certi argomenti da salottodevi ammettere che ti smarrisce un po :) io personalmente non ho problemi molto probabilmentei miei server continueranno a girare su debian e le redhat o le migro a fedora o le converto con qualcosaltro.sinceramente non me ne preoccuperei piu di tanto.
      1- qui non si parla ne' di fallimenti ne' di
      tradimenti: RedHat ha un gran bel business e
      un notevole fatturato nel mercato server ed
      ha semplicemente deciso di concentrarsi su
      di esso. Per motivi essenzialmente di
      immagine e di marchi ha deciso di cambiare
      nome e rotta alla versione, chiamiamola
      cosi', "base".la verita' è che la gente inconsciamente si fida del marchio e non piu di linux (almeno la maggiorpartedei redhattari :) ) e questo improvviso cambio di logo a smarrito un po tutti chi piu chi meno.loro della redhat sapevano benissimo e lo hannofatto apposta per incrementare il mercato dei server cercando nel frattempo di scrollarsi di dosso la pallaal piede che in questo caso era il segmento community.tutto qui.se ci riescono consolidano ancora di piu la sfera enterpriseseno zompano per aria e alla comunita gliene puo fregar di meno perche se gli affari sono affari alloraè giusto che ognuno sia libero di mettergliela nel c##ocome ha fatto lei con la comunita.non dimentichiamoci che poi alla redhat lavorano alcuniplayer importanti, Alan Cox in primis e se questi sentonopuzza di bruciato ci mettono 2 secondi a fare opera di smerding nei confronti del cappello rosso.detto questo mi auguro che fedora continui a fare la suaparte sperando che non riceva troppe pressioni dallacasa madre perche senno questo si sarebbe un peccato.io ho potuto provarla ed in effetti ha al suo interno parecchiecosuccie interessanti che potrebbero metterla in luce molto prima di quanto ci si aspetti.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosi' e' ... se vi pare
        - Scritto da: debianaro
        - Scritto da: Anonimo

        La scelta di RedHat non mi è piaciuta e

        credo che potra' anche risultare

        controproducente, anche se spero di no. In

        ogni caso, suggerisco di guardare ai
        fatti:

        è vero bisogna ammetterlo io stesso che bene
        o male
        utilizzo sia debian che redhat faccio fatica
        ad essere
        obbiettivo ma guando un dirigente CEO per
        giunta
        della redhat se ne esce con certi argomenti
        da salotto
        devi ammettere che ti smarrisce un po :) In effetti e' stata una argomentazione quanto meno imbarazzante, visto i toni opposti utilizzati qualche mese fa.Con tutta probabilità si tratta solo di opportunismo.
        io personalmente non ho problemi molto
        probabilmente
        i miei server continueranno a girare su
        debian e le
        redhat o le migro a fedora o le converto con
        qualcosaltro.
        sinceramente non me ne preoccuperei piu di
        tanto.E questo e' sicuro. Questo e' uno vantaggi principali di Linux.


        1- qui non si parla ne' di fallimenti ne'
        di

        tradimenti: RedHat ha un gran bel
        business e

        un notevole fatturato nel mercato server
        ed

        ha semplicemente deciso di concentrarsi su

        di esso. Per motivi essenzialmente di

        immagine e di marchi ha deciso di cambiare

        nome e rotta alla versione, chiamiamola

        cosi', "base".

        la verita' è che la gente inconsciamente si
        fida del
        marchio e non piu di linux (almeno la
        maggiorparte
        dei redhattari :) ) e questo improvviso
        cambio
        di logo a smarrito un po tutti chi piu chi
        meno.Certo. Il marchio conta, conta parecchio. Non per niente alcune aziende emergenti acquistano altre società fallimentari ma un tempo gloriose per utilizzarne il marchio.Si pensi a Guillemot-Hercules.
        loro della redhat sapevano benissimo e lo
        hanno
        fatto apposta per incrementare il mercato
        dei server
        cercando nel frattempo di scrollarsi di
        dosso la palla
        al piede che in questo caso era il segmento
        community.L'intenzione e' anche questa, ma attenzione perche' la community dava forse pochi soldi ma dava invece una vasta base di installato.Tantissimi server che ora girano su Redhat sono "nati" grazie a sysadmin che hanno iniziato ad usare RedHat a casa e poi l'hanno "esportata" sul lavoro. Parlo soprattutto di imprese medio-piccole o università. Non è un semento economicamente cruciale, ma fa numero e prestigio.Scaricarlo così brutalmente non e' stata una buona idea IMHO.
        tutto qui.
        se ci riescono consolidano ancora di piu la
        sfera enterprise
        seno zompano per aria e alla comunita gliene
        puo
        fregar di meno perche se gli affari sono
        affari allora
        è giusto che ognuno sia libero di
        mettergliela nel c##o
        come ha fatto lei con la comunita.Questo e' il punto: comportandosi come si e' comportata la Redhat ha di fatto "scaricato", almeno metaforicamente, l'utenza privata. Eppure qualcuno che comprava i package c'era ... io per esempio ;-)Speriamo che Fedora sia un buon sistema. Tutte le apparenze spingono a pensare che si trattera' di una RedHat 10 "debianizzata" nello stile di svuluppo e distribuzione. Aspettiamo e vediamo.
        non dimentichiamoci che poi alla redhat
        lavorano alcuni
        player importanti, Alan Cox in primis e se
        questi sentono
        puzza di bruciato ci mettono 2 secondi a
        fare opera di smerding nei confronti del
        cappello rosso.
        detto questo mi auguro che fedora continui a
        fare la sua
        parte sperando che non riceva troppe
        pressioni dalla
        casa madre perche senno questo si sarebbe un
        peccato.
        io ho potuto provarla ed in effetti ha al
        suo interno parecchie
        cosuccie interessanti che potrebbero
        metterla in luce
        molto prima di quanto ci si aspetti.Puo' darsi. Non credo che a RedHat convenga perdere completamente la vasta base d'installato che ha nell'ambito privato. Ripeto: e' possibile che dietro Fedora ci sia molto piu' RH di quanto non si pensi.Io la sto scaricando adesso. SalutiProspero
  • Anonimo scrive:
    meno male ke uso la mandrake!
    kome da subject :)))
    • Anonimo scrive:
      Re: meno male ke uso la mandrake!
      - Scritto da: Anonimo
      kome da subject :)))La Mandrake stava per andare in fallimento ;)Anche io uso Mandrake, sto aspettando la 9.2 (sperando che se la prima release distruggeva i masterizzatori LG, la seconda non faccia fuori gli hard-disk ;))
  • Anonimo scrive:
    Che volete che vi dica...
    ...io ho sempre schifato RH, per troppi motivi.Meglio debian per certi versi, molto meglio SuSE per un vero rapporto B2B col fornitore, per cose particolari Gibraltar o EnGarde vanno benissimo per il loro scopo naturale, sui file/print server SOHO poi una qualsiasi distro ottimizzata senza X va benissimo. Per chi vuole il meglio, c'è sempre OpenBSD, tutto un altro mondo rispetto a linuzzo.No, non c'è mai stato bisogno di RH, a maggior ragione qui in Europa dove il vero head-to-head competitor, SuSE, è fortissima e straordinariamente assistita.
    • stevie scrive:
      Re: Che volete che vi dica...
      - Scritto da: Anonimo
      ...io ho sempre schifato RH, per troppi
      motivi.

      Meglio debian per certi versi, molto meglio
      SuSE per un vero rapporto B2B col fornitore,
      per cose particolari Gibraltar o EnGarde
      vanno benissimo per il loro scopo naturale,
      sui file/print server SOHO poi una qualsiasi
      distro ottimizzata senza X va benissimo. Per
      chi vuole il meglio, c'è sempre OpenBSD,
      tutto un altro mondo rispetto a linuzzo.

      No, non c'è mai stato bisogno di RH, a
      maggior ragione qui in Europa dove il vero
      head-to-head competitor, SuSE, è fortissima
      e straordinariamente assistita.Occhio, però, che la Red Hat ha tra i suoi dipendenti un certo Alan Cox ;)
    • debianaro scrive:
      Re: Che volete che vi dica...
      - Scritto da: Anonimo
      per cose particolari Gibraltar o EnGarde
      vanno benissimo per il loro scopo naturale,ROTFL ISSIMO una distribuzione che si chiama engarde è il top del top....Gibraltar poi mi sa di roba sciamana :)
  • Anonimo scrive:
    America = Dollari
    emporta na sega !!!s'era già visto che non capivano niente quando hanno levato la possibilità di leggere gli MP3 dalla versione Desktop."Viva i brevetti!", non l'hanno detto ma l'hanno praticamente dichiaratoEvviva l'Italia, evviva la Bulgaria che ci ha fatto dono del PIPPPERO!!!ciao
    • stevie scrive:
      Re: America = Dollari
      - Scritto da: Anonimo
      Evviva l'Italia, evviva la Bulgaria che ci
      ha fatto dono del PIPPPERO!!!E dove lo metti SHPALMAN? :-P
  • Anonimo scrive:
    Io l'ho sempre sconsigliato Linux!
    Dopo anni a litigare con i clienti che volevano mettere Red Hat sulle loro macchine per risparmiare e io che li massacravo e li prendevo per il collo costringendoli a spendere un pò di denaro per qualcosa di AFFIDABILE come Windows, ottengo le prove scritte di quello che ho sempre detto (e fatto).Oggi Red Hat che cambia mercato, domani Mandrake fallisce, Il mercato desktop Lindows non lo ca*a neanche ed ecco le mie sacrosante tesi di inaffidabilità di tutto il sistema Linux+GPL.Salvatevi almeno voi che avete ancora un pò di sale in zucca e non vi siete fatti plagiare del tutto dai linuxari. Passate a Windows!...Comunque linuxaro avvertito...mezzo salvato...Stampa...Stampa la notizia che la porto a tutti i miei clienti e la appendo di fuori dell'ufficio!
    • Anonimo scrive:
      Re: Io l'ho sempre sconsigliato Linux!
      AFFIDABILE Windows? Non ho parole.Si infatti Windows è molto stabile ed affidabile, quando la macchina è spenta però, ahahahahahahah.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io l'ho sempre sconsigliato Linux!

      Ha ha! E' bello sapere che c'è ancora
      qualcuno che vuole fare dell'umorismo (anche
      se di bassa lega).HaHahahaHaha!
      Infatti Linux non è stato concepito come un
      sistema desktop.
      E poi il "sistema Linux-GPL" dovevo ancora
      sentirlo... cos'è?HaHahahaHaha!
      Tra l'altro, Mandrake non è fallita (fosse
      anche, me ne strafotterei).HaHahahaHaha!
      Io considero Red Hat utile in quanto dà da
      mangiare a qualche kernel hacker di quelli
      tosti (come anche la SuSE). Per il resto non
      me ne frega niente.HaHahahaHaha!
      Ciò che ha fatto Red Hat fa parte del gruppo
      di strategie che vanno sotto il nome di
      politiche aziendali.Test: OK!
      Mappercarità!!!! Cosa vai a consigliare? Ma
      lo sai che windows ha dentro parti di roba
      opensource?
      Magari quando uscirà il prossimo bug di
      explorer o di microsoft 'zzo-ne-so
      professional sarà la volta buona che si
      convincerannoHaHahahaHaha!
      Certo che basta proprio poco per
      soddisfarti, eh?
      Dimmi un po'... se uscisse fuori un bug nel
      tuo windows server 2003 nuovo fiammante,
      appenderesti fuori dall'ufficio anche la
      stampa dell'articolo di bugtraq?No! Però Appenderei la notizia di Microsoft che lascia gli utenti desktop (cosa che non succederà mai) come fanno le aziende pro-Linux che dopo aver sfruttato i loro adepti li lasciano nella me*da....Ma da quando in qua parlano anche i poppanti? Vai a lavorare e poi ti rendi conto della realtà!
      • stevie scrive:
        Re: Io l'ho sempre sconsigliato Linux!

        No! Però Appenderei la notizia di Microsoft
        che lascia gli utenti desktop (cosa che non
        succederà mai) come fanno le aziende
        pro-Linux che dopo aver sfruttato i loro
        adepti li lasciano nella me*da....

        Ma da quando in qua parlano anche i
        poppanti? Vai a lavorare e poi ti rendi
        conto della realtà!Hahahahahaha!
      • stevie scrive:
        Re: Io l'ho sempre sconsigliato Linux!
        - Scritto da: Anonimo
        è bello vedere che non hai la più pallida
        idea di cosa stai parlando...

        PS.: Con win INIZI nella merda...Lascialo che parli :)
    • Zeross scrive:
      Re: Poveracci i tuoi clienti amico mio!
      - Scritto da: Anonimo

      E certamente nessuno nega neppure i pregi di
      window$ che però sfortunatamente si sono
      completamente arrestati con window$ 2000
      cominciando a fare vistosi passi indietro in
      sicurezza, privacy.???Abbiam bevuto forte eh...
      Parliamo anche della PAROLA CHIAVE DELLO
      SVILUPPO: ottimizzazione del codice. Una
      frase magica che un VERO sviluppatore quale
      ti definisci non può ignorare in modo tanto
      superficiale, perchè a redmond purtroppo lo
      hanno dimenticato dai tempi di window$ 2000
      e le cose non fanno che peggiorare.Mah, sempre più perplesso... poi gradirei la spiegazione del commento "tecnico" sul codice di Windows che non hai mai visto...IMHO sei solo un quaquaraquà...Zeross
      • Anonimo scrive:
        Re: Poveracci i tuoi clienti amico mio!
        Anzitutto se c'è qualcuno che ha bevuto forte quello sei tu. Io non voglio neppure parlare dei milioni di "servizi" che si collegano alla rete facendo transitare non si sa quale informazioni verso server maicro$oft, non voglio parlare della condanna per la privacy USA per servizi come hotmail (incluso in window$), e nemmeno delle varie attivazioni e controattivazioni con la scusa della pirateria. Chi viola la legge impunemente può permettersi questo ed altro, le condanne dei tribunali parlano chiaro.Ma sicuramente tu sei in mezzo a quei creduloni che anzichè tutelare i clienti (ammesso tu ne abbia) tutela lo zio bill per storie di tifo di cui a me sinceramente frega niente. Dall'uscita di win2000 vogliamo parlare dell'infinito numero di patch e contropatch uscite per XsPy, per non parlare del "flop" 2003 server che dopo qualche mese sbuca con pericolo con quello RPC (estremamente grave)? Cerchiamo di fare le persone serie per piacere e guardiamo ai fatti anzichè offendere senza neppure un punto di vista tecnico, troppo facile così.Caro amico dalle tante chiacchiere che definisci gli altri quaquaraqua, dovresti essere tu a spiegare "come mai" le versioni che si succedono non portano mai a reali ottimizzazioni da cui deriva snellezza e velocità, ma soltanto ad appesantimenti. Le cose sono solo due: O NON SANNO OTTIMIZZARE (lo escludo) o NON LO VOGLIONO FARE. Mi limito a constatare quello che vedo basandomi su un minimo di intelletto (se una cosa non funziona, non funziona e basta), non serve per capire che non funziona bene, vedere un codice che nessuno vedrà mai per motivi che a mio parere non sono solo commerciali. Che poi potremmo parlare anche di componenti aggiuntivi penosi che magari girano anche su un kernel decente (è da vedere) ma nel complesso di un sistema chiuso puoi solo parlare di mancata ottimizzazione del codice nel suo complesso (comprese le implementazioni dei componenti)Potrei parlarti solo del fatto che per far girare OS di redmond a momenti serve un mainframe. Ma una migliore spiegazione te l'ha data lo zio bill in una intervista tanto tempo fa. Come lo stesso gat?$ ammise in una intervista che posso anche farti vedere, http://www.cantrip.org/nobugs-it.htmlper loro parole come "correzione dei bug" (ancora una volta di ottimizzazione si tratta) non hanno molto valore finchè non diventano problematiche. Questo perchè è più conveniente investire in novità commerciali come le iconcine colorate che dannarsi dietro al codice. E queste sono parole dello zio bill non le mie. Del resto è la pratica di tutti i software commerciali non professionali. Vendere, non importa se funziona o meno.Prima di aprir bocca senza dare UN MINIMO di commento tecnico (io non ne ho visti da parte tua) e tagliando fuori dal contesto solo le frasi che ti interessano cerca di documentarti ti farebbe piuttosto bene- Scritto da: Zeross
        - Scritto da: Anonimo



        E certamente nessuno nega neppure i pregi
        di

        window$ che però sfortunatamente si sono

        completamente arrestati con window$ 2000

        cominciando a fare vistosi passi indietro
        in

        sicurezza, privacy.

        ???
        Abbiam bevuto forte eh...



        Parliamo anche della PAROLA CHIAVE DELLO

        SVILUPPO: ottimizzazione del codice. Una

        frase magica che un VERO sviluppatore
        quale

        ti definisci non può ignorare in modo
        tanto

        superficiale, perchè a redmond purtroppo
        lo

        hanno dimenticato dai tempi di window$
        2000

        e le cose non fanno che peggiorare.

        Mah, sempre più perplesso... poi gradirei la
        spiegazione del commento "tecnico" sul
        codice di Windows che non hai mai visto...

        IMHO sei solo un quaquaraquà...


        Zeross
        • Zeross scrive:
          Re: Poveracci i tuoi clienti amico mio!
          - Scritto da: Anonimo
          Anzitutto se c'è qualcuno che ha bevuto
          forte quello sei tu. Io non voglio neppure
          parlare dei milioni di "servizi" che siPerò lo fai...
          maicro$oft, non voglio parlare della
          condanna per la privacy USA per servizi come
          hotmail (incluso in window$)Interessante... come fa hotmail, che è un servizio su Internet, ad essere incluso in Windows? Hanno messo Internet dentro il CD? Wow... sti Microsoft; una ne fanno, cento ne pensano!
          delle varie attivazioni e controattivazioni
          con la scusa della pirateria. Chi viola la
          legge impunemente può permettersi questo ed
          altro, le condanne dei tribunali parlano
          chiaro.Il solito bla bla bla...
          Dall'uscita di win2000
          vogliamo parlare dell'infinito numero di
          patch e contropatch uscite per XsPy, per non
          parlare del "flop" 2003 server che dopo
          qualche mese sbuca con pericolo con quello
          RPC (estremamente grave)?Ti faccio notare che il bug dell'RPC è stato trasversale su tutta la famiglia NT, da Windows NT 4 a Windows Server 2003. Quindi da ben prima di Windows 2000.Inoltre se vogliamo proprio fare un conto numerico sono più le patch uscite per Windows 2000 per quelle che Windows XP, a loro volta più di quelle di Windows Server 2003.
          Cerchiamo di fare
          le persone serie per piacere e guardiamo ai
          fatti anzichè offendere senza neppure un
          punto di vista tecnico, troppo facile così.Mi spiace ma in quello che hai scritto il punto di vista tecnico è pari a zero... ergo non potevo rispondere al tuo "nulla" tecnico.
          Caro amico dalle tante chiacchiere che
          definisci gli altri quaquaraqua, dovresti
          essere tu a spiegare "come mai" le versioni
          che si succedono non portano mai a reali
          ottimizzazioni da cui deriva snellezza e
          velocità, ma soltanto ad appesantimenti.Vediamo... sulla mia macchina, quindi a parità di configurazione, avvio Windows 2000... mmm... una quarantina di secondi... avvio Windows XP, beh... una ventina di secondi... non male per essersi "appesantito"...Ripeto, vacci calmo col bere e vedrai che la "pesantezza" ti passa...
          Potrei parlarti solo del fatto che per far
          girare OS di redmond a momenti serve un
          mainframe.Vediamo... P3 1GHz, 768 Mb... Windows XP gira che non fa una piega.Se questo è un mainframe allora a mia nonna basta montarci una ruota e diventa una cariola...
          Ma una migliore spiegazione te
          l'ha data lo zio bill in una intervista[CUT]
          professionali. Vendere, non importa se
          funziona o meno.Dato che sono tra i tester esterni di Microsoft dal 1998, conosco molto bene come funzionano le cose, e ti posso garantire che qualsiasi segnalazione di bug provenga da noi viene seriamente presa in considerazione.Inoltre potevi proprio risparmarti di tirare fuori un'intervista del 23 Ottobre 1995, soprattutto poichè la chiosa finale è tutta basata su supposizioni personali dell'autore riguardo alle frasi di Gates.E non trovo nulla di scandaloso in quello che ha detto; una nuova versione è ovvio che non viene fatta al SOLO scopo di correggere i bug, per quello ci sono gli Hotfix, le Service Release e i Service Pack.
          Prima di aprir bocca senza dare UN MINIMO di
          commento tecnico (io non ne ho visti da
          parte tua) e tagliando fuori dal contesto
          solo le frasi che ti interessano cerca di
          documentarti ti farebbe piuttosto beneCredo sinceramente di essere più documentato di te, solo che non sento il bisogno di dirlo ai 4 venti o al primo che passa.Fondamentalmente sono uno che si fa i cazzi suoi...Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Poveracci i tuoi clienti amico mio!

            Però lo fai...Sono dati di fatto facciamoli vedere!
            Interessante... come fa hotmail, che è un
            servizio su Internet, ad essere incluso in
            Windows? Hanno messo Internet dentro il CD?
            Wow... sti Microsoft; una ne fanno, cento ne
            pensano!Ti è sfuggita la mia correlazione che in questo caso era hotmail-maicro$oft. Window$ e hotmail hanno in comune lo stesso padrone. Diciamo quindi con franchezza che se hotmail è quello che è non ti puoi aspettare che certe politiche non vengano puntualmente applicate in ogni cosa, del resto i tribunali hanno parlato chiaro! Avrei dovuto fare storia e parlare del profilo di gestione passport. In mano allo zio bill può far di tutto (lo si usa pure su ebay e non solo). Consideriamo "a titolo d'esempio" che per servizi come ebay i dati personali sono essenziali? Ho parlato di dati di fatto, sentenze e condanne di tribunali. L'attivazione (esempio) è un'impedimento ingiustificato all'utente e un serio rischio per la privacy, dato che le trasmissioni sono crittate. Personalmente non mi fido dello zio bill visti i suoi precedenti penali.
            Ti faccio notare che il bug dell'RPC è stato
            trasversale su tutta la famiglia NT, da
            Windows NT 4 a Windows Server 2003. Quindi
            da ben prima di Windows 2000.
            Inoltre se vogliamo proprio fare un conto
            numerico sono più le patch uscite per
            Windows 2000 per quelle che Windows XP, a
            loro volta più di quelle di Windows Server
            2003.Hai perfettamente ragione, ti ringrazio per averlo messo in evidenza è un'aggravante piuttosto forte. Il fatto che su 2003 server si possa trascinare un bug dalla famiglia NT è veramente un colpo duro. Ballmer aveva assicurato piena qualità in termini di sicurezza rispetto al passato, temo che non ci abbia fatto una bella figura. Invece qui ci ritroviamo bug gravissimi vecchi di anni. Fammi sapere qual'è la media rispetto al tempo di uscita di ogni OS e non il numero totale di patch, quello conta ben poco! Esprimi il rapporto in questione e ne riparleremo, credo che avresti una media quasi doppia.
            Mi spiace ma in quello che hai scritto il
            punto di vista tecnico è pari a zero... ergo
            non potevo rispondere al tuo "nulla"
            tecnico.Davvero? Sono curioso di vedere in tal caso le tue contromotivazioni tecniche,"alle sole mie motivazioni di accusa", senza tenere in considerazione ciò che valuti nulla. In questo caso faresti vedere ciò che sai. Io ammiro chi sa ciò di cui parla davvero
            Vediamo... sulla mia macchina, quindi a
            parità di configurazione, avvio Windows
            2000... mmm... una quarantina di secondi...
            avvio Windows XP, beh... una ventina di
            secondi... non male per essersi
            "appesantito"...
            Ripeto, vacci calmo col bere e vedrai che la
            "pesantezza" ti passa...Riesci a parlare senza offendere? Caro amico, senza offesa, ma temo TI GIURO comincio a dubitare della tua "competenza", ti chiedo di perdonarmi il dubbio ma fin'ora mi sono cadute le braccia. Esprimere la "pesantezza", mi si passi il termine, di un'os valutando il tempo di avvio, significa veramente far ridere chi legge. Sono curioso di confrontarmi con te per cui ti prego di farmi dono di questa tua esperienza. Valutiamo attentamente ciò che in realtà conta durante l'uso, a partire dall'interfaccia grafica e dai moduli caricati sul kernel. Se caschiamo in quel campo c'è ben poco che puoi riaffermare di quanto hai detto prima
            Vediamo... P3 1GHz, 768 Mb... Windows XP
            gira che non fa una piega.
            Se questo è un mainframe allora a mia nonna
            basta montarci una ruota e diventa unaTi ringrazio anche in questo caso per aver avvalorato la mia tesi. Un sistema del genere per far girare un'OS non è esattamente un carretto in termini di potenza assoluta, ti dico solo che lavoro tra le altre cose in grafica da anni e quella roba solo qualche anno fa la si sognava di notte. Grafica significa sfruttare ogni Kbyte di ram e ogni Hz di clock.Benchè il mondo dei PC sia in continua evoluzione e ogni anno abbiamo macchine più potenti (questo è un bene), quel che è male è che per far girare gli os dello zio bill le pretese salgono di continuo. Fammi girare quell'os a frequenza di 400Mhz con 128 Mbyte di ram. Window$ 2000 ci gira ed XsPy? Meglio evitare lo sai anche tu. Ma questo evidenzia ciò che ho detto non ciò che hai detto tu. Valuta la potenza assoluta di una macchina e non quella relativa, non puoi fare errori del genere!
            Dato che sono tra i tester esterni di
            Microsoft dal 1998, conosco molto bene come
            funzionano le cose, e ti posso garantire che
            qualsiasi segnalazione di bug provenga da
            noi viene seriamente presa in
            considerazione.
            Inoltre potevi proprio risparmarti di tirare
            fuori un'intervista del 23 Ottobre 1995,
            soprattutto poichè la chiosa finale è tutta
            basata su supposizioni personali dell'autore
            riguardo alle frasi di Gates.
            E non trovo nulla di scandaloso in quello
            che ha detto; una nuova versione è ovvio che
            non viene fatta al SOLO scopo di correggere
            i bug, per quello ci sono gli Hotfix, le
            Service Release e i Service Pack.Io mi limito a leggere e riportare le parole che ha detto zio bill non il finale. E le sue parole sono semplicemente scandalose dal punto di vista di ciò che un'utente si aspetta ed è l'utente che io devo tutelare. Nemmeno io sono sorpreso, rientra nella logica commerciale per carità, ma io non sono pagato dallo zio bill (o meglio NON PIU' e per mia scelta). Il problema è semplicemente che ciò che dice dimostra dove stanno tutti i problemi che gli utenti trovano ogni giorno. menefreghismo del monopolio, senza concorrenza di che mondo e mondo non c'è mai stato vero progresso. E' un dato innegabile. Vedi nulla di strano, ma io tutelo i miei clienti e non lo zio bill. Dato che lavori per loro sei LEGGERMENTE in conflitto di interessi e come sempre non tuteli i consumatori, ma lo zio bill. Perodonami ma voi altri non siete la maggioranza per fortuna.
            Credo sinceramente di essere più documentato
            di te, solo che non sento il bisogno di
            dirlo ai 4 venti o al primo che passa.
            Fondamentalmente sono uno che si fa i cazzi
            suoi...Sono onorato di avere a che fare con te anche se mi consideri di così basso rango da non poter condividere con me e tutti noi del forum le tue conoscenze. Mi farebbe piacere invece vederle. Fin'ora non hai dimostrato un nulla di ciò di cui parli, men che meno le tue doti di competenza. Io non sono qui per sbandierare, ma ogni persona che leggerà questo post, vedrà qualcosa di più concreto da parte mia che non da parte tua. E il mio scopo è aprire gli occhi a quanta più gente possibile affinchè facciano scelte LIBERE ed OPPORTUNE.Ti ho chiesto e ti richiedo di commentare tecnicamente ciò di cui parli, non ci stai rimediando una bella figura e ti parlo come uno che leggerebbe dall'esterno. Ma questo te lo dico semplicemente perchè ti limiti a NON ESPORRE il tu
          • Zeross scrive:
            Re: Poveracci i tuoi clienti amico mio!
            - Scritto da: Anonimo

            Fammi sapere qual'è la media rispetto al
            tempo di uscita di ogni OS e non il numero
            totale di patch, quello conta ben poco!
            Esprimi il rapporto in questione e ne
            riparleremo, credo che avresti una media
            quasi doppia.I miei dati sono raffrontati in base allo stesso periodo di tempo, non su scala temporale assoluta.Windows 2000 SP1 conteneva 750 fix circaWindows XP SP1 conteneva 250 fix circaWindows Server 2003 SP1 contiene (attualmente; sarà rilasciato nel primo trimestre 2004) una cinquantina di fix circa.
            Valutiamo attentamente ciò che in realtà
            conta durante l'uso, a partire
            dall'interfaccia grafica e dai moduli
            caricati sul kernel. Se caschiamo in quel
            campo c'è ben poco che puoi riaffermare di
            quanto hai detto primaPartendo da dati concreti (e cmq il tempo di boot è anch'esso un dato concreto, non dipende certo da come è girata la luna in quel momento), ecco l'occupazione di ram dei 2 sistemi freschi d'installazione:Windows 2000: 85 MbWindows XP: 76 Mb
            Ti ringrazio anche in questo caso per aver
            avvalorato la mia tesi. Un sistema del
            genere per far girare un'OS non è
            esattamente un carretto in termini di
            potenza assolutaIn termini di potenza assoluta un P3 1GHz è correntemente solo un discreto sistemino.Qualunque smanettone che abbia la passione per i giochi ha un processore migliore, e la ram non costa proprio più niente...
            le pretese salgono di continuo. Fammi girare
            quell'os a frequenza di 400Mhz con 128 Mbyte
            di ram. Window$ 2000 ci gira ed XsPy?Gira anche lui, e se gli disabiliti i cosiddetti fronzoli forse gira anche meglio di W2K.
            Dato che lavori
            per loro sei LEGGERMENTE in conflitto di
            interessi e come sempre non tuteli i
            consumatori, ma lo zio bill. Perodonami ma
            voi altri non siete la maggioranza per
            fortuna.Dove ho scritto che LAVORO per Microsoft?Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Poveracci i tuoi clienti amico mio!
            Abbiamo tagliato fuori mio malgrado il discorso sulla privacy non è che sia molto bello escluderlo dato che è davvero una prima portata con i fiocchi.
            I miei dati sono raffrontati in base allo
            stesso periodo di tempo, non su scala
            temporale assoluta.

            Windows 2000 SP1 conteneva 750 fix circa
            Windows XP SP1 conteneva 250 fix circa
            Windows Server 2003 SP1 contiene
            (attualmente; sarà rilasciato nel primo
            trimestre 2004) una cinquantina di fix
            circa.Stranamente i miei di dati non sono gli stessi e la media numero di patch/tempo è quasi doppia. Cerco di ritrovare il link e lo posterò qui, anche perchè senza prove si può scrivere ciò che si vuole non ritengo di essere preso in considerazione. Naturalmente vorrei vedere un link anche da parte tua. Tra l'altro non si può valutare il numero sul periodo di vita, ma la media in base al tempo di vita totale, altrimenti il sistema è troppo influenzato da eventi casuali.

            Valutiamo attentamente ciò che in realtà

            conta durante l'uso, a partire

            dall'interfaccia grafica e dai moduli

            caricati sul kernel. Se caschiamo in quel

            campo c'è ben poco che puoi riaffermare di

            quanto hai detto prima

            Partendo da dati concreti (e cmq il tempo di
            boot è anch'esso un dato concreto, non
            dipende certo da come è girata la luna in
            quel momento), ecco l'occupazione di ram dei
            2 sistemi freschi d'installazione:

            Windows 2000: 85 Mb
            Windows XP: 76 MbIl tempo di avvio non si può considerare sulla "pesantezza di un'os" dubito che uno si metta a riavviare ogni 4 secondi. Anche in questo caso dati che non collimano io non ho mai avuto occupazione di ram superiore a 65-70Mbyte appena installato. Liscio come l'olio nessun driver proprietario a parte l'os stesso, in ogni caso questa occupazione VARIA e varia in modo significativo in base alla macchina utilizzata per i suoi componenti interni e il grado di rilevazione dell'os su questi ultimi. Aggiungo fra le altre cose la pena che win XsPy fa con la gestione dei driver, non è possibile che in un numero infinito di casi i produttori non riescano a fare driver decenti. La realtà è che questo os è troppo complesso per funzionare davvero bene.

            Ti ringrazio anche in questo caso per aver

            avvalorato la mia tesi. Un sistema del

            genere per far girare un'OS non è

            esattamente un carretto in termini di

            potenza assoluta

            In termini di potenza assoluta un P3 1GHz è
            correntemente solo un discreto sistemino.
            Qualunque smanettone che abbia la passione
            per i giochi ha un processore migliore, e la
            ram non costa proprio più niente...In termini di potenza assoluta non è affatto un sistemino, lo è se paragonato a sistemi più performanti ma è una verifica relativa e non assoluta. Questo l'ho detto anche io ma non è una giustificazione al fatto che le pretese salgano di continuo e che salgano è un dato incontestabile. Un'esempio ancora più pesante è quello schifo noto come Long Horn (polladium a parte che già è un'orrore) attualmente gira lento anche su un PIV 2,4 Ghz con 384 Mbyte di ram, anche fosse ottimizzato è dura fargli calare le pretese. Questo non va assolutamente bene, troppo alte in cambio di cosa? Sono anni che gli os dello zio bill in quanto a innovazione VERA sono al palo, quella che ci fu per dire da win 3.11 a win 95. Devo far girare su una macchina questa roba in cambio di cosa? Di niente.

            le pretese salgono di continuo. Fammi
            girare

            quell'os a frequenza di 400Mhz con 128
            Mbyte

            di ram. Window$ 2000 ci gira ed XsPy?
            Gira anche lui, e se gli disabiliti i
            cosiddetti fronzoli forse gira anche meglio
            di W2K.Se cominciamo a modificare lo standard di base allora abbiamo l'os fatto in casa e questo non lo si può considerare. Installazione liscia, anche su win 2000 puoi disabilitare gli effetti (e non solo) in quel caso girerà sempre molto meglio quest'ultimo, trattasi semplicemente di chi lo sa modificare meglio. Alias le pretese salgono di continuo è davvero impossibile dire il contrario questo è più che un dato di fatto

            Dato che lavori

            per loro sei LEGGERMENTE in conflitto di

            interessi e come sempre non tuteli i

            consumatori, ma lo zio bill. Perodonami ma

            voi altri non siete la maggioranza per

            fortuna.

            Dove ho scritto che LAVORO per Microsoft?


            ZerossHai scritto di essere un loro tester (se poi non vi pagano mal che mai!) io dove posso faccio il tester per il software libero.
          • Zeross scrive:
            Re: Poveracci i tuoi clienti amico mio!
            - Scritto da: Anonimo
            Abbiamo tagliato fuori mio malgrado il
            discorso sulla privacy non è che sia molto
            bello escluderlo dato che è davvero una
            prima portata con i fiocchi.Privacy? Cos'è?In Italia non esiste più da un pezzo..
            Stranamente i miei di dati non sono gli
            stessi e la media numero di patch/tempo è
            quasi doppia.Peccato che tu non conosca il numero effettivo di fix inclusi in ogni SP.Il numero di patch pubblicate su Windows Update non fa testo, poichè non è che una parte del tutto.
            Naturalmente
            vorrei vedere un link anche da parte tua.Sono legato da un NDA, mi spiace ma non posso rivelare le mie fonti.
            Tra l'altro non si può valutare il numero
            sul periodo di vita, ma la media in base al
            tempo di vita totale, altrimenti il sistema
            è troppo influenzato da eventi casuali.Tra 1 anno e mezzo (tale è infatti il tempo trascorso tra il rilascio di Win2K e WinXP) allora valuteremo in confronto all'attuale Win2K.Dubito che XP raggiungerà la stessa quantità di fix rilasciati.
            Il tempo di avvio non si può considerare
            sulla "pesantezza di un'os" dubito che uno
            si metta a riavviare ogni 4 secondi. Anche
            in questo caso dati che non collimano io non
            ho mai avuto occupazione di ram superiore a
            65-70Mbyte appena installato. Liscio come
            l'olio nessun driver proprietario a parte
            l'os stesso, in ogni caso questa occupazione
            VARIA e varia in modo significativo in base
            alla macchina utilizzata per i suoi
            componenti interni e il grado di rilevazione
            dell'os su questi ultimi.Ho detto a parità di macchina... la mia, ovviamente.
            Aggiungo fra le
            altre cose la pena che win XsPy fa con la
            gestione dei driver, non è possibile che in
            un numero infinito di casi i produttori non
            riescano a fare driver decenti. La realtà è
            che questo os è troppo complesso per
            funzionare davvero bene.Alcuni produttori dei hardware se ne sono sbattuti allegramente della fase di beta test. Ai tempi ricordo una quantità enorme di richieste da parte dei beta tester di XP di avere a disposizione una versione beta dei driver per la SB Live!.L'unica risposta mai avuta da Creative è stata "Inizieremo a sviluppare dei driver specifici solo quando il sistema operativo sarà rilasciato"... vale a dire a ottobre del 2001, e fino alla fine dell'anno successivo non si è visto un driver decente che fosse uno (infatti nello specifico caso per l'uscita di XP fu Microsoft stessa a sviluppare un driver con almeno le funzionalità di base)Microsoft ha fornito un'architettura e una serie di strumenti per scrivere driver portabili trasversalmente su l'intera piattaforma Windows (9x-NT), ed esiste su MSDN una corposa sezione denominata "Windows Driver Development Kit".Se poi chi sviluppa i driver non segue le specifiche cosa si deve fargli? Sparargli?? Bah..
            Un'esempio ancora
            più pesante è quello schifo noto come Long
            Horn (polladium a parte che già è un'orrore)
            attualmente gira lento anche su un PIV 2,4
            Ghz con 384 Mbyte di ram, anche fosse
            ottimizzato è dura fargli calare le pretese.Si tratta di una versione Alpha, sveglia!Al momento qualsiasi considerazione sulle performance vale meno dei bit sprecati per scriverla.
            Se cominciamo a modificare lo standard di
            base allora abbiamo l'os fatto in casa e
            questo non lo si può considerare.Così è se ti pare...
            Installazione liscia, anche su win 2000 puoi
            disabilitare gli effetti (e non solo) in
            quel caso girerà sempre molto meglio
            quest'ultimo, trattasi semplicemente di chi
            lo sa modificare meglio.Perchè tu hai provato a farlo questo confronto, vero?
            Alias le pretese
            salgono di continuo è davvero impossibile
            dire il contrario questo è più che un dato
            di fattoL'antitesi di quanto dicevano i produttori di hardware all'uscita di XP: "Oh cavolo, ma ha praticamente gli stessi requisiti di 2000... e come facciamo a vendere dell'hardware nuovo adesso?!!"Mettetevi d'accordo...
            Hai scritto di essere un loro tester (se poi
            non vi pagano mal che mai!) io dove posso
            faccio il tester per il software libero.Ho scritto "tester esterno", cioè lo faccio per mio unico diletto.Zeross
    • opazz scrive:
      Re: Io l'ho sempre sconsigliato Linux!



      qualcosa di


      AFFIDABILE come WINDOWS

      è un ossimoro :D
      No, è una tautologia. :pNo, è un Gruviera..
    • Anonimo scrive:
      Re: Io l'ho sempre sconsigliato Linux!
      - Scritto da: Anonimo
      hobby : L'amore

      hahhahahahahahahhahahahhahahhaha ma chi
      ca220 sei ??? il mago forest ???nono aspetta, questa è più bella:[...]Odio particolarmente i Linuxari perchè sparano cazzate e sono più falsi dei denti di mio nonno, ma mi piace smanettare con Linux (solo smanettare però).[...]odia linux (si capisce dai post) e i linuxari ma SMANETTA CON LINUX....mi piacerebbe sapere come mai...masochismo ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Io l'ho sempre sconsigliato Linux!
        ah poi LAVORA con:[...]Windows, ***LINUX*** (mdk), ***APACHE***, IIS, MSSQL Server, MySQL, JBuilder,Visual Studio, ***OPENOFFICE***, MSOffice, DreamWeaver, Flash, Paint Shop Pro, Animation Shop, Access, PhotoShop e spiccioli vari...[...]coerente il ragazzo...PS.: psp? probabilmente ha la licenza da due lire di PSP ma usa photoshop piratato :)
  • pippo75 scrive:
    Ha fatto quello che gli conviene
    Red-hat è una ditta e come tale deve avere un torna conto, se esce dal mercato desktop, forse è perche' i guadagni non erano sufficienti e punta su un settore da cui spera di avere maggiori introiti (il personale il 10 del mese penso che volgia lo stipendio).Quanti di voi ha mai dato soldi alla red-hat per il desktop, per pagare il servizio, l'assistenza o qualcosa d'altro, penso pochi allora non lamentatevi se poi la ditta esce dal mercato (prima che qualcuno dica di XP, posso dire che l'ho preso originale).Qui non c'entra il vostro monopolio di bill, se volevate comperare un servizio di red-hat bastava darle i soldi, in pochi lo hanno fatto e loro ne hanno preso atto.Poi sbaglio o red-hat linux è completamente GPL, quindi voi avete ricevuto il diritto a modificare tutto quello che volete nel rispetto della GPL, se red-hat non vi da il supporto potrete sempre chiedere ad una ditta di vosta fiducia di correggere eventuali problemi (dato che questa ditta no vi farà il lavoro gratis, poi queste modifiche sareste disponibili a darle alla rete in formato gratuito, sincerità, magari potrebbero costarvi anche qualche milione a seconda del tempo impiegato).ciaoP.S. Qualcuno conosce bene e/o usa suse linux, sare interessato a sapere alcune cose, in particolare sul prorgamma di edit video.grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha fatto quello che gli conviene
      - Scritto da: pippo75
      Red-hat è una ditta e come tale deve avere
      un torna conto, se esce dal mercato desktop,
      forse è perche' i guadagni non erano
      sufficientiUso Linux e sono perfettamente daccordo con te... (linux)Ciao
  • Anonimo scrive:
    Linux 4 server, Windows 4 desktop!
    Non mi stanchero' mai di ripeterlo, Linux fa bene il suo lavoro su server e router ed ovunque serva affidabilita', configurabilita', robustezza. Tradizionalmente presente nel mondo accademico ha iniziato una scalata nel settore commerciale e produttivo sorprendente. Windows va bene sui desktop, dove serve la compatibilita con tonnellate di gadget hardware che escono a ritmo continuo, schede grafiche di ultima generazione e videogames (che bene o male sono la locomotiva del mercato consumer!). Non mi sembra cosi' scandalosa la strategia della RedHat, meglio concentrarsi su cio' che ha successo ed evitare il mercato consumer su cui onestamente non c'e' spazio, e faccio notare che perfino sotto Windows le schede 3D sono talmente complesse che i giochi escono ottimizzati per una GPU particolare ... con tutto quello che comporta come impatto sul mercato (vedere il caso HL2).rope
  • Anonimo scrive:
    Io l'ho SEMPRE sconsigliata la Red Hat
    perchè degli yankee non mi fido!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    • debianaro scrive:
      Re: Io l'ho SEMPRE sconsigliata la Red H
      - Scritto da: Anonimo
      perchè degli yankee non mi
      fido!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!ROTFL
    • Anonimo scrive:
      Re: Io l'ho SEMPRE sconsigliata la Red Hat
      - Scritto da: Anonimo
      perchè degli yankee non mi
      fido!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Infatti! E ti sei fidato di una bella banned-distro. ROTFL :-D Bravo pirla.
  • Anonimo scrive:
    Szulik...
    Mi chiedo come fa RedHat ad averecollaboratori come Szulik che sputano nelpiatto dove mangiano o hanno mangiato per anni...,soprattutto la sua ignoranza sul fatto che nemmenoconoscono la distribuzione che vendono... (soprattuttochi e' quel pollo che spende 1499$ per laversione enterprise? Ma sono matti!).Il padre novantenne non va a comprare un PC con Linux e tantomeno un PC...
  • debianaro scrive:
    fedora prime impressioni
    ho appena installato fedora sul mio portatile Acer 1601 LC be mi ha riconosciuto la totalita delle periferiche anchela schedina bluetooth integrata....i tool di aggiornamento sono essenzialmente up2date(che va usato senza user e password ) o yum da riga dicomando.....praticamente per tenere aggiornata la macchinabasta scrivere una riga sul cron yum updatee vai in scioltezza :) ci sono parecchie novita a partire dal kernel di serie che è il 2.4.22 con la native posix thread patchgrub col supporto vnc (utile se si vuole installarela macchina da remoto ) e parecchie migliorie sull'aspettografico.come primo giudizio non mi sento di dire che sia un'obrobrioanzi da come si presenta credo che potrebbe venir usataanche come server anche se io per il momento non mi fiderei :) ciao
    • opazz scrive:
      Re: fedora prime impressioni
      Sembra che paiamo in telepatia.. Anche io l'ho provata.. Un hp-compaq portatile armada.. Tutto ok, e anche a me compreso il BT.. Da server no, ma da stazione di lavoro è buona davvero..
    • Giambo scrive:
      Re: fedora prime impressioni
      - Scritto da: debianaro
      grub col supporto vnc (utile se si vuole
      installare la macchina da remoto)Uh ? Grub con VNC ? Interessante, hai qualche link ?
      • debianaro scrive:
        Re: Oh mamma mia
        - Scritto da: Giambo
        Uh ? Grub con VNC ? Interessante, hai
        qualche link ?sorry l'ho sparata grossa :) mi ero sbagliato comunque era l'installazione che puoifarla col vnc basta passarglielo dal boot.se grub funzionava col vnc sarebbe piaciuto pure a me :)ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Oh mamma mia
          - Scritto da: debianaro
          sorry l'ho sparata grossa :)
          mi ero sbagliato comunque era
          l'installazione che puoi
          farla col vnc basta passarglielo dal boot.
          se grub funzionava col vnc sarebbe piaciuto
          pure a me :)
          ciao Immagino che questa la dica lunga sulla qualità del tuo beta testing...Prego anche notare come la cosa degna di maggiore attenzione in questo 3d sia stata "mi riconosce tutte le periferiche". Figatona, adesso valutiamo un prodotto in base al numero di driver che ha, e la consigliamo pure come server.L'esercito dei ragazzini del pinguino avanza.
          • debianaro scrive:
            Re: Oh mamma mia
            - Scritto da: Anonimo
            Immagino che questa la dica lunga sulla
            qualità del tuo beta testing...difatti ho postato le mie prime impressioni di una semplice installazione su portatilenon ho mica detto che bisogna formattare i server e piazzare fedora.....o sbaglio ?
            Prego anche notare come la cosa degna di
            maggiore attenzione in questo 3d sia stata
            "mi riconosce tutte le periferiche".ROTFL certo adesso linux per essere consideratotale non deve assulutamente avvalersi di strumenti di discovery hardware perche senno perde il suo fascinoda NerdOS vero ?ma sparisci talebano.....
            Figatona, adesso valutiamo un prodotto in
            base al numero di driver che ha, e la
            consigliamo pure come server.
            L'esercito dei ragazzini del pinguino avanza.tu hai capito fischio per fiasco.... io valuto fedora un buon prodotto perche ha un livello di sviluppo simile a debian,i pacchetti vengono gestiti con yum dietro ci staun QA con i controcazzi e per finire stanno gia spuntando repositoryalternativi quali freshrpms il numero di driver te lo sei inventato perche volevi fare lo sborone.se mai mi dovesse capitare di consigliare fedora come server mi assumo tutte le responsabilita del caso e sta pur certo che sarei io il primo ad implementarle sul mio parco macchine....
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh mamma mia
            - Scritto da: debianaro
            difatti ho postato le mie prime impressioni
            di una semplice installazione su portatile
            non ho mica detto che bisogna formattare
            i server e piazzare fedora.....Hai sparato cazzate prese dal sito, hai letto che c'era il grub col VNC e l'hai scritto sul forum da brava scimmietta ammaestrata.
            ROTFL certo adesso linux per essere
            considerato
            tale non deve assulutamente avvalersi di
            strumenti
            di discovery hardware perche senno perde il
            suo fascino
            da NerdOS vero ?Mai detto questo, trovo solo curioso che in breve si sia passati da un atteggiamento "la scheda xy non ha i driver, quindi fa cagare" a "che figata, mi riconosce anche lo scanner USB coi pupazzi che ballano"
            ma sparisci talebano.....Uh?
            tu hai capito fischio per fiasco.... io
            valuto fedora un buon prodotto perche ha un
            livello di sviluppo simile a debian,Citare debian/paleo/stable come esempio di sviluppo non mi pare un bel confronto.
            il numero di driver te lo sei inventato
            perche volevi fare lo sborone."be mi ha riconosciuto la totalita delle periferiche anchela schedina bluetooth integrata.... "L'hai scritto tu, non io.
            se mai mi dovesse capitare di consigliare
            fedora come server mi assumo tutte le
            responsabilita del caso e sta pur
            certo che sarei io il primo ad implementarle
            sul mio parco macchine.... "anzi da come si presenta credo che potrebbe venir usataanche come server anche se io per il momento non mi fiderei"Come sopra.
          • debianaro scrive:
            Re: Oh mamma mia
            - Scritto da: Anonimo
            Hai sparato cazzate prese dal sito, hai
            letto che c'era il grub col VNC e l'hai
            scritto sul forum da brava scimmietta
            ammaestrata.è vero ho detto che il grub girava col vnc poi però mi sono corretto...
            Citare debian/paleo/stable come esempio di
            sviluppo non mi pare un bel confronto.io uso sia redhat che debian e il modello di sviluppodi quest'ultimo ha parecchie somiglianze con fedora.cosa vuol dire ? vuol dire che su fedora pur essendoci una buona percentuale di dipendenti redhat è possibile iscriversialla mailing list o partecipare in chat su #fedora-devele contribuire cosi a rendere la distro piu accattivante.
            "be mi ha riconosciuto la totalita delle
            periferiche anche
            la schedina bluetooth integrata.... "

            L'hai scritto tu, non io.holy god stai dicendo che non doveva riconoscere la schedina bluetooth ?o mio dio o mio dio.....se anaconda mi riconosce tutte le periferiche del mioportatile, io so tutto contentote invece no; sei oltraggiato da tanta automazionevero ?
            "anzi da come si presenta credo che potrebbe
            venir usata
            anche come server anche se io per il momento
            non mi fiderei"

            Come sopra.ho detto credo che potrebbe essere usata come serverho usato il condizionale...e comunque io non sono ipocrita come te che pur di nonapparire utonto (perchemai poi ) rinnega l'evidenza dei fattie cioe che la maggiorparte degli ISP NOC e compagnia bella non ci pensano 2 volte a installare fedora cosi come in passatopassavano di default ai clienti le redhat 8.0 e 9.0.sei stupito vero ? :) be fatti un giro sui piu grossi NOC italiani e esteri e vedi quello che ti passa il convento stai certo che debian sulle xseries non lo troverai mai installato (io l'ho fattoperche mi fido delle mie capacita e non ho bisogno del supporto IBM ) o su dei dell..... questo perche la gentecon linux ci lavora e non ha tempo di farsi le menate filosofiche sulle varie disto come stai facendo te.concludo dicendo che i miei server debianstanno bene come stanno e non è previsto nessun passaggio improvviso a fedora :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh mamma mia
            - Scritto da: debianaro
            è vero ho detto che il grub girava col vnc
            poi però mi sono corretto...Appena qualcuno ti ha chiesto informazioni.
            io uso sia redhat che debian e il modello di
            sviluppo
            di quest'ultimo ha parecchie somiglianze con
            fedora.E' il termine "sviluppo" che mi pare inadeguato a quella distribuzione. Debian non viene sviluppata, si prende un pacchetto, ci si fa un anno di pippe mentale se è abbastanza free e alternativo, poi si aspetta che diventi obsoleto, e infine lo si mette nella distribuzione.
            holy god stai dicendo che non doveva
            riconoscere
            la schedina bluetooth ?Dove lo hai letto, di grazia?
            o mio dio o mio dio.....
            se anaconda mi riconosce tutte le
            periferiche del mio
            portatile, io so tutto contento
            te invece no; sei oltraggiato da tanta
            automazione
            vero ? No, sto dicendo che giudicare una distribuzione da questo è ridicolo. Allora windows XP è più figo di tutti perchè riconosce tutto?
            e comunque io non sono ipocrita come te che
            pur di non
            apparire utonto (perchemai poi ) rinnega
            l'evidenza dei fatti
            e cioe che la maggiorparte degli ISP NOC e
            compagnia bella non ci pensano 2 volte a
            installare fedora cosi come in passato
            passavano di default ai clienti le redhat
            8.0 e 9.0.Se vogliono tirarsi le martellate sugli zebedei usando il pinguino fatti loro.
            be fatti un giro sui piu grossi NOC italiani
            e esteri e vedi quello che ti passa il
            convento stai certo che debian
            sulle xseries non lo troverai mai installatoBuoni quelli, te li raccomando, quando trovi le specifiche di quella cagata di Raid vienimi a cercare.
            (io l'ho fatto
            perche mi fido delle mie capacita e non ho
            bisogno del supporto IBM )IBM non ti da supporto, al massimo ti da un pezzo di driver e ti dice "installalo su quella distribuzione con quel kernel e non rompere le palle" così come dell e tantomeno siemens. Installa RH su un primergy 1U poi ne riparliamo.
            questo perche la gente
            con linux ci lavora e non ha tempo di farsi
            le menate
            filosofiche sulle varie disto come stai
            facendo te.Oddio, un pinguinaro che mi parla di menate filosofiche mi mancava. Hai imparato a memoria il social contract?
            concludo dicendo che i miei server debian
            stanno bene come stanno e non è previsto
            nessun passaggio improvviso a fedora :)Faresti bene a cambiare OS infatti...
    • markoer scrive:
      Re: fedora prime impressioni
      - Scritto da: debianaro
      ho appena installato fedora sul mio
      portatile Acer 1601 LC Io ho fatto un upgrade da redhat 6.1. Senza grossi problemi.
      be mi ha riconosciuto la totalita delle
      periferiche anche
      la schedina bluetooth integrata....
      i tool di aggiornamento sono essenzialmente
      up2date
      (che va usato senza user e password )up2date dovrebbe chiederti (usando gnome-ask-pass) la password di root, altrimenti devi usarlo da root.
      o yum
      da riga di
      comando.....
      praticamente per tenere aggiornata la
      macchina
      basta scrivere una riga sul cron yum update
      e vai in scioltezza :)Non solo, ma adesso hai la possibilità di aggiungere repository esterni.freshrpms.net si sta aggiornando a Fedora, atrpms lo ha già fatto, il mio repository lo farà a breve.
      ci sono parecchie novita a partire dal
      kernel di serie che è il 2.4.22 con la
      native posix thread patchlo era già RedHat 9
      grub col supporto vnc (utile se si vuole
      installare
      la macchina da remoto )Magari non c'è vnc, ma puoi comunque (da sempre con RH...) installare da un repository remoto (via http, ftp, nfs) ammesso che tu abbia il supporto per PXE, tftp o un floppy di boot.La mia installazione preferita è tramite porta seriale e NFS. Certo un floppy di boot con vnc... non è una brutta idea!!! andrebbe fatta!!!
      e parecchie
      migliorie sull'aspetto
      grafico.
      come primo giudizio non mi sento di dire che
      sia un'obrobrio
      anzi da come si presenta credo che potrebbe
      venir usata
      anche come server anche se io per il
      momento non mi fiderei :) Come tutte le beta, testate gente, testate...ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: fedora prime impressioni
      Anchio l'ho appena installata su un IBM netvista P4 2400. Ha riconosciuto tutte le periferiche perfettamente, mi sembra che anche graficamente sia piuttosto accattivante e ben fatta, le versioni dei vari tools sono aggiornate, c'è samba 3. E' presto per giudicare ma mi piace.
  • Anonimo scrive:
    Ho capito una cosa
    Dopo aver letto questo articolo ho capito che è meglio tornare da mamma microsoft. Tanto alla fine con queste distribuzioni linux devi stare tutti i giorni ad aggiornare un migliaio di librerie, fix, patch, bang boom... per non parlare poi della fatica di dover controllare ogni volta sui giornali che la propria distribuzione non sia fallita. No ragazzi è stato bello finché è durato ma finisce qui
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho capito una cosa
      - Scritto da: Anonimo
      Dopo aver letto questo articolo ho capito
      che è meglio tornare da mamma microsoft.
      Tanto alla fine con queste distribuzioni
      linux devi stare tutti i giorni ad
      aggiornare un migliaio di librerie, fix,
      patch, bang boom... per non parlare poi
      della fatica di dover controllare ogni volta
      sui giornali che la propria distribuzione
      non sia fallita. No ragazzi è stato bello
      finché è durato ma finisce quiE' Evidentissimo che per te non è mai cominciatoquindi lascia stare.Torna alla playstation...uhm...forse per te è troppo complicata pure quella. Potresti giocare a pari e dispari da solo, magari ce la fai.
      • markoer scrive:
        Re: Ho capito una cosa
        - Scritto da: Anonimo[...]
        E' Evidentissimo che per te non è mai
        cominciato
        quindi lascia stare.
        Torna alla playstation...uhm...forse per te
        è troppo complicata pure quella. Potresti
        giocare a pari e dispari da solo, magari ce
        la fai.Non male come risposta. Se la metti sotto GPL la riutilizzo ;-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ho capito una cosa
          - Scritto da: markoer
          - Scritto da: Anonimo
          [...]

          E' Evidentissimo che per te non è mai

          cominciato

          quindi lascia stare.

          Torna alla playstation...uhm...forse per
          te

          è troppo complicata pure quella. Potresti

          giocare a pari e dispari da solo, magari
          ce

          la fai.

          Non male come risposta. Se la metti sotto
          GPL la riutilizzo ;-)pari e dispari?numeri?troppo complicato per lui,meglio giocare a carta, pugno e forbice ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ho capito una cosa
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: markoer

            - Scritto da: Anonimo

            [...]


            E' Evidentissimo che per te non è mai


            cominciato


            quindi lascia stare.


            Torna alla playstation...uhm...forse
            per

            te


            è troppo complicata pure quella.
            Potresti


            giocare a pari e dispari da solo,
            magari

            ce


            la fai.



            Non male come risposta. Se la metti sotto

            GPL la riutilizzo ;-)
            pari e dispari?
            numeri?
            troppo complicato per lui,
            meglio giocare a carta, pugno e forbice ...ma non era carta, PIETRA e forbice?comunque lui cercherebbe di tagliare il sasso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ho capito una cosa
            - Scritto da: Anonimo
            ma non era carta, PIETRA e forbice?
            comunque lui cercherebbe di tagliare il
            sasso. Ma voi due non c'avete nient'altro da fare oggi che scrivere scemate qua sopra? "carta pietra forbice hehehe" ...braccia strappate all'agricoltura
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho capito una cosa
      - Scritto da: Anonimo
      Dopo aver letto questo articolo ho capito
      che è meglio tornare da mamma microsoft.
      Tanto alla fine con queste distribuzioni
      linux devi stare tutti i giorni ad
      aggiornare un migliaio di librerie, fix,
      patch, bang boom... per non parlare poi
      della fatica di dover controllare ogni volta
      sui giornali che la propria distribuzione
      non sia fallita. No ragazzi è stato bello
      finché è durato ma finisce qui. . . a . . . pensavo ci dicessi che non hai capito un cazzo . . .
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho capito una cosa
      - Scritto da: Anonimo
      Dopo aver letto questo articolo ho capito
      che è meglio tornare da mamma microsoft.:|
      Tanto alla fine con queste distribuzioni
      linux devi stare tutti i giorni ad
      aggiornare un migliaio di librerie, fix,
      patch, bang boom... :| :|Si vede che e' da MS-DOS che non conosci piu' la MicroZoZz per scrivere questo. Non volevo dirtelo ma MicroZoZz non solo ultimamente rilascia "quintali" di patches per i propri sistemi operativi per tentare di correggere qualche baco di programmazione, ma molto peggio NON rilascia le "tonnellate" di patches necessarie a redenere sicuri e stabili i propri SO.
      per non parlare poi
      della fatica di dover controllare ogni volta
      sui giornali che la propria distribuzione
      non sia fallita. No ragazzi è stato bello
      finché è durato ma finisce quiMa sai che fatica, finita una distro c'e' ne un'altra e' solo da prendere e provare. Mentre per MicroZoZz NON PUOI SCEGLIERE TI DEVI MANGIARE LA MINESTRA CHE TI PASSANO LORO.Meditate gente, meditate,Nessuno nasce stupido, ma tutti vogliono diventarlo...Andrea
      • Anonimo scrive:
        Re: Ho capito una cosa
        - Scritto da: Anonimo

        Si vede che e' da MS-DOS che non conosci
        piu' la MicroZoZz per scrivere questo. Non
        volevo dirtelo ma MicroZoZz non solo
        ultimamente rilascia "quintali" di patches
        per i propri sistemi operativi per tentare
        di correggere qualche baco di
        programmazione, ma molto peggio NON rilascia
        le "tonnellate" di patches necessarie a
        redenere sicuri e stabili i propri SO.Linux lo fa? A me sembra il contrario.
        Ma sai che fatica, finita una distro c'e' ne
        un'altra e' solo da prendere e provare.Un eterno beta testing. Un fallimento totale. Linux sta perdendo di credibilità, la volete capire?
        Meditate gente, meditate,
        Nessuno nasce stupido, ma tutti vogliono
        diventarlo...:-D
      • Anonimo scrive:
        Re: Ho capito una cosa
        - Scritto da: Anonimo

        Si vede che e' da MS-DOS che non conosci
        piu' la MicroZoZz per scrivere questo. Non
        volevo dirtelo ma MicroZoZz non solo
        ultimamente rilascia "quintali" di patches
        per i propri sistemi operativi per tentare
        di correggere qualche baco di
        programmazione, ma molto peggio NON rilascia
        le "tonnellate" di patches necessarie a
        redenere sicuri e stabili i propri SO.Eh già, se fa la patch è perchè è bacato, se non fa la patch è perchè e bacato ma non vuole correggerlo. Vi hanno educato proprio bene non c'è che dire.
        Ma sai che fatica, finita una distro c'e' ne
        un'altra e' solo da prendere e provare.Sul tuo PC di casa puoi anche farlo, puoi anche cambiare filesystem ogni mese perchè in quella distro c'è il reiser e in quell'altra il JFS, su 50 PC in azienda no.
        Mentre per MicroZoZz NON PUOI SCEGLIERE TI
        DEVI MANGIARE LA MINESTRA CHE TI PASSANO
        LORO.E col pinguino cosa puoi scegliere? Fra pupazzi, pupazzi, pupazzi e distro sciatte e risciatte?
    • Anonimo scrive:
      Troll da strapazzo
      - Scritto da: Anonimo
      Dopo aver letto questo articolo ho capito
      che è meglio tornare da mamma microsoft.
      Tanto alla fine con queste distribuzioni
      linux devi stare tutti i giorni ad
      aggiornare un migliaio di librerie, fix,
      patch, bang boom... per non parlare poi
      della fatica di dover controllare ogni volta
      sui giornali che la propria distribuzione
      non sia fallita. No ragazzi è stato bello
      finché è durato ma finisce quiCerto che se uno passa, legge questo post e ci crede, e poi racconta agli amici "no io a linux non ci passo perchè ho letto di un linuxaro che è tornato a windows", beh l'imbecille è quello che passa :)
  • Anonimo scrive:
    Re: La mia opinione
    - Scritto da: cla
    1) Finanzia fedora, distro basata solo su
    FREE Software, una licenza sola, la GPLFalso, falso e ancora falso. Perl, Apache, X11 ti sembrano sotto GPL? Questo si chiama lucrare sul lavoro altrui per fare propaganda all'esproprio della FSF.
    • AlphaC scrive:
      Re: La mia opinione
      - Scritto da: Anonimo
      - Scritto da: cla


      1) Finanzia fedora, distro basata solo su

      FREE Software, una licenza sola, la GPL

      Falso, falso e ancora falso. Perl, Apache,
      X11 ti sembrano sotto GPL? Perl e X11 sono licenza perfettamente compatibili con GPL, e quindi adatte a distribuzioni come Fedora, Apache 1.1 è una licenza molto permissiva e quindi si sconsiglia l'utilizzo ma non pone problemi l'inclusione in unsistema gpl.
      Questo si chiama
      lucrare sul lavoro altrui per fare
      propaganda all'esproprio della FSF.La FSF si pone l'obbiettivo di far valere i valori che hanno fatto nascere il sistema GNU, certe volte esagera ma penso che la sua presenza sia essenziale nel mondo open source.
      • Anonimo scrive:
        Re: La mia opinione
        - Scritto da: AlphaC
        Perl e X11 sono licenza perfettamente
        compatibili con GPL, e quindi adatte a?Perl, X11 e Apache non sono sotto GPL, ergo non e' possibile dire che "RH e' tutto sotto GPL". Mi pare evidente.
        distribuzioni come Fedora, Apache 1.1 è una
        licenza molto permissiva e quindi si
        sconsiglia l'utilizzo ma non pone problemi
        l'inclusione in unsistema gpl.Ma chi lo sconsiglia, la fatina buona dei denti? Questo e' FUD.
        La FSF si pone l'obbiettivo di far valere i
        valori che hanno fatto nascere il sistemaNo, si pone ben altri obiettivi, documentati meglio.
    • Anonimo scrive:
      Re: La mia opinione
      Scritto da: Anonimo

      Falso, falso e ancora falso. Perl, Apache,
      X11 ti sembrano sotto GPL? Questo si chiama
      lucrare sul lavoro altrui per fare
      propaganda all'esproprio della FSF.Toh, guarda chi c'è!
  • Anonimo scrive:
    Red Hat e il desktop = cane e gatto!
    Insomma, il tipo i RH mi sembra che dica che Linux non può raggiungere il desktop solo perchè loro non ci sono riusciti. I sistemi RH (a parte tanto can can) sono sempre stati di coccio. Vediamo ELX, Knoppix e la vecchia ma interessante CorelLinux in quanto a riconoscimento dell'hardware e facilità di configurazione (vedi solo auto-discovery di una rete Samba con client windows) nonchè all'aspetto grafico del desktop sono mille volte meglio di RH. Coma mai? Una società che sta da anni smacchinando con Linux sembra non averci capito molto (o non tentare poi tanto di farlo) a partire da quella fesseria di programma di installazione (ridicolo!!): Anaconda sottotitolo: la fesseria immonda!!Vabbè ciao cari e non piangete troppo che di distro meglio di RH ce ne sono a pacchi (poi sai avere una distro che è sia mainstream che commerciale giova xchè un sacco di gente la prende e la prova e magari ci fa cose importanti perchè è gratis... poi se capita di fare qualcosa d'altro la consiglia perchè la conosce). Ora come ora quello che otterrà RH sarà che chi la stima la compra o la copia (eggià come windows) e chi ci capisce qualcosa passa ad altra distro.Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: Red Hat e il desktop = cane e gatto!
      Pienamente d'accordo, come ho gia' postato morta una distro se ne usa un'altra...
      • opazz scrive:
        Re: Red Hat e il desktop = cane e gatto!
        Mai dire mai.. Io sarei curioso di fare un "esperimento" con "cavie umane".Persone che non han mai visto ne toccato un PC. Gli si mette davanti un PC Desktop con Linux e tutti gli strumenti che normalmente servono in un uso casalingo (non parlarmi di giochi che secondo me riescono male anche nel mondo PC e bisognerebbe usare una consolle x giocare). Scommettiamo che una volta imparato ad usare il PC in quel modo (stessa cosa che è successo con l'installazione coatta di sistemi operativi microsoft nei pc --
        la gente ha preso la mano solo con quello) vanno bene lo stesso e han meno problemi?
  • Anonimo scrive:
    E chi se ne frega non ce lo metti?
    Allora... Red Hat decide di fare solo versioni enterprise della sua personale distribuzione di Linux... dunque, se la vuoi (ossia se vuoi il disco con sopra le applicazioni ccollezioanate e scelte da loro oltre che qualche estensione proprietaria e un programmma di setup) la devi pagare... Va be, ok, che c'è di strano? Diciamoci la verità RedHat è una marca, un brand come tanti altri. La tecnologia (programmi, kernel, windows managers ecc.) che vende è sempre la stessa roba che si trova dovunque. Poi c'è l'assistenza... io direi che quella non vale molto, da quanto ho visto ormai quasi tutti seguono l'approccio google per risolvere i problemi (quindi se vai sulle mailing-list e in chat mi sa che fai prima che aprire una richiesta di help). Questo fenomeno vale per tutti anche i classici vendor come Oracle, Microsoft, ecc. Le patch... mah! Le patch per i prodotti open sono fornite dai vari gruppi di sviluppo open, semmai la RedHat le collezionava e vandava degli avvisi a chi si era iscritto. Se adesso questo lo fanno a pagamento si vede che devono pagare il personale che sta dietro a ste cose, ok che lo facciano pure. Ancora sui siti open ci sono gli stessi avvisi, e quel che manca (forse perchè altre distro tipo debian ce l'hanno) è un sistema automatico di update. Ma è proprio vero che fare update automatico è sicuro? Visti i problemi di MS e altri in tal senso direi che la risposta è NO. Quindi gente, se volete avere il marchietto RedHat sulla "macchina" bene, pagate e mosca! Ma non venite a dire fesserie e a sentirvi orfani abbandonati xchè Linux c'è, e sempre ci sarà finchè ci sarà gente che programma per piacere e non per soldi. Solo quello dovete temere che tutti si convincano a ragionare come MS e poi non si muove foglia che dollaro non voglia. Poi... e crescete!! Kakkio! Passate ad un'altra distro e fatevi un po di training che cambiare fa bene al cervello che si mantiene elastico. Io amministro Linux da un po' (anche RH) e quando ho avuto bisogno dell'assistenza RH (o MS per indows) alla fine mi sono dovuto trovare la soluzione da solo. Questo mi ha insegnato a non fidarmi troppo del "risolviamo tutto noi", anche xchè se fosse vero non ci sarebbe il problema in primo luogo.
  • Anonimo scrive:
    hahahaha troppo bello..
    ehi linuxari....vi siete svegliati o no??hahahahaa che grasse risate..
  • Anonimo scrive:
    R.H., MS, SCO
    volendo essere sospettosi per me R.H. ha preso soldi da MS (come accadde a SCO)
    • Anonimo scrive:
      Re: R.H., MS, SCO
      condo me dietro c'è la spectre ispirata dalla commissione antimafia di Violante.. ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: R.H., MS, SCO
      - Scritto da: Anonimo
      volendo essere sospettosi per me R.H. ha
      preso soldi da MS (come accadde a SCO)
      Si vede che sei uno che ne capisce.Grazie per averci illuminati.L'umanità è destinata a grandi cose per meritodi menti geniali come la tua.Illuminaci ancora ti prego
  • Anonimo scrive:
    E adesso?
    E i comuni e le aziende che hanno installato Red Hat? Mi viene in mente un solo termine: ROTFLGià vedo cadere le teste dei poveracci che, giusto per il gusto di farla a M$, hanno incautamente consigliato linux in azienda...
    • cianozzo scrive:
      Re: E adesso?
      E adesso che? chi ha redhat < 9 può decidere se migrare a fedora oppure alla enterprise 3 (anche gratuitamente e legalmente come ho gia detto, ache se redhat non ci tiene a farlo sapere.. ;-) inoltre si apre un nuovo segmento di business per chi voglia supportare le vecchie release redhat.in compenso chi ha ancora NT server si tiene il baco RPC e relativo blaster... :-)))
      • Anonimo scrive:
        Re: E adesso?
        - Scritto da: cianozzo
        E adesso che? chi ha redhat < 9 può decidere
        se migrare a fedora oppure alla enterprise 3
        (anche gratuitamente e legalmente come ho
        gia detto, ache se redhat non ci tiene a
        farlo sapere.. ;-) inoltre si apre un nuovo
        segmento di business per chi voglia
        supportare le vecchie release redhat.
        in compenso chi ha ancora NT server si tiene
        il baco RPC e relativo blaster... :-)))e chi ha gia' redhat 9 ????
      • Anonimo scrive:
        Re: E adesso?
        - Scritto da: cianozzo
        E adesso che? chi ha redhat < 9 può decidere
        se migrare a fedora oppure alla enterprise 3
        (anche gratuitamente e legalmente come ho
        gia detto, ache se redhat non ci tiene a
        farlo sapere.. ;-) inoltre si apre un nuovo
        segmento di business per chi voglia
        supportare le vecchie release redhat.Ma scusa ma non era più facile di windows? Non era stabile? Non era sicuro? Che bisogno c'è di manutenzione?
        in compenso chi ha ancora NT server si tiene
        il baco RPC e relativo blaster... :-)))NT server è stato manutenuto per 8 anni. Non mi pare che alcuna distribuzione del pinguino venga manutenuta per tanto tempo (senza contare che ormai escono più frequentemente dei sequel di matrix...)
    • Anonimo scrive:
      Re: E adesso?
      - Scritto da: Anonimo
      E i comuni e le aziende che hanno installato
      Red Hat? Mi viene in mente un solo termine:
      ROTFL

      Già vedo cadere le teste dei poveracci che,
      giusto per il gusto di farla a M$, hanno
      incautamente consigliato linux in azienda...Non sai di cosa parli, poverino.Manutenere un sistema linux non ha niente a che farecol manutere un sistema microsoft.Torna a giocare col pongo.
    • Anonimo scrive:
      Re: E adesso?
      - Scritto da: Anonimo
      E i comuni e le aziende che hanno installato
      Red Hat? Mi viene in mente un solo termine:
      ROTFL
      Non conosco nessuna amministrazione pubblica italiana che utilizzi Linux / RH. Mi pare che ci fosse gia' un parlamentare che lottasse per l'adozione di software libero nelle amministrazioni pubbliche ma appunto di software libero e non necessariamente di Linux/RH.
      Già vedo cadere le teste dei poveracci che,
      giusto per il gusto di farla a M$, hanno
      incautamente consigliato linux in azienda...1) Ho gia' suggerito e DIMOSTRATO che l'uso di Linux in azienda consente di migliorare la qualita' della tecnologia Informatica in azienda (e conseguentemente la qualita' dei servizi informatici e del lavoro di chi li utilizza).2) Dopo la dimostrazione ho avuto l'ordine di installare linux in azienda, ma non sono stato cosi' stupido da installare redhat di certo (sebbene tutto cio' lo facevo piu' di un anno fa'). Debian e' sicuramente una realta' piu' adatta alla situazione in azienda perche' dispone di una distribuzione stabile realmente stabile ed affidabile aspetti che nella realta' industriale vengono piu' apprezzati della quantita' di ammenicoli inutili (dalle mie parti si chiamano ratatuia o ciapapuver) che un sistema si porta dietro (dentro?!).3) Debian e' una distribuzione realmente libera (non c'e' nessuna azienda che lucra nel rilascio della distribuzione).4) Debian (assieme a Slackware) selezionano gli amministratori di sistema e reti, l'uso di queste distribuzioni "apre la mente" ed innalza un poco il sottolivello culturale degli utonti abituati ad aprire 25-mila finestre anche per copiare un file da una directory all'altra.Meditate gente, meditateAndreaP.S.: Prima di scrivere rifletti, vedrai che a forza di farlo anche tu sarai in grado di utilizzare il piu' importante organo del nostro corpo.Nessuno nasce stupido, ma tutti lo vogliono essere...
      • Anonimo scrive:
        Re: E adesso?
        - Scritto da: Anonimo
        [...] Mi pare
        che ci fosse gia' un parlamentare che
        lottasse per l'adozione di software libero
        nelle amministrazioni pubbliche [...]Software libero != opensource. Un giorno o l'altro riuscirete a capire la differenza si spera.
        1) Ho gia' suggerito e DIMOSTRATO che l'uso
        di Linux in azienda consente di migliorare
        la qualita' della tecnologia Informatica in
        azienda [...]Dimostrato? La qualità della tecnologia informatica? ma come cazzo parli?
        3) Debian e' una distribuzione realmente
        libera (non c'e' nessuna azienda che lucra
        nel rilascio della distribuzione).Allora si dice gratis, non free. Altra differenza che fate finta di non capire. Tutti a parlare di libertà, quando gli interessa solo sentirsi alternativi e ribelli e risparmiare i soldi per la merenda.
        4) Debian (assieme a Slackware) selezionano
        gli amministratori di sistema e reti,E meno male, così se ne stanno tutti nel loro ghetto.
        l'uso
        di queste distribuzioni "apre la mente" ed
        innalza un poco il sottolivello culturale
        degli utonti abituati ad aprire 25-mila
        finestre anche per copiare un file da una
        directory all'altra.Dunque fammi capire. Debian è per gente dura tanto che "seleziona" solo gli eletti fra i sysadmin, però tu la fai usare agli utenti, che scommetto navigano felicemente col linx e mandano la posta col pine.
        P.S.: Prima di scrivere rifletti, vedrai che
        a forza di farlo anche tu sarai in grado di
        utilizzare il piu' importante organo del
        nostro corpo.Lo uso sempre con la tua ragazza, che infatti si lamenta sempre che ti fai troppe seghe, per di più mentali :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: E adesso?


          P.S.: Prima di scrivere rifletti, vedrai
          che

          a forza di farlo anche tu sarai in grado
          di

          utilizzare il piu' importante organo del

          nostro corpo.

          Lo uso sempre con la tua ragazza, che
          infatti si lamenta sempre che ti fai troppe
          seghe, per di più mentali :-)quindi l'organo più importante del tuo corpo è il picio ?uauauauuauauauauuauauauauauauuaauuauauauauuauaua
    • Anonimo scrive:
      Re:E adesso?Adesso rimane solo il buono!
      Adesso rimangono solo le distribuzioni Linux buone!!!!!!!!!!!!A cominciare (naturalmente) dalla Debian.......Io personalmente l'avevo sempre sconsigliata la Red Hatperchè non mi fido degli yankee..................................................................
    • Anonimo scrive:
      Re: E adesso?
      - Scritto da: Anonimo
      E i comuni e le aziende che hanno installato
      Red Hat? Mi viene in mente un solo termine:
      ROTFL

      Già vedo cadere le teste dei poveracci che,
      giusto per il gusto di farla a M$, hanno
      incautamente consigliato linux in azienda...E per quale motivo?Abbi il coraggio di argomentare la tua (stolta) affemazione.Prospero
  • Anonimo scrive:
    Re: La mia opinione
    - Scritto da: cla
    1) Finanzia fedora, distro basata solo su
    FREE Software, una licenza sola, la GPLNiente supporto, niente sviluppo, niente di niente, RH evidentemente non vuole che il proprio nome sia legato a quella cosa. Non mi pare difficile arrivarci.
    • cla scrive:
      Re: La mia opinione
      Infatto l'unico motivo è il brand red Hat che viene usato come leva di marketingComunque non mi sembra che tu, scaricando red hat in modo gratuito, avessi il supporto. O sbaglio?Io lo ho pagato e lo ho...Ciao!
      • Anonimo scrive:
        Re: La mia opinione
        - Scritto da: cla
        Infatto l'unico motivo è il brand red Hat
        che viene usato come leva di marketingE' l'esatto contrario. RH NON vuole che il fetore di Fedora sia associato a lei.
        Comunque non mi sembra che tu, scaricando
        red hat in modo gratuito, avessi il
        supporto. O sbaglio?Non avendola scaricata non ne vedo la necessità.
        Io lo ho pagato e lo ho...
        Ciao!Tu hai pagato e non lo hai...
  • cianozzo scrive:
    Resta sempre GPL...
    per quel che ne so la RH enterprise resta sempre GPL, non possono vietarti di installarla su quante macchine vuoi, solo che se lo fai invalidi il contratto di assistenza (che è la cosa che effettivamente paghi, infatti se ci fate caso non la chiamano "license" , la chiamano "subscription" e va rinnovata tutti gli anni...) e non possono neache vietarti di copiarla da un amico... per gli update poi devono comunque distribuirli in formato sorgente (src.rpm) ma basta organizzarsi...(apt-get su freshrpms.net...)
    • Anonimo scrive:
      Re: Resta sempre GPL...
      - Scritto da: cianozzo
      per quel che ne so la RH enterprise resta
      sempre GPL, non possono vietarti di
      installarla su quante macchine vuoi, solo
      che se lo fai invalidi il contratto di
      assistenza (che è la cosa che effettivamente
      paghi, infatti se ci fate caso non la
      chiamano "license" , la chiamano
      "subscription" e va rinnovata tutti
      gli anni...) e non possono neache vietarti
      di copiarla da un amico... per gli update
      poi devono comunque distribuirli in formato
      sorgente (src.rpm) ma basta organizzarsi...
      (apt-get su freshrpms.net...)Ma quanto è complicato far passare questi concetti così banali.Basterebbe farsi un giro su ftp.redhat.com nel ramo enterprise.Mah
  • Anonimo scrive:
    FEDORA ti adora
    Per tutti coloro che non sono disposti a saltare verso una distribuzione il cui costo, per la versione base, è di poco inferiore ai 200 dollari, Red Hat propone il passaggio a Fedora, un giovane progetto finanziato dalla stessa società di Releigh con lo scopo di costruire una distribuzione completa, general purpose e completamente basata su applicazioni free software quindi l'idea di Open Source non è per nulla abbandonata ...:)
    • Anonimo scrive:
      Re: FEDORA ti adora
      - Scritto da: max59
      Per tutti coloro che non sono disposti a
      saltare verso una distribuzione il cui
      costo, per la versione base, è di poco
      inferiore ai 200 dollari, Red Hat propone il
      passaggio a Fedora, un giovane progetto
      finanziato dalla stessa società di Releigh
      con lo scopo di costruire una distribuzione
      completa, general purpose e completamente
      basata su applicazioni free software

      quindi l'idea di Open Source non è per
      nulla abbandonata...

      :)Ma resta Open anche la distribuzione commerciale!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: FEDORA ti adora
      - Scritto da: Anonimo

      L'incorporazione di Fedora in Red Hat e'
      dovuta la fatto che Red Hat non ha piu' una
      folta comunita' di sviluppatori dietro,
      mentre Fedora si. No, infatti è RH che sta dietro e gli sviluppatori davanti.
    • Anonimo scrive:
      Re: FEDORA ti adora
      - Scritto da: max59
      Per tutti coloro che non sono disposti a
      saltare verso una distribuzione il cui
      costo, per la versione base, è di poco
      inferiore ai 200 dollari, Red Hat propone il
      passaggio a Fedora, un giovane progetto
      finanziato dalla stessa società di Releigh
      con lo scopo di costruire una distribuzione
      completa, general purpose e completamente
      basata su applicazioni free software

      quindi l'idea di Open Source non è per
      nulla abbandonata...

      :)Vero.Poi chiariamoci: quella del giovane progetto e' una fola. La prima versione di Fedora e' basata sulla Severn, che e' la beta di RedHat successiva alla 9. Si tratta di una (non del tutto gradevole, lo riconosco) divaricazione tra un sistema per aziende ed uno piu' "general purpose", senza supporto ufficiale.RedHat esiste esattamente come prima ed il supporto c'e' esattamente come prima.SalutiProspero
  • Anonimo scrive:
    Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
    Quel che mi sorprende è la notizia di RedHat, perché quale utente medio ho impiegato due anni per avere una WS stabile e capire qualcosa di come installare, patchare, ecc. per non parlare delle parole spese in favore dell'amata distribuzione.Quel che mi sconcerta è la reazione dei soliti "estremisti linuxiani" i quali debbono ancora capire che con i sistemi "aperti" nessuno guadagna, ergo sono destinati al fallimento o a posizioni di nicchia; pensate solo ai milioni di posti di lavoro che l'odiata (da loro) MS ha creato in tutto il mondo, distribuendo sistemi e applicazioni che FUNZIONANO, anche con un bambino alla tastiera. Come genitore, spero che questi "soloni" dell'informatica crescano e comprendano che il mercato, e quindi le scelte, lo fanno gli "utonti": quando se ne accorgeranno potranno tentare di giustificare i propri insulti di oggi a mezzo miliardo di persone che COMPRANO quel che funziona meglio. Saluti a tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
      gente che COMPRA windows ?windows che FUNZIONA ?GLI ALIENI SONO SBARCATI SULLATERRA !!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
        si ma non preoccuparti......cercano forme di vita intelligenti...
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
          - Scritto da: Anonimo
          si ma non preoccuparti...

          ...cercano forme di vita intelligenti...ROTFL
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
        - Scritto da: Anonimo
        gente che COMPRA windows ?
        windows che FUNZIONA ?

        GLI ALIENI SONO SBARCATI SULLATERRA !!!Mmmh, per mia esperienza (e sottolineo esperienza, concreta) io vedo solo persone che piratano Windows e office e sono sempre alla disperata ricerca di un qualche antivirus (craccato anche quello) per che' non gli funziona piu' un piffero.SalutiProspero
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
        - Scritto da: Anonimo
        gente che COMPRA windows ?
        windows che FUNZIONA ?lo so che ti rode... ma è la verità. Windows funziona davvero, è pratico, immediato e sempre vicino all'usabilitàvallo a dire a quel miliardo di persone che lo usano
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
          Si e' Funziona fino a 10 minuti dopo l' installazione prima ceh ti connetti a internet poi ti muore.
        • Anonimo scrive:
          un cancro...
          - Scritto da: Anonimo
          vallo a dire a quel miliardo di persone che
          lo usanoMa non erano mezzo miliardo poco fa... cos'è, raddoppiano ogni poche ore?
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
      E io come genitore, spero che mio figlio impari ad usare il Pc e non solo a cliccare sui bottoni
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
        Io come genitore, spero che mio figlio abbia qualcosa di meglio di un PC...
      • entromezzanotte scrive:
        Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
        mi chiedo perchè tanta insistenza su questo fatto che con linux bisogna "imparare".Allora se sei un avvocato devi pretendere che tuo figlio sappia il codice civile a memoria prima di compiere 18 anni ?E se sei un falegname devi pretendere che tuo figlio sappia costruire una libreria e non solo metterci i libri sopra ?Potrei andare avanti all'infinito ma, ripeto, non capisco perchè questo accanimento a doversi imparare Linux in profondirà per saperlo usare.I computers sono nati per SEMPLIFICARCI la vita, cioè diminuire i nostri sforzi nell'esecuzione di certe operazioni.Perchè questi linuxiani vogliono AUMENTARE gli sforzi ?Perchè ci devo mettere 4 ore ad installare Gentoo Linux pur avendo 11 anni di esperienza linux alle spalle ??!?!bah...
        • markoer scrive:
          Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
          - Scritto da: entromezzanotte
          mi chiedo perchè tanta insistenza su questo
          fatto che con linux bisogna "imparare".Perché altrimenti sarai sempre un ignorante.
          Allora se sei un avvocato devi pretendere
          che tuo figlio sappia il codice civile a
          memoria prima di compiere 18 anni ?
          E se sei un falegname devi pretendere che
          tuo figlio sappia costruire una libreria e
          non solo metterci i libri sopra ?No. Ma quando vo a fare la spesa al supermarket, pretendo di sapere quali ingredienti ci sono nei cibi. E pretendo che non ci siano sostanze illegali o dannose per la salute.Con i sistemi Microsoft non saprai mai cosa stai facendo girare sul tuo computer e come. Quindi ti stai "mangiando" qualcosa, e non sai cos'è.Non bisogna essere per forza avvocati per conoscere le leggi, e ti ricordo che se infrangi la legge, la sua ignoranza non è mai una scusa, in galera ci vai lo stesso. E non importa essere un falegname per distinguere se una libreria reggerà il peso di tanti libri. Tu vorresti che una libreria piena di libri crollasse addosso a tuo figlio? io no.Quindi, distinguiamo anche nell'informatica. Io non pretendo che mio figlio diventi un professionista dell'IT come suo padre, ma vorrei che diventasse *consapevole* di ogni scelta e di ogni cosa che fa nella vita (informatica inclusa), il che non lo rende un tuttologo ma una persona responsabile.ciao
          • AlphaC scrive:
            Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
            - Scritto da: markoer
            - Scritto da: entromezzanotte

            mi chiedo perchè tanta insistenza su
            questo

            fatto che con linux bisogna "imparare".

            Perché altrimenti sarai sempre un ignorante.



            Allora se sei un avvocato devi pretendere

            che tuo figlio sappia il codice civile a

            memoria prima di compiere 18 anni ?

            E se sei un falegname devi pretendere che

            tuo figlio sappia costruire una libreria e

            non solo metterci i libri sopra ?

            No. Ma quando vo a fare la spesa al
            supermarket, pretendo di sapere quali
            ingredienti ci sono nei cibi. E pretendo che
            non ci siano sostanze illegali o dannose per
            la salute.

            Con i sistemi Microsoft non saprai mai cosa
            stai facendo girare sul tuo computer e come.
            Quindi ti stai "mangiando" qualcosa, e non
            sai cos'è.

            Non bisogna essere per forza avvocati per
            conoscere le leggi, e ti ricordo che se
            infrangi la legge, la sua ignoranza non è
            mai una scusa, in galera ci vai lo stesso. E
            non importa essere un falegname per
            distinguere se una libreria reggerà il peso
            di tanti libri. Tu vorresti che una libreria
            piena di libri crollasse addosso a tuo
            figlio? io no.

            Quindi, distinguiamo anche nell'informatica.
            Io non pretendo che mio figlio diventi un
            professionista dell'IT come suo padre, ma
            vorrei che diventasse *consapevole* di ogni
            scelta e di ogni cosa che fa nella vita
            (informatica inclusa), il che non lo rende
            un tuttologo ma una persona responsabile.
            Sagge parole, questo non vale solo per i figli, se abbandonassimo un pò l'atteggiamento di meri "consumatori" e ragionassimo di più sulle nostre scelte, il mondo sarebbe un posto un pochino migliore...Utopia eh?
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...



            Sagge parole, questo non vale solo per i
            figli, se abbandonassimo un pò
            l'atteggiamento di meri "consumatori" e
            ragionassimo di più sulle nostre scelte, il
            mondo sarebbe un posto un pochino
            migliore...

            Utopia eh? Mamma mia.... prepariamoci a smontare i televisori, rivoltare le lavatrici, analizzare chimicamente aria, acqua e quant'altro.... ma per favore. rendiamoci conto che il "computer" è solo un piccolo elettrodomestico (ahimè, proprio così... = piccolo attrezzo domestico alimentato elettricamente) deve solo semplificare la vita, fare quello che deve nel mondo più semplice e banale possibile. Che l'avvocato faccia l'avvocato il medico il medico ecc... e pazienza se si accontenta di schiacciare un bottone per ricevere la posta elettronica dedicando più tempo al proprio core business.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
            - Scritto da: Anonimo




            Sagge parole, questo non vale solo per i

            figli, se abbandonassimo un pò

            l'atteggiamento di meri "consumatori" e

            ragionassimo di più sulle nostre scelte,
            il

            mondo sarebbe un posto un pochino

            migliore...



            Utopia eh?

            Mamma mia.... prepariamoci a smontare i
            televisori, rivoltare le lavatrici,
            analizzare chimicamente aria, acqua e
            quant'altro.... ma per favore. rendiamoci
            conto che il "computer" è solo un piccolo
            elettrodomestico (ahimè, proprio così... =
            piccolo attrezzo domestico alimentato
            elettricamente) deve solo semplificare la
            vita, fare quello che deve nel mondo più
            semplice e banale possibile. Che l'avvocato
            faccia l'avvocato il medico il medico ecc...
            e pazienza se si accontenta di schiacciare
            un bottone per ricevere la posta elettronica
            dedicando più tempo al proprio core
            business. Giuro che non voglio offenderti ma non hai capito un ca@@o del personal computing. Te lo dico senza intenzione di flame, credimi.SalutiProspero
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
            - Scritto da: markoer

            Perché altrimenti sarai sempre un ignorante.Da un certo punto di vista hai ragione
            Con i sistemi Microsoft non saprai mai cosa
            stai facendo girare sul tuo computer e come.
            Quindi ti stai "mangiando" qualcosa, e non
            sai cos'è.Nemmeno con Linux. Hai mai visionato il codice di TUTTE le distro presenti? Non diciamo minchiate, daiiiiii!
            Non bisogna essere per forza avvocati per
            conoscere le leggi, e ti ricordo che se
            infrangi la legge, la sua ignoranza non è
            mai una scusa, in galera ci vai lo stesso. E
            non importa essere un falegname per
            distinguere se una libreria reggerà il peso
            di tanti libri. Tu vorresti che una libreria
            piena di libri crollasse addosso a tuo
            figlio? io no.Allora, quando compri la tua bella automobile, ti informi sul funzionamento della IAW?
            Quindi, distinguiamo anche nell'informatica.
            Io non pretendo che mio figlio diventi un
            professionista dell'IT come suo padre, ma
            vorrei che diventasse *consapevole* di ogni
            scelta e di ogni cosa che fa nella vita
            (informatica inclusa), il che non lo rende
            un tuttologo ma una persona responsabile.Si!
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: markoer



            Perché altrimenti sarai sempre un
            ignorante.

            Da un certo punto di vista hai ragione


            Con i sistemi Microsoft non saprai mai
            cosa

            stai facendo girare sul tuo computer e
            come.

            Quindi ti stai "mangiando" qualcosa, e non

            sai cos'è.

            Nemmeno con Linux. Hai mai visionato il
            codice di TUTTE le distro presenti? Non
            diciamo minchiate, daiiiiii!



            Non bisogna essere per forza avvocati per

            conoscere le leggi, e ti ricordo che se

            infrangi la legge, la sua ignoranza non è

            mai una scusa, in galera ci vai lo
            stesso. E

            non importa essere un falegname per

            distinguere se una libreria reggerà il
            peso

            di tanti libri. Tu vorresti che una
            libreria

            piena di libri crollasse addosso a tuo

            figlio? io no.

            Allora, quando compri la tua bella
            automobile, ti informi sul funzionamento
            della IAW?
            si e ci controllo pure il PAD, il CVB, il PPL, il SGDM,il PFNE, il PGFS, il CAZ , il CU'uauauauuauaauauuauaauauuuauauua, dal cervino in giuuuuuuuuuuuuuuuu l'italia vaffaccùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùù
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
            Azz.... ma allora quanto ci metti a fare la spesa tu ??'Se leggi veramente tutto ciò che è scritto sulle etichette di tutto ciò che compri da mangiare di tempo libero devi averne parecchio.- Scritto da: markoer
            - Scritto da: entromezzanotte

            mi chiedo perchè tanta insistenza su
            questo

            fatto che con linux bisogna "imparare".

            Perché altrimenti sarai sempre un ignorante.



            Allora se sei un avvocato devi pretendere

            che tuo figlio sappia il codice civile a

            memoria prima di compiere 18 anni ?

            E se sei un falegname devi pretendere che

            tuo figlio sappia costruire una libreria e

            non solo metterci i libri sopra ?

            No. Ma quando vo a fare la spesa al
            supermarket, pretendo di sapere quali
            ingredienti ci sono nei cibi. E pretendo che
            non ci siano sostanze illegali o dannose per
            la salute.

            Con i sistemi Microsoft non saprai mai cosa
            stai facendo girare sul tuo computer e come.
            Quindi ti stai "mangiando" qualcosa, e non
            sai cos'è.

            Non bisogna essere per forza avvocati per
            conoscere le leggi, e ti ricordo che se
            infrangi la legge, la sua ignoranza non è
            mai una scusa, in galera ci vai lo stesso. E
            non importa essere un falegname per
            distinguere se una libreria reggerà il peso
            di tanti libri. Tu vorresti che una libreria
            piena di libri crollasse addosso a tuo
            figlio? io no.

            Quindi, distinguiamo anche nell'informatica.
            Io non pretendo che mio figlio diventi un
            professionista dell'IT come suo padre, ma
            vorrei che diventasse *consapevole* di ogni
            scelta e di ogni cosa che fa nella vita
            (informatica inclusa), il che non lo rende
            un tuttologo ma una persona responsabile.


            ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
          - Scritto da: entromezzanotte
          mi chiedo perchè tanta insistenza su questo
          fatto che con linux bisogna "imparare".
          Allora se sei un avvocato devi pretendere
          che tuo figlio sappia il codice civile a
          memoria prima di compiere 18 anni ?
          E se sei un falegname devi pretendere che
          tuo figlio sappia costruire una libreria e
          non solo metterci i libri sopra ?
          Potrei andare avanti all'infinito ma,
          ripeto, non capisco perchè questo
          accanimento a doversi imparare Linux in
          profondirà per saperlo usare.
          I computers sono nati per SEMPLIFICARCI la
          vita, cioè diminuire i nostri sforzi
          nell'esecuzione di certe operazioni.
          Perchè questi linuxiani vogliono AUMENTARE
          gli sforzi ?
          Perchè ci devo mettere 4 ore ad installare
          Gentoo Linux pur avendo 11 anni di
          esperienza linux alle spalle ??!?!
          bah...Ma santa pazienza, perche' parli di Gentoo Linux (che non conosco)? Anche un ragazzino si puo' installare RedHat, SuSE o Mandrake in 30 minuti e con un A-B-C di conoscnza del PC (neanche di informatica, ho detto di "picci").Lo ripeto per la milionesima volta: non c'e' bisogno di ricompilazioni, di smanettamenti, di studiarsi paccate di manuali, di laurearsi in ingegneria informatica. Basta un A-B-C e in alcuni casi leggersi tre-righi-tre di istruzioni.Siccome poi mi sembri in buona fede, ti do un consiglio sincero: mille volte viva la semplificazione, ma stai attento alla semplificazione senza consapevolezza: si traduce in "delega". Spero di essermi spiegato e che tu abbia capito. SalutiProspero
    • entromezzanotte scrive:
      Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
      E' cosi'. Gli Utonti fanno il mercato e quindi alimentano M$. Quando uscira' un linux a portata di utonto ne riparleremo.E anche nel mercato business non è diversa, purtroppo il 90% dei linuxiani che scrivono in questo forum non conoscono i termini "Costo di esercizio" e manutenzione.RedHat Linux era un buon compromesso, ora restano solo Mandrake e SuSe. Il resto non conta.
    • lele2 scrive:
      Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
      - Scritto da: Anonimo
      Quel che mi sorprende è la notizia di
      RedHat, perché quale utente medio ho
      impiegato due anni per avere una WS stabile
      e capire qualcosa di come installare,
      patchare, ecc. per non parlare delle parole
      spese in favore dell'amata distribuzione.il mio suse/linux me lo sono fatto installarein un giorno mi hanno consegnato il computer ferfettamente funzionantee tutto configuratonon hanno impiegato 2 anniper le patch basta eseguire Yast e la procedura e' tutta automaticabasta selezionare quello che si vuole aggiornare poi ci pensa Yast a fare tuttomai avuto problemi
      Quel che mi sconcerta è la reazione dei
      soliti "estremisti linuxiani" i quali
      debbono ancora capire che con i sistemi
      "aperti" nessuno guadagna, ergo sono
      destinati al fallimento o a posizioni di
      nicchia; con i sistemi aperti ci guadagnamo tutti sia aziende che utentiper non parlare dei formatii prodotti M$ tipo office non mi sembra siano compatibili con altre suite per l'ufficioquindi se ti mandano allegati in exel ti devi comprare una licenza di exelse alla M$ non fossero monopolisti rilascerebbero perlomeno le specifiche in modo che la concorenza potrebbe fare prodotti compatibili con officein modo che l'utente possa scegliere in base alle funzionalitapensate solo ai milioni di posti di
      lavoro che l'odiata (da loro) MS ha creato
      in tutto il mondo, distribuendo sistemi e
      applicazioni che FUNZIONANO, anche con un
      bambino alla tastiera. Come genitore, spero
      che questi "soloni" dell'informatica
      crescano e comprendano che il mercato, e
      quindi le scelte, lo fanno gli "utonti":ti sbagli solo con i sistemi aperti puoi scegliereadesso sceglie M$ per te, e ti devi adeguare
      quando se ne accorgeranno potranno tentare
      di giustificare i propri insulti di oggi a
      mezzo miliardo di persone che COMPRANO quel
      che funziona meglio.ma va lainfatti vedi internet e tutti i suoi virusM$ fa solo una buona politica commerciale e basta Saluti a tutti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
        - Scritto da: lele2

        il mio suse/linux me lo sono fatto installare
        in un giorno mi hanno consegnato il computer
        ferfettamente funzionante
        e tutto configurato
        non hanno impiegato 2 anni
        per le patch basta eseguire Yast e la
        procedura e' tutta automatica
        basta selezionare quello che si vuole
        aggiornare poi ci pensa Yast a fare tutto
        mai avuto problemiAnche con Windows. Mai avuto problemi. Basta saperlo usare.
        con i sistemi aperti ci guadagnamo tutti sia
        aziende che utenti
        per non parlare dei formati
        i prodotti M$ tipo office non mi sembra
        siano compatibili con altre suite per
        l'ufficio
        quindi se ti mandano allegati in exel ti
        devi comprare una licenza di exelExel? Non esiste Exel. Almeno la MS non l' ha mai prodotto :-DTutto il resto che hai detto sono i classici "bla bla" da buon comunista :-D
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
      Come genitore (cosa che non sono peraltro), vorrei che mio figlio ragionasse con la _propria_ testa, senza accettare passivamente il ciarpame che viene quotidianamente propinato a tutti i consumatori (portafogli con le gambe).Visto l'importanza crescente di queste scatolette che chiamiamo pc nella nostra vita non me la sento di paragonarle alle lavatrici...Trin
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
      - Scritto da: Anonimo
      Quel che mi sorprende è la notizia di
      RedHat, perché quale utente medio ho
      impiegato due anni per avere una WS stabile
      e capire qualcosa di come installare,
      patchare, ecc. per non parlare delle parole
      spese in favore dell'amata distribuzione.
      Quel che mi sconcerta è la reazione dei
      soliti "estremisti linuxiani" i quali
      debbono ancora capire che con i sistemi
      "aperti" nessuno guadagna, ergo sono
      destinati al fallimento o a posizioni di
      nicchia; pensate solo ai milioni di posti di
      lavoro che l'odiata (da loro) MS ha creato
      in tutto il mondo, distribuendo sistemi e
      applicazioni che FUNZIONANO, anche con un
      bambino alla tastiera. Come genitore, spero
      che questi "soloni" dell'informatica
      crescano e comprendano che il mercato, e
      quindi le scelte, lo fanno gli "utonti":
      quando se ne accorgeranno potranno tentare
      di giustificare i propri insulti di oggi a
      mezzo miliardo di persone che COMPRANO quel
      che funziona meglio. Saluti a tutti.Sì. Buonanotte. Prospero
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli "Utonti" sono mezzo miliardo...
      Ma ciucciami il calzino, che tu sarai uno dei 99% delle persone che ha windows copiato, office piratato eccetera eccetera.Parli come se tutti avessero coscienziosamente scelto e valutato e acquistato un prodotto...
  • Anonimo scrive:
    RedHat = Micro$oft = $u$e = ....
    Dal momento che sono tutte delle corporations.come primo obiettivo hanno solo quello di massimizzarei profitti e conquistare posizioni di monopolio.E non hanno di certo nessun interesse a migliorare le tecnologie.Qundi se un giorno RedHad si metesse a vendere soluzioni basate si Win solo perche si fanno piu soldi non ci sarebbe da stupirsi.Comuque penso che per il cliente la cosa migliore sia quella di avere tate possibili soluzioni tra le quali sceliere.Quindi Benvenga Linux.
    • Ekleptical scrive:
      Re: RedHat = Micro$oft = $u$e = ....

      Dal momento che sono tutte delle
      corporations.
      come primo obiettivo hanno solo quello di
      massimizzare
      i profitti e conquistare posizioni di
      monopolio.Perchè? Il cliente azienda che installa l'OS non fa altrettanto?Perchè? Chi lavora lo fa per motivi filantropici?Per quale motivo le software house dovrebbero essere gli unici pirla del globo?
      • Anonimo scrive:
        Re: RedHat = Micro$oft = $u$e = ....
        - Scritto da: Ekleptical

        Dal momento che sono tutte delle

        corporations.

        come primo obiettivo hanno solo quello di

        massimizzare

        i profitti e conquistare posizioni di

        monopolio.

        Perchè? Il cliente azienda che installa l'OS
        non fa altrettanto?
        Perchè? Chi lavora lo fa per motivi
        filantropici?

        Per quale motivo le software house
        dovrebbero essere gli unici pirla del globo?Qua di pirla ce ne sono tanti e il piu' pirla mi sembri essere proprio tu!Di fatto e' proprio nel mdodello M$ che le cosiddette "software houses" hanno cessato di essere "factories" e si sono ridotte a diventare un rivenditore in un modello in cui il massimo del proitto va ad M$ (non certo a loro).E le conseguenze si vedono molto bene!Cita pure (se ci riesci) una sofware house italica che abbia prodotto alcunche' di "successo" nel settore dei prodotti di largo o larghissimo consumo oppure nel settore del sofware di base, middleware, o O.S...La conseguenza pratica del modello "lecchino" (il tuo) e' la mancanza di ricerca, la depressione e la crisi del settore!Non sei neppure un troll! sei solo un povero nano che cerca di compensare i propri problemi di statura citando la statura (M$) altrui! :D
        • Ekleptical scrive:
          Re: RedHat = Micro$oft = $u$e = ....

          E le conseguenze si vedono molto bene!
          Cita pure (se ci riesci) una sofware house
          italica che abbia prodotto alcunche' di
          "successo"Perchè, nel campo OpenS c'è?
          • Anonimo scrive:
            Re: RedHat = Micro$oft = $u$e = ....
            - Scritto da: Ekleptical

            E le conseguenze si vedono molto bene!

            Cita pure (se ci riesci) una sofware house

            italica che abbia prodotto alcunche' di

            "successo"

            Perchè, nel campo OpenS c'è?L'italia, infatti, sta nel tuo "modello".. ovvero l'unico paese europeo che ha una situazione informatica da terzo mondo!e dove, dati alla mano, i server M$ su internet sono praticamente pari ai server Apache! (questo dice tutto!).E questo e' un dato unico tra i paesi "evoluti" la gente come te ha tra le altre anche questa responsabilita'!Siamo come il senegal e cuba!Bravo lecchino!Mi raccomando non ti sperticare e non fare movimenti bruschi o improvvisi!Data la tua abitudine a stare in posa "90 gradi" non vorrei ti si spezzasse la schiena!NANO!
  • Anonimo scrive:
    ........a questo punto
    vi invito tutti quanti a passare a FreeBSD .......avrete pure la compatibilità binaria con Linux!!!;)
    • Anonimo scrive:
      Re: ........a questo punto
      che stai dicendo! che poi mi ritrovo tutti gli utonti a chiedere come si fa questo e quello e a dire "ma hai LA freebsd"?!afkljfksafsaf:D
    • Kheru scrive:
      Re: ........a questo punto
      - Scritto da: Anonimo
      vi invito tutti quanti a passare a FreeBSD
      .......avrete pure la compatibilità binaria
      con Linux!!!

      ;)
      mah .. a questo punto io aggiorno a Fedora .. :-D
  • Anonimo scrive:
    Ma state scherzando?
    Sembra che tutti quelli che postano su questo forum siano convinti che l'unica differenza fra windows e linux (red-hat) sia il prezzo!?!?!?Le differenze sono ben altre e quindi se un'azienda ha adottato red-hat come soluzione per i propri server, penso non cada il mondo se deve scucire un po' di soldini per continuare ad usufruire di un servzio di assistenza ... sono sempre soldi che bilanciano lo strapotere di MIcro$oft.Per quanto riguarda i desktop, penso che il passaggio a fedora non sia così drammatico ...Ciao, Marzio
  • Anonimo scrive:
    Debian !
    Questo e' quello che succede ad utilizzare distribuzioni fatte da una ditta piuttosto che da un'altra. Se la ditta lo decide, la distribuzione chiude dall'oggi al domani.Se invece avessero utilizzato Debian, l'unica (credo) che non e' sponsorizzata e creata da una ditta ma gestita totalmente su base volontaria (vedi http://www.debian.org), nello stesso identico spirito di collaborazione che porta allo sviluppo del kernel e di tutti i pacchetti GNU inclusi in tutte le distribuzioni, questo non sarebbe mai successo. Debian e' 100% Free Software e lo restera' per sembre, e ci sara' sempra qualcuno che portera' avanti la distribuzione, come ci sara' sempre qualcuno che portera' avanti il kernel. Senza poi contare il fatto che la debian e' da sempre anche migliore (ma + complessa da installare per chi non l'ha mai fatto) di red hat.
    • vb scrive:
      Re: Debian !
      Guarda, uso Debian da anni per i miei server e va veramente bene, è nettamente meglio di Red Hat.Recentemente però ho dovuto installare un PC desktop per il mio uso in ufficio. Ho provato con Debian, che pure conosco bene, e ho perso inutilmente tre giorni dietro a pacchetti vecchi e non ufficiali, driver mancanti, e problemi di ogni genere. Disperato, ho infilato i CD di Red Hat 9 e dopo un'ora avevo il mio PC bello pronto.Insomma, se Debian vuole essere una distribuzione consumer, deve garantire un livello di supporto e di aggiornamento dei pacchetti che attualmente si sogna del tutto - e questo o costa molti soldi (come li costava a Red Hat, che evidentemente ha ritenuto la cosa non lucrativa) o richiede moltissimo tempo volontario e ben coordinato.Onestamente dubito che Debian riuscirà ad essere all'altezza di questa sfida, anche se ci spero.
      • zanac scrive:
        Re: Debian !
        Ciao Vittorio (dai Conan! 'azz, ti conosco di fama da "secoli" :))Guarda, io sono un soddisfattissimo utilizzatore di Debian su desktop, recentemente l'ho pure messa su sul mio nuovo notebook (un centrino) ed ho fatto funzionare il 100% dell'hardware, compreso wireless e bluetooth.'fettivamente pero' per questi utilizzi si deve rinunciare a Woody ed usare SID... cmq assicuro che SID e' stabilissima per usi desktop.
        • pikappa scrive:
          Re: Debian !
          - Scritto da: zanac
          Ciao Vittorio (dai Conan! 'azz, ti conosco
          di fama da "secoli" :))

          Guarda, io sono un soddisfattissimo
          utilizzatore di Debian su desktop,
          recentemente l'ho pure messa su sul mio
          nuovo notebook (un centrino) ed ho fatto
          funzionare il 100% dell'hardware, compreso
          wireless e bluetooth.

          'fettivamente pero' per questi utilizzi si
          deve rinunciare a Woody ed usare SID... cmq
          assicuro che SID e' stabilissima per usi
          desktop.Beh e questo l'ho sempre trovato un grosso difetto di Debian, per avere sw recente si è costretti a rimanere in testing, la stable è troppo vecchia, vabbene testare i pacchetti, ma qui si esagera, ti credo se mi dici che la testing funziona bene, ma psicologicamente accettare la testing come stabile è un po dura :-P, inoltre trovo che in debian ci sia troppo software, installarla diventa parecchio confusionario.Io dico la mia, di distro ne ho provate parecchie, comprese le ultime redhat 8 e 9 (cmq a breve testerò fedora, dagli screenshot pare interessante) e woody, ma sono cmq tornato al mio primo amore, slackware ho installato la 9.1 sia sul laptop che sul desktop in maniera facile e indolore(certo al pari di debian devi sapere ciò che fai) ho aggiunto dropline gnome (un pò più curato rispetto al gnome 2.4 standard della slack, a Pat gnome è sempre stato un pò antipatico :-P) et voilà ho un desktop moderno e altamente funzionale, forse del gestore di pacchetti si sente un po la mancanza, ma nemmeno troppo, dato che di base ho installato tutto quello che mi serve, e gnome ha il suo programmino di update.Ok ho detto la mia, utenti debian non mi flammate per piacere, ma a me la debian non piaceCiao
          • Anonimo scrive:
            Re: Debian !

            psicologicamente accettare la testing come
            stabile è un po dura :-PIn realta' su altre distribuzioni installi le stesse versioni della debian unstable, o piu' nuove. Non e' che cambiare nome alla distro le fa crashare di meno, almeno credo :)
            inoltre trovo che
            in debian ci sia troppo software,
            installarla diventa parecchio confusionario.Non sono sicuro di aver capito. Installando su red hat o mandrake alla fine ti ritrovi comunque con un sacco di librerie e programmini. Mi ricordo un apache installato di default nella pur ottima mandrake 8 e qualcosa.Con debian puoi scegliere. O usare tasksel. E' disponibile su unstable la sperimentale del nuovo installer.....
            Ok ho detto la mia, utenti debian non mi
            flammate per piacere, ma a me la debian non
            piaceW la liberta' di scelta, piuttosto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Debian !
      - Scritto da: Anonimo
      successo. Debian e' 100% Free Software e loFalso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Debian !
        Vero invece! I rami non-free e non-us sono separati dal resto, proprio per non "contaminare" la vera distribuzione.Il contratto sociale di Debian prevede infatti che Debian sia 100% free software (free as freedom), se si vuole includere qualcosa di non free lo si deve fare in non-us o non-free, in base al caso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Debian !
          - Scritto da: Anonimo
          Vero invece! I rami non-free e non-us sono
          separati dal resto, proprio per non
          "contaminare" la vera distribuzione.Contaminare... che?
          Il contratto sociale di Debian prevedeContratto... cosa?L'unica cosa che "contamina" e' la loro licenza "libera".
    • Anonimo scrive:
      Re: Debian !

      Senza poi contare il atto che la debian e'
      da sempre anche migliore (ma + complessa da
      installare per chi non l'ha mai fatto) di
      red hat.Perfetto, mi dici perché?Abbonda pure di dettagli tecnici che un po' di prendo.Se invece vuoi buttarla sull' "ideologico" lascia stare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Debian !
        - Scritto da: Anonimo

        Perfetto, mi dici perché?
        Abbonda pure di dettagli tecnici che un po'
        di prendo.
        Se invece vuoi buttarla sull' "ideologico"
        lascia stare.. . . che tradotto in italiano vuol dire ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Debian !

        Perfetto, mi dici perché?Solo 1 esempio: perche' la debian ha da sempre la dselect, che gestisce gli aggiornamenti e la gestione di tutti i prerequisiti di tutti i pacchetti. Solo ultimamente la redhat ha inserito tools simili, la debian li ha da sembre e da sempre funzionano a meraviglia. Dal 1996 la uso, e gestisco ancora macchine che, da quando le ho installate nel 1996, NON LE HO PIU' DOVUTO REISTALLARE, ma, grazie a dselect, sono andato avanti da una migrazione all'altra, dalla debian 1.2.9 alle 3.0, e senza dovere reistallare e/o riconfigurare i servizi attivi, ed addirittura mentre la macchina svolgeva il suo compito di server, semplicemente dselect si preoccupa di fermare il servizio appena prima della sua reinstallazione fisica e lo fa ripartire subito dopo, migrando se serve anche il file di configurazione. Ed il tutto ovviamente senza vedere piu' dal 1996 1 singolo CD, ma scaricando direttamente i pacchetti da internet (sempre in automatico con dselect). Con redhat queste cose erano un sogno. Oggi un po' meno, ma comunque adesso chiude, e percio' ciao.
  • Anonimo scrive:
    Io uso debian
    Nel desk dell'ufficio, nel desk di casa, nel portatile aziendale.All'inizio è stata dura, ma ora e' tutto ok, stabile e sono soddisfattoMio fratello nel suo desk di casa usa Windows Xp, ha provato linux ma alle prime difficoltà ha mollato.Linux, un 2% di gente cazzuta :D
  • pikappa scrive:
    ...e intanto
    è uscita fedora core 1 ( fedora.redhat.com ) se qualcuno vuole provarla, io nel frattempo sono passato a Slackware ( www.slackware.com ) sul mio portatile segando definitivamente windowsXP, con Dropline Gnome ( www.dropline.net ) sinceramente non mi manca nulla come desktop(a parte i giochi, ma vabbè quelli non ci sono e girano sulla partizione XP che sopravvive per loro sul pc di casa) che linux non sia ancora maturo per sostituire windows questo è un dato di fatto, manca ancora qualcosa, l'utonto (senza offesa, intendo chi non ha alcuna esperienza) probabilmente è in grado di usarlo, ma non ha sicuramente la capacità di configurarlo o di installarlo, qualunque distro, basterebbe un minino intoppo, che molto spesso accade, per mandarlo in crisi, questo però non significa che linux non sarà mai pronto per stare su un desktop, RedHat ha fatto una scelta che al momento le permette di guadagnare, ma non per questo ha abbandonato lo sviluppo libero, e questo secondo me è da lodare, altri avrebbero sicuramente fatto armi e bagagli e reso tutto a pagamento, seguendo ad esempio la strada di SuSE che vende esclusivamente.Ci sono tanti progetti per migliorare linux sul desktop, a partire dal kernel 2.6 passando per gnome/kde e per i progetti di freedesktop.org , occorre solo del tempo
    • Anonimo scrive:
      Re: ...e intanto

      sicuramente fatto armi e bagagli e reso
      tutto a pagamento, seguendo ad esempio la
      strada di SuSE che vende esclusivamente.Questo luogo comune e' errato. L'unica cosa che Suse non distribuisce liberamente sono le iso della versione corrente, mentre e' tranquillamente installabile fia ftp, non meno di Debian, per dirne una. Il solo limite sono le iso, mentre almeno qui in germania trovi i DVD full version della penultima versione allegati alle riviste.
      • pikappa scrive:
        Re: ...e intanto
        - Scritto da: Anonimo

        sicuramente fatto armi e bagagli e reso

        tutto a pagamento, seguendo ad esempio la

        strada di SuSE che vende esclusivamente.
        Questo luogo comune e' errato. L'unica cosa
        che Suse non distribuisce liberamente sono
        le iso della versione corrente, mentre e'
        tranquillamente installabile fia ftp, non
        meno di Debian, per dirne una. Il solo
        limite sono le iso, mentre almeno qui in
        germania trovi i DVD full version della
        penultima versione allegati alle riviste.Si questo è vero puoi installare via ftp, ma non è certo un'operazione agevole, specie per chi una dialup, quella dei DVD invece non la sapevo, peccato che qui in Italia non ci siano, come per esempio non ci sono le personal edition dei loro prodotti, se vuoi comprare SuSE puoi acquistare solo la versione professional(che c'è +roba dentro ma costa anche di+, io ho pagato 40.000 di + la SuSE 7.1 proprio perchè c'era solo la professional disponibile)
        • Anonimo scrive:
          Re: ...e intanto
          - Scritto da: pikappa

          - Scritto da: Anonimo


          sicuramente fatto armi e bagagli e reso


          tutto a pagamento, seguendo ad esempio
          la


          strada di SuSE che vende
          esclusivamente.

          Questo luogo comune e' errato. L'unica
          cosa

          che Suse non distribuisce liberamente sono

          le iso della versione corrente, mentre e'

          tranquillamente installabile fia ftp, non

          meno di Debian, per dirne una. Il solo

          limite sono le iso, mentre almeno qui in

          germania trovi i DVD full version della

          penultima versione allegati alle riviste.
          Si questo è vero puoi installare via ftp, ma
          non è certo un'operazione agevole, specie
          per chi una dialup, Non e' sicuramente agevole, volevo solo sfatare il mito di "Suse tutto e solo a pagamento" o "Suse e' meno libera di xy", visto che il modello di distribuzione (inteso come atto del distribuire... :o) ) e' poi analogo a quello di OpenBSD, e la sola differenza rispetto a altre distro linux e' solo quella delle iso. E anche se ci fossero le iso, chi ha solo una dialup deve comunque affidarsi all'edicola o al LUG.
          quella dei DVD invece
          non la sapevo, peccato che qui in Italia non
          ci siano, Questa cosa infatti irrita anche me. Sarebbe interessante sapere se e' una scelta di Suse o se sono le riviste italiana a non includerla.
      • Mechano scrive:
        Re: ...e intanto
        - Scritto da: Anonimo
        limite sono le iso, mentre almeno qui in
        germania trovi i DVD full version della
        penultima versione allegati alle riviste.Vivi in Germania?E parli sia tedesco che italiano e sei in grado anche di scrivere bene in tedesco?Se si mi manderesti una mail a mechano@punto-informatico.itGrazie!--Ciao. Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Per la redazione. State peggiorando...
    Per quale motivo avete tolto il link diretto ai messaggi spostati ?????Per poter leggere il messaggio spostato occorre uscire completamente dal contesto , entrare nel forum OT e cercarsi il messaggio in base all'ora del post. Allucinante, da pazzi.Come rimpiango Punto Informatico di qualche anno fa dove si potevano fare davvero delle interessanti discussioni a tema. Oggi pare che si faccia di tutto per scoraggiare i contributi esterni, di qualunque segno essi siano... :-(Tamerlano---------------------------------------------Per i suoi contenuti, il moderatore ha ritenuto opportuno spostare il messaggio nel forum Forum degli OT e dei trollUtilizza questo link per tornare all'indice dei commenti di questo forum.Clicca qui per leggere la policy dei forum di Punto Informatico---------------------------------------------
  • Ekleptical scrive:
    Finalmente qualcuno s'è svegliato!
    Era ora che la capissero! Le menate sul "nuovo modello di business" di Linux sono tutte ca**ate, almeno per chi il software lo fa o lo distribuisce (entrambe le cose per RH).Non esiste nessun nuovo modello di business basato sull'assistenza! L'unico modello vero, reale e profittevole è la VENDITA + l'assistenza!RH è l'unica che finora l'ha capita e infatti è l'unica che finora abbia mai avuto un bilancio non in rosso!!! (E che va avanti sulle sue gambe, senza finanziamenti più o meno occulti per tenere su la baracca).Mi pare che i fatti siano gran poco soggetti all'interpretazione personale!Fra qualche anno la menata utopica sarà solo un ricordo da fricchettoni informatici, man mano che il mercato Linux matura.
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente qualcuno mente
      - Scritto da: Ekleptical

      Non esiste nessun nuovo modello di business
      basato sull'assistenza! esiste eccome. Il fatto che un'azienda (ormai ingranditasi) si ritiri da questo mercato è segno che in questo mercato vitalissimo c'è forte concorrenza
      L'unico modello
      vero, reale e profittevole è la VENDITA +
      l'assistenza!solo per le aziende monoplistiche, come è noto ai più (ma non a te)
      Fra qualche anno la menata utopica sarà solo
      un ricordo da fricchettoni informatici, man
      mano che il mercato Linux matura.fra qualche anno continuerai a rimandare fra qualche anno l'avverarsi delle tue utopie contrarie al nuovo modello di mercato ormai consolidatosi
      • Ekleptical scrive:
        Re: Finalmente qualcuno mente

        esiste eccome. Il fatto che un'azienda
        (ormai ingranditasi) si ritiri da questo
        mercato è segno che in questo mercato
        vitalissimo c'è forte concorrenza La vitalità di un mercato si vede dai profitti crescenti, non dalla concorrenza e dal numero di player che vi si gettano. Altrimenti ci si rischia di trovarsi di fronte l'ennesima bolla, come le dot.com passate dal visibilio generale all'abbandono generale.In campo SOFTWARE Open Source, non mi pare di vedere questa vitalità finanziaria, anzi tutt'altro.
        fra qualche anno continuerai a rimandare fra
        qualche anno l'avverarsi delle tue utopie
        contrarie al nuovo modello di mercato ormai
        consolidatosiAh beh, se si è già consolidato così, vuol proprio dire che non esiste. Economicamente è insignificante.Fa probabilmente più soldi la Microsoft o Oracle in una giornata di quanti ne facciano tutte le software house OS in un anno messe insieme!
        • gian_d scrive:
          Re: Finalmente qualcuno mente
          - Scritto da: Ekleptical
          Ah beh, se si è già consolidato così, vuol
          proprio dire che non esiste. Economicamente
          è insignificante.
          Fa probabilmente più soldi la Microsoft o
          Oracle in una giornata di quanti ne facciano
          tutte le software house OS in un anno messe
          insieme!come dire che l'unico settore degno di esistenza è la grande industria o le grandi multinazionali, le medie e piccole imprese non fanno economia e non meritano di esistereho capito bene?
          • Ekleptical scrive:
            Re: Finalmente qualcuno mente

            come dire che l'unico settore degno di
            esistenza è la grande industria o le grandi
            multinazionali, le medie e piccole imprese
            non fanno economia e non meritano di
            esistere

            ho capito bene?No, per nulla. L'Italia fino ad ora vive sulla piccola e media industria. Il bilancio "virtuale" delle PMI messo assieme è MOLTO più grande di quello delle grandi industrie, ma di vari ordini di grandezza! (Poi ci sarebbe un lungo discorso da fare sulla crisi di questo modello, ma si va Off Topic)Nel caso OpenS si tratta di un settore insignificante perchè anche messo assieme raggiugne cifre ridicole.
          • postmaster scrive:
            Re: Finalmente qualcuno mente

            ma di vari ordini di grandezza! (Poi ci
            sarebbe un lungo discorso da fare sulla
            crisi di questo modello, ma si va Off Topic)mi pare che di crisi tu te ne intenda .. delle tue pero' !
          • Ekleptical scrive:
            Re: Finalmente qualcuno mente

            mi pare che di crisi tu te ne intenda ..
            delle tue pero' ! Mai sentito parlare di recessione, problema Cina e via andando?
          • net scrive:
            Re: Finalmente qualcuno mente

            Mai sentito parlare di recessione, problema
            Cina e via andando?Mah, fossi stato in te, non avrei nemmeno risposto ad un post che sarebbe dovuto finire moderato nell'area dei troll....se non bannato addirittura!bye.NEt
          • gian_d scrive:
            Re: Finalmente qualcuno mente
            - Scritto da: Ekleptical

            come dire che l'unico settore degno di

            esistenza è la grande industria o le
            grandi

            multinazionali, le medie e piccole imprese

            non fanno economia e non meritano di

            esistere



            ho capito bene?

            No, per nulla. L'Italia fino ad ora vive
            sulla piccola e media industria. Il bilancio
            "virtuale" delle PMI messo assieme è MOLTO
            più grande di quello delle grandi industrie,
            ma di vari ordini di grandezza! (Poi ci
            sarebbe un lungo discorso da fare sulla
            crisi di questo modello, ma si va Off Topic)

            Nel caso OpenS si tratta di un settore
            insignificante perchè anche messo assieme
            raggiugne cifre ridicole.vuoi dargli il tempo di testarsi? mi sembra prematuro dichiararne il fallimento quando ancora si sta sviluppando. E soprattutto quando sta cercando di importi in un mercato dove i pezzi grossi adottano tutte le strategie possibili per impedire l'ingresso di altre case e tanto meno l'affermazione.O pensi che Microsoft l'abbia creata dio e dovremo tenercela fino al giorno del giudizio?
        • Anonimo scrive:
          Re: Finalmente qualcuno mente
          - Scritto da: Ekleptical

          esiste eccome. Il fatto che un'azienda

          (ormai ingranditasi) si ritiri da questo

          mercato è segno che in questo mercato

          vitalissimo c'è forte concorrenza

          La vitalità di un mercato si vede dai
          profitti crescenti,
          non dalla concorrenza e
          dal numero di player che vi si gettano.questo è falso.dove c'è vitalità c'è profitto
          Altrimenti ci si rischia di trovarsi di
          fronte l'ennesima bolla, come le dot.com
          passate dal visibilio generale all'abbandono
          generale.questo paragone è tutto tuo, e rimane tuo, in quanto non sei in grado di produrre alcun dato sui profitti della TOTALITA' della aziende che operano con Open Source
          In campo SOFTWARE Open Source, non mi pare
          di vedere questa vitalità finanziaria, anzi
          tutt'altro.è una tua miopia

          fra qualche anno continuerai a rimandare
          fra

          qualche anno l'avverarsi delle tue utopie

          contrarie al nuovo modello di mercato
          ormai

          consolidatosi

          Ah beh, se si è già consolidato così, vuol
          proprio dire che non esiste.continuerai a dirlo fra qualche anno ?
          Economicamente
          è insignificante.Ti ridono dietro tutti coloro che con l'OS ci lavoranobasta vedere quanta gente sta dietro ai soli server Apache, che stando a Netcraft stanno su 2/3 del mondo internet
          Fa probabilmente più soldi la Microsoft un noto monopolio.ma qui si stava parlando di monopolio o di mercato libero?perché fare soldi avendo un monopolio è facile
          o
          Oracle in una giornata di quanti ne facciano
          tutte le software house OS in un anno messe
          insieme!come è noto Oracle è passato a Linux...
          • Ekleptical scrive:
            Re: Finalmente qualcuno mente

            Ti ridono dietro tutti coloro che con l'OS
            ci lavorano

            basta vedere quanta gente sta dietro ai soli
            server Apache, che stando a Netcraft stanno
            su 2/3 del mondo internetNon ci siamo proprio capiti.Io sto parlando di chi il software lo FA, non chi lo sfrutta!Ho anch'io vari amici che tirano a campare (e tirare a campare è l'espressione più adatta, credimi) vendendo servizi Linux, installando reti aziendali e facendo siti Web.Nessuno di loro ha mai contribuito minimamente alla creazione del software che usano. Non hanno mai scritto una sola riga che sia finita nel source di quei programmi.In altre parole, fanno soldi sfruttando il lavoro altrui (ovviamente mettendoci del loro, ma tutta la base è gratuita).Io sto parlando di chi il software lo FA, ripeto!
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente qualcuno mente
            - Scritto da: Ekleptical

            Ti ridono dietro tutti coloro che con l'OS

            ci lavorano



            basta vedere quanta gente sta dietro ai
            soli

            server Apache, che stando a Netcraft
            stanno

            su 2/3 del mondo internet

            Non ci siamo proprio capiti.
            Io sto parlando di chi il software lo FA,
            non chi lo sfrutta!e ci rifai ?e allora ti RI-ridono dietro tutti coloro che il software lo USANO e ci rivendono i SERVIZI (basta vedere QUANTA gente sta dietro ai soli server Apache....)
            Ho anch'io vari amici che tirano a camparequindi stai dando dei pezzenti a tutti coloro che lavorano con l'OS?
            che
            usano. Non hanno mai scritto una sola riga
            che sia finita nel source di quei programmi....hai una conoscenza del mondo ristrettaLe tue personali conoscenze non fanno l'intero mondo ICT dell'OSNon trarre deduzioni generali da quello che conosci al livello personale e limitato
          • Ekleptical scrive:
            Re: Finalmente qualcuno mente

            e allora ti RI-ridono dietro tutti coloro
            che il software lo USANO e ci rivendono i
            SERVIZI (basta vedere QUANTA gente sta
            dietro ai soli server Apache....)Tutta gente che sfrutta a sbafo il lavoro altrui. E allora?
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente qualcuno mente
            - Scritto da: Ekleptical

            Ti ridono dietro tutti coloro che con l'OS

            ci lavorano



            basta vedere quanta gente sta dietro ai
            soli

            server Apache, che stando a Netcraft
            stanno

            su 2/3 del mondo internet

            Non ci siamo proprio capiti.
            Io sto parlando di chi il software lo FA,
            non chi lo sfrutta!
            Ho anch'io vari amici che tirano a campare
            (e tirare a campare è l'espressione più
            adatta, credimi) vendendo servizi Linux,
            installando reti aziendali e facendo siti
            Web.Scusa, ma a me personalmente e' capitato di realizzare una software basato su server apache, php, libcurl, pppd, expat, etc., e non era affatto un sistemino da quattro soldi. Conosco gente che ha realizzato moduli per il kernel per velocizzare il l'interfaccia col db: popy e' un modulo sviluppato da Federico Di Gregorio per un lavoro per Vitaminic, poi rilasciato open source. Cioe' se capita di dover rilasciare qualcosa si' fa', se non capita no.Chi credi che paghi gli sviluppatori del kernel? aziende che investono nell'OS per farsi pubblicita'?La tua teoria e' semplicemente assurda perche' l'OS continua ad essere sviluppato, e sempre di piu'.
            Nessuno di loro ha mai contribuito
            minimamente alla creazione del software che
            usano. Non hanno mai scritto una sola riga
            che sia finita nel source di quei programmi.
            In altre parole, fanno soldi sfruttando il
            lavoro altrui (ovviamente mettendoci del
            loro, ma tutta la base è gratuita).Nessuno sfrutta nessuno. Il codice e' libero.

            Io sto parlando di chi il software lo FA,
            ripeto!Allora lascia parlare chi lo fa.
          • Ekleptical scrive:
            Re: Finalmente qualcuno mente

            Chi credi che paghi gli sviluppatori del
            kernel? aziende che investono nell'OS per
            farsi pubblicita'?Quasi. Aziende che ricavano profitti da altro, da IBM in giù.
            Nessuno sfrutta nessuno. Il codice e' libero.E' questo il vero genio di RSM e del moviemnto Open Source! L'aver creato una generazione di sfruttati contenti di esserlo! Mai successo prima nella storia! Tanto di cappello!Da assumere al volo come Responsabile Risorse Umane!
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente qualcuno mente
            Io non penso che l'Open-source ed il Free Software non abbiano i loro difetti, non sono tra quelli che vedono il mondo in bianco e nero, cioè tutto il bene da una parte e tutto il male dall'altra, ma la tua conclusione è quanto meno superficiale e banalizzante:"E' questo il vero genio di RSM e del moviemnto Open Source! L'aver creato una generazione di sfruttati contenti di esserlo! Mai successo prima nella storia! Tanto di cappello!"Riflettici un momento...Saluti, Francesco
          • ACD scrive:
            Ti contraddici da solo
            1° Post:
            Non esiste nessun nuovo modello di business basato
            sull'assistenza! L'unico modello vero, reale e profittevole è la
            VENDITA + l'assistenza!Qualche post dopo:
            Non ci siamo proprio capiti.
            Io sto parlando di chi il software lo FA,
            non chi lo sfrutta!
            Ho anch'io vari amici che tirano a campare
            (e tirare a campare è l'espressione più
            adatta, credimi) vendendo servizi Linux,
            installando reti aziendali e facendo siti
            Web.
            Nessuno di loro ha mai contribuito
            minimamente alla creazione del software che
            usano. Non hanno mai scritto una sola riga
            che sia finita nel source di quei programmi.
            In altre parole, fanno soldi sfruttando il
            lavoro altrui (ovviamente mettendoci del
            loro, ma tutta la base è gratuita).

            Io sto parlando di chi il software lo FA,
            ripeto!Lascio a te il commento delle tue incongruenza... scommetto che tra un po' dirai che stai parlando di chi il software lo fuma.
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
      - Scritto da: Ekleptical
      RH è l'unica che finora l'ha capita e
      infatti è l'unica che finora abbia mai avuto
      un bilancio non in rosso!!! (E che va avanti
      sulle sue gambe, senza finanziamenti più o
      meno occulti per tenere su la baracca).
      Mi pare che i fatti siano gran poco soggetti
      all'interpretazione personale!Suse non ha avuto il bilancio in rosso e tuttora vende distro anche per gli home users. E Novell l'ha comprata perché vuole sfruttare la sua abilità tecnica/commerciale per aggredire il mercato americano
      • Ekleptical scrive:
        Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!

        Suse non ha avuto il bilancio in rossoSuSE non ha i bilanci in rosso solo perchè il verde (in ogni senso) in quel bilancio ce lo mette la IBM!E peraltro la SuSE non da più via gratis la sua distro da un pezzo, molto prima di Red Hat!
        • Anonimo scrive:
          Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
          - Scritto da: Ekleptical

          Suse non ha avuto il bilancio in rosso

          SuSE non ha i bilanci in rosso solo perchè
          il verde (in ogni senso) in quel bilancio ce
          lo mette la IBM!L'IBM noto ente di beneficienza
          E peraltro la SuSE non da più via gratis la
          sua distro da un pezzo, molto prima di Red
          Hat!Tramite ftp la puoi installare gratis direttamente dai loro server.
          • Ekleptical scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!

            L'IBM noto ente di beneficienza La IBM non guadagna direttamente sull'Open Source! Gli serve come prodotto (altrui) da rifilare aggratis per dopo vendere i SUOI prodotti.Il modello funziona fin tanto che i produttori di software OS sono talmente babbei da lavorare gratis o da far guadagnare ad IBM 1000 ed intascare per loro 10, pensando che sia una gran cosa. Sfruttati e contenti di esserlo! Il massimo!La RedHat s'è fatta furba.
            Tramite ftp la puoi installare gratis
            direttamente dai loro server.Non lo definirei esattamente il metodo migliore da proporre ad un'azienda.
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
            - Scritto da: Ekleptical

            L'IBM noto ente di beneficienza

            La IBM non guadagna direttamente sull'Open
            Source! Gli serve come prodotto (altrui) da
            rifilare aggratis per dopo vendere i SUOI
            prodotti.
            Il modello funziona fin tanto che i
            produttori di software OS sono talmente
            babbei da lavorare gratis o da far
            guadagnare ad IBM 1000 ed intascare per loro
            10, pensando che sia una gran cosa.
            Sfruttati e contenti di esserlo! Il massimo!
            La RedHat s'è fatta furba.La redhat è legatissima a IBM e ora che lavora solo con nel settore enterprise non fa che saldare ancora di più questo legame.Suse invece è riuscita a creare un buon sistema Desktop, ad imporsi nel mondo enterprise e anche ad avere grossi appalti con la pubblica amministrazione tedesca. Chiamali fessi.



            Tramite ftp la puoi installare gratis

            direttamente dai loro server.

            Non lo definirei esattamente il metodo
            migliore da proporre ad un'azienda.L'installazione tramite i server ftp permette di allargare la base di utenti e di far conoscere il prodotto senza usare vie *illegali e nascoste (*vedere alla voce: gente che usa windows e office crackati).
          • net scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
            Mi inserisco:
            La redhat è legatissima a IBM e ora che
            lavora solo con nel settore enterprise non
            fa che saldare ancora di più questo legame.Si, ma è indubbio che conviene più a IBM che a suse...IBM va dal cliente e gli vende un'e-server, che costa un'ira di Dio, dicendogli che risparmia 300 euro di licenza MS.Il cliente è contento, ma quando scopre che con quel coso non ci può fare nient'altro, dice "ah, guarda caso, ho quì il mio websphere application server da 40.000 euro...e se vuoi anche il DB c'ho DB2 che costa di meno ma sempre abbastanza!" e quando il cliente chiede informazioni di apache e php, cloudscape o mySql si sente rispondere che "ci sono ma non do supporto, devi fare tutto te" !
            L'installazione tramite i server ftp
            permette di allargare la base di utenti e di
            far conoscere il prodotto senza usare vie
            *illegali e nascoste (*vedere alla voce:
            gente che usa windows e office crackati).Il fenomeno della pirateria nelle aziende _per i prodotti MS_ è praticamente inesistente: sarai molto piu fortunato a cercare copie pirata di winzip, di photoshop, di SQLDeveloper e robe simili!bye.NET
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!

            IBM va dal cliente e gli vende un'e-server,
            che costa un'ira di Dio, dicendogli che
            risparmia 300 euro di licenza MS.
            Il cliente è contento...Ho quotato la parte dove IBM propone ammicca al cliente sul risparmio dei 300 euro perché è esilarante.
            Il fenomeno della pirateria nelle aziende
            _per i prodotti MS_ è praticamente
            inesistenteNo ti prego dimmi che sei vero. Da oggi in poi leggerò tutti i tuoi messaggi perché ho sempre apprezzato i comici surreali.
          • net scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!

            Ho quotato la parte dove IBM propone ammicca
            al cliente sul risparmio dei 300 euro perché
            è esilarante. ahaahah, esilarante si..hem..ma secondo te, perchè la pubblicità specifica "e ci gira anche linux"???Ah, hai mai comprato un server IBM? Ci hai mai _parlato_ con IBM??? Se lo dico forse forse è perchè a me è successo no?
            No ti prego dimmi che sei vero. Da oggi in
            poi leggerò tutti i tuoi messaggi perché ho
            sempre apprezzato i comici surreali.Fai pure, ti assicuro che non ti deluderò. Visto quello che hai scritto e visti i tuoi (probabili) pregiudizi iniziali, tutto quello che scrivo ti sembrerà comicità surreale, anche se scrivessi la verità su roosvelt o JFK...Bye.NETP.S. ho corretto due cose ed un errore di battitura :)==================================Modificato dall'autore il 06/11/2003 13.18.29
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!

            Il fenomeno della pirateria nelle aziende
            _per i prodotti MS_ è praticamente
            inesistente:si... e cicciolina è vergine !!! ma come ca22o pensi che 'stiano in piedi' tutti quei piccoli e micro - uffici che esistono ... spendendo 600 euro a licenza per office ?? ma va là va...
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
            - Scritto da: Anonimo


            Il fenomeno della pirateria nelle aziende

            _per i prodotti MS_ è praticamente

            inesistente:

            si... e cicciolina è vergine !!! ma come
            ca22o pensi che 'stiano in piedi' tutti quei
            piccoli e micro - uffici che esistono ...
            spendendo 600 euro a licenza per office ??
            ma va là va...Scusami ma hai sbagliato dovevi dire che cicciolina e' "praticamente" vergine per rispondere in modo coerente al suo post! ;-)
          • Ekleptical scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!

            No infatti. Se hai una semplice partita iva
            puoi scaricare la distribuzione e venderla
            ad un ufficio.E dove la incidi? Su DVD? (se ci sta, peraltro)La SuSE ha smesso da un pezzo di mettere a disposizione le ISO dei CD!La 8.0 ne aveva 7, non so le ultime. Sull'FTP mica sono divisi!
    • gian_d scrive:
      Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
      - Scritto da: Ekleptical
      Era ora che la capissero! Le menate sul
      "nuovo modello di business" di Linux sono
      tutte ca**ate, almeno per chi il software lo
      fa o lo distribuisce (entrambe le cose per
      RH).

      Non esiste nessun nuovo modello di business
      basato sull'assistenza! L'unico modello
      vero, reale e profittevole è la VENDITA +
      l'assistenza!

      RH è l'unica che finora l'ha capita e
      infatti è l'unica che finora abbia mai avuto
      un bilancio non in rosso!!! (E che va avanti
      sulle sue gambe, senza finanziamenti più o
      meno occulti per tenere su la baracca).
      Mi pare che i fatti siano gran poco soggetti
      all'interpretazione personale!

      Fra qualche anno la menata utopica sarà solo
      un ricordo da fricchettoni informatici, man
      mano che il mercato Linux matura.immagino che gongoli vero?cmq, non preoccuparti, per ora mi basta la mia RH 9, aggiornata dalla 8 che avevo regolarmente acquistato, quando inizierà a starmi stretta migrerò alla debiannonostante questo penso che Red Hat faccia delle scelte di mercato corrette, chi vuole seguirla come suo cliente ne avrà i motivi, per gli utenti linux ordinari continueranno ad esserci le distro free al 100%in ogni modo, i 70 euro che ho speso per la red hat sono sicuramente ben spesi, molto di più delle 190000+230000 old lire spesi a suo tempo per le obsolete licenze education di office 2000 e visual studio 6. red hat mi ha consentito di fare almeno un upgrade gratuito, zio Bill no
      • Ekleptical scrive:
        Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!

        immagino che gongoli vero?Non è che gongolo! Fa piacere vedere che inizia un ritorno alla realtà dopo anni di sboria sognatrice!E' un segno di maturità del mercato Linux! Ha un significato positivo!! Chi non ce lo vede vive ancora nel mondo dei Puffi blu.
        • gian_d scrive:
          Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
          - Scritto da: Ekleptical

          immagino che gongoli vero?

          Non è che gongolo! Fa piacere vedere che
          inizia un ritorno alla realtà dopo anni di
          sboria sognatrice!

          E' un segno di maturità del mercato Linux!
          Ha un significato positivo!! Chi non ce lo
          vede vive ancora nel mondo dei Puffi blu.sinceramente non ho mai pensato che red hat fosse un'associazione no profit pertanto le sue scelte non le trovo affatto discutibilicome tu stesso hai detto si tratta di un'aspetto che mostra una maturità del mercato linux. un mercato che continuerà in ogni modo a convivere con il free (secondo le due accezioni del termine) perché la grande risorsa di Linux è proprio questa doppia faccia: lo sviluppo finalizzato al profit e quello finalizzato al no profit. E la cosa importante è che questi due canali procedono parallelamente e non sono affatto antitetici, anzi... è un'arma in più rispetto al software chiuso.Non è questione di puffi blu, è una semplice banalissima realtà che si è consolidata da anni, magari è ancora "marginale" rispetto ai fenomeni microsoft o simili (specie nel settore home), in ogni modo vitale e sempre più invadente.Due anni fa non avrei mai ipotizzato di usare un linux, ora ci lavoro tranquillamente. E non sono certo l'unico utonto-linuxaro, ne sono nati parecchi in questi ultimi anni
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
      Vai a leggerti cosa hanno detto quello di Novell, cosa tra l'altro condivisa da IBM, Oracle, HP ...Ormai ritengono il sistema operativo una commodity, utile per trainare hardware o servizi.
    • lele2 scrive:
      Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
      - Scritto da: Ekleptical
      Era ora che la capissero! Le menate sul
      "nuovo modello di business" di Linux sono
      tutte ca**ate, almeno per chi il software lo
      fa o lo distribuisce (entrambe le cose per
      RH).

      Non esiste nessun nuovo modello di business
      basato sull'assistenza! L'unico modello
      vero, reale e profittevole è la VENDITA +
      l'assistenza!
      a me sembra il contrariole aziende che investono nell'open source sono sempre di piu'devi ricrederti l'open source si e' dimostato un modello di business vincentee linux e' l'alfiere di questa rivoluzione
      RH è l'unica che finora l'ha capita e
      infatti è l'unica che finora abbia mai avuto
      un bilancio non in rosso!!! (E che va avanti
      sulle sue gambe, senza finanziamenti più o
      meno occulti per tenere su la baracca).
      Mi pare che i fatti siano gran poco soggetti
      all'interpretazione personale!

      Fra qualche anno la menata utopica sarà solo
      un ricordo da fricchettoni informatici, man
      mano che il mercato Linux matura.
      • Ekleptical scrive:
        Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!

        a me sembra il contrario
        le aziende che investono nell'open source
        sono sempre di piu'
        devi ricrederti l'open source si e'
        dimostato un modello di business vincenteVincente per chi? Per chi lo fa o per chi lo sfrutta?
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
      si è svegliato il solito trollone Ekleptical...- Scritto da: Ekleptical
      Era ora che la capissero! Le menate sul
      "nuovo modello di business" di Linux sono
      tutte ca**ate, almeno per chi il software lo
      fa o lo distribuisce (entrambe le cose per
      RH).

      Non esiste nessun nuovo modello di business
      basato sull'assistenza! L'unico modello
      vero, reale e profittevole è la VENDITA +
      l'assistenza!

      RH è l'unica che finora l'ha capita e
      infatti è l'unica che finora abbia mai avuto
      un bilancio non in rosso!!! (E che va avanti
      sulle sue gambe, senza finanziamenti più o
      meno occulti per tenere su la baracca).
      Mi pare che i fatti siano gran poco soggetti
      all'interpretazione personale!

      Fra qualche anno la menata utopica sarà solo
      un ricordo da fricchettoni informatici, man
      mano che il mercato Linux matura.
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
      E basta con tutte queste storie ! lo vuoi capire che c'è gente che il PC lo sua per le cose serie e non per giocare e fare click click... come fai tu ?E poi di che menata utopica parli... ? mai letto qualcosa sul modello di sviluppo software dell'università di Berkeley ? mai letto qualcosa di RMS ? più che qualche opuscoletto M$ che promette il 'sistema delle meraviglie' o 'i 70 dominii consolidati in 4' non ha mai visto ? apri le orecchie e il cervello (se ci riesci) ... certo che se poi mi dici che lavori in un ufficio marketing allora è inutile qualunque tentativo li farti capire come stanno le cose... guardati la pubblicità M$ in tv (zump,zump,zump...) e sentiti felice di un sistema palladium che di 'scheda' in continuazione...- Scritto da: Ekleptical
      Era ora che la capissero! Le menate sul
      "nuovo modello di business" di Linux sono
      tutte ca**ate, almeno per chi il software lo
      fa o lo distribuisce (entrambe le cose per
      RH).

      Non esiste nessun nuovo modello di business
      basato sull'assistenza! L'unico modello
      vero, reale e profittevole è la VENDITA +
      l'assistenza!

      RH è l'unica che finora l'ha capita e
      infatti è l'unica che finora abbia mai avuto
      un bilancio non in rosso!!! (E che va avanti
      sulle sue gambe, senza finanziamenti più o
      meno occulti per tenere su la baracca).
      Mi pare che i fatti siano gran poco soggetti
      all'interpretazione personale!

      Fra qualche anno la menata utopica sarà solo
      un ricordo da fricchettoni informatici, man
      mano che il mercato Linux matura.
      • net scrive:
        Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!

        mai letto qualcosa sul modello di sviluppo
        software dell'università di Berkeley ?Che centra BSD con redhat?
        mai letto qualcosa di RMS ? Che cosa centra Stallman adesso? Io credo che tu non abbia capito proprio dove voleva andare a parare col suo post...Il resto del post nemmeno lo commento!bye.NET
        • Anonimo scrive:
          Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
          - Scritto da: net

          mai letto qualcosa sul modello di sviluppo

          software dell'università di Berkeley ?

          Che centra BSD con redhat?
          il fatto di rendere libero e condivisibile il codice da dove è partito ?...

          mai letto qualcosa di RMS ?

          Che cosa centra Stallman adesso?
          Il modello di sviluppo OS da dove è partito ?
          Io credo che tu non abbia capito proprio
          dove voleva andare a parare col suo post...

          Il resto del post nemmeno lo commento!

          bye
          .NET
          veramente non prevedeva commenti, sono dati di fatto...
          • net scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!

            il fatto di rendere libero e condivisibile
            il codice da dove è partito ?...Credo che tu abbia fatto un po di confusione...Il modello di sviluppo OS è partito da BSD, ed il fatto di renderlo libero e condivisibile è partito da Stallman...Tra parentesi, dimentichi che BSD è partito da un sistema commerciale (AT&T se non sbaglio), quindi il modello non è partito da berkley, berkley l'ha solo specializzato ed esteso! Il modello è UNIX.
            veramente non prevedeva commenti, sono dati
            di fatto...E tu consideri (e cito):"più che qualche opuscoletto M$ che promette il 'sistema delle meraviglie' o 'i 70 dominii consolidati in 4' non ha mai visto ? apri le orecchie e il cervello (se ci riesci) ... certo che se poi mi dici che lavori in un ufficio marketing allora è inutile qualunque tentativo li farti capire come stanno le cose... guardati la pubblicità M$ in tv (zump,zump,zump...) e sentiti felice di un sistema palladium che di 'scheda' in continuazione... " ... dei dati di fatto? questi sono velati insulti misti a frasi fatte, misti oltretutto a pregiudizi razzisti sulla posizione marketing...Mah, chiamali dati di fatto!bye.NET
          • Ekleptical scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!

            questi sono velati insulti misti a frasi
            fatte, misti oltretutto a pregiudizi
            razzisti sulla posizione marketing...Ti dirò che ultimamente apprezzo molto di più il marketing che gli informatici. Quantomeno i primi sembrano capire molto meglio come funziona il mondo.:p
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
            - Scritto da: Ekleptical

            questi sono velati insulti misti a frasi

            fatte, misti oltretutto a pregiudizi

            razzisti sulla posizione marketing...

            Ti dirò che ultimamente apprezzo molto di
            più il marketing che gli informatici.
            Quantomeno i primi sembrano capire molto
            meglio come funziona il mondo.
            :pmah ! pregiudizi... ogni volta che esce un SO M$ sembra che sia il più sicuroil più belloil più stabileil più fico...per qualche anno dopo ammettere che win 95/98/ME è intrinsecamente insicuro e instabile...
          • Tetsuo scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
            - Scritto da: Ekleptical
            Ti dirò che ultimamente apprezzo molto di
            più il marketing che gli informatici.
            Quantomeno i primi sembrano capire molto
            meglio come funziona il mondo.
            :pEcco ora ho capito tutto.Il marketing capisce come è fatto il mondo?Forse lo capisce........Capisce che il mondo inizia e finisce nel suo portafoglio.Naturalmente questo lo capisce e basta.......non sarebbe comunque in grado di realizzarlo.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
            - Scritto da: net


            il fatto di rendere libero e condivisibile

            il codice da dove è partito ?...

            Credo che tu abbia fatto un po di
            confusione...
            Il modello di sviluppo OS è partito da BSD,
            ed il fatto di renderlo libero e
            condivisibile è partito da Stallman...
            beh ? e io cosa ho scritto ?
            Tra parentesi, dimentichi che BSD è partito
            da un sistema commerciale (AT&T se non
            sbaglio), quindi il modello non è partito da
            berkley, berkley l'ha solo specializzato ed
            esteso! Il modello è UNIX.ma va !??


            veramente non prevedeva commenti, sono
            dati

            di fatto...

            E tu consideri (e cito):

            "più che qualche opuscoletto M$ che promette
            il 'sistema delle meraviglie' o 'i 70
            dominii consolidati in 4' non ha mai visto ?
            apri le orecchie e il cervello (se ci
            riesci) ... certo che se poi mi dici che
            lavori in un ufficio marketing allora è
            inutile qualunque tentativo li farti capire
            come stanno le cose... guardati la
            pubblicità M$ in tv (zump,zump,zump...) e
            sentiti felice di un sistema palladium che
            di 'scheda' in continuazione... "

            ... dei dati di fatto?
            questi sono velati insulti misti a frasi
            fatte, misti oltretutto a pregiudizi
            razzisti sulla posizione marketing...
            Mah, chiamali dati di fatto!

            bye
            .NET

            non è un dato di fatto che M$ stia lavorando a palladium ?quella pubblicità non è un dato di fatto ?
          • net scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!

            beh ? e io cosa ho scritto ?Se avessi riletto il tuo post, ti saresti accorto che l'hai scritto giusto, ma invertendo i quote. Ossia il pezzo del modello di sviluppo l'hai quotato sotto a Stallman, il pezzo dell'open l'hai quotato sotto BSD.Ma ovviamente è troppo difficile pensare di aver torto e andare almeno a _guardare_ il post!
            ma va !??E allora, che cosa mi tiri in mezzo il "metodo berkley" se si sono appoggiati ad un metodo preesistente?? Le basi sono quelle che contano! A berkley non hanno inventato nessun metodo!

            non è un dato di fatto che M$ stia lavorando
            a palladium ?Si, così come IBM, HP ed altri. Perchè vai solo contro MS?
            quella pubblicità non è un dato di fatto ?Vatti a cercare un mio post di qualche tempo fa in cui spiego che cosa vuol dire consolidare i domini. Se lo sapessi, magari eviteresti queste figure Dopo parli di zumpa zumpa, e non citi le _penose_ pubblicità IBM... una su tutte la partita di basket.-..bye.NET
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
            - Scritto da: net



            beh ? e io cosa ho scritto ?

            Se avessi riletto il tuo post, ti saresti
            accorto che l'hai scritto giusto, ma
            invertendo i quote. Ossia il pezzo del
            modello di sviluppo l'hai quotato sotto a
            Stallman, il pezzo dell'open l'hai quotato
            sotto BSD.
            Ma ovviamente è troppo difficile pensare di
            aver torto e andare almeno a _guardare_ il
            post!
            ???

            ma va !??

            E allora, che cosa mi tiri in mezzo il
            "metodo berkley" se si sono appoggiati ad un
            metodo preesistente?? Le basi sono quelle
            che contano! A berkley non hanno inventato
            nessun metodo! ragazzo , guarda che a Berkeley hanno riscritto quasi tutto Unix per levarsi dalle palle tutti i conflitti di Licenza con AT&T



            non è un dato di fatto che M$ stia
            lavorando

            a palladium ?

            Si, così come IBM, HP ed altri. Perchè vai
            solo contro MS?perchè IBM e HP spingono per TCPA non per palladium (sai la differenza vero ?)

            quella pubblicità non è un dato di fatto ?

            Vatti a cercare un mio post di qualche tempo
            fa in cui spiego che cosa vuol dire
            consolidare i domini. Se lo sapessi, magari
            eviteresti queste figure nessuna figura, semplicemente non sono un dipendente M$, e poi se da una pubblicità devo aspettare TE per capire cosa significa , allora è proprio una gran pubblicità del c...
            Dopo parli di zumpa zumpa, e non citi le
            _penose_ pubblicità IBM... una su tutte la
            partita di basket.-..uhu ! adesso litighiamo su quale pubblicità è più bella ! ma per favore...

            bye
            .NET
          • net scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!

            ???Hai provato ad andare a rileggerti il tuo post? :)
            ragazzo , guarda che a Berkeley hanno
            riscritto quasi tutto Unix per levarsi dalle
            palle tutti i conflitti di Licenza con AT&T"Ragazzo", guarda che ho ben presente le varie release del bsd fino alla 4, dove si sono staccati dai brevetti, e la base è sempre e comunque quella, hanno cambiato quel tanto per distaccarsi dai brevetti, non per inventare un metodo di sviluppo!
            perchè IBM e HP spingono per TCPA non per
            palladium (sai la differenza vero ?) E tu la sai la differenza? Lo sai che palladium si basa su TCPA?
            nessuna figura, semplicemente non sono un
            dipendente M$, Cosa centra?
            e poi se da una pubblicità
            devo aspettare TE per capire cosa significa
            , allora è proprio una gran pubblicità del
            c...Guarda che chi lavora con i domini lo sa, che cosa vuol dire.Tu non lo sai? Stare in silenzio invece di sfottere su qualcosa che _non si conosce_, francamente, mi sembra il minimo del buon senso...
            uhu ! adesso litighiamo su quale pubblicità
            è più bella ! ma per favore...Tu hai iniziato, probabilmente a scorso di idee, ad attaccare la pubblicità... io rispondo. Ora cerchi di buttarla dall'alto. Va beh, fai pure, a me non entra in tasca niente, sta di fatto che è facile rispondere in questo modo quando in realtà non si ha molto di coerente da rispondere :)bye.NET
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
            - Scritto da: net


            ???

            Hai provato ad andare a rileggerti il tuo
            post? :)


            ragazzo , guarda che a Berkeley hanno

            riscritto quasi tutto Unix per levarsi
            dalle

            palle tutti i conflitti di Licenza con
            AT&T

            "Ragazzo", guarda che ho ben presente le
            varie release del bsd fino alla 4, dove si
            sono staccati dai brevetti, e la base è
            sempre e comunque quella, hanno cambiato
            quel tanto per distaccarsi dai brevetti, non
            per inventare un metodo di sviluppo!
            Il metodo di sviluppo 'comunitario' già lo avevano...'hanno cambiato quel tanto che basta ?...' 'zzo dici poco...

            perchè IBM e HP spingono per TCPA non per

            palladium (sai la differenza vero ?)

            E tu la sai la differenza? Lo sai che
            palladium si basa su TCPA? si, e so anche che esistono driver OS per TCPA per Linux fatti da IBM (già ora !!) mentre so che Palladium non consentirà a linux di girare... fai i tuoi conti...


            nessuna figura, semplicemente non sono un

            dipendente M$,

            Cosa centra? c'entra, c'entra...


            e poi se da una pubblicità

            devo aspettare TE per capire cosa
            significa

            , allora è proprio una gran pubblicità del

            c...

            Guarda che chi lavora con i domini lo sa,
            che cosa vuol dire.
            Tu non lo sai? Stare in silenzio invece di
            sfottere su qualcosa che _non si conosce_,
            francamente, mi sembra il minimo del buon
            senso...infatti le critiche maggiori sono arrivate dai sysadmin...


            uhu ! adesso litighiamo su quale
            pubblicità

            è più bella ! ma per favore...

            Tu hai iniziato, probabilmente a scorso di
            idee, ad attaccare la pubblicità... io
            rispondo.

            Ora cerchi di buttarla dall'alto. Va beh,
            fai pure, a me non entra in tasca niente,
            sta di fatto che è facile rispondere in
            questo modo quando in realtà non si ha molto
            di coerente da rispondere :)potrei dire lo stesso di ciò che hai scritto tu...

            bye
            .NET
          • net scrive:
            Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!

            Il metodo di sviluppo 'comunitario' già lo
            avevano...Esatto, già lo avevano loro, non è che è nato con linux.. se poi la paternità sia effettivamente loro, non lo so dire!
            si, e so anche che esistono driver OS per
            TCPA per Linux fatti da IBM (già ora !!)
            mentre so che Palladium non consentirà a
            linux di girare... fai i tuoi conti...Ma che caspita centrA? Palladium è la tecnologia MS che sfrutta TCPA, così come i driver di IBM sfruttano TCPA..Io faccio i miei conti ma tu stai dicendo assurdità... è ovvio che non girerà linux, esattamente come su windows ora non ci gira linux... se mi dici che potrebbero bloccare i programmi tipo winamp o winmz allora ok, ma linux centra proprio come i cavoli a merenda...
            c'entra, c'entra...Beh, fai un esempio, un disegno.. "centra centra" è l'esempio che mi porta a dire che fai solo considerazioni scarne e prive di senso, visto che non motivi!
            infatti le critiche maggiori sono arrivate
            dai sysadmin...Fammeli conoscere questi sysadmin (termine che nel mondo windows, tra parentesi, non si usa...)
            potrei dire lo stesso di ciò che hai scritto
            tu...A dire il vero, se noti le _mie_ risposte sono sempre di 6/7 righe e ci sono parecchio fatti.. le tue sono di 2 righe e non dicono mai niente.Cmq continua pure così, non ho intenzione di continuare una conversazione sterile ed inutile sia per me, che per te, che soprattutto per chi legge!Saluti.NET




            bye

            .NET

    • cianozzo scrive:
      Re: Finalmente qualcuno s'è svegliato!
      sorry hai torto marcio... quello che acquisti con la nuova RH enterprise è proprio un contratto di assistenza annuale...il fatto che poi redhat non distribuisca le ISO è solo una loro furbata per spingere la gente a comprare il pacchetto...
    • Anonimo scrive:
      Ekleptical invece dorme ancora
      - Scritto da: Ekleptical
      Era ora che la capissero! Le menate sul
      "nuovo modello di business" di Linux sono
      tutte ca**ate, almeno per chi il software lo
      fa o lo distribuisce (entrambe le cose per
      RH).

      Non esiste nessun nuovo modello di business
      basato sull'assistenza! L'unico modello
      vero, reale e profittevole è la VENDITA +
      l'assistenza!

      RH è l'unica che finora l'ha capita e
      infatti è l'unica che finora abbia mai avuto
      un bilancio non in rosso!!! (E che va avanti
      sulle sue gambe, senza finanziamenti più o
      meno occulti per tenere su la baracca).
      Mi pare che i fatti siano gran poco soggetti
      all'interpretazione personale!

      Fra qualche anno la menata utopica sarà solo
      un ricordo da fricchettoni informatici, man
      mano che il mercato Linux matura.Si e il progetto debian ti è sfuggito come una trave sfugge al cercatore di pagliuzze negli occhi altrui?www.debian.org, strano ma vero...
  • Anonimo scrive:
    Delusione...
    "Cio' che leggo nelle parole di sto' Sluzik (o come si dice) e' una delusione troppo grande.... Consigliare addirittura Windows; ma quanto l'hanno pagato per dire queste cose?"E poi proporre un famigerato "progetto Fedora" agli utenti Red Hat nelle aziende...ma come si fa? come si fa a presentare e installare in azienda una distro Linux che e' TOTALMENTE free nel quale se hai un problema probabilmente non ti rispondera' nessuno se non via email o newsgroup? (dato che non penso istituiranno un supporto tecnico redhat per Fedora!)...e per di piu' e' un progetto totalmente nuovo...con i 'probabili' bugs che comportera'...No RedHat....mi spiace....con questa mossa avrai magari guadagnato il supporto degli economisti...ma qui da me come penso in tante altre aziende si sta gia' pensando ad un'altra distro da installare sui 100 nuovi computers aziendali aggiuntivi... e ogni tanto queste GRANDI realta' si dovrebbero ricordare che il mercato lo facciamo NOI Utenti .... non LORO!RedHat verra' bannata dalle nostre realta'....e come mi hanno sempre ripetuto fin da giovane sistemista "redhat non e' Linux...." giustamente direi.. Addio Red Hat!Simone (linux)ps: una domanda... vorrei sapere cosa ne pensa un certificato Red Hat tra noi....c'e' qualcuno?
    • debianaro scrive:
      Re: Oh mamma mia
      - Scritto da: Anonimo
      "Cio' che leggo nelle parole di sto' Sluzik
      (o come si dice) e' una delusione troppo
      grande.... Consigliare addirittura Windows;
      ma quanto l'hanno pagato per dire queste
      cose?"secondo me si è travisato un po il discorso che ha fattoSluzik....lui ha detto che linux non è pronto per gli utonti in una maniera elegante.....certo poteva lo stesso risparmiarsela poiche questa frasegli ha costato non poco in fatto di azioni,mi pare che ora la redhat abbia perso qualche punto %.
      E poi proporre un famigerato "progetto
      Fedora" agli utenti Red Hat nelle
      aziende...ma come si fa? come si fa a
      presentare e installare in azienda una
      distro Linux che e' TOTALMENTE free nel
      quale se hai un problema probabilmente non
      ti rispondera' nessuno se non via email o
      newsgroup? su fedora ancora non mi pronuncio ieri sera per curiosita mi son scaricato la release definitiva core 1 adesso stomasterizzando tutto e poi la provo.se corrisponde alle mie esigenze vedrò di aggiornareil parco macchine server con questa, altrimenti vedose è il caso di mettere altre debians :) ad ogni modo i presupposti ci sono ho dato un'occhiataal Changelog e vi sono parecchie cosuccie interessanti...
      (dato che non penso istituiranno
      un supporto tecnico redhat per Fedora!)...e
      per di piu' e' un progetto totalmente
      nuovo...con i 'probabili' bugs che
      comportera'...il supporto tecnico non ci sta ma i bugfix e gli erratali prendi tranquillamente tramite up2date e yum quindi mi pare uguale a redhat9.0 tranne per il fatto che non devi pagare nulla alla rhn :)
      No RedHat....mi spiace....con questa mossa
      avrai magari guadagnato il supporto degli
      economisti...ma qui da me come penso in
      tante altre aziende si sta gia' pensando ad
      un'altra distro da installare sui 100 nuovi
      computers aziendali aggiuntivi... e ogniscusa tanto ma se volevi installare redhat su 100nuovi computer cosa facevi ti scaricavi la isosu internet e sfruttavi l'account demo (una postazione soltanto ) per aggiornare il parco macchine ? :) su facciamo i realisti .....
      ps: una domanda... vorrei sapere cosa ne
      pensa un certificato Red Hat tra noi....c'e'
      qualcuno?
      • Anonimo scrive:
        Re: Oh mamma mia

        scusa tanto ma se volevi installare redhat
        su 100
        nuovi computer cosa facevi ti scaricavi la
        iso
        su internet e sfruttavi l'account demo (una
        postazione soltanto ) per aggiornare il
        parco macchine ? :) Perche' no?Forse che forse cambia qualcosa? Non e' questa la liberta' di linux (e che redhat aveva sposato riscuotento il suo successo)?Chissa' magari adesso, anche se il mercato desktop non e' per loro lucroso, qualcuno sentendosi tradito produrra' un'inversione di tendenza che colpira' anche il mercato delle medie imprese che pur usavano rh usufruendo dei servizi di assistenza (non tutti hanno la necessita' dell'assistenza ma l'utilizzo diffuso di redhat aveva creato un bacino di utenza vario)... Non per il fatto che adesso redhat si pagera' di piu' e non si potra' scaricare dal sito, ma per il fatto che hanno tradito la comunita' che la resa forte economicamente... Il consenso e' una brutta bestia... difficilmente controllabile... e ci potranno mettere tutti gli analisti che vogliono a certificare la bonta' della loro operazione che stai tranquillo la fiducia di molti (tecnici e non) non la riguadagneranno piu' cosi' facilmente.Tanto peggio per loro.Io passero' a debian (in casa e in ufficio) al piu' presto e mi guardero' bene di consigliare e citare redhat se qualcuno mi chiede su quale ditribuzione e' meglio gettare le basi per apprendere linux (e quindi a quale legarsi )Ciao ciao.
  • Anonimo scrive:
    La news risale a Genn.2003.....
    Perche' tanto rumore per nulla?Alla fine dell'anno scorso RH ha dichiarato la sua politica definendo prima la cessazione del supporto per la versione 6.2 e successivamente per tutte le altre versioni (7,8,9).Non avevo mai visto tanta chiarezza commerciale prima, la correttezza ha consentito di valutare o il passaggio alle versioni enterprise dei prodotti RH o la migrazione su altra piattaforma.
    • paulatz scrive:
      Re: La news risale a Genn.2003.....
      - Scritto da: Anonimo
      Perche' tanto rumore per nulla?
      Alla fine dell'anno scorso RH ha dichiarato
      la sua politica definendo prima la
      cessazione del supporto per la versione 6.2
      e successivamente per tutte le altre
      versioni (7,8,9).
      Non avevo mai visto tanta chiarezza
      commerciale prima, la correttezza ha
      consentito di valutare o il passaggio alle
      versioni enterprise dei prodotti RH o la
      migrazione su altra piattaforma.La tua voce è come un sussurro nella tempesta.E' la cosa migliore è che hai ragione(linux)
  • Anonimo scrive:
    Volete una distro desktop?
    Provate Arklinux ( http://www.arklinux.org/index2.php ), è una favola. E' ancora in versione 1.0 alpha, ma è già praticamente completa e molto stabile. La figata è che si basa su Debian, ha un'installazione grafica che molti hanno definito la più facile in circolazione, può essere aggiornata tramite apt/synaptic e la ISO base è un solo CD.Provatela, non ve ne pentirete! ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Volete una distro desktop?
      - Scritto da: Anonimo
      Provate Arklinux (
      http://www.arklinux.org/index2.php ), è una
      favola. E' ancora in versione 1.0 alpha, ma
      è già praticamente completa e molto
      stabile. La figata è che si basa su Debian,
      ha un'installazione grafica che molti hanno
      definito la più facile in circolazione, può
      essere aggiornata tramite apt/synaptic e la
      ISO base è un solo CD.

      Provatela, non ve ne pentirete! ;-)Una delle 1000 distro inutili/cloni che stanno saturando il mercato di Linux
  • Anonimo scrive:
    LINUX su DESKTOP ? ovviamente!
    la libertà della piattaforma Linux è tale che se se ne va un attore ce n'è sempre un altgro in grado di prenderne le consegneLa vicenda RedHat dimostra, tra le altre cose, che Linux RENDE commercialmente, tanto da spingere aziende a dedicarsi solo a quello (suse, redhat, va, ecc)Come è noto, sul desktop esiste un monopolio (plurisanzionato e quindi innegabile, ormai). Vivere di proventi del desktop è difficile proprio in virtù di questa anomalia di non-mercato. Nonostante tutto, vivere anche di desktop è possibile e la sola esistenza di progetti linux-Desktop è una testimonianza. linux on desktop is here to stay
  • Anonimo scrive:
    Linux su desktop ? No, grazie !
    Mi complimento con la Red Hat che grazie alla sua lungimiranza ha per prima capito che Linux è un sistema operativo per server e non consumer !Ragazzi diamoci una svegliata, non solo Linux è open source:- OpenBeOS (http://www.openbeos.org/)- Syllable (http://syllable.sf.net/)- ReactOS (http://www.reactos.com/)E per chi proprio ama la Microsoft-philosophy:- SkyOS (http://www.skyos.org/)
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux su desktop ? No, grazie !
      - Scritto da: Anonimo
      Mi complimento con la Red Hat che grazie
      alla sua lungimiranza ha per prima capito
      che Linux è un sistema operativo per server
      e non consumer !Boh... io uso la Slack come desktop e mi trovo benissimo.
      Ragazzi diamoci una svegliata, non solo
      Linux è open source:[CUT]Ma tra quelli che hai citato e' il piu' credibile...
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux su desktop ? No, grazie !
        - Scritto da: Anonimo

        Boh... io uso la Slack come desktop e mi
        trovo benissimo.Ed io il vic20 e mi trovo alla grande (troll)
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux su desktop ? No, grazie !
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          Boh... io uso la Slack come desktop e mi

          trovo benissimo.

          Ed io il vic20 e mi trovo alla grande (troll)No aggiornati! Il commodore è per utonti, meglio lo spectrum
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux su desktop ? No, grazie !
        Vorrei invitarti a leggere questo interessante articolo: http://www.addaboy.com/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=17&mode=thread&order=0&thold=0
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux su desktop ? No, grazie !
      - Scritto da: Anonimo
      Mi complimento con la Red Hat che grazie
      alla sua lungimiranza ha per prima capito
      che Linux è un sistema operativo per server
      e non consumer !

      Ragazzi diamoci una svegliata, non solo
      Linux è open source:
      - OpenBeOS (http://www.openbeos.org/)
      - Syllable
      (http://syllable.sf.net/)
      - ReactOS (http://www.reactos.com/)

      E per chi proprio ama la
      Microsoft-philosophy:
      - SkyOS (http://www.skyos.org/)Scusa ma che cos'è SkyOS???
  • postmaster scrive:
    IO USO SOL
    Ho gettato RedHat e mi sono installato Server Optimized Linux , ha il destop gnome o kde separato , funziona benissimo , l'unico problema e' che non ha un sistema di aggiornamento serio, bisogna ricompilare ed installare i programmi manualmente ..
    • Neo1978 scrive:
      Re: IO USO SOL
      - Scritto da: postmaster

      Ho gettato RedHat e mi sono installato
      Server Optimized Linux ,

      ha il destop gnome o kde separato , funziona
      benissimo , l'unico problema e' che non ha
      un sistema di aggiornamento serio, bisogna
      ricompilare ed installare i programmi
      manualmente ..



      sempre + serio del red-hat network...
    • Anonimo scrive:
      Re: IO USO SOL
      - Scritto da: postmaster

      Ho gettato RedHat e mi sono installato
      Server Optimized Linux ,

      ha il destop gnome o kde separato , funziona
      benissimo , l'unico problema e' che non ha
      un sistema di aggiornamento serio, bisogna
      ricompilare ed installare i programmi
      manualmente ..
      Ma dai? Che ti aspettavi Windows Update? ... Sigmund
      • postmaster scrive:
        Re: IO USO SOL
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: postmaster



        Ho gettato RedHat e mi sono installato

        Server Optimized Linux ,



        ha il destop gnome o kde separato ,
        funziona

        benissimo , l'unico problema e' che non ha

        un sistema di aggiornamento serio, bisogna

        ricompilare ed installare i programmi

        manualmente ..



        Ma dai? Che ti aspettavi Windows Update? ...

        SigmundPer l'amor di dio .. in realta' c'e' una specie di update .. tra l'altro molto basico .. che pero' fa una cosa molto seria .. scarica i pacchetti in formato sorgente , fa il checksum, ti fa editare il makefile .. e poi te li compila e li installa .. :-)
    • Mechano scrive:
      Re: IO USO SOL
      - Scritto da: postmaster
      Ho gettato RedHat e mi sono installato
      Server Optimized Linux ,

      ha il destop gnome o kde separato , funziona
      benissimo , l'unico problema e' che non ha
      un sistema di aggiornamento serio, bisogna
      ricompilare ed installare i programmi
      manualmente .. L'hai provato?L'ho visto qualche tempo fa e sono rimasto shockato per il basso livello e la struttura che tiene lontani gli utonti...Ossia e' proprio ritagliato per come mi sento io e cosa mi serve.Mi stavano strette tante altre distribuzioni, cercavo qualcosa che non mi facesse rincoglionire come i pannelli di controllo tuttofare, che fosse ottimizzata per macchine moderne (
      =i586). Ho trovato SOL per i server, e Yoper per il desktop.Di SOL mi piace tutta l'aria low level che ha, hai fatto caso che gli autori hanno configurato la shell in ambra su fondo scuro proprio come i terminali a forsfori ambra di una volta? Una figata, si potessero simulare anche i fosfori ad alta persistenza sarebbe il massimo!!! :-)Peccato per la documentazione. Io non ne ho trovato tantissima, perche' il problema e' sempre conoscere bene i meandri degli script di configurazione...La Yoper invece la preferisco a casa... Anche se JAMD e' pure interessante e Gentoo e' favolosa.La Yoper e' ottimizzata per i686 come SOL, ma ha una struttura che va daccordo con alien e puoi convertire .rpm e .deb per installarli li, ma hanno fatto di piu', hanno aggiunto tutto il tool di aggiornamento di Gentoo, in modo da poterla anche compilare.Yoper adesso esce in 3 CD con il sistema base, yodesktop e il source CD.Mandrake/RedHat-Fedora/SUSE sono ottime distribuzioni per iniziare ma che ti installano u n sistema mediocremente ottimizzato, sempre meglio di quello che ti mette Winzozz, ma comunque un sistema nel quale l'utente piu' esperto e smaliziato resta deluso.Le altre distribuzioni piu' difficili invece sono piu' complesse ma ci fai molto di piu', sei obbligato a farci molto di piu' ed imparare...--Ciao. Mr. Mechano
      • Anonimo scrive:
        Re: IO USO SOL

        Mandrake/RedHat-Fedora/SUSE sono ottime
        distribuzioni per iniziare ma che ti
        installano u n sistema mediocremente
        ottimizzato, sempre meglio di quello che ti
        mette Winzozz, ma comunque un sistema nel
        quale l'utente piu' esperto e smaliziato
        resta deluso.Sul fatto che la Mandrake non sia ottimizzata o facilmente ottimizzabile siamo d'accordo... effettivamente non è una scheggia di velocità, ma se si vuole portare Linux anche sul desktop della massa degi utenti l'approccio è comunque quello giusto: facilissima da installare, ricca di software per ogni necessità, facilmente aggiornabile ed espandibile (con urpmi), gestibile (col Mandrake Control Center), stabile e soprattutto "free".Se c'è una distro che ha le carte in regola per coprire il vuoto lasciato da RH nel settore "workstation", questa è proprio la Mandrake (che non riesco davvero a capire perchè venga sempre così bistrattata, tanto più che è una delle poche "grandi distro" effettivamente sviluppata dalla sua comunità di utenti).
        • Anonimo scrive:
          Re: IO USO SOL
          - Scritto da: Anonimo

          Mandrake/RedHat-Fedora/SUSE sono ottime

          distribuzioni per iniziare ma che ti

          installano u n sistema mediocremente

          ottimizzato, sempre meglio di quello che
          ti

          mette Winzozz, ma comunque un sistema nel

          quale l'utente piu' esperto e smaliziato

          resta deluso.

          Sul fatto che la Mandrake non sia
          ottimizzata o facilmente ottimizzabile siamo
          d'accordo... effettivamente non è una
          scheggia di velocità, ma se si vuole portare
          Linux anche sul desktop della massa degi
          utenti l'approccio è comunque quello giusto:
          facilissima da installare, ricca di software
          per ogni necessità, facilmente aggiornabile
          ed espandibile (con urpmi), gestibile (col
          Mandrake Control Center), stabile e
          soprattutto "free".

          Se c'è una distro che ha le carte in regola
          per coprire il vuoto lasciato da RH nel
          settore "workstation", questa è proprio la
          Mandrake (che non riesco davvero a capire
          perchè venga sempre così bistrattata, tanto
          più che è una delle poche "grandi distro"
          effettivamente sviluppata dalla sua comunità
          di utenti).Ma perche' sparate cazzate? Mandrake e' velocequanto le altre distribuzioni. La differenza tral'una e' l'altra si puo' quantificare in un + o - 5%.
  • Anonimo scrive:
    Perchè cambiare?!
    Red-Hat sponsorizza http://fedora.redhat.com/ Il mio desktop, da ora in avanti non si chiamerà più red-hat, ma fedora. Il problema non si pone, anzi, fedora è totalmente open, free e sponsorizzato (tradotto: finanziato) da red-hat. Ci sono le premesse perchè fedora diventi un progetto molto interessante
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè cambiare?!
      - Scritto da: Anonimo
      Red-Hat sponsorizza
      http://fedora.redhat.com/
      Il mio desktop, da ora in avanti non si
      chiamerà più red-hat, ma fedora. Il problema
      non si pone, anzi, fedora è totalmente open,
      free e sponsorizzato (tradotto: finanziato)
      da red-hat. Ci sono le premesse perchè
      fedora diventi un progetto molto
      interessanteperche' per tutte le aziende che ora utilizzano RedHat il prossimo anno non si potranno permettere di installare un s.o (come fedora!) che non e' supportato UFFICIALMENTE da nessuno se non da contributi dell'open source, e per supporto intendo soprattutto supporto tecnico su periferiche di recente produzione... non tanto finanziario. Le aziende hanno SEMPRE il bisogno di riferirsi a qualcuno (responsabilizzare) in caso di problemi...e quel "qualcuno" nel caso di Fedora non c'e'!si' Fedora e' free...ma e' anche un progetto totalmente nuovo...non dimentichiamocelo!Salutix... (linux)
  • Anonimo scrive:
    E beh ? Uso Slackware da che esiste...
    ...e rimango fedele a questa distribuzione...Se scegliete una distribuzione prevalentemente commerciale poi apsettatevi mosse in stile Microsoft.Basta scegliere qualcosa di alternativo e, a mio giudizio, decisamente più valido. A differenza del mondo di M$ in quello Open Source c'è l'imbarazzo della scelta... non dimentichiamo che Linux è solo un kernel... morta una distribuzione se ne sceglie un'altra ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: E beh ? Uso Slackware da che esiste...
      - Scritto da: Anonimo
      ...e rimango fedele a questa distribuzione...

      Se scegliete una distribuzione
      prevalentemente commerciale poi apsettatevi
      mosse in stile Microsoft.

      Basta scegliere qualcosa di alternativo e, a
      mio giudizio, decisamente più valido. A
      differenza del mondo di M$ in quello Open
      Source c'è l'imbarazzo della scelta... non
      dimentichiamo che Linux è solo un kernel...
      morta una distribuzione se ne sceglie
      un'altra ;-)Io ho scelto la distro "Vic20" :-D e rimango fedele a questa distribuzione :-D
    • Anonimo scrive:
      Re: E beh ? Uso Slackware da che esiste.
      - Scritto da: Anonimo
      c'è l'imbarazzo della scelta...Linux, Linux, Linux e Linux? Bella scelta.
  • Akiro scrive:
    boiata
    "Szulik ha fatto l'esempio del padre novantenne che dovesse andare ad acquistare in un negozio un computer con Linux."So bene cosa succederebbe", ha detto il boss di Red Hat. "Tenterebbe di installarlo e, o non ne avrebbe un'esperienza positiva, o finirebbe per mettere un bel po' sotto pressione il servizio di assistenza"."Si perkè se compri un pc nuovo non lo trovi già installato il s.o. ne?ma va va(linux)
  • Anonimo scrive:
    Sigh! Quale linux mi consigliate ora?
    Che devo installare sui server della mia azienda? :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Sigh! Quale linux mi consigliate ora?
      - Scritto da: Anonimo
      Che devo installare sui server della mia
      azienda? :'(Win2003. Lascia perdere Linzozz
      • Anonimo scrive:
        Re: Sigh! Quale linux mi consigliate ora
        bene!Se mi dai nome, indirizzzo etc etc ti mando la fattura quando arriva :)Grazie davvero, non pensavo fosse Natale!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sigh! Quale linux mi consigliate ora
      beh, quella che ti doveva essere consigliata anche prima:Debian.non ci sono dubbi.a.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sigh! Quale linux mi consigliate ora
        Debian è senza ombra di dubbio una buona scelta, cmq RedHat non va in pensione, cambia nome e passa ( la versione free ) nel progetto Fedora più in ottica free ed open, mi raccomando,non ascoltare i cogl.... che ti consigliano windows solo perchè sono incapaci di usare linux, basta vedere i benchmark in giro per capire che windows va bene solo per il nonno novantenne e qualche altro coglione....
        • Anonimo scrive:
          Re: Sigh! Quale linux mi consigliate ora
          - Scritto da: Anonimo
          non ascoltare i cogl.... che
          ti consigliano windows solo perchè sono
          incapaci di usare linux, basta vedere i
          benchmark in giro per capire che windows va
          bene solo per il nonno novantenne e qualche
          altro coglione....Perchè dovete proporre un bussines poco remunerativo? Ma ai Lug vi fanno davvero il lavaggio del cervello.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sigh! Quale linux mi consigliate ora
        - Scritto da: Anonimo
        beh, quella che ti doveva essere consigliata
        anche prima:

        Debian.

        non ci sono dubbi.

        a.io è da mesi che la uso, è senza dubbio la migliore....e se metti su il nuovo gnome o kde in sviluppo avrai cose che winzozz avrà fra 3 annima gli utonti sanno aspettare
    • Akiro scrive:
      Re: Sigh! Quale linux mi consigliate ora
      a quanto pare la distro più sicura è la Debian(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: Sigh! Quale linux mi consigliate ora
        - Scritto da: Akiro
        a quanto pare la distro più sicura è la
        Debian

        (linux)Più "sicura". Occhio con le parole :-D
    • lele2 scrive:
      Re: Sigh! Quale linux mi consigliate ora?
      - Scritto da: Anonimo
      Che devo installare sui server della mia
      azienda? :'(se vuoi una distro free debianse vuoi qualcosa di commercile con un po' di supporto tecnico e le patch di sicurezzaSuseche pare sia ottima
    • lele2 scrive:
      Re: Sigh! Quale linux mi consigliate ora?
      - Scritto da: Anonimo
      Che devo installare sui server della mia
      azienda? :'(se vuoi una distro free debianse vuoi qualcosa di commercile con un po' di supporto tecnico e le patch di sicurezzaSuseche pare sia ottima
    • pikappa scrive:
      Re: Sigh! Quale linux mi consigliate ora?
      - Scritto da: Anonimo
      Che devo installare sui server della mia
      azienda? :'(Beh intanto direi che dipende dal tuo ruolo, se conti qualcosa puoi orientarti su distro free come Debian Slackware o Gentoo (io di solito scelgo slack)Altrimenti se tu(oppure i tuoi capi) vogliono avere un supporto tecnico, o cmq un referente in caso di problemi SuSE oppure RedHat Enterprise Linux
  • Crazy scrive:
    Ammissione di Verita`
    Ciao a Tutti,questa notizia sembra una mossa strategica molto particolare, ieri la notizie era che Novell ed IBM si erano legate per fare un sia un Sistema per Server che un Sistema Operativo per i Computer DeskTop per combattere il dominio di Windows.Oggi, RedHat, getta la spugna e preferisce puntare tutto sui prodotti Enterprise e consiglia di passare a Windows.Sembra un Sistema per prendere tempo e cercare di fare un Sistema con cui combattere il Sistema IBM Novell nella pseranza di partire piu` avanti.Allo stesso modo, RedHat ha implicitamente ammesso che il suo Sistema per DeskTop, era, ormai dico era, inferiore a Windows.Per quanto mi riguarda, come sapete ritengo Windows il miglior Sistema Operativo per Computer Casalinghi, ma non nego il fatto che RedHat, rispetto a tante altre versioni di GNU/Linux, e` sempre stata la distribuzione piu` commerciale.Ora sara` interessante vedere come reagiranno le 2 nuove coalizioni nel fare Sistemi Server e ancora` pi`u interessante sara` vedere se alla fine anche IBM Novell getteranno la spugna a favore di Windows nel Settore DeskTop.DISTINTI SALUTI
    • Anonimo scrive:
      Re: Ammissione di Verita`
      Come hai sempre detto, Microsoft la fa da padrone sui computer casalinghi, e su questo campo non metto in dubbio la qualità dei sistemi Windows, infatti Redhat ha capito che non era in grado di fare di meglio e anche Mandrake e` ben lontana da raggiungere Windows.Ma questo non implica che Redhat non possa nadare bene come workstation in un ufficio dove non e` necessario un sistema che possa fungere da giocattolo, mentre, quando si é a casa si preferisce poter fare di tutto col computer tranne che lavorarci
  • Anonimo scrive:
    Red-Hat ci ha spiazzati e delusi
    Questo è quanto.L' improvvisa decisione di Red-Hat di non supportare più la 7, la 8, e la nove, dichiarando anche che si concentrerà solo sulle versioni enterprise è una pessima decisione per la stessa Red-Hat e che danneggia molti che hanno istallato versioni 7,8,9.E del famoso Blue-Curve presentato come impegno verso i desk-top che dire??Ho installato Red-Hat 9.0 e mi son sempre trovato bene, anzi mi trovavo già bene sul desk-top dalla 8, e ora che fare?????Semplice, starò a guardare nei prox mesi e, nel caso, butterò nel cesso Red-Hat e mi concentrerò su Su-Se, Mandrake, Debian, o altro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Red-Hat ci ha spiazzati e delusi
      Prova Slackware, scaricati il manuale e leggitelo, assicurati che tutto il tuo Hardware sia supportato...... ti garantisco che non tornerai più indietro...- Scritto da: Anonimo
      Questo è quanto.
      L' improvvisa decisione di Red-Hat di non
      supportare più la 7, la 8, e la nove,
      dichiarando anche che si concentrerà solo
      sulle versioni enterprise è una pessima
      decisione per la stessa Red-Hat e che
      danneggia molti che hanno istallato versioni
      7,8,9.
      E del famoso Blue-Curve presentato come
      impegno verso i desk-top che dire??
      Ho installato Red-Hat 9.0 e mi son sempre
      trovato bene, anzi mi trovavo già bene sul
      desk-top dalla 8, e ora che fare?????

      Semplice, starò a guardare nei prox mesi e,
      nel caso, butterò nel cesso Red-Hat e mi
      concentrerò su Su-Se, Mandrake, Debian, o
      altro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Red-Hat ci ha spiazzati e delusi
        - Scritto da: Anonimo

        Prova Slackware, scaricati il manuale e
        leggitelo, assicurati che tutto il tuo
        Hardware sia supportato...Dubito fortemente :-D
      • Anonimo scrive:
        Re: Red-Hat ci ha spiazzati e delusi
        passa a debian e non tornerai più indietro!!!!!!!!!se vuoi puoi provarla con una distribuzione live: knoppix o anche gnoppix (ti piace kde o gnome?)è troppo bello aggiornare il proprio sistema con un comandoi winari ancora scaricano le patch.....
  • Anonimo scrive:
    Il mercato va verso i server...
    Credo che l'informatica distribuita a livello aziendale sia un male e se ne stanno accorgendo in molti...Pensata ai costi di manutenzione per mantenere 100/200 desktop con Windows o Linux...Credo che si stia andando verso una architettura server side, con applicativi come Citrix o Tarantella (che guarda caso gira sotto Linux).Quindi è logico e strategico che Red Hat investa maggiormente sul mercato server...
  • Anonimo scrive:
    l'hanno capito solo ora?
    "Devo dire che per il mercato consumer Windows continua probabilmente ad essere la linea di prodotti più adatta", ha affermato Szulik. "È mia opinione che per il classico consumatore, prendendo in considerazione i driver di periferica e forse anche altre funzionalità tradizionali, la tecnologia di Linux debba maturare ancora un po'".Avrebbero dovuto capirlo da un bel po di tempo, ma almeno loro ora l'hanno capito. Continuate pure a consigliare Linux ai vostri clienti (per guadagnare di più sul supporto), ma prima o poi si sveglieranno. Non sono tutti utonti.
    • Anonimo scrive:
      Re: l'hanno capito solo ora?

      supporto), ma prima o poi si sveglieranno.
      Non sono tutti utonti.E tu? Sei il capo delle volpi immagino..
  • Anonimo scrive:
    Linux sul Desktop andrebbe se
    Linux sul Desktop andrebbe se ci fosse un'azienda hardware che creasse una linea di prodotti con linux preinstallato, una specie di MAC però con installato Linux. Basterebbe a un'azienda hardware mettersi d'accordo con una distribuzione linux per fare un sistema ad hoc. Il problema principale di linux è l'incognita hardware, se lo compro so che va su windows ma su linux se ci sono dei problemi potrei trovarmi nei casini.Ma se so già che è tutto configurato, che tutto l'hardware funziona che il sistema è già installato con posta elettronica, browser ecc..configurati molta più gente forse non sarebbe già più propensa a passare a linux?Se ci fosse qualcosa del genere penso che autodesk adobe e macromedia inizierebbero a interessarsi di fare un porting dei loro programmi.Purtroppo a parte una modesta linea creata da HP/Compaq in collaborazione con mandrake non si trova altro.
    • php_inside scrive:
      Re: Linux sul Desktop andrebbe se
      - Scritto da: Anonimo
      Linux sul Desktop andrebbe se ci fosse
      un'azienda hardware che creasse una linea di
      prodotti con linux preinstallato, una specie
      di MAC però con installato Linux. Basterebbe
      a un'azienda hardware mettersi d'accordo con
      una distribuzione linux per fare un sistema
      ad hoc. Assolutamente no. Non succederebbe niente e l'azienda fallirebbe. Perchè? Perchè se il cliente gli chiede l'ultima skeda wireless di mercato o lo skanner taiwanese e linux non lo supporta la casa deve dire NO, non possiamo, ma se vuole c'è l'alternativa... ma se a me serve quello?
      Il problema principale di linux è
      l'incognita hardware, se lo compro so che va
      su windows ma su linux se ci sono dei
      problemi potrei trovarmi nei casini.
      Ma se so già che è tutto configurato, che
      tutto l'hardware funziona che il sistema è
      già installato con posta elettronica,
      browser ecc..configurati molta più gente
      forse non sarebbe già più propensa a passare
      a linux?No, la gente sarebbe più propensa a passare a linux se su linux ci fosse un ottimo sistema di caricamento dei driver, delle ottime interfaccie grafiche per gestire rete, stampante e tanto tanto altro...
      Se ci fosse qualcosa del genere penso che
      autodesk adobe e macromedia inizierebbero a
      interessarsi di fare un porting dei loro
      programmi.
      Purtroppo a parte una modesta linea creata
      da HP/Compaq in collaborazione con mandrake
      non si trova altro.Adobe te la scordi, ha accordi profondi con M$, Macromedia penso uguale... anche se non sono sicurissimo, cmq per avere l'attenzione dei suddetti dovresti avere almeno il 5 o 6 % del mercato, cioè superare il Mac e di molto.Linux non è pronto per il desktop vero. Non esiste una procedura automatica con gui dove tu installi il driver e lui ricompila il kernel, installa un modulo e configura i file etc etc su linux.Ciaoo
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux sul Desktop andrebbe se

        Linux non è pronto per il desktop vero. Non
        esiste una procedura automatica con gui dove
        tu installi il driver e lui ricompila il
        kernel, installa un modulo e configura i
        file etc etc su linux.Non e' escluso che la facciano.Aspetta che ci mettano le mani i cinesi, gli indiani, i russi e tutti i paesi che adotteranno Linux per statuto governativo.E' un mercato spaventoso quello che sta nascendo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux sul Desktop andrebbe se
          e tu credi veramente che la cinavenga a darti i sorgentidelle modifiche che fara' al pinguino?
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux sul Desktop andrebbe se
            - Scritto da: Anonimo
            e tu credi veramente che la cina
            venga a darti i sorgenti
            delle modifiche che fara' al pinguino?la cina non so , l'india ci scommetto. è vero siamo troppo eurocentrici usa centrici. se la cina inizia a fare hardware per linux, potrebbe esserci un invasione di quei prodotti e linux ne gioverebbe. sono ipotesi
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux sul Desktop andrebbe se
        - Scritto da: php_inside

        - Scritto da: Anonimo

        Linux sul Desktop andrebbe se ci fosse

        un'azienda hardware che creasse una linea
        di

        prodotti con linux preinstallato, una
        specie

        di MAC però con installato Linux.
        Basterebbe

        a un'azienda hardware mettersi d'accordo
        con

        una distribuzione linux per fare un
        sistema

        ad hoc.

        Assolutamente no. Non succederebbe niente e
        l'azienda fallirebbe. Perchè? Perchè se il
        cliente gli chiede l'ultima skeda wireless
        di mercato o lo skanner taiwanese e linux
        non lo supporta la casa deve dire NO, non
        possiamo, ma se vuole c'è l'alternativa...
        ma se a me serve quello?
        A parte che uno che entra in un discorso del genere con "assolutamente no" "fallirebbe" vuol dire che ha già il paraocchi. Scusa ma per il mac ci sono diverse cose che non si possono mettere eppure vende.
        No, la gente sarebbe più propensa a passare
        a linux se su linux ci fosse un ottimo
        sistema di caricamento dei driver, delle
        ottime interfaccie grafiche per gestire
        rete, stampante e tanto tanto altro...Suse ha un'ottima interfaccia grafica
        Adobe te la scordi, ha accordi profondi con
        M$, Macromedia penso uguale... anche se non
        sono sicurissimo, cmq per avere l'attenzione
        dei suddetti dovresti avere almeno il 5 o 6
        % del mercato, cioè superare il Mac e di
        molto.E che scoperta che ha accordi con microsft ha il 99% dei destkop nel mondo. Però se nasce una base alternativa vedi che lo fanno il porting.Comunque sei troppo assolutista, mi sembri l'ibm che non credeva in un mercato desktop e così ha dato un'occasione d'oro a bill gates
        • php_inside scrive:
          Re: Linux sul Desktop andrebbe se

          A parte che uno che entra in un discorso
          del genere con "assolutamente no"
          "fallirebbe" vuol dire che ha già il
          paraocchi.
          Scusa ma per il mac ci sono diverse cose che
          non si possono mettere eppure vende.Bhe, ha tanto hardware supportato, tantissimo software, tra cui quelli che su linux ci sogniamo, ha hardware particolare e sopratutto l'assistenza che si porta via 100 euro dalle tue tasche appena ti si rompe l'alimentatore.Apple non vende solo pc, cmq, basti vedere l'iPOD e poi apple produce software closed, tranne il kernel e poche eccezzioni... quindi grazie che vende...

          No, la gente sarebbe più propensa a
          passare

          a linux se su linux ci fosse un ottimo

          sistema di caricamento dei driver, delle

          ottime interfaccie grafiche per gestire

          rete, stampante e tanto tanto altro...

          Suse ha un'ottima interfaccia graficaSi si.. Suse! Ma non è proprietario quel Yast?
          E che scoperta che ha accordi con microsft
          ha il 99% dei destkop nel mondo. Però se
          nasce una base alternativa vedi che lo fanno
          il porting.Se microsoft dice, se tu fai il porting, io ti tolgo questi vantaggi, questo e quest'altro... hanno tolto il supporto sul virtual pc, potrebbero anche forzare un azienda simile a non fare un porting... potrebbero farlo anche ora per lanciare linux sul desktop, ma non gliene frega niente e se ne escono con "non c'è motivo di procedere con tale sforzo"
          Comunque sei troppo assolutista, mi sembri
          l'ibm che non credeva in un mercato desktop
          e così ha dato un'occasione d'oro a bill
          gatesIo credo che linux sbancherà il desktop tra 2 o 3 anni, non adesso... ho detto la mia opinione sui difetti presenti ADESSO... io spero che in futuro vengano aggiunti nuovi tool e interfaccie grafiche... ma che sia tutto open.Perchè non aprono un bel consorzio per certificare le case produttrici di hardware e i loro hardware con linux?Questa sarebbe un'idea vera e un'innovazione. Avere la certezza che un'azienda supporta certamente linux.... come fanno ora mettendo dappertutto il loghetto windows... bene, mettete anche il pinguino.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux sul Desktop andrebbe se
            - Scritto da: php_inside
            Bhe, ha tanto hardware supportato,
            tantissimo software, tra cui quelli che su
            linux ci sogniamo, ha hardware particolare e
            sopratutto l'assistenza che si porta via 100
            euro dalle tue tasche appena ti si rompe
            l'alimentatore.
            Apple non vende solo pc, cmq, basti vedere
            l'iPOD e poi apple produce software closed,
            tranne il kernel e poche eccezzioni...
            quindi grazie che vende...Se l'HP garantisse il suo hardware fosse perfettamente compatibile con linux e avesse una sua linea di pc con linux preinstallato si inizierebbe a creare una base di utenti discreta che poi si potrebbe ingrandire facendo accordi con le software house che producono programmi che in certi ambiti sono irrinunciabili, per il resto investirei nei progetti opensource.
            Si si.. Suse! Ma non è proprietario quel
            Yast?Non esattamente. Il software proprietario è quel software che non è né libero, né semi-libero. Cioè è quel software che tramite licenze ne limita l'uso su un elaboratore o su un gruppo ben determinato e non permette la diffusione del sorgente. Yast invece ha una sua licenza molto simile alla GPL, si può installare su quanti pc si vuole, si può modificare indicando però che il prodotto è stato modificato e da chi sono state fatte le modifiche, se si distribuisce non si può modificare la licenza... l'unica differenza appunto è che non si può distribuire yast a pagamento senza l'autorizzazione di Suse stessa (per questo può essere definito open source ma non free source, appunto perché quest'ultima cosa ne limita la libertà). Per un'azienda che fa hardware basterebbe accordarsi con suse per installare su ogni macchina Yast, la Suse guadagna un tot. per ogni pc venduto e l'azienda hardware ha un bel sistema già pronto.
            Se microsoft dice, se tu fai il porting, io
            ti tolgo questi vantaggi, questo e
            quest'altro... hanno tolto il supporto sul
            virtual pc, potrebbero anche forzare un
            azienda simile a non fare un porting...
            potrebbero farlo anche ora per lanciare
            linux sul desktop, ma non gliene frega
            niente e se ne escono con "non c'è motivo di
            procedere con tale sforzo"Adesso che è nei guai con l'antitrust Microsoft non se lo sogna proprio di fare una cosa del genere
            Io credo che linux sbancherà il desktop tra
            2 o 3 anni, non adesso... ho detto la mia
            opinione sui difetti presenti ADESSO... io
            spero che in futuro vengano aggiunti nuovi
            tool e interfaccie grafiche... ma che sia
            tutto open.Be' anche io non intendevo dire che domani doveva sbancare il desktop, però adesso aziende che vendono un sistema con tutto preinstallato non ci sono (a parte hp/compaq che ha iniziato a offrire qualcosa insieme con mandrake) e questo secondo me è una scelta poco lungimirante.

            Perchè non aprono un bel consorzio per
            certificare le case produttrici di hardware
            e i loro hardware con linux?
            Questa sarebbe un'idea vera e
            un'innovazione. Avere la certezza che
            un'azienda supporta certamente linux....
            come fanno ora mettendo dappertutto il
            loghetto windows... bene, mettete anche il
            pinguino.magari, la Suse ha una lista di hardware certificato però per il momento non è abbastanza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux sul Desktop andrebbe se
            - Scritto da: Anonimo
            magari, la Suse ha una lista di hardware
            certificato però per il momento non è
            abbastanza.Lo stesso vale per mandrake...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux sul Desktop andrebbe se
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            magari, la Suse ha una lista di hardware

            certificato però per il momento non è

            abbastanza.

            Lo stesso vale per mandrake...Comunque penso sia più semplice e probabile che un produttore hardware crei una sua linea di PC e periferiche pensata apposta per linux piuttosto che sperare in un accordo tra produttori di hardware per creare un consorzio per la certificazione linux.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux sul Desktop andrebbe se
        - Scritto da: php_inside
        Perchè se il
        cliente gli chiede l'ultima skeda wireless
        di mercato o lo skanner taiwanese e linux
        non lo supporta la casa deve dire NO, non
        possiamo, ma se vuole c'è l'alternativa...
        ma se a me serve quello?E' quello che si domandavano gli utenti di XP quando non trovavano il driver per la periferica, ma non mi sembra che abbia fermato l'espansione di XP.
        No, la gente sarebbe più propensa a passare
        a linux se su linux ci fosse un ottimo
        sistema di caricamento dei driver, delle
        ottime interfaccie grafiche per gestire
        rete, stampante e tanto tanto altro...C'e' gia' tutto.Casomai il problema e' nel supporto da parte dei costruttori di HW.Ah, si scrive "interfacce".
        Linux non è pronto per il desktop vero. Non
        esiste una procedura automatica con gui dove
        tu installi il driver e lui ricompila il
        kernel, installa un modulo e configura i
        file etc etc su linux.Non serve.Nel senso che con un kernel gia' configurato, nella maggior parte dei casi basta fornire il modulo e caricarlo.Se ti serve cambiare il kernel, basta fornire il kernel gia' compilato.
    • Anonimo scrive:
      Mancano comunque alcune cose
      Linux dovrebbe offrire anche un panorama più ampio per quanto riguarda i videogiochi (mercato che tira tantissimo). Sul costo di un PC medio, la licenza di Windows incide molto poco e non avere licenze non abbasserebbe così tanto i costi. Certo un PC con Linux richiede meno ram, meno potenza di calcolo, ecc ecc. Ma poi il cliente medio che vuole anche giocare/cazzeggiare come fa con Win? Si prende un altro pc per Windows? No, prende solo Windows e basta.Sul mercato desktop per ora Linux va bene agli sviluppatori e certamente agli appassionati del settore, che hanno voglia di sperimentare e imparare. Sono però una nicchia che non fa sufficiente mercato per ammortizzare i costi di una eventuale vendita. Linux oggi è un po' come Windows 3.1 all'epoca. Ancora un embrione, per l'utente finale che non sia una azienda.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mancano comunque alcune cose
        - Scritto da: Anonimo
        Linux dovrebbe offrire anche un panorama più
        ampio per quanto riguarda i videogiochi
        (mercato che tira tantissimo). Sul costo di
        un PC medio, la licenza di Windows incide
        molto poco e non avere licenze non
        abbasserebbe così tanto i costi. Certo un PC
        con Linux richiede meno ram, meno potenza di
        calcolo, ecc ecc. Ma poi il cliente medio
        che vuole anche giocare/cazzeggiare come fa
        con Win? Si prende un altro pc per Windows?
        No, prende solo Windows e basta.Be' all'inizio è ovvio che certe cose mancano. Però io ho provato diversi giochi con WineX3 e funzionavano, secondo me dovrebbero investire su aziende che producono cose come crossover o winex3 per colmare anche questo buco. Per il costo delle licenze io invece non prometterei niente, tu vendi un pc linux con i suoi vantaggi e le sue differenze, ma se gli preinstalli mandrake o suse il cliente si paga il costo del sistema operativo.

        Sul mercato desktop per ora Linux va bene
        agli sviluppatori e certamente agli
        appassionati del settore, che hanno voglia
        di sperimentare e imparare. Sono però una
        nicchia che non fa sufficiente mercato per
        ammortizzare i costi di una eventuale
        vendita. Linux oggi è un po' come Windows
        3.1 all'epoca. Ancora un embrione, per
        l'utente finale che non sia una azienda.E' ancora in fase embrionale perché le aziende hardware non ci hanno creduto abbastanza. Soprattutto perché le cifre sono sottovalutate, chi sa quante persone hanno installato linux a casa? Un mare di gente si è scaricata le iso o ha comprato una rivista in edicola... come si fa a valutare quanta gente ha effettivamente provato a installare linux? Quanta gente è stufa di microsoft e vuole provare qualcosa di diverso?Chissà quanti ci hanno provato e sono tornati indietro su windows perché non gli andava quella scheda audio, o la scheda video dava quel determinato problema ecc...Se invece c'è una azienda che ti presenta una soluzione e ti dice: guarda se devi comprare il pc noi ti diamo questo con preinstallato linux e sei sicuro che l'hardware è riconosciuto e funziona al 100%, hai un sistema dove non ti devi preoccupare dei virus e dei crash continui. Magari non conquisti la casalinga di voghera però inizi a costruirti un mercato con quegli utenti che sono l'anello mancante tra lo smanettone e l'utonto totale. Poi dopo se vedi che i computer non ti fanno la muffa in magazzino ti preoccupi di fargli andare i videogiochi, di fare andare photoshop, dreamweaver e compagnia bella....o al massimo investi in quelle compagnie tipo codeweavers. Comunque come in tutte le cose si inizia per gradi se vedi che funziona investi di più... tanto se funziona sono gli altri a volere entrare, basta fare accordi commerciali.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mancano comunque alcune cose
        ma apparte i videogiochi Linux a differenza di Windows è meno "pratico", la maggior parte degli utenti non ha tempo e non ha voglia di mettersi a trovare un modo per far funzionare questa o quella periferica.. vuol accendere il pc , installare un programma con un click , scaricare musica o altro , mettere un cd vuoto nel masterizzatore e masterizzarlo con altrettanti click .. senza smadonnare se il masterizzatore non va , oppure perchè va solo da riga di comando (abba scomodo) e invece Keb nn lo rileva o cose del genere...in puù mettiamoci i videogiochi già citati. Linux lo riserbo per chi vuole imparare qualcosa e ha del tempo da perdere in ricerche/studi ecc ecc per piano piano realizzarci un os personalizzato al massimo e dalle ottime prestazioni.... per ora non a tutti
        • BillTorvalds scrive:
          Re: Mancano comunque alcune cose
          A quanto vedo facciamo dei progressi...Mi fa piacere vedere che tutti (tranne forse qualche cerebroleso) ci auguriamo che Linux si diffonda anche sui desktop e possa essere usato a vari livelli sia dagli smanettoni che dagli utonti che da quelli di mezzo...:)
  • Anonimo scrive:
    Il prossimo botto lo farà........
    ....Lindows!!! Uno ad uno, altro che "bella lì, carica la slack, uè dai"..... vedrete che stonfi nei prossimi mesi. Il mercato di Linuzzo si sta muovendo troppo in fretta, stranamente troppo in fretta.Gli unici a non esserssene accorti sono gli utenti del pinguino.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il prossimo botto lo farà........
      Ma ci sei o ci fai?
      • Anonimo scrive:
        Re: Il prossimo botto lo farà........
        - Scritto da: Anonimo
        Ma ci sei o ci fai?Pochi argomenti, eh ?Demonizzazione dell'interlocutore: tattica sovietica.Cmq, il mercato di Linuzzo sta venendo stravolto.IMHO in modo strano e sospetto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il prossimo botto lo farà........
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Ma ci sei o ci fai?


          Pochi argomenti, eh ?
          Demonizzazione dell'interlocutore: tattica
          sovietica.uei piu rispetto..per i vecchi josif e nikita!:-D
    • BlueSky scrive:
      Re: Il prossimo botto lo farà........
      - Scritto da: Anonimo


      ....Lindows!!!

      Uno ad uno, altro che "bella lì, carica la
      slack, uè dai"..... vedrete che stonfi nei
      prossimi mesi. Il mercato di Linuzzo si sta
      muovendo troppo in fretta, stranamente
      troppo in fretta.

      Gli unici a non esserssene accorti sono gli
      utenti del pinguino.Quando dietro ad una distribuzione c'è un'azienda ci si può aspettare che questa cambi politica, anche se me l'aspettavo che prima o poi RedHat avrebbe "tradito" la comunità linux ed è uno dei motivi per cui non mi sono più interessato ad essa da oltre un anno. Per quanto riguarda le distribuzioni completamente libere il cui sviluppo e destino è legato unicamente agli utenti che le usano e sviluppano non vedo di che preoccuparsi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il prossimo botto lo farà........
      Fammi indovinare!!! uhm...TU?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il prossimo botto lo farà........
      Io conto che Suse il botto non lo farà molto presto. Sono stato in Germania ed Austria dove va via via diffondendosi ovunque: scuole, università (non di sola informatica e matematica) uffici, internet point...I Tedeschi son cazzuti e non li butti giù facilmente.Mandrake vacilla ma vacillare tempra lo spirito...ciao
  • Anonymous scrive:
    RedHat ha ragione!!
    Come gia' scritto su un altro forum.Visto che il mercado desktop non rende (tranne a M$ ;) ), redhat ha ben pensato di lasciare microsoft, macosx e ditribuzioni varie a combattersi per pochi ?.Meglio puntare nel settore server, settore piu' redditizio e dove linux fa la differenza (non dico sia il migliore, ma e' molto molto valido).Meno clienti, parco installato piu' piccolo anche se in continuo aumento, tutti i clienti PAGANO il sistema operativo + l'assistenza, un paio di allenaze giuste (oracle? ibm?) e vedrete i risultati!E' una mossa azzardata ma imho potrebbe rivelarsi vincente.sWap
    • php_inside scrive:
      Re: RedHat ha ragione!!
      sbagli, non è azzardata.Hanno visto che la red hat normale non vendeva niente mentre le altre si... non ho mai provato le altre versioni (dico server) di redhat, ma penso che ci sia un buon motivo per pagare 1400$ oltre che per il supporto.Quindi avranno fatto i loro calcoli, hanno visto che il desktop li stava affondando ed hanno preso una decisione secondo me giusta... cioè dedicatevi ai server.Per quanto riguarda il desktop, la debian o la gentoo fanno benissimo il loro lavoro... ma siamo sempre li. se sei utente ok, se sei utonto vai con windows.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: RedHat ha ragione!!
        La questione è sempre la stessa:o si parla per dare fiato alla bocca ed alla propria arroganzao si cerca di ragionare (ma questo non è evidentemente il tuo caso)
      • Anonimo scrive:
        Re: RedHat ha ragione!!
        Non sono d'accordo.A meno che RH non prefiguri un mercato con server linux e clients windows (colla certezza di dover inseguire i 'finti standard' microsoft!), dovra' considerare che l'utente aziendale che utilizza un desktop linux in ufficio vorra' averlo anche a casa. Le altre distribuzioni continuano a adottare programmi per il desktop e a migliorare le applicazioni esistenti, quindi gli utenti proveranno le altre distribuzioni. Se qualcuna di queste riesce a fare le cose meglio di RH, RH fara' una figura barbina e rischiera' di perdere contratti. Ricordate che e' molto piu' facile passare da una distro all'altra che da un SO a un altro. Se per RH il mercato "personal" era poco redditizio dovevano solo alzare il prezzo delle licenze, spedendo su fedora automaticamente il maggior numero di gente possibile senza tagliare esplicitamente il supporto.
  • giangiweb scrive:
    e la diffusione di linux?
    Per anni microsoft se ne è fregata altamente della pirateria: windows era il sistema operativo più a buon mercato, l'importante era diffonderlo... Brutto dirlo ma il modello è proprio quello; il primo nemico di linux è la resistenza al cambiamento, se cominci a diffonderlo capillarmente la gente comincerà ad abituarsi, a vederne i vantaggi, ad usarlo.... e non scoccerà più il capoufficio perché l'icona stampa di openoffice è diversa da quella di microsoft office.Redhat vuole la moglie ubriaca (vendere praticamente uno unix semi proprietario con l'assistenza del caso) e la botte piena (il supporto della comunità opensource tramite fedora).Linux non funziona così: dalla comunità viene e alla comunità deve tornare.Mandrakesoft quest'anno tornerà all'utile: chi ha seguito la vicenda sa che mandrakesoft era una delle poche aziende linux che produceva utili prima che la nuova proprietà decidesse che doveva occuparsi di e-learning e la portasse sull'orlo del fallimento. La vecchia dirigenza, ripresi i comandi ha chiesto aiuto alla comunità open source e la comuità ha risposto: oggi mandrake torna all'utile ed ha una linea di prodotti che vanno dalla distribuzione gratuita al sistema operativo per i server all'assistenza a pagamento.Può linux vivere senza la comunity? Voi lo dareste il vostro contributo volontario a un'azienda che vende prodotti derivati anche dal vostro aiuto e non vi dice nemmeno grazie?Signori, secondo me quello di Red Hat è un grosso passo falso... può ancora ritrattare e riprendersi ma se non lo farà non resterà che di dire "il re è morto" e aspettare di acclamare il nuovo re.CiaoGiangi
    • Anonimo scrive:
      Re: e la diffusione di linux?
      - Scritto da: giangiweb
      non resterà
      che di dire "il re è morto" e aspettare di
      acclamare il nuovo re.Con lo 0,8% del mercato ?
      • php_inside scrive:
        Re: e la diffusione di linux?
        troll, su cosa ti basi, su thecounter??HahahahhahaLeggi la voce Unknow...se sai cosa vuol dire.Dormi.
        • Anonimo scrive:
          Re: e la diffusione di linux?
          - Scritto da: php_inside
          troll, su cosa ti basi, su thecounter??

          Hahahahhaha
          Leggi la voce Unknow...se sai cosa vuol dire.


          Dormi.Ha ragione lui. La diffusione di Linux sui desktop è dello 0,8%. Le statistiche di Google lo confemano, e poi basta togliersi i paraocchi e guardarsi in giro nelle aziende, non solo a casa degli amici che avete convinto (contro la loro volontà) ad installare Linux, minacciandoli, in caso contrario, di non fornire supporto. Le riviste di informatica sono piene di lettere di questi amici che chiedono come si fa a togliere Linux e rimettere Windows.... In 3 anni è aumentata dello 0,3%. Ha fatto progressi....leggendo i post su PI si ha invece l'impressione che quasi tutti lo usino:-)
        • Anonimo scrive:
          Re: e la diffusione di linux?
          - Scritto da: php_inside
          troll, su cosa ti basi, su thecounter??

          Hahahahhaha
          Leggi la voce Unknow...se sai cosa vuol dire.TU sai cos'è l'obiettività ?O sai solo cosa è la fede ?Linux sui desktop è allo 0,8%. Punto.Qualsiasi altra considerazione è puro evangelismo misto a propaganda di terz'ordine.
        • Anonimo scrive:
          Re: e la diffusione di linux?
          - Scritto da: php_inside
          troll, su cosa ti basi, su thecounter??

          Hahahahhaha
          Leggi la voce Unknow...se sai cosa vuol dire.


          Dormi.Ecco il primo linaro ottuso che non sa leggere ed è stato indottrinato dalla comunità di Linzozz
      • BlueSky scrive:
        Re: e la diffusione di linux?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: giangiweb

        non resterà

        che di dire "il re è morto" e aspettare di

        acclamare il nuovo re.


        Con lo 0,8% del mercato ?Credo si riferisse al mercato GNU/Linux. RedHat è una delle distribuzioni più famose e diffuse.
    • Anonimo scrive:
      Re: e la diffusione di linux?

      oggi
      mandrake torna all'utile ed ha una linea di
      prodotti che vanno dalla distribuzione
      gratuita al sistema operativo per i server
      all'assistenza a pagamento.esattamente! mandrake ha una linea di prodotti invidiabile e di elevato livello qualitativo per tutte le esigenze (home o corporate che siano) che va dalle iso liberamente scaricabili della spartana "download edition" al "Power Pack" al "multi network firewall" al "corporate server" e perfino una versione ottimizzata per il clustering...e con la 9.2 ha introdotto la "discovery edition" che ha tutto, ma proprio tutto quello che serve per installare in pochi minuti e senza sforzo un desktop completamente funzionante e da fare invidia a d XP, compresi i driver per schede video nvidia ed ati, chipset nforce, modem conexant... persino i plugin per mozilla (realplayer, acrobat, flash, java)... i software di emulazione windows come Crossover... antivirus e tutto per pochissimi euro!l'avvento di linux sul desktop è molto più vicino di quanto si creda... abbiate fiducia!
      Può linux vivere senza la comunity? Voi lo
      dareste il vostro contributo volontario a
      un'azienda che vende prodotti derivati anche
      dal vostro aiuto e non vi dice nemmeno
      grazie?Mandrake dalla comunità prende molto, sia in termini di "programmazione volontaria" che di contributi economici (vedi il Mandrake Club), ma restituisce a tutti... scrocconi come me compresi... le ISO della "download ed." non le nega a nessuno e poi si coccola gli iscritti al Club (e grazie a loro che Mandrake si regge in piedi con le sue gambe) mettendogli a disposizione un sacco di altro software, incluse le ISO delle versioni "a pagamento" come il Power Pack.Credo che la Mandrake stia seguendo la strada giusta, operando il suo "business" come è giusto che sia, ma tenendosi saldamente legata alle sue radici, cioè alla sua comunità di volontari ed utilizzatori... credo che racchiuda il meglio dei due mondi: ha un buon prodotto commerciale, ma vive grazie alla comunità...
  • Anonimo scrive:
    Sintesi dei fatti
    1. Redhat elimina la versione in scatola dai negozi: non ha mai portato profitti, ed in compenso e' un bel costo.2. RH cambia il nome di RedHat Linux in RedHat Community Project, con l'intenzione di farlo diventare un progetto piu' aperto da cui ogni tot viene preso uno snapshot stabile e rilasciato come release (piu' o meno quello fa debian)3. Visto che lo scopo di RHCP e quello di fedora.us sono praticamente identici (fedora e' nata assieme a RH9 piu' o meno), RedHat propone di fondere i due progetti.4. Conclusione: si chiamera' RedHat ed avra' i loghi col cappello rosso SOLO la versione enterprise, ovvero RHEL (RedHat Enterprise Linux) di cui ora c'e' ancha la versione "Corporate Desktop". Questa versione ha tutte le restrizioni gia' esistenti su RedHat derivanti dal marchio.INVECE quello che ora conosciamo come RedHat "Personal" diventa Fedora: ogni 6 mesi dovrebbe uscire una release ufficiale, sara' liberamente distribuibile da tutti senza pippe mentali sui loghi aziendali, ed ha nativamente un sistema di gestione dei pacchetti e degli aggiornamenti stile debian (supporta di base SIA apt che yum)La novita' e' la distinzione:RedHat: si paga, comprende l'assistenza, ha una versione Advanced Server che e' una goduria per fare cluster in HA. Se vuoi scrivere sui depliant "powered by redhat" devi almeno aver pagato RH.Fedora: resta del tutto gratuita, guadagna un sistema di gestione pacchetti furbo, e sara' aggiornata molto piu' velocemente di una distro commerciale.
    • giangiweb scrive:
      piccolo particolare...
      io sono pienamente d'accordo con te ma secondo me il problema non è degli utenti, è redhat che sta rischiando grosso facendo disaffezionare l'utenza.Mi metto nei panni di un'azienda: iniziamo a provare un paio di redhat sui desktop, vanno benino... si usano bene e sono più stabili di windows... iniziamo a diffonderli in azienda, piano piano li cambiamo quasi tutti.... e i server? Aspetta, c'abbiamo ancora NT ed è già uscito il win2003 server che famo? ci prendiamo un bel advanced server di redhat e ci facciamo il contratto di assistenza! Magia delle magie: lavoriamo meglio, risparmiamo (a conti fatti si risparmia sul serio!), abbiamo un servizio migliore (voglio vedere se la microsoft ti risolve i bug si win al telefono) e ci sentiamo pure soddisfatti perché non siamo più schiavi di microsoft e di quello che ci impone di acquistare.... Fermi tutti! Ma Oracle ci gira? Certo certo... è pure certificato!Questo è il quadro finora....Da domani prova a vendere redhat linux.... certo si vende... come un qualsiasi unix proprietario...CiaoGiangi
      • Anonimo scrive:
        Re: piccolo particolare...
        - Scritto da: giangiweb
        si usano bene e sono più stabili
        di windows...Mito idiota.
        Magia delle magie: lavoriamo
        meglio, risparmiamo (a conti fatti si
        risparmia sul serio!)Sì, come no ! Forse nella tua testa.
        , abbiamo un servizio
        migliore (voglio vedere se la microsoft ti
        risolve i bug si win al telefono)Figurati quelli di linuzzo.........
        e ci
        sentiamo pure soddisfatti perché non siamo
        più schiavi di microsoft Ma lo diventate di redhat.......
        e di quello che ci
        impone di acquistare.... Eh già...........favole favole.............
        • php_inside scrive:
          Re: piccolo particolare...
          Ma che troll... ma che trooolll....(troll)(troll)(troll)Punto informatico, ma metti la registrazione obbligatoria se no sti #[###@ł@#[@@ scriveranno sembre cose stupide, senza senso.Bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa.Vattene a dormire anche te.
  • Anonimo scrive:
    Linux non sarà mai.....
    ....pronto per i desktop. C'è poco da fare.Se RedHat ha gettato la spugna, figuriamoci gli altri cosa possono fare. Solo figure barbine.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux non sarà mai.....
      - Scritto da: Anonimo


      ....pronto per i desktop. C'è poco da fare.

      Se RedHat ha gettato la spugna, figuriamoci
      gli altri cosa possono fare. Solo figure
      barbine.Può darsi, ma io lo uso come desktop da parecchio senza problemi (e non ho installazioni win)
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux non sarà mai.....
        - Scritto da: Anonimo
        Può darsi, ma io lo uso come desktop da
        parecchio senza problemi (e non ho
        installazioni win)Ecchissenefrega ! Il 98% del mercato sta andando da un'altra parte. Sveglia !!
        • php_inside scrive:
          Re: Linux non sarà mai.....
          ora capisco cosa vuol dire Troll Detect.98% del mercato?Sicuramente non aumenta, vedi i risultati della M$ ultimamente, non è aumentato di molto il suo fatturato... anziLinux non è pronto per alcune cose, che ho sottolineato nel mio post precedente, ma è pronto per altre cose.Io uso Gentoo, forse non sai cosa è, su portatile e pc di casa, e funzionano benissimo.. usati quotidianamente e il mio pc di casa non ha dato nessun problema.Il portatile invece ha 2 hardware non supportati, ma il numero si ridurrà ad uno molto presto, grazie al supporto intel.Aspettiamo che nel kernel sia incluso un supporto per i driver che non hanno bisogno di caricare modulo o ricompilare kernel vari e poi ... windows lo puoi pure cestinare....La cosa buffa che ora mi viene in mente... quando guardi la tv e vedi la pubblicità Muller .. quella dello yogurt... bene, è stata realizzata con linux ... Come anche gli ultimi film di animazione che vai a vedere al cinema... e non credo che per creare quei filmotti usino il prompt dei comandi (ke skifo... ritiro)... la shell!Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non sarà mai.....
            - Scritto da: php_inside
            ora capisco cosa vuol dire Troll Detect.

            98% del mercato?
            Sicuramente non aumenta, vedi i risultati
            della M$ ultimamente, non è aumentato di
            molto il suo fatturato... anziNon so a cosa ti riferisca tu, ma i risultati di MS dell'ultimo anno fiscale erano in crescita di fatturato dell'11,8% (da 28365 M$ a 32187 M$). Anche l'utile è aumentato del 10% (da 11910 M$ a 13217 M$). la fonte è l'Annual Report che trovi in http://www.microsoft.com/msft/default.mspx.
        • lele2 scrive:
          Re: Linux non sarà mai.....

          Ecchissenefrega ! Il 98% del mercato sta
          andando da un'altra parte. Sveglia !!ecchissenefrega del 98%e comunque linux avanzera anche sul desktop
        • lele2 scrive:
          Re: Linux non sarà mai.....

          Ecchissenefrega ! Il 98% del mercato sta
          andando da un'altra parte. Sveglia !!ecchissenefrega del 98%e comunque linux avanzera anche sul desktop
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non sarà mai.....

            e comunque linux avanzera anche sul desktopOddio.. ma questa è negare l'evidenza.. :o
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non sarà mai.....
            è' vero... è evidente che hai gli occhi chiusi!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux non sarà mai.....

          Ecchissenefrega ! Il 98% del mercato sta
          andando da un'altra parte. Sveglia !!E quindi? Tutti dietro al cane pastore Bill Gates?Perche' mai dovrei installare ed usare Windows se con Linux (o Mac OS o qualsiasi altro SO) posso ottenere i risultati che mi servono? Perche' mai dovrei seguire "la massa"? Forse perche' ci sono un sacco di programmi per Windows?Ecchissenefrega !O perche' "tutti" usano Windows?Ecchissenefrega !Magari perche' se non usi Windows sei "tagliato fuori"?Ecchissenefrega !Che tristezza il "gregge informatico". Neanche veniste stipendiati dal multimiliardario...xlock
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non sarà mai.....
            gazzi... propongo di non rispondere più ai Winari... ormai si è capito che non abbandonano windows per 2 motivi:1) non sanno usare un computer2) per i videoghiochi3) perché la loro mente oramai è stata assimilata da M$In realtà non capiscono nulla e nella maggior parte dei casi non hanno mai provato linux, oppure lo hanno fatto e alla prima difficoltà (vista l'ignoranza) l'hanno abbandonato per tornare all' 'insulso' sistema operativo che è Win (qualsiasi versione)!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non sarà mai.....

            Neanche veniste stipendiati dal
            multimiliardario...Probabilmente lo sono. E' l'unico motivo per il quale un essere senziente possa parlare bene di quella robaccia là...
    • Akiro scrive:
      Re: Linux non sarà mai.....
      MDK 9.1(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux non sarà mai.....
      e tu quando sarai pronto per upgradare il tuo cervello???
  • Anonimo scrive:
    Lo devono addirittura dire i capoccia...
    .... che Linuzzo non è adatto ai salotti.Non c'è peggior sordo di chi non vuole intendere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo devono addirittura dire i capocci
      ne riparliamo qunado esce longhorn ... lo sai che il 16 settembre 2003 e' uscita la specifica software di palladium ?https://www.trustedcomputinggroup.org/homequando la gente dovra' pagare windows e tutto il software che usa , vedremo se bill sara' ancora' così popolare ; prevedo esodi di massa verso mac os X (che diventera economicamente più conveniente rispetto a win di quanto non sia ora) e linux (per chi ha meno soldi)
    • Akiro scrive:
      Re: Lo devono addirittura dire i capocci
      bravo, e tu fidati dei "capoccia" che pensan solo al bilancio(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo devono addirittura dire i capocci
      - Scritto da: Anonimo

      .... che Linuzzo non è adatto ai salotti.

      Non c'è peggior sordo di chi non vuole
      intendere.
      Confermo, in salotto ci stava malissimo, l'ho riportatodi corsa nello studio.In salotto solo un mac puo` fare la sua figura
  • Anonimo scrive:
    E dove sta il problema?
    1) ci sono altre distrubuzioni validissime2) è vero che costa tempo e fatica, ma ricompilarsi il kernel e aggioranre gnome o kde non è tutta questa gran cosa... et voilà Linux 10!!Con molta più soddisfazione!!!Eh, se Linux divesse dipendere da redhat...
    • Anonimo scrive:
      Re: E dove sta il problema?
      - Scritto da: Anonimo
      1) ci sono altre distrubuzioni validissime
      2) è vero che costa tempo e fatica, ma
      ricompilarsi il kernel e aggioranre gnome o
      kde non è tutta questa gran cosa... et voilà
      Linux 10!!Compro il PC, lo accendo: et volià Windows XP. Senza ricompilare. Ma possibile che ancora non abbiate capito che l'utente normale non vuole ricompilare niente? Vuole accendere e lavorare.
      • Anonimo scrive:
        Re: E dove sta il problema?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        1) ci sono altre distrubuzioni validissime

        2) è vero che costa tempo e fatica, ma

        ricompilarsi il kernel e aggioranre gnome
        o

        kde non è tutta questa gran cosa... et
        voilà

        Linux 10!!

        Compro il PC, lo accendo: et volià Windows
        XP. Senza ricompilare. Ma possibile che
        ancora non abbiate capito che l'utente
        normale non vuole ricompilare niente? Vuole
        accendere e lavorare.Si bello ma vedi io conosco un botto di utenti normali che non comprano un pc ogni sei mesi ma ogni cinque anni e che se lo accendi voilà, windows 98. Chissà perché nel corso di questi anni non è mai successo che quel pc si accendesse e voilà Win98SE, voilà WinME, voilà WinXP home... così come non è mai successo che aprendo il word97 si trovassero il word2000 o il wordxp per il solo fatto si aver cliccawo sull'icona con la W. Tu dirai: ma bisogna aggiornarlo! Be, ti assicuro che anche quello per loro è un ostacolo insormontabile, tanto quanto ricompilare il kernel.
        • Anonimo scrive:
          Re: E dove sta il problema?
          - Scritto da: Anonimo.

          Si bello ma vedi io conosco un botto di
          utenti normali che non comprano un pc ogni
          sei mesi ma ogni cinque anni e che se lo
          accendi voilà, windows 98. Chissà perché nel
          corso di questi anni non è mai successo che
          quel pc si accendesse e voilà Win98SE, voilà
          WinME, voilà WinXP home... così come non è
          mai successo che aprendo il word97 si
          trovassero il word2000 o il wordxp per il
          solo fatto si aver cliccawo sull'icona con
          la W.
          Tu dirai: ma bisogna aggiornarlo! Be, ti
          assicuro che anche quello per loro è un
          ostacolo insormontabile, tanto quanto
          ricompilare il kernel.Perché, scusa, Linux è esente da necessità di aggiornamento?
          • Anonimo scrive:
            Re: E dove sta il problema?
            Se l'hw non cambia e il pc va bene si'.. certo che se si fa' come con win dove il primo imbecille che compra Office 2003 e ti manda il documento nel nuovo formato incompatibile, tu per lavorare inizi ad essere costretto a pensare all'upgrade, con grassa felicita' di mamma M$....... Cya WarfoX
          • Anonimo scrive:
            Re: E dove sta il problema?
            - Scritto da: Anonimo
            Se l'hw non cambia e il pc va bene si'..
            certo che se si fa' come con win dove il
            primo imbecille che compra Office 2003 e ti
            manda il documento nel nuovo formato
            incompatibile, tu per lavorare inizi ad
            essere costretto a pensare all'upgrade, con
            grassa felicita' di mamma M$.......

            Cya
            WarfoXSei un troll grande come una casa. Linux HA bisogno di aggiornamenti. Non dire cretinate, daiiiiiiiiii (troll)
          • Anonimo scrive:
            Re: E dove sta il problema?
            Ah si'? vabbeh.. devo raccontare al mio mysql 3.23.23 Beta che deve essere aggiornato (e ci fa' girare un Db da 800 Mb). Devo anche raccontare al kernel che ormai e' vecchio... e non basta piu', etc etc..Le uniche cose che aggiorno sono quei servizi che essendo esposti hanno problemi di security (httpd, php, sendmail, ftpd). Ma se fosse una macchina in VPN o su una intranet ti assicure che aggiornerei solo se le nuove feature mi portano un vantaggio in termini di prestazioni e/o tempi di sviluppo.Ps. Su quella macchina ci gira RH 6, scambia 5Gb di posta al mese, 9Gb di dati Ftp, esegue ogni notte elaborazioni per c.a. 5 ore con un L.a. di 4 e non si e' mai fermata.. Mai usufruito del supporto o degli aggiornamenti ufficiali.
      • Anonimo scrive:
        Re: E dove sta il problema?

        Compro il PC, lo accendo: et volià Windows
        XP. Senza ricompilare. Ma possibile che
        ancora non abbiate capito che l'utente
        normale non vuole ricompilare niente? Vuole
        accendere e lavorare.Du' palle!!! =(Ma ancora con questa storia di ricompilare il kernel?!?E' da 3 anni che uso linux e ho ricompilato il kernel solo una volta, per sfizio!Non sei mica obbligato a farlo, sai?Solo in certi (ormai) sporadici casi (tipo in presenza di periferiche non supportate ufficialmente ma solo tramite particolari patch), o se vuoi veramente ottimizzare il sistema adattandolo a "fagiuolo" per la tua macchina...Nel 95% dei casi puoi tenerti la versione binaria pre-compilata disponibile nella distribuzione stessa (od eventuali aggiornamenti)!Cheesebye.
        • Anonimo scrive:
          Re: E dove sta il problema?
          - Scritto da: Anonimo


          Compro il PC, lo accendo: et volià Windows

          XP. Senza ricompilare. Ma possibile che

          ancora non abbiate capito che l'utente

          normale non vuole ricompilare niente?
          Vuole

          accendere e lavorare.

          Du' palle!!! =(
          Ma ancora con questa storia di ricompilare
          il kernel?!?Guarda che è il tizio sopra che diceva che ricompilare non è poi tanto difficile.
          • opazz scrive:
            Re: E dove sta il problema?
            L'operazione di ricompilare il kernel sempre che sia necessaria visto che ora con strumenti appositi si può aggiornare senza dover ricompilare nulla, si può paragonare all'operazione dell'utente XP, che "periodicamente" deve aggiornare il sistema con una patch rilasciata da microsoft..Quindi l'utente che vuole lavorare, dolente o nolente, se vuole un sistema aggiornato e funzionante al meglio, deve fare sempre e comunque, indifferentemente dalla piattaforma usata, un upgrade "periodico".
          • Anonimo scrive:
            Re: E dove sta il problema?
            certo, il fatto che da una parte l'upgrade non costi nulla, e dall'altro un botto di soldi qualche differenza la fa
      • Anonimo scrive:
        Re: E dove sta il problema?

        Compro il PC, lo accendo: et volià Windows
        XP. Senza ricompilare. Ma possibile che
        ancora non abbiate capito che l'utente
        normale non vuole ricompilare niente? Vuole
        accendere e lavorare.Detto fatto: Mandrake 9.2 Discovery Edition.Ed XP non ti serve più...
      • Anonimo scrive:
        Re: E dove sta il problema?

        Compro il PC, lo accendo: et volià Windows
        XP. Senza ricompilare.Certo, basta che non usi internet. Se usi internet, voila' service pack (e non dirmi che un upgrade di linux via rete e' piu' difficile).Esce la nuova versione di Office et voila' volano gli euro, perche' devi comprarti l'upgrade per vedere i nuovi formati. L'Office nuovo non gira perfettamente sul tuo vecchio hardware/ sistema operativo e voila' altri euro. E ringrazia che stanno cambiando le cose perche' con linux in giro MS non puo' ladrare piu' come se niente fosse.
      • Anonimo scrive:
        Re: E dove sta il problema?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        1) ci sono altre distrubuzioni validissime

        2) è vero che costa tempo e fatica, ma

        ricompilarsi il kernel e aggioranre gnome
        o

        kde non è tutta questa gran cosa... et
        voilà

        Linux 10!!

        Compro il PC, lo accendo: et volià Windows
        XP. Senza ricompilare. Ma possibile che
        ancora non abbiate capito che l'utente
        normale non vuole ricompilare niente? Vuole
        accendere e lavorare.Guarda coccobello che io uso Linux da tre anni e non ho MAI avuto bisogno di ricompilare il kernel. Quella della ricompilazione del kernel è un FAVOLA cretina, propagandata anche e soprattutto da nerd adolescenti che usicchianiùo Linux e giocano a darsi arie da hacker dicendo in giro "oh yeah, ieri ho ricompilato il kernel".Buffonate.Prospero
  • Anonimo scrive:
    in pentola...
    qualcosa bolle in pentola certamente... non sottovalutate mai la diabolica abilità creativa dei giuristi d'impresa! il gioco sta raggiungendo il cuore del vortice. non si capisce nulla ma presto si arriverà al "punto di catastrofe". allora la sorte ci sarà svelata... (mood: onirico)
  • Anonimo scrive:
    E' ovvio...
    ...anche una ditta seria come Red Hat consiglia Windows e non Mac, si vede che lo fa a ragion veduta... (linux) (win)(troll)(troll)(troll)(troll)(apple)(troll)(troll)(troll)(troll)
    • FDG scrive:
      Re: E' ovvio...
      - Scritto da: Anonimo
      ...anche una ditta seria come Red Hat
      consiglia Windows e non Mac, si vede che lo
      fa a ragion veduta... (linux) (win)E che si sono dimenticati della PlayStation, altrimenti...
  • Anonimo scrive:
    ..non è ancora pronto per gli UTONTI
    E' vero non è ancora pronto per gli utonti, ma per gli utenti è una valida alternativa.Itom_boSe non hai mai provato linux, chiedi ad un amico un pò + esperto o scaricati la knoppix da www.knoppix.net (un CD automatico che ti fa da Demo)
  • php_inside scrive:
    Bhe ha sicuramente ragione, ma..
    Allora, secondo me ha assolutamente ragione nel dire che linux non è pronto per il Desktop.Chiariamo il mio concetto di Desktop, che può essere simile anche per altre persone.Desktop sta per usabilità, velocità e stabilità.Cioè, se domani mi compro la nuova scheda wireless usb e ho solo linux installato (qualunque distribuzione sia), se la scheda è molto nuova e non è supportata, mi tocca non poterla utilizzare... se ne potrebbero fare un miliardo di esempi simili per la sezione HardWare.Un utente Desktop è normalmente un Utonto, IMHO, una persona che usa il pc per scaricare la posta elettronica, inviare i suoi bei allegati .DOC di 500 Kb, chattare con l'amante e navigare ore ed ore su internet.Ok, tutte cose che con linux fai senza troppi problemi... ma partiamo da un utente medio-basso, partiamo dalla fase iniziale, con il quale un utente ha il primo approccio... e cioè l'installazione. Quando un utente va ad installare redhat (o qualunque altre distribuzioni) e selezioni Personalizzata... ti ritrovi davanti 2000 nomi nuovi, e se sei incerto su cosa installare, puoi perdere anche un ora solo nello scegliere cosa installare e cosa no.Ok ok, su linux ci stanno 2000 programmi diversi al momento dell'installazione, ma chi non li conosce si fa una testa tanta.Facciamo l'ipotesi che un utente non scelga la sezione Svliluppo, compilatori, etc, ... bene, quando si ritroverà davanti un README per compilare un programma che non si trova da nessuna parte in rpm... che fa? Semplice, non capisce una mazza di quello che deve fare (sempre se capisce bene l'inglese), la shell ritorna un bell (COMMAND NOT FOUND) e l'istinto primordiale dice... Riavvio su qualcosa di funzionante... senza sapere che tutto funziona, ma sei tu che non lo fai funzionare.Riassumendo, secondo me Linux non è pronto per il desktop per i motivi citati e per tanti altri motivi legati agli utenti stessi.Non venitemi a dire che Kde o Gnome sono maturi perchè potranno diventare pure super maturissimi, ma se si basano su un sistema dove per installare un driver devi pathare il kernel, copiare file quì e li, scrivere comandi incomprensibili, etc,etc un utente normale ti sorride in faccia e ti dici "bene, mi rimetti windows ora, grazie" (nel migliore dei casi).Io uso linux per scelta, mi trovo meglio, e tanti altri motivi, ma purtroppo ha tanti difetti, che gli derivano e che non sono volutissimi, come il discorso driver.Perchè sulla stessa macchina la mia scheda wireless funziona su windows e su linux no? E così posso continuare con il mio lettore di smart card o il modem ?.......Ma siamo ancora lontani per essere in linea con windows e con la sua distribuzione.Lode a Novell per la sua scelta, speriamo si diano una mossa.Grazie, Ciao==================================Modificato dall'autore il 06/11/2003 1.05.02
    • Anonimo scrive:
      Re: Bhe ha sicuramente ragione, ma..

      ..........
      Perchè sulla stessa macchina la mia scheda
      wireless funziona su windows e su linux no?
      E così posso continuare con il mio lettore
      di smart card o il modem ?Solo perche' Winzoz dilaga. Comunque oggi va gia' molto meglio per il supporto Linux delle varie schede, e avanti di questo passo fra qualche anno si avrebbe il pieno supporto..... se non ci fossero traditori come MerdHat che insinuano il dubbio nell'utenza con effetti peggiori delle losche manovre di SCO.
      .......Ma siamo ancora lontani per essere in
      linea con windows e con la sua
      distribuzione.Ci stavamo avvicinando, ed eravamo gia' molto vicini.L'openSource viene adottato in sempre piu' nazioni e questo fara' superare la "massa critica " a Linux che comincera' una lenta ma inesorabile crescita esponenziale ... sempre che il fenomeno MerdHat rimanga isolato.
      Lode a Novell per la sua scelta, speriamo si
      diano una mossa.Mah !?!?. Gia' SUSE mi lasciava qualche dubbio con le sue politiche di distribuzione. Ora che c'e' dietro Novell ... chissa'??Comunque l'imperativo e' abbattere il monopolio e, per ora, tutto fa brodo.
      Grazie, CiaoNon c'e' di che'.Buona notte.
      • duffdrinkers scrive:
        Re: Bhe ha sicuramente ragione, ma..
        - Scritto da: Anonimo

        ..........

        Perchè sulla stessa macchina la mia scheda

        wireless funziona su windows e su linux
        no?

        E così posso continuare con il mio lettore

        di smart card o il modem ?

        Solo perche' Winzoz dilaga.
        Comunque oggi va gia' molto meglio per il
        supporto Linux delle varie schede, e avanti
        di questo passo fra qualche anno si avrebbe
        il pieno supporto..... se non ci fossero
        traditori come MerdHat che insinuano il
        dubbio nell'utenza con effetti peggiori
        delle losche manovre di SCO.


        .......Ma siamo ancora lontani per essere
        in

        linea con windows e con la sua

        distribuzione.

        Ci stavamo avvicinando, ed eravamo gia'
        molto vicini.
        L'openSource viene adottato in sempre piu'
        nazioni e questo fara' superare la
        • duffdrinkers scrive:
          Re: Bhe ha sicuramente ragione, ma..


          - Scritto da: Anonimo


          ..........


          Perchè sulla stessa macchina la mia
          scheda


          wireless funziona su windows e su linux

          no?


          E così posso continuare con il mio
          lettore


          di smart card o il modem ?



          Solo perche' Winzoz dilaga.

          Comunque oggi va gia' molto meglio per il

          supporto Linux delle varie schede, e
          avanti

          di questo passo fra qualche anno si
          avrebbe

          il pieno supporto..... se non ci fossero

          traditori come MerdHat che insinuano il

          dubbio nell'utenza con effetti peggiori

          delle losche manovre di SCO.




          .......Ma siamo ancora lontani per
          essere

          in


          linea con windows e con la sua


          distribuzione.



          Ci stavamo avvicinando, ed eravamo gia'

          molto vicini.

          L'openSource viene adottato in sempre piu'

          nazioni e questo fara' superare laVedo che ti bricia la scelta di redhat...scommetto che tre giorni fa eri pronto a far crociate contro un utente winzoz che 'osava' far paragoni con linux redhat.....Questa è una mia considerazione, ho preso te come esempio ma sicuramente molta gente è pronta a gridare al tradimento...saluti
          • Mechano scrive:
            Re: Bhe ha sicuramente ragione, ma..
            - Scritto da: duffdrinkers
            Vedo che ti bricia la scelta di redhat...
            scommetto che tre giorni fa eri pronto a far
            crociate contro un utente winzoz che 'osava'
            far paragoni con linux redhat.....

            Questa è una mia considerazione, ho preso te
            come esempio ma sicuramente molta gente è
            pronta a gridare al tradimento...Non e' un tradimento.Nel momento in cui un'azienda decide di quotarsi in borsa, decide di entrare le mondo del capitalismo "tradizionale". Deve produrre degli utili, deve rendere conto agli investitori ecc.Si ritrova in una situazione in cui la sua sopravvivenza deriva dal gioco perverso delle IPO e dei profitti.Il software opensource non va daccordo con il mondo del profitto se questo supera una certa soglia.Nel senso che un'azienda composta da poche decine di persone col software libero ci vive molto molto bene, con una buona rendita per i suoi componenti. Nel momento in cui supera un certo fatturato, assume altra gente, la sua dimensione la obbliga ad altri giochi commerciali e strategie di mercato per sopravvivere alle fluttuazioni in questo campo che sta avendo una crisi da qualche periodo a questa parte...--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
          • duffdrinkers scrive:
            Re: Bhe ha sicuramente ragione, ma..
            - Scritto da: Mechano

            - Scritto da: duffdrinkers


            Vedo che ti bricia la scelta di redhat...

            scommetto che tre giorni fa eri pronto a
            far

            crociate contro un utente winzoz che
            'osava'

            far paragoni con linux redhat.....



            Questa è una mia considerazione, ho preso
            te

            come esempio ma sicuramente molta gente è

            pronta a gridare al tradimento...

            Non e' un tradimento.
            Nel momento in cui un'azienda decide di
            quotarsi in borsa, decide di entrare le
            mondo del capitalismo "tradizionale". Deve
            produrre degli utili, deve rendere conto
            agli investitori ecc.
            Si ritrova in una situazione in cui la sua
            sopravvivenza deriva dal gioco perverso
            delle IPO e dei profitti.

            Il software opensource non va daccordo con
            il mondo del profitto se questo supera una
            certa soglia.
            Nel senso che un'azienda composta da poche
            decine di persone col software libero ci
            vive molto molto bene, con una buona rendita
            per i suoi componenti. Nel momento in cui
            supera un certo fatturato, assume altra
            gente, la sua dimensione la obbliga ad altri
            giochi commerciali e strategie di mercato
            per sopravvivere alle fluttuazioni in questo
            campo che sta avendo una crisi da qualche
            periodo a questa parte...

            --
            Ciao.
            Mr. Mechano
            mechano@punto-informatico.itTi do' perfettamente ragione, penso anch'io come te; la mia era una una considerazione su chi (come si legge nel forum) piange o non sa più che fare ora che non redhat non rilascia linux (diciamola cosi..cerca di capire il mio discorso) leggo molto i post di PI e deduco che molta gente 'insulta' gli utenti di win, poi piangono quando c'è qualcosa in casa linux... credo faccia parte di un sistema, in cui tutti volenti o no, ne si fa parte.Mi fanno ridere le persone che dicono 'prendere linux è più fico, più duro..... win fa schifo ecc...' e poi son li a mugugnare...E' un s.o. fatto da persone e gestito da persone come tutti del resto non si vive di aria...saluti
  • Anonimo scrive:
    'nfami...
    ... passi che vogliono cambiare il target della loro utenza... ma consigliare winzozz... non la mando giù...'nfami,'nfami,'nfami !!!
    • Anonimo scrive:
      sarò paranoico...
      - Scritto da: Anonimo
      ... passi che vogliono cambiare il target
      della loro utenza... ma consigliare
      winzozz... non la mando giù...

      'nfami,'nfami,'nfami !!!...anzi, senza "sarò". "Sono" paranoico, punto e basta. Però Windows Server 2003 (o come si chiama) cresce male sul lato server, mentre Linux allarga la propria nicchia, ma non sfonda sul versante desktop. Che si tratti di una spartizione di quote di mercato? Non intendo accordi deliberati ed inciucio, ma proprio di un panorama che si assesta in una condizione di equilibrio.
      • Anonimo scrive:
        Re: sarò paranoico...
        - Scritto da: Anonimo


        Che si tratti di una spartizione di quote di

        mercato? Non intendo accordi deliberati ed

        inciucio, ma proprio di un panorama che si

        assesta in una condizione di equilibrio.

        Non c'e' equilibrio quando c'e' di mezzo
        BillGates.

        Da quando M$ e' scesa in campo nel 1982 ha
        sempre strangolato chi le correva a fianco.
        Grazie della risposta. La notizia di Red Hat che interrompe la propria linea di prodotti, così "out of the blue" mi ha lasciato molto male. Io iniziai tre anni fa proprio con RH 6.1, un po' per caso perché fu la prima distribuzione funzionante che mi capitò, anche se so che Debian e Slackware vengono considerate migliori (un po' mi intimidiscono. Non sono un guru, anche se in linea di principio non possono essere impossibili, visto che c'è chi le usa, e prima o poi voglio provare). Così oggi scoprire che RH non esiste più mi ha veramente lasciato male. Non so perché lo facciano, ma l'idea che si siano resi conto di essere molto forti sul lato server, e che per questo abbiano deciso di abbandonare il desktop mi sembra plausibile (e fastidiosa, perché mi puzza troppo di cartello). Però come giustamente fai notare, con la M$ è impossibile ogni accordo o non belligeranza. Loro sono deliberatamente scorretti. RH potrebbe avere brutte sorprese da questo loro nuovo focus. Quanto al mio futuro come linaro desktop, Mandrake mi sembra buona ma inferiore a RH. Poco fa ero da mio fratello ad installarla (rel.9.1) sul suo PC. Il sistema installa un numero minimo di pacchetti, che vanno integrati in seguito con quelli dei CD secondo le proprie necessità. Però, ad esempio, non sono ancora riuscito a far vedere la stampante (Epson Stylus Scan 2000) a CUPS. Ho provato a cambiare i settaggi del BIOS da SSP a ECP, ma nulla. Nel complesso non mi soddisfa del tutto. Probabilmente prima o poi farò il grande salto a Debian. Oppure a FreeBSD, chissà. FreeBSD è una distribuzione libera, ma centralizzata (si eleggono il loro steering committe che determina l'evoluzione del progetto), il che risolve quell'unico IMHO problema del Linux, cioè una certa anarchia di fondo che fa perdere tempo al momento di installare il software. Debian e/o FreeBSD hanno le loro belle migliaia di pacchetti ported. Te le installi e sai che funzionano senza troppi problemi e con solo un minimo di configurazione.
      • Anonimo scrive:
        Re: chi e' senza peccato

        Da quando M$ e' scesa in campo nel 1982 ha
        sempre strangolato chi le correva a fianco. http://apple.slashdot.org/apple/03/11/05/1730257.shtml?tid=176&tid=185&tid=188&tid=190&tid=201e lo fanno pure su una piattaforma avversaria
    • Anonimo scrive:
      Re: 'nfami...
      - Scritto da: Anonimo
      ... passi che vogliono cambiare il target
      della loro utenza... ma consigliare
      winzozz... non la mando giù...

      'nfami,'nfami,'nfami !!!Brucia il culetto, eh? :-D
  • Anonimo scrive:
    Pagare, gente, pagare
    Non c'e' piu' trippa per gatti.Ah.. ah.. Mi immagino tutti gli open-addicted che sono andati in giro a vendere le grazie delle loro RH-box... e' gratis... e' supportato.. bla... bla... Forza... tornate dai vostri clienti e ditegli che non e' piu' gratis e quello che hanno ora non e' piu' supportato dal produttore.. ah.. ah...
    • Anonimo scrive:
      Re: Pagare, gente, pagare
      - Scritto da: Anonimo
      Non c'e' piu' trippa per gatti.
      Ah.. ah.. Mi immagino tutti gli
      open-addicted che sono andati in giro a
      vendere le grazie delle loro RH-box... e'
      gratis... e' supportato.. bla... bla...
      Forza... tornate dai vostri clienti e
      ditegli che non e' piu' gratis e quello che
      hanno ora non e' piu' supportato dal
      produttore.. ah.. ah...se è per questo basta che ti leggi la licenza di winzozz e vedi che supporto !
      • Anonimo scrive:
        Re: Pagare, gente, pagare
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Non c'e' piu' trippa per gatti.

        Ah.. ah.. Mi immagino tutti gli

        open-addicted che sono andati in giro a

        vendere le grazie delle loro RH-box... e'

        gratis... e' supportato.. bla... bla...

        Forza... tornate dai vostri clienti e

        ditegli che non e' piu' gratis e quello
        che

        hanno ora non e' piu' supportato dal

        produttore.. ah.. ah...

        se è per questo basta che ti leggi la
        licenza di winzozz e vedi che supporto !Carissimo... NT4 e' supportato dopo piu' di 10 anni dalla uscita... RH8... pochi mesi di vita ancora. e poi ZAK!
        • Anonimo scrive:
          Re: Pagare, gente, pagare
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Non c'e' piu' trippa per gatti.


          Ah.. ah.. Mi immagino tutti gli


          open-addicted che sono andati in giro a


          vendere le grazie delle loro RH-box...
          e'


          gratis... e' supportato.. bla... bla...


          Forza... tornate dai vostri clienti e


          ditegli che non e' piu' gratis e quello

          che


          hanno ora non e' piu' supportato dal


          produttore.. ah.. ah...



          se è per questo basta che ti leggi la

          licenza di winzozz e vedi che supporto !

          Carissimo... NT4 e' supportato dopo piu' di
          10 anni dalla uscita... RH8... pochi mesi di
          vita ancora. e poi ZAK!Carissimo... NT4 l'hai pagato, RH8 no...
          • Anonimo scrive:
            Re: Pagare, gente, pagare
            - Scritto da: Anonimo

            Carissimo... NT4 e' supportato dopo piu'
            di

            10 anni dalla uscita... RH8... pochi mesi
            di

            vita ancora. e poi ZAK!

            Carissimo... NT4 l'hai pagato, RH8 no...Carissimo... Vai dal tuo cliente a dirgli che il suo server RH8 non e' piu' supportato... Vediamo dove ti infila la filosofia del free... ah.. ah...
          • Anonimo scrive:
            Re: Pagare, gente, pagare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Carissimo... NT4 e' supportato dopo
            piu'

            di


            10 anni dalla uscita... RH8... pochi
            mesi

            di


            vita ancora. e poi ZAK!



            Carissimo... NT4 l'hai pagato, RH8 no...


            Carissimo... Vai dal tuo cliente a dirgli
            che il suo server RH8 non e' piu'
            supportato... Vediamo dove ti infila la
            filosofia del free... ah.. ah...Carissimo , vai dal tuo cliente a dirgli che il suo server NT4 DEVE essere aggiornato a win2003server perchè M$ lo obbligherà... vedi dove ti infila la scatola e i manuali di win2003... (di traverso)...
          • Anonimo scrive:
            Re: Pagare, gente, pagare
            :s ue la scatola + i manuali è tanta robba state attenti....o per lo meno lubrificate prima...altrimenti non entra....tornado al discorso che fate, è normale che possono succedere cose del genere, e il costo che bisogna sostenere per fare la migrazione verso un'altra distribuzione è un decimo di quello che utenti M$ hanno gia pagato e continuano a pagare.Quindi...nn vedo il problema...poi si parlava di un costo di 200 vuoi mettere.....ki si ricorda i prezzi a listino di M$?ecco adesso ognuno istalli quello che vuole.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Pagare, gente, pagare
            - Scritto da: Anonimo
            tornado al discorso che fate, è normale che
            possono succedere cose del genere, e il
            costo che bisogna sostenere per fare la
            migrazione verso un'altra distribuzione è un
            decimo di quello che utenti M$ hanno gia
            pagato e continuano a pagare.Secondo chi ha fatto delle analisi serie, nello stesso tempo Linux ti sarebbe costato di più (la licenza è il 5% del costo totale di un sistema).
          • Anonimo scrive:
            Re: Pagare, gente, pagare
            Non capisco dove e' il problema.... Non ce' supporto ufficiale da parte di RH... e un bel chissenefrega? I pacchetti li aggiorno a manina da secoli, quando e' necessario, senza usare gli rpm ma partendo dai source. E cmnq posso sempre farmi l'rpm di aggiornamento da portare ai clienti. Il kernel idem.. Il supporto lo trovo su milioni di forum e newsgroup, il 99.9 % dei problemi e/o domande e' ricorrente e gia' risolto da altri.. Quindi????...Cya WarfoX
          • Anonimo scrive:
            Re: Pagare, gente, pagare
            - Scritto da: Anonimo
            Quindi...nn vedo il problema...poi si
            parlava di un costo di 200 vuoi
            mettere.....ki si ricorda i prezzi a listino
            di M$?
            windows 2000 pro. 147 euro... e non credo di dover aggiornare nulla almeno per i prossimi 2 anni :D(win)
          • Anonimo scrive:
            Re: Pagare, gente, pagare
            ma che pagato!!! l'avrà scaricato da internet come fanno la maggior parte degli utenti Win javascript:emo(':D','')javascript:emo(':D','')
    • opazz scrive:
      Re: Pagare, gente, pagare
      Se non sei un troll trovami dove sta scritto che la mia RHAS acquistata 2 mesi fa non è più supportata..Se sei non sei un troll, dimostrami che fedora non è "gratis" al pari della vecchi distribuzione consumer.
      • Anonimo scrive:
        Re: Pagare, gente, pagare
        - Scritto da: opazz
        Se non sei un troll trovami dove sta scritto
        che la mia RHAS acquistata 2 mesi fa non è
        più supportata..

        Se sei non sei un troll, dimostrami che
        fedora non è "gratis" al pari della vecchi
        distribuzione consumer.
        Oibo'... Dell ha venduto server RH8 (quando ancora non c'era l'AS a piene mani).
        • opazz scrive:
          Re: Pagare, gente, pagare
          A parte che non mi risulta per nulla. E cmq non hai risposto alle mie domande..Che supporto da microsoft COMPRESO nell'acquisto di windows 2000 o 2003 ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Pagare, gente, pagare
            - Scritto da: opazz
            Che supporto da microsoft COMPRESO
            nell'acquisto di windows 2000 o 2003 ?"riavvii la macchina"
          • Anonimo scrive:
            Re: Pagare, gente, pagare
            sto lacrimando dalle risate....ROTLF!!!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Pagare, gente, pagare
            allora ridi proprio per niente...
          • Anonimo scrive:
            Re: Pagare, gente, pagare

            Che supporto da microsoft COMPRESO
            nell'acquisto di windows 2000 o 2003 ?Microsoft fornisce, come già ricordato da altri, ancora il supporto per WinNT4, e per supporto intendo patch e documentazione.Windows Update funzia benissimo, e c'e' anche una valida mailing list.Sul sito c'e' documentazione a palate, molto aggiornata, completa e gratuita, se non lo sapete è perchè non vi siete mai messi a guardarla.Chi ora possiede una macchina RH 7-8 ha ancora meno di due mesi di supporto, e le 9 ne hanno qualche di più.Io ho Server NT4 che ancora girano perfettamente, e nessuno mi obbliga ad aggiornali.Chi invece si ritrova con dei server RH, dovrà andare a reinstallarli, passando a RH enterprise o ad un altra distribuzione, se vorrà mantenere le attuali garanzie di aggiornamento, vi pare poco? Se rispondete di si, vuole dire che il vostro tempo ha poco significato e valore, mi spiace.In bocca al lupo.Vito
          • Mechano scrive:
            Re: Pagare, gente, pagare
            - Scritto da: Anonimo
            Microsoft fornisce, come già ricordato da
            altri, ancora il supporto per WinNT4, e per
            supporto intendo patch e documentazione.
            Windows Update funzia benissimo, e c'e'
            anche una valida mailing list.
            Sul sito c'e' documentazione a palate, molto
            aggiornata, completa e gratuita, se non lo
            sapete è perchè non vi siete mai messi a
            guardarla.Non lo nego, ma anche per Linux e' uguale sulle patch dei componenti e sulla documentazione e i consigli, non verranno tutti dal produttore ma soprattutto dalla community. Perche' ricordo che Linux non ha produttori se non la stessa community...
            Chi ora possiede una macchina RH 7-8 ha
            ancora meno di due mesi di supporto, e le 9
            ne hanno qualche di più.Ma cosa si intende per supporto?Il mondo Linux non ha un concetto di supporto come con le altre aziende tradizionali.Il concetto di supporto in Linux e' molto piu' ampio. Hai un'intera community mondiale che ti puo' dare supporto. Basta solo iscriversi a 4-5 tra mailing list e newsgroup per avere supporto.Io credo che in fondo sia lo stesso anche per Winpuzz, ma in quel caso e' una cosa diversa almeno nelle "sensazioni".Parlo di sensazioni perche' con Win non avrai mai la stessa sensazione di qualcosa di tuo, e l'aiuto che dai ad altri appassionati e utenti come te di questa cosa e' un contributo in piu' per mantenerlo in vita ed avere ancora qualcosa di nostro che nessuno puo' toglierci...
            Io ho Server NT4 che ancora girano
            perfettamente, e nessuno mi obbliga ad
            aggiornali.
            Chi invece si ritrova con dei server RH,
            dovrà andare a reinstallarli, passando a RH
            enterprise o ad un altra distribuzione, se
            vorrà mantenere le attuali garanzie di
            aggiornamento, vi pare poco? Se rispondete
            di si, vuole dire che il vostro tempo ha
            poco significato e valore, mi spiace.Il mio tempo ha valore esattamente quanto il tuo.Ma se e' molto piu' onorevole spenderne un po' per aiutare gli altri, e aiutare la diffusione di qualcosa che appartiene a tutta la comunita', che fare come il topo che protegge il suo pezzetto di formaggio chiuso nel suo buco, quali sono i tecnici ed esperti del mondo M$.--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
          • Anonimo scrive:
            Re: Pagare, gente, pagare
            - Scritto da: Mechano
            Non lo nego, ma anche per Linux e' uguale
            sulle patch dei componenti e sulla
            documentazione e i consigli, non verranno
            tutti dal produttore ma soprattutto dalla
            community. Perche' ricordo che Linux non ha
            produttori se non la stessa community...Vai a parlare in azienda che il supporto ti arriva da quetsa fumosa community e ti ridono in faccia.

            Chi ora possiede una macchina RH 7-8 ha

            ancora meno di due mesi di supporto, e le
            9

            ne hanno qualche di più.

            Ma cosa si intende per supporto?
            Il mondo Linux non ha un concetto di
            supporto come con le altre aziende
            tradizionali.E le aziende aborrono questo modello. Gli unici linux che prosperano sono quelli supportati da solide aziende (vedi ibm o dell). La "community" e' fumo.
          • opazz scrive:
            Re: Pagare, gente, pagare

            E le aziende aborrono questo modello. Gli
            unici linux che prosperano sono quelli
            supportati da solide aziende (vedi ibm o
            dell). La "community" e' fumo.Quel fumo che ha messo in crisi microsoft (linux il nostro peggior concorrente), lo stesso fumo da cui sono nati sistemi operativi enterprise a costi più vantaggiosi e maggiormente supportati dal produttore..
          • leone2000 scrive:
            Re: Pagare, gente, pagare
            - Scritto da: Anonimo


            Che supporto da microsoft COMPRESO

            nell'acquisto di windows 2000 o 2003 ?

            Microsoft fornisce, come già ricordato da
            altri, ancora il supporto per WinNT4, e per
            supporto intendo patch e documentazione.
            Windows Update funzia benissimo, e c'e'
            anche una valida mailing list.
            Sul sito c'e' documentazione a palate, molto
            aggiornata, completa e gratuita, se non lo
            sapete è perchè non vi siete mai messi a
            guardarla.è vero, soprattutto di patch ce ne sono a palate (con conseguenti riavvii)...

            Chi ora possiede una macchina RH 7-8 ha
            ancora meno di due mesi di supporto, e le 9
            ne hanno qualche di più.e a me che me ne frega? io sono pagato dalla mia azienda (sono dipendente) per far andare il server, cosa vuoi che me ne freghi se red hat non da più supporto alla 8.0? mi prendo il sorgente e me lo ricompilo (gli rpm mi hanno sempre dato un sacco di rogne...), oltretutto ho installato la versione scaricata da internet senza bisogno di manuali nè assistenza...

            Io ho Server NT4 che ancora girano
            perfettamente, e nessuno mi obbliga ad
            aggiornali.si, finchè avrai il supporto sennò il primo virus caccoloso te lo becchi... ricordiamoci tutti che redhat non *produce* nulla, chi fa distiribuzioni assembla solamente pezzi che *altri sviluppano*, io mi rivolgo e mi rivolgerò sempre a quegli "altri".
            Chi invece si ritrova con dei server RH,
            dovrà andare a reinstallarli, passando a RH
            enterprise o ad un altra distribuzione, se
            vorrà mantenere le attuali garanzie di
            aggiornamento, vi pare poco? Se rispondete
            di si, vuole dire che il vostro tempo ha
            poco significato e valore, mi spiace.si, va bene, vai ad installare l'ultima patch da windows update che ti fa risparmiare tempo (a meno che non siano decine e che tu non abbia bisogno di reinstallare...)
    • Anonimo scrive:
      Re: Pagare, gente, pagare
      http://www.microsoft.com/ntserver/ProductInfo/Availability/Retiring.aspdal 2004 cominciano a non supportare progressivamente NT4per concludere il supporto a gennaio 2005.in ogni caso NT4 rimane un emerita cagata (x carita' meglio del 95 e in certi casi del 98 (win me non lo considero neppure un os, fa schifo)
      • Anonimo scrive:
        Re: Pagare, gente, pagare
        - Scritto da: Anonimo
        http://www.microsoft.com/ntserver/ProductInfo

        dal 2004 cominciano a non supportare
        progressivamente NT4
        per concludere il supporto a gennaio 2005.

        in ogni caso NT4 rimane un emerita cagata (x
        carita' meglio del 95 e in certi casi del 98
        (win me non lo considero neppure un os, fa
        schifo)Certo, ma è un prodotto del 1996!
    • Akiro scrive:
      Re: Pagare, gente, pagare

      Non c'e' piu' trippa per gatti.
      Ah.. ah.. Mi immagino tutti gli
      open-addicted che sono andati in giro a
      vendere le grazie delle loro RH-box... e'
      gratis... e' supportato.. bla... bla...
      Forza... tornate dai vostri clienti e
      ditegli che non e' piu' gratis e quello che
      hanno ora non e' piu' supportato dal
      produttore.. ah.. ah...(troll)bravo bravo, dai i soldi ad un monopolio(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: Pagare, gente, pagare
        - Scritto da: Akiro

        (troll)

        bravo bravo, dai i soldi ad un monopolio

        (linux)Brucia il culetto, vero? :-D
    • Ekleptical scrive:
      Re: Pagare, gente, pagare

      Non c'e' piu' trippa per gatti.
      Ah.. ah.. Mi immagino tutti gli
      open-addicted che sono andati in giro a
      vendere le grazie delle loro RH-box... e'
      gratis... e' supportato.. bla... bla...Non credo che nessun tecnico Linux sano di mente (e non il bamboccia sognatore) vada in un'azienda a proporre un prodotto "perchè gratis". Ti guarderebbero malissimo nel 90% dei casi! Ad un azienda il gratis frega poco! Sarebbe alquanto preoccupante per la buona salute aziendale se la scelta ricadesse su un prodotto solo per risparmiare qualche migliaia di euro e basta!!!Al che RedHat ha capito, saggiamente, che buttar via quelle migliaia di euro che posson finire nelle sue sacche, invece di rimanere in quelle dell'azienda, è una gigantesca idiozia!Le altre distro seguiranno!
  • Anonimo scrive:
    Il futuro
    Agli utenti Home del pinguino restano alcune alternative:1) Mandrake, che sta risolvendo alcuni problemi sulla Mandrake 9.2http://www.ittita.net/community/modules.php?name=News&file=article&sid=1832) Java Desktop System, in arrivo a dicembre, e basata (pensate un po') su SuSE:http://www.ittita.net/community/modules.php?name=News&file=article&sid=1703) Novell che ancora non sappiamo che cosa ci darà.
    • opazz scrive:
      Re: Il futuro
      Aggiungerei anche lindows, slackware e volendo anke knoppix.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il futuro
      - Scritto da: Anonimo
      Agli utenti Home del pinguino restano alcune
      alternative:

      1) Mandrake, che sta risolvendo alcuni
      problemi sulla Mandrake 9.2

      http://www.ittita.net/community/modules.php?n

      2) Java Desktop System, in arrivo a
      dicembre, e basata (pensate un po') su SuSE:

      http://www.ittita.net/community/modules.php?n

      3) Novell che ancora non sappiamo che cosa
      ci darà.Ce n'è una quarta altrettanto buona: migrare su Windows.
  • sathia scrive:
    oggi ci saranno molte trollate
    non ho ancora capito se è un colpo di genio o un canto del cigno.
  • debianaro scrive:
    No panic
    buone notiziefedora core 1.0 è stato rilasciato poche ore fa per chi fosse interessato puo downlodarlo direttamentedal sito fedora.redhat.com oppure quelli con bittorrent :)vadano qui http://torrent.dulug.duke.edu http://geek.j2solutions.net/shots/fct3-osx.png questo invece è uno screenshots fresco fresco della release appena annunciata.ciao :)
    • opazz scrive:
      Re: No panic
      Non penso neanche che non sia un caso l'uscita..
      • debianaro scrive:
        Re: No panic
        - Scritto da: opazz
        Non penso neanche che non sia un caso
        l'uscita..heheheh è vero :) ho pensato la stessa cosa anchio....
        • opazz scrive:
          Re: No panic
          Il mio pensiero è che questo passaggio delle più diffuse distribuzioni, ad un mercato quasi esclusivamente enterprise, genererà concorrenza per tale mercato, facendo venir fuori prodotti sempre migliori.
      • Anonimo scrive:
        Re: No panic
        - Scritto da: opazz
        Non penso neanche che non sia un caso
        l'uscita..Ma cosa vuoi dire si puo' sapere???????Si sapeva dal rilascio della 9, da MESI, che il supporto per Red Hat Linux sarebbe cessato.Non c'è niente di cui stupirsi.A prescindere dal giudizio sulla scelta, RH ha messo le cose in chiaro per tempo, mesi e mesi fa.
    • php_inside scrive:
      Re: No panic
      bello il mac sotto linux, ci faccio un pensierino ... (apple) ...cmq il problema è il supporto, i bug, le path etc... Speriamo fedora sia in grado di rilasciare le path ... Ciao
      • debianaro scrive:
        Re: No panic
        - Scritto da: php_inside
        cmq il problema è il supporto, i bug, le
        path etc... da quello che ho capito io, i bug e i security fix vengono rilasciati da fedora stessa tramite up2date yum oppure aptquindi tecnicamente dovresti avere la distribuzione sempre in tiro..... :) poi c'e da dire che sono iniziati a spuntarevari depositi oltre a quello ufficiale il che è un pregiocosi puoi sempre aggiornare la tua macchina senzaappogiarti a loro.ho dato anche un'occhiata alla release sul sito e devo dire chesono state fatte delle cose interessanti come ad esempiol'installazione tramite vnc che è sempre figosa :) il prelinking il kernel ntpl (praticamente redhat9.0 ) e altre varie migliorie qua e la.
        Speriamo fedora sia in grado di rilasciare
        le path ... si credo che le rilascino senza problemi.
        Ciaociao
    • Anonimo scrive:
      Re: No panic

      http://geek.j2solutions.net/shots/fct3-osx.pn
      ciao :) il genio ha lasciato anche questo li....http://geek.j2solutions.net/shots/Metallica%20-%20Saint%20Anger.mp3
      • debianaro scrive:
        Re: No panic
        - Scritto da: Anonimo
        il genio ha lasciato anche questo li....
        http://geek.j2solutions.net/shots/Metallica%2ma ROTFL :)
  • Anonimo scrive:
    La GPL verso la pensione ?
    Chissà....Molti competitors stanno cercando di rimescolare le carte.Prima la SCO con le sue cause, dopo Novell che acquista SuSE con la partecipazione di IBM e adesso l'abbondono (parziale) di RedHat ...Forse siamo vicini anche ad un cambiamento di licenze e la GPL andrà verso la pensione.Gli sviluppatori attuali (solo i migliori) verranno trainati nelle aziende e svilupperanno in CLOSED CODE.Certo rimangono gli altri, ma i migliori (forse) andranno dietro ai Big e le versioni GPL di Linux non progrediranno più come adesso.Spero di sbagliarmi!!Alex
    • Anonimo scrive:
      Re: La GPL verso la pensione ?
      Il kernel Linux è sotto GPL, quindi non esisterà mai un kernel Linux non GPLe le versioni
      GPL di Linux non progrediranno più come
      adesso.
      Spero di sbagliarmi!!
      • Anonimo scrive:
        Re: La GPL verso la pensione ?

        Il kernel Linux è sotto GPL, quindi non esisterà
        mai un kernel Linux non GPL Le cose cambiano. Nulla è "per sempre". Dire "mai" è da suicidi.
        • Anonimo scrive:
          Re: La GPL verso la pensione ?
          - Scritto da: Anonimo

          Il kernel Linux è sotto GPL, quindi non
          esisterà

          mai un kernel Linux non GPL


          Le cose cambiano. Nulla è "per sempre". Dire
          "mai" è da suicidi.Credi che da un giorno all'altro ci possiamo disfare di milioni di righe di codice gpl? La maggior parte delle applicazioni e dei progetti esistenti oggi su linux è opensource, quindi è ovvio che il core di tutto il business linux rimarrà open...le aziende, finchè rispettano la gpl, LIBERISSIME di fare quello che vogliono.
          • Anonimo scrive:
            Re: La GPL verso la pensione ?
            Sicuramente, ma il problema resta sempre lo stesso: quando a sviluppare "open" ci saranno solo gli smanettoni, a cosa servirà un OS come Linux? A far felici... gli smanettoni.
          • Anonimo scrive:
            Re: La GPL verso la pensione ?
            Non mi pare che tutta la suse e tutta la redhat (tanto per citarne un paio) siano zeppe di smanettoni
          • Anonimo scrive:
            Re: La GPL verso la pensione ?
            - Scritto da: Anonimo
            Sicuramente, ma il problema resta sempre lo
            stesso: quando a sviluppare "open" ci
            saranno solo gli smanettoni, a cosa servirà
            un OS come Linux? A far felici... gli
            smanettoni.ci sono varie cose che ignori del mondo:1) linux e` nato da "smanettoni" (come li chiami tu, io semplicemente li chiamo appassionati)2) esiste il ricambio generazionale: secondo quello che scrivi tu i "migliori" programmatori sono quelli attuali e non ne verranno mai fuori di meglio. Se le cose funzionassero cosi` saremmo ancora all'eta` della pietra.
      • Anonimo scrive:
        Re: La GPL verso la pensione ?
        Però in questo momento è sotto discussione (causa SCO vs IBM) ed in ballo ci sono tanti ma tanti soldini !E poi cosa impedirebbe di crearsi un OS, proprietario, basato però sul kernel di Linux, tanto sara "closed" e nessuna potra' dire se è una copia o qualcosa di nuovo.Tu sai se dentro Windows c'e' codice GPL ?ByeAlex
        Il kernel Linux è sotto GPL, quindi non
        esisterà mai un kernel Linux non GPL
        • Anonimo scrive:
          Re: La GPL verso la pensione ?
          Finche parli di un piccolo programma bene, però un kernel non è piccolo, è vero potresti teoricamente prendere una certa versione ma come faresti con gli aggiornamenti del kernel, come faresti ad implementare nuove parti riuscendo a tenere tutto nascosto ?Come mai nessuno lo hai mai fatto in tutti questi anni ?Portami esempi .....
          E poi cosa impedirebbe di crearsi un OS,
          proprietario, basato però sul kernel di
          Linux, tanto sara "closed" e nessuna potra'
          dire se è una copia o qualcosa di nuovo.
          Tu sai se dentro Windows c'e' codice GPL ?
          Bye
          Alex
          • Anonimo scrive:
            Re: La GPL verso la pensione ?
            Esempi, di preciso non saprei.Forse il vecchio Unix AT&T poi System V che viene sviluppato in proprio dalla SCO, IBM, HP, direi anche la Apple con Mac OS X.I loro sistemi, che sono partiti da un ceppo originale, sono stati portati avanti in maniera indipendente tra loro.E' vero che non nascondevano la loro origine, ma forse è per questo che aziende come SCO stanno cercando di legittimare Linux ed anche la GPL. Non è che forse dietro ci sono delle strategia ben precise anche dalla parte di chi è accusato ?Mi vengono in mente idee molto strane, ma la posta in gioco è enorme e una deligittimazione della GPL farebbe comodo a molti (specie le grandi aziende informatiche).Come diceva quel poeta: Lode al dubbio !!Alex

            Come mai nessuno lo hai mai fatto in tutti
            questi anni ?
            Portami esempi .....
          • Anonimo scrive:
            Re: La GPL verso la pensione ?
            Hai parlato di tutti gli unix possibili che "ovviamente" non hanno una licenza GPL. Derivano quasi tutti dal SysV di AT&T, licenziati regolarmente dalle varie case. L'unico che non segue questo ramo e' OSX, nato da FreeBsd dal quale riprende il kernel ed e' sotto licenza BSD. Per dovere di cronaca ricordo che il team BSD fini in causa con AT&T, elimino' dal core quello che AT&T rivendicava, e siamo arrivato ai BSD odierni..Cya WarfoX
    • Anonimo scrive:
      Re: La GPL verso la pensione ?
      - Scritto da: Anonimo
      Chissà....
      Molti competitors stanno cercando di
      rimescolare le carte.
      Prima la SCO con le sue cause, dopo Novell
      che acquista SuSE con la partecipazione di
      IBM e adesso l'abbondono (parziale) di
      RedHat ...
      Forse siamo vicini anche ad un cambiamento
      di licenze e la GPL andrà verso la pensione.
      Gli sviluppatori attuali (solo i migliori)
      verranno trainati nelle aziende e
      svilupperanno in CLOSED CODE.
      Certo rimangono gli altri, ma i migliori
      (forse) andranno dietro ai Big e le versioni
      GPL di Linux non progrediranno più come
      adesso.La ricreazione è finita. E' ora di tornare a fare le cose serie.
    • Anonimo scrive:
      Re: La GPL verso la pensione ?
      - Scritto da: Anonimo
      Chissà....
      Molti competitors stanno cercando di
      rimescolare le carte.
      Prima la SCO con le sue cause, dopo Novell
      che acquista SuSE con la partecipazione di
      IBM e adesso l'abbondono (parziale) di
      RedHat ...
      Forse siamo vicini anche ad un cambiamento
      di licenze e la GPL andrà verso la pensione.
      Gli sviluppatori attuali (solo i migliori)
      verranno trainati nelle aziende e
      svilupperanno in CLOSED CODE.
      Certo rimangono gli altri, ma i migliori
      (forse) andranno dietro ai Big e le versioni
      GPL di Linux non progrediranno più come
      adesso.
      Spero di sbagliarmi!!
      AlexQuesto si chiama FUD se si vuol fare bella figura.Io non ci tengo particolarmente, hai scritto solo un mare di minchiate.I miei più sentiti complimenti. Dimostri di aver un'intelligenza sopraffina e una malafede davvero straordinaria.
  • Anonimo scrive:
    Era la mia preferita.............
    Addio cara Red Hat....Forse alla fin fine ha ragione Bill quando dice che queste aziende da qualche parte devono pure guadagnare ?Credo che rimarrà soltanto Debian e forse è un bene
    • Anonimo scrive:
      Re: Era la mia preferita.............
      - Scritto da: Anonimo
      Addio cara Red Hat....


      Forse alla fin fine ha ragione Bill quando
      dice che queste aziende da qualche parte
      devono pure guadagnare ?

      Credo che rimarrà soltanto Debian e forse è
      un beneBwaaaaaaa! Se ti piaceva la redhat, tu non hai neanche idea di cosa sia una distro ben fatta....
      • Anonimo scrive:
        Re: Era la mia preferita.............
        Adesso mi dici qual'è una distro ben fatta e mi spieghi tecnicamente i motivi.Altrimenti dimostri che sei il solito fanatico........
        Bwaaaaaaa! Se ti piaceva la redhat, tu non
        hai neanche idea di cosa sia una distro ben
        fatta....
      • Anonymous scrive:
        Re: Era la mia preferita.............
        - Scritto da: Anonimo

        Bwaaaaaaa! Se ti piaceva la redhat, tu non
        hai neanche idea di cosa sia una distro ben
        fatta....io sui miei server installo anche redhat.La 7.3 ha raggiunto livelli di qualita' e stabilita' incredibili, veramente la migliore in assoluto.La 8.0 faceva pena, la 9 un po' meno, la 9a e' tornata ad alti livelli.Come application server non ha niente da invidiare a nessuno, anzi!!!Stabile, performante, facilmente mantenibile, semplice da installare.Sono io che sono bravo o tu parli a caso?In 20 minuti hai un server installato, pronto per essere pesonalizzato e con il raid che si sta gia' sincronizzando.Anonymous
      • Anonimo scrive:
        Re: Era la mia preferita.............
        - Scritto da: Anonimo
        Bwaaaaaaa! Se ti piaceva la redhat, tu non
        hai neanche idea di cosa sia una distro ben
        fatta....Traduzione: Nondum matura est!
  • deltree scrive:
    E poi dicono del supporto di altre case
    Bene in meno di sei mesi chi si è visto si è visto, nessun supporto garantito, anche per chi magari aveva comperato RH solo una settimana fa (pagando fior fior di soldi per l'assistenza che NON avranno, linux in sé la RH non lo può vendere).A quanto sembra gli abusi sulla GPL non rendono quanto dovrebbero e allora tanto vale dismettere tutta la baracca (quell'aborto chiamato RH) che sarà sicuramente non pienamente compatibile con Fedora (con le customizzazioni volte a legare l'utente fatte da RH chiamarlo linux sembra quasi una presa per il culo, è tutto fuori standard e scarsamente manutenibile a mano).Beh, che dire? Se ci tenete ad un supporto (seppur misero) rimanete con le distro free come Debian e Slack e lasciate perdere gli squali che hanno capito che a clonare MS non si va da nessuna parte...
    • opazz scrive:
      Re: E poi dicono del supporto di altre case
      - Scritto da: deltree
      Bene in meno di sei mesi chi si è visto si è
      visto, nessun supporto garantito, anche per
      chi magari aveva comperato RH solo una
      settimana fa (pagando fior fior di soldi per
      l'assistenza che NON avranno, linux in sé la
      RH non lo può vendere).Questo non mi risulta per nulla neanche in prima persona. Ho comprato, per diverse ragioni prima che uscisse la versione AS prima che diventasse 3.0 all'incirca 2 mesi fa, forse meno. Il supporto ce l'ho e continuerà fin quando non scade come da contratto. A differenza di altri sistemi operativi che ti danno se lo danno 45 gg di supporto, compreso nel prezzo del pacchetto che compri.
      A quanto sembra gli abusi sulla GPL non
      rendono quanto dovrebbero e allora tanto
      vale dismettere tutta la baracca
      (quell'aborto chiamato RH)Forse vieni da marte.. Quell'aborto come lo chiami te, è decisamente diffuso nel pianeta terra..
      Beh, che dire? Se ci tenete ad un supporto
      (seppur misero) rimanete con le distro free
      come Debian e Slack e lasciate perdere gli
      squali che hanno capito che a clonare MS non
      si va da nessuna parte...Mah.. Non capisco in che mondo tu viva..
      • Anonimo scrive:
        Re: E poi dicono del supporto di altre c
        - Scritto da: opazz

        A quanto sembra gli abusi sulla GPL non

        rendono quanto dovrebbero e allora tanto

        vale dismettere tutta la baracca

        (quell'aborto chiamato RH)

        Forse vieni da marte.. Quell'aborto come lo
        chiami te, è decisamente diffuso nel pianeta
        terra..anche Windows e` decisamente diffuso, ma rimane pur sempre un aborto.
  • Anonimo scrive:
    Tradimento??
    senza parole....... hanno diffuso linux e ora lo snobbano sui desktop?
Chiudi i commenti