Intel: Wireless USB sarà supersicuro

La nuova tecnologia wireless a corto raggio, con cui Intel prevede di rimpiazzare l'interfaccia USB tradizionale, adotterà meccanismi di sicurezza per ostacolare l'intercettazione delle comunicazioni
La nuova tecnologia wireless a corto raggio, con cui Intel prevede di rimpiazzare l'interfaccia USB tradizionale, adotterà meccanismi di sicurezza per ostacolare l'intercettazione delle comunicazioni


Santa Clara (USA) – “Renderemo Wireless USB altrettanto sicuro dell’attuale interfaccia USB”. E’ questa la promessa fatta da Intel ai futuri utenti della versione senza fili di USB 2.0 , una tecnologia che, similmente a Bluetooth, promette di eliminare buona parte dei cavi che ancora infestano le scrivanie di case e uffici.

Perché l’adozione di Wireless USB non venga ostacolata dalle proccupazioni sulla sicurezza e la privacy che hanno accompagnato il diffondersi delle tecnologie wireless consumer, quali Bluetooth, Intel ha di recente annunciato che lo standard da lei promosso adotterà il protocollo crittografico AES da 128 bit, a suo dire più che sufficiente per rendere le comunicazioni Wireless USB “a prova di spioni”.

Il chipmaker ha spiegato che ogni volta che due dispositivi Wireless USB si connettono fra loro, si scambiano i propri numeri di identificazione unici e le rispettive chiavi crittografiche necessarie per instaurare una comunicazione cifrata. Come ulteriore meccanismo di protezione, alcuni tipi di periferiche possono collegarsi ad un altro dispositivo o computer Wireless USB solo previa autorizzazione dell’utente.

Wireless USB fornisce una velocità di trasferimento dati teorica di 480 Mbps per distanze fino a tre metri: a velocità inferiori la portata massima del segnale è di circa 10 metri. La nuova tecnologia prevede tuttavia l’utilizzo dello standard Ultra WideBand (UWB) per fornire la massima velocità di 480 Mbps anche sui 10 metri di distanza.

Per appoggiare il neo standard wireless lo scorso febbraio è nato il Wireless USB Promoter Group, un’organizzazione di cui fanno parte, oltre ad Intel, Microsoft, HP, NEC, Philips, Samsung ed altri grossi nomi del settore. L’obiettivo di quste aziende è quello di fare in modo che, entro pochi anni, Wireless USB rimpiazzi totalmente l’attuale interfaccia USB in una vasta cerchia di dispositivi, tra cui PC, tastiere, mouse, fotocamere digitali e PDA.

La versione 1.0 finale dello standard Wireless USB dovrebbe essere rilasciata entro la fine di quest’anno, mentre i primi chip sono attesi per la metà del 2005: sul finire dello stesso anno dovrebbero infine comparire i primi prodotti Wireless USB.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 10 2004
Link copiato negli appunti