Internet, raggiunti i 2 miliardi di navigatori

Una persona su tre surfa Internet. Entro il 2015, dice l'ITU, saranno almeno 2 su 4. La speranza di una Terra connessa affidata alle connessioni mobile

Roma – Sono due miliardi gli utenti in tutto il mondo connessi alla Rete . Dunque, considerando una popolazione mondiale superiore ai 6,8 miliardi di persone, tale stima equivarrebbe a dire che quasi una persona su tre naviga su Internet. A confermare tali dati è stato il segretario generale ITU, organismo delle Nazioni Unite, Hamadoun Toure, a seguito di un recente report pubblicato dalla International Telecommunication Unit .

Dichiarando che di tali due miliardi di utenti circa il 57 per cento proviene da paesi in via di sviluppo, il segretario ITU ha attribuito una buona parte di questi sorprendenti risultati alla crescita degli abbonamenti del Web mobile.

Tra i dati, infatti , si leggono cifre interessanti: gli abbonamenti per la navigazione su rete fissa hanno toccato un nuovo record raggiungendo i 555 milioni, mentre il numero di abbonamenti alla banda larga mobile è salito a 940 milioni. Di contro, lo studio ha evidenziato che le reti di telefonia fissa sono calate per il quarto anno consecutivo, scendendo al di sotto degli 1,2 miliardi di abbonati.

“Nei primi mesi del 2000 – ha chiarito Toure – c’erano solo 500 milioni di abbonati alla telefonia mobile in tutto il mondo e 250 milioni di utenti Internet”. “Con l’inizio di questo anno 2011 – ha aggiunto – i numeri si sono moltiplicati”.

Tuttavia, ha messo in luce lo studio, ci sono state forti differenze regionali a livello di captazione del segnale e di tassi di penetrazione . In particolare , si è constatato che la Romania ha la connessione più veloce di tutta Europa; Asia e Pacifico sono le regioni che hanno guidato il passaggio al mondo digitale, portando oltre 100 milioni di utenti da aggiungersi al conteggio globale.

L’Europa continua ad avere la più alta percentuale di abbonamenti, seguita dal Nordamerica, dai paesi dell’ex Unione sovietica, che ha recuperato in poco tempo i tassi di penetrazione rispetto al passato registrando 127 milioni di utenti internet alla fine del 2010 rispetto ai 51 milioni nel 2007, e dalle nazioni dell’Asia. Nei paesi arabi, il numero di utenti Internet ha raggiunto 88 milioni, raddoppiando nel giro di circa cinque anni.

Uno dei fattori principali dietro la crescita di accesso al Web è stata sicuramente l’ampia disponibilità della tecnologia e, soprattutto, dei telefoni cellulari a prezzi più accessibili. Gli abbonamenti mobile hanno registrato un aumento dell’80 per cento nelle comunità rurali, fatto che indica come i cellulari rappresentino un mondo economico e conveniente per accedere ad Internet in luoghi in cui non sono disponibili infrastrutture avanzate di comunicazione elettronica.

Sarà grazie alla banda larga della telefonia mobile, secondo l’ITU, che il prossimo raddoppio degli utenti in Rete diventerà una realtà. L’ITU spera , infatti, che entro il 2015, almeno la metà della popolazione mondiale, stimata in 7.3 miliardi di persone, potrà avere accesso alla Rete grazie ai dispositivi come cellulari, smartphone e MID.

Raffaella Gargiulo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • spacevideo scrive:
    insistere insistere insistere
    non ha importanza se per uno chiuso se ne apriranno altri 100, l'importante è chiuderli e far passare brutte giornate ai titolari dei siti, poi vediamo se in così tanti avranno voglia di aprirne altri, la cooperazione internazionale è quello che serve, la strada intrapresa è corretta e con ll'appoggio dei governi non vi saranno più ostacoli.
    • krane scrive:
      Re: insistere insistere insistere
      - Scritto da: spacevideo
      non ha importanza se per uno chiuso se ne
      apriranno altri 100, l'importante è chiuderli e
      far passare brutte giornate ai titolari dei siti,
      poi vediamo se in così tanti avranno voglia di
      aprirne altri, la cooperazione internazionale è
      quello che serve, la strada intrapresa è corretta
      e con ll'appoggio dei governi non vi saranno più
      ostacoli.Per le reti criptate e decentralizzate no, non ci saranno piu' ostacoli.
    • Guybrush scrive:
      Re: insistere insistere insistere
      - Scritto da: spacevideo
      non ha importanza se per uno chiuso se ne
      apriranno altri 100, l'importante è chiuderli e
      far passare brutte giornate ai titolari dei siti,
      poi vediamo se in così tanti avranno voglia di
      aprirne altri, la cooperazione internazionale è
      quello che serve, la strada intrapresa è corretta
      e con ll'appoggio dei governi non vi saranno più
      ostacoli.Uella' videotechino, allora, hai trovato quel che ti ho chiesto? Vuoi lavorare si o no?Quanto al "chiudere tutto" chiedi una consulenza al Dr. Mubarak, tra poco si dice che sarà disoccupato.GT
      • spacevideo scrive:
        Re: insistere insistere insistere
        se ti servono dei titoli, puoi andare sul sito, quello che abbiamo è lì, se non trovi quello che ti interessa mandami una mail e vediamo di fare il possibile.
        • Guybrush scrive:
          Re: insistere insistere insistere
          - Scritto da: spacevideo
          se ti servono dei titoli, puoi andare sul sito,
          quello che abbiamo è lì, se non trovi quello che
          ti interessa mandami una mail e vediamo di fare
          il
          possibile.Doctor Who, stagioni 13 - 16 (il dottore è interpretato da Tom baker).Comincia con questo.GT
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: insistere insistere insistere
          Sei anche in grado di offrirmeli alle stesse condizioni (vale a dire, le ultime uscite, gratuite, finanziandoti con banner pubblicitari)?Se sei in grado, divento tuo cliente.
        • giumy73 scrive:
          Re: insistere insistere insistere
          ciao videotechino, così ti chiamano. Io ho ancora le tessere di alcune videoteche, una del blockbuster e due di punti noleggio automatizzati. il p2p per me è stata una rivelazione che mai avrei immaginato. Come può pensare l'offerts legale di essere così allettante come l'offerta infinita, o quasi, del file sharing, gestito dagli utenti e per gli utenti?
    • panda rossa scrive:
      Re: insistere insistere insistere
      - Scritto da: spacevideo
      non ha importanza se per uno chiuso se ne
      apriranno altri 100, l'importante è chiuderli e
      far passare brutte giornate ai titolari dei siti,Questo si chiama "terrorismo" e non e' accettabile in un paese che si definisce democratico.Pensa se da domani la finanza si mettesse a chiudere preventivamente le videoteche sospettate di non emettere scontrini fiscali, cosi', solo per far passare brutte giornate ai titolari.In un paese democratico esiste la PRESUNZIONE DI INNOCENZA, e la conseguente liberta' per chi e' sospetto, fino a che un tribunale, dopo aver vagliato le prove e sentito le parti, non decida per la colpevolezza.
    • Valeren scrive:
      Re: insistere insistere insistere
      Insistere insistere insistere?Chiudere chiudere chiudere ( voi e la vostra obsoleta attività ).
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: insistere insistere insistere
      contenuto non disponibile
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: insistere insistere insistere
      - Scritto da: spacevideo
      non ha importanza se per uno chiuso se ne
      apriranno altri 100Direi di sì, invece: per una videoteca che chiude, quante ne aprono?
      • Findi scrive:
        Re: insistere insistere insistere
        direi zero....anzi negativo....perchè per ogni videoteca che chiude ad altri imprenditori passa la voglia di aprirne di nuove...:-)discorso comunque inutile...si tratta di progresso e di adeguamento del mercato, sarebbe come aprire una ditta di macchine per scrivere oggi...
    • Funz scrive:
      Re: insistere insistere insistere
      - Scritto da: spacevideo
      non ha importanza se per uno chiuso se ne
      apriranno altri 100, l'importante è chiuderli e
      far passare brutte giornate ai titolari dei siti,
      poi vediamo se in così tanti avranno voglia di
      aprirne altri, la cooperazione internazionale è
      quello che serve, la strada intrapresa è corretta
      e con ll'appoggio dei governi non vi saranno più
      ostacoli.Siete già morti, e lo sapete...
  • Findi scrive:
    più ne chiudi....
    più ne nascono....:-)legge semplice, ma non ancora recepita dalle major!idee nuove signori, battaglia a suon di biglietti omaggio, concorsi, club x fans con 1000 privilegi, ecc ecc
  • Findi scrive:
    più ne chiudi....
    più ne nascono....:-)legge semplice, ma non ancora recepita dalle major!idee nuove signori, battaglia a suon di biglietti omaggio, concorsi, club x fans con 1000 privilegi, ecc ecc
    • Valeren scrive:
      Re: più ne chiudi....
      Non l'hanno capito con Napster.Hanno tirato giù i server del mulo ma l'utilizzo è continuato.Abbattono i tracker e cosa otterranno? Nulla.Nah, non imparano. Troppa fatica.
      • Guybrush scrive:
        Re: più ne chiudi....
        - Scritto da: Valeren
        Non l'hanno capito con Napster.
        Hanno tirato giù i server del mulo ma l'utilizzo
        è
        continuato.
        Abbattono i tracker e cosa otterranno? Nulla.

        Nah, non imparano. Troppa fatica.Eh si, in testa non gli entra.In testa.Magari a scrivere il messaggio su carta, inserirlo in un contenitore di forma ogivale e farlo passare per... un altro posto, chissà, magari recepiscono :-D
Chiudi i commenti