Internet sarà pure bella, ma occorre regolarla

L'ultimo studio che arriva dagli Stati Uniti invita alla riflessione: la rete sta cambiando o stanno cambiando gli utenti? A quanto pare, il 63 per cento degli americani vuole una internet sottoposta a regole. Con poche eccezioni


Roma – Dopo i diversi casi di censura a danni di siti web italiani, da noi c’è chi si chiede se la rete non debba essere liberata da alcune regole che sembrano opprimere sempre di più le nuove libertà, quelle digitali, che mette a disposizione di tutti. Dagli Stati Uniti arriva uno studio che induce a ritenere che le cose potrebbero andare sempre più nella direzione opposta.

L’ormai celebre Merkle Foundation sostiene che una rete senza regole piace a pochissimi e che, anzi, la maggioranza degli utenti internet americani si schiera apertamente per una maggiore quantità di normative relative alla rete. E questo accade in un paese nel quale, in questi anni, più che in Italia e in generale in Europa si è cercato di mantenere un “hand-off approach”, cioè un approccio che evitasse le regolamentazioni imposte dall’alto.

Le cifre degli esperti della Merkle, organizzazione non-profit, affermano che il 63 per cento degli americani ha una buona opinione della rete, atteggiamento condiviso dall’83 per cento degli americani-utenti. Ma il 64 per cento degli utenti statunitensi ritiene importante che si arrivi a regole che proteggano chi naviga su web o gira per la rete.

Non tutti i dati vanno però nella direzione di una “irregimentazione” di internet. Il 60 per cento degli americani, infatti, riterrebbe utile che i programmi di sviluppo della rete e il controllo che le regole per internet siano rispettate non dovrebbero essere affidati al governo, quanto agli organismi non-profit e alle aziende private. Come a dire, dunque, che da un lato le autorità dovrebbero costruire una infrastruttura di “protezione normativa” dell’utente ma che, dall’altro, non dovrebbero occuparsi di farla rispettare…

D’altra parte ben il 47 per cento degli intervistati dalla Merkle ritiene che internet sia anche una fonte di preoccupazione, in particolare per l’inaffidabilità di molte informazioni che vi si trovano pubblicate, o per i contenuti violenti, per la pornografia e per i rischi per la privacy. Una situazione che porta il 54 per cento ad affermare di non godere online delle stesse tutele di cui si gode offline (il 59 per cento afferma anche di non sapere a chi rivolgersi quando si incontra un “problema” online).

Lo studio appare particolarmente interessante perché è stato realizzato dalla “Greenberg Quinlan Rosner Research” sulla base di altri rapporti pubblicati da osservatori diversi e di indagini dirette. Sarebbe dunque comprensivo delle risultanze di una serie di inchieste sull’atteggiamento degli americani relativamente alla rete. Vista dall’Italia, l’indagine è senz’altro rilevante, sia perché arriva da un paese che da più tempo “mastica internet” con un approccio tradizionalmente non-legislativo, sia perché spesse volte queste tendenze USA si sono rivelate anticipatrici di analoghi fenomeni in Europa, dove peraltro “l’approccio regolamentare” ha da tempo molta fortuna.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Che linea !!!
    Gia per vedere 30 sec di divX o di mpeg ci vuole 10-15 minuti 3-5 mb @56kfiguriamoci 800 mb di roba non fatemi ridere !!Innanzitutto ci vuole la velocita di linea (per chi se la puo' permettereE voi cercate di dare le notizie come si deve !SE lo possono permettere solo i provider di servizi con le linee a 20mb/s o qualcuno con adslE solo una scusa per mettere controlli in reteper impedire l'informazione vedi G8dopo che su internet sono apparse le sequenze fotografiche dell'omicidio di C.G. da parte del carabinirere anche la TV si e dovuta muovereo meglio dare la notizia !Usano la scusa della pirateria, della pedofilia per controllare cio che passa su internet perche non gli fa comodo!Ma pensano che siano tutti fessi ???se condivido un file crittato (come si deve) ci vogliono mesi se non anni a decrittarlo quindi il contenuto non lo vengono a sapereQualunque cosa ci sia dentroQui stanno giocando sull'ignoranza della gentee fanno bene !W gli igoranti cosi qualcuno guadagnaUn ignorante che cerca di IMPARAREP.S.Un ignorante non e' uno stupidoe uno che non sa !
  • Anonimo scrive:
    AIDSH
    Da un po AIDSH che ha deciso di individuare e tracciare quanti più siti pedofili può per poterdar un contributo quanto più efficace alle forze dell'ordine individuando server, web master, dislocazione fisica del servizio illegale.Saluti
  • Anonimo scrive:
    embè?
    io scavalco al cinema ed entro senza pagare... non è meglio? :D
    • Anonimo scrive:
      Re: embè?
      io non riesco a scavalcare perchè dalle mie parti i cinema sono al chiuso- Scritto da: Lupen
      io scavalco al cinema ed entro senza
      pagare... non è meglio? :D
  • Anonimo scrive:
    Eeeeh???
    Ma che c---o dicono! Pearl Harbour campione d'incassi al botteCHEEE? Ma se e' un mega-floppone! Dovrebbero ringraziare che c'e' qualche fesso che perde tempo per scaricarlo e guardarselo...Ma pensa te 'sti fessi di ammericani.
    • Anonimo scrive:
      Re: Eeeeh???
      - Scritto da: Rocco Smitherson
      Ma che c---o dicono! Pearl Harbour campione
      d'incassi al botteCHEEE? Ma se e' un
      mega-floppone! Dovrebbero ringraziare che
      c'e' qualche fesso che perde tempo per
      scaricarlo e guardarselo...
      Ma pensa te 'sti fessi di ammericani.Il film più scaricati sono i miei....
  • Anonimo scrive:
    Il decss != pirateria
    Invito l'autore dell'articolo a dare una lettura piu' approfondita a quanto legato a decss.Che decss servisse alla pirateria, piuttosto che alla libera, e dovuta, fruizione di quanto pagato dall'utente (in poche parole, fare in modo che "solo se hai windows puoi guardarti i DVD" non fosse piu` vero), e' stato il tam-tam di tutte le lobby (leggasi: disinformazione und menzogne).
  • Anonimo scrive:
    ma dove si trovano?
    ma dov'è che girano tutti sti film pirata?provato sui newsgroups, su imesh, su gnutella, ma non ho mai trovato un granchè...ciao,max
    • Anonimo scrive:
      Re: ma dove si trovano?
      - Scritto da: max
      ma dov'è che girano tutti sti film pirata?
      provato sui newsgroups, su imesh, su
      gnutella, ma non ho mai trovato un
      granchè...
      ciao,maxirc
  • Anonimo scrive:
    Eppure basterebbe poco
    Il problema e' sempre lo stesso: Il prezzo dei DVD. Sono convinto che se costassero il 40%-50% in meno (cosi' come i CD musicali e i giochi per computer e playstation) la pirateria calerebbe di brutto, ma le Majior per qualche arcana ragione non sono disposte a proporre tale sconto. A loro va bene cosi' e l'antitrust dorme di brutto.La dimostrazione si puo' vedere nel successo di dischi Lowprice vecchi dieci e passa anni.Se vogliono continuare la solita politica dei prezzi allora la pirateria se la cercano di brutto.
  • Anonimo scrive:
    Meglio così
    Era logico e facilmente prevedibile che anche l'industria cinematografica (dopo quella musicale) si schierasse pesantemente contro la pirateria. Gia da tempo sono disponibili un gran numero di film in rete e le grandi major di Hollywood si sentono minacciate per il calo di vendite che stanno avendo, ma non si rendono conto di essere state loro a far nascere e alimentare questo mercato illegale grazie a una politica dei prezzi che dagli anni novanta a oggi ha portato ogni supporto(cd vhs dvd ecc.) con dei diritti d'autore ad avere dei prezzi proibitivi (soprattutto per un giovane), o nel caso dei dvd dividendo il pianeta in vari regioni e per ognuna di esse uno standard dvd diverso (se per caso andavi all'estero, dove magari costava meno, non ti potevi comprare un dvd perchè in Italia non sarebbe andato).Perciò dico: MEGLIO COSì che si rendano conto di aver sbagliato e che facciano il possibile per cambiare rotta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Meglio così
      - Scritto da: Plextorone
      Era logico e facilmente prevedibile che
      anche l'industria cinematografica (dopo
      quella musicale) si schierasse pesantemente
      contro la pirateria. Gia da tempo sono
      Perciò dico: MEGLIO COSì che si rendano
      conto di aver sbagliato e che facciano il
      possibile per cambiare rotta.Ti sembra che RIAA, SONY, BMG e compagnia bella stiano cambiando rotta?Napster Docet (e gli altri a seguire)Saluti :-(
  • Anonimo scrive:
    Ci avete mai provato?
    Ovvero vogliamo credere che una persona non abbia niente di meglio da fare una volta tornata a casa dal lavoro che piazzarsi davanti al suo computer e scaricarsi 800MB di dati per poi riversarli in un CD (meglio dire in due visto lo spazio necessario). Io preferisco vivere e spendere i soldi necessari all'acquisto di un DVD, oppure noleggiarlo; certo il problema è che al giorno d'oggi CD e DVD costano troppo soprattutto se paragonati agli esigui costi produzione. Paradossalmente se il DVD è un bene di lusso è bene che sia tassato come tale!Le videocassette non costano in produzione meno di un DVD, ma molto di più per l'utente finale.Io, vista la legge, sono certo che chi pirata un film o un cd commetta un reato penale ma considero spacciatori colori che lucrano troppo su un bene necessario.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci avete mai provato?
      - Scritto da: Chr
      Ovvero vogliamo credere che una persona non
      abbia niente di meglio da fare una volta
      tornata a casa dal lavoro che piazzarsi
      davanti al suo computer e scaricarsi 800MB
      di dati per poi riversarli in un CD (meglio
      dire in due visto lo spazio necessario). Io
      preferisco vivere e spendere i soldiPensi che ci sia bisogno di star lì? Arrivi a casa la sera tardi, dopo il divertimento, setti il pc in download e te ne vai a dormire :-), la mattina dopo masterizzi i tuoi 700 mega su un 80min e sei a posto....Se poi son 2 cd la qualità è anche buona...Ciò non toglie che se non hai niente di meglio da fare è bene spendere quei 4 soldi per un dvd, anche se spesso non sono tecnicamente all'altezza del loro prezzo.
      • Anonimo scrive:
        Link per file DVD
        Potreste mettere qualche linkettino a questi file per farci provare anche a noi????- Scritto da: iochisennò
        - Scritto da: Chr

        Ovvero vogliamo credere che una persona
        non

        abbia niente di meglio da fare una volta

        tornata a casa dal lavoro che piazzarsi

        davanti al suo computer e scaricarsi 800MB

        di dati per poi riversarli in un CD
        (meglio

        dire in due visto lo spazio necessario).
        Io

        preferisco vivere e spendere i soldi

        Pensi che ci sia bisogno di star lì? Arrivi
        a casa la sera tardi, dopo il divertimento,
        setti il pc in download e te ne vai a
        dormire :-), la mattina dopo masterizzi i
        tuoi 700 mega su un 80min e sei a posto....

        Se poi son 2 cd la qualità è anche buona...

        Ciò non toglie che se non hai niente di
        meglio da fare è bene spendere quei 4 soldi
        per un dvd, anche se spesso non sono
        tecnicamente all'altezza del loro prezzo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Link per file DVD
          Beh! non pensare che qualcuno ti abbia allestito un sito internet.....Li puoi scaricare con AIMSTER, HOTLINE, CHARRACO, LIMEWIRE ecc.su! un po' di iniziativa...
          • Anonimo scrive:
            Re: Link per file DVD
            a dire il vero esistono anche siti veri e propri anche in italia con film in italiano- Scritto da: Larry
            Beh! non pensare che qualcuno ti abbia
            allestito un sito internet.....

            Li puoi scaricare con AIMSTER, HOTLINE,
            CHARRACO, LIMEWIRE ecc.

            su! un po' di iniziativa...
  • Anonimo scrive:
    Ma non è meglio un bel DVD?
    Beh... è vero i film in Divx (per quanto illegali) sono accessibili a tutti, ma penso che non ci sia niente di meglio di un bel DVD con il vostro film preferito che guardarsi un film sul computer in un formato (che per quanto di ottima qualità) non raggiunga mai quello di un DVD.Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non è meglio un bel DVD?
      Vero. Tra l'altro i DivX non sono così facili da trovare, e guardarsi il proprio film preferito, magari a noleggio, sul DvD a casa... Beh... =)- Scritto da: Speranza
      Beh... è vero i film in Divx (per quanto
      illegali) sono accessibili a tutti, ma penso
      che non ci sia niente di meglio di un bel
      DVD con il vostro film preferito che
      guardarsi un film sul computer in un formato
      (che per quanto di ottima qualità) non
      raggiunga mai quello di un DVD.

      Ciao!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma non è meglio un bel DVD?
        Ok, ma puoi sempre affittarli a 2500 lire e copiarteli in 2 CD a 1700 kbit/s in Stereo! ;)- Scritto da: PP
        Vero. Tra l'altro i DivX non sono così
        facili da trovare, e guardarsi il proprio
        film preferito, magari a noleggio, sul DvD a
        casa... Beh... =)

        - Scritto da: Speranza

        Beh... è vero i film in Divx (per quanto

        illegali) sono accessibili a tutti, ma
        penso

        che non ci sia niente di meglio di un bel

        DVD con il vostro film preferito che

        guardarsi un film sul computer in un
        formato

        (che per quanto di ottima qualità) non

        raggiunga mai quello di un DVD.



        Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non è meglio un bel DVD?
      - Scritto da: Speranza
      Beh... è vero i film in Divx (per quanto
      illegali) sono accessibili a tutti, ma penso
      che non ci sia niente di meglio di un bel
      DVD con il vostro film preferito che
      guardarsi un film sul computer in un formato
      (che per quanto di ottima qualità) non
      raggiunga mai quello di un DVD.Il punto credo non fosse tanto avere un film in genere sul pc "senza pagarlo", ma vederselo a casa quando è appena uscito al cinema (o magari ancora non è arrivato, come Tomb Raider). Io preferisco 10 volte vedermi un dvd, ma di norma bisogna aspettare dai 5 ai 10 mesi... Se va bene...Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non è meglio un bel DVD?
      Io faccio cosi':mi scarico il Divx/3ivx, me lo guardo anche se in inglese e capendo il 70% delle battute... a meno che trovi in rete anche la sceneggiatura...Pero' mi guardo solo metà film... se mi sembra interessante vado a vedermelo tutto al cinema o mi prendo il DVD.ho fatto cosi' per L'uomo ombra e X-Men: a metà mi facevano cacare e non sono andato a vederli al cinema.Invece dopo 10 minuti di Fight Club ho buttato il download e sono andato subito al cinema.Se avessi visto MI:2 su PC non gli avrei mai dato le 13.000 lire del biglietto...
  • Anonimo scrive:
    e non gli basta mai.
    Gia' la calssifica dei film piu' piratati corrisponde con quella dei film che piu' guadagnano. Cosa cazzo vogliono di piu'... che la gente metta le tende davanti ai cinema per vedere Pearl Harbour?Mi facciano il piacere! prima mi guardo il film piratato, poi lo riguardo come si deve al cinema, poi mi tengo quella piratata intanto che esce il DVD.Mi dispiace, ma non so trattenermi!
    • Anonimo scrive:
      Re: e non gli basta mai.
      - Scritto da: Larry
      al cinema, poi mi tengo quella piratata
      intanto che esce il DVD.Concordo, io al cinema non ci vado praticamente mai, mi vedo il divx, se merita compro il dvd, altrimenti che soldi vogliono?! :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: e non gli basta mai.
        - Scritto da: doh
        - Scritto da: Larry

        al cinema, poi mi tengo quella piratata

        intanto che esce il DVD.

        Concordo, io al cinema non ci vado
        praticamente mai, mi vedo il divx, se merita
        compro il dvd, altrimenti che soldi
        vogliono?! :-)Già... credo abbiano paura di dover per forza evitare di fare dei film-cagata ma con un bel titolo e una buona pubblicità.Resto dell'idea che un DviX;-) in Italia sia difficilmente scaricabile... vista la diffusione scarsa ed i costi alti della banda larga!Personalmente i dvd li noleggio per 6 ore a 1800 lire... che mi sembra più che accettabile, e me li guardo comodamente... poi solo se mi sono piaciuti veramente me li copio in divx... penso che si possa quasi considerare un "copia di backup". Ok.. non è legale... ma se non potessi fare così non comprerei comunque niente! almeno in questo modo i dvd li affitto e anche le case cinematografiche hanno la loro piccola parte di guadagno. Dall'inizio dell'anno avrò già affittato qualcosa come 30 dvd e ne avrò copiati 6-7... fino all'anno scorso (non avevo il lettore e non conoscevo il dvix) non avevo mai comprato nè affittato niente! in sostanza credo che questo formato di compressione non debba essere tanto criminalizzato!
        • Anonimo scrive:
          Re: e non gli basta mai.
          Ho una collezione enorme di DVD e videocassette originali, vado al cinema almeno una volta a settimana, a volte rivedendo lo stesso film se mi è piaciuto.Nonostante questo capisco chi si affida alla pirateria, non riesco a giustificare in nessun modo il prezzo dei film originali, nè quando li compro nè quando pago il biglietto del cinema. Ritengo che ci siano dei film che valga la pena di pagare e altri che andrebbero distibuiti gratuitamente per scoraggiarne la produzione tanto fanno schifo.Ieri sera ho visto al cinema "l'amore è eterno finché dura" e non riesco a credere che il biglietto avesse lo stesso prezzo di "kill bill"...Se vogliono riempire le sale producano film migliori!
Chiudi i commenti