Internet è solo virtuale

Claudio Bovelli (emmeesse): e se la attuale situazione censoria nei confronti di Internet derivasse da un fraintendimento? La legge del mondo reale non si può applicare al di fuori del mondo reale. Chi lo fa crea dei mostri

Roma – Ultimamente su Punto Informatico c’è stato uno scambio interessante di opinioni sul tema “Internet: anonimato, libertà, responsabilità’ ed i suoi derivati”. Le code di commenti che si sono aggiunte a tali articoli hanno confermato l’interesse per questo argomento. Così anche io, vorrei dire la mia. (questo è il bello di Internet)

Intanto, per evitare fraintendimenti, definiamo tre parole: Rete, Internet e Web.

La Rete (quella fisica, composta da rame, fibra ottica e ponti radio) dove transitano le informazioni digitali ed analogiche. Essa è reale, fisica e – tecnicamente parlando – può essere controllata. Se reati reali vengono commessi tramite la Rete (telefonate, cablogrammi, e-mail che ordinano od ordiscono delitti) i responsabili di tali reati vanno puniti nella misura in cui il codice legale cui sono sottoposti prevede pene per tali delitti. (indipendentemente dal fatto che siano combattenti per la libertà o terroristi. Al di la della nostra simpatia od antipatia sarà il codice legislativo cui sono sottoposti a decidere. Punto).
La Rete fisica è vulnerabile ad attacchi fisici.

Il secondo livello lo chiamiamo Internet. Internet è meno grande della Rete, in quanto certi sistemi di trasmissione di dati non transitano per Internet. Internet è più grande della Rete in quanto non-luogo, concepito privo di centro ed in quanto tale è molto meno vulnerabile della Rete ad attacchi fisici. Internet è un non luogo dove per natura manca un principio di autorità. Tutti i nodi si equiparano da pari a pari. (p2p)

Infine c’è il terzo livello. Che propongo di chiamare il Web. Il Web è più piccolo di Internet perché non contempla alcuni antichi protocolli, è ignaro di goopher e BBS, ma al tempo stesso include caratteristiche tipiche della Rete e riprodotte con il protocollo IP.

Il Web non è la Rete, non è Internet ma ne è la loro rappresentazione verso il mondo reale. Noi.

La rappresentazione non è la cosa rappresentata.
Il virtuale non è reale.
Il reale non è virtuale.
“Questa Non È Una Pipa”

In Internet (anche in quello rappresentato tramite il Web) tutto è mutevole, cangiante. Errori 404, File not found, pagine di Wikipedia che si modificano. Siti che scompaiono. Bloggers che si rifanno a pagine di Wikipedia ormai totalmente diverse, link non funzionanti.

In Internet non ci puo’ essere un principio di autorità perchè è stato concepito così.

Nel mondo reale il principio di autorità esiste.
Nel Web si mescola l’esigenza di un principio di autorità (tipico del mondo reale) e l’assenza di tale principio (tipica di Internet).

Un esempio? Il giornale on line, che nasce nel mondo reale come giornale e pubblica anche online (o solamente – Punto Informatico è un giornale reale con direttore responsabile ma non stampa una pagina), ma è assoggettato al principio di autorità (e quindi di attendibilità, credibilità e responsabilità dell’informazione) del mondo reale, contrapposto al blog, che puo’ essere anonimo, raccontare quello che vuole raccontare, insultare chi gli pare ed essere considerato come una opera di letteratura (se buona o mediocre saranno i lettori a deciderlo), ma nulla di più.

Certo, se l’autore del blog si palesa effettivamente come persona che ha credito ed autorità nel mondo reale, e da tale autorità raccoglie consenso, allora deve risponderne in prima persona (ma allora usa la Rete per pubblicare il suo blog tramite il Web, non tramite Internet…).

Mi sto spiegando? C’è un supporto fisico (la Rete), c’è un interfaccia di consultazione di cio’ che viene scambiato tramite la Rete (il Web) ma non necessariamente tutto cio’ ha a che vedere con Internet.
Dipende dalla modalità dell’interagire tramite il Web.

Internet deve essere IMHO concepito come una “civiltà altra” in cui le “modalità dell’interagire” sono assolutamente diverse da quelle del cosidetto “mondo reale”.

Wikipedia non è una enciclopedia. La Enciclopedia Britannica On-Line lo è. Il blog non è un giornale assoggettato alle (sacrosante) regole del giornalismo democratico moderno. Punto Informatico lo è.

Internet non è reale. È virtuale. La civiltà di Internet, le sue regole (la netiquette), i suoi modi di esistere, la tecnologia che ad esso soggiace, necessariamente producono virtualità inammissibili nel mondo reale.

Io posso scannare una persona nel mondo virtuale di Internet. A colpi di spada virtuale su un collo virtuale. La stessa cosa nel mondo reale mi renderebbe un omicida. (e verrei giustamente punito).

Il problema arriva quando Internet, tramite il Web (l’interfaccia che rappresenta istanze virtuali e reali mescolate) viene (legittimamente) analizzato dalle politiche e dalle polizie del mondo reale. E queste politiche e queste polizie applicano ad Internet (che conoscono solo tramite la confusa rappresentazione che il Web ne fa) le stesse regole che sono valide nel mondo reale, esercitando il controllo sulla Rete.

Nella maggior parte dei casi capita che – tecnicamente parlando – tale controllo (Internet è più grande della Rete in quanto non -luogo privo di centro, ricordate?) sia assolutamente inutile e facile da eludere.
Purtroppo altrettanto spesso accade che vengano individuati dei colpevoli (che – tecnicamente parlando – tali non sono) per dei reati che tali forse sono nel mondo reale, ma nel mondo virtuale non hanno senso come reati.

Questa schizofrenia (o dovrei direi monoftalgia?) autoritaria raggiunge livelli parossistici nel caso delle (virtuali) perdite (virtualmente) subite dalle (reali) major nel caso delle ben note diatribe sul file sharing di copie digitali di opere coperte da diritto di autore.

Autoritaria/autore. Non è un caso. In ambedue i lemmi la radice è unica: Augmentum (aumentare).
Nel mondo reale “aumentare” (l’arte, il sapere o la palanca) essere “autore” (d’arte, di sapere o di palanca) ti dà una “autorità”.
Nel mondo digitale non vi è aumento, ma collaborazione, condivisione, integrazione, duplicazione (e quindi moltiplicazione).

L’economia che deve aumentare del mondo reale si contrappone all’economia che non ha bisogno di aumentare ma di condividere e rielaborare.
L’economia della scarsità, con la sua gerarchia di possesso viene contrapposta a quella dell’abbondanza che incoraggia lo scambio da pari a pari.

In Internet tutto è virtuale (e ripeto: Internet non è il Web, che ne è solo la parziale rappresentazione, Internet non è la Rete, che ne è solo il substrato fisico, Internet non è il mondo reale – quotidiano – son proprio due cose diverse.)

Nel mondo reale vige il principio di autorità, e da questo ne deriva quello di responsabilità legale. In Internet potrebbe anche non esistere il concetto di autore. E di conseguenza potrebbe anche sparire il concetto di autore. E figuratevi dove va a finire il concetto di responsabilità legale. In un mondo in cui tutto è virtuale, nessuno è vittima e nessuno è colpevole.

Purtuttavia noi siamo esseri umani reali e ben sappiamo (non fosse altro perche siamo tutti narcicisti) quanto siamo permeati di “autorità ” anche quando ci fondiamo nella grande mamma calda delle chat, dei nick e dei forum. Laddove il nostro nick/avatar ci rappresenta in Internet tanto quanto una carta di identità ci riassume nel mondo reale. È quindi per questo che anche in Internet il rispetto per l’autore di una opera bella è tale da riconoscerlo con gioia.

Ora, sarebbe bene, sempre IMHO che la legittima voglia di approfondimento e conoscenza che la politica, la magistratura, e la cultura in generale dimostra nei confronti di Internet sappia distinguere tra la Rete, il Web ed Internet tra il reale ed il virtuale e si comportasse nell’unico modo in cui il mondo reale dovrebbe comportarsi nei confronti del mondo virtuale: accettarlo come altro da se, non pretendere di normarlo secondo i canoni del mondo reale, riconoscere la netiquette ed i testi fondanti di questo mondo altro da se.

E la prossima volta che qualcuno vi parlerà di come si dovrebbe regolamentare Internet, chiedetegli se conosce il Jargon File.

Claudio Brovelli aka emmeesse

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • antonella zatti scrive:
    info e collaborazioni - scambio link
    Gent.ma Redazione, Vi scrivo per segnalarvi il nostro blog http://khayyamsblog.blogspot.com/che tratta argomenti molto simili ai vostri ed alcune pubblicazioni edite dal nostro gruppo di lavoro che potrete trovare all'indirizzo: http://khayyamsbooks.blogspot.com/.Sperando di poter avviare una collaborazione/scambio con il vostro interessante progetto, vi inviamo i nostri più cordiali saluti. la nostra mail è khayyamsblog@gmail.com
  • wsnapy scrive:
    free tibet
    Secondo te chi si indigna per l'ennesimo atto di prepotenza di sti pseduo comunisti è solo un rosicone? ...quindi quel che succede in tibet chissenefrega, a te basta qualche cinese alla sera e un lavoro facile e tu pensi di essere nel giusto e giudichi gli altri? La cina e i cinesi non promettono nulla di buono per il futuro del mondo: meglio gli Usa che almeno non sono legati ad una etnia sola e forse sono un poco + democratici? Gli occidentali che sfruttano il fenomeno cina fan solo pena, è un eufemismo tanto cambia poco dire ad un stronzo che è uno stronzo, a partire dai capitani di industria che sono andati là per non pagare i lavoratori occidentali. in sostanza W free tibet!
  • Il Detrattore scrive:
    LASCIO PUNTO INFORMATICO
    visto il quoziente di intelligenza media pari a quello di un 13enne nei commenti dei lettori mi sembra palese sia una perdita di tempo e anche un auto-sputtanamento contribuire ulteriormente al dibattito se cosi' si vuol chiamare.a scanso di equivoci non lavoro per pechino e non guadagno un solo euro dal tempo perso qui.scrivo solo per puro masochismo e per innato spirito di provocazione.tanto qualunque cosa pensiate o fate la cina va dritta per la sua strada, siete manipolabili come bambini dell'asilo e non ve ne rendete conto, ne siete fieri.divertitevi pure con gli articoli di PI scopiazzati da Slashdot o Repubblica, tra mortadelle, salami, porcellum, e chi piu' ne ha piu' metta.Dalla nebbiosa Pechino, Il Detrattore
  • Il Detrattore scrive:
    Re: MAH
    oriente in perdita ?la ICBC (industrial and commercial bank of china)che e' anche la piu' grande al mondo per capitalizzazione, ha spuntato un +65% (!) rispetto all'anno scorso.per tutto il resto,siete dei rosiconi, la colpa e' sempre degli altri.
    • wsnapy scrive:
      Re: MAH
      è chiaro che se tu vivi in cina avrai una visione + chiara di cosa sia la cina ma ciò non dimostra che tu sia meglio di noi che leggiamo PI e viviamo in Italia nè ti autorizza a insultare e offendere gratuitamente PI, chi vi scrive e tutti gli italiani come scrivi, quindi se qualcuno ti risponde civilmente che sei antipatico, acido e filocinese è il minimo che ti puoi aspettare.E' chiaro che la cina sia antipatica perchè di una sola etnia ed usa metodi nazisti per accrescere la sua ricchezza: non c'era biosngo della cina per dimostrare che non occorra la democrazia perchè una naziuone diventi forte e industrializzata, basta pensare a cosa fece il nazismo dal 1933 al 1939 o non lo sai?Chi ha detto che chi emigra sia meglio di chi rimane qui a cercare di migliorare il proprio paese? Anch'io ero andato in Usa nel 1990 ma tornai in italia perchè sono cresciuto con la lingua italiana e all'estero sei e sarai sempre un emigrante, costretto a parlare un idioma diverso, figuriamoci in cina...
  • ilmassi scrive:
    il detrattore...
    ragazzi i caso sono due, o questo è ancora in acido dal rave party di ieri sera, oppure è pagato dal governo cinese o dalla sinistra arcobaleno (che più o meno sono la stessa cosa).In entrambi i casi lasciamolo sfogare..poi gli passerà..di certo non riuscirete a farlo ragionare.
  • Paolo P. scrive:
    Nulla di nuovo sotto il sole
    Nulla di nuovo sotto il sole.Per decenni nei paesi arabi non figurava lo Stato di Israele.Ma anche dalle nostre parti non va meglio: sulle carte geografiche italiane Trieste figura in Italia, il che non e' vero, la sovranita' sul Territorio Libero di Trieste fu ceduta dall'Italia agli Alleati, ormai ONU, con il trattato di pace di Parigi del 10/2/1947, e i successivi Memorandum di Londra del 1954 e Trattato di Osimo del 1975 non hanno modificato in nulla questo aspetto della questione.
    • Fiamel scrive:
      Re: Nulla di nuovo sotto il sole
      Ti riporto la risposta di mia moglie, vediamo cosa ne viene fuori:Lol, Trieste e' in Italia, manda tizio a vedere il confine!! E' un bel pezzo di provincia di Trieste che non c'e' piu'. Ma tutta la citta' e' ampiamente entro il confine. Lol, sarebbe un errore un pochino eccessivo in una mappa, non trovi??!!? E poi digli anche che la ragione per cui ci sono errori ed inaccuratezze in *ogni* pagina di *ogni* mappa, atlante stradale, etc. e' che in questo modo le compagnie che li producono cercano di tutelarsi da concorrenti che potrebbero semplicemente prendere e riprodurre le loro sudate cartine dopo che loro hanno fatto tutto il lavoro... e venderle come proprie....non rispondermi sulle cartine, che non mi interessa, ma dimmi un po' se davvero il trattato del 1954 non ha invece annullato lo stato libero di Trieste, come invece sostiene Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Territorio_libero_di_Trieste).Sei per caso di quelle parti?
  • trikketrakk e scrive:
    "Vogliamo i diritti,non le Olimpiadi"
    Un operaio cinese si e beccato 5 anni di galera per aver scritto questa lettera ad un giornale..no comment
    • il Che scrive:
      Re: "Vogliamo i diritti,non le Olimpiadi"
      - Scritto da: trikketrakk e
      Un operaio cinese si e beccato 5 anni di galera
      per aver scritto questa lettera ad un
      giornale..
      no commentHanno fatto bene.Il compito del bravo operaio comunista è lavorare, e non rompere le scatole a chi ha lottato per liberarlo dalla schiavitù. Schivitù a cui il mondo capitalista destina miliardi di persone in tutto il mondo non liberato.Viva la grande Cina Comunista.Viva la Corea del Nord.Viva il Venezuela.Viva Cuba!!!Hasta la victoria, siempre!!!http://www.pmli.it/
      • Argos scrive:
        Re: "Vogliamo i diritti,non le Olimpiadi"
        lol, che trollata :D
      • Disgraziato scrive:
        Re: "Vogliamo i diritti,non le Olimpiadi"
        - Scritto da: il Che
        - Scritto da: trikketrakk e

        Un operaio cinese si e beccato 5 anni di galera

        per aver scritto questa lettera ad un

        giornale..

        no comment

        Hanno fatto bene.
        Il compito del bravo operaio comunista è
        lavorare, e non rompere le scatole a chi ha
        lottato per liberarlo dalla schiavitù.

        Schivitù a cui il mondo capitalista destina
        miliardi di persone in tutto il mondo non
        liberato.
        Viva la grande Cina Comunista.
        Viva la Corea del Nord.
        Viva il Venezuela.
        Viva Cuba!!!
        Hasta la victoria, siempre!!!

        http://www.pmli.it/Ci mancava il fanatico...
    • anonymous scrive:
      Re: "Vogliamo i diritti,non le Olimpiadi"
      - Scritto da: trikketrakk e
      Un operaio cinese si e beccato 5 anni di galera
      per aver scritto questa lettera ad un
      giornale..
      no commentecco un modo di dare una notiziate ne propongo un altro con QUASI lo stesso contenuto informativo"un cittadino cinese è stato condannato a 5 anni per attività antigovernative, fra l'altro era lo stesso che aveva diffuso volantini con questo slogan"per riempire il senso che cogli tra le righe informati online
      • iooooo scrive:
        Re: "Vogliamo i diritti,non le Olimpiadi"
        - Scritto da: anonymous
        - Scritto da: trikketrakk e

        Un operaio cinese si e beccato 5 anni di galera

        per aver scritto questa lettera ad un

        giornale..

        no comment


        ecco un modo di dare una notizia
        te ne propongo un altro con QUASI lo stesso
        contenuto
        informativo

        "un cittadino cinese è stato condannato a 5 anni
        per attività antigovernative, fra l'altro era lo
        stesso che aveva diffuso volantini con questo
        slogan"

        per riempire il senso che cogli tra le righe
        informati
        onlineattività antigovernative = qualsiasi cosa che ostacoli il governo =nel caso del governo cinese anche qualsiasi cosa possa influelnzare le menti e il giudizio delle persone e possa far risvegliare la popolazione attuando magari una rivolta = se non fanno quello che voglio io non meritano di vivere=l'unica cosa che ha fatto quel poveraccio è stato scrivere quella lettera pubblica che è stata considerata antigovernativammm a quanto pare la censura funziona se ci sono persone come te che si lasciano abbindolare dai paroloni...
  • Il Detrattore scrive:
    ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
    C'e' evidentemente una campagna xenofoba e razzista in chiave anticinese che PI supporta ciecamente e senza condizioni.Il governo sta agendo contro le mappe FALSE quelle ossia che non includono Taiwan o che taroccano i confini con l'India e il Pakistan o che includono foto satellitari di siti militari e strategici per i quali c'e' una legge apposita che lo vieta e non e' certo una cosa solo cinese visto che Google Maps ha dovuto fare delle "patch" anche per le mappe americane in base allo stesso motivo.Solito articolo tendenzioso e razzista, continuate cosi', la vostra credibilita' si commenta da sola.I cinesi tutti almeno sono ben consci che i media cinesi sono manipolati per motivi governativi e nazionalistici e quindi se ne fottono delle news che scrivono, voi invece convinti della pluralita' dei media occidente finite per credere ciecamente a qualunque fonte persino all'ultimo dei blogs anonimi scritto da chissa' chi.E mentre voi italioti in italia credete di vivere in un paese civile e democratico, altri italiani come me vivono in Cina e ne apprezzano i pro e contro senza tante storie e guardano schifati al nuovo golpe Veltrusconi e di conseguenza con invidia a leaders come Hu Jintao e Wen Jiabao che stanno portando la Cina a essere leader mondiale, che e' poi la naturale posizione che gli spetta visto il suicidio spirituale ed economico dell'occidente.Il Detrattore,Pechinop.s.a scanso di equivoci chiarisco subito che leggo PI solo per puro masochismo.
    • Il Detrattore scrive:
      Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
      quindi se in Cina si muore di fame e' colpa del sanguinario regime comunista.se invece come ora si stanno arricchendo e' comunquecolpa del sanguinario regime che fa chiudere le fabbricheeuropee e gli fotte il mercato.siete solo degli sporchi razzisti.sacrosanto che siate governati da personaggi del calibro di Veltrusconi, Bassolino, e Mastella.e non parliamo del fatto che leggete questi commenti con computers made-in-china...
      • Giocatore110 scrive:
        Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
        Dai, spiegaci quanti componenti sono veramente prodotti in cina, a parte i case, e soprattutto spiegaci come mai sarebbe tutto prodotto in Cina se molte aziende risparmiano a tenersi le fabbriche di processori a casa propria.
      • MegaLOL scrive:
        Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
        Toglimi una curiosità: quando scrivi queste cazzate masturbandoti nelle tue feci sotto il ritratto di Mao-mi-piace-inculare-i-bambini-Zedong, non pensi mai "cazzo, sono un fallito di merda, la gente mi sputa addosso quando mi vede perchè sono un fallito di merda, magari sarebbe meglio se mi suicidassi tagliandomi le vene sopra il cesso"?Perchè sai, dovresti.
    • reader scrive:
      Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
      ma perchè PI non lo banna sto tizio? usiamo un po' i metodi cinesi che gli piacciono tanto.
    • Il Detrattore scrive:
      Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
      a pechino si lavora 40 ore a settimana, chi lavora in piu' ha un contratto "flat" apposito.vai in qualunque ufficio e negozio e lavorano 8 ore come per legge.tra l'altro c'e' il nuovo piano sulla gestione del lavoro e dei salari approvato in gennaio e chi si oppone a esso sono in primis guardacaso le multinazionali straniere...
      • albertismo scrive:
        Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
        Vivo in Italia e ne sono fiero. Io almeno alle elezioni posso scegliere.
        C'e' evidentemente una campagna xenofoba e razzista in
        chiave anticinese che PI supporta ciecamente e senza
        condizioni.A me non sembra. In Italia esiste la libertà di parola e di pensiero. Non si offendeva nessuno.
        I cinesi tutti almeno sono ben consci che i media cinesi
        sono manipolati per motivi governativi e nazionalistici e
        quindi se ne fottono delle news che scrivonoGiusto. Mi sembra un ragionamento che fila. Stai giustificando un regime.Prendi la realtà del regime e te ne stai zitto e la giustifichi. Leggiti 1984.
        voi invece convinti della pluralità dei media occidente
        finite per credere ciecamente a qualunque fonte persino
        all'ultimo dei blogs anonimi scritto da chissà chi.Almeno posso scegliere quale giornale leggere e quale blog.
        essere leader mondiale, che è poi la naturale posizione
        che gli spetta visto il suicidio spirituale ed economico
        dell'occidente.Naturale posizione che gli spetta. Pensi che esistano popoli superiori? Lo pensava pure Hitler. Vedo che hai fatto tue le spinte nazionalistiche del regime. Suicidio economico?? Pensi invece corretta una crescita del 9% ottenuta grazie a bambini che lavorano, città irrespirabili e fiumi inquinati? Ma Piantala!Non può esistere una crescita infinita in un mondo finito.Pi non lo banna perché in Italia esiste la libertà di espressione. W il Tibet.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 marzo 2008 10.20----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 marzo 2008 10.24----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 marzo 2008 17.01-----------------------------------------------------------
        • The Punisher scrive:
          Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
          - Scritto da: albertismo
          Vivo in Italia e ne sono fiero. Io almeno alle
          elezioni posso scegliere.Oddio... Io non ne sono tanto sicuro dopo l'approvazione del "Porcellum"
          • Il Detrattore scrive:
            Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
            porcellum ... mortadellum ... salami ... ecco la loro decantata "democrazia"...p.s.qui i bambini vanno a scuola dalle 8 alle 17 e han tutti la divisa e i cellulari sono spenti in classe e mai si sognerebbero di criticare il professore per futuli motivi e le scuole migliore ci vanno solo i migliori dopo selezioni durissime.caso mai e' da voi a napoli che li troviin strada a vendere sigarette di contrabbando.
          • Monterey scrive:
            Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
            - Scritto da: Il Detrattore
            porcellum ... mortadellum ... salami ...

            ecco la loro decantata "democrazia"...


            p.s.
            qui i bambini vanno a scuola dalle 8 alle 17 e
            han tutti la divisa e i cellulari sono spenti in
            classe e mai si sognerebbero di criticare il
            professore per futuli motivi e le scuole migliore
            ci vanno solo i migliori dopo selezioni
            durissime.anche in germania i miei figli non hanno il cellulare in classe e non si sognano neppure di riprendere il loro professore, neppure da mio nipote a savona (liguria) se lo sognano.dovresti sapere che le notizie pubblicate dai giornali e TV sono sempre esagerate no?
            caso mai e' da voi a napoli che li trovi
            in strada a vendere sigarette di contrabbando.napoli = tutta italia?io per contro invece sono convinto che molte delle critiche che proponiamo alla cina valgano tout-court, ovvero sia nella cina mainland sia nella cina delle 12 città.rimango sempre convinto inoltre che tu in cina non ci vivi affatto, ho conosciuto persone occidentali che vivono in cina e ci stanno bene ma tutti quanti avevano anche l'accortezza di capire che la loro era la posizione di chi è privilegiato e non si sente di poter intervenire in questioni che non lo riguardano, per questo riescono a vivere bene li.la cultura cinese ed il loro modo di vivere hanno cose bellissime ma al momento la loro situazione politica è totalmente indifendibile ed inammissibile agli occhi di chi si considera libero.e tu sei uno che difende proprio la loro politica e non semplicemente la loro cultura o modo di vivere.
          • Il Detrattore scrive:
            Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
            se non vivi in china e leggi solo i giornali occidentali e' OVVIO che finisci a pensarla come te.su questo non ci piove.se vuoi saperne di piu' o impari il cinese e legge i giornali cinesi o viene qui almeno 6 mesi e rizzi le antenne.pensare che tutta la cina sia un monolite e' assurdo, i cinesi da soli sono il 30% della popolazione mondiale.ci sono ENORMI differenze tra una citta' e l'altra, zone ricchissime, zone da quarto mondo, zone che stanno nel mezzo, 56 minoranze etniche, etc come fai ad avere tutte ste certezze lo sai solo tu.
          • iooooo scrive:
            Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE

            ci sono ENORMI differenze tra una citta' e
            l'altra, zone ricchissime, zone da quarto mondo,
            zone che stanno nel mezzo, 56 minoranze etniche,
            etcesatto! e tutto ciò ti sembra giusto?x rispondere lascia stare i paragoni con le altre nazioni
    • soulista scrive:
      Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
      - Scritto da: Il Detrattore
      C'e' evidentemente una campagna xenofoba e
      razzista in chiave anticinese che PI supporta
      ciecamente e senza
      condizioni.(fonte: demauroparavia.it)xenofobia"avversione indiscriminata nei confronti degli stranieri e di tutto ciò che proviene dallestero"razzismo"insieme degli orientamenti e degli atteggiamenti che distinguono razze superiori da razze inferiori e attuano comportamenti che vanno dalla discriminazione sociale, giuridica e istituzionale alla persecuzione e allo sterminio di massa, volti a tutelare la purezza della razza superiore e la sua egemonia sulle razze inferiori | estens., ogni atteggiamento discriminatorio variamente motivato nei confronti di persone diverse per categoria, estrazione sociale, sesso, opinioni religiose o provenienza geografica"Dimmi dove stanno xenofobia e razzismo negli articoli di PI...Se ti riferisci a quelle volte in cui parlano di censura, allora sono razzisti nei confronti di tutti i paesi del mondo, inclusa l'Italia.
      Il governo sta agendo contro le mappe FALSE
      quelle ossia che non includono Taiwan o che
      taroccano i confini con l'India e il Pakistan o
      che includono foto satellitari di siti militari e
      strategici per i quali c'e' una legge apposita
      che lo vieta e non e' certo una cosa solo cinese
      visto che Google Maps ha dovuto fare delle
      "patch" anche per le mappe americane in base allo
      stesso
      motivo.Gli americani fanno correggere, I cinesi chiudono tutto... Ce ne passa, direi.
      Solito articolo tendenzioso e razzista,
      continuate cosi', la vostra credibilita' si
      commenta da
      sola.

      I cinesi tutti almeno sono ben consci che i media
      cinesi sono manipolati per motivi governativi e
      nazionalistici e quindi se ne fottono delle news
      che scrivono, voi invece convinti della
      pluralita' dei media occidente finite per credere
      ciecamente a qualunque fonte persino all'ultimo
      dei blogs anonimi scritto da chissa'
      chi.Forse hai ragione tu. L'ignoranza é un bene.
      E mentre voi italioti in italia credete di vivere
      in un paese civile e democratico, altri italiani
      come me vivono in Cina e ne apprezzano i pro e
      contro senza tante storie e guardano schifati al
      nuovo golpe Veltrusconi e di conseguenza con
      invidia a leaders come Hu Jintao e Wen Jiabao che
      stanno portando la Cina a essere leader mondiale,
      che e' poi la naturale posizione che gli spetta
      visto il suicidio spirituale ed economico
      dell'occidente.Quindi la Cina é leader mondiale nel suicidio economico e spirituale dell'occidente. La pacchia finirà anche per loro, tra poco e trascineranno il mondo in un baratro.
      p.s.
      a scanso di equivoci chiarisco subito che leggo
      PI solo per puro
      masochismo.In base a quello che hai scritto sopra e che hai confermato in quest'ultima frase direi che sei diventato un perfetto cinese.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 marzo 2008 10.33-----------------------------------------------------------
      • anonymous scrive:
        Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE

        Gli americani fanno correggere, I cinesi chiudono
        tutto... Ce ne passa,
        direi.se funziona la carota non occorre passare al bastone, se ti accontenti di questa differenza mi dispiace per te...
        • soulista scrive:
          Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
          - Scritto da: anonymous

          Gli americani fanno correggere, I cinesi
          chiudono

          tutto... Ce ne passa,

          direi.

          se funziona la carota non occorre passare al
          bastone, se ti accontenti di questa differenza mi
          dispiace per
          te...non mi accontento... ma é qualcosa.
    • Monterey scrive:
      Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
      - Scritto da: Il Detrattore
      C'e' evidentemente una campagna xenofoba e
      razzista in chiave anticinese che PI supporta
      ciecamente e senza
      condizioni.cosa dovrebbero fare non pubblicare?
      Il governo sta agendo contro le mappe FALSE
      quelle ossia che non includono Taiwan o che
      taroccano i confini con l'India e il Pakistan o
      che includono foto satellitari di siti militari e
      strategici per i quali c'e' una legge apposita
      che lo vieta e non e' certo una cosa solo cinese
      visto che Google Maps ha dovuto fare delle
      "patch" anche per le mappe americane in base allo
      stesso
      motivo.ti hanno già risposto che 1) Taiwan è indipendente (e dovresti sapere che hanno un accordo di non belligerazna con la Cina garantito dagli USA)2) gli USA le mappe le fanno correggere e lo dichiarano, ad te invece chiudono il datacenter e lo spostano dauna ltra parte mettendo personale governativo a gestire il servizio.ricordi tudou?
      Solito articolo tendenzioso e razzista,
      continuate cosi', la vostra credibilita' si
      commenta da
      solama oltre che sputare addosso a PI non hai altro da fare?
      I cinesi tutti almeno sono ben consci che i media
      cinesi sono manipolati per motivi governativi e
      nazionalistici e quindi se ne fottono delle news
      che scrivono, comincio seriamente a dubitare che tu risieda in Cina.di che colore è il tuo visto?sei nella mainland o in una delle 12 città?hai un visto turistico uno d'affari o ti sei trasferito?per chi lavori se ti sei trasferito?dovresti sapere che buona parte dei cinesi la VOGLIONO la cenusra mentre una altra parte la aborra, e dovresti anche sapere che questo è un grande problema per entrmabe le parti.tu col cavolo che ci stai in Cina oppure se cistai te ne stai chiuso in un giordino cintato col filo spinato.
      voi invece convinti della
      pluralita' dei media occidente finite per credere
      ciecamente a qualunque fonte persino all'ultimo
      dei blogs anonimi scritto da chissa'
      chi.nessuno dinoi è convinto delalpluralità dei nostri media, ma li leggi i commenti?qui in Occidente ci sono erosnaggi come chomsky e ancheperonsaggi emno seri come icke.
      E mentre voi italioti in italia credete di vivere
      in un paese civile e democratico, e chi crede di vivere in un paese civile.ma le segui le vicende politiche italiane o no?
      altri italiani
      come me vivono in Cina e ne apprezzano i pro e
      contro da bravo osservatore occidentale distaccato.guarda che gente che lavora con la cina ce ne è molta qui350usd per risarcire una vita umana ed i prezzi più basis del mondo (oltre che alla peggiore qualità possibile), bei contro...
      senza tante storie e guardano schifati al
      nuovo golpe Veltrusconi e di conseguenza con
      invidia a leaders come Hu Jintao e Wen Jiabao che
      stanno portando la Cina a essere leader mondiale,
      che e' poi la naturale posizione che gli spetta
      visto il suicidio spirituale ed economico
      dell'occidente.essere leader mondiale...tu sembri uno di quelli che ha passato la gioventu nel boom ed ora che il tuo paese è in declino rimpiangi ciò che non hai fatto.bella gente la tua.aspetta 10 anni che la generaizone Y cinese di oggi arrivi alla maturità e vediamo cosa rimarrà del Partito Comunista Cinese...comunista eri ai tempi e comunista sei adesso, traspare da ogni tua frase.


      Il Detrattore,
      Pechinoqualcuno è in grado di fornire un sitema per capire se ildetrattore scrive veramente da lla cine o mneo?io ho seri dubbi che il Detrattore sia davvero lì.per certe cose sei molto ifnoramto per altre mi semnra impossibile che tu le ignori.


      p.s.
      a scanso di equivoci chiarisco subito che leggo
      PI solo per puro
      masochismo.comunista eri e comunista rimarrai.la dimanda è sei trotzkista o stalinista?
      • anonymous scrive:
        Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
        - Scritto da: Monterey
        - Scritto da: Il Detrattore

        C'e' evidentemente una campagna xenofoba e

        razzista in chiave anticinese che PI supporta

        ciecamente e senza

        condizioni.

        cosa dovrebbero fare non pubblicare?verificare e contestualizzare

        Il governo sta agendo contro le mappe FALSE

        quelle ossia che non includono Taiwan o che

        taroccano i confini con l'India e il Pakistan o

        che includono foto satellitari di siti militari
        e

        strategici per i quali c'e' una legge apposita

        che lo vieta e non e' certo una cosa solo cinese

        visto che Google Maps ha dovuto fare delle

        "patch" anche per le mappe americane in base
        allo

        stesso

        motivo.

        ti hanno già risposto che
        1) Taiwan è indipendente (e dovresti sapere che
        hanno un accordo di non belligerazna con la Cina
        garantito dagli
        USA)come puoi vedere sulle fonti online che preferisci, non è così, per esempio:http://it.wikipedia.org/wiki/Taiwan
        2) gli USA le mappe le fanno correggere e lo
        dichiarano, ad te invece chiudono il datacenter e
        lo spostano dauna ltra parte mettendo personale
        governativo a gestire il
        servizio.
        ricordi tudou?il risultato non cambia, cosa succederebbe se google si fosse rifiutato ?
        350usd per risarcire una vita umana ed i prezzi
        più basis del mondo (oltre che alla peggiore
        qualità possibile), bei
        contro...con quanto sono stati risarciti gli irakeni ammazzati ? e gli afghani ? e i kossovari ?
        • Monterey scrive:
          Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
          - Scritto da: anonymous
          - Scritto da: Monterey

          - Scritto da: Il Detrattore


          C'e' evidentemente una campagna xenofoba e


          razzista in chiave anticinese che PI supporta


          ciecamente e senza


          condizioni.



          cosa dovrebbero fare non pubblicare?

          verificare e contestualizzarecosa che fanno.ricorda che PI è un giornale quindi se credi che ci sia qualcosa di sbagliato nell'articolo puoi anche andare dall'ordine dei giornalisti o da un avvocato e chiedere che sia aperta una indagine al riguardo, per un giornale pubblicare notizie false è un reato.


          Il governo sta agendo contro le mappe FALSE


          quelle ossia che non includono Taiwan o che


          taroccano i confini con l'India e il Pakistan
          o


          che includono foto satellitari di siti
          militari

          e


          strategici per i quali c'e' una legge apposita


          che lo vieta e non e' certo una cosa solo
          cinese


          visto che Google Maps ha dovuto fare delle


          "patch" anche per le mappe americane in base

          allo


          stesso


          motivo.



          ti hanno già risposto che

          1) Taiwan è indipendente (e dovresti sapere che

          hanno un accordo di non belligerazna con la Cina

          garantito dagli

          USA)

          come puoi vedere sulle fonti online che
          preferisci, non è così, per
          esempio:

          http://it.wikipedia.org/wiki/Taiwanincollo da wikipedia lo status internazionale di taiwan:Attualmente il governo di Taipei non rivendica più la sovranità sulla Cina e la Mongolia (sebbene l'Assemblea Nazionale non abbia mai ufficialmente ridefinito i confini nazionali) e le tensioni dell'epoca della guerra fredda si sono alquanto calmate. Lo status politico di Taipei rimane oggetto di contenzioso. Le riforme attuate dal governo nazionalista negli anni Ottanta e Novanta hanno trasformato Taiwan da uno stato monopartitico controllato da coloro che avevano abbandonato la Cina in uno stato multipartitico e aperto anche alla popolazione originaria dell'isola. Benché la Repubblica di Cina fosse uno dei cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza presso l'ONU, essa venne rimpiazzata dalla Repubblica Popolare Cinese nel 1971. Come conseguenza della politica di Pechino orientata al riconoscimento dell'esistenza di "un'unica Cina", Taiwan dal 1970 in poi ha molto sofferto sul piano diplomatico. Attualmente, la Repubblica di Cina è riconosciuta da 23 paesi:etc. etc.ben lungi dall'essere CINA. ben lungi dall'essere chiaro il suo status.però secondo i cinesi è loro quindi le mappe cinesi devono riportare quel dato e non altro.


          2) gli USA le mappe le fanno correggere e lo

          dichiarano, ad te invece chiudono il datacenter
          e

          lo spostano dauna ltra parte mettendo personale

          governativo a gestire il

          servizio.

          ricordi tudou?

          il risultato non cambia, cosa succederebbe se
          google si fosse rifiutato ?che gli USA avrebbero sospseo il suo servizio di mappe online punto e basta. non avrebbe chiuso e non sarebeba rrivato la NSA ad appropriarsi del datacenter che gestisce google maps.nel caso cinese invece L'ESERCITO viene manadta al datacenter dove gestiscono il servizio e TRASFERISCE le macchine in facility governative dove da li il servizio riprende a funzionare sotto il controllo del governo.così hanno fatto con toudoue tu non ti accorgi di niente ma continui ad usare quel servizio.


          350usd per risarcire una vita umana ed i prezzi

          più basis del mondo (oltre che alla peggiore

          qualità possibile), bei

          contro...


          con quanto sono stati risarciti gli irakeni
          ammazzati ? e gli afghani ? e i kossovari
          ?350USD è quanto ha pagato la mia ditta per sbloccare la situazione quando un operaio è morto in porto caricando un nostro pezzo. Tutto legale, cè un listino dove ci sono i prezzi per sbloccare queste situazioni. Neppure nei paesi arabi ed in Nigeria arrivano a tanto.Ciò non toglie che io non condivida affatto irak Kosovo e compagnia bella, ma li parliamo di tutta una altra cosa.Noi non lo vediamo perché abbiamo una solo visione da molto lontano, io in Cina ci vado almeno 1 mese allanno per seguire la produzione di pezzi di macchinari, (sono responsabile produzione di una nota società di costruzioni) ed a quanto mi dice il mio collega che li ci vive (io in un mese passato alvaora re non è che veda molto della società) ci sono fortissime tensioni sociale tra i ragazzi giovani e tutto il resto della popolazione attiva, i giovani cinesi sono nati in era di internet, sono ipernazionalisti ma non hanno affatto voglia di farsi sfruttare come i loro padri pur volendo a tutti i costi diventare la potenza mondile indiscussa, sia sul piano militare sia su quello politico-economico.Questa è la Cina, 1 miliardo di nazionalisti che vogliono dominare dal centro (cina vuol dire il centro in cinese) con la loro cultura superiore (così credono, peccano di ubris).Pensa che quando vengono loro a trovare noi volgiono mangiare solo dai ristoranti cinesi perché non si fidano di quelli italiani, e parliamo di cene di lavoro tra dirigenti.La questione della censura invece è una questione culturale, moltissimi secondo il mio collega ritengono la censura di stato necessaria per mantenere lidentità nazionale, cosa cui tengono tanto e per la quale sono disposti a fare di tutto (questo è un lascito di Mao)Attendo ancora di sapere dal detrattore di che colore è il suo visto.
          • Il Detrattore scrive:
            Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
            ho un normalissimo F visa.il colore e' uguale per tutti L/F/X/Z/J/etc (adesivo con ghirighori grigio azzurrognoli full-page).se tu vai li' 1 mese con consulente ti danno un F 90gganche se ora rompono i coglioni per via delle olimpiadi.nazionalismo etc : ma io non capisco, se e' vero che in piu' ci vai 1 mese all'anno non hai proprio capito molto della situazione.perche' NOI occidentali potremmo mangiare bere inquinare e loro NO ?loro ora che possono si rifaranno con gli interessi e hanno tutti i diritti di diventare una super potenza.il tuo discorso e' solo di invidia o di ingenuita' o anche di razzismo e xenofobia anticinese se vogliamo.e in piu' siete dei gran rosiconi.ha fatto piu' la cina in 15 anni dell'italia in 70 anni di DC e PSI.e cosa piu' importante, la cina e' la dimostrazione vivente che non serve affatto la democrazia per creare uno stato forte moderno e industrializzato.non e' certo un paradiso, anzi, ma neppure l'inferno che descrivono i giornali.
          • Monterey scrive:
            Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
            - Scritto da: Il Detrattore
            ho un normalissimo F visa.
            il colore e' uguale per tutti L/F/X/Z/J/etc
            (adesivo con ghirighori grigio azzurrognoli
            full-page).

            se tu vai li' 1 mese con consulente ti danno un F
            90gg
            anche se ora rompono i coglioni per via delle
            olimpiadi.che è esattamente quello che prendo io.se ci sei ancora batti un colpo che proseguiamo la discussione
          • Il Detrattore scrive:
            Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
            spiacente.ho lasciato PI per sempre.ero tornato a vedere se qualcuno aveva risposto al mio messaggio "Il detrattore lascia Punto Informatico" ma il thread e' stato CENSURATO.poi si lamentano di pechino...buona fortuna e addio.Il Detrattore.
          • Edgar Hoover scrive:
            Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
            - Scritto da: Il Detrattore
            spiacente.

            ho lasciato PI per sempre.
            ero tornato a vedere se qualcuno aveva risposto
            al mio messaggio "Il detrattore lascia Punto
            Informatico" ma il thread e' stato
            CENSURATO.

            poi si lamentano di pechino...


            buona fortuna e addio.
            Il Detrattore.In realtà quest'ultimo msg è stato scritto da un funzionario di polizia, il povero Detrattore ha avuto la sfiga di essere notato mentre casualmente veniva avvicinato da un dissidente tibetano, cadendo dalle nuvole e professando la sua filocinesità nell'inevitabile interrogatorio ha peggiorato la sua situazione ed è finito in un laogai a lavorare per la grandezza della Cina O)
    • The Punisher scrive:
      Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
      Ti dico solo una cosa:TIBET LIBERO
    • ilmassi scrive:
      Re: ATT : GAIA BOTTA' e REDAZIONE
      ahahahaha ma lavori per il governo cinese??? ma ti pagano?? o sei proprio in acido così?
  • marietto2008 scrive:
    sono il tumore della societa'
    sono il tumore della societa'
    • Il Detrattore scrive:
      Re: sono il tumore della societa'
      sara', ma europa e america per poter restare nel mercato dovranno o spostare le fabbriche in cina, o adeguare salari e diritti dei lavoratori agli standards cinesi.avete voluto il capitalismo e la globalizzazione ?e ora pedalate.
      • iooooo scrive:
        Re: sono il tumore della societa'
        - Scritto da: Il Detrattore
        sara', ma europa e america per poter restare nel
        mercato dovranno o spostare le fabbriche in cina,
        o adeguare salari e diritti dei lavoratori agli
        standards
        cinesi.

        avete voluto il capitalismo e la globalizzazione ?
        e ora pedalate.ahahaha le fabbriche si spostano in cina perchè gli operai non sono in grado di lamentarsi per le condizioni in cui lavorano,e per i salari che prendono,beh certo poi è tutto legale visto che questo grande stato se ne frega altamente di tutto questo...tu sei solo uno dei pochi fortunati la,e non vadi la vera realtà che è nascosta non solo all'esterno ma anche all'interno...
        • anonymous scrive:
          Re: sono il tumore della societa'

          le fabbriche si spostano in cina perchè gli
          operai non sono in grado di lamentarsi per le
          condizioni in cui lavorano,e per i salari che
          prendono,beh certo poi è tutto legale visto che
          questo grande stato se ne frega altamente di
          tutto questo...spiegami, le fabbriche mettono le ali da sole e volano in cina o ce le portano i nostri bravi imprenditori ?
          tu sei solo uno dei pochi fortunati la,e non vadi
          la vera realtà che è nascosta non solo
          all'esterno ma anche
          all'interno...ecco, spiegagliela te da qualche migliaio di miglia e informato solo dai media che ci ritroviamo e con lo spirito critico che dimostri in questo post qual' é la vera realtà
          • iooooo scrive:
            Re: sono il tumore della societa'
            - Scritto da: anonymous

            le fabbriche si spostano in cina perchè gli

            operai non sono in grado di lamentarsi per le

            condizioni in cui lavorano,e per i salari che

            prendono,beh certo poi è tutto legale visto che

            questo grande stato se ne frega altamente di

            tutto questo...

            spiegami, le fabbriche mettono le ali da sole e
            volano in cina o ce le portano i nostri bravi
            imprenditori
            ?
            perchè avrei dovuto dire una cosa ovvia e già detta? io ho spiegato il perchè e a quanto pare tu non sei stato in grado di negare la realtà dei fatti ed hai preferito centrarti su una cosa inutile del discorso...


            tu sei solo uno dei pochi fortunati la,e non
            vadi

            la vera realtà che è nascosta non solo

            all'esterno ma anche

            all'interno...

            ecco, spiegagliela te da qualche migliaio di
            miglia e informato solo dai media che ci
            ritroviamo e con lo spirito critico che dimostri
            in questo post qual' é la vera
            realtàinformato dai media? xDD io conosco imprenditori che hanno fabbriche in cina!!
      • Monterey scrive:
        Re: sono il tumore della societa'
        - Scritto da: Il Detrattore
        sara', ma europa e america per poter restare nel
        mercato dovranno o spostare le fabbriche in cina,
        o adeguare salari e diritti dei lavoratori agli
        standards
        cinesi.

        avete voluto il capitalismo e la globalizzazione ?
        e ora pedalate.o molto più probabilmente la situazione sarà presto insostenibile e scoppierà una guerra.
        • Pterodattil o scrive:
          Re: sono il tumore della societa'

          o molto più probabilmente la situazione sarà
          presto insostenibile e scoppierà una
          guerra.La guerra contro la cina non è una questione di 'se', ma solo di 'quando'.D.
      • Argos scrive:
        Re: sono il tumore della societa'
        - Scritto da: Il Detrattore
        sara', ma europa e america per poter restare nel
        mercato dovranno o spostare le fabbriche in cina,
        o adeguare salari e diritti dei lavoratori agli
        standards
        cinesi.oppure fare l'unica cosa sensata, isolare economicamente la cina e il loro modello di mercato sleale, non so se lo sai ma qui i cinesi arrivano e comprano alberghi, negozi, ristoranti e qualsiasi altra cosa con valigette piene di soldi, e non penso proprio glieli abbiano spediti da casa i genitori che lavorano col contratto "flat"...e comunque resta il fatto che il Tibet è a tutti gli effetti occupato dal governo cinese, se secondo te non è vero perchè non vai a farti una salutare vacanza di riposo a Lhasa?
        • anonymous scrive:
          Re: sono il tumore della societa'

          isolare
          economicamente la cina e il loro modello di
          mercato sleale, messo in pidi lì dai nostri imprenditori occidentali
          non so se lo sai ma qui i cinesi
          arrivano e comprano alberghi, negozi, ristoranti
          e qualsiasi altra cosa con valigette piene di
          soldi, e non penso proprio glieli abbiano spediti
          da casa i genitori che lavorano col contratto
          "flat"...si chiama mercato libero e non l'hanno voluto i cinesi, essendo costretti ad accettarlo dovrebbero usarne solo gli aspetti punitivi per loro ?
          e comunque resta il fatto che il Tibet è a tutti
          gli effetti occupato dal governo cinese, vero, nello stesso senso che la sardegna è occupata dallo stato italiano, che i territori indiani sono occupati dallo stato federale usa ecc.
          se
          secondo te non è vero perchè non vai a farti una
          salutare vacanza di riposo a
          Lhasa?la sicurezza di una regione o il successo o meno di una rivolta o invasione non implicano legittimità , quella viene da interpretazioni del diritto internazionale
          • pukkapukka scrive:
            Re: sono il tumore della societa'
            - Scritto da: anonymous

            isolare

            economicamente la cina e il loro modello di

            mercato sleale,

            messo in pidi lì dai nostri imprenditori
            occidentaliLOL; se foss eper gli imprenditori occicentali la cina sarebbe nel WTO invece non ne accetta le regole ma solo il flusso di soldi.

            non so se lo sai ma qui i cinesi

            arrivano e comprano alberghi, negozi, ristoranti

            e qualsiasi altra cosa con valigette piene di

            soldi, e non penso proprio glieli abbiano
            spediti

            da casa i genitori che lavorano col contratto

            "flat"...

            si chiama mercato libero e non l'hanno voluto i
            cinesi, essendo costretti ad accettarlo
            dovrebbero usarne solo gli aspetti punitivi per
            loro
            ?mercato libero che i filgi oltre il numero fisato dallo stato di due vengono spediti abroad e con i soldi della mafia (ovvero con i prestiti che le banche non concederebbero loro) si comprano le attività è mercato libero?come mai non cbbiamo operai cinesi nelle nostre fabbriche ma solo neogozietti e ristoranti?

            e comunque resta il fatto che il Tibet è a tutti

            gli effetti occupato dal governo cinese,

            vero, nello stesso senso che la sardegna è
            occupata dallo stato italiano, che i territori
            indiani sono occupati dallo stato federale usa
            ecc.MEGALOLLLOSISSIMO. ma enormemente triste quanto tu non conosca la storia asiatica, il tibet è una regione strategicamente importante quindi la hanno occupata.se fossero statai mercani ora li ci sarebbe una base ma di certo non l'occupazione territoriale

            se

            secondo te non è vero perchè non vai a farti una

            salutare vacanza di riposo a

            Lhasa?

            la sicurezza di una regione o il successo o meno
            di una rivolta o invasione non implicano
            legittimità , quella viene da interpretazioni del
            diritto
            internazionalela legittmità dio una invasione non esiste secondo il diritto internazionale.mi fate paura. tanta paura.
      • ilmassi scrive:
        Re: sono il tumore della societa'
        oppure i cinesi si sveglieranno e pretenderanno paghe da americani, e la cina crollerà come un castello di carta.
  • Taro scrive:
    Le aberrazioni mentali del comunismo
    Mi rendo conto che il comunismo rappresenta il massimo della schiavitù per i popoli, Cina e Cuba docet.Pechino oscura la geopolitica? Solo? Pechino oscura tutto!
    • Il Detrattore scrive:
      Re: Le aberrazioni mentali del comunismo
      e allora rimani in italia.quello si', paese dei balocchi...
      • waldo scrive:
        Re: Le aberrazioni mentali del comunismo
        - Scritto da: Il Detrattore
        e allora rimani in italia.
        quello si', paese dei balocchi...No, questo è il paese dove il peggio del peggio si è alleato per ridurlo ad un cumulo di spazzatura.I comunisti e i cattopedofili.
      • Argos scrive:
        Re: Le aberrazioni mentali del comunismo
        - Scritto da: Il Detrattore
        e allora rimani in italia.
        quello si', paese dei balocchi...meglio della cina sicuramente! (ma ci vuole poco...)io in italia posso aprire un blog e scrivere che tutti i politici fanno schifo senza rischiare la pena di morte, te?
        • anonymous scrive:
          Re: Le aberrazioni mentali del comunismo
          - Scritto da: Argos
          - Scritto da: Il Detrattore

          e allora rimani in italia.

          quello si', paese dei balocchi...

          meglio della cina sicuramente! (ma ci vuole
          poco...)
          io in italia posso aprire un blog e scrivere che
          tutti i politici fanno schifo senza rischiare la
          pena di morte,
          te?una cosa così qualunquista non darebbe noia neppure in cina, per quel che riguarda la pena di morte neanche lì la danno per così poco, comunque se tu dicessi a un pubblico significativo cose che danno fastidio con nomi e cognomi ti prenderesti una querela miliardaria che ti lascerebbe il sito sequestrato per anni in attesa di risolversi in nullacome è successo a diversi blogger e giornalisti anche da noi
          • Il Detrattore scrive:
            Re: Le aberrazioni mentali del comunismo
            - Scritto da: anonymous
            - Scritto da: Argos

            - Scritto da: Il Detrattore


            e allora rimani in italia.


            quello si', paese dei balocchi...



            meglio della cina sicuramente! (ma ci vuole

            poco...)

            io in italia posso aprire un blog e scrivere che

            tutti i politici fanno schifo senza rischiare la

            pena di morte,

            te?

            una cosa così qualunquista non darebbe noia
            neppure in cina, per quel che riguarda la pena di
            morte neanche lì la danno per così poco,
            comunque se tu dicessi a un pubblico
            significativo cose che danno fastidio con nomi e
            cognomi ti prenderesti una querela miliardaria
            che ti lascerebbe il sito sequestrato per anni in
            attesa di risolversi in
            nulla
            come è successo a diversi blogger e giornalisti
            anche da
            noibeh i bloggers arrestano sono di norma recidivi.la pena e' solo amministrativa, a meno che uno proprio insista e faccia attivita' sovversiva di un certo peso.per tutto il resto chiudono il sito e danno una multa, fine della storia.
        • Il Detrattore scrive:
          Re: Le aberrazioni mentali del comunismo
          io pure, basta che lo faccio in inglese o italiano.inoltre con 300 euri al mese mi pago un appartamento di 95mq in centro a Pechino ben ammobiliato e a due passi dalla metro.le cinesi inoltre sono molto attratte dagli stranieri.
          • James scrive:
            Re: Le aberrazioni mentali del comunismo
            - Scritto da: Il Detrattore
            io pure, basta che lo faccio in inglese o
            italiano.
            Il discorso è che i cinesi non possono scrivere le cose che pensano in modo completamente libero nella loro lingua, perché il loro governo vuole controllare i cinesi (poi che ci riesca o no è un altro paio di maniche), non i cazzoni stranieri e che ogni giorno si collegano su punto-informatico per vomitare veleno sugli articoli che riguardano la Cina.
            inoltre con 300 euri al mese mi pago un
            appartamento di 95mq in centro a Pechino ben
            ammobiliato e a due passi dalla
            metro.Ole' 300 euri e la libertà di parola per i cinesi diventa un optional.
            le cinesi inoltre sono molto attratte dagli
            stranieri.Parli come quelli che un po' di anni fa andavano nei paesi dell'est con i pacchi di calze da donna.
          • ilmassi scrive:
            Re: Le aberrazioni mentali del comunismo
            ok si è finalmente smascherato...turismo sessuale!E voi che state a discutere con un puttaniere comunista anticlericale...
      • Funz scrive:
        Re: Le aberrazioni mentali del comunismo
        - Scritto da: Il Detrattore
        e allora rimani in italia.
        quello si', paese dei balocchi...Ma perchè non te ne resti nel tuo paese felice (per chi non si arrischia a criticare il regime ovviamente), e la smetti di fare propaganda qui?Prova a essere un cinese e a dire le stesse cose della Cina, e vedi che fine fai nel tuo civilissimo paese.
      • MegaLOL scrive:
        Re: Le aberrazioni mentali del comunismo
        - Scritto da: Il Detrattore
        e allora rimani in italia.
        quello si', paese dei balocchi...Spreco solo due parole con te: cagati addosso.
Chiudi i commenti