Internet sotto sorveglianza

Ne parla Reporters sans frontières nel suo bilancio del 2003 sulla libertà di stampa nel mondo. La censura è più forte dove più si teme la portata rivoluzionaria della circolazione libera delle idee


Roma – “Nel 2003 sono stati liberati diversi cyberdissidenti, tra cui il giovane Tunisino, Zouhair Yahyaoui , che ha comunque passato in carcere più di un anno per aver aperto un sito satirico che aveva osato ironizzare sul presidente Zinedine Ben Ali. La giovane Liu Di , conosciuta nei forum cinesi di discussione con il nickname di “il mouse inossidabile”, è stata liberata dopo un anno di detenzione in una località segreta”.

Si apre così il breve ma drammatico capitolo che Reporters sans frontières dedica a Internet e alla libertà di parola sulla rete delle reti nel proprio “Bilancio 2003 – un anno nero per la libertà di stampa”.

“Malgrado queste liberazioni – spiegano quelli di RSF – la Cina continua a vantare il triste primato del più grande carcere del mondo per gli internauti: al primo gennaio 2004, 48 internauti sono prigionieri grazie alla temibile efficienza della cyberpolizia cinese, che conta oltre 30 000 funzionari. Huang Qi, il webmaster del sito www.6-4tianwang.com, è sempre prigioniero nel carcere di Sichuan. Arrestato nel giugno 2000, sta scontando in condizioni estremamente difficili una pena a cinque anni di carcere per aver tentato di rovesciare il potere dello Stato “.

RSF nota come ormai la Cina si sia dotata di tecnologie all’avanguardia nel monitoraggio della rete, sistemi di controllo e gestione del networking spesso forniti al governo cinese dalle grandi società occidentali del settore che hanno interessi nel mercato cinese.

“Il Vietnam – prosegue la nota dell’associazione internazionale – sta seguendo l’esempio del grande fratello cinese.. A tutt’oggi, ci sono nove cyberdissidenti prigionieri. Secondo le fonti di Reporter senza frontiere, è operativo nel paese un dipartimento di ricerca informatica che si dedica esclusivamente alla creazione di programmi made in Vietnam per sorvegliare il Net”.

Oltre alla Cina e al Vietnam, gli altri paesi che hanno scelto con ogni mezzo di usare il pugno di ferro con Internet sono le Maldive (dove ci sono tre cyberdissidenti prigionieri), la Birmania , la Corea del Nord , Cuba (i riferimenti alla loro attività su Internet sono presenti nei capi d’accusa contestati alla gran parte dei giornalisti arrestati a fine marzo 2003), l’ Arabia Saudita , la Tunisia e diversi paesi dell’ex-URSS, come l’ Uzbekistan e il Turkmenistan .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    povertà perchè?
    spero che la povertà nel mondo venga bandita e le libertà individuali tutelate, ovviamente nel rispetto delle altre libertà e di tutti coloro che le vivono.
  • Anonimo scrive:
    interevistare qualcuno, anche qui
    qui può succedere anche se INTERVISTI QUALCUNO ...http://www.radioradicale.it/primopiano.php?mostra=426http://www.articolo21.com/modules.php?name=News&file=article&sid=4900http://www.megachip.info/modules.php?name=News&file=article&sid=1586http://www.inews.it/news.asp?q_id=79747http://news2000.libero.it/index_politica_news.jhtml?id=5838976http://www.articolo21.com/modules.php?name=News&file=article&sid=4920http://news2000.libero.it/index_cultura_news.jhtml?id=5835998http://www.unita.it/index.asp?topic_tipo=&topic_id=31910
    • Anonimo scrive:
      Re: interevistare qualcuno, anche qui
      - Scritto da: Anonimo
      qui può succedere anche se INTERVISTI
      QUALCUNO ...Guarda che anche un tuo amico quesrelò qualcuno per un semplice disegnino...non i link...ma lo ricordano tutti, e faresti bene a ricordarlo anche tu, invece di riproporre sempre le stesse cose trite e ritrite....
      • Anonimo scrive:
        Re: interevistare qualcuno, anche qui
        Una cosa e' una querela, sulla quale cmqnon sono d'accordo, un'altra usarefantomatiche leggi antiterrorismo, o attaccarsialla importanza dell'esecutivo eletto dal popoloper evitare qualsiasi critica si sta parlando di CRITICA e non di bugie!!!altro che triti e ritriti che peraltro non vuol dire un cavoload esempio e' un argomento trito e ritrito che il berluskaiser abbia promesso prima diessere eletto che avrebbe venduto le suetelevisioni nei primi 100 giorni e' tritissimo no ? bene e chi se ne FREGA ?!?!ci dovrebbe essere una televisione appostache mandasse quell'intervista in loop24 ore al giorno, per non dimenticarebyeFrancesco- Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        qui può succedere anche se
        INTERVISTI

        QUALCUNO ...

        Guarda che anche un tuo amico
        quesrelò qualcuno per un semplice
        disegnino...non i link...ma lo ricordano
        tutti, e faresti bene a ricordarlo anche tu,
        invece di riproporre sempre le stesse cose
        trite e ritrite....
    • Anonimo scrive:
      Re: interevistare qualcuno, anche qui
      Non mi risulta che abbiano arrestato Deaglio? Come sempre c'e' qualche ''puro'' che grida sdegnato ''anche da noi... '' ... cosi' si banalizza i 7 anni ad un dissidente vietnamita e il trip nel quale viviamo scorre via tranquillo...Davide Bacarella- Scritto da: Anonimo
      qui può succedere anche se INTERVISTI
      QUALCUNO ...

      www.radioradicale.it/primopiano.php?mostra=42

      www.articolo21.com/modules.php?name=News&file

      www.megachip.info/modules.php?name=News&file=

      www.inews.it/news.asp?q_id=79747

      news2000.libero.it/index_politica_news.jhtml?

      www.articolo21.com/modules.php?name=News&file

      news2000.libero.it/index_cultura_news.jhtml?i


      www.unita.it/index.asp?topic_tipo=&topic_id=3
  • Anonimo scrive:
    Può accadere anche in Italia..
    Provate ad esprimere le vostre opinioni liberamente.. querela per diffamazione e tre anni di galera non ve li toglie nessuno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Può accadere anche in Italia..
      Tipo che la chiesa cattolica fa schifo? :s
      • Anonimo scrive:
        Re: Può accadere anche in Italia..
        - Scritto da: Anonimo
        Tipo che la chiesa cattolica fa schifo? :sQuesto è pure vilipendio alla religione! :|...altri tre anni al gabbio!
        • Anonimo scrive:
          Re: Può accadere anche in Italia..
          Io amo Dio ma penso che la chiesa lo offenda.Percio'?
          • Anonimo scrive:
            Re: Può accadere anche in Italia..
            - Scritto da: Anonimo
            Io amo Dio ma penso che la chiesa lo offenda.
            Percio'?Dio e la chiesa non sono la stessa cosa, tu puoi amare dio e non amare la chiesa, ma le leggi difendono la chiesa e non certo quell'entità divina occulta in cui tu credi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Può accadere anche in Italia..
            E' appunto questo che mi da fastidio :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Può accadere anche in Italia..
      un opinione è un conto, una diffamazione è un altro.fortunatamente se vado in piazza posso dire quello che voglio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Può accadere anche in Italia..
        Non dire cazzate, forse fino a 3 anni fa...Prova ad andare in piazza davanti al parlamento con un cartello con scritto "Berlusconi stiamo aspettando ancorache tu venda le tue televisioni entro 100 giorni come promesso!"oppure "Fini spiegaci come mai alle feste di AN il serviziod'ordine e' da sempre organizzato usando i naziskin"Prova e poi dimmi se non ti arrestano... e non dirmiche e' diffamazione, perche' son cose VERE, PROVATEE RISAPUTE ... ricordo ancora la promessa delcavaliere.... ahh le vendo tranquilli! sisi certo Del resto in italia non puoi piu nemmeno intervistareun direttore di giornale straniero che critichi lo stessocavaliere senza beccarsi censura ...Se non cambia presto il governo (e non credo) vedraiche staremo sempre piu maluccio per quanto riguardala liberta' .... iniziando con la legge sulla parcondicio...secondo sti st**zi e' normale che chi ha piu soldi lipossa usare per spendere miliardi in pubblicita'elettorale e FALSARE cosi' le elezioni...questo e' il liberismo italiano, ma liberta' non e' certo liberismoanche se le parole si assomigliano...no mi spiace ma in italia non c'e' liberta' ne di opinione,ne di parola.... dovremmo prendere esempio dall'inghilterrache pur avendo difetti peggiori dei nostri su certe liberta'non transige, basti pensare all'accoglienza quasi aduova marce che si e' beccato bush a londra...provati ad andare con un cartello con qualche criticaa lui quando verra' in italia per vedere che fine fai vaie poi se ne riparla...il problema e' proprio questo, l'italiano CREDEdi essere in un paese libero.ByeFrancesco- Scritto da: Anonimo
        un opinione è un conto, una
        diffamazione è un altro.

        fortunatamente se vado in piazza posso dire
        quello che voglio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Può accadere anche in Italia..
          quando imparate una parola nuova oltre a "berlusconi" allora possiamo parlare.Non ne posso più di sta gente che non sa dire altro che berlusconi.p.s. la politica non mi interessa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Può accadere anche in Italia..
          - Scritto da: Anonimo

          Non dire cazzate, forse fino a 3 anni fa...AHAHAHAHAHAHAHAHAH :-D :-D
          secondo sti st**zi e' normale che chi ha piu
          soldi li
          possa usare per spendere miliardi in
          pubblicita'
          elettorale e FALSARE cosi' le elezioni...E' ormai chiaro che avete una specie di catechismo, distribuito attraverso fogli di carta da culo travestiti da quotidiani, in cui vengono regolarmente divulgate queste idiozie sesquipedali come prontuario per menti deboli. Somigliano ad una spiegazione della realtà come delle protoscimmie che tentino di disegnare il sistema solare con dei gessetti sul muro di una caverna. A questo punto, la lattura di certi post è motivata da un vero interesse socioantropologico: scoprire se una parvenza di facoltà intellettive tipiche di un primate si annida davvero dietro gli invii di questi soggetti, oppure se si tratta solo di messaggi inviati da computer impazziti, pallidi tentativi di vita artificiale, aborti di reti neurali mal progettate, sistemi esperti definitivamente bacati.In particolare, questa idiozia è decisamente notevole e la dice lunga sull'assenza delle vostre capacità cognitive. In questa visione, le elezioni si vincono esclusivamente tramite pubblicità televisiva, assimilando i cittadini votanti a massaie ebeti, ignoranti e facilmente influenzabili da spot e gingles, messaggi subliminali e blandizie da sicofanti. Non vi sfiora neppure (e come potrebbe? Siete solo degli automi pavloviani ben indottrinati fin dalla culla, tutti maledettamente uguali...) l'idea che un cittadino normodotato, compiuti gli studi dell'obbligo, voti sostanzialmente sulla base di programmi concreti ed esperienze trascorse, nonché guidato da fattori come stima personale dei candidati, legittima prevalenza del proprio interesse personale, locale e di categoria, senso di appartenza, coerenza ideologica... Se non altro, avete almeno una pallida intuizione del vostro inconsistente livello intellettivo: la tremenda fallacia logica consiste nell'applicare tale stima del QI, per estensione ed analogia, al resto della cittadinanza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Può accadere anche in Italia..
            Senti bbbbello,Credi di fare il ganzo scrivendo un commentinopieno di cazzate tirate a caso come COGNITIVO ePAVLOTIANO ?Mi fai davvero ridere, ti mangio la pappa in testaquando vuoi caro mio :)Ne ho conosciute molte persone che amavanousare la parola COGNITIVO, peccato che la usavano(come te del resto) sempre senza cognizione di causa.Caro mio mi sa che ti sei proprio imbattuto nellapersona sbagliata .... e non sai quanto povero te !ahaahahahahahaha rido davvero di gustoa rileggere il tuo commento pieno di nientecon il quale mi dai ragione tuo malgrado! :Dper fortuna che oltre alla massa informe e inerme (oltre che id*ot*) dell'elettorato destrorso ci sonoanche delle simpatiche maschere come tealtrimenti sarebbe solo una tristezza leggervi...cosi' invece si puo' anche fare 4 belle risate senza nemmeno pagare il biglietto del cinema :)e comunque ribadisco che si, le elezioni si vinconocon i soldi, e con i media.... mi pare che anche un certo Bush sia arrivato al potere nello stesso modo....o mi sbaglio ? ahh no e' vero...lui le ha rubate proprio!..... gia giaTi ripeto, stai attento all'uso delle parole, non e'certo riempiendo una frase di mille parole inutiliche ti guadagni il bollino di intelligentone..... fai solo ancora piu tristezza dei tuoi camerati che neanche sanno una parole di italiano.Ciaociao bbbbello.Francesco


            secondo sti st**zi e' normale che chi
            ha piu

            soldi li

            possa usare per spendere miliardi in

            pubblicita'

            elettorale e FALSARE cosi' le
            elezioni...

            E' ormai chiaro che avete una specie di
            catechismo, distribuito attraverso fogli di
            carta da culo travestiti da quotidiani, in
            cui vengono regolarmente divulgate queste
            idiozie sesquipedali come prontuario per
            menti deboli. Somigliano ad una spiegazione
            della realtà come delle protoscimmie
            che tentino di disegnare il sistema solare
            con dei gessetti sul muro di una caverna.

            A questo punto, la lattura di certi post
            è motivata da un vero interesse
            socioantropologico: scoprire se una parvenza
            di facoltà intellettive tipiche di un
            primate si annida davvero dietro gli invii
            di questi soggetti, oppure se si tratta solo
            di messaggi inviati da computer impazziti,
            pallidi tentativi di vita artificiale,
            aborti di reti neurali mal progettate,
            sistemi esperti definitivamente bacati.

            In particolare, questa idiozia è
            decisamente notevole e la dice lunga
            sull'assenza delle vostre capacità
            cognitive. In questa visione, le elezioni si
            vincono esclusivamente tramite
            pubblicità televisiva, assimilando i
            cittadini votanti a massaie ebeti, ignoranti
            e facilmente influenzabili da spot e
            gingles, messaggi subliminali e blandizie da
            sicofanti. Non vi sfiora neppure (e come
            potrebbe? Siete solo degli automi pavloviani
            ben indottrinati fin dalla culla, tutti
            maledettamente uguali...) l'idea che un
            cittadino normodotato, compiuti gli studi
            dell'obbligo, voti sostanzialmente sulla
            base di programmi concreti ed esperienze
            trascorse, nonché guidato da fattori
            come stima personale dei candidati,
            legittima prevalenza del proprio interesse
            personale, locale e di categoria, senso di
            appartenza, coerenza ideologica...

            Se non altro, avete almeno una pallida
            intuizione del vostro inconsistente livello
            intellettivo: la tremenda fallacia logica
            consiste nell'applicare tale stima del QI,
            per estensione ed analogia, al resto della
            cittadinanza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Può accadere anche in Italia..
            A proposito di parole difficili per i mentecatti, come si definisce uno che crea un post come quello a cui sto rispondendo (7/8 dedicati a cercare inutilmente di offendere stillando impotenza e senso di inferiorità in ogni sillaba, e in chiusura solo la ripetizione pedissequa di un concetto idiota, senza aggiungere uno straccio di motivazione o di spunto dialettico) ?
          • Ics-pi scrive:
            Re: Può accadere anche in Italia..
            Satana? ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Può accadere anche in Italia..
      - Scritto da: Anonimo
      Provate ad esprimere le vostre opinioni
      liberamente.. querela per diffamazione e tre
      anni di galera non ve li toglie nessuno.Hai ragione.Aspettasti presto una visitina.
Chiudi i commenti