Internet sta plasmando la Famiglia 2.0?

Il nucleo familiare tradizionale sta subendo numerosi cambiamenti grazie alla penetrazione sempre più capillare di Internet. Lo sostengono gli analisti di Yahoo! in uno studio condotto su 4783 utenti in 16 paesi differenti

Roma – Dopo il Web 2.0 è il tempo della Famiglia 2.0 : tecnologica, dinamica, tenuta assieme dai mezzi di comunicazione interpersonale. Internet sta modificando in maniera drammaticamente veloce le dinamiche del nucleo familiare tradizionale, secondo uno studio condotto da Yahoo!. La ricerca, condotta in 16 paesi su un campione rappresentativo di 4783 utenti, ha scoperto che le famiglie del 34% degli intervistati “soffrirebbero” se non fossero disponibili email, computer e comunicazione mobile.

Le tecnologie telematiche accorciano le distanze e questo si rivela un vero e proprio toccasana per la famiglia. Grazie ad Internet è possibile che genitori e figli possano comunicare in tempo reale anche se distanti. I sistemi di messaggistica istantanea danno modo ai genitori impegnati in ufficio di stare in contatto con i figli.

Computer ed informatica permettono un’organizzazione più razionale e più “multitasking” della vita familiare, secondo gli esperti che hanno condotto la ricerca: l’uso di software rende i processi decisionali molto più semplici e più “democratici”, anche grazie all’alto grado d’alfabetizzazione informatica delle famiglie più giovani.

Per il 66% degli intervistati, si legge nella ricerca, i figli sono i veri geni tecnologici che influenzano maggiormente le attività su Internet dell’intero nucleo familiare: dall’acquisto di prodotti e servizi attraverso negozi online fino all’organizzazione di attività ricreative. Tuttavia, il problema più grande delle “famiglie 2.0” sembra risiedere nella sedentarietà dei membri più giovani: per il 31% delle famiglie statunitensi, ad esempio, i figli trascorrono troppo tempo di fronte ad un computer e dovrebbero passare più tempo all’aria aperta.

La distribuzione di contenuti multimediali attraverso Internet sta inoltre trasformando il “rituale” della famiglia raccolta di fronte al televisore. In Cina, ad esempio, il 59% degli intervistati ha dichiarato di guardare film ed altri spettacoli assieme ai familiari davanti allo schermo del computer. I contenuti, in questo caso, vengono scaricati direttamente dalla Rete.

La tecnologia sta quindi diventando parte integrante della vita di tutti i giorni: ad ogni modo, come hanno ricordato alcuni analisti di Jupiter Research , è ancora impossibile determinare se la famiglia stia davvero mutando a livello globale. Sono necessari ulteriori studi etnografici e sociologici prima di arrivare a conclusioni davvero rilevanti.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Mostruoso BUG su Google Maps
    http://tinyurl.com/eekcj
  • Guybrush scrive:
    La lezione della gallina
    Le uova d'oca sono ottime. Nutrienti. Sono piu' grosse... e anche l'oca domestica puo' produrne in quantita' pari a quelle di gallina.Pero' quando l'oca fa l'uovo sta zitta, o emette un timido "qua".La gallina quando fa il suo ovetto... strilla come un'aquila (e guardando il becco che ha, i rostri e gli artigli con cui fa strage di vermi, ma anche serpi e vipere si capisce che un tempo non era il pacifico pennuto da cortile che ora e') e tutti se ne accorgono.La morale?Hai mai trovato uova d'oca al supermarket?Che c'entra con google?C'entra: se non hai visibilita' finisci come le uova dell'oca, ignorato da tutti.
    GT
  • Anonimo scrive:
    Se fossi al posto dei capoccia di Google
    Dopo questa frase piu' che eloquente :""Ad ogni modo, anche se la nostra attività è pienamente legale", ha dichiarato Eun, "rispettiamo sempre le decisioni degli editori, qualora non volessero che i loro contenuti siano indicizzati"."Se tanto mi da tanto, anche "sconfiggere" google in questa battaglia non portera' a nulla, anzi...Google potrebbe sempre decidere di non indicizzare piu' alcuni tipi di contenuti...eheh, poi vallo a spiegare agli utenti come mai il tuo sito non si trova su google...
    • Alessandrox scrive:
      Re: Se fossi al posto dei capoccia di Go
      Al limite basterebbe far funzionarte robot.txt al contrario... indicizzazione esplicita invece che implicita. Un po' meno immediata ma comunque fattibile no?- Scritto da:
      Dopo questa frase piu' che eloquente :
      ""Ad ogni modo, anche se la nostra attività è
      pienamente legale", ha dichiarato Eun,
      "rispettiamo sempre le decisioni degli editori,
      qualora non volessero che i loro contenuti siano
      indicizzati"."

      Se tanto mi da tanto, anche "sconfiggere" google
      in questa battaglia non portera' a nulla,
      anzi...
      Google potrebbe sempre decidere di non
      indicizzare piu' alcuni tipi di
      contenuti...

      eheh, poi vallo a spiegare agli utenti come mai
      il tuo sito non si trova su
      google...
      • Anonimo scrive:
        Re: Se fossi al posto dei capoccia di Go
        Ma per caso hai scoperto ieri il funzionamento del robot.txt? Ti sei esaltato talmente tanto per la scoperta, che adesso vai in giro con una maglietta con scritto "usate robot.txt" ? I tuoi interventi sono sempre uguali... News: "Opportunity scatta nuove foto di un cratere su marte"Alessandrox: "Ah, se usasse Robot.txt, gli verrebbero anche belle nitide..."Andrea- Scritto da: Alessandrox
        Al limite basterebbe far funzionarte robot.txt al
        contrario... indicizzazione esplicita invece che
        implicita. Un po' meno immediata ma comunque
        fattibile
        no?


        - Scritto da:

        Dopo questa frase piu' che eloquente :

        ""Ad ogni modo, anche se la nostra attività è

        pienamente legale", ha dichiarato Eun,

        "rispettiamo sempre le decisioni degli editori,

        qualora non volessero che i loro contenuti siano

        indicizzati"."



        Se tanto mi da tanto, anche "sconfiggere" google

        in questa battaglia non portera' a nulla,

        anzi...

        Google potrebbe sempre decidere di non

        indicizzare piu' alcuni tipi di

        contenuti...



        eheh, poi vallo a spiegare agli utenti come mai

        il tuo sito non si trova su

        google...
        • Anonimo scrive:
          Re: Se fossi al posto dei capoccia di Go
          - Scritto da:
          Ma per caso hai scoperto ieri il funzionamento
          del robot.txt? Ti sei esaltato talmente tanto per
          la scoperta, che adesso vai in giro con una
          maglietta con scritto "usate robot.txt" ? I tuoi
          interventi sono sempre uguali...


          News: "Opportunity scatta nuove foto di un
          cratere su
          marte"
          Alessandrox: "Ah, se usasse Robot.txt, gli
          verrebbero anche belle
          nitide..."

          AndreaFin quando c'è gente in giro che va dicendo che i motori di ricerca rubano le pagine, mi sembra utile ripeterlo fino allo sfinimento.
  • Alessandrox scrive:
    Ma chi vuoi convincere....
    Se editori e giornalisti sono ignoranti come CAPRE (e pure spesso trattano di tecnologia e informazione, *da ignoranti*) o in malafede (una terza via non e' data, logicamente) e non conoscono o non vogliono usare i robot.txt, se non ne vogliono sapre di tag appositi che cosa ci possiamo fare?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi vuoi convincere....
      No gli editori sperano in questo:http://today.reuters.com/news/articlenews.aspx?type=internetNews&storyID=2006-09-22T132105Z_01_L22732625_RTRUKOC_0_US-MEDIA-PUBLISHERS-SEARCH.xml&pageNumber=0&imageid=&cap=&sz=13&WTModLoc=NewsArt-C1-ArticlePage2Aspetta e spera!
Chiudi i commenti