Io l'ADSL l'ho avuto così

Come spingere Telecom Italia ad attivare zone non coperte? Una possibile via è quella tentata con successo da un lettore di Punto Informatico


Roma – Gentile redazione, all’inizio del mese ho scritto sul forum A proposito di esclusi dall’Adsl proponendo una modalità di intervento nei confronti di Telecom Italia e chiedendo l’opinione dei lettori. Oggi, giorno di parziale pausa professionale, scrivo per aggiornarVi sull’esito della mia iniziativa.

Ho scritto una raccomandata a.r. alla Telecom chiedendo che mi venissero indicate le motivazioni tecniche per il mancato collegamento Adsl alla mia abitazione ed indicando che, a mio avviso, la Telecom non fornendo il servizio a chi aveva un abbonamento, sarebbe incorsa nel reato di interruzione di pubblico servizio: ho indicato, da ultimo, che scrivevo perché le mie richieste al call center erano cadute nel vuoto.

Il giorno successivo al ricevimento della raccomandata sono stato contattato sul mio cellulare da un tecnico Telecom che mi ha fornito alcune informazioni utili a tutti:

1) Telecom, per fornire il servizio Adsl, deve solo collegare nella propria centrale una scatola ai numeri telefonici che collegano la zona interessata (da qui il mancato collegamento di 2 abbonati, vicini di casa ma collegati diversamente presso la centrale Telecom);

2) Mi è stato riferito che, nel mio paese ed in quelli confinanti, non risultavano richieste di collegamento e, forse per questo motivo (così sosteneva il tecnico) non si procedeva al collegamento;

3) Telecom non perde un centesimo se poi l’abbonato si collega con un altro operatore perché tutte le linee vengono sempre gestite da Telecom sia per la trasmissione dei dati internet e voce che per la manutenzione, e che per questo viene pagata dagli altri operatori.

4) I call center che ricevono le richieste dalle 16.00 del Venerdì alle 07.00 del Lunedì sono gestiti da società esterne a Telecom e (così sosteneva il tecnico) non sempre segnalano le richieste di collegamento Adsl.

CONCLUSIONE: Ho messo un cartello con allegato un foglio per indicare il numero telefonico e mettere una firma per la richiesta di collegamento, presso la Farmacia, i bar del paese e l’edicola. Dopo 3 giorni ho raccolto i fogli, chiamata la Telecom un agente del servizio commerciale di zona ha preso appuntamento con me e da ieri abbiamo l’Adsl.

Spero che l’ accaduto possa aiutare qualcuno.

Buon lavoro,
lettera firmata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    La verità è....
    ..che vi è un vasto sottobosco di commercio illegale di sim "anonime".. alimentato soprattutto da extracomunitari clandestini, che quindi avrebbero difficoltà a presentare documenti e codici fiscali.. ma alimentato anche da personaggi nostrani che per varie ragioni non vogliono comparire come intestatari delle sim o delle relative telefonate nè essere "visibili" o ricostruibili nei propri movimenti.. Ovvero ricercati per motivi penali o malavitosi veri e propri, gente con lunghe storie di protesti e fallimenti e torme di creditori alle calcagna, grossi evasori fiscali totali, estremisti di entrambe le sponde che ovviamente non vogliono "monitoraggi" da parte delle forze dell'ordine.. Io stesso mi sono di recente sentito proporre un "aumm aumm" in un centro sociale da una tipa per un'offerta di una sim Vodafone anonima, con tanto di 10 eurini di traffico incluso. Questo incidentalmente, dopo avermi raccontato come se ne era procurata una a sua volta perchè sospettava di essere intercettata nelle mail,nelle telefonate e spiata nei suoi spostamenti dalla polizia... Il che non vuol dire nè che i centri sociali siano responsabili di tale commercio, nè che dentro di essi tali "occasioni" siano diffuse e generalizzate.. però sicuramente quella scheda sarebbe stata intestata ad un'ignaro signor Rossi qualsiasi...
    • Anonimo scrive:
      Re: La verità è....
      vangelo
    • Anonimo scrive:
      Re: La verità è....
      Non a caso vedo gli spacciatori, marocchini clandestini quasi sempre, senza uno straccio di documento, dotati tutti di cellulare!Si appostano in punti chiave a fare il palo con il cellulare in mano, pronti ad avvertire se vedono polizia. Formano un perimetro di sicurezza e al centro quelli che prendeono i soldi ... e che a loro volta via cellulare avvisano quelli che hanno le bustine nascoste da qualche parte ...... e tutti questi cellulari a chi sono intestati???Ma forse adesso che e' illegale arrestarli in flagranza di reato, e' illegale accompagnarli alla frontiera, e' illegale riprenderli con telecamere di sicurezza a meno che non siano molto sfuocate (che nessuno tocchi la privacy di uno spacciatore clandestino!) ... forse ora lo Stato sara anche tenuto a fornire SIM anonime!
  • Anonimo scrive:
    Per non parlare dei contratti Wind
    ...da quel che vedo, il 70% degli italiani dovrebbe usare i servizi fissi della Wind... Oramai quasi tutti ricevono le bollette bimestrali della Wind con 10/15 euro di addebito... Purtroppo qualche vecchietto le paga pur non sapendo cosa vuol dire Wind...Queste sconosciute realtà italiane...
  • Anonimo scrive:
    possono anche non dirlo ?
    se telefono ai vari numeri verdi chiedendo se sono intestatatio di carte sim, da quello che ho letto l articolopossono anche dirmi che non ne ho malgrado invece ne abbia?insomma anche difronte alla polizia non volevano dare i datiquindi figuriamoci se un cittadino normale chiede info...
  • Anonimo scrive:
    I soliti rivenditori truffatori
    Adesso i molti che in passato nei vari forum hanno detto "io ho comprato una SIM preattivata e non ho dovuto dare nessuna fotocopia di documento", possono spiegarsi il perché.Evidentemente i rivenditori attivano molte SIM con una sola fotocopia di documento di identità...
    • sinadex scrive:
      Re: I soliti rivenditori truffatori
      3 anni fa comprai una sim Tim e il negozio non mi chiese nulla... solo di fare una teleonata qualsiasi perchè il primo addebito automaticamente attivava la scheda
  • Anonimo scrive:
    Sicuramente e' TIM
    solo una "grande azienda" come quella e' capace di fare una cosa simile... e poi riderci dietro, alla faccia sia del Garante che del malcapitato di turno
    • Anonimo scrive:
      Re: Sicuramente e' [...]

      solo una "grande azienda" come quella e'
      capace di fare una cosa simile... e poi
      riderci dietro, alla faccia sia del Garante
      che del malcapitato di turnoNon so se si tratta dello stesso caso... ma sicuramente una cosa sorprendentemente simile è accaduta per un operatore telecomico che ha un nome sorprendente simile a quello che tu hai citato.Per motivi lavorativi mi è capitato di venire a conoscenza della situazione; i tipi della società suddetta spiegavano la cosa come causata da:A) venditori che "piazzavano" contratti anonimi (ma a qualcuno dovevano pur intestare la SIM) per fare "favori" (capisc'amme...) o per sveltire le attivazioni;B) venditori che puntavano ai "premi di produzione" per aver attivato tot SIM in tot tempo: se le compravano loro e poi le rivendevano successivamente (e ovviamente a qualcuno dovevano intestare i contratti).La situazione era nota da tempo, ma il motivo per il quale all'improvviso si agitarono tutti pare fosse l'apparire di una denuncia; fatta qualche query sul DB dei clienti venne fuori che c'era uno con un numero di contratti sorprendentemente simile a quello citato nell'articolo. Ma quello era solo il caso più notevole; ne potremmo vedere di tutti i colori...
  • The FoX scrive:
    E' successo anche a mio padre!!!
    Si e' ritrovato intestatario di una SIM Omnitel, nonostante lui sia sempre stato cliente TIM...L'ha scoperto per puro caso quando la Vodafone gli ha mandato a casa un depliant con una promozione...Risultava attivata ad Udine, dove lui non era mai stato!!!CMQ, mi sono occupato io di far sospendere il numero e di inviare una raccomandata r/r alla Vodafone con cui si disconosceva tutto il traffico fatto con la SIM incriminata.Solo che mio padre non ha voluto sporgere denuncia, come invece consigliato da una mia amica magistrato.Come infatti si evince dall'articolo, purtroppo non si sa' mai cosa puo' avere fatto chi ha usato l'utenza truffaldinamente intestata...==================================Modificato dall'autore il 19/07/2004 9.26.04
    • Anonimo scrive:
      Re: E' successo anche a mio padre!!!

      Solo che mio padre non ha voluto sporgere
      denuncia, come anche consigliato da una mia
      amica magistrato.
      Come infatti si evince dall'articolo, non si
      sa' mai cosa puo' avere fatto chi ha usato
      l'utenza truffaldinamente intestata...mi pare che il sillogismo qui faccia più di una piega
      • The FoX scrive:
        Re: E' successo anche a mio padre!!!
        - Scritto da: Anonimo
        mi pare che il sillogismo qui faccia
        più di una piegaScusate... l'ora tarda... ora correggo!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: E' successo anche a mio padre!!!
          ... ed è successo anche a me.Solo che io mi sono ritrovata intestataria di ben 4 schede TIM, essendo invece cliente omnitel da sempre.Stesso discorso dell'articolo, arrivata lettera pubblicitaria a casa, la TIM non voleva darmi i dati delle schede, solo un operatore un po' più ragionevole mi ha dato qualche informazione in +. Fatta denuncia ai carabinieri, mandata diffida alla TIM.Ogni tanto però telefono per sapere se mi hanno intestato altro...gnx
Chiudi i commenti