iOS 5 Beta 2, stop al downgrade?

iOS 5 Beta 2, stop al downgrade?

La nuova versione developer del firmware Apple introduce gli aggiornamenti "over the air" e nuovi sistemi di autenticazione che potrebbero complicare il jailbreak
La nuova versione developer del firmware Apple introduce gli aggiornamenti "over the air" e nuovi sistemi di autenticazione che potrebbero complicare il jailbreak

Con la seconda Beta di iOS 5, iPhone e iPad compiono il primo passo verso gli aggiornamenti di sistema OTA (Over The Air). Questa release del firmware, dedicata agli sviluppatori, include infatti l'opzione per scaricare nuovi update via 3G o WiFi, direttamente con il dispositivo mobile, senza passare dal computer con iTunes .

Come anticipato nella recente presentazione Apple, a partire dalla versione 5.0 iOS supporterà in maniera nativa questi aggiornamenti “volanti” che consentiranno di effettuare l'upgrade di smartphone e tablet, anche in mobilità. In ogni caso, il download via rete 3G sarà disponibile soltanto se la dimensione del file rilasciato da Cupertino non supererà un certo limite, come accade già con le applicazioni sullo store. Per poter testare a fondo il nuovo sistema bisognerà ovviamente attendere l'arrivo di una Beta 3 da scaricare.

Con le nuove funzioni di iOS 5 Apple spera anche di mettere i bastoni tra le ruote al famigerato “jailbreak”. Al momento è ancora possibile evitare un aggiornamento ufficiale o ritornare ad una vecchia versioni di iOS “sbloccabile”, ma la versione stabile del firmware che uscirà in autunno potrebbe rendere la vita più difficile a chi volesse smanettare con il proprio dispositivo.

Fino ad oggi i fan del jailbreak hanno salvato le loro personali chiavi SHSH prima di aggiornare ad una nuova versione, in modo da poter ripristinare in caso di problemi. Il nuovo sistema di autenticazione a cui sta pensando Apple prevede però nuove e diverse chiavi SHSH ad ogni riavvio del dispositivo. Sarà la fine del downgrade?

Tra le altre novità “wireless” introdotte dalla Beta 2 spicca la funzione WiFi Sync che permette la sincronizzazione con la libreria multimediale di iTunes su PC e Mac, senza bisogno del cavetto USB. A partire da iOS 5 sarà anche possibile entrare nella modalità d'emergenza chiamata Recovery senza cablare device e computer.

Roberto Pulito

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

28 06 2011
Link copiato negli appunti