iPad, parole scritte

Messo alla prova il tablet con applicazioni pensate per notizie, libri e fumetti. La video-prova di Punto Informatico

Roma – Ventiquattro ore sono poche per arrivare ad esprimere un giudizio definitivo su iPad, ma stiamo sfruttando questi minuti per cercare di farci un’idea precisa dei limiti e delle capacità della tavoletta Apple.

La batteria, vera incognita viste le prime esperienze con iPhone 3G, sembra comportarsi davvero alla grande. Da questa mattina, alle 10 era carica al 100 per cento, si è sorbita 40 minuti di video HD (consumando uno scarso 3 per cento del totale dell’energia accumulata), navigazione pressoché costante, un’oretta di riprese video (il risultato è postato di seguito) e pure la posta scaricata automaticamente ogni 15 minuti. Tuttora l’indicatore sullo schermo, ore 18:30, segna poco meno del 50 per cento (47, per la precisione): abbastanza per poter andare avanti tutta la serata a guardare video e navigare.

Ecco un po’ di test di applicazioni dedicate all’informazione, un settore che senz’altro ha riposto grandi speranze in iPad: di seguito le prove delle app di USA Today, BBC, Reuters e due outsider come E*Trade e WeatherBug.

Qui, invece, abbiamo messo alla prova tre delle applicazioni più ambite e scaricate del momento: iBooks, ovvero lo store di libri di Apple, Kindle e Marvel Comics . Il risultato è davvero intrigante, con in testa alle preferenze senz’altro l’app per gustarsi le gesta dell’Uomo Ragno: quest’ultima propone una maniera senz’altro innovativa e appagante per gustarsi le avventure dei supereroi.

Tornando all’usabilità, Nella serata di ieri abbiamo provato a guardare un po’ di filmati in poltrona e a letto: in quel caso l’ergonomia è effettivamente migliore, ma il peso resta il principale limite del prodotto. Per quanto riguarda la lettura in piena luce , altra domanda posta nei commenti, purtroppo oggi a Roma il cielo era nuvoloso: ci riproveremo nel weekend, e vi terremo informati.

Se avete altre domande, continuate a postarle nei commenti : stiamo raccogliendo le più interessanti e quelle che pensiamo possano soddisfare più curiosità possibili, e speriamo di darvi una risposta nel corso dei prossimi giorni.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mario Verdi scrive:
    Firefox 3.6.4 a inizio maggio non giugno
    Firefox 3.6.4 uscirà il 4 maggio, non a inizio giugno come scritto nell'articolo.https://wiki.mozilla.org/Releases
  • suc scrive:
    Peccato che IE8 ce l'ha già
    Peccato che IE8 ce l'ha già da un bel pezzo questa feature
  • lalla63 scrive:
    veramente rilasciata 8/4 italiano nobeta
    Ad essere un pò più precisi, è stata rilasciata in versione release in italiano il giorno 8 aprile, dopo 2 build di release candidate.E' la versione 3.6.3plugin1http://releases.mozilla.org/pub/mozilla.org/firefox/releases/
  • Robert Renzetti scrive:
    Plugin Crashes Under Control
    E'già disponibile anche in firefox 3.7 alpha 5 pre-release
    • suc scrive:
      Re: Plugin Crashes Under Control
      - Scritto da: Robert Renzetti
      E'già disponibile anche in firefox 3.7 alpha 5
      pre-releasese per questo anche in IE8 final!
  • Andreabont scrive:
    Buona notizia.
    Ora manca solo la riduzione delle risorse richieste per navigare, è ancora troppo pesante se confrontato a Chrome o Opera.
    • Diego scrive:
      Re: Buona notizia.
      Con una sola scheda... prova ad aprire 7-8 schede in firefox e Chrome e confronta.
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Buona notizia.
      Firefox ha la migliore gestione della memoria, Chrome a confronto è un pachiderma nel consumo di ram, pare che sia dovuto ai processi separati.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 aprile 2010 10.59-----------------------------------------------------------
      • Matteo Italia scrive:
        Re: Buona notizia.
        Per quanto io usi sempre Firefox, ti ricordo che sommare la memoria richiesta da ciascun proXXXXX di Chrome e confrontare il risultato con la memoria impiegata dall'unico proXXXXX di Firefox non è corretto, visto che parte della memoria di ciascun proXXXXX di Chrome è in condivisione con gli altri, e di fatto esiste una volta sola nella memoria reale.Non dubito comunque che sia leggermente più pesante, proprio perché i processi (su Windows) sono oggetti piuttosto pesanti.
        • collione scrive:
          Re: Buona notizia.
          beh naturale, da che mondo è mondo, i processi hanno sempre consumato più memoria dei threadtant'è che su linux pthread è stata acclamata come una vittoria contro il brutto e cattivo forkun proXXXXX è un bel problema visto che devi replicare il pcb e la tabella delle pagine
          • panda rossa scrive:
            Re: Buona notizia.
            - Scritto da: collione
            un proXXXXX è un bel problema visto che devi
            replicare il pcb e la tabella delle
            pagineAdesso invece, grazie al legittimo impedimento, i processi si potranno rimandare a chissa' quando, risolvendo di fatto il problema.
          • Anonimo Veneziano scrive:
            Re: Buona notizia.
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: collione


            un proXXXXX è un bel problema visto che devi

            replicare il pcb e la tabella delle

            pagine

            Adesso invece, grazie al legittimo impedimento, i
            processi si potranno rimandare a chissa' quando,
            risolvendo di fatto il
            problema.Quoto in pieno!!!!
          • Shu scrive:
            Re: Buona notizia.
            - Scritto da: collione
            beh naturale, da che mondo è mondo, i processi
            hanno sempre consumato più memoria dei
            threadMolto poco. Già in Linux 2.4, ma ancora di più nel 2.6, la differenza è minima, perché viene adottato il copy on write, quindi le parti di memoria che non vengono modificate diventano semplici puntatori alla stessa area di memoria.Con il kernel 2.6.9 (mi pare, giù di lì) addirittura creare processi e thread costa uguale in termini di risorse.
            tant'è che su linux pthread è stata acclamata
            come una vittoria contro il brutto e cattivo
            forkStai parlando di una decina di anni fa abbondanti. Oggi, come dicevo, è indifferente, e conviene usare processi sempre e comunque perché sono più semplici da gestire e più "solidi".Bye.
        • gnulinux86 scrive:
          Re: Buona notizia.
          Leggermente più pesante!? :|
      • me stesso scrive:
        Re: Buona notizia.
        "hai" processi separati ?ahi ahi ahi!
        • me medesimo scrive:
          Re: Buona notizia.
          - Scritto da: me stesso
          "hai" processi separati ?

          ahi ahi ahi!capirai che novità....hai appena corretto l'analfabeta di PI
    • lalla63 scrive:
      Re: Buona notizia.
      Più che altro manca, e continuerà a mancare perchè non è prevista in nessuno sviluppo, la modalità protetta.Ed è una grave mancanza.
Chiudi i commenti