iPhone 2 sarà 3G

Nell'ultima beta del SDK compaiono chiari riferimenti a un chip HSDPA. E tutto farebbe pensare che il nuovo melafonino arriverà al WWDC. Mentre per i Mac è disponibile un misterioso aggiornamento

Roma – iPhone di terza generazione in arrivo, ormai è quasi una certezza. Pochi giorni fa, il celebre giornalista del Wall Street Journal Walt Mossberg aveva confermato che entro un paio di mesi al massimo un nuova versione del cellulare di Cupertino sarebbe arrivata sul mercato – salvo ritrattare tutto nelle scorse ore. Ora, tra le righe del codice del nuovo SDK (5A240d) distribuito due giorni fa ai beta-tester è comparso un chiaro riferimento ad un chip che potrebbe equipaggiare la prossima versione del melafonino rendendolo compatibile con le reti UMTS 3.5G.

Il chip che potrebbe equipaggiare il prossimo iPhone 3G Prodotto dalla tedesca Infineon, il chip PMB8878 denominato S-GOLD3H è in grado di garantire connettività HSDPA category 8 (7.2 megabit in download) e WCDMA, oltre a quella EDGE già presente nel suo predecessore S-GOLD2 ( PMB8876 ) attualmente a bordo dell’iPhone in commercio. Inoltre, il nuovo processore dovrebbe permettere anche l’adozione di una fotocamera fino a 5 megapixel , l’introduzione di uno slot SD e consentirebbe persino l’aggiunta di un modulo DVB-H.

Non è chiaro quante di queste feature potranno apparire nel prossimo iPhone, e non è detto che alla Apple pensino di includere una radio FM nel loro terminale (una possibilità offerta dal S-GOLD3H). Ma ciò che invece è sempre più certo, è che il rilascio del firmware 2.0, previsto per giugno, potrebbe coincidere con il lancio della nuova versione del cellulare, e ciò potrebbe anche avvenire in molti altri paesi oltre gli USA.

Ora, infatti, si comincia a parlare della possibilità che iPhone arrivi anche in Australia : secondo le indiscrezioni, il periodo fissato per lo sbarco sarebbe ancora fine giugno, il telefono potrebbe essere venduto senza alcun blocco e dovrebbe essere possibile utilizzarlo con diversi operatori. I rumor dicono che potrebbe essere venduto da qualunque rivenditore e, poiché c’è un solo operatore australiano con una rete EDGE, verrebbe rafforzata l’ipotesi che si tratti di un terminale 3G . Una prospettiva, questa della liberalizzazione, che potrebbe fare felici anche i consumatori del Belpaese.

Il codice dell'ultimo SDK Sono molte le cose che Apple non svela sul futuro di iPhone. Mistero fitto , poi, anche sull’ aggiornamento del firmware di iMac e dell’intera linea MacBook, rilasciato nella giornata di ieri. Le uniche informazioni fornite nel pacchetto spiegano che “Questo aggiornamento risolve molte problematiche e migliora la stabilità di MacBook Air, MacBook, MacBook Pro e iMac”. L’aggiornamento è disponibile automaticamente nella lista della utility di sistema solo per i prodotti equipaggiati con chipset Santa Rosa, ma al momento nessuno è stato in grado di stabilire con chiarezza quali bug sia destinato a risolvere e se riesca appieno nel suo intento.

Luca Annunziata

( fonte immagine )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pippo scrive:
    ma la versione per linux?
    come da oggetto
    • sylvaticus scrive:
      Re: ma la versione per linux?
      credo che occorre aspettare il rilascio di AIR per Linux (credo ci sia una beta in giro, o comunque è stata annunciata da quelli di ADOBE..)
  • alx scrive:
    solo negli usa
    Viene rilasciato solo negli stati uniti. Viste le trasmissioni, dubito che lo vedremo in Italia. Sorse attraverso un proxy?
    • Gian scrive:
      Re: solo negli usa
      - Scritto da: alx
      Viene rilasciato solo negli stati uniti. Viste le
      trasmissioni, dubito che lo vedremo in Italia.
      Sorse attraverso un
      proxy?Hai provato a disabilitare il firewall che ti impedisce di far funzionare il cervello all'una di notte? Magari non scrivi sciocchezze.
Chiudi i commenti