iPhone OS è 3.1.3

Nuovo aggiornamento software per il firmware targato Apple. Risolverebbe alcuni problemi legati alla sicurezza e mette una croce sopra la sincronizzazione via USB delle applicazioni

Roma – Apple ha rilasciato il suo ultimo aggiornamento software per iPhone e iPod Touch: il firmware che muove i due prodotti made in Cupertino arriva quindi alla versione 3.1.3 e si porta dietro 291 MB di importanti migliorie in materia di sicurezza e usabilità.

È stato risolto un problema che riguardava la mancata riuscita del lancio di applicazioni sviluppate da terzi , la cui risoluzione “amatoriale” consisteva fino a questo momento in una fastidiosa reinstallazione: tuttavia sul forum di discussione ufficiale di Apple compaiono post in merito ad alcuni presunti difetti relativi proprio all’aggiornamento 3.1.3 .

Apple è intervenuta anche per rafforzare la sicurezza di CoreAudio, il motore WebKit, ImageIO e Recovery Mode: in mancanza di questi accorgimenti sarebbe possibile far girare codice malevolo da remoto. Oltre a ciò la Mela ha decretato la fine della sincronizzazione delle app via USB , sottolineando come agli sviluppatori non sia mai stato concesso di avvalersi di tale funzione: a farne le spese, tra le altre, è Stanza , un’applicazione prodotta da Lexycle che consente la condivisione di decine di migliaia di ebook.

Contemporaneamente è stato rilasciato anche il nuovo SDK 3.1.3 dedicato agli sviluppatori interessati a creare e candidare le proprie applicazioni per un posto in App Store. Chi invece si volesse prodigare sviluppando per iPad dovrà scaricare la versione 3.2 preparata esclusivamente per i tablet Apple in uscita a marzo.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Australiano scrive:
    Qualche precisazione
    La legge si applicava solamente alle settimane prima di un'elezione, ed è stata prontamente ritirata in seguito alle proteste ed all'intervento del premier del South Australia.E' curioso notare come il procuratore che l'aveva emanata faccia parte del partito democratico, ovvero quello "di sinistra".
  • Alessio scrive:
    Sc usate...
    ...per caso qualcuno sa se nell'ultimo anno la Carlucci è stata in ferie in Australia?
  • Paolo P. scrive:
    Pericoli del non essere anonimi
    Molti sostengono che non ha nulla da nascondere non ha bisogno di nascondersi dietro l'anonimato, e in linea di massima credo sia vero.E penso anche che, essendoci sempre la possibilita' di venir rintracciato, la cosa migliore sarebbe, prima di inviare un messaggio, riflettere se il suo contenuto potrebbe portare guai all'autore qualora venga individuato, dopo di che o si corre il rischio e lo si pubblica, o lo si annacqua o si rinuncia. Non credo pero' sia il caso di imporre di firmare tutto, se c'e' un reato ci pensera' la polizia postale. Piuttosto trovo assurdi e riprovevoli certi atteggiamenti di enti pubblici ed aziende per contattare le quali si dovebbe fornire persino indirizzo, data di nascita, misure della moglie e non aso che altro. Qualche esempio: (1) CONAD per lasciar leggere la pagina dello offerte speciali pretende si compili un questionario degno della Gestapo, si noti bene, per leggere online la loro pubblicita! (2) Il Comune di Parma ha dei consulenti in materia di sport, si possono inviare domande online, ma anche qui vogliono sapere vita morte e miracoli. Perche' mai dovremmo sottostare a una schedatura solo per venire sapere a quanto vendono la carta igienica o quante calorie si consumano correndo a 11 Km/h? Inoltre il non sapere da chi proviene la domanda e' garanzia di imparzialita', ci mancherebbe anche che si mettessero a spacciare frottole "personalizzate", all'amico spiegare come presentarsi a un concorso, al nemico dire che non ci sono concorsi in vista ...Paolo
  • Nilok scrive:
    Il coraggio di essere conigli
    AUGH!A parte il fatto che chi si illude di "eesere anonimo" in rete sta molto peggio di chi si fa giornalmente di crack.........è divertente osservarli quando non hanno nemmeno il coraggio di essere dei CONIGLI......Cercano giustificazioni farneticanti e fanno ridere anke i polli!HO PARLATO.Nilok
  • Eretico scrive:
    Chiamiamolo dettaglio...
    Come da oggetto." "Da ciò che abbiamo appreso, in particolare attraverso Adelaidenow, la generazione dei blogger crede che la nostra legge sia eccessivamente restrittiva. Ho compreso la loro opinione. Subito dopo le elezioni provvederò ad abrogare questa legge". Dello stesso avviso, il premier sudaustraliano Mike Rann, che ha confermato via Twitter di non avere intenzione di censurare i commenti degli utenti, anonimi o meno. "Meno male che poi la ragione torna a prevalere...
Chiudi i commenti