ISO benedice le carte di credito wireless

La tecnologia Near Field Communication, alternativa alle bande magnetiche per dispositivi in formato carta di credito, è ora standard ISO. L'industria è pronta ad adottarla


Ginevra (Svizzera) – La tecnologia di comunicazione wireless a cortissimo raggio Near Field Communications (NFC) ha ricevuto da ISO/IEC l’ambita promozione a standard internazionale, uno status che, secondo gli osservatori del settore, potrebbe notevolmente contribuire alla sua diffusione nell’industria.

Sviluppata da Philips e Sony , a cui si è poi unita anche Texas Instruments , la tecnologia NFC è stata progettata per far comunicare fra loro piccoli dispositivi a distanze tipiche di pochi centimetri. Quello che la distingue da altre tecnologie wireless a corto raggio, quali ad esempio Bluetooth, è il fatto di essere ottimizzata per l’utilizzo in dispositivi per il pagamento, come le carte di credito, dove i fattori prioritari sono la facilità d’uso, la sicurezza e i bassi consumi.

Per far comunicare due dispositivi NFC è sufficiente posizionarli uno vicino all’altro: questo attiva l’interfaccia di comunicazione, la quale provvede a configurare automaticamente i device per formare una rete peer-to-peer. NFC è anche in grado di attivare e utilizzare altri protocolli di rete wireless, fra cui Bluetooth e Wi-Fi.

Il più classico ambito d’utilizzo della tecnologia NFC è, come si è detto, quella dei mezzi di pagamento: l’esempio più banale è dato dalle carte di credito dette “senza contatto”, utilizzabili semplicemente passandole in prossimità di un apposito dispositivo di lettura. Questa nuova generazione di smart card porta dei vantaggi sia sotto il profilo della velocità e della semplicità d’uso sia sotto il profilo della sicurezza: i dati della transazione vengono scambiati in forma criptata e l’utente è dispensato dallo digitare codici o firmare scontrini.

Philips e Sony sostengono che le applicazioni di NFC possano estendersi a molti altri segmenti del mercato, fra cui quello della telefonia mobile, dell’intrattenimento e dei servizi.

La tecnologia NFC, identificata dagli standard NFCIP-1 e ISO/IEC 18092, opera su di una frequenza di 13,56 MHz ed è in grado di coprire distanze non superiori ai 20 cm con una velocità di trasferimento che può variare fra i 106 Kbps e i 424 Kbps.

I dispositivi che adotteranno la tecnologia NFC saranno compatibili con le smart card Mifare di Philips e Felica di Sony: queste vengono attualmente utilizzate in Giappone e altri paesi asiatici come formato per le carte di credito o le carte di transito (come il nostro Telepass). Di recente anche il gigante della telefonia giapponese, NTT DoCoMo, ha annunciato lo sviluppo, in collaborazione con Sony, di smart card senza contatto da utilizzare in congiunzione con i telefoni cellulari.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Dalla mia nicchietta Mac?
    ? Mi godo le vostre liti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Andiamo bene...
    - Scritto da: Anonimo
    Linux su server è
    migliore di Windows 2000/2003 anche se di
    poco, sicuramente più snello e più sicuro in
    quanto Windows essendo molto più diffuso è
    più bersagliato da virus e attacchi vari.è FALSO! In ambito server Linux è circa al 67% mentre Windows è fermo al 20% (fonte netcraft.com).Se fosse come dici, ci sarebbero migliaia di trojan, backdoor, exploit, worm ecc ecc per Linux.. la realtà è un po' diversa!
  • debianaro scrive:
    Che palle sto "mono"
    è evidente che novell ximian sta cercando in tuttele salse di portare avanti .NET su linux......io vorrei capire cosa cazzo se ne fa linux di un frameworkad oggetti,quando la maggiorparte dei coder linux lavorano sull'open source proprio perche ci sta il c c++e python.GTK è scritto in "c" tuttavia è piu OO lui che un listato .cscosi come python che possiede una marea di librerie,altro che framework dotnet.
    • cutler scrive:
      Re: Che palle sto

      altro che framework dotnet.però vuoi mettere la possibilità di far girare applicazioni asp.net su linux? chi vuole migrare non deve mettersi a riscrivere tutto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che palle sto "mono"
      - Scritto da: debianaro
      è evidente che novell ximian sta cercando in
      tutte
      le salse di portare avanti .NET su
      linux......
      io vorrei capire cosa cazzo se ne fa linux
      di un framework
      ad oggetti,quando la maggiorparte dei coder
      linux
      lavorano sull'open source proprio perche ci
      sta il c c++
      e python.
      GTK è scritto in "c" tuttavia è piu OO lui
      che un listato .cs
      cosi come python che possiede una marea di
      librerie,
      altro che framework dotnet.Evidentemente non ti è chiara la differenza che c'è tra un codice compilato di C++ e un codice compilato di C# o java.Il secondo gira sopra una una macchina virtuale che comunica con il SO (almeno alla prima attivazione del jit)Vedi, le tue belle librerie C++ sono si veloci ma hanno, solo per citarne alcuni, dei problemini:1) Quando il loro compilato va in esecuzione il SO cede il controllo al codice macchina così com'è e bye bye. Se contengono un buffer overflow son cazzi tuoi.2) I binari che distribuisci non sono praticamente mai compilata specificatamente per la macchina su cui gira il software. Un sistema come .NET o Java fornisce una compilazione just-in-time di codice intermedio perfettamente ottimizzata per la macchina locale.3) I tempi di sviluppo C++ vs .NET/Java per la maggior parte delle applicazioni non sono paragonabili....Inoltre avere una implementazione di .NET su Linux consentirà a tutte le app che gireranno su win di girare su linux. Secondo te è poco?
      • deltree scrive:
        Re: Che palle sto "mono"

        Evidentemente non ti è chiara la differenza
        che c'è tra un codice compilato di C++ e un
        codice compilato di C# o java.

        Il secondo gira sopra una una macchina
        virtuale che comunica con il SO (almeno alla
        prima attivazione del jit)

        Vedi, le tue belle librerie C++ sono si
        veloci ma hanno, solo per citarne alcuni,
        dei problemini:
        1) Quando il loro compilato va in esecuzione
        il SO cede il controllo al codice macchina
        così com'è e bye bye. Se contengono un
        buffer overflow son cazzi tuoi.
        2) I binari che distribuisci non sono
        praticamente mai compilata specificatamente
        per la macchina su cui gira il software. Un
        sistema come .NET o Java fornisce una
        compilazione just-in-time di codice
        intermedio perfettamente ottimizzata per la
        macchina locale.
        3) I tempi di sviluppo C++ vs .NET/Java per
        la maggior parte delle applicazioni non sono
        paragonabili.
        ...

        Inoltre avere una implementazione di .NET su
        Linux consentirà a tutte le app che
        gireranno su win di girare su linux. Secondo
        te è poco?Tutto molto corretto io aggiungerei anche che, nonostante il C++ abbia originato la programmazione OOP mainstream ormai inizia ad essere "superato" in quanto a funzionalità: il garbage collector per applicazioni OOP spinte è ormai quasi mandatorio a meno che di non lasciarsi andare a contorsionismi per la gestione corretta della memoria, per non parlare della totale mancanza del supporto alle interfacce e di tutti i problemi connessi con il typecasting di oggetti che in C++ non è lontanamente flessibile e fall-backabile come in Java o C#. Sto guardando con molto interesse a D della Digital Mars è del programmatore di Zortech e Watcom C++, è un dialetto del C++ completamente OOP e Managed (ma compilato alla vecchia maniera), linka librerie C e può usare qualsiasi libreria di programmazione disponibile, senza contare che porta un sacco di migliorie al debole supporto OOP del C++ un bel passo avanti per un linguaggio dedicato ma veramente ad oggetti. Ha anche un ottimo supporto per Linux ed è gratuito.
  • zanac scrive:
    Re: Peccato che...
    mah, afaik windows e' arrivato ai 64 bit certo, non e' ancora al 100% a 64 bit, un po' come quando dicevano che win 95 era a 32 bit, invece era un ibrido 16/32.Cmq lo strato che gira a 32 bit e' minimo, e vedrai che nel giro di 1/2 anni finiranno a migrare completamente a 64 bit.
    • Zeross scrive:
      Re: Peccato che...
      - Scritto da: zanac
      mah, afaik windows e' arrivato ai 64 bit
      certo, non e' ancora al 100% a 64 bit, un
      po' come quando dicevano che win 95 era a 32
      bit, invece era un ibrido 16/32.Di sicuro gli sviluppatori hanno sempre saputo questa cosa.Ho ancora un paio di riviste del dicembre 1994 che riportanto questa scelta progettuale.
      Cmq lo strato che gira a 32 bit e' minimo, e
      vedrai che nel giro di 1/2 anni finiranno a
      migrare completamente a 64 bit.Curioso dato che non mi risulta.Quale sarebbe lo strato a 32 bit?L'unica cosa che mi risulta è questa: Every application and every operating system has an abstract data model. Many applications do not explicitly expose this data model, but the model guides the way in which the application's code is written. In the 32-bit programming model (known as the ILP32 model), integer, long, and pointer data types are 32 bits in length. Most developers have used this model without realizing it. For the history of the Win32® API, this has been a valid (although not necessarily safe) assumption to make.In 64-bit Microsoft® Windows®, this assumption of parity in data type sizes is invalid. Making all data types 64 bits in length would waste space, because most applications do not need the increased size. However, applications do need pointers to 64-bit data, and they need the ability to have 64-bit data types in selected cases. These considerations led the team to select an abstract data model called LLP64 (or P64). In the LLP64 data model, only pointers expand to 64 bits; all other basic data types (integer and long) remain 32 bits in length.Initially, the team expects most applications that run on 64-bit Windows to have been ported from 32-bit Windows. It is a major goal of the team that the same source, carefully written, should run on both 32- and 64-bit Windows. Defining the data model does not make this task easier. However, ensuring that the data model affects only pointer data types is the first step. The second step is to define a set of new data types that allow developers to automatically size their pointer-related data. This allows data associated with pointers to change size as the pointer size changes from 32 bits to 64 bits. Basic data types remain 32 bits in length, so there is no change in the size of data on the disk, data shared over a network, or data shared through memory-mapped files. This relieves developers of much of the effort involved in porting 32-bit code to 64-bit Windows. Che è ben diverso da dire che Win64 ha dei non ben precisati strati a 32 bit...Zeross
  • Anonimo scrive:
    Un solo OS, un solo colore, un solo...
    pensiero:WinXP now and forewer.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un solo OS, un solo colore, un solo.
      Ma ti pagano?
      • Anonimo scrive:
        che pena
        Mi fai pena, ma non perchè ti piace una o l'altra cosa, ma solo perchè ti metti a fare questioni di tifo per roba che paghi come un servizio, o magari no, la pirati?Ma fatevi un pò crescere il cervello!- Scritto da: Anonimo
        Ma ti pagano?
        • deltree scrive:
          Re: che pena
          A parte il fatto che non penso ci sia nulla di male per pagare per qualcosa che piace, non capisco il vostro atteggiamento che porta sempre e solo ad un'unica alternativa: Linux.Io sono contro il tifo che condanno a priori (come quello del nostro amico qui sopra) ma non capisco perché non si può mai dire nulla di male contro Linux che non venga bollata come FUD (e mai magari come una semplice critica costruttiva, ma si sa i regimi non si criticano) e non si può mai fare un discorso verso un altro SO che non venga considerato servilismo o atto di idiozia pura.
          • Anonimo scrive:
            Re: che pena
            Ti risulta che abbia citato linux per caso? Sarai afflitto da manie di persecuzione non mi pare di averlo letto. Io opto sempre e cmq per valutare le scelte in base alle proprie necessità e cmq solo in questo modo si ottiene il prodotto migliore.- Scritto da: deltree
            A parte il fatto che non penso ci sia nulla
            di male per pagare per qualcosa che piace,
            non capisco il vostro atteggiamento che
            porta sempre e solo ad un'unica alternativa:
            Linux.

            Io sono contro il tifo che condanno a priori
            (come quello del nostro amico qui sopra) ma
            non capisco perché non si può mai dire nulla
            di male contro Linux che non venga bollata
            come FUD (e mai magari come una semplice
            critica costruttiva, ma si sa i regimi non
            si criticano) e non si può mai fare un
            discorso verso un altro SO che non venga
            considerato servilismo o atto di idiozia
            pura.
          • deltree scrive:
            Re: che pena

            Ti risulta che abbia citato linux per caso?
            Sarai afflitto da manie di persecuzione non
            mi pare di averlo letto. Ed ecco che le belle maniere sovietiche rivengono fuori.Ha criticato il software a pagamento (quindi non penso fosse un utente Mac o Unix), ha criticato l'atteggiamento di tifare per qualcosa che dovresti pagare ma che pirati (altri tipica argomentazione usata dai sostenitori OS).Al massimo forse si riferiva a FreeBSD ma non penso che il succo del discorso cambi di molto.A quando ti candidi alle politiche? Saresti perfetto, nella tecnica lanciamo il sasso e nascondiamo la mano sei un mito
            Io opto sempre e
            cmq per valutare le scelte in base alle
            proprie necessità e cmq solo in questo modo
            si ottiene il prodotto migliore.Si anche io ma non tollero il clima sovietizzante che si sta creando attorno a linux e all'open. Non si critica mai nulla, va bene tutto, anche quando le grosse corporation fagocitano grossi progetti open per asservirli. Un fenomeno senza possibilità di critica rischia di diventare sterile. Linux non è neanche lontanamente il mondo migliore e più ideale che un utente PC possa desiderare (manca l'ergonomia ma non solo) e questo atteggiamento di considerarlo già ora superiore e inarrivabile non fa altro che ridurre e castrare le sue potenzialità.Non si può rispondere a critiche anche costruttive con denigrazioni e non si può denigrare sempre e comunqe la concorrenza che ha più successo di noi. Ci si inizi a fare un po' di autocritica per migliorare e non ci si crogioli nella insoddisfazione e nella frustrazione che non portano a nulla.
    • MemoRemigi scrive:
      Re: Un solo OS, un solo colore, un solo...
      - Scritto da: Anonimo
      pensiero:

      WinXP now and forewer.
      Il masochismo non ha limiti ! :DBuon BSOD !
    • Anonimo scrive:
      Re: Un solo OS, un solo colore, un solo...
      Concordo in pieno, tempo qualche anno e linux sparirà nelle cantine...
      • Giambo scrive:
        Re: Un solo OS, un solo colore, un solo.
        - Scritto da: Anonimo
        Concordo in pieno, tempo qualche anno e
        linux sparirà nelle cantine...Stranamente, come le profezie sulla fine del mondo o la seconda venuta di Cristo, tutte quelle che riguardano la fine di Linux vengono spostate avanti nel tempo all'avvicinarsi della scadenza :-DE' incredibile che cosa si riesce a fare (E a dire) quando il panico supera una certa soglia ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Un solo OS, un solo colore, un solo.
        - Scritto da: Anonimo
        Concordo in pieno, tempo qualche anno e
        linux sparirà nelle cantine...Un solo OS,un solo colore, un solo.due troll....
    • Anonimo scrive:
      Ein Volk Ein Reich Ein....
      forse cosi e' meno originalema rende piu l'idea..
    • Anonimo scrive:
      Re: Un solo OS, un solo colore, un solo.
      - Scritto da: Anonimo
      pensiero:

      WinXP now and forewer.
      l'anno prossimo cambiera' gia' nome e fra 4/5 anni il supporto te lo scordi....caro mio ...winxp va forse bene come so per le massaie
    • Anonimo scrive:
      Re: Un solo OS, un solo colore, un solo.
      ...un solo neurone ?Quello che ti e' rimasto per fare click sul mouse ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Un solo OS, un solo colore, un solo.
        (win)Un OS per domarli, Un OS per trovarli,Un OS per ghermirli e nel buio formattarli.Oggi, come ieri, come domani e come sempre la mia bandiera è quella di chi non ha tempo da perdere con un sistema che rende il semplice difficile per mezzo dell'inutile, un sistema giocattolo il cui successo è basato sul prezzo e non sulla qualità; sulla nefandezza dei suoi utilizzatori e non sulla serietà.Oggi, come ieri, come domani e come sempre la mia bandiera è Windows Server 2003!!!Saluti
  • Anonimo scrive:
    Un giocattolo
    Novell, come sistema operativo di rete, fa compassione. Se gli si appiccica qualche client linux, buon divertimento... andrà bene da giocare in cantina, ma in una azienda seria mai.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un giocattolo
      - Scritto da: Anonimo
      Novell, come sistema operativo di rete, fa
      compassione. Se gli si appiccica qualche
      client linux, buon divertimento... andrà
      bene da giocare in cantina, ma in una
      azienda seria mai.(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)
    • MemoRemigi scrive:
      Re: Un giocattolo
      - Scritto da: Anonimo
      Novell, come sistema operativo di rete, fa
      compassione. Se gli si appiccica qualche
      client linux, buon divertimento... andrà
      bene da giocare in cantina, ma in una
      azienda seria mai.Whe TopoGigio, Novel era nel mercato dei server quando ancora il tuo amico guglielmo non riusciva a superare il limite di 32 mb per partizione !Va là va !
    • Anonimo scrive:
      Re: Un giocattolo
      - Scritto da: Anonimo
      Novell, come sistema operativo di rete, fa
      compassione. Se gli si appiccica qualche
      client linux, buon divertimento... andrà
      bene da giocare in cantina, ma in una
      azienda seria mai.Sei scemo o mani i sassi?
    • Anonimo scrive:
      Re: Un giocattolo
      - Scritto da: Anonimo
      Novell, come sistema operativo di rete, fa
      compassione. Se gli si appiccica qualche
      client linux, buon divertimento... andrà
      bene da giocare in cantina, ma in una
      azienda seria mai.Sei scemo o mangi i sassi?
    • deltree scrive:
      Re: Un giocattolo

      Novell, come sistema operativo di rete, fa
      compassione. Se gli si appiccica qualche
      client linux, buon divertimento... andrà
      bene da giocare in cantina, ma in una
      azienda seria mai.Guarda che Linux come SO di rete e per la rete (specialmente) non ha rivali! A me preoccupa più l'atteggiamento distruttivo che le corporation adottano quando prendono sotto la loro ala l'open. Esuberi e "riqualificazione del personale" ci sono sempre, non è mica una cosa successa solo alla Netscape. Senza contare le mire di egemonia che poi tutte iniziano a vantare se le cose vanno bene. Mettiamo al rogo le distro commerciali e i commercialli dell'open! Stanno creando barriere e molti tifosi sono propensi a vendere la libertà per vedere in TV qualche pubbli su linux o qualche banner promozionale sui siti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un giocattolo
        - Scritto da: deltree
        ..................................................
        .....................Mettiamo al rogo le
        distro commerciali e i commercialli
        dell'open! Stanno creando barriere e molti
        tifosi sono propensi a vendere la libertà
        per vedere in TV qualche pubbli su linux o
        qualche banner promozionale sui siti.....giusto, tutti al rogo quelli che collegano linux e l'open source a qualsiasi idea economica o lavorativa, a partire da questi: http://www.osdl.org/about_osdl/members/...anzi, facciamo tornare linux nella cantine, per pochi smanettoni, in nome della "causa"!!! ;)Allora, te lo dice uno che usa praticamente solo linux da 3 anni, che si definisce "con vanto" uno "smanettone", che appoggia "attivamente" linux e l'open source, che lavora da vent'anni e per questo forse ha capito che i soldi non piovono dal cielo o dalle tasche di papà: ...ma... va a lavurà, va!!! (senza cattiveria e senza offesa ovviamente! :)) Bye Gigi
        • deltree scrive:
          Re: Un giocattolo

          ...ma... va a lavurà, va!!! (senza
          cattiveria e senza offesa ovviamente! :)) Io anche lavoro con linux, ma non reimpacchetto una distribuzione e la rivendo facendola *di fatto* pagare e violando il principio della GPL che, vedendomi come redistributor, mi autorizza solo a rientrare nelle spese di gestione.Penso che anche te quando progetti una soluzione basata su linux fai delle analisi, ti presenti sul posto, installi, testi, assicuri un certo livello di assistenza, vendi *realmente* un bene aggiunto al sistema operativo.Red Hat o SuSe personal pagata circa 200 euro con a disposizione una hotline per solo l'installazione (e su una sola macchina, telefona per problemi di installazione su macchine multiple) ma ti sembra la stessa cosa? Dei CD masterizzati e confezionati giustificano un ricavo pari a 100 volte il costo reale del servizio che offrono?Senza contare i kernel manipolati per non accettare patch standard e il dichiararsi LSB quando invece non ne rispettano neanche l'albero delle directory e i punti di installazione dei software che supportano LSB. Aspiranti MS del futuro col beneplacito dell'open.E per gli sbocchi lavorativi dell'open ricordiamoci sempre che sul repackaging almeno la GPL non permette sfruttamento economico, per fare repackaging sul prodotto si deve essere autori dello stesso (ovvero ci si deve aver contribuito) perché per venderlo se ne deve detenere il copyright. Altro discorso l'usare prodotti open nel proprio lavoro o proporre *reali* soluzioni open su cui fare una *reale* assistenza tecnica (e venire pagati solo per quella).Aspetto solo il giorno in cui la FSF si svegli ed inizi a perseguire questi ricavi per il "trasferimento fisico" palesemente gonfiati (sicuramente non ora, magari quando linux supererà il 50% sul desktop, ma potrebbe essere tardi) e delle soluzioni di assistenza inadeguate e neanche lontanamente commisurate al loro valore reale se non affiancate dai CD di Linux (quindi di fatto vendono linux, non la patetica hot-line).A vendere l'anima al diavolo ci si rimette sempre.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un giocattolo
      credo tu abbia detto tutto...
  • Zeross scrive:
    Re: Andiamo bene...
    - Scritto da: Anonimo

    Non so a quali tecnologie ti riferisci, ma
    se come credo parli di DirectX,
    mi spiace deluderti, ma non sono un prodotto
    di Microsoft, sono infatti
    state comprate da MS da una piccola
    società... e quando sarà ora di
    portare i giochi su Linux, qualche altra
    piccola società fara qualcosa di
    analogo e anzi, probabilmente migliore.???Smetti di leggere Topolino come fonte delle tue informazioni.DirectX non è stato affatto creato da terze parti.
    Cosa fai quando con Windows hai riempito
    l'HD ? ne compri uno più grande, poi sei
    indeciso se riinstallare tutto su quello,
    oppure tenerlo per i dati ma ... peccato ...
    è più veloce...
    ebbene se sapessi cosè un logical volume
    manager, non dovresti fare nessuna fatica.sysprep e travaso il contenuto nel nuovo HD... dov'è il problema?
    E' solo una delle tante cose, ti cito anche
    i filesystem journaled di nuova generazione,niente di trascendentale rispetto a NTFS...
    gli aggiornamenti di sicurezza praticamente
    in real time con la scoperta dei "buchi"Sì, come l'ultima magra di Debian?Buco scoperto a settembre, patch l'1 dicembre... Real time? No, real life...
    (contrapposto alla politica delle megapatch
    e dei service pack che arrivano sempre con
    enorme ritardo rispetto ai problemi) l'SQL Slammer, Blaster, ecc...Tutti usciti MESI dopo che le patch erano già disponibili...
    installazione di un sistema completo (e per
    completo intendo con TUTTI i programmi che
    servono) in meno di 40 minuti e con un solo
    reboot, contrapposto alle numerose ore con
    diversi reboot.Trollalero trollalà... in 40 minuti ci installi si e no Linux e OpenOffice (sempre che non hai problemi con periferiche strane)... e ancora non li hai configurati per benino...Zeross
    • Anonimo scrive:
      Re: Andiamo bene...
      - Scritto da: Zeross
      - Scritto da: Anonimo



      Non so a quali tecnologie ti riferisci, ma

      se come credo parli di DirectX,

      mi spiace deluderti, ma non sono un
      prodotto

      di Microsoft, sono infatti

      state comprate da MS da una piccola

      società... e quando sarà ora di

      portare i giochi su Linux, qualche altra

      piccola società fara qualcosa di

      analogo e anzi, probabilmente migliore.

      ???
      Smetti di leggere Topolino come fonte delle
      tue informazioni.
      DirectX non è stato affatto creato da terze
      parti.
      ... ecco perchè fa così tanto cag****


      Cosa fai quando con Windows hai riempito

      l'HD ? ne compri uno più grande, poi sei

      indeciso se riinstallare tutto su quello,

      oppure tenerlo per i dati ma ... peccato
      ...

      è più veloce...

      ebbene se sapessi cosè un logical volume

      manager, non dovresti fare nessuna fatica.

      sysprep e travaso il contenuto nel nuovo
      HD... dov'è il problema?

      ... e niente iconcine colorate ???

      E' solo una delle tante cose, ti cito
      anche

      i filesystem journaled di nuova
      generazione,

      niente di trascendentale rispetto a NTFS...uauauauauauuauauauuauauua... grandioso... rode che non li abbia fatti M$ eh ?



      gli aggiornamenti di sicurezza
      praticamente

      in real time con la scoperta dei "buchi"

      Sì, come l'ultima magra di Debian?
      Buco scoperto a settembre, patch l'1
      dicembre...
      Real time? No, real life...No, come le MIGLIAIA di macchine bucate di M$ .... se poi vuoi proprio vedere solo le insicurezze degli altri...



      (contrapposto alla politica delle
      megapatch

      e dei service pack che arrivano sempre con

      enorme ritardo rispetto ai problemi) l'

      SQL Slammer, Blaster, ecc...
      Tutti usciti MESI dopo che le patch erano
      già disponibili...... evidentemente la politica di mantenere l'utente utonto ha i suoi difetti...



      installazione di un sistema completo (e
      per

      completo intendo con TUTTI i programmi che

      servono) in meno di 40 minuti e con un
      solo

      reboot, contrapposto alle numerose ore con

      diversi reboot.

      Trollalero trollalà... in 40 minuti ci
      installi si e no Linux e OpenOffice (sempre
      che non hai problemi con periferiche
      strane)... e ancora non li hai configurati
      per benino...trollallero trollallà... 40 min. senza sapere con che macchina ?...
      • Anonimo scrive:
        Re: Andiamo bene...
        ahahahaha, ma l'hai mai usato almeno directx? ma dai, manco saprai cos'è, ma perché la gente si ostina a parlare di cose che non conosce
    • Giambo scrive:
      Re: Andiamo bene...
      - Scritto da: Zeross
      Trollalero trollalà... in 40 minuti ci
      installi si e no Linux e OpenOffice (sempre
      che non hai problemi con periferiche
      strane)... e ancora non li hai configurati
      per benino...??? Ma che versione di Linux usi ? 40 minuti sono fin troppi !
    • KerNivore scrive:
      Re: Andiamo bene...


      E' solo una delle tante cose, ti cito
      anche

      i filesystem journaled di nuova
      generazione,

      niente di trascendentale rispetto a NTFS...Ahem... secondo te XFS e JFS non sarebbero "niente di trascendentale" rispetto a NTFS ?Dubito che tu sappia di cosa stai parlando...

      gli aggiornamenti di sicurezza
      praticamente

      in real time con la scoperta dei "buchi"

      Sì, come l'ultima magra di Debian?
      Buco scoperto a settembre, patch l'1
      dicembre...
      Real time? No, real life...Almeno informati. Il bug e' stato scoperto a settembre e prontamente fixato, ma non si sospettava che potesse essere usato come exploit.
      Trollalero trollalà... in 40 minuti ci
      installi si e no Linux e OpenOffice (sempre
      che non hai problemi con periferiche
      strane)... e ancora non li hai configurati
      per benino...sssi, certo.PS : Salutami le scimmie ammaestrate che m$ usa per testare il software eh !
      • Zeross scrive:
        Re: Andiamo bene...
        - Scritto da: KerNivore

        Ahem... secondo te XFS e JFS non sarebbero
        "niente di trascendentale" rispetto a NTFS ?

        Dubito che tu sappia di cosa stai parlando...Dubito tu sappia qualcosa di NTFS...
        Almeno informati. Il bug e' stato scoperto a
        settembre e prontamente fixato, ma non si
        sospettava che potesse essere usato come
        exploit.Eh, le palle stanno in poco posto... il buco è stato scoperto a settembre, Debian s'è fatta una bella dormita (tanto da subirne l'exploit a metà novembre), e il 1° dicembre ha iniziato a distribuire il fix. Questi sono i fatti, non pugnette.
        PS : Salutami le scimmie ammaestrate che m$
        usa per testare il software eh !CLAP CLAP CLAP...Zeross
        • cutler scrive:
          Re: Andiamo bene...

          Dubito tu sappia qualcosa di NTFS...io non so nulla di NTFS. mi suggerisci un paper in cui viene spiegato per bene come funziona?
    • Anonimo scrive:
      Re: Andiamo bene...

      Smetti di leggere Topolino come fonte delle
      tue informazioni.
      DirectX non è stato affatto creato da terze
      parti.Mi spiace deluderti, ma l' ignorante sei tu.Ti lascio usare Google, che gira su un cluster di Linux e guarda caso funziona benissimo per scoprire chi e quando.
      sysprep e travaso il contenuto nel nuovo
      HD... dov'è il problema?Il problema è che TRAVASI. Mi sa che non hai capito cos'è un Logical Volume Manager.Altra domanda: se hai un server che deve stare su, e che ti costa 1000 euro per ogni minuto di down, ci riesci a travasare e a far ripartire tutto senza fermare i servizi (oltre ovviamente a non reboottare?)
      niente di trascendentale rispetto a NTFS...No?lo dici perchè non sai cosa c'è in più?mi fai un favore: mi diresti cosa c'è in più in reiserfs, Xfs, ext3, ...non lo sai?studia
      Sì, come l'ultima magra di Debian?
      Buco scoperto a settembre, patch l'1
      dicembre... Perchè parli di Debian (a parte che questa non la sapevo)Dai un occhio a Punto Informatico, e quarda mese per mese tutte le falle tappate con megaritardi da M$.Confronta M$ con distribuzioni che offrono supporto a pagamento. Lo so che non sei abituato a pagare i programmi piratati che usi tutti i giorni, ma ti sconvolgerà sapere che dovresti.

      SQL Slammer, Blaster, ecc...
      Tutti usciti MESI dopo che le patch erano
      già disponibili...Questi forse si, ma ti ripeto guarda Punto Informatico o i vari siti dedicati alla sicurezza, e imparerai tante cose nuove

      Trollalero trollalà... in 40 minuti ci
      installi si e no Linux e OpenOffice (sempre
      che non hai problemi con periferiche
      strane)... e ancora non li hai configurati
      per benino...Oltre che al firewall, a tutti gli strumenti per lo sviluppo (se ti servono)ai programmi di editing grafico, a diversi tipi di browser, tra cui quello che ha vinto il premio come miglio browser del 2003 di PC World Magazine, il web server più usato al mondo con tantissimi suoi plugin, praticamente tutti i servizi di rete esistenti sul pianeta ...Vuoi che continuo?Domanda qual'è l'ultima distribuzione che hai installato (se lo hai mai fatto?) in che anno?
      ZerossCaro Zeross è ora di diventare almeno UnossUsa il cervello.Scoprirai un mondo nuovo
      • Zeross scrive:
        Re: Andiamo bene...
        - Scritto da: Anonimo

        Mi spiace deluderti, ma l' ignorante sei tu.
        Ti lascio usare Google, che gira su un
        cluster di Linux e guarda caso funziona
        benissimo per scoprire chi e quando.Uh uh uh, ma tu stai per caso parlando della libreria grafica creata da RenderMorphics? Quella che era alla base di DirectX 1.0?Ma va... pensa te... peccato che le tue informazioni siano quantomeno superficiali.All'epoca della progettazione di DirectX 4 (che non vennero mai distribuite) in Microsoft gli sviluppatori di DirectX si schierarono su due diverse posizioni: chi voleva continuare lo sviluppo partendo da DirectX 3 e chi invece trovava la suddetta libreria alquanto inadeguata per un utilizzo efficace e ne chiedeva la riprogettazione.Da quanto ne sappiamo vinsero i secondi, e DirectX fu interamente riscritto, gettando quindi le basi dell'attuale architettura DirectX.
        Il problema è che TRAVASI. Mi sa che non hai
        capito cos'è un Logical Volume Manager.Se voglio sostituire il disco devo travasare per forza... i dati mica passano per osmosi.Se invece voglio affiancare il disco a quello vecchio allora userò altro, mi sembra ovvio.I volumi logici li ha anche Windows, casomai non te l'avessero detto...
        Altra domanda: se hai un server che deve
        stare su, e che ti costa 1000 euro per ogni
        minuto di down, ci riesci a travasare e a
        far ripartire tutto senza fermare i servizi
        (oltre ovviamente a non reboottare?)Ci sono mille e una soluzione per far questo.
        No?
        lo dici perchè non sai cosa c'è in più?
        mi fai un favore: mi diresti cosa c'è in più
        in reiserfs, Xfs, ext3, ...Dimmi tu cosa c'è in meno, dato che affermi di essere così esperto da poter invitare gli altri allo studio...
        Perchè parli di Debian (a parte che questa
        non la sapevo)
        Dai un occhio a Punto Informatico, e quarda
        mese per mese tutte le falle tappate con
        megaritardi da M$.Eh già... cambia pure discorso, ma ricorda questo famoso adagio: per quanto l'intero foglio sia bianco, quel minuscolo puntino nero nel centro si vedrà sempre benissimo.
        Confronta M$ con distribuzioni che offrono
        supporto a pagamento. Lo so che non sei
        abituato a pagare i programmi piratati che
        usi tutti i giorni, ma ti sconvolgerà sapere
        che dovresti.Spiacente di deluderti, ma io non uso software piratato.Ho il "brutto" vizio di pagare chi ha creato il software che mi è necessario, e non di scroccarlo.
        Oltre che al firewall, a tutti gli strumenti
        per lo sviluppo (se ti servono)
        ai programmi di editing grafico, a diversi
        tipi di browser, tra cui quello che ha vinto
        il premio come miglio browser del 2003 di PC
        World Magazine, il web server più usato al
        mondo con tantissimi suoi plugin,
        praticamente tutti i servizi di rete
        esistenti sul pianeta ...
        Vuoi che continuo?
        Domanda qual'è l'ultima distribuzione che
        hai installato (se lo hai mai fatto?) in che
        anno?Mi sembra di sentire il buon vecchio Bones in Star Trek II:"Secondo il mito la terra fu creata in sei giorni...e adesso cosa succede? Adesso arriva Genesis, ora ve lo faremo in sei minuti!"
        Caro Zeross è ora di diventare almeno UnossToh... una battuta nuova...Sei scontato peggio di un maglione in vetrina a Luglio...
        Usa il cervello.
        Scoprirai un mondo nuovoSe questo significa diventar come te, dio me ne scampi...Zeross
    • Anonimo scrive:
      Re: Andiamo bene...
      - Scritto da: Zeross....

      E' solo una delle tante cose, ti cito
      anche

      i filesystem journaled di nuova
      generazione,

      niente di trascendentale rispetto a NTFS...Solo qualche defrag in meno.....

      gli aggiornamenti di sicurezza
      praticamente

      in real time con la scoperta dei "buchi"

      Sì, come l'ultima magra di Debian?
      Buco scoperto a settembre, patch l'1
      dicembre...
      Real time? No, real life...http://news.com.com/2100-7355_3-5119440.html?tag=nefd_topPerò la patch può aspettare gennaio perchè alla Microsoft sono troppo occupati a fare l'albero di Natale.... ....

      installazione di un sistema completo (e
      per

      completo intendo con TUTTI i programmi che

      servono) in meno di 40 minuti e con un
      solo

      reboot, contrapposto alle numerose ore con

      diversi reboot.

      Trollalero trollalà... in 40 minuti ci
      installi si e no Linux e OpenOffice (sempre
      che non hai problemi con periferiche
      strane)... e ancora non li hai configurati
      per benino...Mah.... non è che Linux debba essere installato così spesso, però da quel che mi ricordo 40 minuti sono più che sufficenti per fare un'installazione abbastanza completa da CD su un PC vecchiotto come il mio. Se tu ci credi bene, altrimenti se hai voglia puoi sempre fare la prova. Se non hai voglia di fare la prova... beh sono problemi tuoi...
      • deltree scrive:
        Re: Andiamo bene...

        Mah.... non è che Linux debba essere
        installato così spesso, però da quel che mi
        ricordo 40 minuti sono più che sufficenti
        per fare un'installazione abbastanza
        completa da CD su un PC vecchiotto come il
        mio. Se tu ci credi bene, altrimenti se hai
        voglia puoi sempre fare la prova. Se non hai
        voglia di fare la prova... beh sono problemi
        tuoi...Beh, se consideri che ora servono almeno 2 CD (uso la slack come standard e non è che sia esosa in termini di software a bordo) e che anche a non fare una installazione completa uno un minimo sui menu ci deve andare per selezionare quello che vuole, e poi deve scrivere quelle 3-4 stronzatine per installare il tutto (partizionamento, rete etc etc) 40 minuti sono un tempo forse un po' esiguo, diciamo un'oretta come massimo, considerato anche il post-installazione (assumendo che il sistema non sia un'upgrade di un sistema esistente). Ma su questo forum ho anche visto qualcuno che sosteneva che Linux si avviava in meno di 10 secondi, quindi...E' anche vero che anche un Windows XP in 40 minuti/un'ora ci sta anche lui, ed è anche vero che richiede un solo reboot. Quindi nei post precedenti vedo anche le solite critiche (o FUD?) da tifoso fatte con argomentazioni vecchie di parecchi anni (anche il 2000 se ricordo bene richiede un solo reboot). Strano non ci fosse un'inciso del tipo "a meno di qualche BSOD improvviso" o cose simili.E' bello come a volte la "controinformazione" giochi sporco quanto chi critica.==================================Modificato dall'autore il 11/12/2003 19.05.53
        • Anonimo scrive:
          Re: Andiamo bene...
          - Scritto da: deltree
          Ma su questo forum
          ho anche visto qualcuno che sosteneva che
          Linux si avviava in meno di 10 secondi,
          quindi...Ed è vero! La mia gentoo fa il boot in 6 secondi netti, più qualche altro secondo per avviare l'interfaccia grafica (che non uso di default). Certo, bisogna personalizzare un po' il sistema e togliere tutto ciò che non serve, ma sappi che è possibile farlo (uso un Pentium 4 1.7 Ghz e 512 mb di RAM)
          E' anche vero che anche un Windows XP in 40
          minuti/un'ora ci sta anche lui, ed è anche
          vero che richiede un solo reboot. Quindi neiPerò dimentichi che Windows XP è solo l'OS, mentre con Slackware installi l'OS, la suite di ufficio, i programmi di grafica, i server web/ftp, ecc. ecc.In ogni caso sul mio computer in 40 minuti XP non ce la fa. Il bello è il programma di installazione si copia prima tutti i file sull'hard disk, poi reboota, poi installa i file e poi reboota di nuovo. Per quale assurdo motivo non può copiarsi i file direttamente dal cdrom come fanno tutte le distro Linux invece che perdere tempo in un passaggio inutile??
          post precedenti vedo anche le solite
          critiche (o FUD?) da tifoso fatte con
          argomentazioni vecchie di parecchi anni
          (anche il 2000 se ricordo bene richiede un
          solo reboot). Strano non ci fosse un'inciso
          del tipo "a meno di qualche BSOD improvviso"
          o cose simili.Non ci crederai, ma una volta mi si è bloccato il computer durante l'installazione! Non so per quale motivo, comunque al riavvio è ripartito da solo e ha ricominciato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Andiamo bene...
            ma per favore, se non sei bono ad installare xp non prendertela con xp, io l'ho installato in 38 minuti su vmware da un pentium 3 500, se tu non ce la fai in 40 minuti su un pentium 4 a 1,7ghz, lascia perdere l'informatica guarda, non è roba per te
          • deltree scrive:
            Re: Andiamo bene...

            Ed è vero! La mia gentoo fa il boot in 6
            secondi netti, più qualche altro secondo per
            avviare l'interfaccia grafica (che non uso
            di default). Certo, bisogna personalizzare
            un po' il sistema e togliere tutto ciò che
            non serve, ma sappi che è possibile farlo
            (uso un Pentium 4 1.7 Ghz e 512 mb di RAM)Si poi però tutto il tempo che perdi all'avvio lo perdi in bestemmi ogni volta che per fare una cosa al volo devi fare insmod perché la periferica in questione che hai sulla scheda madre o sul sistema non è già caricata....Sempre che siano veri i 6 secondi, il mio PC solo a passare la schermata del POST ci metterà 3 secondi, e dubito che con la quantità di output su schermo o su stream che linux ha all'avvio sia possibile usare 3 secondi anche ammettendo di caricare solo IDE e poco altro.
            Però dimentichi che Windows XP è solo l'OS,
            mentre con Slackware installi l'OS, la suite
            di ufficio, i programmi di grafica, i server
            web/ftp, ecc. ecc.Si questo è vero. Ti dò perfettamente ragione per tutto tranne che per i server che su XP sono preinstallati anche loro (sulla Pro).
            In ogni caso sul mio computer in 40 minuti
            XP non ce la fa. Il bello è il programma di
            installazione si copia prima tutti i file
            sull'hard disk, poi reboota, poi installa i
            file e poi reboota di nuovo. Per quale
            assurdo motivo non può copiarsi i file
            direttamente dal cdrom come fanno tutte le
            distro Linux invece che perdere tempo in un
            passaggio inutile??Forse confondi XP con Me o i 9x vecchi. Dal 2000 in poi è sufficente un solo reboot per installare (a fine installazione per avviare il sistema, come linux). O forse usi una versione non retail o una versione upgrade o dio sa cosa (esistono N! versioni di ogni SO MS...).

            post precedenti vedo anche le solite

            critiche (o FUD?) da tifoso fatte con

            argomentazioni vecchie di parecchi anni

            (anche il 2000 se ricordo bene richiede un

            solo reboot). Strano non ci fosse
            un'inciso

            del tipo "a meno di qualche BSOD
            improvviso"

            o cose simili.

            Non ci crederai, ma una volta mi si è
            bloccato il computer durante
            l'installazione! Ci credo a me è successo anche su linux.Agli esordi con una vecchia mandrake ho quasi bruciato un P3 perché non so per quale motivo il programma di setup fermava via software la ventolina. Sono cose che accadono, l'hardware è infinto...
            Non so per quale motivo,
            comunque al riavvio è ripartito da solo e ha
            ricominciato.Magari mettessero una feature del genere anche su linux (utile pure per quando inciampi sulla spina e spegni 4 pc che stavano installando linux in un ufficio coi lavori in corso).I motivi per questi problemi (indipendentemente dall'SO) sono imputabili alla scarsa qualità dei componenti elettronici anche di marca. Su SO con tick bassissimi (come il 2.6 e i sistemi MS) il timing della ram e di altri bus è seriamente messo sotto stress. Io stesso cambiano pc tre mesi fa mi ero quasi convinto di avere dei conflitti hardware tra XP e il mio nuovo sistema (linux 2.4 andava bene, il 2.6 non tanto, pensavo fosse un problema dovuto al fatto che era ancora in pre). Non ci crederai ma è bastato comperare un modulo DDR Kingston per eliminare qualsiasi problema (anche con il kernel 2.6 pre). Ormai tutto è fatto con i componenti che trovi nelle patatine...Una cosa è certa da ora in poi meno ram ma di qualità (anche perché ho potuto vedere che differenza fa una ram DDR con latenza 6 e una con latenza 2/3 sulle letture/scritture burst). E quelle che ho sostituito erano delle onestissime nec full-brand, mica pizza e fichi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Andiamo bene...
      - Scritto da: Zeross
      Trollalero trollalà... in 40 minuti ci
      installi si e no Linux e OpenOffice (sempre
      che non hai problemi con periferiche
      strane)... e ancora non li hai configurati
      per benino...


      Zeross...trollalero trollalà.... in circa 15-20 minuti ho installato una Mandrake ad un amico, perfettamente funzionante, a prova di utonto e c'era un po di più di Linux e OpenOffice installato se permetti! ;) (Un po più... tanto!!!!)Di extra ho solo dovuto scaricare un driver per la Radeon che ho configurato successivamente, comunque la parte grafica è stata caricata inizialmente con un driver vesa generico, poi, col driver originale, gli ho settato accelerazione 3d, tv-out (che funzionava comunque già anche col driver vesa), ecc. Aggiungo che oltre tutto la Mandrake con i suoi tool la conosco pochissimo in quanto ho usato e uso altre distribuzioni, però questa è veramente molto facile da usare e da installare.Per finire guarda che io non sono un genio Zeross, tutt'altro, Linux basta essere capaci di installarlo e prendersi un minimo di briga di fare quello che spero tutti abbiamo imparato alle elementari: leggere, tutto quà! ;)ByeGigi
  • Anonimo scrive:
    Re: Andiamo bene...
    Come si vede che non hai mai lavorato con netware.Ovviamente parlo di netware come file/printer server non come application server..Ciao
  • Anonimo scrive:
    I giochi..
    se cominciassero a far più giochi che girano su linux vedi come si sviluppa la parte desktop :-)
    • Shurizen scrive:
      Re: I giochi..
      - Scritto da: Anonimo
      se cominciassero a far più giochi che girano
      su linux vedi come si sviluppa la parte
      desktop :-)Ripeto per l'ennesima volta:RTCWolfenstein, Enemy Territory, Neverwinter Nights, tutti gli Unreal Tournament, tutti i Quake esistono nativi per Linux, e fanno il 20/30% di FPS in più (fatelo sapere ai vostri amici netgamer, vedrete come si diffonde LInux!).WineX fa girare una quantità spaventosa di giochi decentemente.Da Doom 3 in poi tutti i giochi basati sul suo motore usciranno nativi per Linux.E' un bel momento per giocare su Linux!--ShurizenNetgamer ferocemente anticomunista dal 1978
      • Akiro scrive:
        Re: I giochi..
        vabè, a me che piacciono gioki stile NHL 2002 e Warcraft III mi attacco al piffero ;PPP(linux)
        • BlueSky scrive:
          Re: I giochi..
          - Scritto da: Akiro
          vabè, a me che piacciono gioki stile NHL
          2002 e Warcraft III mi attacco al pifferoWarcraft 3 è supportato ufficialmente in WineX 3.2 quindi non hai problemi, con l'altro non so.
        • zanac scrive:
          Re: I giochi..
          - Scritto da: Akiro
          vabè, a me che piacciono gioki stile NHL
          2002 e Warcraft III mi attacco al piffero
          ;PPPIo gioco a WC3 con winex da una vita... anche su battle.netUnica pecca non riesco a giocare in lan locale (assurdo: su battle.net va alla grande, ma non vede le partite in lan locale).Poco male, gioco in locale... attraverso battle.net! :D
          • KrecKer scrive:
            Re: I giochi..
            Puoi installarti in locale un server bnet.Suppongo che il locale non ti funzioni perche' usa IPX, che molto probabilmente non hai compilato nel kernel.Ciao,
      • deltree scrive:
        Re: I giochi..

        Ripeto per l'ennesima volta:
        RTCWolfenstein, Enemy Territory, Neverwinter
        Nights, tutti gli Unreal Tournament, tutti i
        Quake esistono nativi per Linux, e fanno il
        20/30% di FPS in più (fatelo sapere aiQuesta è leggenda. Le prestazioni sono simili, e linux purtroppo non brilla per le ottimizzazioni realtime (visto che il suo kernel anche ora che è MOLTO PARZIALMENTE preemptibile non è ancora paragonabile ad altri SO "ludici"), né per quelle sul codice, ricordiamolo sempre pure se hai un P4 il tuo bel kernel lo vede come un 486 + i registri di estensione e tutto il lavoro fattibile in accelerazione hardware è fatto via software (come il multitasking, il locking, il multithreading etc etc).
        vostri amici netgamer, vedrete come si
        diffonde LInux!).Si magarai bisognerebbe anche dirgli che quando il kernel swappa il gioco sta 2 o 3 secondi in pausa però.
        WineX fa girare una quantità spaventosa di
        giochi decentemente.Vero ma...1) non è a portata di "utonto"2) E' altamente inefficente (per usare battlefield 1942 sino all'ultima release erano necessari 1 GB di ram, adesso "solo" 410)3) E' pur sempre un emulatore.
        Da Doom 3 in poi tutti i giochi basati sul
        suo motore usciranno nativi per Linux.
        E' un bel momento per giocare su Linux!Fico, sempre e solo FPS...Il problema non è il porting dei giochi, il problema è che per cambiare risoluzione ad X uno deve affidarsi ancora al file XF86Config, che i driver OpenGL 1.X (ormai vecchi e surclassati rispetto alle API DX9 sia come efficenza e velocità, speriamo nei 2, che però sembra siano troppo poco performanti su hardware non compatibile) sono complicati da installare per chi non smanetta con il pc e non ci programma dalla mattina alla sera. Che ci fa il classico utonto con un distro se poi non se la sa configurare? Perché uno che vuole giocare col PC deve fare tutta la trafila di istruzione e apprendimento di linux che deve fare uno studente di ingegneria o un tecnico IT solo per far partire un gioco? Sono questi i reali problemi di linux, ancor più dei tizi che mettono in giro false voci per incrementi prestazionali inesistenti solo per propaganda politica... Senza contare quelli che sono convinti che Linux sia più sicuro... Se ci sbarcano i giochi la sicurezza diventerà il primo dei problemi di linux.APT, Package, RPM, non c'è sistema di installazione che tenga, se come nei window manager non si trova presto uno standard comune (a livello di codice, non a livello "esterno"). Il mercato su linux si frammenterà invece che consolidarsi.Per diventare competitivo nei giochi a linux serve: 1) una interfaccia del kernel che rimanga stabile. I vecchi giochi della Loki sono al più inutilizzabili su kernel moderni e le vendite sono troppo basse per i produttori nel ricompilare il gioco ogni release di kernel che le distro supportano.2) Le librerie ludiche devono avere una interfaccia comune (questo non è possibile su linux, purtroppo). Non si può stare a ricompilare se voglio gli ultimi incrementi prestazionali delle SDL in un gioco compilato con una versione precedente anche se le API sono rimaste invariate. Deve essere possibile la compatibilità all'indietro delle varie api (che purtroppo essendo profgettate da smanettoni se ne sbattono - o non sanno proprio? - come introdurre stabilità di progettazione, retrocompatibilità e cose simili).3) un WM che permetta di ottenere prestazioni decenti perché integrato nel kernel. Vi sembrerà una stronzata ma è l'unico modo per ottenere *veramente* prestazioni superiori con la grafica 3d su linux. Ovviamente anche un kernel ottimizzato in asm per i processori di ultima generazione sarebbe utile, affidarsi a gcc per le ottimizzazioni di codice sa molto di programmatore/utonto (tutti sanno che i compilatori ottimizzanti aiutano, ma che le prestazioni combiano di moolto poco!).4) Una interfaccia veramente user friendly, a prova di utonto, con installer punta e clicca, driver che si possono installare senza dover editare nulla (questo farebbe comodo a tutti). Meno dipendenza da linguaggi scriptati e shell che vanno avanti con 5-6 strati di interpreti sotto.5) Un DB centralizzato e indicizzato dei settaggi di sistema e dei programmi, contro quell'aborto che è /etc/. parsare script chilometrici è roba che i computer moderni possono permettersi, ma magari usando tecniche più moderne si avrebbe quel tanto agognato incemento di velocità...6) Utilizzare un sistema migliore degli script di configurazione . per compilare un programma. Lo scherzo più carino da fare ad un fanatico della security in linux è fargli compilare qualcosa fatto con configure, inserire in configure un comando che modifichi inittab ed ecco che si può bloccare un sistema linux :) Per non parlare di quanto un approccio simile abbia reso facili le intrusioni tramite pacchetti da compilare.. A linux serve nuova sicurezza, nessuno legge i codici, figuriamoci gli script di compilazione, specie se sono fatti coi tool generici, dio solo lo sa cosa ci si possa introdurre in un sistema linux durante un configure od un make install! Immaginate cosa farebbero i gator di nuova generazione se linux avesse milioni di utenti! scarica il freeware di qua, compilalo, installalo e ti ritrovi un demone di uno spyware bello bello sul tuo sistemuccio. E molti neanche prenderebbero in considerazione l'eventualità perché "con linux il codice te lo compili da te" come se una compilazione automatizzata di codice che non si capisce con codice che non si capisce non garantisca la sicurezza.Lo sapete qual'è la cosa strana? Che a prevedere un linux ludico ci si accorge quanto dovrebbe somigliare a windows... Con anche i difetti annessi e connessi.==================================Modificato dall'autore il 11/12/2003 9.25.15
        • Anonimo scrive:
          Re: I giochi..
          Senza entrare nel merito di tutta la filippica, un punto mi ha incuriosito
          Lo scherzo più carino da fare ad
          un fanatico della security in linux è fargli
          compilare qualcosa fatto con configure,
          inserire in configure un comando che
          modifichi inittab ed ecco che si può
          bloccare un sistema linux :) Per non parlare
          di quanto un approccio simile abbia reso
          facili le intrusioni tramite pacchetti da
          compilare.. Non mi sembra una affermazione seria quella che fai.Con i makefile almeno PUOI vedere quello che andrai a fare, anche a posteriori, anche a danno gia' fatto, per tentare di riparare.Se io ti dessi un SETUP.EXE che invece contiene un Trojan (o un format c:), tutto binario, e magari compresso per non modificarne la dimensione, e' 1000 volte peggio. Non saprai mai cosa e' successo al tuo sistema.In bocca al lupo per la security :-)GM
          • deltree scrive:
            Re: I giochi..
            Infatti la mia non era una critica: già ora si hanno quasi gli stessi problemi che si avrebbero con un setup.exe su windows. Ah, cmq i setup di windows sono tracciabilissimi: lasciano un log (sempre) e hanno un file (setup.inf) che contiene tutti i passi le installazioni e le librerie che essi vanno ad installare e/o registrare. E' un file di pochi K, facilmente controllabile.Anche quelli scaricati come singolo .exe (andate a vedere nella vostra cartella temp). Altra leggenda metropolitana sfatata dai tempi di installshield per windows 3.1...Esattamente come succede con gli RPM & Co dove puoi vedere la lista dei files installati (e quindi anche delle modifiche fatte). Peccato che poi tutto il resto faccia acqua.Poi insomma, il fatto che puoi "tracciare" cosa succede in configure e makefile è vero. Ma... hai visto la complicatezza (nel 90% dei casi non necessaria) degli script generati con gli autotools? Un'utenza casalinga impone un modello di utilizzo che vada oltre "lo installo lo configuro e ci rimetto mano tra due anni" tipico dei server. Installazioni giornaliere, movimento di files e/o programmi. Diventa difficile andare a capire quale makefile abbia installato un backdoor o uno spyware a distanza di giorni e magari con una 50ina di diverse installazioni alle spalle. Calcolando anche che una volta installato un programmuzzo la cartella dei sorgenti si butta... Si li recupero dal tar.gz e mi trovo davanti un 5000 linee di codice che testano dipendenze e fanno cose (che al 90% sono inutili) automatizzate e scarsamente leggibili. Certo nel makefile va un po' meglio, ma ha una complessità e una leggibilità nettamente inferiore ad uno fatto a mano.
        • Anonimo scrive:
          Re: I giochi..


          20/30% di FPS in più (fatelo sapere ai
          Questa è leggenda. Le prestazioni sono
          simili, e linux purtroppo non brilla per le
          ottimizzazioni realtime (visto che il suo
          kernel anche ora che è MOLTO PARZIALMENTE
          preemptibile non è ancora paragonabile ad
          altri SO "ludici"), né per quelle sul
          codice, ricordiamolo sempre pure se hai un
          P4 il tuo bel kernel lo vede come un 486 + i
          registri di estensione e tutto il lavoro
          fattibile in accelerazione hardware è fatto
          via software (come il multitasking, il
          locking, il multithreading etc etc).a me pare che sfrutti qualsiasi processore,guarda caso la parte relativa alla cpu e scrittain asm.
          Si magarai bisognerebbe anche dirgli che
          quando il kernel swappa il gioco sta 2 o 3
          secondi in pausa però.magari non si è ancora vista una distro ben ottimizzata per ilmultimediale, senza 300 demon in esecuzione.poi il computer medio dell'utonto swappa anche con 1 Gbdi ram visto le schifezze inutili che ci sono dentro,si sa, winzozz ha bisogno di installare qualcosa ad ogni piè sospinto, la quale qualcosa inevitabilmentesi mette in background.

          Il problema non è il porting dei giochi, il
          problema è che per cambiare risoluzione ad X
          uno deve affidarsi ancora al file
          XF86Config, che i driver OpenGL 1.X (ormai
          vecchi e surclassati rispetto alle API DX9
          sia come efficenza e velocità, speriamo nei
          2, che però sembra siano troppo poco
          performanti su hardware non compatibile)opengl fa le stesse cose di DX, non diciamo ballesulla retrocompatibilità:prova a far girare qualche gioco DX vecchio,poi prova con uno opengl, risultato:i giochi DX vanno patchati perche come al solito M$fa le cosa male ma con una bella confezionee i polli giu a dire W DX che è piu compatibile.prova quake3, gira da W95 a Wxp senza l'ombra di una patch.
          propaganda politica... Senza contare quelli
          che sono convinti che Linux sia più
          sicuro... Se ci sbarcano i giochi la
          sicurezza diventerà il primo dei problemi di
          linux.gia vdremo se ci saranno i miliardi di dollari chewincess fa ogni anno e se invece delle chiacchiere di Billavremo qualcosa di serio su cui costruire unapolitica di sicurezza per il desktop.
          APT, Package, RPM, non c'è sistema di
          installazione che tenga, se come nei window
          manager non si trova presto uno standard
          comune (a livello di codice, non a livello
          "esterno"). Il mercato su linux si
          frammenterà invece che consolidarsi.ci sono 2 WM dominanti, KDE e gnome,il resto conta i ambiti ristretti.
          Per diventare competitivo nei giochi a linux
          serve:

          1) una interfaccia del kernel che rimanga
          stabile. I vecchi giochi della Loki sono al
          più inutilizzabili su kernel moderni e le
          vendite sono troppo basse per i produttori
          nel ricompilare il gioco ogni release di
          kernel che le distro supportano.ricompilare un gioco non costa niente se lo si programma bene, purtroppo la scuola windows ha insegnato che scrivere buon software non paga.
          2) Le librerie ludiche devono avere una
          interfaccia comune (questo non è possibile
          su linux, purtroppo). Non si può stare a
          ricompilare se voglio gli ultimi incrementi
          prestazionali delle SDL in un gioco
          compilato con una versione precedente anche
          se le API sono rimaste invariate. Deve
          essere possibile la compatibilità
          all'indietro delle varie api (che purtroppo
          essendo profgettate da smanettoni se ne
          sbattono - o non sanno proprio? - come
          introdurre stabilità di progettazione,
          retrocompatibilità e cose simili).X11 oss e openGL sono stabili da anni, il resto sono wrapperi programmi professionali si scrivono a partire da queste api.
          3) un WM che permetta di ottenere
          prestazioni decenti perché integrato nel
          kernel. Vi sembrerà una stronzata ma è
          l'unico modo per ottenere *veramente*
          prestazioni superiori con la grafica 3d su
          linux. questo e lunico modo per ottenere le care schermateblu alla windows. le prestazioni sono ottime, io ci lavoroda anni è non ho mai avuto problemi.
          Ovviamente anche un kernel
          ottimizzato in asm per i processori di
          ultima generazione sarebbe utile, affidarsi
          a gcc per le ottimizzazioni di codice sa
          molto di programmatore/utonto (tutti sanno
          che i compilatori ottimizzanti aiutano, ma
          che le prestazioni combiano di moolto
          poco!).come sopra, il C è più che sufficiente, l'asmsolo dove serve.
          4) Una interfaccia veramente user friendly,
          a prova di utonto, con installer punta e
          clicca, driver che si possono installare
          senza dover editare nulla (questo farebbe
          comodo a tutti). Meno dipendenza da
          linguaggi scriptati e shell che vanno avanti
          con 5-6 strati di interpreti sotto.massimo 2 strati, e poi si potrebbe ottimizzarequell0 che gia c'è, basta evitare il continuoload e unload delle bash all'avvio, insommasysV init va cambiato.
          5) Un DB centralizzato e indicizzato dei
          settaggi di sistema e dei programmi, contro
          quell'aborto che è /etc/. parsare script
          chilometrici è roba che i computer moderni
          possono permettersi, ma magari usando
          tecniche più moderne si avrebbe quel tanto
          agognato incemento di velocità...4-5% al massimo
          6) Utilizzare un sistema migliore degli
          script di configurazione . per compilare un
          programma. Lo scherzo più carino da fare ad
          un fanatico della security in linux è fargli
          compilare qualcosa fatto con configure,
          inserire in configure un comando che
          modifichi inittab ed ecco che si può
          bloccare un sistema linux :) Per non parlare
          di quanto un approccio simile abbia reso
          facili le intrusioni tramite pacchetti da
          compilare.. A linux serve nuova sicurezza,
          nessuno legge i codici, figuriamoci gli
          script di compilazione, specie se sono fatti
          coi tool generici, dio solo lo sa cosa ci si
          possa introdurre in un sistema linux durante
          un configure od un make install! Immaginate
          cosa farebbero i gator di nuova generazione
          se linux avesse milioni di utenti! scarica
          il freeware di qua, compilalo, installalo e
          ti ritrovi un demone di uno spyware bello
          bello sul tuo sistemuccio. E molti neanche
          prenderebbero in considerazione
          l'eventualità perché "con linux il codice te
          lo compili da te" come se una compilazione
          automatizzata di codice che non si capisce
          con codice che non si capisce non garantisca
          la sicurezza.basta prenderlo da fonti sicure e verificare la firma.lo stesso succede con windows, solo che difendersi èpiù difficile, visto che per togliere un programma ne devi installare un'altro, se vuoi farlo a mano devi metterele mani nel magnifico Registry, quello si che è facile.
          • deltree scrive:
            Re: Contenti loro....

            a cosa servirebbe? a ridurre le latenze di
            qualche microsecondo e a rendere il tutto
            più difficile da mantenere e debuggare,
            infatti sul 2.6 molto lavoro e stato fatto,
            a lavori ultimati ho letto test di
            laboratorio
            che riportano latenze inferiori a beOS,
            il tutto senza ASM, ma solo con buona
            progettazione.Beh, questo perché il tick di sistema è passato da 100 msec a 10 msec con la 2.6, non certo perché hanno incrementato le prestazioni. Calcola comunque che il tempo necessario a fare un process switch in software è quasi pari a 10 msec (circa 8 a dire la verità). Si era scelto un tempo di 100 proprio per essere sicuri che almeno 9/10 venissero usati per fare qualcosa di utile. Un process switch senza parti software richiede pochi cicli di clock (neanche è calcolabile per quanto è basso come tempo). Non mi pare una cosa da nulla visto che in un secondo un sistema operativo fa centinaia (se non migliaia) di process switch.
            se è 1 come fai asceglire?"Io voglio poterne avere 1 solo" italiano. Indica possibilità. Se solo 2 e io vorrei averne 1 solo vuol dire che io possa fare una scelta.

            Si chiama API comune.
            si chiama dittatura, quella di M$ linux nonNo non hai capito nulla, togliti i paraocchi.
            ha
            un propritario, ognuno i programmi li scrive
            come crede.
            e solo questione di abbitudine, quando uno
            vive sotto un regime alla fine di questo
            non sa come sfruttare la nuova condizione di
            libertà,
            lo stesso succede passando a linux.Infatti un'API comune permetterebbe a Gnome e KDE di continuare il loro cammino separato ma permetterebbe agli utenti si scegliere un solo WM, di essere sicuri che tutti i programmi che loro sceglieranno gireranno sul loro WM, non li obbligherebbe ad occupare centinaia di MB con librerie che usano molto poco (visto che servono solo per delle applicazioni ma non per il WM che non usano). Questa è libertà. Finché ci sono due poli che si fanno una guerra fredda infinita (hanno pure fatto finta di fondare un consorzio di standardizzazione che nella sua vita dopo quasi 2 anni ha dato via ad un'ulteriore libreria aggiuntiva per gestire solo le icone di notifica... A quando il cestino unificato?) io mi vedo imposto a sprecare spazio e ad avere l'imposizione di due diversi WM. Uno che non uso (Gnome) e l'altro che uso con profitto (KDE) solo perché uso alcune applicazioni Gnome.Non ci vedo dittature o oligarchie, tra parentesi un'api comune renderebbe WM di nicchia come WindowMaker o IceWM competitive coi colossi: non dovranno elemosinare soldi da partnership potenti e scomode per ottenere dei programmi in grado di armonizzarsi con le loro GUI e la loro filosofia.Ma si è vero, io voglio la dittatura MS, è chiaro...
            Posix, basta rispettare lo standard posix.Appunto che c'entrava tirare in ballo la scuola windows che impone il software mal progettato su linux?
            ancora sta' storia!! allora i programmi
            binary only
            non dovrebbero funzionare da nessuna parte,
            eppure mozilla e openoffice (precompilati)
            funzionano ovunque
            anche con release di X diverse, e di
            software del genere ce ne sono tanti.Lo sai anche tu che sono compilati staticamente (ecco perché pesano un botto) per essere funzionali. Non cerchiamo di attirarci l'attenzione delle folle con interventi populistici. Trovami un eseguibile compilato che dipenda da .so che dopo un anno, su linux ancora funzioni upgradando tutte le librerie dinamiche e di sistema. Non esiste. Quindi non c'è compatibilità binaria. O meglio, non c'è il supporto per il layering sulle .so (che farebbe risparmiare tempo, spazio e prestazioni ad un sacco di sviluppatori ed utenti).
            X integrato nel kernel unix? mai sentito
            forse parli di SGI, non mi sembra proprio
            che hanno X nel kernel.Infatti non stiamo parlando di X ma di quello che lo seguirà (dovrebbe chiamarsi Y) e di tutti i progetti di X-server kernel based. Ce ne sono a bizzeffe. Ciò non vuol dire che siano X o che facciano schifo. Anzi. Alcuni costao svariate migliaia di dolla. Pensa che esiste un X server anche per windows che permette tramite connessione remota di usare le GUI X-Windows da Win32. Solo che sono prodotti commerciali e i più non li conoscono.
            molto meno che su windows questo e certo,
            per il resto manca solo un'implementazione
            dei posix thread davvero posixMah, Torvalds ha dichiarato più volte che una delle poche cose che invida a windows è il process switch e il tick incredibilmente basso (i due fattori che richiedono a linux kernel specifici per applicazioni ad alta fedeltà come post-produzione o controlli real-time). Win32 ha tanti problemi ma non certo quello di integrarsi bene con le CPU di ultima generazione.
            insomma, linux e da buttare, eppure
            riesco a lanciare almeno 5 filmati divx in
            risoluzione DVD
            (720x576) senza rallentamenti, nell'uso del
            desktop.
            c'è da dire che ho messo su la low latecy
            patch e
            glibc e X11 ricompilati per athlon-xp con
            supporto
            per sse. Un mio amico ha anche sostenuto che nella partita che la sua squadra del cuore ha perso 5-0 c'erano almeno 7-8 falli da rigore per la sua squadra... Il tifo è una cosa soggettiva...Vallo a dire a chi ha un PC meno potente... O a chi invece di fare il playing di un divx (anche il mio p500 ci riusciva senza rallentamenti su XP o Linux) vorrebbe riuscire a riprodurre / sincronizzare o sovraincidere qualche minuto continuo di musica per applicazioni professionali o per chi deve maneggiare stream continui di dati al limite della banda.Se installi GCC form scratch (sono quasi 2 ore di compilazione) puoi fare una serie di test di compilazione che mettono a nudo i limiti architetturali di Linux. E solo per una compilazione un po' più aggressiva della norma, figuriamoci altri ambiti in cui un sincronismo eccellente serve per ore di fila. Mi chiedo se quelli che perdono tempo a sviluppare kernel low latency (ma non avevi detto che in apertura meno latenza non serve a nulla?), non semplici patch da 4 soldi che "spremono" i timer del kernel, dico proprio i kernel dedicati per montaggio audio e video, non noleggino il tuo athlon xp che con hardware tradizionale conteggia anche i numeri primi mentre manda 5 divx insieme (poi magari scopri che quando una finestra è coperta da un'altra, bello di mamma, il decoding video si sospende e quello che stavi facendo era l'equivalente di eseguire 1 divx e 5 mp2 audio.... No ma sicuramente erano AC3 con audio 5.1 a 88.200 khz e a 64 bit...).Cmq il mio intento non era dire che Windows non ha spyware o è più sicuro, solo che un Linux ideale per i videogiocatori (gente che spesso ha meno da spartire col pc di una segretaria e vuole tutto e subito) è un Linux con le stesse prerogative di Windows, buone o cattive che siano.
        • deltree scrive:
          Re: I giochi.. (FUD alla grande)


          - Scritto da: deltree

          Questa è leggenda. Le prestazioni sono

          simili, e linux purtroppo non brilla per
          le

          ottimizzazioni realtime (visto che il suo
          [etc..]

          Direi che hai detto il falso al 100%.
          Il mio PC è interamente compilato per
          athlon-xp a partire dal kernel fino alla
          bash, tant'è che se lo metto su un p3 non
          parte.Sei la dimostrazione vivente che il power-user linux non è diverso dal power user windows,IL COMPILATORE ottimizza per athlon-xp (anche il mio kernel me lo sono fatto così).Il problema è che quel po' di ASM che è presente nel kernel non fa distinzioni tra i processori X86 e tutto è fatto in software mode. Se non ci credi leggiti il libro che ti ho citato che analizza il kernel riga per riga. Poi torna.
          E ti assicuro che le ottimizazzioni si
          sentono eccome !Si. Pensa se ci fossero invece i process switch e tutto il resto in hardware, poi ne riparliamo. Il problema di linux è da sempre quello, chi è che è disinformato o fa FUD?[CONSIDERAZIONI SU BASE SOGGETTIVA]Pensala come ti pare. Peccato che molto di quello che hai detto possa essere considerato FUD. Ma si sa che chi tifa è "biased".Il mio era un semplice post di "critica" a linux ma non di elogio a windows. Quindi rilassari. Un sistema migliora se lo si critica. Solo perché ti piace così non è detto che non possa essere meglio!
          • MemoRemigi scrive:
            Re: I giochi.. (FUD alla grande)
            - Scritto da: deltree
            Sei la dimostrazione vivente che il
            power-user linux non è diverso dal power
            user windows,E allora ?Un power user è sempre un power user, oppure è necessario che sia diverso per ogni OS ?Come dire ch eun power user per uindos è migliore o peggiore di uno per linux ?Un PU è uno che vuole approfondire la conoscenza del sistema su cui lavora per sfruttarlo al meglio e lavorare meglio.
            IL COMPILATORE ottimizza per athlon-xp
            (anche il mio kernel me lo sono fatto così).
            Il problema è che quel po' di ASM che è
            presente nel kernel non fa distinzioni tra i
            processori X86 e tutto è fatto in software
            mode. Se non ci credi leggiti il libro cheOk, ma non era chiaro dal tuo discorso cosa intendevi dire.E ci credo, non vedo perchè non dovrei, in ogni caso proprio tu hai appena detto "quel po'", essendo giunsto un po' non so quanto peso avrebbe nelle prestazioni globali del sistema.Comunque potrebbe essere una scemata quella che ho detto in quanto effettivamente non so bene quale sezione del sorgente del kernel sia in ASM.Anche se a dire il vero mi sembra strano che nessuno abbia pensato a sfruttare istruzioni/registri delle nuove cpu per "quel po'" di ASM del kernel...

            E ti assicuro che le ottimizazzioni si

            sentono eccome !
            Si. Pensa se ci fossero invece i process
            switch e tutto il resto in hardware, poi ne
            riparliamo. Il problema di linux è da sempre
            quello, chi è che è disinformato o fa FUD?Se non ti spieghi bene...O forse non avevo capito io, comunque sono troppo pigro per andare a vedere il vecchio post :)E ad ogni modo è innegabile che Linux è nettamente più veloce di uindos.
            [CONSIDERAZIONI SU BASE SOGGETTIVA]Come le tue d'altronde.
            Pensala come ti pare. Peccato che molto di
            quello che hai detto possa essere
            considerato FUD. Ma si sa che chi tifa è
            "biased".Il mio non era FUD per il semplice fatto che ho risposto a delle TUE affermazioni che non hanno riprova.Tu dicevi: "I giochi della Loki non vanno sui kernel moderni".Io diveco: "A me vanno eccome".Non mi apre sia fud il mio....

            Il mio era un semplice post di "critica" a
            linux ma non di elogio a windows. QuindiDi elogi a uindos ne ho visti pochi effettivamente, ma le critiche a linux erano tutte soeggettive, tant'è che non ne ho vista una alla quale ho potuto avere un riscontro personale.
            rilassari. Un sistema migliora se lo si
            critica. Solo perché ti piace così non è
            detto che non possa essere meglio!Belle parole.
          • Shrike scrive:
            Re: I giochi.. (FUD alla grande)

            Di elogi a uindos ne ho visti pochi
            effettivamente, ma le critiche a linux erano
            tutte soeggettive, tant'è che non ne ho
            vista una alla quale ho potuto avere un
            riscontro personale.


            rilassari. Un sistema migliora se lo si

            critica. Solo perché ti piace così non è

            detto che non possa essere meglio!

            Belle parole.Non ti lasciare ingannare dalla grossa mole di inesattezze e falsita' tecniche scritte da deltree. Per non sprecare banda e non entrare in dettagli tecnici eccessivi (solo sulle tecniche di ottimizzazione di GCC potrei scriverci libri interi) ti rimando alla risposta di Krecker (sp?) che mette in evidenza con elegante sintesi le falsita' suddette.Cordiali saluti!
          • deltree scrive:
            Re: I giochi.. (FUD alla grande)

            Non ti lasciare ingannare dalla grossa mole
            di inesattezze e falsita' tecniche scritte
            da deltree. Per non sprecare banda e non
            entrare in dettagli tecnici eccessivi (solo
            sulle tecniche di ottimizzazione di GCC
            potrei scriverci libri interi) ti rimando
            alla risposta di Krecker (sp?) che mette in
            evidenza con elegante sintesi le falsita'
            suddette.Mi sa che hai buttato una vita allora, se sostieni che le ottimizzazioni di GCC possano ottimizzare un process switcher fatto a mano (e con sole istruzioni 486) e gli algoritmi si scheduling o quelli di locking.O forse non hai ben compreso cosa si possa e cosa non si possa ottimizzare con un compilatore, non siamo mica parlando di ottimizzare un programma, stiamo parlando di ottimizzazioni, per forza manuali, nel come il processo 0 manipola e gestisce tutti gli altri processi attivi, manipolazioni che da anni (dal P2) le CPU della famiglia intel fanno praticamente senza istruzioni e interamente in hardware.Se il tuo GCC converte tutte le push e tutte le pop dei registri durante il process switch nella chiamata la process switcher HW e modifica il descrittore di processo software nel corrispettivo hardware (hanno anche indirizzi differenti, perché quello hardware è una sorta di super-registro e quello soft sta in memoria ed è l'unico che usa linux) io direi che puoi andare benissimo al MIT come rettore.Questo non vuol dire che GCC non ottimizzi (lo fa eccome!) come tutti i compilatori del mondo, ma sicuramente non può ottimizzare quel genere di cose, tantomeno quando è già tutto scritto in assembler inline 80486 (che non viene riottimizzato dal compilatore C). Se scrivi un algoritmo di sorting lineare te lo fa diventare un quicksort? secondo quale logica riuscirebbe ad ottimizzare codice software-only nel corrispettivo basato su hardware dedicato per la GESTIONE DEI PROCESSI (ricordati che GCC è un compilatore e ottimizza programmi, qui si parla della gestione dei processi software come ai tempi dei 486 contro quella hardware degli intel compatibili di nuova generazione, sono istruzioni a cui un normale programma non ha neanche accesso a meno che la CPU non sia in kernel mode)? Per il resto il libro sta li Understanding The linux Kernel, è il must per capire queste cose, anche gli articoli di Torvalds sull'argomento (spinoso e altamente tecnico) del process switching, dello scheduling e del tick di sistema sono alla tua portata, basta cercarli in rete o su amazon in uno dei libri dedicati all'argomento (fortunatamente a questi livelli non esiste propaganda che tenga, l'interesse è alto per il problema in sé non se ne nega l'esistenza). No ma sono io che dico idiozie (che le spiego) e c'è gente che senza controbbattere mi dice pure che dico stronzate o faccio FUD.
          • Shrike scrive:
            Re: I giochi.. (FUD alla grande)

            Mi sa che hai buttato una vita allora, se
            sostieni che le ottimizzazioni di GCC
            possano ottimizzare un process switcher
            fatto a mano (e con sole istruzioni 486) e
            gli algoritmi si scheduling o quelli di
            locking.Non cambiare argomento: se rileggi il tuo messaggio ti renderai conto che sostenevi cose ben diverse e se rileggi il mio vedrai che non sono entrato nel merito degli algoritmi che citi. Mi stai attribuendo frasi che non ho scritto. Fermo restando che, ovviamente, puoi richiedere a GCC l'esecuzione di ottimizzazioni specifiche per quasi tutte le famiglie di CPU presenti sul mercato (oltre che a generare codice per praticamente tutte quelle presenti sul mercato "consumer"), contrariamente a quanto asserivi (per chi legge e vuole verificare, veda "man gcc" :) ). Non a caso GCC si avvia a diventare (e secondo molti, gia' lo e') la miglior suite cross-compiler, assembler e linker oggi disponibile, lo stato dell'arte.
            Se il tuo GCC converte tutte le push e tutte
            le pop dei registri durante il processNon ho, oggi, alcuna parte attiva nello sviluppo di GCC, che e' rilasciato sotto una licenza che non consente di dire ne che e' "mio" ne che e' "tuo".
            Se scrivi un algoritmo di sorting lineare te
            lo fa diventare un quicksort? La domanda e' talmente sconcertante che mi fa pensare o che tu non sappia nemmeno cosa sia un algoritmo (ma mi sembra impossibile) o che tu pensi di aver scritto ad un ignorante in materia. Stiamo parlando di ottimizzazioni a parita' di codice, non stiamo parlando di algoritmi diversi aventi lo stesso scopo. Sebbene esistano sistemi esperti che sono riusciti a dimostrare teoremi la cui dimostrazione sfuggiva agli esseri umani, non esistono (ancora) sistemi esperti efficienti quanto gli umani nell'"ingegnerizzare" algoritmi migliori. Qui si aprono delle tematiche sconfinate, che sono interessantissime ma ci porterebbero fuori tema.Ripeto: rileggi il tuo messaggio, vedrai che vi sono numerose e novevoli imprecisioni, non limitatamente all'ottimizzazione (hai parlato di desktop managers, OpenGL, DirectX, ricompilazione di videogames, hai definito emulatore una cosa che non lo e', hai invocato standard per interfacce, hai invocato il nome di root invano per compilare sorgenti :) e altro ancora). Se non le trovi, le mettero' in evidenza io, tempo permettendo.
            secondo quale
            logica riuscirebbe ad ottimizzare codice
            software-only nel corrispettivo basato su
            hardware dedicato per la GESTIONE DEI
            PROCESSI Per esempio, questa e' un'altra frase veramente sconcertante dal punto di vista tecnico. Ogni riga che ho quotato andrebbe circostanziata, altrimenti puo' significare tutto o niente.
            (ricordati che GCC è un compilatoreNon proprio Invocando GCC puoi fare preprocessing, compilazione, assembling e linking, fermandoti a qualsiasi stadio.
            e ottimizza programmi, Beh, diciamo che ottimizza il codice, nel senso che tenta di migliorarne le prestazioni; attribuirgli la capacita' di ottimizzare un programma potrebbe essere fuorviante a questo punto, visto quanto mi hai scritto poco sopra sul quicksort.
            qui si parla della
            gestione dei processi software come ai
            tempi dei 486 contro quella hardware degli
            intel compatibili di nuova generazione, sono
            istruzioni a cui un normale programma non ha
            neanche accesso a meno che la CPU non sia in
            kernel mode)? Definisci allora i programmi normali e quelli anormali, e definisci che cosa intendi dicendo che un "un programma non ha accesso" a certe istruzioni.
            No ma sono io che dico idiozie
            (che le spiego) e c'è gente che senza
            controbbattere mi dice pure che dico
            stronzate o faccio FUD.Ancora una volta, non attribuirmi cose che non ho scritto. Io ho scritto e riscrivo tranquillamente che nel tuo messaggio sono presenti moltissime inesattezze e falsita', e che per controbatterle a livello qualitativo e soprattutto in modo sintetico mi sembrava sufficiente la risposta di Krecker. Puo' capitare a tutti di scrivere in perfetta buona fede cose sbagliate, non vedo perche' stizzirsi, se mi fosse capitato in un mio messaggio fammelo notare, non ci sono mica problemi.Vista la bibliografia, consentimi a mia volta di consigliarti la lettura (o la rilettura) di qualche bellissimo libro, "The Art of Computer Programming" di D. Knuth, "Operative Systems" di Tenenbaum et al., e magari, a proposito di algoritmi, anche qualche scritto del grandissimo Dijkstra, di cui onoro la memoria e verso il quale ho dei debiti intellettuali che mi sforzo sempre di ripagare. Gran parte degli scritti di Dijkstra, per chi fosse interessato, sono disponibili on line.Cordiali saluti.
          • deltree scrive:
            Re: I giochi.. (FUD alla grande)
            Shrike non fare il dottorino che potrei farti scuola.Usa meno paroloni e piantala di dire scemenze.Quello che ho detto io, che dice Torvalds e che dicono molti esperti di linux in tutto il mondo che non si divertono a giochicchiarci sopra è questa:La parte critica del codice ASM x86 di linux è scritta usando solo istruzioni 486 al massimo per favorire il back-port (cosa discutibile secondo molti). Poiché la parte ASM del kernel è quella più performance critical una ottimizzazione dal lato compilatore di tutto il restante codice C non intacca questo pesante collo di bottiglia.Ci sono esplicite funzionalità 686 o superiori utili per i sistemi multitasking di cui linux non si avvale con un enorme dispendio di cicli macchina per fare cose ormai semplicissime (process switch, lock ed altro ancora).Non ho mai detto che GCC non ottimizzi, se lo hai creduto era sempre e solo riferito nel merito del discorso fatto sul core ASM x86 del kernel.Gli esempi sugli algoritmi erano per farti capire la differenza concettuale da quello che tu sostieni (il fatto che GCC possa entrare in gioco in ottimizzazioni algoritmiche) su quello che GCC fa realmente (ottimizza le istruzioni macchina in maniera di spremere il massimo dalla CPU, dalla sua pipeline e dalla sua cache).Poi se vuoi continuare a darmi addosso fai pure, si vede che Linus è uno stupido e altri stimati conoscitori Linux e collaboratori (come DP Bovet o Cesati) dello staff del kernel dicono una marea di cazzate e hai ragione solo tu.Spero che te non sostenga anche che se io scrivo codice ASM GCC me lo ottimizzi in ASM per processori di classe superiore, altrimenti potresti perdere il lavoro in più di qualche azienda dove si lavora con kernel embedded (il codice ASM inline ed esplicito viene lasciato così com'è e quasi mai neanche ottimizzato, serve proprio per le ottimizzazioni manuali!)
        • KrecKer scrive:
          Re: I giochi..
          - Scritto da: deltreeCUT
          Questa è leggenda. Le prestazioni sono
          simili, A me NWN su linux va abbastanza piu' fluido che con winME/Win2K. Non sara' 20% di FPs in piu', ma piu' fluido ed uniforme va (specie nelle rotazione di camera).
          e linux purtroppo non brilla per le
          ottimizzazioni realtime Ora, c'e' realtime e realtime, se me lo paragoni a QNX ti posso dare ragione, ma per giocare a Worcraft3 va alla grande, dai non essere capzioso.
          P4 il tuo bel kernel lo vede come un 486 + i
          registri di estensione e tutto il lavoro
          fattibile in accelerazione hardware è fatto
          via software (come il multitasking, il
          locking, il multithreading etc etc).mhm... mai provato a ricompilare il kernel? Il multitasking mi sembra proprio l'ultima cosa criticabile di linux, specie se il termine di paragone e' Win.
          Si magarai bisognerebbe anche dirgli che
          quando il kernel swappa il gioco sta 2 o 3
          secondi in pausa però.Di che gioco stai parlando? io con NWN e Quake3 non ho mai avuto di questi problemi. Anche quelli della Loki mi vanno alla grande.

          WineX fa girare una quantità spaventosa di

          giochi decentemente.
          Vero ma...
          1) non è a portata di "utonto"mazza, winex nomegioco.exese usi un DE puoi associare al .exe winex e basta il doppio click.
          2) E' altamente inefficente (per usare
          battlefield 1942 sino all'ultima release
          erano necessari 1 GB di ram, adesso "solo"
          410)Non ho provato questo gioco. Io con Worcraft3 (1028*1024) non ho notato differenze con windows.
          3) E' pur sempre un emulatore.Non e' un emulatore.
          cambiare risoluzione ad X
          uno deve affidarsi ancora al file
          XF86Config, mai provato a pigiare ctrl+alt+'+' o ctrl+alt+'-'? prova, scoprirai nuovi mondi!
          Se ci sbarcano i giochi la
          sicurezza diventerà il primo dei problemi di
          linux.Mi illustri come un gioco (SDL o OpenGL) possa essere un problema di sicurezza?
          1) una interfaccia del kernel che rimanga
          stabile. I vecchi giochi della Loki sono al
          più inutilizzabili su kernel moderni davvero? allora sono proprio un mago, visto che ci gioco sul 2.4.23 senza problemi. Stasera provo sul 2.6.test11 ma pneso proprio non ce ne siano nemmeno li', visto che le chiamate si sistema sono le medesime.
          nel ricompilare il gioco ogni release di
          kernel che le distro supportano.Ma che stai a di'? Perche' mai dovrebbero ricompialre gli eseguibili per i cambi kernel? X lo ricompili tutte le volte che cambi kernel? ed init? perche' diamine dovresti ricompilare i giochi?
          Non si può stare a
          ricompilare se voglio gli ultimi incrementi
          prestazionali delle SDL in un gioco
          compilato con una versione precedente anche
          se le API sono rimaste invariate. Deve
          essere possibile la compatibilità
          all'indietro delle varie api (che purtroppo
          essendo profgettate da smanettoni se ne
          sbattono - o non sanno proprio? - come
          introdurre stabilità di progettazione,
          retrocompatibilità e cose simili).Abbi pazienza, non mi pare che i giochi scritti per le directX3 traggano grande beneficio dal trovarsi le 9 o mi sbaglio?
          3) un WM che permetta di ottenere
          prestazioni decenti perché integrato nel
          kernel. Vi sembrerà una stronzata ma è
          l'unico modo per ottenere *veramente*
          prestazioni superiori con la grafica 3d su
          linux. Il WM e' il programma che gestisce le finestre, non e' quello da integrare nel kernel. Il 3D ha accesso diretto all'HW (DRI). Infatti ti ripeto che i giochi 3D a me vanno piu' veloci su linux che su windows.
          Ovviamente anche un kernel
          ottimizzato in asm per i processori di
          ultima generazione sarebbe utile, affidarsi
          a gcc per le ottimizzazioni di codice sa
          molto di programmatore/utonto (tutti sanno
          che i compilatori ottimizzanti aiutano, ma
          che le prestazioni combiano di moolto
          poco!).Ma non diciamo fesserie! Le ottimizzazione del compilatore hanno un incremento delle prestazioni molto, ma molto alto. Diciamo che spesso non si puo' esagerare nell'ottimizzazione del compilatore (-O2 ora), perche' non e' garantito il corretto comportamento con ottimizzazioni superiori. Sviluppo dei cicli e riordinamento del codice fanno saltare fuori bug che e' una meraviglia!Prova a compilarti una routine di calcolo matematico (conti pesanti, tipo soluzione di sistemi linerari belli grossi, moltiplicazioni di matrici ecc...) e compilalo con e senza ottimizzazioni. Se non hai differenze di tempo di esecuzione direi che e' meglio se inizi a preoccuparti. (o hai un 386)
          4) Una interfaccia veramente user friendly,
          a prova di utonto, con installer punta e
          clicca, driver che si possono installare
          senza dover editare nulla (questo farebbe
          comodo a tutti). Meno dipendenza da
          linguaggi scriptati e shell che vanno avanti
          con 5-6 strati di interpreti sotto.ti faccio notare che tutti i software commerciali hanno installer punta e clicca, vedi giochi Loki, StarOffice ecc...
          5) Un DB centralizzato e indicizzato dei
          settaggi di sistema e dei programmi, contro
          quell'aborto che è /etc/. parsare script
          chilometrici è roba che i computer moderni
          possono permettersi, ma magari usando
          tecniche più moderne si avrebbe quel tanto
          agognato incemento di velocità...Allora, in etc ci sono gli script di init, tutt'altro che chilometrici e i file di configurazione, che vengono parsati una volta, quando il programma parte e basta, non a run-time, quindi niente incremento di prestazioni!
          6) Utilizzare un sistema migliore degli
          script di configurazione . per compilare un
          programma. tipo? suggerisci dai!
          Lo scherzo più carino da fare ad
          un fanatico della security in linux è fargli
          compilare qualcosa fatto con configure,
          inserire in configure un comando che
          modifichi inittab ed ecco che si può
          bloccare un sistema linux :)Piu' che carino direi che e' cretino:1) mai notato che inittab ha diritto di scrittura solo di root? Un utente normale non lo tocca nemmeno se piange e tutti sanno che non e' saggio langiare script sconosciuti da root2) creeresti problemi al prossimo riavvio, non alla macchina in funzione
          l'eventualità perché "con linux il codice te
          lo compili da te" come se una compilazione
          automatizzata di codice che non si capiscePerche' te compili da root? o mamma mia...
          Lo sapete qual'è la cosa strana? Che a
          prevedere un linux ludico ci si accorge
          quanto dovrebbe somigliare a windows... Con
          anche i difetti annessi e connessi.No no, a prevedere il TUO linux ludico assomiglierebbe a windows!Saluti
          • deltree scrive:
            Re: I giochi..
            Rispondo ad un po' di cose sparse:1) per la n-100esima volta. GCC ottimizza ma un conto è l'ottimizzazione del compilatore, un conto è scrivere cose come i process switch, il lock e il multithreading siano programmate "manualmente" piuttosto che usare le feature che la CPU e l'hardware moderno mettono a disposizione. Lì il compilatore non può ottimizzare un bel nulla perché il moltiprocessing e lo scheduling sono cose che non competono certo al compilatore ma a chi le cose le progetta.Wine è un emulatore per le Directx e le librerie grafiche di windows. Puoi anche non chiamarlo così ma un qualsiasi programma che riproduce funzionalità di un'altra archiettura utilizzando software è un emulatore... I requisiti di sistema di WineX sono pubblici e stanno sul loro sito, i requisiti per BF 1942 erano quelli pubblicizzati con tanto ardore da Happypenguin e dal sito di WineX stesso.E... winex nomegame.exe è considerato troppo per un sacco di utilizzatori di PC, specie i videogiocatori.C'avrei giurato che qualcuno tirava fuori la storia di CTRL-ALT+ e CTRL-ALT- Si è vero, funziona. Ma1) se la tua distro preimposta più di una risoluzione per Xfree2) se qualcuna delle modalità a disposizione non è compatibile col tuo monitor potresti romperlo3) non mi pare sia possibile fare il cambio di profondità di colore (se lo sai dimmelo che mi interessa veramente) e resta il fatto che per tutte le altre proprietà grafiche e di Xfree sempre su XF86Config devi andare a sbattere (e converrai che è maledettamente maldocumentato se vuoi abilitare qualche switch avanzato, non sono tutti nel man o nella conf d'esempio).
            1) mai notato che inittab ha diritto di
            scrittura solo di root? Un utente normale
            non lo tocca nemmeno se piange e tutti sanno
            che non e' saggio langiare script
            sconosciuti da root

            2) creeresti problemi al prossimo riavvio,
            non alla macchina in funzione



            l'eventualità perché "con linux il codice
            te

            lo compili da te" come se una compilazione

            automatizzata di codice che non si capisce

            Perche' te compili da root? o mamma mia...Tu invece sei magico e dopo aver compilato make install lo fai da utente e ti ritrovi tutto il computer configurato? Ma fammi il piacere... altro idolo delle folle. Dai citami un blue screen che me la rido!
          • KrecKer scrive:
            Re: I giochi..
            - Scritto da: deltree
            Rispondo ad un po' di cose sparse:

            1) per la n-100esima volta. evidentemente se sei alla 100-esima volta che lo dici non lo hai spiegato proprio benissimo, no?Ovviamente sono d'accordo con te, anche se temo sia piu' facile fare uno scheduler in assembly fuori dalla grazzia di dio che uno in C ben programmato (vedi O(1))
            Wine è un emulatore per le Directx e le
            librerie grafiche di windows. Puoi anche non
            chiamarlo così ma un qualsiasi programma che
            riproduce funzionalità di un'altra
            archiettura utilizzando software è un
            emulatore... WineX fornisce le chiamate DirectX8 mappandole su OpenGL1.4 e Xlib. direi che è piu' un Wrapper che un emulatore. Non andiamo a cercare il pelo nell'uovo, quello che volvevo dire è che un emulatore, vedi mame, per emulatre un neogeo di 15 anni fa necessita di un PIII visto che deve "tradurre" a runtime. In pratica wineX ha le funzioni di Dx8 reimplementate appoggiandosi a quelle di X e OpenGL, notevole differenza!
            C'avrei giurato che qualcuno tirava fuori la
            storia di CTRL-ALT+ e CTRL-ALT- bhe mi sembra logica conseguenza.
            Si è vero,
            funziona. Ma
            1) se la tua distro preimposta più di una
            risoluzione per Xfreeovvio. Aggiungere una risoluzione ad X non è la fine del mondo, se ce l'ho fatta io ci puo' riuscire chiunque, sono 2 numeri da scrivere ed una x!
            2) se qualcuna delle modalità a disposizione
            non è compatibile col tuo monitor potresti
            romperloaddirittura rompere il monitor per aver impostato una risoluzione non supportata? cacchio, sono sempre stato fortunatissimo!
            3) non mi pare sia possibile fare il cambio
            di profondità di colore (se lo sai dimmelo
            che mi interessa veramente) Non ne ho mai avuto bisogno, cosi' al volo direi di no, ma non so. In XFConfig, cmq è un numero da cambiare, lo fai in 5 sec. Resta comunque che i giochi (SDL, OpenGL) cambiano entrambe dalla schermata di configurazione del gioco stesso, quindi non mi sembra un grosso problema.
            e resta il fatto che per tutte le altre
            proprietà grafiche e di Xfree sempre su
            XF86Config devi andare a sbattere (e
            converrai che è maledettamente
            maldocumentato se vuoi abilitare qualche
            switch avanzato, non sono tutti nel man o
            nella conf d'esempio).Sul sito di X direi che trovi di tutto di piu'. Buona parte degli scwitch avanzati stanno nella parte del driver video e sono documentati da chi ha fatto il driver, non da X. (vedi nvidia)
            Tu invece sei magico e dopo aver compilato
            make install lo fai da utente e ti ritrovi
            tutto il computer configurato? Ma fammi il
            piacere... altro idolo delle folle.non sono mai stato un idolo, ma grazie comunque.Ovviamente make install non lo fo da root, ma la riga di install del make file quando è 5 righe sei stato sfigato, a dargli un occhio non ci vuole nulla. Io lo faccio sempre quando ho a che fare con programmilli di ignota origine perchè spesso le diretory di installazione non sono come piacciono a me.
            Dai
            citami un blue screen che me la rido!Per quanto uso Windows io mi stai chiedendo uno sforzo mnemonico mica da poco! Quelli "classici" cmq ci sono in xscreensever, se ne senti la mancanza...Ciao
          • deltree scrive:
            Re: I giochi..

            non sono mai stato un idolo, ma grazie
            comunque.
            Ovviamente make install non lo fo da root,
            ma la riga di install del make file quando è
            5 righe sei stato sfigato, a dargli un
            occhio non ci vuole nulla. Io lo faccio
            sempre quando ho a che fare con programmilli
            di ignota origine perchè spesso le diretory
            di installazione non sono come piacciono a
            me.Dipende che programmi installi, per Angband (anche perché non usa autohell, molto intelligentemente) ti dò ragione ma prova a farlo su tutti i paccketti di XFree, su GCC o su un WM medio-grandi...Per selezionare una directory non di default di solito si usa questa sintassi (non sono sicuro se per le lib è proprio quello lo switch):./configure --prefix="directory" --lib-prefix="directory"cmq se usi una disrtibuzione realmente LSB raramente le directory non sono quelle giuste.
        • zirgo scrive:
          Re: I giochi..
          - Scritto da: deltree

          Lo sapete qual'è la cosa strana? Che a
          prevedere un linux ludico ci si accorge
          quanto dovrebbe somigliare a windows... Con
          anche i difetti annessi e connessi.

          ==================================
          Modificato dall'autore il 11/12/2003 9.25.15Guarda..mi hai proprio rubato le parole di bocca mentre leggevo il tuo post: in partica vuoi un altro windows:)La cosa più bella da fare sarebbe (non me ne voglia davex con questa proposta fantainformatica ;)) realizzare un metodo che permetta in maniera indlore di passare da un sistema ad un altro senza bisogno della fase di bootstrap, per buona pace degli utenti finali....riuscire a far cooperare due sistemi operativi diversi allo stesso momento (senza emulazione ovviamente). So che quanto proposto è praticamente irrealizzabile (non devo essere l'unico cretino che l'ha pensata, e se fosse possibile esisterebbero già delle soluzioni). Per ora cmq è già possibile riuscire a "congelare"lo stato del computer (memorizzando tutto sull'hdd) nel momento in cui decidi di passare all'altro sistema, ma naturalmente non puoi avere applicazioni che girano in contemporanea, e soprattutto sarebbe utile sono nel caso si utilizzino applicazioni che non si appoggino alla rete per esempio (ad sempio non servirebbe a un tubo per applicaizoni tipo kazaa, xmule ecc in quanto perderebbero la connessione).Si lo so sto delirando...alla fine ti prendi tanti computer quanti i sistemi che vuoi usare contemporaneamente e la storia finisce là....era solo un'idea che mi è balzata in testa...
          • deltree scrive:
            Re: I giochi..
            La cosa più bella da fare sarebbe una specifica aperta e di nuova concezione su binari e librerie di sistema, poi ogni SO potrebbe implementarle come vorrebbe.Il porblema è che ci sono tante fazioni e tanti tradizionalisti. Gente mi è saltata alla gola perchè ho detto che secondo me tutte le API per i windows manager dovrebbero essere unificate (evidentemente non è chiaro che API è una cosa, l'implementazione che c'è dietro è un'altra). Figurarsi cosa succederebbe se un'idea simile verrebbe presa in considerazione! Cane mangia cane e sorgerebbero di nuovo altri 4-5 diversi standard per difendere il loro piccolo bastioncino ideologico.Io mi accontento del dual boot ma per il futuro sono ottimista
          • Shrike scrive:
            Re: I giochi..

            La cosa più bella da fare sarebbe (non me ne
            voglia davex con questa proposta
            fantainformatica ;)) realizzare un metodo
            che permetta in maniera indlore di passare
            da un sistema ad un altro senza bisogno
            della fase di bootstrap, per buona pace
            degli utenti finali....riuscire a far
            cooperare due sistemi operativi diversi allo
            stesso momento (senza emulazione
            ovviamente). So che quanto proposto è
            praticamente irrealizzabile (non devo essere
            l'unico cretino che l'ha pensata, e se fosse
            possibile esisterebbero già delle
            soluzioni). E' possibile ed e' stato fatto da tempo, almeno nel senso che all'interno della stessa macchina (tipicamente un mainframe ma il discorso puo' avere uno livello di astrazione superiore) hai diverse macchine virtuali (VM), ognuna delle quali puo' ospitare un sistema operativo (Guest Operating System).Cordiali saluti.
        • Zeross scrive:
          Re: I giochi.. (FUD alla grande)
          - Scritto da: MemoRemigi

          Ma dove ? Ma quando ?
          Invece le directics sono backward
          compatibili al 100% vero ?
          Altre balle.Purtroppo per te le DirectX sono proprio backward compatibili al 100%, tanto che è possibile attualmente far girare giochi per DirectX 1.0 (come ad esempio Pitfall: The Mayan Adventure) su DirectX 9.0.Come vedi le balle sono tue...
          Guarda, sto usando kde su un p2 (si Pentium
          2) ed è una scheggia !!Rispetto alla carrozzina della nonna? :D
          La prima cosa che mia hanno insegnato
          all'università (anni fa !) è che ormai i
          compilatori sono degli ottimizzatori
          migliori degli esserei umani.E chi ha detto questa immane cagata? :(Voglio proprio vedere cosa fa un compilatore se nel mio codice invece di implementare un QuickSort ci piazzo dentro un BubbleSort... sono proprio curioso di vedere cosa ottimizza...
          Uindos è intrinsecamente una porcheria e un
          colabrodo, perchè nato mae e sviluppatosi
          peggio.Eh si si... nulla da eccepire visto quanto lo conosci...ma evita piuttosto che con sti commenti fai solo ridere i polli... :Zeross
          • Shrike scrive:
            Re: I giochi.. (FUD alla grande)
            - Scritto da: Zeross
            - Scritto da: MemoRemigi

            La prima cosa che mia hanno insegnato

            all'università (anni fa !) è che ormai i

            compilatori sono degli ottimizzatori

            migliori degli esserei umani.

            E chi ha detto questa immane cagata? :(
            Voglio proprio vedere cosa fa un compilatore
            se nel mio codice invece di implementare un
            QuickSort ci piazzo dentro un BubbleSort...
            sono proprio curioso di vedere cosa
            ottimizza...Ma no... :)Deve essere un'epidemia... come mai anche deltree si e' accanito proprio su algoritmi di ordinamento didattici? :)L'insegnamento ricevuto all'universita' da MemoRemigi riguarda un problema completamente diverso e molto piu' profondo di quello che ha erroneamente capito Zeross prendendo una cantonata. Per semplificare, sperando di non apparire esageratamente superficiale: definito un algoritmo i cui passi sono codificati in un dato linguaggio astratto, un programma puo' tradurlo creando del codice macchina (per un dato microprocessore o per una macchina astratta) che sia piu' prestazionale di codice macchina scritto direttamente da un umano? Fino a una dozzina d'anni fa la risposta sarebbe stata un sonoro no, con poche eccezioni per casi particolari. Oggi la questione e' molto piu' complicata, per la prima volta nella storia... Cordiali saluti.
          • Zeross scrive:
            Re: I giochi.. (FUD alla grande)
            - Scritto da: Shrike

            Ma no... :)

            Deve essere un'epidemia... come mai anche
            deltree si e' accanito proprio su algoritmi
            di ordinamento didattici? :)

            L'insegnamento ricevuto all'universita' da
            MemoRemigi riguarda un problema
            completamente diverso e molto piu' profondo
            di quello che ha erroneamente capito Zeross
            prendendo una cantonata. Per semplificare,
            sperando di non apparire esageratamente
            superficiale: definito un algoritmo i cui
            passi sono codificati in un dato linguaggio
            astratto, un programma puo' tradurlo creando
            del codice macchina (per un dato
            microprocessore o per una macchina astratta)
            che sia piu' prestazionale di codice
            macchina scritto direttamente da un umano?
            Fino a una dozzina d'anni fa la risposta
            sarebbe stata un sonoro no, con poche
            eccezioni per casi particolari. Oggi la
            questione e' molto piu' complicata, per la
            prima volta nella storia... Beh, quello che hai scritto tu è ben diverso da quanto è stato scritto in precedenza... e soprattutto in questi termini potrebbe essere sostanzialmente esatto.Dire che un compilatore è un ottimizzatore migliore di uno sviluppatore è, concedimi, quantomeno superficiale.Il discorso sui generis porta appunto a pensare che io potrei scrivere qualsiasi castroneria nel codice che poi tanto, al passaggio nel mio bel compilatore "ACE++" il codice verrebbe reso pulito (e senza straaaap!). ;)Zeross
      • Skaven scrive:
        Re: I giochi..
        Qualche mese fa ho partecipato a un Lanparty da amici, si giocava a UT e mi sono presentato con la mia linuxbox (suscitando la curiosita' di molti). Il server di gioco era un winXP (cascato un paio di volte nella serata) ed eravamo in 8. Abbiamo giocato 7 ore di fila e l'unico che non ha mai dovuto riavviare il pc indovinate un po chi è stato? :)PS: anche io ho notato che UT mi gira piu veloce sotto linux che sotto win98 sullo stesso PC con le stesse impostazioni (al contrario di quanto dice qualcuno piu' sotto).==================================Modificato dall'autore il 11/12/2003 11.12.51
        • Anonimo scrive:
          Re: I giochi..
          si è vero alcuni giochi hanno aumento di prestazione rispetto a win, ma dalla mia esperienza posso dire che accade spesso il contrario sopratutto con winex ... per es soldier of fortune è praticamente ingiocabile sul winex mentre diablo 2 va che è una meraviglia e war3 in alcune fasi di gioco risulta lentissimoalmeno questo accade sul mio amd 1600++ con 1gb di ram , tnt3 64 mb , red hat 9
        • Anonimo scrive:
          Re: I giochi..
          ehm... veramente quello che si e' presentato con Unreal Tournament sotto linux ero IO! :P tu ti sei presentato con un win2000 o XP, non ricordo :De aggiungo anche che quando ho fatto io da server, non c'era piu' lag sulla rete (lag in una lan? windows fa questo e altro!) e stavo usando ancora una vecchia scheda ethernet a 10mbit :)Cmq l'aumento di velocita' dipende molto sia da come il gioco comunica con l'hardware (pardon: con i 17 wrapper sotto) sia dalla scheda video. La nvidia in ambito opengl ha fatto un lavoro migliore della ati.Pascal
          • Anonimo scrive:
            Re: I giochi..
            E la serie delle leggende metropolitane continua!Io ho visto uno che mentre installava linux gli si è rotto l'HD.Linux rompe gli HD?
        • Anonimo scrive:
          Re: I giochi..
          Io tra XP e Linux non noto differenze prestazionali consistenti. Ci sono i soliti problemi di Linux (qualche pausetta qua e là, qualche problema col sonoro) ma nulla di gravissimo, direi che sono equivalenti.E uso uno startup e un kernel apposta senza demoni non indispensabili per quando ho intenzione di giocare.
  • Anonimo scrive:
    Linux/Java Si, Linux/.NET No.
    E' solo un modo x IMPORRE (come al solito) le tecnologie M$, mi sembra evidente.Java c'e' da anni e .NET ne ha di polenta (per non essere volgari) da mangiare prima di poter sperare di competere !!Nessuno vuole tecnologie MS su Linux, tranne MS stessa e i suoi tirapiedi.Tutto il resto e' pubblicita'.CiaoGM
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux/Java Si, Linux/.NET No.

      E' solo un modo x IMPORRE (come al solito)
      le tecnologie M$, mi sembra evidente.

      Java c'e' da anni e .NET ne ha di polenta
      (per non essere volgari) da mangiare prima
      di poter sperare di competere !!

      Nessuno vuole tecnologie MS su Linux, tranne
      MS stessa e i suoi tirapiedi.

      Tutto il resto e' pubblicita'.Mi piace la gente che da solide e stingenti motivazioni tecniche alle proprie asserzioni.Tutto il resto son cazzate
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux/Java Si, Linux/.NET No.
        - Scritto da: Anonimo

        E' solo un modo x IMPORRE (come al solito)

        le tecnologie M$, mi sembra evidente.



        Java c'e' da anni e .NET ne ha di polenta

        (per non essere volgari) da mangiare prima

        di poter sperare di competere !!



        Nessuno vuole tecnologie MS su Linux,
        tranne

        MS stessa e i suoi tirapiedi.



        Tutto il resto e' pubblicita'.

        Mi piace la gente che da solide e stingenti
        motivazioni tecniche alle proprie
        asserzioni.

        Tutto il resto son cazzateTi basta conoscere l'anno di nascita di Java e quello di .NET ?Ti basta la comunita' di informatici Java in confronto al capannello di operai metalmeccanici prezzolati MS ?Ti basta la quantita' infinitamente superiore di librerie FREE a disposizione ?No ? E allora torna a pagare va....GM
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux/Java Si, Linux/.NET No.

          Ti basta conoscere l'anno di nascita di Java
          e quello di .NET ?No. E chi nasce dopo prende il meglio di chi è nato prima.
          Ti basta la comunita' di informatici Java in
          confronto al capannello di operai
          metalmeccanici prezzolati MS ?I quali possono facilmente passare a C#, se vogliono.
          Ti basta la quantita' infinitamente
          superiore di librerie FREE a disposizione ?Togli l'infinitamente. Molte sono state già portate in .NET. Molte altre lo saranno in futuro. Vai sulla software map di sourceforge e entra nella categoria C#...
          No ? E allora torna a pagare va....Il framework .NET, i compilatori e tutti gli altri tool NON SI PAGANO: SONO GRATIS.Al limite se lo vuoi usare si paga Visual Studio, ma puoi sempre usare un IDE free.Grazie di nuovo per lo stringente approfondimento tecnico.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux/Java Si, Linux/.NET No.
            - Scritto da: Anonimo

            Ti basta conoscere l'anno di nascita di
            Java

            e quello di .NET ?

            No. E chi nasce dopo prende il meglio di chi
            è nato prima.


            Ti basta la comunita' di informatici Java
            in

            confronto al capannello di operai

            metalmeccanici prezzolati MS ?

            I quali possono facilmente passare a C#, se
            vogliono.


            Ti basta la quantita' infinitamente

            superiore di librerie FREE a disposizione
            ?

            Togli l'infinitamente. Molte sono state già
            portate in .NET. Molte altre lo saranno in
            futuro. Vai sulla software map di
            sourceforge e entra nella categoria C#...


            No ? E allora torna a pagare va....

            Il framework .NET, i compilatori e tutti gli
            altri tool NON SI PAGANO: SONO GRATIS.... sono gratis SE passi a win 2000/XP/2003server... se hai una versione più vecchia (pagata !!!) col piffero che funzionano...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux/Java Si, Linux/.NET No.
            se usi un C64 manco il java funziona, quindi devi comprare almeno un pentium per metterci windowsma che discorsi stupidi fai! ma secondo me manco l'hai mai visto .netè un capolavoro, e non centra niente col javail java è un linguaggio, .net un framework, sai la differenza almeno? dubito
          • Xmasitel scrive:
            Re: Linux/Java Si, Linux/.NET No.
            - Scritto da: Anonimo
            se usi un C64 manco il java funziona, quindi
            devi comprare almeno un pentium per metterci
            windowsO ancora meglio Linux :DSono d'accordo su questo punto ;-)[CUT]
            è un capolavoro, e non centra niente col java
            il java è un linguaggio, .net un framework,
            sai la differenza almeno? dubitoNon esagerare ora, dire che Java è solo un linguaggio vuol dire dimenticare tante di quelle cose: la JVM, le pagine JSP gli EJB, le Applet, etc. etc. etc.Per non aprire una discussione tipo quella di ieri: non voglio sminuire .NET, solo non mi va che Java venga sottovalutato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux/Java Si, Linux/.NET No.
            io mica sottovaluto java, sono uno dei più accaniti sostenitori che esistono :) solo che ogni tanto bisogna mettere le cose in chiaro :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux/Java Si, Linux/.NET No.
            - Scritto da: Anonimo
            se usi un C64 manco il java funziona, quindilo so, sto perdendo tempo a risponderti ma lo voglio fare lo stesso : Il C64 è una cosa, un PC con MICROSOFT WINDOWS 95/98/98se/ME è leggermente diverso, il PC in questione non fa girare il .net framework sdk... hai capito adesso ?
            devi comprare almeno un pentium per metterci
            windowsuhu !
            ma che discorsi stupidi fai! ma secondo me
            manco l'hai mai visto .nethahahhahahhahhha... in effetti è vero , in università è installato ma è inutilizzabile perchè l'amministratore (certificato M$) non si è ricordato di dare i permessi di lettura alle directories che contengono files essenziali per la creazione dei progetti ... (oltre al fatto che crasha in continuazione...)
            è un capolavoro, e non centra niente col java
            il java è un linguaggio, .net un framework,
            sai la differenza almeno? dubitohahahhahahhaha e jdk secondo te cosa sarebbe ? un 'linguaggio' o un framework sdk ? ... torna a giocare col C64 va...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux/Java Si, Linux/.NET No.
            neanche sto a spiegarti i motivi per cui .net non funziona sui sistemi tipo win9x/me, si tratta di cose che neanche riusciresti ad immaginare considerando la tua scarsa inteligenza
          • Xmasitel scrive:
            Re: Linux/Java Si, Linux/.NET No.
            - Scritto da: Anonimo
            neanche sto a spiegarti i motivi per cui
            .net non funziona sui sistemi tipo win9x/me,
            si tratta di cose che neanche riusciresti ad
            immaginare considerando la tua scarsa
            inteligenzaCerto certo, però Java funziona :pForse .net non funziona su questi sistemi per constringere la gente a prendere i successivi?
          • Zeross scrive:
            Re: Linux/Java Si, Linux/.NET No.
            - Scritto da: Xmasitel

            - Scritto da: Anonimo

            neanche sto a spiegarti i motivi per cui

            .net non funziona sui sistemi tipo
            win9x/me,

            si tratta di cose che neanche riusciresti
            ad

            immaginare considerando la tua scarsa

            inteligenza
            Certo certo, però Java funziona :p
            Forse .net non funziona su questi sistemi
            per constringere la gente a prendere i
            successivi?Guarda che il runtime di .NET, che fa funzionare gli applicativi creati con .NET, gira su tutte le seguenti versioni di Windows:- Win 98- Win 98 SE- Win Me- Win NT4- Win 2000- Win XP- Win Server 2003E' Visual Studio.NET quello che non gira su Win9x/Me (e NT 4 se usi la VS.NET 2003).E per inciso, chi è il pazzo che sviluppa più oggigiorno su una macchina Win9x?Personalmente l'ho abbandonato anni fa in favore della piattaforma NT (prima 2000 poi per necessità XP), decisamente migliore per il lavoro di sviluppo.Zeross
          • Xmasitel scrive:
            Re: Linux/Java Si, Linux/.NET No.
            - Scritto da: Zeross

            Guarda che il runtime di .NET, che fa
            funzionare gli applicativi creati con .NET,
            gira su tutte le seguenti versioni di
            Windows:

            - Win 98
            - Win 98 SE
            - Win Me
            - Win NT4
            - Win 2000
            - Win XP
            - Win Server 2003Sono contento, io mi basavo su uno che, pensa un po', per difendere .net diceva che su 98 non gira :D

            E' Visual Studio.NET quello che non gira su
            Win9x/Me (e NT 4 se usi la VS.NET 2003).E questo quanto meno è strano se ci gira .net. La maggior parte (non dico tutti perchè non ne sono sicuro) degli IDE per java sono scritti, appunto, in java. Potevano fare lo stesso con VS.NET. Perchè no? Perchè togliere agli utenti la possibilità di usare un IDE dovunque possano girare i programmi scritti con quell'IDE? Boh!!!

            E per inciso, chi è il pazzo che sviluppa
            più oggigiorno su una macchina Win9x?Magari quacuno può essere interessato a farlo o a provarci su i suoi programmi per vedere se funzionano anche su quei sistemi, o glielo ha chiesto il cliente, che ne sai tu? Io ho dovuto sviluppare un sito funzionante (pensa un po') su IE 5 perchè il cliente quello aveva.
            Personalmente l'ho abbandonato anni fa in
            favore della piattaforma NT (prima 2000 poi
            per necessità XP), decisamente migliore per
            il lavoro di sviluppo.


            Zeross
          • Zeross scrive:
            Re: Linux/Java Si, Linux/.NET No.
            - Scritto da: Xmasitel


            Può darsi, io d'altro canto non ho mai

            provato a travasare VS.NET su Win98 e

            provare a vedere se funziona lo stesso...
            Giusto per curiosità: M$ che dice?Probabilmente non si installa neanche, per questo ho scritto "travasare"... :
            E questo ti rende così sicuro da non
            testarlo e dichiarare che gira su Win98?Non ho detto questo.I test vengono fatti, ma sul compilato (setup incluso)... 8)Certi clienti sono più esigenti sul setup che sull'applicazione stessa... :|Zeross
          • Anonimo scrive:
            .NET gira anche su Win98/Me
            Non gira su Win95 e precedenti.Per cortesia se non sapete di cosa state parlando, per lo meno state zitti.
          • Anonimo scrive:
            Re: .NET gira anche su Win98/Me
            - Scritto da: Anonimo
            Non gira su Win95 e precedenti.

            Per cortesia se non sapete di cosa state
            parlando, per lo meno state zitti.hai confuso il .NET framework con l'SDK... tutto qui...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux/Java Si, Linux/.NET No.
            - Scritto da: Anonimo
            il java è un linguaggio, .net un framework,Java è entrambi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux/Java Si, Linux/.NET No.
          - Scritto da: Anonimo
          Se una persona conosce il cobol, il per, il
          fortran, eiffel o altro, con minimo sforzo
          può programmare in .net senza per forza
          imparare un nuovo linguaggio (con Java NO)Be' dai se uno conosce il c++ per imparare java non deve fare questo grande salto
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux/Java Si, Linux/.NET No.
      - Scritto da: Anonimo

      E' solo un modo x IMPORRE (come al solito)
      le tecnologie M$, mi sembra evidente.

      Java c'e' da anni e .NET ne ha di polenta
      (per non essere volgari) da mangiare prima
      di poter sperare di competere !!
      Nessuno vuole tecnologie MS su Linux, tranne
      MS stessa e i suoi tirapiedi.Secondo me è l'esatto oppostohttp://www.go-mono.com/
  • Anonimo scrive:
    E' fatta!!! Ma vi rendete conto!?!?
    Finalmente qualcosa si muove DAVVERO per imporre Linux nel desktop!!! Come nelle aziende, dove ormai si usa sempre di più...A quanto la prossima M$cacata? Al 2006? Da ora ad allora Linux ne avrà fatta di strada!Addio Bill!
    • cutler scrive:
      Re: E' fatta!!! Ma vi rendete conto!?!?
      si ok...ma calma con gli entusiasmi. e poi non facciamo la figura degli estremisti linari con cose tipo "m$", "addio bill"...==================================Modificato dall'autore il 11/12/2003 0.54.02
      • Anonimo scrive:
        Re: E' fatta!!! Ma vi rendete conto!?!?
        - Scritto da: cutler

        - Scritto da: Anonimo



        Finalmente qualcosa si muove DAVVERO per

        imporre Linux nel desktop!!! Come nelle

        aziende, dove ormai si usa sempre di
        più...



        A quanto la prossima M$cacata? Al 2006? Da

        ora ad allora Linux ne avrà fatta di
        strada!



        Addio Bill!

        non vorrei fare la figura del troll, ma
        linux avrà un desktop capace di competere
        con windows solo se interverrà apple. e non
        credo che questo possa accadere.Guarda che il desktop capace di competere con windows l'ha gia': Kde (di piu') e Gnome (molto meno) sono in grado di battersi ad armi pari con XP e superarlo in moltissimi casi.Manca la facilita' di configurazione, ma nelle aziende con un CED interno (a cui si rivolgono) e su un PC con hardware compatibile il problema non si pone.Obiezione: ma se voglio riutilizzare HW vecchio?Risposta: M$ obbliga il cambio HW ad ogni cambio SW, ergo di HW vecchio con difficolta' di compatibilita' non ce ne sara', semplicemente chi comprera' HW nuovo lo comprera' con Linux pre-installato.Ciao e buona notte....................................................Enrico(linux)
        • cutler scrive:
          Re: E' fatta!!! Ma vi rendete conto!?!?
          putroppo gli amministratori hanno già i loro problemi, se poi devono occuparsi di istruire gli utenti su nuovi sistemi desktop devono fare gli straordinari :)==================================Modificato dall'autore il 11/12/2003 0.57.04
        • Anonimo scrive:
          KDE vs Gnome
          - Scritto da: Anonimo
          Guarda che il desktop capace di competere
          con windows l'ha gia': Kde (di piu') e Gnome
          (molto meno)Gnome e' strutturato molto meglio di KDE ed e' molto piu' semplice da usare (oltre ad essere estremamente piu' leggero)...
          • Anonimo scrive:
            Re: KDE vs Gnome
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Guarda che il desktop capace di competere

            con windows l'ha gia': Kde (di piu') e
            Gnome

            (molto meno)

            Gnome e' strutturato molto meglio di KDE ed
            e' molto piu' semplice da usare (oltre ad
            essere estremamente piu' leggero)...Io trovo molto più semplice da usare KDE perchè l'interfaccia è molto più coerente, e le funzionalità molto più accessibili.Facciamo un esempio a caso, che però è estremamente importante perkè usato da tutte le applicazioni : il file requester.E' molto bello, ricco di funzionalità (operazioni su file/directory, shortcut, bookmarsks, etc), simile e forse migliore a quello di windows.Quello di Gnome? Una cosa vergognosa, praticamente uno scherzo: scomodo, lento, non si può fare _niente_, nemmeno scrivere a mano la directory.Inoltre, da un punto di vista tecnologico, le librerie KDE sono sviluppate secondo un modello ad oggetti molto sofisticato e permettono uno sviluppo delle applicazioni molto rapido e basato su un riutilizzo molto spinto degli oggetti di sistema.Se ci fai caso infatti, un gruppetto sparuto di sviluppatori non pagati è riuscita a portare KDE a questo livello (cioè molto + avanti di Gnome), mentre Gnome è stato sviluppato da centinaia di sviluppatori con dietro enormi finanziamenti da parte di moltissime ditte (Sun, Ximian, Red Hat, la ditta che ha sviluppato nautilus, etc).Ciao,Alex(linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: KDE vs Gnome
            - Scritto da: Anonimo
            Se ci fai caso infatti, un gruppetto sparuto
            di sviluppatori non pagati è riuscita a
            portare KDE a questo livello (cioè molto +
            avanti di Gnome), mentre Gnome è stato
            sviluppato da centinaia di sviluppatori con
            dietro enormi finanziamenti da parte di
            moltissime ditte (Sun, Ximian, Red Hat, la
            ditta che ha sviluppato nautilus, etc).Anche kde è finanziata da Suse e penso anche da altre aziende, comunque è riuscita ad arrivare a questo livello perché usa le QT che sono state sviluppate da un'azienda commerciale.
          • Anonimo scrive:
            Re: KDE vs Gnome
            - Scritto da: Anonimo
            [...]

            Anche kde è finanziata da Suse e penso anche
            da altre aziende, comunque è riuscita ad
            arrivare a questo livello perché usa le QT
            che sono state sviluppate da un'azienda
            commerciale.Già, infatti uno dei motivi della qualità di KDE è proprio dovuta alla superiorità del toolkit grafico. QT è decisamente ben progettato, nativo C++ ed il codice scritto per esso è molto più facile da mantenere ed aggiornare al contrario di quell'accozzaglia di API di gtk.Il fatto che QT, pur essendo sviluppato da un azienda commerciale (Troll Tech) sia open source, rende lode a quest'ultima, dimostrando una volta di più che si può realizzare profitto anche sviluppando prodotti liberamente utilizzabili dalla comunità (in questo caso l'utilizzo è libero solo per unix/linux).O.T: Noto con piacere che il numero di interventi di persone che cominciano a capirci qualcosa di linux sta aumentando e me ne rallegro.Saluti,Chris
          • SiN scrive:
            Re: KDE vs Gnome
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Guarda che il desktop capace di competere

            con windows l'ha gia': Kde (di piu') e
            Gnome

            (molto meno)

            Gnome e' strutturato molto meglio di KDE ed
            e' molto piu' semplice da usare (oltre ad
            essere estremamente piu' leggero)...In effetti, quando ho cominciato ad usare LInux, scelsi KDE perchè era dannatamente + leggero di Gnome.Pare che ora la situazione sia ribaltata
          • Anonimo scrive:
            ebbasta !
            ... vediamo di farla finita con stà storia Gnome/KDE !!!sono entrambi ottimi , ognuno ha i suoi punti di forza e debolezza (come tutti i sw), provateli tutti e due; se poi dovete scegliere prendete quello con il quale vi trovate più comodi senza sputare sull'altro... pensate che palle se ne esistesse uno solo dei due, ringraziate ENTRAMBE le comunità che li sviluppano per la libertà di scelta che avete, e ricordate che c'è gente che usa SOLO le 'finestre'... senza alternativa !amen...
      • paulatz scrive:
        Re: E' fatta!!! Ma vi rendete conto!?!?
        - Scritto da: cutler
        non vorrei fare la figura del troll, parti male
        ma
        linux avrà un desktop capace di competere
        con windows solo se interverrà apple. e non
        credo che questo possa accadere. finisci peggio Perché non dai nessuna argomentazioni per le tue discutibilissime osservazioni.In sicerità: hai detto una cavolata, capita a tutti.Buona notte
        • cutler scrive:
          Re: E' fatta!!! Ma vi rendete conto!?!?

          Perché non dai nessuna argomentazioni per le
          tue discutibilissime osservazioni.
          In sicerità: hai detto una cavolata, capita
          a tutti.di solito uno introduce un argomento, l' altro dice la sua e vi sono una serie di repliche. alla fine si giudica. cmq ho cancellato non solo la mia cavolata iniziale(basta che tu non legga chi mi ha quotato), ma anche la riposta ad un altro utente in cui c'erano più argomenti.ora vedi di dormire benesenza rancore, davvero cutler sempre + permaloso (copyright della firma: avvelenato) ==================================Modificato dall'autore il 11/12/2003 1.02.07
    • Anonimo scrive:
      Re: E' fatta!!! Ma vi rendete conto!?!?
      - Scritto da: Anonimo

      Finalmente qualcosa si muove DAVVERO per
      imporre Linux nel desktop!!! Come nelle
      aziende, dove ormai si usa sempre di più...

      A quanto la prossima M$cacata? Al 2006? Da
      ora ad allora Linux ne avrà fatta di strada!

      Addio Bill!Ti fai troppe seghe mentali. Nella nostra azienda, su 100 host, neppure uno con l' installazione di Linux.
Chiudi i commenti