ISP revolution: Assoprovider cauta

L'Associazione attende il listino prima di applaudire le novità


Roma – Assoprovider, l’associazione dei provider, esprime cautela sulle decisioni dell’Autorità TLC che, come oggi riporta Punto Informatico, vanno nella direzione di una equiparazione tra provider e compagnie telefoniche nell’accesso alle linee affittate da Telecom Italia.

Giambattista Frontera, vicepresidente di Assoprovider, ha appena confermato a Punto Informatico l’interesse che per i provider italiani riveste la decisione specificando che “bisognerà però attendere il listino” prima di poter parlare di soluzione risolta. “Prima di ammazzare il vitello grasso…” – suggerisce Frontera. Frontera ricorda anche che da lungo tempo era atteso questo provvedimento perché si spera che potrà consentire ai provider di offrire i servizi che già offrono alle condizioni che oggi valgono per i soli operatori licenziatari, le compagnie telefoniche.

Per saperne di più su Assoprovider clicca qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    AHAHHHHAHAH
    "...binladen_brasil.exe, un nome che induce a ritenere che il worm possa essere di fabbricazione brasiliana...".............AHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAH
    • Anonimo scrive:
      Re: AHAHHHHAHAH
      Invece di ringraziare Punto Informatico per gli avvisi che ci danno tu ti metti a ridere come un cretino !!! Torna a bere il latte bamboccio !
Chiudi i commenti