Istat: i censimenti 2001 comunicano on line

Varato il sito che spiega tutto quello che c'è da sapere sui due grandi censimenti in partenza. Ecco i dettagli


Roma – www.censimenti.it è l’indirizzo web per entrare, a partire da domenica 30 settembre, nel “mondo virtuale” dei censimenti 2000-2001 che partiranno il prossimo 10 ottobre con la consegna dei questionari.

Lo ha confermato l’Istat, che ha presentato i siti dedicati al 14° censimento della popolazione e delle abitazioni e dell’8° dell’industria e dei servizi che ad ottobre interesseranno l’intera collettività, il mondo economico-produttivo, le istituzioni pubbliche e private.

Già oggi il sito Istat offre numerose informazioni, fino a 1.300 pagine di statistiche, e secondo l’Istituto di statistica viene visitato ogni giorno da più di 4.500 utenti, con 250mila contatti complessivi. La novità è censimenti.it che, stando ad una nota, conterrà: “il numero dei destinatari, l’ampiezza territoriale della rilevazione, e le novità introdotte nei due censimenti, contenuti e metodologie della rilevazione che raggiungerà un universo di 57 milioni di persone, famiglie, immigrati, persone senza fissa dimora, anziani, giovani single lavoratori, studenti fuori sede, alcune delle quali, come ad esempio un titolare d’impresa o un libero professionista”.

Digitando www.censimenti.it si accede alla home page comune dei due censimenti. A disposizione sono il censimento specifico, che illustra le più interessanti e recenti operazioni censuarie realizzate in altri paesi, gli strumenti per la formazione dei rilevatori, le domande e risposte più comuni e le garanzie a norma di legge per la riservatezza dei dati.

“Sono disponibili – prosegue la nota – informazioni e immagini della campagna pubblicitaria, materiali di documentazione sui precedenti censimenti, il questionario tradotto in ben 12 lingue per facilitare gli immigrati, la guida per la compilazione, una sala stampa virtuale, oltre ad approfondimenti su alcune delle novità introdotte quest’anno, che vanno dal censimento degli edifici a quello delle persone dimoranti.”

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Riepilogo dal Sig. Salvi in persona
    Salve a tuttiscusate se intervengo solo ora.Prima di tutto sono molto sconcertato da chi ha usato parole dure nei miei confronti e si è permesso di giudicare le mie conoscenze in ambito informatico e tecnologico (che per altro non c'entrano nulla).Mi dispiace anche che queste persone abbiano pensato che PI possa aver pubblicato la lettera di un "ignorante": avrebbero rischiato molto, non credete?Permettetemi di ringraziare coloro che hanno capito il vero senso della mia lettera, che ora proverò a rispiegare.Il problema che ho sollevato riguarda il servizio e il rapporto tra fornitore e cliente.Il mio rapporto/contratto non prevedeva la cancellazione di messaggi dalla mia casella: almeno così è stato per 4/5 anni.Poi nel 2001, di colpo, è stata inserita questa regola senza che vi fosse una comunicazione adeguata.Questo non lo accetto.Se mi vengono garantiti 5 mega di spazio, quelli devono essere e rimanere.Non è questione di fare back-up, a me può andare o non andare di farli.E' questione di trasparenza nei rapporti.Per questioni di lavoro ho gestito il servizio di posta elettronica di uno dei primi 10 portali generalisti d'Italia con oltre 1,5 mil di utenti, e oltre ad offrire 20 mega, non mi sarei mai sognato di toccare i msg dei miei utenti.Spero di essere stato chiaro.Grazie a quanti mi hanno appoggiato e saluti a tutta la redazione di PI.Nicola Salvi
  • Anonimo scrive:
    c'è un po' di confusione....
    mi sembra, dalle risposte degli utenti, che ci sia un po' di confusione in materia.Il Signor Salvi ha perfettamente ragione, e il servizio che lui si aspetterebbe é ne più ne meno quello che qualunque provider (sorattutto americano) garantisce ai propri utenti. Mi spiego meglio: dal momento che un provider ha assegnato 5 o 10 mega a una casella di posta, non ha interesse a rimuovere i messaggi vecchi, anzi la rimozione diventa un lavoro che il provider sarà felice di evitarsi. Il limite stesso dei 5 o 10 mega sarà l'unica regola che governa quello spazio. E questo é esattamente il funzionamento delle caselle di posta dei maggiori provider americani, a cominciare da Networksolutions. Infine, ho letto di qualcuno addirittura preoccupato per la riservatezza dei messaggi: se partiamo da un presupposto di sfiducia verso i professionisti credo che non andremo lontano. Chi impedirebbe infatti a networksolutions di accedere alle password dei registrant di domini per trasferire i più "succulenti" a propri partner commerciali? nessuno, ma l'unica tutela da questo rischio, escludendo la fiducia per un professionista, é di non registrare alcun dominio, il che mi sembra leggermente eccessivo.Senza considerare il costo del tempo e del personale da dedicare alla lettura della posta dei propri utenti....
  • Anonimo scrive:
    sig. SALVI si faccia furbo
    evidentemente il suo cervello non arriva ad un quoziente di intelligenza minimo, ma come gia ripetuto ad un suo "collega" se deve conservare della posta importante è meglio salvarla su supporti sicuri (cd-Floppy-hard disk) e non lasciarli sul server, chi gli assicura che il compiuter del server non si guasti o si smemorizzi o venga infettato da virus ? e chi gli assicura che la sua posta non venga letta e utilizzata a secondi fini da dipendenti del server ? la risposta è lampante: NESSUNOper cui si faccia un po furbo e oli un po le rotelle e poi suvvia dopo due mesi vuole ancora la posta..... chieda alle Poste Italiane se le lettere che arrivano per lei le possono tenere per solo un mese nei loro depositi,: una follia,è gia tanto che stia una settimana dopo di che va direttamente alla discarica,ps. si faccia furbo !!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: sig. SALVI si faccia furbo
      Caro amico che ritieni di essere più furbo di me.Tutte le mie email le ho sempre scaricate su 3 computer almeno, quindi in un modo o nell'altro ho tutte le copie.Quindi per favore non pavoneggiarti e non permetterti di usare quei toni con chi non conosci.Si parla di disservizio e non di backup di dati (che faccio regolarmente).Apri la mente plsNicola
  • Anonimo scrive:
    Ignoranza informatica...
    Da questa lettera si può scorgere un'inquietante problema: l'ignoranza (nel verso senso di ingnorare, cioè non conoscere) sul funzionamenti di servizi internet quali la posta elettronica, etc. La cosa che più mi preoccupa è che spesso non si abbiano di fronte persone ultime arrivate, ma bensì gente che usa servizi informatici da anni (nel nostro caso dai tempi di VOL)...I server di posta POP3 non fanno altro che da spooler TEMPORANEI per i messaggi, quindi è lecito che cancellino i messaggi ritenuti vecchi, perché presumibilmente non più interessanti.Il problema del cambio di pc/hdd/os non si pone xché x tutti i programmi client di email salvano in file facilmente backup-abili su floppy (?), cd e media vari.Ciao,Colui che è come S. Tommaso: non mi fido se prima non ficco il naso!PS: mi preoccupa ancora di più il fatto che questa gente sia facilmente vulnerabile e, mi spiace dirlo, potenzialmente alla mercé di chiunque riesca a controllare la tecnologia.Bisogna capirlo bene: non dobbiamo essere schiavi della tecnologia, ma va usata e dominata ai nostri fini!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ignoranza informatica...
      - Scritto da: Tommy
      Da questa lettera si può scorgere
      un'inquietante problema: l'ignoranza (nel
      verso senso di ingnorare, cioè non
      conoscere) sul funzionamenti di servizi
      internet quali la posta elettronica, etc. La
      cosa che più mi preoccupa è che spesso non
      si abbiano di fronte persone ultime
      arrivate, ma bensì gente che usa servizi
      informatici da anni (nel nostro caso dai
      tempi di VOL)...In questo forum c'è anche chi ha fatto notare che ci sono servizi gratuiti (non come quello di TIN) che conservano la posta sul server a tempo indefinito, finché non superi lo spazio che ti è stato assegnato.Nessuno di questi servizi cancella le tue mail, perché sono ritenute "vecchie".Allora è lecito domandarsi: "Come mai un servizio gratuito è migliore di uno a pagamento"?Tutto qui.mARCOsP.S. Forse sarai un esperto informatico ma non sai scrivere in italiano!Tra "un" ed "inquietante" non va l'apostrofo."Ma bensì" non si dice. O scrivi "ma" o scrivi "bensì".
  • Anonimo scrive:
    Ma SMPT/POP3 funzionano cosi.
    Che cosa ci sia di scandaloso in questospecifico caso non riesco a capirlo.Quello che si capisce invece è la confusionecirca il servizio di e-mail che il Sig.Salviha fatto.Il servizio POP3 mantiene la posta sino a quandonon il destinatario non ne richiede la consegna.E come le PP.TT, passato un lasso di tempo senza che nessuno richieda quella posta, la manda al macero.Il fatto che si possa conservare temporaneamenteposta già scaricata è un'eccezione e non una regola.Saluti
  • Anonimo scrive:
    non so voi...
    Ho è stato il nuovo video di michael jackson "You rock my world" oppure questa lettere è una grande minchiate con botto e ribotto!!!La posta si scarica.... poi se cambi computer la masterizzi (si masterizzano solo 4 o 5 file dell'outlook) e non perdi + niente.Quando si dice.... ha fumato!!!Notte
  • Anonimo scrive:
    Avete perso tutti la testa...
    Ma dove avete vissuto fino ad ora? Come fate a dire che e' giusto e normale che la posta web (ma allora cosa serve il servizio web mail??) venga cancellata anche se NON supera il limite!!!Comunque: esistono anche altri provider, no? Esistono una valanga di servizi web mail, no?Come si comportano? Vi sembra che cancellino i messaggi? Ma sveglia gente...!Per gli amanti degli esempi e' come dire che chi usa un client per posta (e' la stessa cosa in locale del server mail, o no?) un giorno si accorgesse che un programma interno cancella i messaggi dopo alcuni mesi!! E tutti a rispondere: "beh certo se superi lo spazio dell'hard disk"...! Io sono allibito: una volta il livello di Internet non era cosi' basso...
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete perso tutti la testa...

      Ma dove avete vissuto fino ad ora?
      Come fate a dire che e' giusto e normale
      che la posta web (ma allora cosa serve
      il servizio web mail??) venga cancellata
      anche se NON supera il limite!!!Ma scusa: nel contratto che TIN propone (a quanto dicono qui) è scritta chiara e tonda questa procedura di rimozione dei messaggi vecchi, a prescindere dallo spazio occupato.Personalmente trovo schifosa una cosa del genere (soprattutto per un servizio a pagamento) ma se è tutto scritto, come ci si può lamentare?Visto che ci sono tanti altri servizi (gratuiti) che non cancellano la posta se non si supera il limite (al massimo cancellano quella che hai cestinato, come fa Yahoo), il sig. Salvi si può rivolgere a questi e la prossima volta potrebbe stare un po' più attento prima firmare un contratto che, a quanto sembra, non ha letto con la dovuta attenzione.mARCOs.
      • Anonimo scrive:
        Re: Avete perso tutti la testa...
        Ma dai porco giuda siamo nel 2001!!!!! Non e' difficile scaricarsi la posta con un client, lo fas anche aoutlook e ho detto tutto!Io la mia posta NON la lascierei mai nel provider, ma stiamo scherzando? Il sig. della lettera dovrebbe svegliarsi e andare su un altro provider non cambierebbe niente, ma poi scusi, ma le costa tanto scaricare i msg e tenerseli? Non pesano mica. Sveglia gente, SVEGLIA! SVEGLIAAAAAAAAAAAAA!
        • Anonimo scrive:
          Re: Avete perso tutti la testa...
          - Scritto da: Walter
          Ma dai porco giuda siamo nel 2001!!!!! Non
          e' difficile scaricarsi la posta con un
          client, lo fas anche aoutlook e ho detto
          tutto!A parte tutti i problemi di sicurezza di Outlook, il punto non è che sia facile o difficile scaricarsi i messaggi sul proprio PC.Ci sono persone consultano la posta da luoghi diversi ed a cui fa comodo poter leggere i messaggi che hanno scritto o ricevuto in precedenza.
          Io la mia posta NON la lascierei mai nel
          provider, ma stiamo scherzando?E allora non lo fare. Chi ti obbliga?
          Il sig.
          della lettera dovrebbe svegliarsi e andare
          su un altro provider non cambierebbe niente,
          ma poi scusi, ma le costa tanto scaricare i
          msg e tenerseli? Non pesano mica.
          Sveglia gente, SVEGLIA! SVEGLIAAAAAAAAAAAAA!Svegliati tu. Credi forse che le esigenze di tutte le persone del mondo coincidano con le tue?mARCOs
          • Anonimo scrive:
            Re: Avete perso tutti la testa...
            - Scritto da: mARCOs


            - Scritto da: Walter

            Ma dai porco giuda siamo nel 2001!!!!! Non

            e' difficile scaricarsi la posta con un

            client, lo fas anche aoutlook e ho detto

            tutto!

            A parte tutti i problemi di sicurezza di
            Outlook, il punto non è che sia facile o
            difficile scaricarsi i messaggi sul proprio
            PC.BTW, pensi che sul server del provider siano molto + sicuri (vedi buchi passati (?) hotmail&co) del tuo hdd+copie di sicurezza?

            Ci sono persone consultano la posta da
            luoghi diversi ed a cui fa comodo poter
            leggere i messaggi che hanno scritto o
            ricevuto in precedenza.x questo la gente che ha questa necessità si compra un palmare... mica ha bisogno della connessione ad internet, o no?


            Io la mia posta NON la lascierei mai nel

            provider, ma stiamo scherzando?

            E allora non lo fare. Chi ti obbliga?Il buon senso :-P


            Il sig.

            della lettera dovrebbe svegliarsi e andare

            su un altro provider non cambierebbe
            niente,

            ma poi scusi, ma le costa tanto scaricare
            i

            msg e tenerseli? Non pesano mica.

            Sveglia gente, SVEGLIA!
            SVEGLIAAAAAAAAAAAAA!

            Svegliati tu. Credi forse che le esigenze di
            tutte le persone del mondo coincidano con le
            tue?Beh, è vero che ognuno abbia esigenze diverse dagli altri, xò nel caso della lettera mi sembra che ci siano soluzioni migliori (e molto + efficienti) al problema. Non è vero?
            mARCOsTACOs
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete perso tutti la testa...
      - Scritto da: Faber
      Io sono allibito: una volta il livello di
      Internet non era cosi' basso...e purtroppo questo trend temo che continui e peggiori nel corso del tempo :((fino all'estate del 99 (quando comincio' a diffondersi Tiscali e l'illusione del "gratis") e' vero che si pagavano bollette da 300, 400 o anche 500 mila a bimestre (e qualcuno purtroppo anche molto di piu') ma la "cultura" della Rete era cosa molto sentita e condivisa.almeno questo e' cio' che sentivo: ora purtroppo dove ti giri sembra un mezzo cesso :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete perso tutti la testa...
      Non ti stupire.Parli con gente per la quale è normale "spianare" l'hard disk e reinstallare Windows ME quando non parte Word; gente per la quale perdere dati è la normale esperienza quotidiana.La "cultura" della sicurezza si ferma all'antifurto dell'auto.Speriamo che Nimda faccia una strage (informatica, ovviamente)...Sono troppo cattivo, dici?No sono ottimista :((- Scritto da: Faber
      Ma dove avete vissuto fino ad ora? Come fate
      a dire che e' giusto e normale che la posta
      web (ma allora cosa serve il servizio web
      mail??) venga cancellata anche se NON supera
      il limite!!!

      Comunque: esistono anche altri provider, no?
      Esistono una valanga di servizi web mail,
      no?
      Come si comportano? Vi sembra che cancellino
      i messaggi?
      Ma sveglia gente...!

      Per gli amanti degli esempi e' come dire che
      chi usa un client per posta (e' la stessa
      cosa in locale del server mail, o no?) un
      giorno si accorgesse che un programma
      interno cancella i messaggi dopo alcuni
      mesi!! E tutti a rispondere: "beh certo se
      superi lo spazio dell'hard disk"...!
      Io sono allibito: una volta il livello di
      Internet non era cosi' basso...
  • Anonimo scrive:
    Contratto...
    Quando si sottoscrive un servizio bisognerebbe leggere tutte le clausole del contratto (cosa che normalmente non fa nessuno).Inutile lamentarsi in seguito se si è deciso in precedenza di "accettare" un servizio del genere.Scaricare tutto sulla propria macchina e archiviare, magari masterizzando uno o più CD. Se si tratta di documenti importanti io mica mi fiderei di lasciarli su un server chissà dove che non so che tipo di garanzie è in grado di offrirmi...Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Contratto...

      Scaricare tutto sulla propria macchina e
      archiviare, magari masterizzando uno o più
      CD. Se si tratta di documenti importanti io
      mica mi fiderei di lasciarli su un server
      chissà dove che non so che tipo di garanzie
      è in grado di offrirmi...Ma come, se c'e' uno che dice che il Server deve garantire ASSOLUTAMENTE l'integrità dei dati.Voglio proprio vedere come la garantisce.Si garantiscono dei margini di sicurezza all'interno dei quali è garantita l'integrità dei dati. Ma non ASSOLUTAMENTE.Mi si garantisce che per nessuna ragione i miei messaggi andranno persi? Bene e come? Con Mirroring, con Backup? Così non si garantisce ASSOLUTAMENTE nulla, si garantisce solo che si riducono i casi in cui andranno persi i dati e basta.Le garazie assolute le propongono solo i commerciali al cliente e basta!CiaoLuca
      • Anonimo scrive:
        Re: Contratto...
        - Scritto da: Luca
        Ma come, se c'e' uno che dice che il Server
        deve garantire ASSOLUTAMENTE l'integrità dei
        dati.
        Voglio proprio vedere come la garantisce.Guarda che stai dicendo la stessa cosa...Il proprietario del server può garantirmi quello che vuole, ma io la mia roba personale (se è importante) mica ce la lascio sopra... la scarico e me la archivio a casa... ci mancherebbe pure...
        Si garantiscono dei margini di sicurezza
        all'interno dei quali è garantita
        l'integrità dei dati. Ma non ASSOLUTAMENTE.Quindi?
        Mi si garantisce che per nessuna ragione i
        miei messaggi andranno persi? Bene e come?
        Con Mirroring, con Backup? Così non si
        garantisce ASSOLUTAMENTE nulla, si
        garantisce solo che si riducono i casi in
        cui andranno persi i dati e basta.Aggiungici pure: "mi garantisce che i miei messaggi non vengano letti da nessun'altro?"Ho scoperto cose poco piacevoli in tal senso riguardanti il mo "vecchio" provider...Cmq ancora non capisco dove vuoi arrivare...
        Le garazie assolute le propongono solo i
        commerciali al cliente e basta!OK... hai detto le mie stesse cose... quindi?Non capisco il senso di questo tuo Reply...
    • Anonimo scrive:
      Re: Contratto...
      - Scritto da: avolo
      Quando si sottoscrive un servizio
      bisognerebbe leggere tutte le clausole del
      contratto (cosa che normalmente non fa
      nessuno).
      Inutile lamentarsi in seguito se si è deciso
      in precedenza di "accettare" un servizio del
      genere.
      Scaricare tutto sulla propria macchina e
      archiviare, magari masterizzando uno o più
      CD. Se si tratta di documenti importanti io
      mica mi fiderei di lasciarli su un server
      chissà dove che non so che tipo di garanzie
      è in grado di offrirmi...E' quello che ho detto io, ma come si fa a lasciarli nel provider, e' assurdo, anzi da una parte sono contento, almeno spero di svegli!Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Contratto...
      - Scritto da: avolo
      Quando si sottoscrive un servizio
      bisognerebbe leggere tutte le clausole del
      contratto (cosa che normalmente non fa
      nessuno).Credo ceh in questo caso, essendo passato da Vol a Tin a Virgili-Tin le clausole siano cambiate/aumentate, il puntoe ' se questi cambi sono stati comunicati (e se si' per tempo).
      Inutile lamentarsi in seguito se si è deciso
      in precedenza di "accettare" un servizio del
      genere.Mi sembra di capire dalla mail originale che prima del 2001 questa clausola non c'era, quindi probabilmente non la si era accettata.
      Scaricare tutto sulla propria macchina e
      archiviare, magari masterizzando uno o più
      CD. Se si tratta di documenti importanti io
      mica mi fiderei di lasciarli su un server
      chissà dove che non so che tipo di garanzie
      è in grado di offrirmi...

      CiaoAnch'io ma per es a volte trovo comodo lasciare in mail dati che posso leggere su qualunque posatzione web (che so bookmark, indirizzi di posta, settaggi di programmi) ecc... questo mi evita di girare con floppy, cd e fogliettini. Poi Internet sat andando nella direzione "nulla sul client - tutto sul server", basta vedere i network PC o gli apparecchi per navigare dalla TV...Ao
  • Anonimo scrive:
    Il server non garantisce integrità!? MA CHE DITE!?
    Ho letto tra gli interventi -un fuoco di artificio di opinioni- alcune cose che non stanno nè in cielo nè in terra.Vabbè che le opinioni sono opinioni, ma dire che "nessuno garantisce l'integrità della posta sul server" e che "il senso della posta elettronica non è lasciarla sul server" è per qualsiasi sistemista serio una B.E.S.T.E.M.M.I.A.!!!!La PRIMA COSA(!!!) che ti insegnano quando impari il mestiere di sistemista è che IL SERVER DEVE A.S.S.O.L.U.T.A.M.E.N.T.E. GARANTIRE L'INTEGRITA' DEI DATI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ! ! ! ! !KHOF, KHOF, scusate, mi sta andando via la voce a forza di urlare...Un esempio: il protocollo IMAP (che da alcuni viene sbandierato come moderno e rivoluzionario ma che se poi andiamo a vedere è da mò che c'è) prevede esplicitamente che la posta rimanga sul server...Un altro esempio: la Web Mail; tutti i provider hanno una interfaccia web per la loro posta, TIN COMPRESA! Se io lavoro con una macchina sulla quale non posso installare un client o comunque non ho possibilità di privacy userò la Web Mail; esistono molteplici esempi:-sono distaccato presso un cliente;-lavoro su un terminale;-sto in vacanza per 6 mesi alle Isole Vergini e accedo da un Internet Caffè;-mi collego tramite un firewall che non permette il protocollo POP3;-varie ed eventuali.Insomma, vabbè, avete capito...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il server non garantisce integrità!? MA CHE DITE!?
      - Scritto da: James T. Kirk
      Ho letto tra gli interventi -un fuoco di
      artificio di opinioni- alcune cose che non
      stanno nè in cielo nè in terra.
      Vabbè che le opinioni sono opinioni, ma dire
      che "nessuno garantisce l'integrità della
      posta sul server" e che "il senso della
      posta elettronica non è lasciarla sul
      server" è per qualsiasi sistemista serio una
      B.E.S.T.E.M.M.I.A.!!!!
      La PRIMA COSA(!!!) che ti insegnano quando
      impari il mestiere di sistemista è che IL
      SERVER DEVE A.S.S.O.L.U.T.A.M.E.N.T.E.
      GARANTIRE L'INTEGRITA' DEI DATI
      !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Esiste un sistema che garantisca l'integrità dei dati sempre? In nessun campo c'e' l'assoluta certezza. Si possono ridurre le probabilità di guarsti, "ma assolutamente" non garantisce niente nessuno, punto e basta.Non c'e' cosa più falsa al mondo!Assolutamente? Ma non farmi ridere! Assolutamente, in ogni caso, cascasse il mondo... ma dove, fammi il piacere.
      Un esempio: il protocollo IMAP (che da
      alcuni viene sbandierato come moderno e
      rivoluzionario ma che se poi andiamo a
      vedere è da mò che c'è) prevede
      esplicitamente che la posta rimanga sul
      server...
      Un altro esempio: la Web Mail; tutti i
      provider hanno una interfaccia web per la
      loro posta, TIN COMPRESA! Se io lavoro con
      una macchina sulla quale non posso
      installare un client o comunque non ho
      possibilità di privacy userò la Web Mail;
      esistono molteplici esempi:
      -sono distaccato presso un cliente;
      -lavoro su un terminale;
      -sto in vacanza per 6 mesi alle Isole
      Vergini e accedo da un Internet Caffè;
      -mi collego tramite un firewall che non
      permette il protocollo POP3;
      -varie ed eventuali.
      Insomma, vabbè, avete capito...Non ho cpaito!Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Il server non garantisce integrità!? MA CHE DITE!?

      La PRIMA COSA(!!!) che ti insegnano quando
      impari il mestiere di sistemista è che IL
      SERVER DEVE A.S.S.O.L.U.T.A.M.E.N.T.E.
      GARANTIRE L'INTEGRITA' DEI DATIMi sa che tu e' meglio che torni alla lezione n. 0 visto che la garanzia assoluta che non possa verificarsi una perdita di dati (per quante siano le misure adottate per far si che cio' non avvenga) non te la da nessuno. Eh, si... perche' se si parla di garanzia A.S.S.O.L.U.T.A cio' equivale a dire che *in ogni caso* non ci saranno perdite di dati, anche venissero giu' le torri gemelle sui supporti che contengono quei dati. Quelle che siano le misure prese per ridurre i rischi di perdite di dati saranno sempre un avvicinarsi allo 0% ma non saranno mai pari a zero in quanto il supporto inalterabile ed indistruttibile ancora dev'essere inventato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il server non garantisce integrità!? MA CHE DITE!?
        1)
        Esiste un sistema che garantisca l'integrità dei
        dati sempre? In nessun campo c'e' l'assoluta
        certezza. Si possono ridurre le probabilità di
        guarsti, "ma assolutamente" non garantisce
        niente nessuno, punto e basta.
        Non c'e' cosa più falsa al mondo!2)
        Mi sa che tu e' meglio che torni alla
        lezione n. 0 visto che la garanzia assoluta
        che non possa verificarsi una perdita di
        dati (per quante siano le misure adottate
        per far si che cio' non avvenga) non te la
        da nessuno. Eh, si... perche' se si parla di
        garanzia A.S.S.O.L.U.T.A cio' equivale a
        dire che *in ogni caso* non ci saranno
        perdite di dati, anche venissero giu' le
        torri gemelle sui supporti che contengono
        quei dati. Quelle che siano le misure prese
        per ridurre i rischi di perdite di dati
        saranno sempre un avvicinarsi allo 0% ma non
        saranno mai pari a zero in quanto il
        supporto inalterabile ed indistruttibile
        ancora dev'essere inventato.Questo forse sarà vero per voi che non fate i backup e non sapete nemmeno che sono -che dico, che esistono- le cosidette "strategie di recupero".E' OVVIO che non esiste il supporto indistruttibile; il trucco è nel fare in modo che non si distrugga :) Ma guarda, non ci avevate pensato? eppure è ovvio; basta avere almeno due supporti posti in due posti differenti; o dei sistemi distribuiti e sincronizzati. Il rischio di perdita di dati si riduce a quelli prodotti dopo l'ultimo backup o dopo l'ultima sincronizzazione.Tra l'altro diverse aziende coinvolte nell'attentato di New York implementavano queste strategie ed hanno potuto riprendere il lavoro in tempi strettissimi senza significative perdite di dati...A proposito, se lo volete sapere il servizio 119 di TIM per un paio di anni ha fatto dei backup inutilizzabili perche' nessuno si era accorto che la prima cassetta si era riempita e l'unità a nastro richiedeva un'altra cassetta... E vi stupite se i loro cugini di TIN si perdono la posta? Ma va là, altro che strategie di recupero...
        • Anonimo scrive:
          Re: Il server non garantisce integrità!? MA CHE DITE!?
          - Scritto da: James T. Kirk
          basta
          avere almeno due supporti posti in due posti
          differenti; o dei sistemi distribuiti e
          sincronizzati. Il rischio di perdita di dati
          si riduce a quelli prodotti dopo l'ultimo
          backup o dopo l'ultima sincronizzazione.A parte che "ridursi", a casa mia, non coincide con l'affermazione "in assoluto", quindi il ridursi del rischio e' un avvicinarsi ad una probabilita' dello 0% di perdere i dati, ma non coincide con la CERTEZZA ASSOLUTA che cio' non possa avvenire.Ti faccio un piccolo quanto improbabile esempio... se avessi avuto una macchina in una delle due torri gemelle ed un'altra mirror della prima nell'altra torre, ad oggi ce l'avrei un backup?
          • Anonimo scrive:
            Re: Il server non garantisce integrità!? MA CHE DITE!?
            La CERTEZZA ASSOLUTA non c'è di nulla.Potrebbe benissimo essere che io o te(meglio te, he he he) cadessimo domani dentro un tombino e non ce ne fregherebbe più nulla della posta elettronica.Ma da qui a dire, come ho sentito dire (=letto) da qualcuno "fatti furbo, salva sui floppy" ce ne passa.... Oltretutto se vuoi essere VERAMENTE sicuro di perderti dei dati salvali su floppy, che dopo un anno non lo leggi più!Il CONCETTO è che in un sistema informativo (o informatico se vuoi) il SERVER è il cardine, e tutto si basa sull'ASSUNTO che l'integrità dei suoi dati è GARANTITA. E' OVVIO che -come in tutti i sistemi costruiti sul Pianeta Terra- le leggi di Murphy colpiscano a volte duramente, ma questa deve essere l'ECCEZIONE; e quando succede, in una azienda SERIA salta qualche testa. E spero che nessuno dei Signori che hanno qui postato dicendo "tanto SI SA che i server si perdono i dati" sia veramente un sistemista da cui dipendono dei clienti. Te lo immagini far firmare a un cliente un contratto con su scritto "il provider non è resposabile nel caso si cancellino tutte le transazioni e i numeri di carta di credito memorizzati sul server"... ?!?! Ma dai...Poi ci può pure stare scritto su contratto che la posta viene cancellata dopo sei mesi o dopo quaranta minuti; ma è una cosa che va al di fuori di ogni normale logica (cosa che comunque non stupisce in TIN, che agisce normalmente al di fuori di qualsiasi normale parametro di intelligenza).Possiamo anche fare tutti gli esempi che ti pare, e anche tutte le possibili permutazioni tra gli esempi e anche le permutazioni con combinazione, ma il succo non cambia:Il server deve garantire l'integrità dei dati.P.S. Se hai due macchine in mirror nelle due torri gemelle il discorso non cambia. E' solo che sei tu che sei sfigato.- Scritto da: ~
            A parte che "ridursi", a casa mia, non
            coincide con l'affermazione "in assoluto",
            quindi il ridursi del rischio e' un
            avvicinarsi ad una probabilita' dello 0% di
            perdere i dati, ma non coincide con la
            CERTEZZA ASSOLUTA che cio' non possa
            avvenire.
            Ti faccio un piccolo quanto improbabile
            esempio... se avessi avuto una macchina in
            una delle due torri gemelle ed un'altra
            mirror della prima nell'altra torre, ad oggi
            ce l'avrei un backup?
  • Anonimo scrive:
    Sono anni che la posta viene cancellata!
    Veramente sono anni che Tin cancella la posta dopo, mi pare, tre mesi...secondo me era un caso che non l'avessero cancellata prima!
  • Anonimo scrive:
    L'acqua Calda!!!
    Ma che scoperta... questa volta mi stupisco del fatto che PI abbia pubblicato questa mail. Sinceramente non ho mai visto mai nessuno conservare le proprie mail sul server... e mi sembra altrettanto normale che ci siano dei periodi di validità oltre i quali i messaggi vengono cancellati. Magari 2 mesi sono pochini, ma è una procedura normale!Come conservare i messaggi sul client cambiando PC??? Mai sentito parlare di backup?Bah... questa volta mi sa che quello che ha fatto cilecca è il cliente!!!
  • Anonimo scrive:
    Un caso in cui è utile conservare la posta sul ser
    Un utente può decidere di lasciare email su server quando per lavoro o questioni varie questi è costretto a viaggiare e quindi alcune volte è costretto a leggere la posta da postazioni pubbliche, magari sempre per lavoro anche email ricevute molti mesi prima. In quel caso è utilissimo avere la possibilità di conservare la posta su server.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un caso in cui è utile conservare la posta sul ser
      - Scritto da: Mantegna
      Un utente può decidere di lasciare email su
      server quando per lavoro o questioni varie
      questi è costretto a viaggiare e quindi
      alcune volte è costretto a leggere la posta
      da postazioni pubbliche, magari sempre per
      lavoro anche email ricevute molti mesi
      prima. In quel caso è utilissimo avere la
      possibilità di conservare la posta su
      server. Comunue è una scelta a tuo rischio e pericolo. Nessuno ti garantirà mai l'integrità dei dati sul server e l'accesso al server stesso.CiaoLuca
    • Anonimo scrive:
      Re: Un caso in cui è utile conservare la posta sul ser
      - Scritto da: Mantegna
      Un utente può decidere di lasciare email su
      server quando per lavoro o questioni varie
      questi è costretto a viaggiare e quindi
      alcune volte è costretto a leggere la posta
      da postazioni pubbliche, magari sempre per
      lavoro anche email ricevute molti mesi
      prima. In quel caso è utilissimo avere la
      possibilità di conservare la posta su
      server. E sei talmente preso dal lavoro che non hai 5 minuti per scaricarli tutti con outlook? Ma quanta gente viaggia per 3 mesi! Il cliente ha totalmente torto ed e' molto ingenuo, nel 2001 non credevo ci fosse gente cosi' ingenua. Immagina quanti messaggi moltiplicato per mesi per utenti del calibro di tin! Facciamo i seri non diamo sempre colpe a Tin anche quando non ce l'ha!
      • Anonimo scrive:
        Re: Un caso in cui è utile conservare la posta sul ser
        Conservare la posta sul server del provider non e' una cosa da ritenere scandalosa o sinonimo di ignoranza, come purtroppo ho letto in vari reply.Pensate ad esempio alla posta IMAP. Il sottoscritto usa infatti il servizio IMAP di Libero per accedere alla propria posta elettronica da QUALSIASI sistema operativo (Linux, Windows, QNX), senza dover passare per floppy e chissa' che altro.Ovviamente devo leggere la posta online, ma grazie alla famosa stabilita' di Windows, non immaginate quanta posta ho evitato di perdere tra le formattazioni.Inutile dire che anche in ufficio ho configurato per i client di posta un servizio IMAP interno ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Un caso in cui è utile conservare la posta sul ser
        - Scritto da: Walter
        E sei talmente preso dal lavoro che non hai
        5 minuti per scaricarli tutti con outlook?
        Ma quanta gente viaggia per 3 mesi! Il
        cliente ha totalmente torto ed e' molto
        ingenuo, nel 2001 non credevo ci fosse gente
        cosi' ingenua. Immagina quanti messaggi
        moltiplicato per mesi per utenti del calibro
        di tin! Facciamo i seri non diamo sempre
        colpe a Tin anche quando non ce l'ha! Ma stai scherzando o cosa????Allora, se io firmo un contratto di hosting in cui mi dànno 100MB di spazio, non posso lamentarmi se mi cancellano i dati vecchi e devo pure sentirmi dire: "Beh, sì, abbiamo detto 100MB ma immagini cosa succede se tutti i nostri clienti cominciano ad usare davvero tutti quei 100MB..."Ma siamo matti???? Se mi dicono che ho tot spazio, me lo devono dare!!! Non ci sono santi!!!Poi è vero che il sig. Salvi è stato un po' frettoloso nell'accettare quelle condizioni...mARCOs
  • Anonimo scrive:
    Scelte arbitrarie e scelte legittime
    Per quanto riguarda come ci si debba comportare con la posta elettronica, ognuno pretende di aver ragione su aspetti che di fatto sono solo relativi al comportamento e alle abitudini personali.Con questo voglio dire che non c'e' nessun motivo perche' un utente DEBBA fare qualcosa, a parte le condizioni di contratto. Che sia cancellare o lasciare le lettere sul server, ognuno e' libero nei termini delle condizioni che ha firmato.Se il mio contratto cita tra le condizioni o in qualche regolamento (che dev'essere di pubblico dominio) che il provider cancellera' le lettere vecchie di 2 mesi, allora Tin ha ragione e l'autore della lettera non ha che rimproverare a se' stesso la sua mancanza di informazione.Se un provider cambia le condizioni di contratto o di regolamento del servizio DOPO che e' stato stipulato un contratto, questo e' una cosa grave e dev'essere immediatamente comunicata da parte del provider agli utenti, che ne prenderanno atto e decideranno se restare presso tale provider o cambiarlo.Detto questo, FATTO SALVO condizioni restrittive del contratto o del regolamento, non c'e' assolutamente nulla di male ne' nel lasciare la posta sul server per quanto si desideri ne' nel prelevarla e cancellarla. E' saggio in ogni caso fare una copia e/o stampare le informazioni importanti, perche' nulla e' eterno, neanche un server tin, ma questo vale sempre.Le condizioni restrittive che solitamente possono sussistere sono:1 - dimensioni massime della casella2 - numero massimo di messaggi3 - tempo massimo di permanenza dei messaggi sul server (condizione rara)4 - altre meno frequentiLe condizioni possono essere anche molto restrittive, ipotizziamo 200Kb di casella, capacità massima 100 messaggi e tempo di permanenza 1 settimana. Queste forti restrizioni non sono importanti, l'importante e' SAPERE che esse esistono e comportarsi di conseguenza.Il punto di tutto infatti e' questo: l'autore della lettera di protesta era stato adeguatamente informato secondo i termini contrattuali oppure no?Non vale il discorso che tin cancellando i messaggi di fatto non mantiene la promessa di dare 5Mb di spazio. E' infatti probabile che tin consenta ai sui utenti di ricevere un messaggio di 5 Mb (o poco meno), qundi questa condizione non e' violata. Solo che non sara' possibile conservare a lungo molti messaggi tanto da arrivare nel tempo alla quota massima.Tin quindi entra nel merito con la sua azione di cancellazione dei messaggi vecchi, su COME viene utilizzato lo spazio che fornisce ai suoi utenti.Questa politica di cancellazione dei vecchi messaggi dopo 2 mesi e di indirizzare l'uso dello spazio di posta e' un po' anomala nel panorama dei fornitori di caselle di posta. Di fatto tin cosi' facendo svuota continuamente i propri dischi di posta "vecchia" di due mesi, ottenedo di usufruire di un disco rigido mediamente piu' vuoto.E' infatti piu' raro statisticamente che capiti che tutti i suoi utenti ricevano allegati di dimensioni considerevoli, e' piu' frequente che gli utenti conservino a lungo messaggi sul server. In questo modo mediamente tin ha caselle piu' vuote che piene, ha quindi piu' spazio e riesce ad attivarne di piu' sul medesimo computer.Questo comportamento non e' intrinsecamente legittimo o no, e' al limite solo arbitrario e anomalo, e un po' furbetto. Diventa illeggittimo quando di queste condizioni/cancellazioni non sono adeguatamente informati gli utenti, che devono essere messi in grado di decidere se subire tali condizioni o meno.Ugo
  • Anonimo scrive:
    A proposito di webmail...
    Questo avviso della Tiscali sulla propia webmail mi sembra molto più serio rispetto a fantomatici asterischi sul contratto della tin:"Ricordiamo che la dimensione massima della casella di posta elettronica è di 10MB. È quindi necessario periodicamente cancellare i messaggi dal server, in modo che la totale occupazione dello spazio a disposizione non causi il blocco della casella"Ricordo infine che la dignità delle persone vale molto di più di qualsiasi considerazione economica.
  • Anonimo scrive:
    Re:Sig. Salvi
    Capisco che il Sig.Salvi che ha scritto sconcertato il messaggio sia incazzato ma:1) Il contratto che ha firmato lo ha letto bene(non penso non lo fa' nessuno).2)Penso che sia da pazzi conservare la posta elettronica via web basta configurare un programma di posta elettronica tipo Outlook Express per averla bella e comoda e soprattutto non virtuale!3)Penso che se il Sig. Salvi si informasse meglio saprebbe che i messaggi scaricati con un programma di posta elettronica tipo Outlook Express si possono salvare senza nessun problema.
  • Anonimo scrive:
    Gratis
    Volevi anche che ti facessero la traduzione on line di tutte le mail ogni volta che premevi "traducime 'ao"?!?essendo un servizio gratuito penso che sei tu nel torto.se vuoi qualità devi pagare. fatti na casella danoi: 30 mb di posta e backup. ma li paghi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gratis
      perchè non dovrebbe essere gratis, con anche la traduzione e il filtro antivurus!Quando uno paga a Telecom o a qualcun altro il costo della chiamat; Telecom paga a Tiscali o agli altri ISP il reverse charge di interconnessione ... il tuo servizio di web mail è strapagato.Un consiglio: www.bipieltel.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Gratis

      se vuoi qualità devi pagare.Infatti, guarda caso, i fatti segnalati si riferiscono a un abbonamento a pagamento. ;-)
  • Anonimo scrive:
    Procedura nota
    Questa procedura a me è sempre stata nota. Fino a qualche tempo fa infatti Tin.It lo scriveva nel fondo della pagina di WebMail. La cosa quindi non mi meraviglia. Giusto cmq cambiare provider se le condizioni non sono soddisfacenti alle proprie esigenze.
    • Anonimo scrive:
      Re: Procedura nota
      A me sembra una procedura del kaiser. Ti pare che uno paga servizi che altrove sono gratis e gli fanno sta roba?Solo TIN proprio
  • Anonimo scrive:
    Se questo e' un server
    Vorrei solo raccontarvi cosa e' successo a me.Avevo un vecchio account tin che usavo per la posta piu' delicata (banche, affari, eccetera) un bel giorno incomincio a pensare che qualcosa non va: mail che dovevano arrivare che non arrivano e ricevo invece messaggi che non mi riguardano.Scrivo a tin un paio di volte senza risposta poi mi telefona un mio omonimo che dice 'guarda che ricevo una decina di email al giorno non mie che credo siano tue!'Questo omonimo aveva apena aperto un nuovo account con id e passw uguali alle mie !!(ammetto che entrambi non avevamo avuto una grande fantasia nel scegliere la password).In tim mi ha scritto un tecnico dicendo no guarda che ti sbagli, e' impossibile!Ho scritto due raccomandate ma non mi hanno mai risposto!!Danni reali non ne ho avuti e non ho voglia di fare cause ma vi avviso: quello che e' successo a me puo' ricapitare!Stefano Venuti
    • Anonimo scrive:
      Re: Se questo e' un server
      - Scritto da: stefano Venuti
      In tim mi ha scritto un tecnico dicendo no
      guarda che ti sbagli, e' impossibile!In effetti è impossibile, nessun sistema può accettare due username perfettamente identici, come tenti di crearne uno identico ad un altro già esistente, si rifiuta di farlo con un messaggio di errore (sarebbe come tentare di creare due cartelle con nomi uguali, il sistema operativo rifiuta di farlo). A tal proposito la password utilizzata non c'entra nulla.L'unica spiegazione valida per questo disguido, è che tu e il tuo omonimo abbiate scelto due account apparentemente simili, ma diversi solo per la combinazione maiuscolo/minuscolo usata, per esempio è DIVERSO da . I sistemi UNIX distinguono fra maiuscole e minuscole (a differenza dei sistemi Windows).
      • Anonimo scrive:
        Re: Se questo e' un server
        - Scritto da: RinTINTIN


        - Scritto da: stefano Venuti

        In tim mi ha scritto un tecnico dicendo no

        guarda che ti sbagli, e' impossibile!

        In effetti è impossibile, nessun sistema può
        accettare due username perfettamente
        identici, come tenti di crearne uno identico
        ad un altro già esistente, si rifiuta di
        farlo con un messaggio di errore (sarebbe
        come tentare di creare due cartelle con nomi
        uguali, il sistema operativo rifiuta di
        farlo). A tal proposito la password
        utilizzata non c'entra nulla.

        L'unica spiegazione valida per questo
        disguido, è che tu e il tuo omonimo abbiate
        scelto due account apparentemente simili, ma
        diversi solo per la combinazione
        maiuscolo/minuscolo usata, per esempio
        è DIVERSO da
        . I sistemi UNIX
        distinguono fra maiuscole e minuscole (a
        differenza dei sistemi Windows).Bencheì questo sia vero, gli indirizzi di postaelettronica non sono case sensitive, e quindii messaggi indirizzati a Stefano.Venuti@tin.ito stefano.venuti@tin.it devono raggiungere lostesso soggetto.Ecco perche' si evita di usare le maiuscole negliaccount unix, in modo anche da evitare problemi nella posta.
  • Anonimo scrive:
    Io utente TIN - odio TIN - ma.....
    Anche io ho lo stesso background del signore in questione: utente prima VOL, poi TIN a pagamento ed ora TIN Clubnet....anche io affezionatissimo alla mia vecchia e vissuta casella e-mail!Tuttavia però negli anni di utenza internet e nell'evoluzione della telefonia, ho imparato a odiare Telecom Italia (sarà un fatto personale!) per le sue inadempienze, la sua arroganza, il suo voler continuare, malgrado tutto, a fare da monopolista.Ciò premesso, devo dire che in questo caso, i tecnici Virgilio.TIN hanno ragione (al limite potrebbero solo adottare un criterio di quota massima); infatti io ho conservato tutte le mie e-mails con Eudora e avro' cambiato almeno 20-25 hard disk di sistema ecc! Poi constato che il volume delle mie emails comprensive di attachments (che anche essi restano sul server) sarà di almeno 250-300 MB....e se tutti facessero così????Per archiviare qualcosa consiglio un buon sistema di backup!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Io utente TIN - odio TIN - ma.....

      Ciò premesso, devo dire che in questo caso,
      i tecnici Virgilio.TIN hanno ragione (al
      limite potrebbero solo adottare un criterio
      di quota massima); Ueeeeeeeeeee... mi viene da piangere!! Ma cosa serve scrivere se prima non avete letto di cosa si parli!!!IL LIMITE C'E' ED E' DI 5 MB.... CHIARO?????
      tutte le mie e-mails con Eudora e avro'
      cambiato almeno 20-25 hard disk di sistema
      ecc! Poi constato che il volume delle mie
      emails comprensive di attachments (che anche
      essi restano sul server) sarà di almeno
      250-300 MB....e se tutti facessero così????C'E' IL LIMITEEEEEEEEE!!!! MA CAZZO.... QUANDO UNO LO RAGGIUNGE VENGONO CANCELLATI I VECCHI!!!De coccio proprio...
  • Anonimo scrive:
    Tin lo dichiara da anni
    Lungi da me difendere Tin, da cui sto scappando anch'io dopo anni di disservizi, ma quello che dice il lettore è talmente vero che da anni viene dichiarato esplicitamente dallo stesso operatore. Che io ricordi per lo meno negli ultimi 3 anni è sempre stato così: 2 mesi, poi i messaggi sono cancellati. Di tante cose folli che fa Tin, riuscendo a stancare clienti "storici" come me e chi denuncia il problema, questo mi sembra l'ultimo e il più comprensibile dei problemi. Ora, forse con la nuova impaginazione si sono dimenticati di scriverlo chiaramente, ma non è certo una novità.Buffo che segnalazioni e polemiche siano messe in evidenza solo oggi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tin lo dichiara da anni
      Beh scusate un attimo, ma mi sembra che il problema sia un altro. Innanzitutto voglio precisare che con TIN non ho niente a che fare (me ne guardo bene), però come il primo utente scrive il senso della posta elettronica non è assolutamente quello di lasciare i messaggi su un server; al contrario è proprio quello di poterla tenere sul proprio disco fisso ad-libitum, senza preoccuparsi di niente (virus a parte). LA comodità rispetto alla "snail-mail" sta nella velocità e in tante altre piccole cose (vedi allegati, invii multipli, reply ecc), ma non certo in un server intasato per fare un favore a chi non sa configurare un client o non ha volgia di usarlo. Alla luce dei fatti e tenendo in considerazione queste cose credo che le discussione sulla legittimità o meno del comportamento di TIN sia inutile, fermo restando che la fregatura c'è: se mi promettono 5 MB io li volgio tutti e non c'è santo che tenga! Se li cancella prima TIN è colpevole, ma per favore, i tuoi messaggi scaricateli tutti su hard disk!!!
  • Anonimo scrive:
    Ma se lo facessimo tutti.....
    Beh, mi sembrea molto follia....Ma hai mai pensato che se tutti noi tenessimo la nostra posta sui provider, non basterebbero dei dischi da terabyte....Mi sembra ovvio (e anche molto) che il concetto di posta è:io invio una mail a te, quindi essa viene parcheggiata TEMPORANEAMENTE su un server di un provider, e alla fine tu te la scarichi.Probabilmente non ci siamo con il concetto di posta elettronica....PS: ma perchè le Poste Italiane non fanno le fotocopie di tutta la nostra posta e la archiviano in una loro biblioteca????Non potrebbero consservarla??;-)PPS: Ma punto informatico non dovrebbe filtrare i msg da pubblicare?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se lo facessimo tutti.....

      Ma hai mai pensato che se tutti noi
      tenessimo la nostra posta sui provider, non
      basterebbero dei dischi da terabyte....E' per questo che nessun provider ofrre una casella con spazio illimitato.L'assurdo e' limitare il tempo: devo poter esser io a decidere quali messaggi vanno eliminati, non il mio provider (a meno che io non abbia riempito la casella).
      Mi sembra ovvio (e anche molto) che il
      concetto di posta è:
      io invio una mail a te, quindi essa viene
      parcheggiata TEMPORANEAMENTE su un server di
      un provider, e alla fine tu te la scarichi.Quello che a te pare ovvio non e', per fortuna, la realta'.
      Probabilmente non ci siamo con il concetto
      di posta elettronica....Probabilmente non ci sei tu.
      PPS: Ma punto informatico non dovrebbe
      filtrare i msg da pubblicare?Questa e' la ciliegina sulla torta di stupidaggini che hai detto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma se lo facessimo tutti.....
        - Scritto da: Garak

        Ma hai mai pensato che se tutti noi

        tenessimo la nostra posta sui provider,
        non

        basterebbero dei dischi da terabyte....

        E' per questo che nessun provider ofrre una
        casella con spazio illimitato.
        L'assurdo e' limitare il tempo: devo poter
        esser io a decidere quali messaggi vanno
        eliminati, non il mio provider (a meno che
        io non abbia riempito la casella).Informati.... Galactica sì...www.galactica.it


        Mi sembra ovvio (e anche molto) che il

        concetto di posta è:

        io invio una mail a te, quindi essa viene

        parcheggiata TEMPORANEAMENTE su un server
        di

        un provider, e alla fine tu te la
        scarichi.

        Quello che a te pare ovvio non e', per
        fortuna, la realta'.A no?


        Probabilmente non ci siamo con il concetto

        di posta elettronica....

        Probabilmente non ci sei tu.Dai, tagliamo corto... non ho tempo di stare dietro a te.. Qua si sentono sempre tutti più bravi degli altri...Ciao, senza rancore...


        PPS: Ma punto informatico non dovrebbe

        filtrare i msg da pubblicare?

        Questa e' la ciliegina sulla torta di
        stupidaggini che hai detto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma se lo facessimo tutti.....
        Garak scusa l'intrusione, ma esiste una cosa che viene chiamata "netiquette" e che per fortuna riguarda anche queste cose: se tutti la pensassero così i servizi email costerebbero una fortuna! e non troveresti più nessuno che te li offre gratis. E poi per favore non aggredire gli altri con quel modo di fare insolente. Ti ricordo che sono opinioni: tu hai le tue e gli altri hanno le proprie, quindi non essere scortese!La posta elettronica ha un senso se viene scaricata, altrimenti, se intasi il tuo spazio, questa viene cancellata. Se la gente leggesse i contratti di utilizzo, invece di cercare con ansia il pulsante "Accetto le condizioni", forse sarebbero tutti un po' più informati!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma se lo facessimo tutti.....
          - Scritto da: furio
          La posta elettronica ha un senso se viene
          scaricata, altrimenti, se intasi il tuo
          spazio, questa viene cancellata. Se la gente
          leggesse i contratti di utilizzo, invece di
          cercare con ansia il pulsante "Accetto le
          condizioni", forse sarebbero tutti un po'
          più informati!Veramente la posta elettronica ha il senso di permettere a due persone di scambiare dati attraverso internet, poi se i messaggi si tengano sul server o si scaricano non ha importanza o almeno non è questo il senso della e-mail!Inoltre se l'azienda mi promette 5 Mb di spazio mi deve dare 5Mb di spazio e non quel che ca@@o gli pare! che cosa c'entra se il servizio è gratis o viene pagato in denaro? rimane solo il fatto che promettono qualcosa e poi non la mantengono quindi sono in torto... poi se l'utente viene avvisato di tale cancellazione allora è un altro discorso.In ogni caso non dovrebbero promettere qualcosa che non possono mantenere, qui si tratta di prendere per il c@lo le persone e purtroppo succede spesso...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se lo facessimo tutti.....

            Inoltre se l'azienda mi promette 5 Mb di
            spazio mi deve dare 5Mb di spazio e non quel
            che ca@@o gli pare! che cosa c'entra se il
            servizio è gratis o viene pagato in denaro?Ti promette che lo spazio massimo a tua disposizione è di 5Mb. Punto e basta. Magari da qualche altra parte del contratto c'e' scritto che il messaggi verrano comunque cancellati dopo 2 mesi (ad esempio). Questo con c'entra nulla con lo spazio a tua disposizione.
            In ogni caso non dovrebbero promettere
            qualcosa che non possono mantenere, qui si
            tratta di prendere per il c@lo le persone e
            purtroppo succede spesso...Ripeto, dipende da tutte le condizioni del contratto. Ora se lo trovo lo leggo.CiaoLuca
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se lo facessimo tutti.....
            Infatti se sbandiera che ho 5 Mb a disposizione e poi in piccolo ti scrivono che possono fare quel che vogliono dei tuoi messaggi (se lo scrivono) secondo me vuol dire prendere in giro.Ciò ne vale della reputazione dell'azienda e infatti Tin non ha proprio una bella reputazione sia perchè è legata a Telezozz sia per altri numerosi motivi...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se lo facessimo tutti.....
            - Scritto da: Wal
            Infatti se sbandiera che ho 5 Mb a
            disposizione e poi in piccolo ti scrivono
            che possono fare quel che vogliono dei tuoi
            messaggi (se lo scrivono) secondo me vuol
            dire prendere in giro.Eh no caro mio, non ti prendono in giro. C'e'scritto? Si! E allora non ti prendono in giro.I contratti vanno letti attentamente e bene, sia che siano virtuali, sia che sia cartacei. E' un po come le pubblicità sui giornali o quelle in televisione, dove ti propongono tariffe telefoniche convenientissime e poi ci sono trecento asterischi con un infinità di clausule. La pubblicità può essere ingannevole, sono daccordo, ma poi quando vai a firmare il contratto, prima di apporre la firma bisogna leggerlo bene, senza farsi prendere dalla fretta o da quello che ti dice il commesso. L'unico modo che ha il cliente per difendersi è quello di non avere fretta e di informarsi su tutte le condizioni del contratto. Bisogna essere in malafede quando si firmano determinati contratti e chiedere, chiedere.Posso capire che non tutti sono competenti in tutti i campi, ma è sempre meglio aspettare, non farsi prendere dalla smania di avere tutto e subito, perchè tutto quello che è allettante, convienente, ha sempre la fragatura. Ma occorre non mettere nelle condizioni chi ti propone un affare di fregarti.Ciao
            Ciò ne vale della reputazione dell'azienda e
            infatti Tin non ha proprio una bella
            reputazione sia perchè è legata a Telezozz
            sia per altri numerosi motivi...Ma questo non giustifica gli attacchi in questa occasione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se lo facessimo tutti.....
            Sono d'accordo con te però il fatto che usino pubblicità ingannevole vuol dire che non si comportano bene nei tuoi confronti ed è questo il punto.Poi ti dò ragione sul fatto che bisogna tutelarsi prima di sottoscrivere qualcosa...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se lo facessimo tutti.....
      - Scritto da: Diego
      se tutti noi
      tenessimo la nostra posta sui provider, non
      basterebbero dei dischi da terabyte....Se, come l'utente che si e` lamentato, questo spazio lo paghiamo lirette sonanti, tutti i provider sarebbero felici di 'dover' installare terabyte di dischi fissi. Forse il tuo commento e` quello di una persona abituata ad avere tutto gratis. Se io pago una quota di disco fisso, li` dentro ci tengo quello che voglio e per quanto tempo voglio, almeno sinche` lo pago. E non ci devono essere cancellazioni arbitrarie.

      Mi sembra ovvio (e anche molto) che il
      concetto di posta è:
      io invio una mail a te, quindi essa viene
      parcheggiata TEMPORANEAMENTE su un server di
      un provider, e alla fine tu te la scarichi.A parte le tue considrazioni personali, l'unica cosa che puo` fare testo e` una cosa chiamata 'contratto', e se li` c'e` scritto "5 MB di spazio disco", io voglio e pretendo (perche` PAGO, ricordiamocelo) i 5 MB.
      PPS: Ma punto informatico non dovrebbe
      filtrare i msg da pubblicare?Spero per te che non lo faccia ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma se lo facessimo tutti.....

        Se, come l'utente che si e` lamentato,
        questo spazio lo paghiamo lirette sonanti,
        tutti i provider sarebbero felici di 'dover'
        installare terabyte di dischi fissi. Forse
        il tuo commento e` quello di una persona
        abituata ad avere tutto gratis. Se io pago
        una quota di disco fisso, li` dentro ci
        tengo quello che voglio e per quanto tempo
        voglio, almeno sinche` lo pago. E non ci
        devono essere cancellazioni arbitrarie.Sbagliato! Se paghi ci tieni quello che il contratto ti dice e per il tempo che il contratto che "hai accettato" ti dice.Se le condizioni del contratto non ti piacciono cambia, se il contratto non lo hai letto cavoli tuoi, se il Provider si comporta in modo scorretto seganlalo, ma non ti lamentare se il servizio offerto non è quello che ti aspettavi perchè non hai letto le condizioni del contratto.
        A parte le tue considrazioni personali,
        l'unica cosa che puo` fare testo e` una cosa
        chiamata 'contratto', e se li` c'e` scritto
        "5 MB di spazio disco", io voglio e pretendo
        (perche` PAGO, ricordiamocelo) i 5 MB.Leggi anche se dice che possono cancellare il messaggi a loro arbitrio quando e come vogliono (non ci sarà scritto proprio così, ma qualcosa di simile). Tu paghi per avere un servizio che ha delle condizioni. E le condizioni non sono solo quelle che fanno comodo a te.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma se lo facessimo tutti.....
          Ma che contratto e contratto qui si tratta di prendere per il c@lo le persone!Svegliatevi!Inoltre non si parla di vero e proprio contratto firmato in questo caso, quindi...Se l'azienda mi promette 5 Mb di spazio mi deve dare 5Mb di spazio e non quel che ca@@o gli pare! che cosa c'entra se il servizio è gratis o viene pagato in denaro? (anche se è gratis guadagnano sulla pubblicità che ti propinano) rimane solo il fatto che promettono qualcosa e poi non la mantengono quindi sono in torto... poi se l'utente viene avvisato di tale cancellazione allora è un altro discorso.In ogni caso non dovrebbero promettere qualcosa che non possono mantenere, qui si tratta di prendere per il c@lo le persone e purtroppo succede spesso...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se lo facessimo tutti.....
            - Scritto da: Wal
            Ma che contratto e contratto qui si tratta
            di prendere per il c@lo le persone!
            Svegliatevi!
            Inoltre non si parla di vero e proprio
            contratto firmato in questo caso, quindi...Allora le cose sono due:1) anche se non hai firmato, il contratto è valido ugualmente. E se è valido e il Provider porterva fare quello che ha fatto sono cacchi tuoi.2)Il contratto non è valido e il provider non è tenuto a mantenere un bel nienete.CiaoLuca
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se lo facessimo tutti.....
            - Scritto da: Luca


            - Scritto da: Wal

            Ma che contratto e contratto qui si tratta

            di prendere per il c@lo le persone!

            Svegliatevi!

            Inoltre non si parla di vero e proprio

            contratto firmato in questo caso,
            quindi...

            Allora le cose sono due:

            1) anche se non hai firmato, il contratto è
            valido ugualmente. E se è valido e il
            Provider porterva fare quello che ha fatto
            sono cacchi tuoi.

            2)Il contratto non è valido e il provider
            non è tenuto a mantenere un bel nienete.


            Ciao
            Luca1) Senza polemiche ma penso che se non hai firmato nulla non è valido niente... chiedi pure a chi si occupa di giurisprudenza.2) Il fatto che non ci sia un contratto non implica che ti debbano prendere per il c@lo
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se lo facessimo tutti.....
      - Scritto da: Diego
      Beh, mi sembrea molto follia....
      Ma hai mai pensato che se tutti noi
      tenessimo la nostra posta sui provider, non
      basterebbero dei dischi da terabyte....Infatti la maggior parte dei server da' uno spazio max, oltre il quale non accetta + mail (mailbox full) e, in alcuni casi, cancella dalle + vecchie per rientrare nei limiti e farci satre la mail che ha fatto sforare.Se pero' qualcuno per comodita' decide che una certa mail deve essere accessibile da qualunuqe postazione (senza portarsi dietro CD o Floppy che comunque sono deteriorabili) anche non sua o pubblica (e il web mail ha facilitato molto la cosa), indipendentemente che ne abbia o meno 100naia di copie di back up a casa, in ufficio o nel PC del cugino, e si tiene sempre sotto la quota max concessa non vedo xche' il fornitore dovrebbe cancellarglele (a meno che non sai una clausola del contratto per essere sicuri ceh utenti ceh non usano + la mail continuino a occupare spazio sul server).
      Mi sembra ovvio (e anche molto) che il
      concetto di posta è:
      io invio una mail a te, quindi essa viene
      parcheggiata TEMPORANEAMENTE su un server di
      un provider, e alla fine tu te la scarichi.AM io posso avere le necessita' di cui sopra e se il provider mi da' 3,5,10,20 Mb di spazio (pagati come in questo caso o meno) come li uso sono fatti miei.
      Probabilmente non ci siamo con il concetto
      di posta elettronica....Io usavo x es Freenet e usa.net due fornitori di free mail (il primo anceh di acesso telnet) dei primi tempi del boom internet e nessuno dei due si e' mai sognato di cancellarmi la posat vecchia, anche le poceh volte che sono andato overquota.
      PS: ma perchè le Poste Italiane non fanno le
      fotocopie di tutta la nostra posta e la
      archiviano in una loro biblioteca????Se le poste perdessero una lettera in cui vieni dichiarato erede universale di uno zio americano migliardario, credo che apprezzeresti un backup della posta cartacea :)
  • Anonimo scrive:
    Il server di posta non è un server sicuro...
    Ma tu ti sei fidato di tenere la posta su un server Tin per tutto questo tempo?Follia! La posta va conservata su disco in locale altrimenti prima o poi sei destinato a perdere messaggi: non tanto per l'autocancellazione ogni due mesi ma per l'incompetenza cronica dei "tecnici" Tin.Al contrario di te io ho avuto molto a ridire sul servizio Tin (che tra l'altro si ostinava a non madarmi mai le fatture e a mandarmi invece direttamente ingiunzioni di pagamento dopo 8-10 mesi) li ho liquidati da tempo passando alla concorrenza.Forse non ti ricordi di quando 2 o 3 anni fa non arrivavano messaggi perchè avevano implementato un nuovo filtro antispam (senza ovviamente avvertire prima gli utenti)! Quei messaggi non mi sono mai arrivati e ho potuto scoprirlo solo dopo parecchio tempo! Per quanto riguarda il problema del cambio di PC io l'ho cambiato forse più spesso di te negli ultimi anni e ti posso assicurare che il mio client di posta è sempre lo stesso ed è passato indenne attraverso tutti gli aggiornamenti dalla 2.0 alla 5.x senza perdere i messaggi che continuo a conservare sia su disco rigido che su copie di backup! L'unico modo veramente sicuro di conservare i messaggi!
  • Anonimo scrive:
    Ma va la!
    Insomma, ok lamentarsi ma qui si esagera... tutti i provider provedono a cancellare periodicamete la posta dai server epr evitare intasamenti, e sul contratto tin.it e' tutto spiegato bene.Lo spazio su server di posta non e' spazio di backup.Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma va la!
      Come siete abituati male, io ho un Provider che per 80.000 Lire/anno mi fa il filtraggio antivirus della posta, mi da tutti i servizi possibili, mi fa il filtraggio antiSpam, non mette limiti allo spazio della casella e sopratutto non si sognerebbe mai di cancellare dei miei messaggi senza il mio consenso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma va la!
        - Scritto da: Marco
        Come siete abituati male, io ho un Provider
        che per 80.000 Lire/anno mi fa il filtraggio
        antivirus della posta, mi da tutti i servizi
        possibili, mi fa il filtraggio antiSpam, non
        mette limiti allo spazio della casella e
        sopratutto non si sognerebbe mai di
        cancellare dei miei messaggi senza il mio
        consenso.Qui non è questione di abitudine. Se tu hai firmato un contratto in cui c'è scritto (ad esempio) che li autorizzi a cancellare tutte le e-mail che contengono la parola "mucca", non ti puoi lamentare se ti cancellano i messaggi perchè magari invece di "ammiccare" c'era scritto "ammuccare"... ;-)Scherzi a parte, se il contratto dice che ogni tot i msg vengono eliminati allora, mi spiace, ma non può farci nulla!Certo che se però le condizioni contrattuali sono state cambiate durante il periodo di servizio e l'utente non ne è stato appropriamente informato, allora è colpa di Tin!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma va la!
          Trovate un altro provider free che cancella la posta dopo un periodo di tempo: nessuno. E nemmeno i vari hotmail, freemail e compagni.Nessuno, mai; non ha senso.Io me ne ero accorto un anno fa, tra l'altro perdendo messaggi importanti e mi sembra strano che solo ora venga fuori la cosa.Lo spazio a disposizione e' mica "ogni 2 mesi"...!Chi si stupisce ancora che SeatPG valga "solo" 0,6 Euro?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma va la!
            No ad esempio anche hotmail cancella i messaggi, nel caso venga esaurito lo spazio a tua disposizione, partendo proprio dai messaggi + vecchi.Comunque... e' un problema veramente futile quello presentato: anche se chi ha scritto quella lettera dice di aver cambiato computer 10 volte, poteva benissimo scaricare la posta e copiarla su un floppy (tanto e' testo, zippato tiene pochissimo).E inoltre mi sembra uno spreco di banda e di tempo riscaricare tutti i messaggi ogni volta... ma ognuno e' libero di usare internet come vuole, pero' poi non dovrebbe lamentarsi se e' lui a fare le cose nel modo sbagliato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma va la!
            Si, ma se io decido di andare 3 mesi in isolamento in Tibet, senza mai scaricare la posta durante questo arco di tempo, oppure consultandola via interfaccia Web per scaricarla sul mio PC al rientro?Perché devo perdere messaggi che potrebbero servirmi?La limitazione, giustamente, dovrebbe essere per spazio, non per tempo. Cosa cambierà mai per loro?Mah... misteri di Tin.it
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma va la!

            Si, ma se io decido di andare 3 mesi in
            isolamento in Tibet, senza mai scaricare la
            posta durante questo arco di temposcrivi preventivamente a gran parte dei tuoi amici e spieghi loro di non spedirti niente.
            oppure
            consultandola via interfaccia Web per
            scaricarla sul mio PC al rientro?ah beh, allora puoi certamente cancellare dall'interfaccia tutti gli eventuali messaggi inutili e risparmiare spazio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma va la!


            oppure

            consultandola via interfaccia Web per

            scaricarla sul mio PC al rientro?
            ah beh, allora puoi certamente cancellare
            dall'interfaccia tutti gli eventuali messaggi
            inutili e risparmiare spazio.Guarda che il punto e' proprio questo.Anche se occupi solo 1 dei 5 Mb a disposizione, TIM ti cancella i messaggi dopo un mese di permanenza sul server.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma va la!

            Guarda che il punto e' proprio questo.
            Anche se occupi solo 1 dei 5 Mb a
            disposizione, TIM ti cancella i messaggi
            dopo un mese di permanenza sul server.E' scritto da qualche parte nel cotratto che può farlo? Non dico esplicitamente, ma anche adducendo motivi tecnici o altro?Se è si, allora non puoi farci nulla. Tu hai firmato il contratto...se non ti piace il servizio cambia.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma va la!
            - Scritto da: HanzoAtttori
            No ad esempio anche hotmail cancella i
            messaggi, nel caso venga esaurito lo spazio
            a tua disposizione, partendo proprio dai
            messaggi + vecchi.Io mi chiedo se hai capito il problema o no: non viene messo in discussione che se superi il tuo limite vengono cancellati i messaggi, ma che se hai anche solo 2 messaggi questi spariranno! Hai capito adesso??
            Comunque... e' un problema veramente futile
            quello presentato: anche se chi ha scritto
            quella lettera dice di aver cambiato
            computer 10 volte, poteva benissimo
            scaricare la posta e copiarla su un floppy
            (tanto e' testo, zippato tiene pochissimo).E
            inoltre mi sembra uno spreco di banda e di
            tempo riscaricare tutti i messaggi ogni
            volta... ma ognuno e' libero di usare
            internet come vuole, pero' poi non dovrebbe
            lamentarsi se e' lui a fare le cose nel modo
            sbagliato.Floppy? Spreco di banda riscaricare i messaggi ogni volta?Ma da dove scrivi, dal medioevo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma va la!

            Trovate un altro provider free che cancella
            la posta dopo un periodo di tempo: nessuno. Purtroppo un altro c'e`: MC-link.La posta non letta resiste tre mesi, la posta gia` letta resiste ben DUE giorni!E si`, e` scritto nel contratto. :^(
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma va la!
            - Scritto da: Faber
            Trovate un altro provider free che cancella
            la posta dopo un periodo di tempo: nessuno.
            E nemmeno i vari hotmail, freemail e
            compagni.
            Nessuno, mai; non ha senso.
            Io me ne ero accorto un anno fa, tra l'altro
            perdendo messaggi importanti e mi sembra
            strano che solo ora venga fuori la cosa.
            Lo spazio a disposizione e' mica "ogni 2
            mesi"...!Haiu letto il contratto? se c'è scritto così mica ti devi lamentare... sei tu che lo accetti
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma va la!

            Haiu letto il contratto? se c'è scritto così
            mica ti devi lamentare... sei tu che lo
            accettiE come al solito non leggete le cose pero' parlate, parlate...La cosa e' successa anche a me quindi la conosco.L'account di chi ha scritto era un vecchio contratto Video on Line (ma voi che scrivete con tanta approssimazione avete un'esperienza di Internet di pochi secondi...); Video on Line e'stata acquistata da TIN e i vecchi email che avevano il suffisso @mbox.vol.it si sono trasformati in @tin.it.Quindi se volete fare proprio i precisini sui contratti "firmati" ("firmati"!, pagliacci che siete...) durante la conversione non c'e' stato nessun contratto da firmare. E in ogni caso la posta NON veniva cancellata.Poi TIN si e' trasformata in quel mostro di Virgilio-Seat-Tin (quella cosa insomma che ha portato alla rovina tanti risparmiatori in borsa) ma gli indirizzi sono rimasti uguali. E anche li', per voi precisini dei contratti firmati, non c'e' stato nessun contratto da firmare; semplicemente sono migrati tutti gli account nel nuovo modernissimo bellissimo stupendo server di Virgilio. Ci siete fin qui?E allora non fate gli sceriffi della precisione se nemmeno sapete di cosa state parlando.In ogni caso, anche se non fosse cosi', solo un provider fallito e fallimentare come Virgilio puo' "risparmiare" (cosa banda, spazio? boh...) cancellando di nascosto i messaggi ogni tanto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma va la!
        come si chiama questo tuo provider?Vorrei conoscerlo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma va la!

        Come siete abituati male, io ho un Provider
        che per 80.000 Lire/anno mi fa il filtraggio
        antivirus della posta, mi da tutti i servizi
        possibili, mi fa il filtraggio antiSpam, non
        mette limiti allo spazio della casella e
        sopratutto non si sognerebbe mai di
        cancellare dei miei messaggi senza il mio
        consenso.io tutto questo lo faccio da solo e gratis: filtraggio antivirus? non uso outlook; filtraggio antispam? so quando e come scrivere o non scrivere il mio indirizzo di posta e spam non me ne arriva; limiti allo spazio casella? io scarico la posta, l'hard disk e' il mio limite; ecc ecc.trovo del resto che lasciare i messaggi sul server sia poco raccomandabile: se devo rileggerne uno mi tocca collegarmi, se qualcuno trova la mia password me li legge tutti, e (ovviamente) il computer remoto puo' esplodere e io non avrei alcun backup. sempre meglio tenerli con se', soluzione il cui unico svantaggio, ossia la necessita' di spostare la base messaggi ad ogni cambio di computer, e' facilmente ovviabile facendo backup prima e restore poi (cosa che ho fatto piu' volte). del resto non mi sognerei mai di chiedere all'ufficio postale di tenere nel suo archivio tutta la mia corrispondenza cartacea...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma va la!
        IDEM e in più connessioni criptate SSLnon credo costi + di TIN basta scegliere qualcuno serio
Chiudi i commenti