Italia hi-tech? Ci vorranno anni

Italia hi-tech? Ci vorranno anni

Il ministro Stanca spegne l'entusiasmo di chi sperava in una rapida rimonta
Il ministro Stanca spegne l'entusiasmo di chi sperava in una rapida rimonta


Roma – Chi sperava che l'Italia potesse in qualche manciata di mesi recuperare il terreno perduto con i principali paesi sul fronte dell'alta tecnologia, dell'alfabetizzazione informatica e dell'accesso alle nuove tecnologie dovrà ricredersi. Lo ha spiegato il ministro all'Innovazione Lucio Stanca secondo cui non basteranno i 100 giorni del programma governativo per realizzare i primi obiettivi di “rimonta”.. Ci vorranno anni.

“Altro che 100 giorni – ha spiegato – ci vorranno 100 anni per recuperare il ritardo accumulato, non dico proprio 100 ma ci vogliono degli anni”. I primi progetti su cui punta da subito il ministro sono due: carta nazionale dei servizi in rete, una sorta di “anticipazione” della carta di identità elettronica; portale nazionale per i servizi della Pubblica Amministrazione.

Il ministero all'Innovazione è disponibile qui .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

28 10 2001
Link copiato negli appunti