Italia, l'e-commerce cresce col freno a mano

Aumenta il fatturato, aumenta l'interesse da parte dei consumatori, ma molti operatori tendono a considerare l'e-commerce come un canale di vendita secondario

Roma – In Italia, nel 2007, sono stati effettuati 23 milioni di ordini online, l’e-commerce italiano ha fatturato lo scorso anno 4.868 miliardi di euro. È un settore in crescita, ma esistono alcuni fattori a ostacolarne un’espansione dirompente. I dati sono stati presentati nella ricerca “E-commerce in Italia: una crescita con il freno a mano”, realizzata da Casaleggio Associati .

Su scala europea il settore dell’e-commerce può contare su un fatturato pari a 210 milioni di euro ed è ormai un canale fondamentale per il consumatore nell’ambito della vendita al dettaglio. Se il Regno Unito transa online il 6 per cento delle vendite al consumatore finale e ha fatto registrare nel 2007 una crescita del fatturato del 54 per cento, l’Italia incede più lentamente: l’e-commerce vale lo 0,49 per cento delle vendite al dettaglio e la crescita del fatturato è stata pari al 42,2 per cento, in rallentamento rispetto al 2006.

Gli ostacoli che frenano l’e-commerce italiano? Sono legati principalmente alla logistica: lo dimostra il fatto che i settori meno dinamici sono quello alimentare e quelli in generale che comportano la compravendita di beni fisici, mentre i servizi e i beni digitali godono di ottima salute.

Altro freno alla crescita dell’e-commerce è l’atteggiamento di alcune delle aziende che vi investono: tendono ancora a considerare la vendita online come un modello distributivo accessorio a quello fisico.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • DG INFSO scrive:
    Uahahahah
    Roftl grasse risateQuesto progetto, come tutti i progetti dell'FP6 non porterà MAI a niente... lavoro nel settore e certe volte ho il voltastomaco... tanto fumo e niente arrosto... Però complimenti all'Istituto Santa Lucia per l'ottima disseminatio davvero bravi...
  • Capa Gira scrive:
    IA != AI
    Intended Action non è necessariamente Artificial Intelligence, o no?per come la vedi iol'intelligenza è umanasolo la trasmissione è artificiale(oppure la sedia prende decisioni semi-autonome?)
    • yes scrive:
      Re: IA != AI
      - Scritto da: Capa Gira
      Intended Action non è necessariamente Artificial
      Intelligence, o
      no?

      per come la vedi io
      l'intelligenza è umana
      solo la trasmissione è artificiale

      (oppure la sedia prende decisioni semi-autonome?)la sedia prende decisioni semi-autonome, come ad esempio evitare gli ostacoli. Almeno questo e' cio' che ho capito io.
  • Nilok scrive:
    Un aiuto è sempre un aiuto
    Ave.Tutto ciò che contribuisce alla Sopravvivenza è POSITIVO.Aiutare chi ha bisogno è ENCOMIABILE.Mai farsi "spaventare" dalle nuove scoperte se portano miglioramenti.Ma le "macchine" non sono la soluzione finale nè quella migliore.A prestoNilok
  • Alex Supertramp scrive:
    Basta una volta sola
    Immaginatevi con la sedia per le vie di una metropoli come Milano: basta anche una volta sola in cui la sedia non intervenga a dovere per farla grossa.Comunque queste contaminazioni spinte tra uomo e macchina per me rimangano inquietanti: e se ci trovassimo davanti agli occhi una schermata blu?http://menteindisordine.wordpress.com/
    • ioioioioio scrive:
      Re: Basta una volta sola
      Guarda che non gira windows su sti cosi.
    • Chalda scrive:
      Re: Basta una volta sola
      Basta una volta sola.... come in tutto.Es: Basta che inciampi e sbatti la testa solo una volta ;)Diciamo che fa parte del rischio di vivere ;)
      • IAcop scrive:
        Re: Basta una volta sola
        - Scritto da: Chalda
        Basta una volta sola.... come in tutto.
        Es: Basta che inciampi e sbatti la testa solo una
        volta
        ;)
        Diciamo che fa parte del rischio di vivere ;)Esatto. Quotissimo
    • Rodney McKay scrive:
      Re: Basta una volta sola
      - Scritto da: Alex Supertramp
      Immaginatevi con la sedia per le vie di una
      metropoli come Milano: basta anche una volta sola
      in cui la sedia non intervenga a dovere per farla
      grossa.qualche rischio bisogna pur prenderselo no?credo che al momento i rischi imemdiati di queste tecnolgoie sono abbastanza ridotti rispetto ai benefici (immediati), quindi IMHO ne vale la pena
      Comunque queste contaminazioni spinte tra uomo e
      macchina per me rimangano inquietanti: e se ci
      trovassimo davanti agli occhi una schermata
      blu?

      http://menteindisordine.wordpress.com/e se mettessimo in discussione la nostra stessa umanità?in fondo il problema alla lunga porta lì, se riuscissimo nel giro di qualche decennio ad avere i cyborg come negli anime o nei film di fantascienza che fossero in grado di lavorare pensare ed aiutarci sulla base di cosa potremmo poi considerarci umani? DIo ci ha creato a sua immagine e somiglianza secondo la mitologia cristiana, stiamo facendo lo stesso?(che poi è il tema di blade runner, ghost in the shell, natural city etc. etc.)Questo però è un problema filosofico che difficilmente verrà affrontato dalla società moderna prima che si verifichi.purtroppo la tecnosocietà moderna non ha tempo per le elucubrazioni filosofiche, c'è tempo solo per sopravvivere ormai.
    • yes scrive:
      Re: Basta una volta sola
      - Scritto da: Alex Supertramp
      Immaginatevi con la sedia per le vie di una
      metropoli come Milano: basta anche una volta sola
      in cui la sedia non intervenga a dovere per farla
      grossa.
      Comunque queste contaminazioni spinte tra uomo e
      macchina per me rimangano inquietanti: e se ci
      trovassimo davanti agli occhi una schermata
      blu?

      http://menteindisordine.wordpress.com/accadrebbe piu' o meno la stessa cosa che accade quando ci troviamo davanti ad una "schermata blu" del nostro sistema naturale, che non e' affatto perfetto.ad esempio tempo fa mi e' andata di traverso della saliva mentre stavo guidando. sono stato bravo e fortunato e sono riuscito a mettermi in corsia d'emergenza senza alcun problema; ma poteva accadere di tutto.
    • ExTrEmE scrive:
      Re: Basta una volta sola
      Vai a raccontare a qualcuno che ha purtroppo perso la propria autonomia se la pensano come te.Sai perchè dici queste minchiate?Perchè probabilmente tu come me scrivi con le mani, cammini con le tue gambe e vedi con i tuoi occhi.Prova a metterti "dall'altra parte" e rifletti un po'. Ti farà bene.
Chiudi i commenti