Italia, mai più Napster in ufficio

Lo spera Confindustria che diffonde nelle aziende il nuovo regolamento: mai usare in ufficio il PC come lo si userebbe a casa. Le imprese ci stanno. E spiano


Treviso – Scaricare immagini pornografiche dalla rete, riempire gli hard disk con file musicali in formato mp3, inviare e ricevere tonnellate di posta elettronica per mantenere i rapporti con amici, familiari e conoscenti, utilizzare insomma a fini personali il computer quando si è in ufficio: queste sono le abitudini di cui il nuovo regolamento promosso da Confindustria e realizzato insieme a Unindustria Treviso sta facendo piazza pulita.

L’idea di fondo, che pare stia attecchendo nelle aziende associate a Unindustria, è che non serve un confronto sindacale per introdurre un regolamento di servizio. E questo sarebbe all’origine della grande diffusione che i divieti stanno avendo, con l’effetto di rendere più chiaro anche per i dipendenti cosa il datore di lavoro si aspetta nell’uso del personal computer, strumento ormai diffuso quanto il telefono.

Il documento, “Regolamento per il corretto utilizzo degli strumenti informatici”, di fatto crea un perimetro all’interno del quale le aziende possono decidere le proprie policy in merito al comportamento che devono tenere i dipendenti al computer.

Rimane sul tappeto il problema ancora irrisolto della privacy dell’email dei dipendenti anche quando si trovano in ufficio. Una questione controversa che corre parallela a quella del controllo sulla navigazione internet o sull’uso dei documenti presenti sul computer.

Secondo Giampietro Breda, responsabile dell’area sindacale di Unindustria, ora gli imprenditori possono più facilmente “spiare” i propri dipendenti. “E anche prendere provvedimenti disciplinari – sostiene Breda – per eventuali comportamenti scorretti. Ma contestazioni ancora non ce ne sono nonostante il regolamento sia ormai abbastanza diffuso”. “Delle due l’una – spiega Breda intervistato da La Tribuna di Treviso – o gli imprenditori non sono in grado di esercitare il controllo, o i lavoratori hanno capito cosa possono e cosa non possono fare. Mi piace pensare alla seconda. Anche qui serve un po’ d’intelligenza, il punto di riferimento è il telefono aziendale. Nessuno si lamenta se il dipendente chiama a casa per dire che ritarda, ma se fa campagna elettorale dall’ufficio…”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    il canone si paga sempre!!!
    ma ci prendono per fessi, passare da un operatore ad un altro...lo farei se non si pagherebbe più il canone, invece ti tolgono quello telecom e te ne mettono uno loro...che cambia?
    • Anonimo scrive:
      OT - Re: il canone si paga sempre!!!
      - Scritto da: chiarezza_telefonica
      ...lo farei se non si pagherebbe più ...dieci!in Italiano ovviamente :-)
  • Anonimo scrive:
    Ma scherzano?
    Albacom non è in grado mancoo di dare connessione intenet base in realtà !!In 8 Mesi non son riusciti ad attivarmi ADSL, pensate che per ultimo miglio andrà meglio??!!!Telecom me l'ha attivato in 8 giorni scavalcando la richiesta precedentemente inoltrata da Albacom e mai disdetta .
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma scherzano?
      Capisco che lavorare in telcom oggi possa non far dormire la notte ma andare in giro a dire balle non aiuta ;-)Prova a far domanda di assunzione in Albacom ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma scherzano?
        - Scritto da: Perchè le dici grosse?
        Capisco che lavorare in telcom oggi possa
        non far dormire la notte ma andare in giro a
        dire balle non aiuta ;-)
        Prova a far domanda di assunzione in Albacom
        ;-)Nono, ha ragione da vendere. Tu prova ad andare a richiedere una adsl presso un operatore concorrente a telecom e magari dover fare una modifica, chessò...cambiare da pppoatm a pppoe...Prova e poi ci risentiamo ok?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma scherzano?
          beh dite quello che volete, io ho adsl albacom (attivata in 10 giorni) e non mi sconnetto dal 27 aprile, fate voi i conti per le ore di connessione :P, prima avevo isdn albacom, flat che permette di connettersi a 128k pagando una singola linea, e in un anno saro' caduto tra volte (naturalmente mi connettevo dalle 19 alle 8, sabato e domenica 24/24) Concludendo volevo dire che albacom con me si e' dimostrata una societa' seria al contrario di telecom....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma scherzano?
      IO HO ATTIVATO L'UNBUNDLING CON ALBACOM, E ADESSO NAVIGO A 1Mbps E NON PAGO IL CANONE TELECOM.A TUTTE LE COMPAGNIE POSSONO CAPITARE DEI PROBLEMI, MA ALMENO ALBACOM LI RISOLVE, NON COME TELECOM CHE TI LASCIA STARE....SECONDO ME ALBACOM E' LA MIGLIOPRE PER LE AZIENDE!!!!
  • Anonimo scrive:
    Servizi Voce avanzati? la prima dopo Telecom
    Ecco, finalmente hanno capito i concorrenti di Telecom: nessuno mai aveva offerto finoraservizi avanzati quali identificazione chiamante, avviso di chiamata, SBARRAMENTO su alcune chiamate (filtri), Isdn....Ora si può parlare di concorrenza finalmente
Chiudi i commenti