Italia, scambiavano pedoporno con Kazaa

Una nuova indagine porta alla scoperta di un giro di decine di persone che sfruttavano il file sharing per condividere immagini illegali. I dettagli


Roma – Condividevano su Internet file contenenti immagini di pornografia infantile: questa l’accusa che riguarda quasi tutte le 34 persone denunciate ieri dalle forze dell’ordine al termine di una operazione congiunta della Polizia e della Guardia di Finanza.

L’operazione, che ha portato anche all’arresto di uno degli indagati colto in flagrante mentre scaricava certe foto, è stata portata avanti con perquisizioni in 42 abitazioni, dove sono stati individuati imponenti archivi di materiale illegale. Sarebbero addirittura 4mila i gigabyte di video e fotografie pedopornografiche recuperati nel corso delle indagini.

Stando a quanto riferito dagli inquirenti, questo giro è stato individuato grazie all’esplorazione dell’uso di Kazaa da parte di alcuni soggetti. Proprio tramite Kazaa, a quanto pare, persone interessate ai medesimi materiali prendevano contatto e si organizzavano per scambiarsi i contenuti illegali in grande quantità. Da lì, tracciando gli IP, è stato facile per gli investigatori risalire agli utenti coinvolti.

In una nota le Fiamme Gialle hanno spiegato che quanto scoperto era una “ragnatela” di “soggetti che s’incontravano nei ?sotterranei? di Internet sfruttando le possibilità di connessione punto-punto dei moderni sistemi di condivisione di file, per poi scambiarsi ogni sorta di immagine che vedeva come involontari protagonisti minori senza limiti di età (addirittura in età prescolare)”.

L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma, oltre ai supporti digitali ha anche portato al sequestro di moltissime videocassette e rullini fotografici. Video e foto a quanto pare ritraggono perlopiù bambini dell’Est europeo, come ormai sembra accadere sempre più spesso .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    scusate
    chi mi sa dire cos'è un router?
    • Anonimo scrive:
      Re: scusate
      - Scritto da: Anonimo
      chi mi sa dire cos'è un router?H12. Che cos'e` un router?E` un dispositivo in grado di collegare due o piu` reti fisicamente e/o logicamente differenti. Puo` essere usato sia su lan che su wan. Nell'immagine vediamo un router adsl:http://www.netfordummies.com/pub/cisco1600.gif
    • Anonimo scrive:
      Re: scusate
      - Scritto da: Anonimo
      chi mi sa dire cos'è un router?in pratica è un'instradatore di pacchetti di dati tra più reti.Non fa altro che smistare. Fatto sta che per farlo bene, e avendo solo una conoscenza topologica locale delle reti, i router sono un bel po' complicati.Può essere un dispositivo hardware come un software su pc.
      • Anonimo scrive:
        Re: scusate
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        chi mi sa dire cos'è un router?

        in pratica è un'instradatore di
        pacchetti di dati tra più reti.

        Non fa altro che smistare. Fatto sta che per
        farlo bene, e avendo solo una conoscenza
        topologica locale delle reti, i router sono
        un bel po' complicati.

        Può essere un dispositivo hardware
        come un software su pc.Con questa tua ultima frase molto sistematica forse inizio a capire.Ma facciamo un esempio pratico, ho chiesto l'abbonamento adsl per la lan aziendale e la telecom mi da il router insieme.Ma se io condivivo la connessione con tutti i pc della lan mediante un programma di server proxy tipo wingate installato su uno dei pc, a che mi serve sto benedetto router?
        • teddybear scrive:
          Re: scusate

          Ma se io condivivo la connessione con tutti
          i pc della lan mediante un programma di
          server proxy tipo wingate installato su uno
          dei pc, a che mi serve sto benedetto router?A collegare la tua LAN (potenzialmente costituita anche da un solo computer), alla rete del provider che ti fornisce la connettivita'. E lui avra' un altro router che connette la sua WAN (presumibilmente) ad Internet.Se il tuo computer fara' da router per la tua LAN, teoricamente potresti anche usare un modem.In fondo in fondo, potresti vedere un router adsl come un computer, con un hub (o anche senza) che ha un modem ADSL integrato.Quale vantaggio rispetto al modem ADSL? Semplice. Non hai ca**i e straca**i da impostare sul computer. Basta impostare una rete locale con (di solito) DHCP, non hai bisogno di drivers del modem (che forse in sistemi operativi diversi da Win non esistono) ecc.
        • Anonimo scrive:
          Re: scusate

          Con questa tua ultima frase molto
          sistematica forse inizio a capire.
          Ma facciamo un esempio pratico, ho chiesto
          l'abbonamento adsl per la lan aziendale e la
          telecom mi da il router insieme.
          Ma se io condivivo la connessione con tutti
          i pc della lan mediante un programma di
          server proxy tipo wingate installato su uno
          dei pc, a che mi serve sto benedetto router?Nulla. Ti basterebbe un pc che faccia da gateway con un modem adsl. In casa ho fatto esattamente così, ponendo sul gateway una piccola distro linux completa di firewall e ids.Se non sbaglio però, ultimamente i router adsl costano meno dei modem, sicchè...
Chiudi i commenti