Ite pueri, SMS est

di Saverio Manfredini - Qualche milione di euro se ne va per ribadire via SMS a tutti gli italiani e agli stranieri quello che tutti i media dicono da giorni: che Roma è intasata. Nessuna novità neppure per i saccopelisti


Roma – Giornali, radio, televisioni, annunci nelle metropolitane, manifestini, volantini, iniziative di quartiere e di parrocchia non bastano ad informare sulla condizioni di Roma in questi giorni di lutto per il Papa, servono anche degli SMS, quattro per la precisione, che vengono sparati sui cellulari dei romani, degli italiani e degli stranieri proprio in queste ore, a spese del Governo.

Chi vive fuori Roma avrà già ricevuto l’illuminante messaggino: “Se vai a Roma x omaggio Papa usa mezzi trasporto collettivo. Preparati a code organizzate ma molto lunghe. Caldo di giorno fresco di notte. X info isoradio 103.3”. Un messaggio a cui ne ha fatto seguito un altro nella serata di ieri, che in sostanza sconsiglia di recarsi in pellegrinaggio a Roma causa “enorme afflusso” .

Chi ha inviato questo messaggio, ovvero la PROT. CIVILE, tutto maiuscolo, ignora che da giorni l’Italia e gli italiani sono bombardati 24 ore su 24 da informazioni di ogni genere sull’ omaggio al Santo Padre, su tutti i media se ne continua a parlare e tutti i media riportano testimonianze, racconti e aneddoti di chi a San Pietro c’è andato o ci sta andando, pronto ad affrontare col cuore in mano la folla e la fila.

Ma chi ha spedito quel messaggio sembra temere che i pellegrini non sappiano cos’è un autobus o che davvero sognino di parcheggiare all’ombra del Cupolone . Eppure tanto si è fatto da decine d’anni per spiegare agli italiani che esistono i “mezzi di trasporto collettivo” né sarà sfuggito ad alcuno che il problema del traffico e dei parcheggi a Roma è ben lungi dall’essere risolto.

Per essere certi che anche gli stranieri in fila a San Pietro sappiano di esserlo, il messaggio è stato tradotto e spedito anche a loro. Immagino l’emozione che deve provare il visitatore straniero a ricevere un SMS dal Governo del paese che lo ospita, è quel tipo di sorpresa che rende più allegro tutto il pellegrinaggio. Più azzeccata la versione per i giovani. Considerati unanimemente dei saccopelisti , ai giovani è stato spedito un SMS per ricordare loro che la tenda conviene piantarla nell’area attrezzata di Tor Vergata, sia mai che venga loro in mente di far camping proprio ora in via della Conciliazione. Un altro SMS riservato ai romani li avverte che Roma è intasata.

Se ci si basa sui precedenti messaggini governativi la spesa per ciascuna di queste comunicazioni dovrebbe essere compresa tra i 6 e gli 8 milioni di euro , un investimento che certo un paese come l’Italia può permettersi di quando in quando, soprattutto se consente di distribuire rapidamente informazioni così essenziali e urgenti.

Saverio Manfredini

Di seguito una lettera sull’argomento SMS della PROT. CIVIL


Lettere – “SE vai a Roma x omaggio Papa usa mezzi trasporto collettivo. Preparati a code organizzate ma molto lunghe. Caldo di giorno fresco di notte. X info Isoradio 103.3”
Non è uno scherzo del primo aprile in ritardo ma un SMS spedito in milioni di copie a cittadini paganti laiche tasse, in Italia. Quel “Se” iniziale è preoccupante, perchè nell’infinito mondo delle variabili della vita temo di ricevere un SMS pagato dallo Stato, che siamo noi, per qualsiasi evenienza.

“SE” è davvero previsto a Roma un milione di persone per il funerale del Pontefice, e la matematica non è una opinione, questo vuol dire che altre decine di milioni di italiani (che ricevono comunque l’SMS di Stato) resteranno a casa a fare altro e non tutti davanti alla tv a seguire l’evento.

Diverso fu il caso dell’SMS a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri con gli orari e le modalità per le elezioni, in quanto le elezioni sono un diritto dovere di TUTTI i cittadini italiani, nessuno escluso. Per assurdo in quel caso il messaggio era “quasi” utile, anche se moltissimi obiettarono anche di quell’invio. In quel caso non c’erano SE. Gli astensionisti hanno comunque il diritto-dovere di votare, ed il voto è previsto dalla Costituzione Italiana. I funerali del Papa no.

“SE vai a Roma” è un messaggio che non voglio leggere sul mio telefonino privato, o nella mia cassetta della posta elettronica e non. Non se me lo dice “lo Stato” con i miei soldi e contro la mia volontà.

E se vado al mare per il weekend ? Arriveranno altri SMS “Se vai mare usa mezzo trasporto pubblico” ? E perchè non un “Se vai Londra x matrimonio Carlo controlla validità documenti espatrio” ?

Temo, con orrore, futuri “Se vai stadio attenzione incidenti tifoserie” o più cauti “Se vai ferie macchina privata controlla gomme”.

E se la Protezione Civile può.. chi fermerà la Sanità da messaggi come “Se ragazza nuova usa preservativo” o “Se vai partner occasionali spesso controllo malattie veneree annuale”?

Il Ministero Pubblica Istruzione resta a guardare? “Esami tra un mese, paga tassa universitaria”

Il che sembrerebbe assurdo, perchè mica tutti gli italiani vanno all’università. Beh… statistiche alla mano non mi risulta che tutti gli italiani siano pellegrini, eppure con le nostre laiche tasse lo Stato ha mandato un’alluvione di SMS.

Sale a Roma il livello dello Smog? Mandiamo a tutta l’Italia “Allarme Smog, anziani e bambini casa Roma”. Lavori Pubblici? “Lavori in corso Salerno Reggio Calabria, attenzione!” Ma se abito a Milano che mi importa! Ecco il succo del discorso.

Mi scrivono “Se vai Roma”… ma se non ci vado? Ma, per assurdo, SE anche fossi andato a Roma per andare a trovare la mia morosa, e mi fossi trovato nel traffico.. NON CREDO proprio che mi sarebbe mai venuto in mente: “ma tu guarda che ***** quelli della Protezione Civile, potevano mandarmi un SMS!”

Se questo è l’andazzo, siamo veramente alla frutta.

Zarek

ps – ne arriva un altro ora! Un altro SMS! Chiudono le code? Ma come ci si disiscrive da questo servizio?

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Acquedotti e pozzi
    Questi disgraziati hanno bisogno di acquedotti, fognature, pozzi, trattori, aratri, lavagne per le scuole, non di cazzate da cliccare o tecno puttanate occidentali.
  • Anonimo scrive:
    Molti dubbi
    Se aveste visitato quelle zone, e parlato con questa gente, credo avreste molti dubbi.
  • Mechano scrive:
    Un presidente intelligente
    Finalmente un politico intelligente.Molto piu' intelligente dei nostri.La conoscenza e' vita!E la conoscenza la si acquisisce tramite la comunicazione.Poter comunicare significa dare per chi ce l'ha e acquisire per chi ne ha bisogno, conoscenza. E se la conoscenza e' utile a cio', applicarla nella vita.Siamo solo noi e i nostri giovani i mongoloidi che usiamo Internet per cercare pornografia, crack e software pirata, mp3, loghi e suonerie.In paesi come quelli africani avere connessioni per comunicazioni di ogni genere (telefono, tv, internet), significa avere potenzialita' per diffondere conoscenza.La conoscenza piu' utile in tal caso e' quella che puo' aiutare a:prevenire malattie infettive e veneree.Imparare come comportarsi per primo soccorso e prevenire incidenti.Imparare tecniche di coltivazione.Imparare a costruire case e rifugi.Imparare mestieri di ogni genere ed utilita'.Imparare come trovare acqua, scavare pozzi, incanalarla, conservarla, sterilizzarla, non sprecarla.A chi vendere eventuali prodotti avanzati oltre quelli per il fabbisogno personale.E dulcis in fundo l'unica cosa che interessa il mondo occidentale che vorra' venderglieli, ossia dove procurarsi e/o comprare al miglior prezzo generi che servono (se ci se li puo' permettere).Ed una delle cause principali della crisi italiana e' diretta conseguenza del costo e della scarsa diffusione dei sistemi di comunicazione, e la pessima qualita' di quelli che ci sono compresa l'inutile televisione italiana.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un presidente intelligente
      - Scritto da: Mechano
      Siamo solo noi e i nostri giovani i mongoloidi
      che usiamo Internet per cercare pornografia,eh? qualkuno mi ha kiamato?LOL ROTFL SBAM BADABOOM
  • Anonimo scrive:
    cerchiamo di essere giusti e realisti
    ogni volta che si sente di un progetto per cablare zone non coperte, in questo forum si levano proteste , come se si stessero spendendo fiumi di soldi per opere inutili.31 milioni nel campo dei cablaggi dati sono briciole, per fornire l'accesso ad una piccola provincia italiana si spende molto di più.considerando che probabilmente il grosso dei soldi li mettrà cisco, ansiosa di farsi pubblicità ( e sbolognare attrezzature che in occidente non sono riusciti a vendere), considerando che nonostante tutto(guerre carestie etc) ci sono molte persone ad alta scolarizzazione in etiopia , considerando che per vari motivi la chiave del futuro dell'africa passa anche dallo sganciarsi dall'economia agricola, penso che questa sia una mossa molto saggia. senza mezzi di comunicazione efficienti , è difficile organizzare consorzi agrari, è difficile organizzare una rete fornitori -clienti che non sia su scala locale. e questo vale per le sementi, per gli attrezzi agricoli, per la manodopera.in attesa che noi caritatevoli ed evoluti occidentali la smettiamo di sfrutttare l'africa in mille modi ,ed in attesa che il fondo monetario si svegli e capisca che sostenere l'africa sub-sahariana è un dovere del mondo, fornire mezi di comunicazione ( e quindi anche computer e linee telefoniche) mi sembra una mossa saggia.per le altre cose gli africani , se messi nelle condizioni giuste , hanno la capacità di tirare avanti da soli.
    • HotEngine scrive:
      Re: cerchiamo di essere giusti e realist
      - Scritto da: Anonimo
      ogni volta che si sente di un progetto per
      cablare zone non coperte, in questo forum si
      levano proteste , come se si stessero spendendo
      fiumi di soldi per opere inutili.
      31 milioni nel campo dei cablaggi dati sono
      briciole, per fornire l'accesso ad una piccola
      provincia italiana si spende molto di più.Certo. Ora però pensa a questo: mettiamo che tu viva in un quartiere dove non c'è acqua corrente, non arriva elettricità o solo ogni tanto, dove non sei sicuro di mangiare tutti i giorni, etc... etc... Cosa penseresti se ti venissero a dire:"Allegria! Tra un po' ti cabliamo internet..."
  • Anonimo scrive:
    Un bel modo per fregarsi i soldi !!!
    Un bel modo per fregarsi i soldi degli affamati!!!tutti vogliono imitare l'india e la cina nella corsa allo sviluppo.Peccato che manchi sempre da mangiare!!
  • Anonimo scrive:
    Speriamo bene
    Spero proprio che abbia ragione, forse qualche scuola in piu' con sedie e banchi di legno sarebbe piu' utile, ma non e' detto.Gli faccio tutti i miei auguri possibili!
    • Anonimo scrive:
      Re: Speriamo bene
      - Scritto da: Anonimo
      Spero proprio che abbia ragione, forse qualche
      scuola in piu' con sedie e banchi di legno
      sarebbe piu' utile, ma non e' detto.
      Gli faccio tutti i miei auguri possibili!Anche io, anche se il tuo intervento suona un po' comico dopo aver letto questo: http://www.lescienze.it/sixcms/detail.php3?id=10544
      • Anonimo scrive:
        Re: Speriamo bene
        - Scritto da: Anonimo
        http://www.lescienze.it/sixcms/detail.php3?id=1054Cos'e' un capro espiatorio per i paesi industrializzati?I grandi incendi in varie ere e secoli e secoli di uso della legna com'e' che non ci hanno ammazzati prima?O gli si vuole vendere derivati del petrolio quando hanno abbondanza di legna? Almeno quella.
  • Anonimo scrive:
    Fanno bene
    Qui molti non sanno di cosa parlano, pensano che vogliano vendere alice e l'adsl ai privati e che quindi gli etiopi sono scemi a investire nelle telecomunicazioni.Il progetto è diviso in 3 parti. Nella prima si collegheranno tutti gli uffici del paese.Nella seconda si uniranno in un network gli istituti scolastici. E servirà anche a diffondere le notizie d'agenzia nel paese.La terza parte collegherà tutti i centri di ricerca e sviluppo dell'agricoltura.Un sistema di comunicazioni efficienti è necessario se si vuole pensare nel lungo periodo perché permette una maggiore sinergia e quindi un maggiore sviluppo delle attività del paese, scuola compresa, perché senza una scuola che cresce non cresce nemmeno il paese.
    • HotEngine scrive:
      Re: Fanno bene
      - Scritto da: Anonimo
      Un sistema di comunicazioni efficienti è
      necessario se si vuole pensare nel lungo periodo
      perché permette una maggiore sinergia e quindi un
      maggiore sviluppo delle attività del paese,
      scuola compresa, perché senza una scuola che
      cresce non cresce nemmeno il paese.Va bene. Ne riparliamo tra qualche anno Ok?
  • Anonimo scrive:
    'sto qui è scemo
    Vaglielo a spiegare agli etiopi che muoiono di fame che bisogna cablare il paese con 31 milioni di euro....Sinceramente, se io stessi morendo di fame in questo preciso momento, lo manderei aff..... :@Perché invece non investire in macchine agricole, pozzi d'acqua etc.?????
  • HotEngine scrive:
    Questa fa il paio...
    ...con quella del simputer... La saga continua.
  • Anonimo scrive:
    Ambrogio ... la mia non è fame ...
    Potrebbe servire o no questo lo vedremo solo a cose fatte, io dubito fortemente che la soluzione alla fame nel mondo arrivi tramite la posa di fibra ottica.Comunque proverò anch'io con la Telecom:- "Pronto qui 187 sono Ambrogio, come posso essere utile?"- "Salve mi chiamo ..... ed avrei un certo languorino, sa la mia non è fame, è più voglia di connettività."- "Certo signore, per antipasto le consiglio una FLAT ISDN, quindi per primo un collegamento EDGE, quindi un pizzico di ADSL e per dolce il nostro piatto forte, un bel sorbetto di FIBRE OTTICHE".- "Grazie era tutto ottimo, ma adesso sento un po di pesantezza allo stomaco"- "Non si preoccupi signore, quella è solo la notra bolletta, hehe."Etiopi, cablate 100Km di spaghetti invece delle fibre ottiche ...
  • Anonimo scrive:
    Moriranno di fame
    La "bolla" scoppia pure da loro. E pure prima.
  • Elwood_ scrive:
    sconfiggiamo la fame con un klikkete.
    L'Etiopia uno dei paesi africani piu' poveri. Che fanno mettono internet?Ma prima di pensare all' e-learing il governo pensare a come far guadagnare un tozzo di e-pane ai propri abitanti.In etiopia manca l'acqua?Se la mandano tramite mail?Forse era meglio che avessero pensato alle condutture d'acqua piu' che alle fibre ottiche.Sanita' a livelli tragici... Bastera' wikipedia? I dottori cureranno in chat i poveri cristi che muoiono?chat e-ritreaDoktor: dica trentatreuser23932: trentatre'Doktor: sta benissimo, non sento nienteDa mangiare non ce l'avranno pero' ora con google potranno sapere chi sta peggio di loro.No dico, dopo la notizia del Simputer, ci si mettono pure questi?Ma cos'e' la settimana dei governanti Co£$)%ni del terzo mondo?Andrebbe istituito un premio per l'idea cog..ona dell'anno1° premio muoio di fame ma ho l'adslEritrea2° premio cazzo li faccio a fare dei palmari per gente che non ha nemmeno l'acqua correntePicopeta In compenso tutti i dirigenti di marketting in italia e i megasuperaccount manager li manderei nel deserto eritreo.e rimanendo in tema: anche stavolta gli eritrei lo prenderanno nel "TUCUL"Semprepiuantimarketingamente vostro Elwood_==================================Modificato dall'autore il 07/04/2005 0.53.14
    • Anonimo scrive:
      Re: sconfiggiamo la fame con un klikkete.
      - Scritto da: Elwood_
      Ma cos'e' la settimana dei governanti Co£$)%ni
      del terzo mondo?Non si chiama terzo mondo a caso.
      • Anonimo scrive:
        Re: sconfiggiamo la fame con un klikkete.


        Ma cos'e' la settimana dei governanti Co£$)%ni

        del terzo mondo?

        Non si chiama terzo mondo a caso.Ti riferisci al loro mondo, vero, no tanto per chiedere. Il nostro mondo invece e' bellissimo, mica succedono cose dell'altro mondo. "extra terrestre vienimi a pigliare"... mandolinojoe e comp.
    • Anonimo scrive:
      Re: sconfiggiamo la fame con un klikkete
      - Scritto da: Elwood_
      L'Etiopia uno dei paesi africani piu' poveri. Che
      fanno mettono internet?
      Ma prima di pensare all' e-learing il governo
      pensare a come far guadagnare un tozzo di e-pane
      ai propri abitanti.già.magari quando noi industriosi occidentali smetteremo di fomentare guerre in tutta l'africa pur di poter vendere le nostre armi .o quando smetteremo di importare i loro prodotti agricoli o le loro materie prime pagandoli prezzi ridicoli.
      In etiopia manca l'acqua?domanda da un milione di dollari : quanto costa assoldare tecnici vari, scavare pozzi , costruire una rete idrica e portare l'acqua ad un numero ragionevole di persone? risposta : vari miliardi di euro, con 31 milioni non paghi neanche i tecnici per fare le prospezioni.e chi li darà quasti soldi? nessuno. il fondo monetario e le banche occidentali sono interessati a chi ha petrolio e diamanti.
      Se la mandano tramite mail?
      Forse era meglio che avessero pensato alle
      condutture d'acqua piu' che alle fibre ottiche.è evidente che non hai ben presente la situazione africana. non si tratta di portare l'acqua corrente (bene che solo il 30 % della popolazione mondiale può godersi in casa, e tra questo 30 % non ci sono nè cina , nè india , nè gran parte del sudamerica e dell'africa sub-sahariana) a 1, 2 kilometri. in etiopia ci sono distanze di alcune centinaia di kilometri del tutto disabitate. per portare non dico l'acqua in tutte le case, ma a tutti i villaggi servirebbero decine di miliardi di euro. soldi di cui come potrai immaginare l'etiopia non dispone.
      Sanita' a livelli tragici...ci fossero state meno guerre, i tanti medici etiopi non sarebbero emigrati in europa , nè gli ospedali sarebbero stati distruttici fossero state multinazionali europee ed americane meno ingorde, l'etiopia di sarebbe potuta permettere farmaci più abbondanti e formazione migliore.
      I dottori cureranno in chat i poveri cristi che
      muoiono?
      chat e-ritrea
      Doktor: dica trentatre
      user23932: trentatre'
      Doktor: sta benissimo, non sento niente
      Da mangiare non ce l'avranno pero' ora con google
      potranno sapere chi sta peggio di loro.umorismo basso e di cattivo gusto. attraverso internet le strutture sanitarie sprovviste di medici (ed in africa sono tante, tirano avanti con pochi infermieri ed aiuti internazionali), dove magari lavorano infermieri o volontari in possesso di un inglese elementare , potranno avvalersi della consulenza di medici esterni (etiopi e non) . potranno inoltre scambiarsi facilmente materiale informativo su particolari patologie o sulla situazione di epidemie.
      No dico, dopo la notizia del Simputer, ci si
      mettono pure questi?
      Ma cos'e' la settimana dei governanti Co£$)%ni
      del terzo mondo?
      Andrebbe istituito un premio per l'idea cog..ona
      dell'anno
      1° premio muoio di fame ma ho l'adsl
      Eritrea
      2° premio cazzo li faccio a fare dei palmari per
      gente che non ha nemmeno l'acqua corrente
      Picopeta 1° accanto a persone che muoiono di fame, in africa ci sono centinaia di migliaia (anzi alcuni milioni)di persone con uno standard di vita simile a quello occidentale. ci sono molti studenti universitari , ci sono strutture pubbliche con impiegati e funzionari, ci sono occidentali che lavorano per agenzie varie.non è che fuori da europa nordamerica e giappone il mondo sia un'unica e desolata landa di disperazione.2° per lo stesso motivo , il simputer poteva essere una buona idea. anche in india ci sono milioni di persone con standard di vita all'occidentale.ed il simputer non è stato un fiasco perchè costava troppo. è stato un fiasco perchè allo stesso prezzo 250-300 dollari, , in india si trovano laptop di di varie marche.hai una visione del mondo molto binaria, a quanto pare. le cose come al solito sono molto più complicate.
    • Anonimo scrive:
      Re: sconfiggiamo la fame con un klikkete
      non sono daccordo.... ad esempio è stato dimostrato che il grosso problema della crescita demografica esponenziale può essere sconfitto in 2 modi:1) politica di repressione come in cina (se fai + di 2 figli ti tolgono tutto)2) con l'educazione delle persone per fargli capire i problemi legati al fare troppi figli.Sai.... se ti devo dire la verità..... ieri a Ferrara ho incontrato un Senegalese molto simpatico.... vendeva quei soliti cosini inutili tipo anellini, braccialetti ecc... Parlandoci ho scoperto che lui era Dottore in Economia e Commercio in Senegal.... mi ha detto che era venuto in italia per fare soldi e che poi sarebbe tornato in Senegal in un paio d'anni e avrebbe investito il ricavato (che in italia è poco ma la è tanto) nel settore dell'agricoltura... Come vedi la conoscenza, la cultura, la possibilità di conoscere il mondo può essere veramente utile e creare futuro anche a chi muore di fame :).
  • Anonimo scrive:
    31 milioni di euro...
    ...di soldi pubblici Etiopi.lo Stato italiano ha speso ALMENO altrettanto per il digitale terrestre.E dopo essere finiti al 40-e-rotti-esimo posto nella classifica mondiale ci facciamo superare da un (altro) paese dove letteralmente si muore di fame. Che dire?
    • Anonimo scrive:
      Re: 31 milioni di euro...
      - Scritto da: Anonimo
      ...di soldi pubblici Etiopi.

      lo Stato italiano ha speso ALMENO altrettanto per
      il digitale terrestre.
      E dopo essere finiti al 40-e-rotti-esimo posto
      nella classifica mondiale ci facciamo superare da
      un (altro) paese dove letteralmente si muore di
      fame.

      Che dire?
      Vai in Etiopia.
    • Anonimo scrive:
      Re: 31 milioni di euro...
      Si ma guarda un po' chi ti vende le partite sul digitale terrestre avendo fatto pagare l'infrastuttura a TUTTI gli italiani e la cosa non ti suonerà più così strana......
    • Yuna scrive:
      Re: 31 milioni di euro...
      - Scritto da: Anonimo
      ...di soldi pubblici Etiopi.

      lo Stato italiano ha speso ALMENO altrettanto per
      il digitale terrestre.
      E dopo essere finiti al 40-e-rotti-esimo posto
      nella classifica mondiale ci facciamo superare da
      un (altro) paese dove letteralmente si muore di
      fame.

      Che dire?Che non me ne frega niente di essere una cittadina di uno stato del terzo mondo a livello tecnologico se però ho i soldi per sfamarmi (mentre loro no) ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: 31 milioni di euro...

      Che dire?Se la maggioranza degli italiani a mandato a quel paese il signor bonaventura e compagnia cantante....questoe' uno dei 10.000 motivi...
Chiudi i commenti