iTunes, pirati russi allo sbaraglio

App contenenti film classici sovietici erano state messe a disposizione senza il permesso dei legittimi detentori di diritti

Roma – Molti film pirata erano in vendita su iTunes: titoli di classici russi offerti a pagamento senza il permesso dei detentori dei diritti.

I film, risalenti all’era sovietica, erano scaricabili nella cornice di applicazioni: al momento non figurano più nella ricerca all’interno di iTunes, ma potrebbero ancora essere nascosti sotto nomi russi. Le applicazioni in questione non avevano il permesso di incorporare contenuti di proprietà di altri soggetti.
I detentori dei diritti originali, la russa Mosfilm e la collezione Obyedinennaya Gosudarstvennaya , non avevano affatto concesso licenze o permessi per mettere in vendita i film.

Alcuni dei titoli finiti (nonostante gli stretti controlli per accedere allo store digitale di Apple) a disposizione degli utenti della Mela si trovano, per esempio, in download e streaming su un canale alternativo, il sito di Mosfilm, che spiega che è solo questo il “sito ufficiale dove si possono guardare legalmente”.

Nessuna condanna preventiva sembra giungere dall’altro detentore dei diritti, Obyedinennaya Gosudarstvennaya , nei confronti degli sviluppatori: “Non escludiamo che possano aver ottenuto la licenza da qualcun altro e che siano convinti di star vendendo un prodotto legittimo”.

Tuttavia, lo sviluppatore Vladimir Penshin, autore di una delle app incriminate (quella per il film Cheburashka ), ma anche di una contenente uno dei capitoli di Madagascar di DreamWorks, ha rifiutato anche quest’ancora di salvezza: “Naturalmente non avevo alcuna licenza”, ha riferito candidamente.
L’uomo ha confermato di aver deliberatamente offerto il materiale in infrazione del diritto d’autore per ottenere un profitto, tentando solo in extremis una strana difesa: “Ho capito adesso il mio sbaglio e che forse stavo violando la legge”.

Apple ha ribadito la serietà del suo impegno in materia di tutela del diritto d’autore e ha promesso di agire tempestivamente una volta ricevuta la notifica di violazione , a cui Mosfilm starebbe lavorando.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ROC scrive:
    Interessante notizia
    No a Sony. :)Sony è una vergogna. :@Sony fa prodotti scadenti e poi minaccia di denunciare chi mostra quanto sono scadenti. :(
  • qwa aqw scrive:
    secondo il colosso nipponico
    chi pubblica i dettagli sulle falle di sicurezza del sistema sta anche violando la legge federale sulla frode e l'abuso informatico.E chi commercializza sistemi con falle di sicurezza non viola nessuna legge?
    • Sgabbio scrive:
      Re: secondo il colosso nipponico
      Sony ha torto, perchè dicendo cosi, molti ricercatori di bug di sicurezza e affini, si ritroverebbero in galera, siti come secuina sarebbero già messi al bando ecc ecc.Ma anche tu hai torto, perchè nello stato attuale, fare un software senza bug di sicurezza è una cosa impossibile ovunque.
      • Guybrush scrive:
        Re: secondo il colosso nipponico
        - Scritto da: Sgabbio
        Sony ha torto, perchè dicendo cosi, molti
        ricercatori di bug di sicurezza e affini, si
        ritroverebbero in galera, siti come secuina
        sarebbero già messi al bando ecc
        ecc.


        Ma anche tu hai torto, perchè nello stato
        attuale, fare un software senza bug di sicurezza
        è una cosa impossibile
        ovunque.Dunque han torto tutti quanti!Grandioso.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: secondo il colosso nipponico
        contenuto non disponibile
  • doc allegato velenoso scrive:
    SONY deve fallire
    Non sono un giocatore e, personalmente, della PS1,2,3,4 ecc ecc non me ne puo' fregar di meno ma ho smesso di comprare e far comprare qualunque roba marchiata SONY da quando hanno fatto quella XXXXXta immonda del rootkit sui cd audio.http://en.wikipedia.org/wiki/Sony_BMG_copy_protection_rootkit_scandal
    • Sgabbio scrive:
      Re: SONY deve fallire
      Per non parlare di SecuROM
    • controlli a campione scrive:
      Re: SONY deve fallire
      - Scritto da: doc allegato velenoso
      Non sono un giocatore e, personalmente, della
      PS1,2,3,4 ecc ecc non me ne puo' fregar di meno
      ma ho smesso di comprare e far comprare qualunque
      roba marchiata SONY da quando hanno fatto quella
      XXXXXta immonda del rootkit sui cd
      audio.

      http://en.wikipedia.org/wiki/Sony_BMG_copy_protectMa io vorrei capire perché nessuno ha avuto conseguenze penali serie per questa cosa, visto che si qualifica ESATTAMENTE come lo stesso crimine per cui chi installa trojan e backdoor a insaputa dell'utente poi viene processato e finisce in galera.Tra l'altro vorrei far notare che nessuno di Sony ha neanche chiesto scusa e ammesso la gravità di ciò che avevano fatto, anzi... hanno proseguito su quella strada, e l'unico motivo per cui non hanno continuato è per paura di ulteriori class action.E stendiamo un velo pietoso sul fatto che avevano pure rubato codice open source per creare quel software! :@
      • controlli a campione scrive:
        Re: SONY deve fallire
        - Scritto da: controlli a campione
        - Scritto da: doc allegato velenoso

        Non sono un giocatore e, personalmente, della

        PS1,2,3,4 ecc ecc non me ne puo' fregar di meno

        ma ho smesso di comprare e far comprare
        qualunque

        roba marchiata SONY da quando hanno fatto quella

        XXXXXta immonda del rootkit sui cd

        audio.




        http://en.wikipedia.org/wiki/Sony_BMG_copy_protect

        Ma io vorrei capire perché nessuno ha avuto
        conseguenze penali serie per questa cosa, visto
        che si qualifica ESATTAMENTE come lo stesso
        crimine per cui chi installa trojan e backdoor a
        insaputa dell'utente poi viene processato e
        finisce in
        galera.

        Tra l'altro vorrei far notare che nessuno di Sony
        ha neanche chiesto scusa e ammesso la gravità di
        ciò che avevano fatto, anzi... hanno proseguito
        su quella strada, e l'unico motivo per cui non
        hanno continuato è per paura di ulteriori class
        action.

        E stendiamo un velo pietoso sul fatto che avevano
        pure rubato codice open source per creare quel
        software!
        :@Ah concludo con i miei complimenti a giornali e TV italiani comunque, per i quali questa notizia praticamente non è mai esistita... al massimo si arrivò ad un trafiletto nelle pagine sulle "scienze"... :(
  • Anonym ous scrive:
    EVASIONE FISCALE
    invece di aiutare sony, quand'è che i giudici la trascineranno in tribunale per evasione fiscale? la funzione linux è stata messa per pagare meno tasse, ora che sony l'ha tolta deve pagare la differenza!
    • djechelon scrive:
      Re: EVASIONE FISCALE
      Da dove viene fuori sta cosaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa?
    • Skywalker scrive:
      Re: EVASIONE FISCALE
      Facciamo un po' di chiarezza.Le parole chiave sono European "Binding Tariff Information" e "Custom Tariff".Per importare un bene in Europa, a seconda di come il bene è classificato, si pagano tasse di importazione diverse. Nel 2001 per importare un "Videogioco" si pagava l'1,7%, mentre per un General Purpouse PC le tasse di importazione erano nulle. Sony chiese di classificare la PS2 come "Computer" ma invece gli venne assegnata una BIT come "Videogioco".Sony è entrata in un contenzioso legale con la EU per questa classificazione, contenzioso che si è concluso nel 2006 con la sconfitta di Sony.Nel frattempo, dal 2001 al 2004, la tassa di importazione della categoria "videogiochi" è scesa progressivamente fino a 0, come i computer, nel 2004.Perciò nel 2005, quando stava per lanciare PS3, per Sony una classificazione o l'altra erano indifferenti dal punto di vista fiscale. Ma dato che aveva ancora il procedimento aperto per la PS2, sia per supportare la propria tesi che "La PS2 è un computer" che per evitare un possibile rialzo oltre lo 0 della tariffa doganale, chiese nuovamente di classificare la Playstation nella BIT come "Computer" e per tagliare la testa al toro sulle osservazioni che avevano fatto nascere il contenzioso sulla PS2 ("Non era liberamente programmabile") aggiunge il posticcio supporto a Linux.Non so quando, ma ad un certo punto, visto che il Dazio doganale era diventato e rimasto 0, abbia smesso di chiedere la classificazione come Computer e si sia riposizionata su Videogioco.Quindi, si, originariamente Sony aveva chiesto, sia per PS2 che per PS3 una BIT come Computer, negata per PS2 e concessa su PS3 proprio perché supportava Linux. Ma, no, per la PS3 non c'è stata evasione fiscale perché nel frattempo 0 era la percentuale per i Computer e 0 quella per i Videogiochi.Più interessante invece è quanto dice la Direttiva 1999/44/EC, all'Art.2 riguardo al fatto chei beni venduti devono essere conformi alle "dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche dei beni fatte al riguardo dal venditore, dal produttore o dal suo rappresentante, in particolare nella pubblicità o sull'etichettatura.".E se qualcuno tirasse nuovamente fuori la EULA, l'Art. 7 - "Carattere imperativo della norma", a scanso di equivoci chiarisce che:"1. Come previsto dalla legislazione nazionale, le clausole contrattuali o gli accordi conclusi con il venditore, prima che gli sia stato notificato il difetto di conformità e che escludono o limitano, direttamente o indirettamente, i diritti derivanti dalla presente direttiva, non vincolano il consumatore.".Tradotto, come detto più volte, tramite una EULA non può essere tolto ad un consumatore un diritto garantito per legge.http://eur-lex.europa.eu/smartapi/cgi/sga_doc?smartapi!celexapi!prod!CELEXnumdoc&lg=it&numdoc=31999L0044&model=guichettMa come al solito, gli avvocati costano e le Multinazionali lo sanno. Quello che mi fa però più specie sono quelli che accettano, anzi giustificano, l'erosione dei propri diritti... Mah.
      • linaro scrive:
        Re: EVASIONE FISCALE
        sulla questione di principio sono d'accordo, ma siamo realisiti: quante ps3 sono state vendute perchè c'era linux? ... sì è vero, diverse università le hanno utilizzate, ma a parte formalismi è una console per videogiochi...poi ribadisco, sul piano formale sono d'accordo.
        • Sgabbio scrive:
          Re: EVASIONE FISCALE
          Anche se sono pochi che usano tale funzione, hanno pagato per usarla, i loro solti erano buoni come quelli che non interessava tale funzionalità
  • djechelon scrive:
    Egitto 2.0
    [Troll Mode abilitata]"ma per fermare il flusso che si è messo in moto bisognerebbe spegnere la rete intera"Bene, è ora che Sony ingaggi Mubarak, lui sì che è un vero luminare in queste materie!![Troll mode disabilitata]Ragazzi tutti immediatamente fate un checkout da GitHub e conservate una copia dei codici, degli articoli e tutto. Ai posteri potrà servire!!
Chiudi i commenti