iTunes spacciatore di Eminem?

iTunes spacciatore di Eminem?

Le parti non si sono accordate. Oggi inizia il processo. Da verificare i diritti di decine di canzoni del noto rapper presenti su iTunes
Le parti non si sono accordate. Oggi inizia il processo. Da verificare i diritti di decine di canzoni del noto rapper presenti su iTunes

Apple è alla sbarra e a trascinarcela è stata Eight Mile Style , la casa produttrice del rapper Eminem che nel 2007 aveva presentato una denuncia presso il tribunale di Detroit contro l’azienda di Cupertino.

Si svolgerà oggi la prima udienza del processo : il nodo della questione era ed è la presenza su iTunes Store di 93 brani prodotti da Eight Mile Style i cui master però appartengono ad Aftermath Records .

Apple, che ha ottenuto le autorizzazioni da Aftermath Records , sostiene di aver pagato tutte le royalty alla casa produttrice del famoso rapper. Secondo Eight Mile Style però gli accordi con Aftermath Records non concerebbero a quest’ultima il potere di disporre dei diritti per utilizzare i brani in rete: sia Apple che Aftermath Records avrebbero quindi incassato denari sfruttando indebitamente le canzoni di Eminem.

Fino all’ultimo minuto prima dell’apertura del processo Apple aveva tentato di raggiungere un accordo ma gli sforzi profusi non hanno portato a nulla. Sarà quindi il giudice Anna Diggs Taylor della corte distrettuale di Detroit a stabilire se accogliere o meno le rivendicazioni di Eight Mile Style , che comprendono, tra l’altro, anche una fetta dei proventi ricavati dalla vendita di iPod.

Già nel 2004 Eminem ed Apple si erano scontrati su un brano dell’artista statunitense utilizzato dalla Mela per la realizzazione di uno spot pubblicitario.

Giorgio Pontico

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 09 2009
Link copiato negli appunti