IV Incontro di GARR-B

Dal 24 al 26 si lavora sull'altissima banda a Bologna


Roma – E’ iniziato lunedì il lavoro degli esperti riuniti a Bologna per il IV Incontro di GARR-B sull’altissima banda e sulle nuove tecnologie delle reti ultraveloci. Lo ha organizzato il GARR (“Gruppo per l’Armonizzazione delle Reti della Ricerca”) – l’organismo che raggruppa tutte le entità che rappresentano la Comunità Accademica e della Ricerca Scientifica in Italia – in collaborazione con il MIUR, il CNR, l’ENEA e la Conferenza di Rettori delle Università Italiane.

L’incontro, dal titolo “Applicazioni e servizi avanzati sulla rete GARR di prossima generazione” approfondirà progetti scientifici applicativi relativi a discipline quali astrofisica e radio astronomia, e-medicina (e-oncology, servizi per la sanità), griglie computazionali, insegnamento a distanza, osservazione della terra, biotecnologie, musei e biblioteche digitali.

L’incontro viene trasmesso anche in diretta video. Ulteriori informazioni qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    miopia cronica
    Tra le tante norme nate dalla miopia cronica dei governi fin qui eletti, da sottolineare quella che metteva fuorilegge gli auricolari per telefonini. Benvenga il ripensamento.Non si poteva usare il telefonino con l'auricolare però si poteva smanettare con autoradio, satellitare e persino avere il televisore in macchina sulla plancia anteriore.Ridicolo!
    • Anonimo scrive:
      Re: miopia cronica
      L'autoradio è costruita per essere usata anche senza guardare quello che si fa. E comunque non è cosa impegnativa dare giù al volume quanto invece sostenere una conversazione con una persona. E non è questione di auricolare - viva voce - cuffie. E' lo stare attenti a quello che dice l'altro e non alla strada. E non dite che è come avere uno di fianco. I disturbi da cattiva ricezione distraggono tantissimo. Io personalmente uso il cell in auto. Però solo su drittoni che so che mi permettono di parlare per 3-5 minuti di seguito senza dover azionare i comandi di cambio freno frizione ecc. Questo vuol dire che sono in una strada poco o niente trafficata, senza curve o quasi e con diritto di precedenza che so verrà rispettato (cioè ai lati ci sono stradine piccole o carraie o uscite da cancelli privati). Insomma, non in città. Auricolare o no in città non ci si può permettere di usare il cell mentre si guida. Basta fermarsi 2 minuti!E spero che siano anche vietati i messaggini.. non si sa mai che se li dimentichino...
Chiudi i commenti